Your SlideShare is downloading. ×
Scelte Difficili, Grandi Opportunità
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Scelte Difficili, Grandi Opportunità

245

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
245
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. SCENARI FINANZIARIJOHN MAULDINSTHOUGHTS FROM THE FRONTLINENewsletter settimanale - Versione Italiana a cura di Horo CapitalScelte Difficili, Grandi Opportunitàdi John Mauldin | 01 ottobre 2011 - Anno 2 - Numero 39In questo numero:Scelte Difficili, Grandi OpportunitàIrlanda, Ginevra, New York, South Africa e AtlantaQuesta settimana sono in Irlanda e sto passando da un incontro allaltro vedendo unampio numero di persone. E la lettera di questa settimana è un ampio colloquio che èstato fatto con me, condotto da questo decano di interviste del mondo finanziario, KateWelling. Lei è davvero una delle migliori, e mi ha gentilmente dato il permesso dicondividere con voi lintervista che ho avuto con lei questa settimana, mentre io stoelaborando lettera della prossima settimana che parlerà dellIrlanda e dellEuropa. Viauguro una buona lettura di circa metà di quanto ho registrato con lei.Ma prima, di passare alla lettura dellintera lettera, voglio riportare una breve nota ai mieilettori sul fatto che ho accettato di far parte del board di Galectin Therapeutics (Ticker:GALT), una piccola azienda biotech con delle esclusive e potenziali tecnologie. Ho chiestodi tanto in tanto di poter partecipare al board della societa sul biotech, ma fino ad ora nonho mai avuto loccasione di farlo, e leccezione ora sarà GALT.In pratica (per farla breve), GALT aveva un importante e funzionante base di ricerca inURSS prima della caduta della cortina di ferro, sui carboidrati. Gli scienziati Russi edellEuropa dellest avevano molto viaggiato attorno al mondo alla ricerca di nuovicarboidrati nelle piante, ecc., e la ricerca è durata molti decenni. Quando la scienza russaha perso molti dei suoi finanziamenti, alcuni di questi famosi scienziati sono venuti negliStati Uniti e hanno portato questo tipo di ricerca, che in quel momento era abbastanzainnovativa. In Occidente, eravamo concentrati sullutilizzo delle proteine come medicina,ignorando la maggior parte delle semplici componenti zuccherine.Nei processi che si muovono con estrema lentezza, lunico modo per continuare questaricerca è quello di trovare i finanziamenti, e sono state scoperte alcune cose moltointeressanti su un particolare tipo di carboidrati che si lega e blocca una proteina chiamatagalectina, che sembra causare la cirrosi. Sembra che sia stata trovata in presenza dicellule tumorali, e secondo delle riviste scientifiche sembra possa essere la causa di tutti itipi di cirrosi, ma in particolare modo di quella del fegato. Gli studi sui topi e su altri soggettisuggeriscono che il blocco dei carboidrati hanno il potenziale per diventare una cura per lacirrosi, e GALT effettuerà una sperimentazione umana lanno prossimo con il gruppo digrande prestigio che effettua ricerca sul fegato presso il Ludwig Institute di Bruxelles eprevede di implementare degli studi clinici per la fibrosi del fegato lanno prossimo. Unadelle molecole di GALT sembra che permetta anche di ridurre drasticamente gli effetticollaterali della chemioterapia nel caso di determinati tipi di trattamenti contro il cancro. (Lafase-due dello studio indica un unica combinazione che vuole aumentare la sopravvivenzamedia dei pazienti, riducendo il numero di eventi molto gravi di circa il 50%). GALT haanche una richiesta aperta con il governo della Colombia, che ipotizza la possibilità
  • 2. dellutilizzo in tempi brevi in America Latina)Naturalmente, queste sono cose meravigliose, ma non per questo ho deciso di entrare nelboard. In economia, Bastiat usa parlare di "cose che si possono vedere e cose che non sivedono." Quello che ho "visto" in GALT è un qualcosa che ancora non si vede, e questo èil tesoro di dati trovati sui carboidrati, i cui possibili usi sono per ora solo delle vaghespeculazioni. Vedo del potenziale per effettuare un sacco di ricerca molto interessante,che sarà però molto costosa, ma che potrebbe avere un reale impatto, come i loro attualifarmaci sperimentali per la cirrosi. Devo dire che la ricerca sul fegato è molto speculativa,in quanto non esistono degli studi umani, ma solo su topi, ratti e studi in cultura su celluleepatiche umane. Questi sono dati incoraggianti, certo, ma come il mio medico, MikeRoizen, mi ricorda costantemente, per contribuire a temperare il mio entusiasmo, "John, ilsucco darancia funziona nei topi!"Investire nelle piccole società del biotech con del "potenziale" è in qualche modo simile adinvestire nei titoli junior e di esplorazione del settore minerario. Se tutto funziona, irendimenti possono essere esilaranti, ma la maggior parte di loro perderà tutto, quindi ènecessario fare un SACCO di lavoro ed avere un paniere ben diversificato di questi titoli.Lo faccio con il biotech. Amo ognuno dei miei "investimenti", ma mi rendo pienamenteconto che per tutta una serie di motivi questi potranno andare a zero. Quella che puòessere una meravigliosa tecnologia potrebbe però non funzionare negli esseri umani, oinvece potrebbe funzionare ma potrebbe arrivare prima unaltra società e farla meglio e inmodo più economico, o (con più probabilità) rimanere senza soldi o avere problemi digestione.GALT è un perfetto esempio di quello che cerco. Hanno un meraviglioso potenziale dicrescita se la tecnologia si dimostrerà tale, ma sarà una grande delusione se non saràcosì. Chiaramente, penso che ci sia qualcosa lì, se sono disposto a far parte del board. Soanche che alcuni di voi saranno tentati di "mettersi immediatamente al seguito."Lasciatemi che vi dica, non fatelo, a meno decidete di andare nel loro sito web, ascoltare illoro amministratore delegato, Peter Traber, che spiega la tecnologia e la società, leggeredella ricerca indipendente, e guardare il board che il loro presidente Jim Czirr ha da pocoristrutturato. GALT ha avuto dei "problemi" in passato, come direbbero i miei bambini, e cèvoluto un po di tempo prima che Jim riuscisse a far muovere la nave verso la giustadirezione verso la quale aveva bisogno di andare, dal momento che ha dovuto organizzareun take-over del board, ma egli è fanatico per alcune cose (quasi maniacale), ma questo èovviamente quello che si deve fare. Il Dr. Traber, già responsabile dello sviluppo globaledei farmaci per la Glaxo, è una risorsa relativamente recente come lo stesso CEO. Sonomolto impressionato da lui. Mi piace molto il team di gestione ed i piani che hanno per ilfuturo. Naturalmente non garantisco nulla, sul fatto che il buon piano funzionerà nel modomigliore, come noi tutti speriamo.E se voi fate della ricerca da soli e vi piace ciò che state analizzando, allora siate pazienti.Non inseguite il prezzo delle azioni. Pat Cox di Breakthrought Tecnology Alert mi ha fattoconoscere lazienda e così, molto tempo fa, ho comprato un numero molto limitato diazioni. Ho intenzione di comprarne di più il prossimo anno, ma come direttore, assegneròun importo annuale e le comprerò regolarmente, in modo prestabilito e indipendentementedal prezzo delle azioni, e non inizierò a farlo per un certo ragionevole periodo di tempodopo questo annuncio. Come direttore io voglio vedere le azioni della società muoversi inmodo positivo, ma spero che non cresca troppo, per almeno un po di tempo. (E moltosimile ai miei acquisti mensili di oro: sono contento di vedere che loro è sceso, così ne
  • 3. posso comperare di più quando lacquisto!)Non acquistatele se il vostro orizzonte temporale è misurato in meno di un anno. Sesentite il bisogno di guardare dei grafici e lattuale prezzo, allora ti suggerisco di passareoltre. Non ho idea di che cosa farà lazione nel breve termine, né ho un calendario dirisultati da segnalare. Potete vedere il sito web allindirizzo www.galectintherapeutics.com.È possibile richiedere una copia della ricerca indipendente via email inviando la richiestaa: squeglia@galectintherapeutics.comScelte Difficili, Grandi OpportunitàCome ho scritto in precedenza, ho avuto il privilegio di incontrare finalmente Kate Welling,che scrive la famosa (nel mondo finanziario) Welling@Weeden lettera, nella qualeinserisce interviste e commenti da parte di molti luminari del mondo finanziario. Vi devoconfessare, che il poter passare del tempo con lei era una delle cose che si trovava nellamia lista delle cose che "volevo" da un lungo periodo di tempo, e infine abbiamo avutofinalmente questo incontro questa estate nel Maine, grazie a David Kotok. Le sueinterviste sono semplicemente le migliori, ma è difficile averne accesso per la maggiorparte degli investitori privati, in quanto sono indirizzate solo verso i clienti istituzionali.Penso di averla convinta ad uscire dal suo guscio e offrire queste grandi interviste ancheal mondo retail. Sta lavorando su alcuni dettagli, come il prezzo, ecc, ma nel frattempo sipuò andare su www.welling.weedenco.com e cliccare su "Come Abbonarsi" (comeindividui) e mettere il proprio indirizzo email, e lei vi invierà delle informazioni in merito.Verificate. Lunedì prossimo vedrete unaltra intervista che lei ha fatto con il mio amico PaulMcCulley (ex di Pimco), in cui parla degli stessi problemi che ha affrontato con me, madove lui offrirà una serie di soluzioni radicalmente diverse. Noi pensiamo entrambi chelaltro stia sbagliando, ma condividiamo comunque qualsiasi altra soluzione. Ora ecco lamia intervista.listeningin, tooThe EndgameJohn Mauldin vede delle grandi opportunità, ma primabisogna fare delle Scelte difficili
  • 4. John Mauldin, autore di best seller e onnipresente presenza nel web, non ha bisogno dipresentazioni, così vado direttamente al dunque. Il presidente di Millenium WaveInvestment molto generosamente ha speso un po del suo tempo dopo la prima colazionecon me, su un ponte sulla riva di un lago del Maine, subito dopo che S&P ha declassato gliStati Uniti, e questo è il modo nel quale si è svolta la conversazione. Seguitela.KMWAllora qual è il prossimo passo nellend game, ora che abbiamo visto il downgradedegli Stati Uniti da parte di S&P?Avremo una serie di passaggi - e sembra che stiano avvenendo in modo surreale. Vogliodire, ieri sera eravamo qui in una riunione con alcune delle migliori menti economiche delmondo, quando la prima parola sul downgrade ha iniziato a circolare. Quando mi è statodetto che Jim Bianco e John Silvia erano in attesa, e che Bloomberg avrebbe avutobisogno di un commento sul fatto che S&P aveva emesso il downgrade, la mia reazioneiniziale è stata quella di ridere e dire: "Ragazzi, se volete mettermi in ridicolo di fronte adun milione di persone datemi una bugia un po più credibile." Eppure, da un altro punto divista, spero che il declassamento del governo degli Stati Uniti, agisca come un campanellodallarme per il nostro Congresso e porti il Presidente a riconoscere che noi dobbiamodavvero fare qualcosa. Questo è lintero processo dellend game.Questo, si dà il caso è quello che è appena successo, ed è il titolo del suo ultimobestseller, "Endgame: The End of The Debt Supercycle and How It ChangesEverything", che lei ha scritto con Jonathan Tepper.Bene, potremmo avere un segnale più chiaro che questa è la fine del super ciclo deldebito? Quello che abbiamo fatto è stato quello di usare la leva per 70 anni al fine difinanziare la nostra crescita. Allinizio di questo superciclo, ci sono stati dati $5 dollari dicrescita per ogni dollaro di leva finanziaria. Ma verso la fine, ci stavano dando 50centesimi per ogni dollaro di leva - quindi non rappresentava più una buona
  • 5. scommessa. Mentre questo è difficile da dire per un autore, il libro più importante degliultimi dieci anni non è stato, infatti, il mio, ma è stato il libro di Ken Rogoff e CarmineReinhart: "This Time Is Different", che ci ha fornito un meraviglioso quadro per analizzarela crisi, riportando una serie di dati storici di una crisi finanziaria dopo laltra. Ciò cheabbiamo imparato (o, in realtà quello che non abbiamo imparato) è che questa volta non èstato diverso. Cè un modello, e gli Stati Uniti non sono diversi dalla Grecia e lIrlanda odallItalia o dal Giappone o da qualsiasi altro paese nella storia. Lalto indebitamento digoverni, banche o aziende può continuare a camminare allegramente sul filo del rasoioper un lungo periodo di tempo, fino a quando non fanno bang! - la fiducia crolla, i creditoriscompaiono, e la crisi colpisce. Cè un limite a quanto il mercato obbligazionario è dispostoa farci indebitare. Mentre ci avviciniamo a quel limite - e non ci siamo ancora arrivati,abbiamo tempo, grazie a Dio - nel poter fare delle scelte su come vogliamo affrontare ilproblema. Ma il problema è il troppo debito e un deficit troppo alto. E dobbiamo avere lacapacità di gestirlo. Le nostre scelte sono solo sul come.Che cosa significa?Quando sono di fronte ad una platea e parlo di questo, io paragono spesso il problema aduna bottiglia di vino. Mi piace prendere una bottiglia di vino e metterla davanti a loro,dicendo: "Stiamo per subire un dolore molto forte e non cè nulla che possiamo fare alriguardo. Ma possiamo scegliere di subirlo tutto in una volta, è questa è probabilmente unadepressione - o se invece siamo in grado di girare la bottiglia su un lato e prendere solopoco allinizio, e poi nel tempo mentre cresciamo, possiamo assumerne di più. Ora, cheabbiamo imparato che in Economia cè il rapporto 1 a 1, se riduciamo la spesa pubblica,questa ridurrà il PIL. Ma la letteratura economica ci dice che, in media, questa riduce il PILsolo per circa 4 trimestri, così questo non è un effetto a lungo termine. Il problema nasceperché dobbiamo ridurre il deficit di circa l1% del PIL allanno nel primo anno e poi fare lastessa cosa lanno prossimo e poi ancora il prossimo anno. E questo lo dovremo fare per iprossimi 5 o 6 anni. Ora, ciò non significa che non possiamo avere, nel frattempo, ancheuna crescita fenomenale che ci possa aiutare a portare in alto il PIL mentre noi riduciamo ildeficit. Ma dobbiamo anche essere capaci di gestire, nel processo di deleveraging, un paiodi recessioni, perché questo è quello che è successo. Questo è quello che ha detto ilrecente studio di McKinsey Global Institute e di cui ho parlato nel mio libro in modo moltochiaro: Questo non è un ciclo normale, o una recessione in un normale ciclo di business; èstato generato dal troppo indebitamento, e ora dobbiamo risistemare i nostri bilanciattraverso la riduzione della leva finanziaria, e nello stesso tempo i beni che abbiamocomprato durante il boom ora stanno diminuendo di valore. Cosa cè di più da dire, inmodo empirico, a un lungo periodo di deleveraging quasi sempre segue una grave crisifinanziaria. Questi periodi di riduzione della leva finanziaria, sono molto chiari, ecomprendono sia recessioni che periodi di crescita, e stiamo parlando di un periodo chedura dai cinque ai sette anni.In altre parole, non cè una rapida uscita per chi cerca una soluzione immediata?Niente da fare. Ero con il Senatore Rob Portman (R, Ohio), che era il capo del OMB[Ufficio di Gestione e del Budget] dal 2006-2007, sotto la Presidenza di George W. Bush,proprio la settimana scorsa. Ero con 10 senatori, e questo è un dato di fatto, su invito delSenatore Portman, in pratica ho fatto una breve presentazione su questo processo. Tralaltro, erano tri-partisan. Sono stati presenti dei Democratici ed anche il SenatoreJoseph Lieberman, così eravamo completamente indipendenti! Queste persone eranoveramente molto impegnate. Ma appena ho incominciato a spiegare a loro che abbiamo
  • 6. una prospettiva di 57 anni dominati da problemi di crescita lenta, alto livello didisoccupazione, e che non cè nulla che possano fare; non cè polvere di fata che possonospruzzare su questi problemi, era evidente che non era quello che volevano sentirsidire. Sentendo che, in effetti, quando ci si avvia affrontare il problema in modo credibile, sista per creare la situazione che i vostri elettori non vogliono, e quindi questo non è unqualcosa che riscalda i cuori dei politici.O quello che passa nei dintorni dei cuori. Mi sarebbe piaciuto essere una moscabianca.Mentre si sta seduti e si parla con loro, loro ti dicono, "Questo non è divertente," Molti diloro avevano già letto il libro. Sapevano. Ecco perché hanno portato con sé i colleghi. Ècosì che ho avuto 9 o 10 senatori in una stanza per 90 minuti. Quelli che si sapeva cheavevano lavorato al piano. Quando mi avevano chiesto di venire, ho pensato che cè nesarebbero stati forse 3 o 4 in occasione della riunione. Ma si fa quello che si può. Era ungruppo che voleva riflettere. Cera gente in quella stanza che stava per essere nominatadal governo la "Gang dei 12", in quanto doveva essere incaricata di trovare i tagli dibilancio previsti nellambito del tetto sul debito.Ha notato come la terminologia cinese si è inserita nel discorso politico?Davvero? Ma il mio punto di vista è che ci stiamo barcamenando da una crisi allaltra, lamia profonda preoccupazione è che la crescita nella seconda metà dellanno sarà moltobassa, un 1% se saremo fortunati.Vuole dire che ci stiamo muovendo ad una velocità di stallo - o forse peggio.Già ci siamo e il problema è che lEuropa - in un periodo che potrà andare dai prossimi seimesi ad un anno, o forse prima, sta per avere una vera e propria crisi. E per noi pensareche non sarà possibile andare a visitare le nostre coste sembra assurdo dal nostro puntodi vista - dopo tutto, i nostri problemi dei mutui subprime, che hanno avuto origine a Vallejoe Riverside e nel Nevada e in Arizona e Florida, hanno portato lintero mondo delle banchee del credito verso il basso. E tutto davvero interconnesso. Io uso lanalogia di un mucchiodi sabbia nel mio libro. Cè stato un meraviglioso esperimento con i computer a metà deglianni 80, che è stato effettuato per studiare in modo simulato la stabilità di un mucchio disabbia. Loro hanno simulato di lasciare cadere dei granelli di "sabbia" in modo elettronicosu un mucchio di sabbia, più e più volte, fino a quando la pila è diventata instabile,mostrando un segnale rosso sullo schermo del computer. Così nel corso del tempo, sipotrebbero ottenere queste ampie aree di instabilità che verrebbero costruite attraverso ilsistema. A volte questo avrebbe prodotto dei piccoli cambiamenti, invece a volte la pila siaccumulerebbe e così si avrebbe una realtà ancora più grande. Bene, ora abbiamo tantearee di instabilità tra le nostre banche e tra le nostre istituzioni finanziarie di tutto il mondoche questa interconnessione sta andando a creare, credo, unaltra crisi qui negli StatiUniti. Mi aspetto che ci spingano in una recessione e che la disoccupazione possa salireancora più in alto. E mi aspetto che tutto questo accada proprio nel bel mezzo dellannoelettorale - anche se, storicamente, ci si aspetta che il 2012 possa essere un anno positivoper leconomia, perché è quello che i presidenti vogliono.E certo, se vogliono essere rieletti. Quindi, abbiamo il ciclo presidenziale.Il mio punto è che lendgame cancella tutti i cicli precedenti, cambia tutti i dati. Il che mi
  • 7. riporta al mio incontro con il Senatore Portman. Gli ho detto: "I tuoi ragazzi della OMBstanno facendo delle proiezioni, cioè che gli Stati Uniti stanno per avere una crescita del3,5% e che la disoccupazione scenderà al 7% - utilizzando come base le previsione delpassato. Eppure ad ogni email che invio, in ogni lettera che scrivo, tutto quello chepubblico ha un disclaimer in fondo, che dice che "i rendimenti passati non sono indicatividei risultati futuri", perché così è.E vero, nessuno legge quei disclaimers - e un sacco di persone investono in quantocredono nel potere predittivo dei risultati già ottenuti.Eppure, la cosa più importante che dobbiamo capire è che siamo nellendgame - ecomprendere che non è possibile utilizzare i modelli del passato nellendgame. Abbiamoun sacco di fisici che sono impiegati nel mondo economico in questo periodo. Vogliamoessere in grado di modellare le cose - e talvolta i modelli funzionano anche - ma questonon significa necessariamente che abbiamo costruito dei modelli perfetti.E sorprendente come molti fisici intorno a Wall Street sembrano aver dimenticatotutto ciò che una volta hanno imparato, ossia che la strada dei sistemi complessipuò diventare troppo complessa - anzi critica - per poi crollare in modo catastrofico.Cè il potenziale per unaltra crisi del sistema bancario, almeno equivalente a quella cheabbiamo appena passato. Perché l80% delle banche europee stanno per diventareinsolventi; hanno tutte molta più leva rispetto alle nostre banche. Esse non erano tenute amettere ulteriore capitale rispetto alla quantità di debito sovrano che detenevano, perchétutti sapevano che i debiti sovrani sono sovrani e quindi non possono fare default. Beh, sisbagliavano. Quindi ora siamo in questa folle situazione in cui le nostre banche hannoprestato loro denaro e le loro banche hanno prestato soldi alle nostre, e gli abbiamovenduto ogni tipo di credit default swap - e la Dodd-Frank non ha risolto le questioni di
  • 8. base. Abbiamo le banche che sono ancora troppo grandi per farle fallire, non abbiamo maipiù messo i credit default swap su un mercato aperto - perché, Dio solo lo sa, che questoavrebbe di fatto diminuito i profitti delle banche -A mio parere ci sono delle innovazioni che, nella maggior parte dei casi, dovrebberoessere vietate.Certo, sono daccordo. In realtà sono della scuola che dice che non abbiamo troppiderivati - ma che non ne abbiamo abbastanza. I derivati sono una buona cosa, ma hannobisogno di essere trattati in un mercato di libero scambio. Un contratto future è un derivato- ma viene scambiato in un libero mercato e quindi è così possibile sapere se la vostracontroparte è sempre in grado di mantenere i propri impegni.Questo è anche legato ai fisici, che con le loro tre o quattro lauree facilitano lacreazione della speculazione finanziaria.Io credo che si possano avere dei mercati dove si può fare pura speculazione. Ma quelloche voglio sapere è chi è la controparte. Se la controparte è AIG, allora non è piùspeculazione. Hai messo le finanze pubbliche a rischio ed è assolutamente assurdo darea Goldman Sachs 10 miliardi di dollari di denaro pubblico, perché loro volevano comprareprotezione da AIG. Se si acquista la protezione da parte di una struttura privata, èfondamentale sapere chi è la parte privata e tocca a voi verificare se hanno rispettato gliimpegni. Non spetta al pubblico entrare e dire: "Oh, Goldman Sachs, sei un poveroragazzo, non sapevi quello che stavi facendo", e tirarvi fuori dal problema.Ma AIG aveva una "tripla A" nel merito di credito.Non ci sono scusanti. Il risultato è che come società, siamo in una situazione di doveressere costretti ad abbracciare lausterità; anche se è una parola che non sidesidererebbe utilizzare. Ma siamo costretti a ridurre gradualmente la leva finanziaria e ildeficit portando cambiamenti nelle sottostanti placche tettoniche delleconomia. Leaziende sono costrette a spostarsi e gli individui sono costretti a spostarsi. Stavo parlandocon una delle nostre guide di pesca nel Maine ieri sera, mi stava chiedendo che cosasignifica tutto questo per me? Mi disse: "Sono un piccolo imprenditore. Ho pensato che sesopravviverò a questa ultima recessione, potrei essere a posto. Ma sono rimasto lì sedutoa dirgli che" Probabilmente dovrà aspettare altri cinque anni. "Poi mi disse:" Io non vogliolavorare per altri 5 anni." Lo guardai e gli dissi: "Probabilmente dovrai farlo. Questa è solola realtà, non solo negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo. La mia linea guida in "Endgame"è: "Il Giappone è un moscone alla ricerca di un parabrezza." Il Giappone si schianteràcontro il muro entro i prossimi anni e, a diversamente dalla Grecia, il Giappone fa ladifferenza.E ancora la terza economia più grande del mondoQuindi, tornando al mio incontro con i senatori, ho detto: "Ragazzi, il vero problema è chenon state tenendo sotto controllo i deficit. Potete immaginare una planata, proprio comequando si prendere un aereo, una planata che dolcemente vi porta a terra. Poteteimmaginarlo. Il vostro vero grande problema sarà che ogni economia nel mondo cercheràdi svalutare la propria moneta.
  • 9. Vede una svalutazione competitiva?Leuro, se esisterà tra due anni, sarà molto più a buon mercato. Ho detto nel 2002, quandoleuro era a 88 centesimi, che sarebbe andando a un dollaro e cinquanta e avrebbepercorso tutta la strada a ritroso in 12-15 anni. Lo potrete vedere prossimamente. Lasterlina sta arrivando alla parità. Lo yen, quando inizieranno a stampare - e lo faranno -andrà a 125, 150, 175, 200, 250. Qual è il fine? Io non lo so, ma costerà meno una Lexusdi una Kia. E la Corea del Sud non è contenta, e proprio come gli svizzeri, si lamentaduramente. [E la BNS ha appena varato un salvataggio, stabilendo un piano per teneresotto controllo la sua moneta.] I cinesi stanno guardando ai loro maggiori clienti, che inrealtà sono in Europa - non negli Stati Uniti - con una moneta che è affondata come unapietra, mentre gli Stati Uniti conquistano terreno e si lamentando che la valuta cinese habisogno di salire un altro 25% -30%. Nel frattempo, la BCE è in crisi, chissà cosa potrebbesuccedere con un QE3, i prezzi delle materie prime saranno di nuovo sotto pressione,eppure sembra che ci siano le condizioni per esercitare una pressione al rialzo sui prezzidegli alimenti.Quindi parte della tua desolazione deriva dal fatto che il QE3 sia inevitabile?Oh, sì. Un vecchio detto dice: che se lunico strumento che hai è un martello, prima o poitutto il mondo apparirà come un chiodo.Abbastanza vero. Ma non è anche questo uno strumento impotente?Il punto è che lunico strumento a sua disposizione della Fed è la liquidità. Quando tutto ilmondo guarda allilliquido, non vogliono essere seduti in una stanza dicendo: "Non cènulla che possiamo fare." Poiché tutti staranno dicendo: "Fate qualcosa." Beh, lunica cosache possono fare magari è qualcosa come, far sembrare prossimo, il QE come nel 1948con lOperazione Twist, dove volutamente guidarono i rendimenti a 10 anni al 1,5% - 2%.Quindi, ancora una volta, quando saremo seduti nel Maine tra un anno come in questomomento, potremo dire ancora, "Dio mio, cosa hanno fatto? E come vivere in un quadrodi Dalì. E sembra che sia proprio così, perché non è differente questa volta e non ci restaaltro che passare attraverso a quella bottiglia di vino piena di dolore.Siamo bloccati?Se non lo gestiremo - in maniera proattiva, non potremo dire che stiamo tenendo il nostrodeficit sotto controllo. Mettiamola così: La mia convinzione personale è che se lo facciamoin modo proattivo, mettendo le questioni a lungo termine del bilancio sotto controllo, ilmercato obbligazionario dirà: "Okay, sei credibile e noi compriamo i vostri titoli, perché tisei messo su un percorso credibile; che sia attraverso i tagli, che sia attraversoinasprimenti fiscali, comunque lo si voglia fare, ma dobbiamo farlo. Ma voi ci avetemostrato un modo credibile per arrivare al luogo dove il tasso di crescita del deficit èinferiore al tasso di crescita del PIL nominale."Ma se non facciamo tutto questo, la mia bottiglia piena di dolore diventa un jéreboam e sifinirà per berla tutta in una volta.Tutto questo sembra brutto.Lo è. Sarà a forza di tagli nel bilancio, a forza di aumento delle tasse di una grandezza tale
  • 10. che nessuno è pronto a contemplare. Stiamo parlando di tagli al Medicare, tagli allaformazione, alla difesa, alla spesa di tutti i tipi. Che creerebbe una depressione, unadepressione vera che durerà 4-5 anni, spingendo la disoccupazione al 20% al 25%. LaFed, veramente avrebbe dovuto iniziare a monetizzare il debito; non ci sarà altra scelta.Questo è un mondo in cui gli asset economici verranno trasformati. Questo è quello cheho scritto nel mio libro. E torno a dirvi: "Ragazzi, dobbiamo prendere le decisioni difficiliora." Sono un esperto di scelte sbagliate. Ho 7 figli, come sapete. Avete incontrato uno diloro, Trey, la notte scorsa. E lultimo dei miei ragazzi. Ho guardato crescere adolescentedopo adolescente, e questo processo ti insegna qualcosa su di loro: gli adolescenti fannosempre la scelta facile. Fanno la scelta difficile allultimo minuto. Bene, abbiamo fatto lescelte facili per molto tempo, e ora dobbiamo affrontare quelle difficili che sono di fronte anoi. Per i Greci, la loro scelta è tra il disastroso e ancor il più disastroso. Lasciare la zonaeuro e utilizzare tutti gli avvocati in Europa per i prossimi 10 anni cercando di capire cosafare? Rimani dentro leuro e semplicemente ripudi il debito? Come si fa a dire alle personeche sono in pensione a 50 anni, che devono tornare a lavorare? Queste sono tutte sceltemolto, molto dolorose che si stanno profilando davanti a noi. Ma bisogna fare questescelte difficili. LIrlanda sta per dire alla Banca centrale europea, "Tu sai che gli 80 miliardidi euro che ci ha prestato per coprire le nostre banche, dobbiamo necessariamentespostarli dal lato del prestito al lato del capitale. Ecco la chiave della vostra banca. Aproposito, che cosa avete intenzione di fare con la vostra banca, siamo solo curiosi."Bhe, in Irlanda sono state le banche ad essere spregiudicate. Non i contribuentiirlandesi.Proprio così. Ed è quello che ha fatto lIslanda, e leconomia islandese è scesa perqualcosa come 9 mesi o un anno e ora stanno recuperando. Questo è quello chedovrebbe essere fatto. Assorbite il colpo, e andate avanti. Cè qualcosa da dire sullapulizia che credo gli austriaci vogliono farci fare. Non è la scelta che avrei fatto.Sulla scala che deve essere fatta, non è una opzione credibile per questo paese. Noncredo che siamo lì, ci sarà solo da fare una cosa di questo genere se saremo costretti afarla. Ma saremo costretti solo al punto in cui il mercato obbligazionario dirà: "No, nonabbiamo intenzione di finanziarvi, mai più." Proprio come il mercato obbligazionario stadicendo alla Grecia, al Portogallo o allIrlanda; e si sta osservando i tassi italiani, credendoche possano salire ogni settimana. In un certo senso quello che S&P ha fatto ieri sera èstato un vero e proprio giro di vite in Europa.In che modo?Perché ora che può, S&P non declassa la BCE che è in possesso di centinaia di miliardi dieuro di debiti spazzatura - debito che se fosse valutato ai prezzi di mercato creerebbedelle perdite di almeno dieci volte il valore del capitale che hanno. La BCE ora deveintervenire in Italia e dire: "Tu vali il 20% di questa operazione, vogliamo farti mettere finoa 20 miliardi di euro per ricapitalizzare la BCE in modo tale da poter poi dare i prestiti al3.5%, e così dovranno fare anche Irlanda, Portogallo e Grecia?"Forse. Ma perché nessuno fa caso oltre a me, a questo punto, a S&P - si trattaanche di una richiesta ufficiale! Hanno la credibilità pari a zero.Lunica agenzia di rating credibile là fuori è Egan-Jones, e avevano già valutato il debito
  • 11. degli Stati Uniti una doppia A, un po di tempo fa.Questo è vero, ma solo gli smart money prestano attenzione al lavoro di Sean.E un peccato. Quando Sean Egan è stato in tv laltro giorno sottolineando che pensava adun taglio sul debito greco pari al 90%, ti possono solo cadere le mascelle. Altre persone sene stavano andando, "Non può essere così male." Ma io ero seduto e continuavo: "Sì può,certamente che si può." La Grecia è stata in default 160 degli ultimi 200 anni, perchésiamo così scioccati? Hanno fatto dellinadempienza una forma darte. Ho visitato laToscana per due anni di fila. La trovo un posto meraviglioso per la vacanza - lavoro, e miaspetto che un giorno userò le lire invece delleuro quando sarò li in visita. Ho sempredetto che leuro non era una moneta, era un esperimento. E stiamo ora vedendo comequesto esperimento funziona. Solo i tedeschi lo cavalcano? E possibile un lavoro dellacoalizione? Nessuno lo sa. Una delle cose che abbiamo avuto per lungo tempo è il lussodi guardare oltre lo stagno e chiedersi: "Cosa hai intenzione di fare?" Ma ora gli animalipossano girarsi, guardare indietro e dire: "Cosa avete intenzione di fare ragazzi? "E stataincredibilmente assurda questa mattina, però, la Francia che stava esprimendo solidarietàagli Stati Uniti, dicendo:" Crediamo nel credito degli Stati Uniti".Bene. Devono sperare contro ogni speranza ad un gruppo di salvataggiointernazionale, come fu fatto nel 2008. Qualcuno sa, se S&P ha guardato le banchefrancesi. La situazione di disavanzo di quel paese non è esattamente jolie. Tutti iprincipali paesi dEuropa, Germania compresa, sono stati i maggiori beneficiaridella debolezza delleuro, che è stato tirato giù dalla sua periferia. E le loro banchesono immerse nel debito sovrano della periferia.Fino alle loro "branchie", vuoi dire. E un casino, e abbiamo anni di lotta ancora davanti anoi. Ma so che dobbiamo passare attraverso tutto questo, in un modo o nellaltro. Lunicacosa certa di questo processo è che possiamo imparare dalla storia e che arriveremo allafine del endgame. Abbiamo questo meraviglioso meccanismo di compensazione delcapitalismo. Quando i mercati si sono ripuliti, anche i prezzi degli asset si sono ripuliti.Abbiamo premuto il pulsante di reset. Quelli di noi di una certa età ricordano "la schermatablu della morte". Bastava scollegare il computer dalla presa, attendere per quindici secondie ricollegarlo, e avviare il backup, e sperare che non si fossero persi troppi dati. Se tu eriintelligente, salvavi i dati perché non sapevi quando sarebbe accaduto. Beh, stiamocolpendo il pulsante di reset ora, questo è il processo in cui ci troviamo, in tutto il mondosviluppato. Poi ci torneremo.Ma comporta sempre una perdita.Giusto cera sempre una perdita, e ci sono sempre delle perdite finanziarie.Non abbiamo sofferto abbastanza?No, purtroppo. Si richiedono in genere circa 3 recessioni per finire veramente un ciclosecolare orso nelle azioni, e ci stiamo preparando ad avere la terza. Vedremo le mediescendere ulteriormente. La buona notizia è che i cicli orso secolari durano mediamentecirca 17 anni, e questo è iniziato nel 2000, quindi non manca molto e ci stiamo preparandoal prossimo lungo ciclo di mercato rialzista. Considerate ciò che il Giappone haattraversato. Nel 1978 e per i 10 anni successivi, i giapponesi superavano la nostraconoscenza comprando ogni proprietà negli Stati Uniti su cui potevano mettere le mani.
  • 12. Nel 1978, la disoccupazione negli Stati Uniti era così elevato come oggi, linflazionecorreva al 17-18%, e nessuno voleva sentir parlare delle azioni come investimento.Posso garantirtelo.Ma quella fu una delle migliori economie e il miglior mercato rialzista che abbiamo maiavuto.Vedi la luce alla fine del tunnel? PIL e lavoro in crescita?Oh, certo. La risposta alla domanda: "Da dove proverranno i posti di lavoro" è che non loso - ma arriveranno. Questo è quello che il libero mercato fa; questo è quello che fanno gliimprenditori americani. Creare posti di lavoro. Il compito di ogni politico, la prima cosa chedovrebbe fare quando si alzano al mattino, è: "Cosa posso fare per rendere più facile agliimprenditori la creazione di nuovi posti di lavoro nella mia città, stato, nazione? Perché èsolo così che usciremo da questo endgame. Riorganizzando le aziende, le nuove imprese,con le industrie che tornano indietro e che creano nuove industrie. Creeremo insiemenuovi modi di produrre, ci sarà un futuro meraviglioso. Questo è il libro a cui sto lavorandoin questo momento, “What The World Will Look Like in 2032.” Ho bisogno di finire discrivere prima di arrivarci! Ma sarà un futuro meraviglioso. Dobbiamo solo affrontare unurto finanziario e lo faremo, così come ci ha portato attraverso la Depressione, la SecondaGuerra Mondiale, la Guerra Fredda, e Jimmy Carter. La risposta imprenditoriale del liberomercato è integrato nel nostro DNA. E si sono aggiunti 3 miliardi di persone al gruppo, ilcui DNA imprenditoriale si è scatenato, così i cambiamenti stanno per essere ancora piùgrandi e veloci. La realtà è che i governi possono fare molto, molto poco per esserecostruttivi, la maggior parte di ciò che fanno è distruttivo. Sono molto bravi in questo. Qui,devono fare quanto possibile per uscire da questa situazione.Mi piacerebbe iniziare dalle piccole cose, come cancellare il codice fiscale ericominciare da capo, e ottenere soldi privati totalmente al di fuori dalla politica. Maio sono una sognatrice.Bene, vorrei iniziare cambiando le regole agli investitori accreditati. Vorrei iniziare dicendoche se sei un piccolo imprenditore e hai bisogno di raccogliere dei fondi, è necessarioessere in grado di pubblicizzare il fatto che sei un imprenditore e stai per raccogliere fondiper un lavoro specifico su un sito web. Dobbiamo permettere alle persone di utilizzare ilproprio giudizio per fare o perdere i soldi nel vostro business. Capisco che il governo vuoleproteggere le persone, ma lintero processo di protezione che abbiamo messo a puntofinisce per ridurre il flusso di informazioni e il flusso di capitali. Lo facciamo perchévogliamo assicurarci che il piccolo ragazzo non perda i soldi, ma dobbiamo permettere allepersone di prendersi i loro rischi. Il rischio è positivo.Il lieto fine non è garantito, ma non è decisamente positivo quando un ragazzo haun falso senso di sicurezza, pensa di essere protetto, da persone o organizzazioniche in nessuna maniera possono realmente proteggerlo.Questo è ciò che accade oggi, nel settore dei valori mobiliari. Abbiamo tutte queste normee regolamenti che seguiamo - ma ci sono frodi a destra e a sinistra. Eppure, io credo nellospirito americano. Le nuove tecnologie, biotecnologie, le nanotecnologie. Credoveramente che troveremo nuove fonti energetiche. Sto dando a mio figlio più giovane unauto per questo autunno, voglio comprare una macchina nuova e probabilmente sarà
  • 13. lultima auto a motore a combustione che comprerò. La prossima auto tra sette, otto, 10anni sarà un auto completamente elettrica. Questa è una riconversione di massa che staandando a creare un certo numero di posti di lavoro. Penso che dovremmo alzare ilprezzo della benzina di 2,5 centesimi al mese, ogni mese, fino a quando le nostreimportazioni di petrolio si stabilizzeranno. Boone Pickens ha ragione. Dobbiamo cambiarela nostra flotta di camion a gas naturale. Come spiego nel mio libro, non tutti possonoridurre la leva finanziaria e gestire un deficit commerciale allo stesso tempo, in questaeconomia globale. Quindi dobbiamo ridurre il nostro deficit commerciale in modo daessere in grado di portare il nostro deficit pubblico verso il basso. Abbiamo anche bisognodi, diciamo, un aumento delle tasse del 2,5% e di investire in infrastrutture, in modo cherimangano a livello locale. Ciò significa che le comunità locali possono quindi emettereobbligazioni, e iniziare a costruire oggi e creare posti di lavoro. Così sapranno che avremoi soldi che possono aiutarci a ricostruire sistemi idrici, ponti e strade, reti elettriche, e tuttele cose che dobbiamo fare per modernizzare le nostre società. Per quanto so cheutilizzare le parole "tassa" e "aumento" nella stessa frase è un anatema in questi giorni,ma so anche che è necessario. Prendiamo un aumento delle tasse e usiamolo percomprare o costruire qualcosa che aiuterà la prossima generazioneSono convinta di tutto questo. Stiamo ancora vivendo con gli investimentiinfrastrutturali che i nostri nonni hanno fatto durante la Grande Depressione e dopola seconda guerra mondiale. Potremmo ristrutturare i loro e aggiungerne di nuovi.Il mio hobby è il biotech. Io credo che prima della fine di questo decennio vedremoannunci su alcune aziende che curano i vari tipi di cancro, e lAlzheimer non sarà più unqualcosa di cui ci dovremo preoccupare. Mi aspetto una cura per le malattie del fegato,una cura per la cirrosi epatica che sarà annunciata nei prossimi 12-18 mesi.Dalle tue labbra direttamente alle orecchie di Dio, come un vecchio amico diceva.Grazie, John.Irlanda, Ginevra, New York, South Africa e AtlantaScrivo da un hotel a Dublino stasera, prima di andare a cena. Cè stata una tromba dariaquattro giorni fa, e io devo incontrare una pletora di persone, da funzionari di governo, apolitici di ogni colore e sfumatura, economisti, gestori di fondi, lavoratori e lavoratrici,imprenditori, ecc. Dai Comunisti (sì, ci sono ancora alcuni irriducibili qui!) ai liberali. Nonvoglio dire nulla fino alla prossima lettera, ma se faccio un passo indietro, vedo alcuni temimolto comuni in tutte le conversazioni. E molto affascinante. Vado a Galway domani peraltri incontri e poi Domenica torno a Dublino. Questo non sarà il mio ultimo viaggio inIrlanda.Lunedì parto per Ginevra per due notti e poi a casa per una settimana; poi via a Houstonper la conferenza Advisors StreetTalk, New York per il Summit Singularity per il finesettimana (www.singularitysummit.com.) Incontri per Lunedì e Martedì a New York, poi siparte per Città del Capo in Sud Africa per due giorni, una notte a parlare al MomentumWealth Investment Summit Conference.Infine, una breve nota per farvi sapere che sarò ad Atlanta, per parlare al gala della HedgeFund Care per raccogliere fondi necessari alle opere di beneficenza per i bambini,Mercoledì 9 novembre. Per ulteriori informazioni, visitate
  • 14. www.hedgefundscare.org/event.asp?eventID=74. Mi vedrete lì!E ora di premere il pulsante di invio, poiché ci sono persone in attesa al piano di sotto peruna cena. Amo lIrlanda. Mi sento a casa qui. Devo venirci di più. Infatti, ieri sera ho dettoche vorrei tornare tra circa un mese per il Kilkenomics Fest, un festival di economia (chi losapeva?) A Kilkenny, 02-06 novembre. Lanno scorso è stato il primo, e hanno avuto unaincredibile folla. Sembra che tutti siano interessati alleconomia ora. (Ho parlato con unnoto professore di economia qui a Dublino alla Trinity University. La sua classe ha 100posti e ve ne erano altrettanti in piedi, come una rock star? Ma allora forse io posso essereNiall Ferguson.) Tra un volo o due? O quattro? E tempo per divertirsi.Abbiate una meravigliosa settimana. Io lavrò. Giovedì compio 62 anni. Vediamo se riescoa superarli. Sto lavorando molto.Il tuo analista veramente frustrato per quello che ha scritto,John Mauldin John@FrontLineThoughts.comCopyright 2011 John Mauldin. All Rights ReservedCopyright 2011 Horo Capital. Tutti i Diritti RiservatiDisclaimer: La presente pubblicazione è distribuita da Horo Capital srl. Pur ponendo lamassima cura nella traduzione della presente pubblicazione e considerando affidabili isuoi contenuti, Horo Capital srl non si assume tuttavia alcuna responsabilità in meritoall’esattezza, completezza e attualità dei dati e delle informazioni nella stessa contenutiovvero presenti sulle pubblicazioni utilizzate ai fini della sua predisposizione. Diconseguenza Horo Capital srl declina ogni responsabilità per errori od omissioni. HoroCapital srl si riserva il diritto, senza assumersene lobbligo, di migliorare, modificare ocorreggere eventuali errori ed omissioni in qualsiasi momento e senza obbligo di avviso.La presente pubblicazione viene fornita per meri fini di informazione ed illustrazione, noncostituendo in nessun caso offerta al pubblico di prodotti finanziari ovvero promozione diservizi e/o attività di investimento né nei confronti di persone residenti in Italia né dipersone residenti in altre giurisdizioni, a maggior ragione quando tale offerta e/opromozione non sia autorizzata in tali giurisdizioni. Le informazioni fornite noncostituiscono unofferta o una raccomandazione per effettuare o liquidare un investimentoo porre in essere qualsiasi altra transazione. Esse non possono essere considerate comefondamento di una decisione dinvestimento o di altro tipo. Qualsiasi decisionedinvestimento deve essere basata su una consulenza pertinente, specifica eprofessionale. Tutte le informazioni pubblicate non devono essere considerate unasollecitazione al pubblico risparmio o la promozione di alcuna forma dinvestimento néraccomandazioni personalizzate ai sensi del Testo Unico della Finanza trattandosiunicamente di informazione standardizzata rivolta al pubblico indistinto. Né Horo Capitalsrl né John Mauldin potranno essere ritenuti responsabili, in tutto o in parte, per i danni(inclusi, a titolo meramente esemplificativo, il danno per perdita o mancato guadagno,interruzione dell’attività, perdita di informazioni o altre perdite economiche di qualunquenatura) derivanti dall’uso, in qualsiasi forma e per qualsiasi finalità, dei dati e delleinformazioni presenti nella presente pubblicazione. Ogni decisione di investimento edisinvestimento è pertanto di esclusiva competenza del Cliente che può decidere di darvi o
  • 15. meno esecuzione con qualsivoglia intermediario autorizzato; qualsiasi eventuale decisioneoperativa presa dal Cliente in base alle informazioni pubblicate è, infatti, da considerarsiassunta in piena autonomia decisionale e a proprio esclusivo rischio. Il Contenutopresente nella pubblicazione può essere riprodotto unicamente nella sua interezza edesclusivamente citando il nome di Horo Capital srl e di John Mauldin, restandone in ognicaso vietato ogni utilizzo commerciale. Si intende per Contenuto tutte le analisi, grafici,immagini, articoli i quali sono tutti protetti da copyright. Horo Capital srl ha la facoltà diagire in base a/ovvero di servirsi di qualsiasi elemento sopra esposto e/o di qualsiasiinformazione a cui tale materiale si ispira ovvero è tratto anche prima che lo stesso vengapubblicato e messo a disposizione della sua clientela. Horo Capital srl puòoccasionalmente, a proprio insindacabile giudizio, assumere posizioni lunghe o corte conriferimento ai prodotti finanziari eventualmente menzionati nella presente pubblicazione. Innessun caso e per nessuna ragione Horo Capital srl, sarà tenuta, ad agireconformemente, in tutto o in parte, alle opinioni riportate nella presente pubblicazione.Ogni violazione del copyright in qualsiasi modo si esprima ai danni di Horo Capital srl eJohn Mauldin, sarà perseguita legalmente.Per iscriversi alla newsletter GRATUITA settimanale SCENARI FINANZIARI cliccare qui:www.scenarifinanziari.it/Registrazione.aspxPer modificare il proprio indirizzo email di invio della newsletter, effettuare il login suwww.scenarifinanziari.it e andare sulla pagina di registrazione.Per cancellare liscrizione alla newsletter scrivere una mail a:info@scenarifinanziari.itThoughts from the Frontline3204 Beverly DriveDallas, Texas 75205Horo CapitalIndependent Financial Advisory FirmVia Silvio Pellico, 1220121 MilanoTel. 02 89096674

×