Silver Cohousing in Toscana - #IF2013 Pisa

1,180 views

Published on

#IF2013 a Pisa progetto per elaborare soluzioni neo rurali anche per la terza e quarta età . #Rural Hub

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,180
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
89
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Silver Cohousing in Toscana - #IF2013 Pisa

  1. 1. IL TERRITORIO Il territorio di Castell’Azzara è integro, rimasto a margine degli sfruttamenti e degli abusi di qualche decennio fa. L’economia mineraria locale fortunatamente ha consumato poco il territorio, e quella che oggi si presenta è un’area dalle enormi ricchezze paesaggistiche, agricole, idriche, storico-culturali. Ma sono soprattutto le risorse umane, i saperi sociali, le conoscenze consolidatesi nei prodotti e nei processi produttivi, i perni sui quali innescare i percorsi per costruire un futuro di sviluppo e di benessere sociale.
  2. 2. IL CONTESTO SOCIALE L’area è al centro di un’idea di sviluppo meglio nota come Patto per Castell’Azzara, che vede coinvolte sia le istituzioni che le aziende private . Questo indirizzo di sviluppo riguarda una nuova concezione turistica che sposa i caratteri di naturalità e di ruralità del territorio ed intende promuovere un sistema ospitale costruito intorno alla Riserva naturale del Monte Penna, confinante con la Contea degli Angeli.
  3. 3. DA AGRITURISMO A STARTUP NEO RURALE In questo angolo della Toscana stiamo sviluppando un nuovo progetto abitativo, agricolo, didattico e turistico che, attualizzando il concetto di Ecovillaggio, favorisca la diffusione della Nuova Ruralità, attraverso una gestione imprenditoriale sensibile alla cosiddetta Decrescita, Equa Sostenibile e Solidale.
  4. 4. “ENABLE LOCAL COMMUNITY” La Contea intende ampliare collaborazione e scambi con la comunità locale e le Aziende favorendo un indotto di persone attente e rispettose di ciò che può offrire questo territorio e la sua gente. Queste relazioni non sono e non devono essere esclusivamente di natura commerciale.
  5. 5. IL PROGETTO “CONTEA DEGLI ANGELI”
  6. 6. LA CONTEA DEGLI ANGELI E’ UN PROGETTO… abitativo didattico agricolo turistico
  7. 7. IL PROGETTO ABITATIVO Ad oggi nella Contea vivono già stabilmente alcune famiglie con bambini. Gli abitanti sono operatori del benessere, massaggiatori olistici, naturopati, un’infermiera, una cuoca di cucina naturale e macrobiotica, artisti. L’obiettivo è di coinvolgere in questo progetto altre persone (single e famiglie) di varie età, al fine di dare un impulso costante alla diffusione di uno stile di vita neo rurale.
  8. 8. IL PROGETTO AGRICOLO L’attività agricola sarà orientata a metodi di coltivazioni ed allevamento che favoriscano la salvaguardia della biodiversità: •Frutti “dimenticati” , erbe officinali, erbe aromatiche, canapa, ulivi, ortaggi (orto sinergico, permacultura e biodinamica), giardino botanico e sensoriale, cereali antichi •Trasformazione in confetture, oleoliti, sottoli •Metodologia di coltivazione e allevamento rigorosamente Biologica e Biodinamica. •Ristrutturazione di un piccolo mulino per ospitare un forno per la panificazione •Animali da cortile
  9. 9. IL PROGETTO DIDATTICO Si vogliono recuperare saperi antichi dando vita a laboratori artigianali e dare enfasi alle discipline olistiche L'aspetto didattico sarà orientato prevalentemente verso corsi di: • permacultura • conoscenza ed uso delle erbe spontanee e di quelle officinali • alimentazione e cucina naturale • discipline Bionaturali ed Olistiche per il benessere e la salute dell'uomo • bioarchitettura e progetto impatto zero, valorizzazione del territorio • laboratorio degli antichi mestieri, recupero delle tradizioni locali • laboratori d'arte, recitazione, musica e canto • fattoria didattica rivolta alle scuole con giornate a tema • centro di diffusione dell'equitazione naturale (metodo Parelli)
  10. 10. IL PROGETTO TURISTICO Le attività didattiche proposte necessitano di strutture per l'accoglienza dei gruppi a cui sono rivolte: tali strutture permetteranno anche lo sviluppo dell'aspetto turistico principalmente in abbinamento ai corsi (residenziali). Si prevedono, quindi: • Locale per ristorazione atto ad ospitare circa 70 coperti con cucina interattiva a vista. Tale locale sarà sfruttato anche per l'aspetto didattico con i corsi di cucina naturale • Centro per il benessere di circa 100 mq + servizi (spogliatoi, bagni, docce) e Erboristeria • Centro culturale (biblioteca, cineforum, sala convegni, sala ricreativa) di circa 100 mq + servizi • Strutture in bioedilizia per 50 posti letto.
  11. 11. IL PROGETTO “SILVER COHOUSING”
  12. 12. TERZA E QUARTA ETA’ Oggi gli anziani non vogliono più sentirsi isolati e non accettano uno status di “emarginati”. Stanno diventando una categoria sociale rilevante, con nuove esigenze particolari, sempre più sensibile all’interazione con l’ambiente e la natura, con le generazioni più giovani, con la tecnologia, con il lavoro in quanto “sapere” e soprattutto con la voglia di continuare a dare. L’Italia ha la possibilità di elaborare nuove soluzioni per questo target. E’ proprio pensando alla terza e quarta età (anche alla nostra!) che vogliamo costruire nuove prospettive di integrazione tra generazioni, inserendo nelle nostre attività un nuovo progetto di #coliving.
  13. 13. “Silver Cohousing” : progettare insieme la società del futuro
  14. 14. RITROVARE LA MEMORIA RURALE Gli anziani hanno grande rispetto per la Natura e per i suoi insegnamenti fatti di continue trasformazioni, dei cicli legati alle stagioni, alle lune, ai solstizi e che richiamano sapientemente il nascere e l’invecchiare. Nel merviglioso ambiente della Contea degli Angeli potranno passeggiare nei campi, condividere con abitanti e ospiti consigli su come coltivare l’orto sinergico e biodinamico, insegnare ai più giovani l’utilizzo degli strumenti e vivere a contatto con gli animali.
  15. 15. CREARE RELAZIONI Proprio la condivisione e la cooperazione con i vari abitanti della Contea crea nuove amicizie e rapporti confidenziali, ampliando così le possibilità di entrare in contatto con il network del Rural Hub attraverso i suoi ambassadors.
  16. 16. CREARE OPPORTUNITÀ DI LAVORO RURALE Ampi spazi coperti e all’aperto consentono di rimanere attivi fisicamente e mentalmente, e di coltivare le proprie passioni o di sviluppare i propri talenti. Laboratori di artigianato, musica, pittura: tutto ciò che è arte e cultura può trovare stimoli nuovi e aiuti inaspettati.
  17. 17. FAVORIRE IL TRASFERIMENTO DI CONOSCENZE TRA GENERAZIONI Offriremo agli ospiti la possibilità di integrarsi nella comunità condividendo con altri le proprie esperienze attraverso l’insegnamento. Organizzeremo workshops a cui potranno partecipare non solo gli abitanti della Contea ma anche ospiti esterni e abitanti del territorio che abbiano voglia di apprendere da coloro che custodiscono la saggezza di un’intera vita.
  18. 18. A VOLTE IMPARI A VOLTE INSEGNI, OGNI VOLTA CRESCI Anche il rapporto con i numerosi bambini presenti all’interno della Contea è molto importante: il sentirsi un po’ nonni e un po’ bambini nella condivisione dei giochi, un po’ maestri e un po’ allievi anche nell’aiutarli a fare i compiti della scuola o scambiarsi consigli nell’uso “basic” del computer crea un profondo legame di condivisione, di complicità e il senso della rinascita e della continuità della vita.
  19. 19. MAI PIU’ SOLI Il ripristino della vitalità attraverso i punti indicati nelle finalità del progetto è alla base del Silver Cohousing. A questo si aggiunge la particolare attenzione per la prevenzione e il mantenimento della salute attraverso un’alimentazione e uno stile di vita sani e l’utilizzo di metodiche di riequilibrio energetico e psicofisico legate al mondo delle Discipline BioNaturali e Olistiche.
  20. 20. LE RESIDENZE Gli ospiti saranno alloggiati singolarmente o per propria scelta a coppie in casette indipendenti in bio-edilizia in un’area priva di barriere architettoniche e vicina al casale principale del ristorante e alle strutture comuni.
  21. 21. COME FAR CONOSCERE IL PROGETTO Obiettivi nel breve periodo Far conoscere il progetto al maggior numero di persone possibile (web e social network, partecipazione ad eventi) per: • Creare curiosità • Attirare ospiti del Silver Cohousing ed altri abitanti prospect interessati alle tematiche legate all’ecovillaggio e alla vita “green” • Trovare nuovi partner economici (investors, campagne di crowdfunding, welfare aziendale) Obiettivi nel medio periodo Ampliare l’ecovillaggio coinvolgendo persone in grado di inserire nel progetto professionalità e competenze specifiche
  22. 22. SOSTENIBILITA’ ECONOMICA
  23. 23. SOSTENIBILITA’ ECONOMICA DEL PROGETTO L’obiettivo di breve termine del progetto “Silver Cohousing” è di garantire la presenza costante presso “La Contea Degli Angeli” di almeno 6-8 ospiti Over 60, autosufficienti. La presenza di questi ospiti permetterà di attivare una sinergia d’intenti tale da creare un immediato ritorno socio-culturale sulla comunità e l’input economico necessario allo sviluppo di nuove attività all’interno della nostra struttura.
  24. 24. COSA CHIEDIAMO AGLI INVESTITORI Gli investitori e gli ospiti (interessati al progetto Rural Hub) possono intervenire in equity con l’acquisto di una o più quote del progetto “Contea degli Angeli”. L'inserimento di nuovi abitanti ci consentirà di sostenere le spese necessarie per realizzare gradualmente gli steps successivi: • costruzione nuove abitazioni • avvio azienda agricola • ampliamento zona convegni
  25. 25. GRAZIE PER L’ATTENZIONE!

×