TERRA - quotidiano - 04/03/2011

564 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
564
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

TERRA - quotidiano - 04/03/2011

  1. 1. Anno VI - n. 53 - venerdì 4 marzo 2011 - E 1,00 Hanno ammazzato Enrico Fontana e Luca Bonaccorsi il sole Il Consiglio dei ministri vara il decreto sulle Vorremmo dare un con- siglio a Susanna Camus- so: nella convocazione da rinnovabili. Coro unanime di proteste per i tagli parte della Cgil del sacro- santo sciopero generale agli incentivi: «Distrutta la green economy». del 6 maggio inserisca an- che la difesa di chi lavora nel settore delle energie I Verdi: «Un testo truffaldino» rinnovabili in Italia. Il governo nuclearista sta lavorando alacremente per far chiudere le impre- Maltempo Europa Abbracciamo la cultura Mobilitazione se che li hanno assunti, e Vittime e danni Aiuto, Trichet Per battere In difesa della Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB - Roma mandarli così a casa. Sono già diverse decine di mi- gliaia di persone e potreb- bero essere ancora di più, che dovevano vuole alzare la nostra Costituzione se a chi investe capitali ve- nisse concesso un minimo essere evitati i tassi d’interesse epoca triste e della libertà di certezze. Accade il con- Vincenzo Mulè Carlo Freboudze Vittorio Cogliati Dezza Paolo Beni trario, come dimostra l’ul- presidente Legambiente presidente Arci timo decreto truffa varato ieri dal Consiglio dei mini- Tutto è, fuorchè un’emergenza. I Non sono bastati gli scongiuri di «Di guerra giusta ce n’è stata una, Il 12 marzo sarà una nuova gran- stri. Che rinvia le norme danni e le conseguenze del mal- economisti e imprenditori: il go- e nessun’altra, / quella di Troia: de giornata di mobilitazione de- più incomprensibili, come tempo di queste ultime giorna- vernatore della Bce Trichet ieri due popoli alle armi / per chi dei mocratica. I temi della difesa il tetto degli 8mila mega- te di inverno erano ampiamen- ha annunciato la possibilità che due doveva tenersi la bellezza». della Costituzione, messa in pe- watt (un sesto degli obiet- te prevedibili. Anzi, c’è chi lo ave- i tassi d’interesse salgano già ad Così Erri De Luca ne “L’ospite in- ricolo dai propositi di modifica tivi fissati in Germania) e va già fatto. Per il fiume Ete, quel- aprile: il mercato dei future sui callito”. Mai forse parole più pro- avanzati dalla maggioranza ol- affonda, tra commi e codi- lo che due giorni fa esondando tassi sconta quasi tre rialzi da vocatorie e dissacranti, non so- tre che dai continui attacchi al- cilli (vedi l’articolo di Ales- ha travolto e ucciso una ragazza 25bp entro Natale. Questo nono- lo e non tanto contro il comu- la Magistratura e alla Presiden- sandro De Pascale a pagi- di venti anni e il compagno della stante la crescita economica eu- ne sentire, ma soprattutto con- za della Repubblica da parte del na 3), una delle poche filie- madre, il Wwf aveva presentato ropea poggi ancora su pilastri in- tro la nostra epoca triste. Che Presidente del Consiglio, si in- re industriali con i numeri un progetto di mitigazione del ri- certi. Purtroppo, benchè poco fine ha fatto la bellezza in quello trecciano con quelli della dife- in positivo nel nostro Pae- schio idraulico per «restituire al- ragionevole, è difficile escluder- che una volta si chiamava il bel sa della scuola pubblica e dei se: più fatturato, più inve- la dinamica fluviale la piana inon- lo considerato che si tratta dello paese? Basta aggirarsi nell’infini- suoi lavoratori, oggetto di una10304 stimenti, più occupazione. dabile». Questo, secondo gli auto- stesso banchiere centrale che al- ta città, che occupa la parte mi- vera e propria aggressione nel- Non c’è da stupirsi, vista ri dello studio, avrebbe aumenta- zò i tassi su pretesi timori infla- gliore delle nostre pianure, basta le recenti esternazioni di Berlu- l’arretratezza culturale di to la sicurezza idraulica e favorito zionistici il 3 luglio 2008, nel pie- guardare alle periferie urbane, sconi, dopo che la riforma della 9 772036 443007 un’intera classe dirigente, la ricarica delle falde idriche. E, no della peggiore crisi finanziaria tutte uguali tutte anonime, ba- ministra Gelmini ne ha mortifi- politica e imprenditoria- forse, salvato Valentina Alleri, la del dopoguerra, dal 4% al 4,25%, sta vedere l’estrema scarsità di cato ruolo e funzioni. Democra- le, che ha già fatto perde- ventenne, travolta dalla piena del per poi abbassarli in sei mesi dal opere di pregio messe in cantiere zia, libertà, conoscenza, lavoro re all’Italia tutti i treni pos- fiume mentre era in auto con la 4,25% all’1%. Dietro il paravento negli ultimi trent’anni, per capi- sono i diritti essenziali che sia- sibili dell’innovazione tec- mamma e il suo patrigno, rima- formale della stabilità dei prezzi re che questo paese non è più ca- mo chiamati ancora una volta a nologica. sto ucciso anche lui. forse la Bce si sta vendicando. pace di costruire bellezza. difendere. Segue a pagina 2 Segue a pagina 3 Segue a pagina 11 Segue a pagina 15 Segue a pagina 15
  2. 2. 2 venerdì 4 marzo 2011 >>PrimoReferendum Il ministro Maroni non vuole accorpare le amministrative con le consultazioni L’appellopopolari. I Comitati promotori protestano: «Si potrebbero risparmiare oltre 300 milioni di euro» Il decretoIl no all’election day truffa uccide il solareè contro i referendum Bonaccorsi e Fontana dalla prima Quello che conforta, inve- ce, è la reazione che c’è sta-Rossella Anitori ta e che non sembra destina-L’ ta ad esaurirsi, da parte degli ultima parola spetterà imprenditori del settore, del- al Consiglio dei Ministri, le associazioni ambientaliste, ma l’intenzione del mini- di singoli cittadini, delle forze stro dell’Interno Roberto politiche di centrosinistra e diMaroni è chiara: scartare l’ipote- un’area, abbastanza ampia, disi dell’ election day e fissare i refe- parlamentari di centrodestra,rendum a giugno. Al termine del attesi ora a una prova di coe-Consiglio dei ministri di ieri, il nu- renza politica dopo il bluff delmero uno del Viminale Maroni ha governo Berlusconi.ufficializzato la data delle elezio- Conforta, ad esempio, leggereni amministrative: il 15 e 16 mag- on line i commenti che con-gio il primo turno. testano le inesattezze e la fa- © SCRoBogNA/LAPReSSeL’eventuale ballot- L’opposizione ziosità dell’articolo con cuitaggio il 28 e 29. Non Sergio Rizzo ha stroncato ie-c’è ancora nessuna contraria ri le rinnovabili sul Corriereufficialità sulla da- alla decisione della Sera. Difficile immagi-ta dei referendum. Il dell’esponente nare che siano tutti “furboni”Viminale ha propo- leghista Roberto Maroni, ministro dell’Interno pronti a scaricare sulle bollet-sto il 12 giugno. Pur te i loro ingiustificabili profit-di non accorpare il voto su acqua, giore partecipazione. Ma le prio- nio Di Pietro. Dello stesso avvi- alizione di forze sociali che porta ti, come vuol far credere Riz-nucleare e legittimo impedimen- rità per Maroni sembrano adesso so è anche Carsetti: «L’esecutivo avanti questa campagna è vastis- zo. o masochisti che scelgo-to con le elezioni amministrative, essere altre: «Lo scopo del gover- ha paura del risultato elettorale e sima e ci sono tutte le carte per no di pagare carissima l’ener-il ministro dell’Interno, Roberto no è impedire ai cittadini di anda- tenta in tutti i modi di scoraggia- vincere. Nonostante la richiesta gia elettrica, potendo inveceMaroni, sarebbe disposto a spen- re a votare e di raggiungere così il re l’affluenza alle urne. L’opinio- di accorpamento, che continue- risparmiare grazie al nuclea-dere oltre 300 milioni di euro (tan- quorum su tre temi fondamentali: ne pubblica però è molto sensibi- remo a sostenere con forza, siamo re o al carbone “pulito”. Forseto costerebbe, secondo quanto l’acqua, il ritorno al nucleare e, so- le ai temi oggetto delle consulta- quindi pronti ad andare al voto in sono, più banalmente, citta-denunciato da opposizione e mo- prattutto, il legittimo impedimen- zioni, basti pensare che la raccol- qualsiasi momento perché siamo dini che s’informano e sannovimenti, alle casse dello Stato la to» afferma in una nota il presi- ta firme per l’acqua ha segnato un convinti delle nostre ragioni e del fare i conti. Le energie pulitetornata elettorale). Uno sperpero dente dell’Italia dei Valori, Anto- numero di adesioni record. La co- risultato che otterremo».di risorse pubbliche che potrebbeessere evitato unificando le date.È la richiesta dei comitati promo-tori che hanno organizzato ieri un Intervista L’europarlamentare Idv conferma la sua candidatura a sindaco di Napoli. Domanipresidio a Roma davanti a Monte- la presentazione. «Il Pd non mi vuole? Pronto a dialogare con chi desidera il vero cambiamento»citorio. «Svolgere le consultazioni L’appello di de Magistrispopolari in concomitanza con leamministrative significa innanzi-tutto garantire la partecipazionedemocratica - spiega Paolo Car-setti del comitato “Due sì per l’ac- «Il nemico è la destra»qua bene comune” -: diversamen-te i cittadini verrebbero chiama-ti a votare tre volte nel giro di unmese a scapito dell’affluenza alleurne». A fargli eco sono in tanti,dai Verdi a Sinistra e libertà, pas-sando per il Pd, l’Idv, l’Udc e il Co- Valerio Ceva Grimaldi orlando, «e l’Idv converga con ancora detto niente... cere contro la destra. Il mio au- «Dmitato 29 maggio. «In una diffi- il centrosinistra. Mario Morco- Il Pd ha detto che non la so- gurio, naturalmente, è che ci siacile fase economica come quel- opo lo sfascio delle ne (direttore nazionale dell’agen- sterrà. un accordo. La scelta, comun-la che stiamo vivendo è un atto primarie non pos- zia per i beni confiscati alla cri- Io vado avanti. Quanto alle trat- que, spetta so-di pura irresponsabilità dire di no siamo attendere minalità, ndr) non è il candidato tative, le stanno conducendo a li- prattutto aiall’election day e buttare al vento oltre. Basta con il del Pd ma l’uomo su cui puntia- vello nazionale il presidente An- n a p o l e -oltre 300 milioni di euro» attac- tatticismo». L’europarlamenta- mo per ritrovare l’unità del cen- tonio Di Pietro e i vertici loca- tani.ca Antonio De Poli, portavoce na- re dell’Italia dei Valori Luigi de trosinistra». La replica di Anto- li dell’Idv. Al Pd mi sento di lan-zionale dell’Udc. «Maroni ha da- Magistris domani presenterà uf- nio Di Pietro arriva a strettissimo ciare un appello convinto: an-to prova di grande arroganza - di- ficialmente la sua candidatura a giro: «Il Pd ci spieghi perché non diamo avanti insieme. Con umil-ce il presidente dei Verdi, Angelo sindaco di Napoli in occasione va bene la candidatura di de Ma- tà, osservo che la mia candidatu-Bonelli -. Come si può sperperare delle prossime elezioni ammini- gistris e per quale ragione, pur di ra rappresenta per loro una viatanto denaro pubblico in un mo- strative (iniziativa ore 10.30 cine- non accettarla, si cercano candi- d’uscita importante, specie dopomento in cui si fanno tagli anche ma Modernissimo). Sarà a capo dati improbabili». il disastro delle primarie e il duroalla scuola?». di una lista civica e la sua candi- De Magistris, ora che farà? contrasto tra Ranieri e Cozzolino.Il presidente del gruppo Idv al- datura «che ha un profilo di au- Io sono già in campagna elet- Sono fiducioso sulle forze sanela Camera, Massimo Donadi par- tonomia», si rivolge a tutto il cen- torale. La mia candidatura, una del Pd, con le quali voglio dia-la invece di «furto agli italiani». Il trosinistra. Intanto, dopo innu- sorta di “uscita democratica”, logare in modo deter-Pd intanto ha presentato una mo- merevoli runioni e tavoli del cen- era legata alla scelta di Raffae- minante. È benezione, che presto verrà votata al- trosinistra, il maggior partito del- le Cantone, che non ha dato la che quella par-la Camera, che impegna il gover- la coalizione, il Pd, continua a disponibilità. Quanto agli altri te dei Dem cheno ad accorpare amministrative prendere le distanze: «De Magi- nomi, io non partecipo alle lot- vuole cambia-e referendum. Una soluzione che stris faccia un passo indietro», ha terie. Morcone? Si sta parlando re si assumapotrebbe garantire un risparmio detto in un’intervista al Riformi- di lui, ma il diretto interessato, il una responsa-di denaro pubblico e una mag- sta il commissario del Pd Andrea cui nome gira da giorni, non ha bilità per vin- © MeRLINI/LAPReSSe
  3. 3. piano>> venerdì 4 marzo 2011 3 Energia Operatori e ambientalisti bocciano il decreto approvato ieri dal Cdm. Assosolare: «È la fine del settore». Per Legambiente «danni già nel 2011». Bonelli dei Verdi: «È un testo truffaldino» sono quelle che ci costano di Il governo affossa meno, perché non inquinano, a differenza delle fonti fossili; non producono scorie che re- stano radioattive per millen- ni, come il nucleare; non rap- le rinnovabili italiane presentano una minaccia per la nostra salute e per quella dei nostri figli. Già, ma que- sti costi, come abbiamo già scritto su Terra, non li met- te in conto nessuno. Più fa- cile, e falso, menare scanda- Alessandro De Pascale dal prossimo maggio si potreb- P lo perché paghiamo un poco be così «chiudere una fase di in- di più per risparmiare in qua- eggio di così non poteva centivi che doveva durare fino al lità dell’ambiente e della vi- andare. Associazioni di 2013», confermano i senatori del ta. Verrebbe voglia di lancia- categoria e ambientalisti Pd Francesco Ferrante e Roberto re una sfida. Ma perché non bocciano il decreto sul- Della Seta. Che poi aggiungono: facciamo in Italia un referen- le rinnovabili approvato ieri dal «Il ministro Romani alla prova di dum consultivo con un quesi- Consiglio dei ministri. «Avrà ef- intervenire sulla politica energeti- to semplice: siete disponibili fetti gravi e dannosi già nel 2011», ca, combina un grande pasticcio. a sostenere, in bolletta, gli in- denuncia Edoardo Zanchini, re- Il decreto è peggiore di quello che centivi per le energie rinnova- sponsabile energia di Legambien- aveva iniziato il suo percorso a di- bil? Vuoi vedere che gli italia- te. «Il testo rappresenta la fine del cembre», anche per- ni si dimostrerebbero più in- settore», aggiunge Gianni Chia- Incentivi certi solo ché «non sono state telligenti, sensibili e moderni netta, presidente di Assosolare. per gli impianti accolte le condizio- di chi li governa e di chi, per Per gli esperti di Sos rinnovabili, il attivi entro il 31 ni che il Parlamento provvedimento sarebbe inoltre in- anni, in silenzio, li ha truffati maggio. Per gli altri aveva posto all’una- © UNGARI/ANSA facendogli pagare, sempre in costituzionale per «eccesso di de- nimità». E potrebbe bolletta, l’incenerimento dei lega, rispetto a ciò che il governo si vedrà ad aprile. essere soltanto l’ini- rifiuti spacciati come “assimi- avrebbe dovuto fare per converti- Limiti per quelli zio. Il decreto pre- labili” alle energie pulite? An- re la direttiva europea» da cui trae su terreni agricoli vede che entro il 30 che per queste ragioni quella origine. Tanto che chiederà al pre- aprile verrà stabili- in difesa delle rinnovabili in sidente della Repubblica di non li per ottenere i prestiti dalla ban- are e rinnovabili», ha aggiunto che to il «limite annuale di potenza Italia è, per Terra, la “madre” firmarlo. Anche se non c’è più il che. Tanto che né il ministro dello «gli obiettivi del governo sull’ener- elettrica cumulativa degli impian- di tutte le battaglie. Speria- tetto degli 8.000 MW di fotovol- Sviluppo Paolo Romani né quello gia non cambiano». Nonostan- ti che possono ottenere le tariffe mo di vincerla, insieme al re- taico entro il 2020, a giugno verrà dell’Ambiente Stefania Prestigia- te gli attuali incentivi vadano so- incentivanti». La Prestigiacomo ferendum contro il nucleare e stabilito un «limite annuale di in- como sono scesi in sala stampa lo «agli impianti fotovoltaici allac- ha assicurato che per il 2020 l’Ita- a quelli per l’acqua pubblica. stallazioni». E solo chi connetterà per illustrare ai giornalisti il prov- ciati alla rete elettrica entro il 31 lia «raggiungerà l’obiettivo euro- Sarebbe davvero la maniera alla rete gli impianti entro maggio, vedimento. Segno del perdurare maggio 2011, ossia tra 2 mesi», de- peo del 17 per cento di rinnovabi- migliore di avviare il cambia- avrà con certezza gli incentivi. Per di possibili frizioni nel governo. nuncia il presidente dei Verdi An- li». Dovremo anzi «andare anche mento del nostro Paese. gli operatori del settore saltano La Prestigiacomo nel confermare gelo Bonelli, per il quale «il gover- oltre», perché il nostro Paese «a così quelle certezze fondamenta- che «si è parlato a lungo di nucle- no ha sabotato le rinnovabili». Già regime dovrà produrre un quarto dell’energia da fonti rinnovabili». Nonostante i limiti e gli «incentivi Maltempo Trovato in Abruzzo il corpo senza vita di un uomo rimasto intrappolato nella sua a degradare». Nuovi paletti anche per gli impianti fotovoltaici su ter- auto in un sottopassaggio allagato. L’associazione: «No al continuo stato di calamità naturale» reni agricoli. Quelli che occupano oltre il 10 per cento della superfi- Ancora morti e danni cie e superano 1 MW di potenza non avranno più incentivi. Limi- ti che «non si applicano ai terre- ni abbandonati da almeno cinque anni». A festeggiare c’è soltanto Il Wwf: è malagestione la Confederazione italiana agri- coltori (Cia), che parla di «scelta pro agricoltura che promuove la generazione distribuita», e il mi- nistro Giancarlo Galan: «L’azione più favorevole per il mondo agri- Mulè dalla prima mento di risorse come avvenu- re e degli interventi di difesa del litica di riduzione del «consu- colo degli ultimi decenni». Del re- to per il Veneto. suolo e di qualità delle acque a li- mo del suolo» che, nel caso del- sto per Galan «le pale al vento nel Se nella notte il maltempo ha «Le intense piogge di questi vello di bacino idrografico. Men- le alluvioni e frane, sta decisa- nostro paesaggio non possono es- dato una tregua nelle Marche, giorni non bastano a giustifica- tre il piano, previsto dal ministe- mente contribuendo all’aumen- sere tollerate», i grandi parchi fo- così non è stato in Abruzzo, do- re il continuo stato di calami- ro Dell’Ambiente e della Tutela to del rischio sul nostro territo- tovoltaici sono «una bestemmia ve ieri un uomo è morto dopo tà naturale in cui si trova il no- del mare e del territorio, andreb- rio. Che deve fare i conti anche paesaggistica e un insulto all’agri- essere rimasto bloccato con la stro territorio – denuncia il Wwf be integrato con azioni diffuse di con un’altra emergenza, quel- coltura». Lo stop non è andato giù sua auto in un sottopassaggio -. La causa principale del diffuso rinaturazione sul territorio, «co- la dell’agricoltura. Un monito- nemmeno a pezzi della maggio- allagato nel teramano, nei pres- dissesto idrogeologico è, infat- me sta avvenendo nei più gran- raggio effettuato dalla Coldi- ranza, perché «taglia le gambe a si dell’uscita autostradale Mo- ti, ancora la quotidiana “mala- di bacini europei come la Loira, retti segnale che nelle campa- produttori e investitori della gre- sciano Sant’Angelo. I vigili del gestione” dei fiumi e dei versan- il Reno, il Danubio, la Drava». gne «decine di migliaia di etta- en economy», spiega Marco Pu- fuoco hanno recuperato il cor- ti. Il problema va affrontato alla Un piano basato sul recupe- ri di terreno agricolo sono finiti gliese di Forza Sud. Per realizza- po dell’uomo mattina: la mac- radice ridando forza alla pianifi- ro della capacità di ritenzione sott’acqua insieme a case rura- re un impianto da 1 MW servirà china era completamente som- cazione e prevenzione sul terri- delle acque in montagna e sul li e stalle per effetto dell’ondata infatti un terreno agricolo di ben mersa dall’acqua mentre il ca- torio, superando la logica “emer- recupero delle aree di esonda- straordinaria di maltempo che 30 ettari: «Cosa alquanto impos- davere dell’automobilista è sta- genziale” dei finanziamenti a zione naturale in pianura. Non ha provocato perdite di ortag- sibile». L’unica nota positiva è che to trovato vicino all’auto. Evi- “pioggia” che si sono rivelati solo meno importante, continua il gi, verdure, vivai, serre». Inoltre, il decreto ha accolto le richieste dentemente, ha cercato di rag- controproducenti». Per questo, il Wwf, è il ripristino dei finan- si temono danni alle piante da degli operatori del solare termi- giungere una quota più alta per Wwf ritiene «prioritario» istitui- ziamenti ordinari per la difesa frutto come gli agrumeti e ci so- co: i nuovi edifici o quelli «sotto- trarsi in salvo, senza riuscirvi. re le autorità di distretto e rive- del suolo drasticamente taglia- no preoccupazioni per le semi- posti a ristrutturazioni rilevanti», Intanto, il presidente della Re- dere il “Piano strategico idrologi- ti anche nell’ultima finanziaria, ne primaverili. Frane e smot- a partire dal 2013 dovranno utiliz- gione Marche Gian Mario Spac- co”. Alle prime, suggerisce l’asso- garantire l’interdisciplinarietà tamenti nei campi e sulle stra- zare le rinnovabili per coprire «il ca ha chiesto al premier Berlu- ciazione ambientalista, andreb- nella progettazione delle misu- de potrebbero far salire il con- 50 per cento dei consumi previ- sconi la dichiarazione dello sta- be conferito un ruolo vincolante re e degli interventi di difesa del to dei danni nelle campagne a sti per l’acqua calda e il riscalda- to di emergenza e lo stanzia- per il coordinamento delle misu- suolo e avviare una efficace po- cento milioni di euro. mento».
  4. 4. 4 venerdì 4 marzo 2011 >>Eco TecnologieTecnologie Il mix energetico britannico mira ad un 30% da fonti rinnovabili in dieci anni. La chiave è lo sfruttamentodella potenza delle maree. Il ministro per il Clima Barker ha elencato tutti gli enormi benefici degli investimenti annunciatiEcoenergia, il Regno Unitoprepara la grande rivoluzione © Cairns/ap/LapresseDiego Carmignani energetico virtuoso da mettereI in pratica nel giro di dieci anni, clamorosi passi indietro del data per cui si intende arrivare nostro governo sul fronte al 30 per cento, dal 7 attuale, di delle energie rinnovabili, al elettricità ottenuta da fonti rin- di là delle ragioni di natura novabili, a fronte di un costopolitica ed ambientale, possono sul pil di appena lo 0,5 per cen-essere giudicati semplicemente to, e attraverso nuovi impianti adal raffronto con quello che sta gas ed il neo del primo impian-avvenendo negli altri grandi pa- to nucleare di nuova generazio-esi europei, capaci di mettere in ne. nel mirino ci sono inoltrepiedi politiche energetiche so- una riduzione della presenza distenibili e convenienti, aderenti carbonio nel regno Unito (da-alla realtà (ambientale, geogra- gli attuali 500gCO2/kWh ai 100fica, economica) della nazione entro il 2030) e bollette diminu-del caso. se noi abbiamo il so- ite mediamente del 4 per cento,le, e non lo sfruttiamo a dovere, 30 sterline in meno.il regno Unito certo deve guar-dare ad altre caratteristiche con Altri impegni assunti da Da-cui si identifica, ad esempio il vid Cameron prevedono unfreddo e ventoso mare del nord. nuovo “accordo verde” perUn esempio concreto di come, l’isolamento termico di milio-negli ultimi mesi, il governo di ni di case, insieme alla già ci-Cameron si sia deciso a muove- tata Green investment bank ere passi decisi per affermarsi co- al fondo di 860 milioni di sterli-me il più verde mai esistito, po- ne per il riscaldamento da rin-nendosi come capofila nel rag- novabili. impegni virtuosi e, agiungere livelli più elevati di ri- quanto pare, concreti per rag-duzione nelle emissioni di gas giungere obiettivi di respiro in-serra non solo entro i propri ternazionale, senza rimanereconfini, ma in tutta europa. Da intrappolati in guerre interneun lato dismettendo, dovute al passaggioentro una decina d’an- L’Energy Cameron da un governo all’al-ni, le vecchie centra- technologies ha rivisto tro. rispetto al suoli nucleari e a carbo- institute avvia le risorse predecessore Gor-ne, dall’altro investen- don Brown, Camerondo in impianti che va- un progetto tagliando sui ha mantenuto fermilorizzano energia pu- sostenuto da ministeri, i bersagli (riduzionelita, come ad esem- sei grandi non sui di Co2 del 30 per cen-pio, quella marina. su aziende finanziamenti to al 2020 e dell’80 alquesto fronte, arri- 2050), ma ha rivisto lava la notizia che l’eti britanni- distribuzione delle risorse fi-co (energy technologies institu- sti giorni, ha ribadito il fatto che supporto delle energie rinno- potenziale è di almeno 10.000 nanziarie, tagliando sui mini-te) stia avviando un progetto su il potenziale energetico del ma- vabili nel regno Unito e preve- posti di lavoro e un beneficio steri, ma non sui finanziamen-larga scala, di natura pubblico- re ne farebbe il comparto chia- de l’obbligo, a carico dei forni- economico di circa 4 miliardi ti al risparmio energetico, alleprivata, incentrato sulle risorse ve dell’intera industria britan- tori di energia elettrica, di pro- di sterline annue entro il 2020. rinnovabili, alle nuove tecnolo-del mare e sostenuto dal gover- nica. Una svolta, oltre che am- durre una quota sempre mag- necessario, secondo l’associa- gie. in particolare, saranno pro-no e da sei aziende industria- bientalista, anche economica, giore da fonti rinnovabili, attra- zione leader per le rinnovabili, mossi i nuovi modelli di pompeli globali, concentrandosi prin- in tempi di deficit (il più alto in verso il rilascio, ad un produt- un investimento di 130 milio- di calore, impianti fotovoltaici,cipalmente nel sud-est del pae- periodo di pace della storia in- tore accreditato, di un renewa- ni di sterline, per progetti da 2 solare termici, a biomassa, mi-se. L’intenzione è quello di sfrut- glese): insistere su questo setto- ble obligation certificate (roc) a 10 Megawatt, da reperire nel ni e micro eolici, mini-idroele-tare al massimo la potenza ma- re fornirà uno strumento guida da parte di un idoneo fornitore. Department of energy and Cli- trici, celle a combustibile e re-rina, convertendo in energia il per le esportazioni, creerà po- È in quest’ambito che si preve- mate change’s low carbon inno- cupero del calore dai fumi non-flusso delle maree e applicando sti di lavoro, ridurrà le emissio- de un cluster, sostenuto dal go- vation Fund e nella nuova Gre- chè la diffusione di contatorimoderne soluzioni per costrui- ni di gas serra e migliorerà la si- verno, in grado di riavviare con en investment bank. il raffor- intelligenti per creare un siste-re dispositivi ultra-efficienti. curezza energetica. Oltre alle efficacia settore energetico ed zamento della posizione ingle- ma di smart grid estremamen- intenzioni dell’eti, si registra- economia. Con una forza, quel- se nel mercato dell’energia ma- te funzionale e efficiente. UnaA spingere in questa direzione no il sostegno dell’epa, l’en- la del mare, che si collochereb- rina, che vanta una capacità di ricetta che, in buona sostan-la politica nazionale è lo stes- vironment protection agency, be al centro di propulsione. 3,4 Mw e di altri 4 da installa- za, rispecchia due virtù pret-so ministro per i Cambiamenti e la maggiore centralità che si re entro l’anno, passa attraver- tamente britanniche: l’under-climatici, Greg Barker, che, in- vuole attribuire alla renewable Secondo Renewable Uk, che so progetti a lungo termine che statement e l’indipendenza, intervenuto all’annuale “Wave & Obligation, istituita nel 2002. si ha appena lanciato una cam- puntano dritti a quota 23 Mw. questo caso non tanto insula-tidal energy conference” di que- tratta del principale sistema di pagna pro energia marina, il il tutto inquadrato in un mix re, quanto energetica. Federalismo «Visto che il governo non ha ancora onorato l’accordo di dicembre, per noi quell’accordo, che prevedeva anche il federalismo regionale, Giustizia Le Regioni non c’è». Lo dice Vasco errani, presidente della conferenza delle re- gioni, a proposito dell’intesa con l’esecutivo per agevolare il cammino Dal Pdl una vanno all’attacco nuova legge © Di MeO/ansa del federalismo regionale, a fronte di concessioni sul trasporto pubbli- co locale e della flessibilità sul patto di stabilità. «L’esecutivo deve fare del governo rapidissimamente fronte agli impegni. La situazione è molto critica». salva-premier
  5. 5. inchieste>> venerdì 4 marzo 2011 5 Inchiesta Inchiesta Nello scalo pugliese poche settimane fa sono stati bloccati alcuni container contenenti rottami ferrosi contaminati. Provenivano dall’Est Europa e la destinazione era la Cina Quel carico radioattivo Giorgio Mottola D all’Est Europa alla Ci- na, passando per i porti della costa adriatica ita- fermo nel porto di Taranto liana. È questa la nuova rotta dei rifiuti tossici e radioat- tivi provenienti dai paesi dell’ex Unione sovietica. Gli scali di Ve- nezia, Taranto e Ancona sono or- mai le tappe intermedie obbliga- torie. Viaggi illegali che raramen- late. Rifiuti contaminati radio- rò anche un’altra ragione per cui te lasciano traccia. Quando però i attivamente e quindi complica- l’Italia viene considerata strategi- container non riescono a supera- ti e molto costosi da smaltire. Ec- ca. I più importanti scali maritti- re i controlli delle dogane, il loro co perché quei container hanno mi dello stivale sono infatti gesti- carico può raccontare una storia. tentato di prendere la via cinese. ti direttamente da società orien- È il caso di un sequestro, tenuto Nel continente asiatico i rottami tali. E Taranto non fa eccezione. finora segreto da tutti e avvenu- pericolosi avrebbero potuto tra- Anzi, è in questo senso un’avan- to nel porto di Taranto qualche sformarsi in preziosissima mate- guardia. Di italiano nella proprie- settimana fa. In alcuni container ria prima per le acciaierie. Gli al- tà del porto pugliese non c’è ri- bloccati dai doganieri sono stati toforni cinesi per stare dietro alle masto più quasi nulla. Il 50 per trovati rottami ferrosi contami- richieste di un mercato in conti- cento delle azioni appartengono nati radioattivamente. nua espansione hanno disperata- infatti alla Hutchison Whampoa, Non si trattava dunque di un ca- mente bisogno di ferro la più grande compagnia cinese rico qualunque. I container pro- Il nostro da fondere. E, in alcuni di trasporto marittimo del mon- venivano dall’Ungheria e dalla Paese è snodo impianti, poco importa do, di proprietà del magnate Li Bulgaria. Dopo aver attraversato strategico se si tratta di materiale Ka-shing. Il 40 per cento al colos- © ZENNARO/ANsA il confine italiano, sono stati im- radioattivo. so taiwanese Evergreen line. E so- barcati a Venezia prima di fare di un nuovo In questo traffico, l’Ita- lo il restante 10 all’italiana sisam. tappa a Taranto. La loro destina- traffico di lia rappresenta uno Lo scorso anno Li Ka-shing ave- zione era la Cina. La notizia, che rifiuti dai snodo strategico. I cari- va annunciato l’intenzione di ri- finora non è stata ancora diffusa Il container radioattivo trovato nel porto’ di Genova Paesi dell’Est chi provenienti dall’Est levare l’intero pacchetto aziona- ufficialmente, viene confermata Europa in realtà potreb- rio, con l’obiettivo di trasforma- dall’Arpa pugliese, che però non Genova è stato infatti fermato al trebbero essere pezzi di attrez- bero attraversare il Mar Nero ed re Taranto nel più grande porto fornisce altri particolari sulla vi- terminal un carico, proveniente zature sanitarie o di macchina- essere imbarcati in Turchia op- container del Mediterraneo. L’af- cenda. La Procura di Taranto ha dalla Arabia saudita, che presen- ri industriali a contatto con sor- pure in Grecia. Ma l’elevatissimo fare per ora è stato rimandato, aperto intanto un’inchiesta. tava delle emissioni di cobalto 60 genti radioattive. Non è però nep- numero di navi che partono ogni in attesa che le istituzioni locali sarebbe il secondo container cinque volte superiori alla nor- pure da escludere che possa trat- giorno dai porti italiani alla volta provvedano ad aumentare la pro- contaminato ad essere blocca- ma. Anche in quel caso si tratta- tarsi di componenti dismesse di del continente asiatico consente fondità del fondale per consenti- to, a distanza di pochi mesi, in un va di rifiuti ferrosi. apparecchiature militari o par- di “infiltrare” con maggiore faci- re l’attracco delle enormi imbar- porto italiano. Lo scorso luglio a I rottami trovati a Taranto po- ti di centrali nucleari smantel- lità i trasporti pericolosi. C’è pe- cazioni cinesi. Informazione Informazione Il caso di Daniele Camilli, giornalista di Viterbo, che denuncia le infiltrazioni mafiose. E quello di Fabio Cosma Colombo, picchiato in Campania. Si moltiplicano gli episodi Intimidazioni e violenze Gaetano Liardo G li ultimi, in ordine di tempo, sono stati Miche- le santoro, Marco Tra- Cronisti sotto tiro vaglio, Peter Gomez e Gianni Barbacetto, destinatari di una busta con proiettili reca- pitata nella sede Rai di via Teu- lada. Ma sono sempre più nume- rosi i giornalisti che ricevono mi- nacce nel nostro Paese. E spesso ri e riciclano denaro sporco. Una to uno scherzo di cattivo gusto», suviana. Inviato dal giornale per e colpito con violenza, con calci, sono cronisti locali, che lavora- quiete che, evidentemente, non ha commentato Camilli che, co- scattare delle foto della scena di pugni e schiaffi. Ho perso i sensi. no anche in territori “insospetta- deve essere disturbata dalla cu- munque, ha sporto denuncia. Il un delitto, che successivamente sono stati i militari dell’Arma e la bili”. Come Daniele Camilli, gior- riosità della stampa. Daniele Ca- suo non è un caso isolato nel La- si è scoperto essere un suicidio, è polizia municipale a soccorrermi nalista de L’Opinione di Viterbo e milli la quiete l’ha rotta, racco- zio, come dimostrano gli episodi stato aggredito alle spalle da due dopo aver bloccato gli aggressori. Lazio Nord e attivista del Centro gliendo informazioni, reperendo che si sono verificati nel sud Pon- energumeni, probabilmente pa- Tre persone sono state identifica- per i diritti del cittadino di Vetral- dati, pubblicando notizie. Rac- tino, luogo di confine con il caser- renti o amici del suicida, è cadu- te e rilasciate. I medici dell’ospe- la. Il 18 febbraio scorso nel suo uf- contando un’altra Viterbo. Un tano. Tra sabaudia, Latina, Fon- to a terra e ha perso i sensi. Con- dale “scarlato” di scafati nel re- ficio ha trovato una busta con la territorio dove gli sportelli banca- di, proseguendo su fino a Nettu- tinuando, però, ad essere picchia- ferto hanno registrato contusio- scritta: «sei morto». Non è la pri- ri nascono come i funghi, dove le no, scrivere di mafie può diven- to. Contattato da “Ossigeno per ni multiple al viso, una lombal- ma intimidazione subita da Ca- ecomafie fanno affari sulla salu- tare rischioso. Non minacce, ma l’informazione”, l’osservatorio gia alla schiena, ematomi e varie milli, ma sicuramente è la più al- te dei cittadini. Citando relazioni un vero e proprio tentativo di lin- della Federazione della stampa escoriazioni con una prognosi di larmante. La “colpa” del cronista della Banca d’Italia, il dossier sul- ciaggio è quello che ha subito il e dell’Ordine dei giornalisti, Co- tre giorni e l’obbligo di controllo». è quella di aver scritto numerosi le mafie nel Lazio di Libera Infor- 28 febbraio Fabio Cosma Colom- lombo ha raccontato come sono Minacce, violenze, intimidazioni, articoli sulla presenza della ma- mazione, quello sull’ecomafia di bo, giornalista e fotografo di Me- andati i fatti. «sono stato attacca- irruzioni in redazione. Accade in fie che, nel viterbese, fanno affa- Legambiente. «spero sia soltan- tropolis, quotidiano dell’area ve- to alle spalle, scaraventato a terra Italia. E se ne parla poco. In presenza di un imputato incensurato o che abbia superato i 65 an- ni di età, il giudice deve applicare sempre le attenuanti generiche, con Lavoro Il segretario generale della Cgil, susanna Camusso ha annunciato che il prossimo 6 maggio sarà sciopero generale: quattro ore con riduzione dei tempi di prescrizione del reato. È una delle norme con- tenute nella proposta di legge presentata dal deputato Pdl Luigi Vitali. Camusso: «Il 6 manifestazioni territoriali. «serve una nuova stagione fatta di obiet- tivi condivisi e rispettosi della dignità del lavoro», ha detto la lea- Le attenuanti dovranno sempre considerarsi prevalenti sulle aggravanti quando «per effetto della diminuzione della pena il reato risulti estinto maggio sciopero der sindacale, che ha ribadito «una forte preoccupazione per la cri- si economica che da oltre due anni sta rendendo l’Italia un Paese per prescrizione». L’opposizione: «Una nuova legge salva-premier». generale» sempre più povero».
  6. 6. 6 venerdì 4 marzo 2011 >>Reportage>>Taiwan Taiwan La sopravvivenza dei bunun dipende dalle decisioni di Tapei, che sta limitando i loro diritti di autogoverno. Dispersi in diverse contee, tentano di difendere la propria cultura e tradizioniGli aborigeni del “fiume nero”rivendicano spazi d’autonomiaBruno Picozzi da TaiwanL’ antico villaggio bunun, completamente in ro- vina, guarda dall’alto le valli centrali di Taiwan.Una quindicina di case, cammi-namenti e spazi comuni creatimontando sapientemente mu-ri a secco con le rocce piatte chela pioggia porta verso la valle. Untesoro archeologico strappato al-la foresta con fatica dal lavoro diSai Taisnunan e della sua Asso-ciazione per la rinascita del vil-laggio aborigeno di Tamazuan.Vi si arriva risalendo in auto permezzora una mulattiera maleasfaltata che dal ponte sospe-so sul “fiume nero”, l’impetuosoZhuoshui, sale faticosamente lamontagna fin dove manca l’ossi-geno e si fa fatica a respirare. Invari angoli ci sono ammassi dibottiglie lasciati probabilmentedall’ultimo presidio militare nip-ponico. «Villaggi così ce ne sonomolti sulle montagne più all’in- Paul Jen-kuei Li,terno - racconta Sai con un sor- autorevole linguistariso triste - Lì hanno vissuto persecoli i miei antenati». Secoli fa taiwanese, sostiene Sai Taisnunan a Tamazuan, a sinistra un telaio banungli aborigeni bunun occupavano che «le linguele fertili pianure dove, grazie alla gi vivono principalmente sparsi mondo ancestra- autoctone città, al ministero menti musicali autoctoni, tra icaccia e al miglio, conducevano in cinque diverse contee. le, abitano oggi sono l’eredità degli Esteri. «For- quali un piccolo idiofono del tut-una vita dignitosa che si trasfor- in una villa gran- se ancora sen- to simile allo scacciapensieri.mò in miseria quando la spinta Nel 1945, finita la guerra, arri- de e ben arredata più importante te un poco la suadelle comunità cinesi insedia- varono i cinesi e con essi i mis- con vista pano- dell’isola e devono identità di abori- I bunun si lamentano del go-te sulla costa li costrinse a salire sionari. Da allora gran parte della ramica sull’inte- essere preservate» geno ma non par- verno e dell’impossibilità disulle montagne. Sui pendii sco- popolazione si è convertita a Cri- ra vallata e sem- la la lingua». E la vivere alla loro maniera. Parla-scesi che si elevano oltre i mille sto ma nel cuore rimane una for- brano usciti da un documenta- lingua è la chiave di tutto per- no di autonomia, vorrebbero ilmetri ogni clan costruì il suo vil- te componente animista dura a rio sulla campagna giapponese ché, persa quella, viene meno il controllo sulle montagne, sullalaggio, aggrappandosi alle cono- morire. La mitologia bunun non degli anni Settanta. I colonizza- senso di appartenenza e si ca- terra, sulla lingua, sui diritti. Loscenze tradizionali e alle poche prevede una creazione divina ma tori venuti da Tokyo modificaro- de preda dell’assimilazione cul- scorso dicembre il Consiglio de-risorse a disposizione. Una sin- solo la presenza di forze natura- no profondamente il corso natu- turale. Sai sogna di ritirarsi sul- gli Affari culturali di Taipei ha ri-gola comunità contava general- li sempiterne. Uno dei canti tra- rale dell’esistenza degli aborige- la montagna, dove possiede un lasciato una lista di 27 beni in-mente dalle cinquanta alle cen- dizionali descrive il dialogo pri- ni ma non cercarono di cambiar- appezzamento di terreno, e pas- tangibili e 127 siti da vincola-to persone, i piccoli campi era- mordiale tra il sole, le stelle e “la ne la mentalità e non ne attacca- sare il suo tempo a trascrive- re e sottoporre alla supervisioneno in comune mentre il territo- gente”, i bunun. Essi buttarono rono la lingua. re le ballate, i racconti e l’inte- dell’Unesco. «Le culture autoc-rio di caccia era condiviso con giù il secondo sole, che diventò ro tesoro della sua lingua madre. tone sono molto importanti peraltri clan. Essendo proibiti i ma- la luna, e questa gli insegnò i ri- Il passaggio al governo cine- Per adesso lavora con gli studen- la società taiwanese ed è neces-trimoni tra consanguinei, i va- tuali necessari per sopravvivere se del Kuomingtang naziona- ti della scuola elementare di Ta- sario che la mano pubblica agi-ri gruppi mantenevano relazio- in comunione con la “madre ter- lista fu invece traumatico. Sfrut- mazuan che ricevono classi di sca per preservarle», ha afferma-ni amichevoli al fine di poter for- ra” come ogni popolo indigeno. tamento intensivo del territo- bunun un’ora alla settimana. La to un alto dirigente del Consi-mare nuove famiglie. Tutto cambiò quando i cinesi co- rio, spoliazione dei diritti, ag- scuola ha 84 alunni, un numero glio. Ma una recente riforma del- minciarono a tagliare e scavare gressione culturale, imposizione in leggera ma costante decresci- le municipalità sull’isola, entrataI giapponesi che assunsero il senza freno. «Quando ero bam- del mandarino. Le 14 tribù cad- ta. La scuola materna ne conta in vigore a inizio di quest’anno,governo dell’isola a fine Otto- bino - ricorda Sai - tutta la valle dero pian piano nell’oblio. I gio- appena una ventina. I bambini, ha tagliato ancor più i diritti del-cento non videro di buon oc- era ricoperta di enormi tronchi vani taiwanesi di etnia han non per iniziativa dell’insegnante di le comunità aborigene e limita-chio il fatto che i bunun vives- di legno pregiato abbattuti sulle sanno nulla dei nativi e, quel che ginnastica, conoscono le danze to la loro capacità di autogover-sero in aree così fuori control- montagne». Oggi di quelle fore- è peggio, gli stessi aborigeni di- tradizionali e la domenica, se in- no. Molti tra gli adulti esprimo-lo e, un po’ con le buone, un po’ ste resta ben poco e nei loro vil- menticano sé stessi. «Le lingue vitati, vanno a fare dimostrazio- no rabbia ma pochi si sentonocon le cattive, gli insegnarono laggi di asfalto e cemento i bu- autoctone sono l’eredità cultu- ni nelle grandi città. Cheng Chao pronti a una presa di coscienzaa coltivare il riso e li convinse- nun perdono pian piano la loro rale più importante di Taiwan Ming, preside della scuola da un collettiva. «Il primo passo è chero ad avvicinarsi alle città. Di identità e il sentimento atavico e hanno uno spaventoso biso- anno e mezzo, appartiene all’et- imparino ad amare la propriaquesto periodo rimane un sen- di comunione con la natura. gno di essere preservate - ha af- nia dominante ma è innamora- cultura», dice Ming. Amarla piùtimento misto di amore e odio. fermato recentemente Paul Jen- to delle tradizioni locali. Gra- della ricchezza e del benessere.La giapponesizzazione signifi- Il primo contatto con la civil- kuei Li, autorevole linguista tai- zie al suo impegno quattro ope- «Il fatto è che la gente vuole so-cò la fine della miseria ma an- tà del Sol levante portò agli wanese esperto di idiomi austro- ratori pagati dallo Stato lavora- lo rincorrere il denaro, migliora-che l’inizio del collasso cultu- aborigeni sicurezza alimenta- nesiani -. La maggior parte della no per mantenere viva la cultura re la propria condizione di vita erale. Abbandonate le montagne re, riparo dalle inondazioni, abi- gente non comprende l’impor- aborigena. Una sala al pianterre- non pensa alle tradizioni», si la-ancestrali, i bunun si disperse- tazioni migliori, cure mediche. tanza delle lingue aborigene tai- no è un piccolo museo dove so- menta Sai. Tra asfalto e cemen-ro sul territorio e i circa 40mi- In una parola, progresso. I suo- wanesi. Nemmeno gli aborige- no conservati fotografie, costu- to, l’universo bunun sembra pro-la individui che rimangono og- ceri ottantenni di Sai, nati nel ni stessi». Il figlio di Sai lavora in mi, oggetti del quotidiano e stru- prio destinato a scomparire.
  7. 7. >>Esteri>> venerdì 4 marzo 2011 7Libia Libia I fedeli a Gheddafi tornano ad attaccare gli insorti, mentre si avvicinano le navi Usa e parte la missione italiana a Bengasi. E sull’ex leader si apre l’inchiesta del Tribunale penale internazionalealtre bombe sui pozzi di BregaFavorito il negoziato di ChavezAnnalena Di GiovanniC inquanta miglia di distan- za. È quanto rimane - o al- meno rimaneva ieri - fra le due navi da guerra statuni-tensi ponce e Kearsarge e la co-sta libica. la pressione per l’inter-vento diretto nella battaglia peril controllo della libia monta diora in ora, mentre da Bengasi ilgoverno provvisorio della “Coali-zione del 17 febbraio” ribadisce astati Uniti e Nato che i propri uo-mini sono perfettamente in gra-do di sconfiggere da soli Muam-mar Gheddafi. intanto ieri le for-ze di Gheddafi, ormai stimate in-torno ai 15, 20mila uomini, han-no di nuovo tenta-to l’assalto contro Secondo Al © Todras-WhiTehill/ap/lapresseajdabiya e al porto Jazeera, ilpetrolifero di Bre- Colonnello potrebbega, sganciando al-meno due bombe accettare il piano dinei pressi della raf- pace propostofineria lungo la co- dal Venezuelasta ma senza pro- lunedì scorso soldati rivoluzionari e volontari esultano nella città di Brega, libiavocare, secondo gliospedali della città, alcun morto. Tripoli, ultimo avamposto del re- zione della lega araba, Gheddafi ni del negoziato, un pacchetto di est e nord del paese. per la media-Un attacco fallito per il secondo gime, dove Gheddafi mantiene il avrebbe acconsentito ad affidare concessioni politiche e forse qual- zione di Chavez potrebbe comun-giorno di fila, nonostante la pros- pugno di ferro e una calma irre- all’alleato hugo Chavez il compito che garanzia di buonauscita sa- que già essere troppo tardi per ilsimità di Brega alla città natale del ale. ieri è emersa la possibilità di di trovare un compromesso con il rebbero quanto, secondo Al Jaze- compromesso. Contro Ghedda-clan Gheddafi, siirt, tuttora fedele una via d’uscita diplomatica tra- governo provvisorio. Benché non era, Gheddafi potrebbe propor- fi, la sua famiglia, la sua cerchia dial leader. resta ancora il nodo di mite il Venezuela: con la media- vi siano dettagli certi sui termi- re ai ribelli che ormai controllano fedelissimi e l’operato delle forze di sicurezza contro i ribelli è stata aperta ieri un’inchiesta da parteImmigrazione La missione italiana, approvata ieri dal Consiglio dei ministri, si limiterà del Capo procuratore della Corte internazionale dell’aya, luis Mo-a fornire mezzi e logistica al campo profughi sul confine tunisino. Via libera anche al progetto Mineo reno ocampo. sorte simile non è toccata ai “colleghi” Zein el abi-dai Villaggi solidali al piano B deen Ben ali e hosni Mubarak, benché tuttora in egitto i prigio- nieri politici “desaparecidos” su- perino le centinaia. Ma la stampail governo si prepara all’esodo araba, compatta nel condannare Gheddafi, da giorni spicca edito- riali ricordando che la morte di 1300 palestinesi in pochi giorni, durante l’operazione “piombo Fu-Dina Galano degli aranci che originariamen- za e alla cura delle persone in fu- mesi del 2011 ha superato il tota- so” contro la striscia di Gaza, nonI te ospitava i militari Usa di base ga dai conflitti, nonché le auto- le registrato nell’anno preceden- ha portato ad alcuna condanna l ministro Maroni ha «un pia- a sigonella viene da oggi trasfor- rità tunisine che in questi gior- te: 6.333 arrivi, duemila in più ri- contro il governo israeliano. in- no B». per far fronte all’even- mato, anche nel nome, in centro ni stanno dando prova di ampia spetto al 2010. Ma una volta sbar- tanto anche l’italia ha annuncia- tualità di un esodo di massa per i i rifugiati. sul fronte esterno, solidarietà, con buona pace delle cati, come racconta la cronaca di to la propria missione umanita- dal Nord africa, prefetture ed inoltre, la missione italiana com- responsabilità politiche e gestio- questi giorni, molti continuano il ria, «Con un “sostegno militare”»,enti locali saranno direttamen- porterà un intervento in Cirenai- nali che deriveranno dalla straor- viaggio e altrettanti, per sorte av- ha spiegato ieri il Ministro dellate coinvolti nello sforzo di acco- ca attraverso la spedizione di una dinaria amministrazione del Vil- versa, vengono rinchiusi nei Cen- difesa ignazio la russa. Gli aiu-glienza. Così è stato annuncia- nave a Bengasi, anche se l’attivi- laggio. il ministro Maroni si è det- tri di espulsione o nei Cara. se da ti saranno diretti a Bengasi, doveto ieri, a chiusura di un Consiglio tà principale consisterà nella co- to altresì «disponibile» a forni- oggi il Centro di Mineo aprirà i già da giorni intervengono diver-dei ministri dedicato alla que- struzione del “Villaggio italia” de- re «mezzi e personale di polizia» battenti, finirà per accogliere ri- se associazioni internazionali ol-stione immigrazione, in cui han- stinato agli oltre 50mila profu- per un «maggiore controllo dei chiedenti asilo già presenti in al- tre agli aiuti venuti dai paesi con-no ricevuto il visto definitivo en- ghi, anche egiziani, in fuga dalla porti» della Tunisia. Un’operazio- tre strutture. Non saranno i pro- finanti; una seconda missione in-trambi i programmi del “Villag- libia. Ma, mezzi e supporti logi- ne avvertita come necessaria da- fughi appena arrivati, ma perso- vece dirigersi verso la vera emer-gio italia” e del “Villaggio solida- stici a parte, non vedrà impegna- to il continuo afflusso di migran- ne che avevano già trovato ac- genza umanitaria libica: gli alme-rietà”. sotto la spinta dell’emer- te direttamente le nostre autorità ti verso le nostre coste. ieri è sta- coglienza e iniziato programmi no 140mila lavoratori stranieri,genza sbarchi, il governo italia- dato che, come ha specificato ie- ta un’altra giornata di sbarchi a di integrazione. Quello che tro- ammassati senza alcun soccor-no ha pensato di agire così sui ri il ministro della difesa ignazio lampedusa, dove i nordafrica- veranno nel “Villaggio della soli- so per la maggior parte a ridossodue fronti: il primo in terra d’afri- la russa, «la gestione del cam- ni approdano a piccoli gruppi su darietà” è fonte di timore per gli della Tunisia. dopo la No Fly Zo-ca, sul confine libico-tunisino do- po non appartiene all’italia». se imbarcazioni altrettanto ridot- stessi sindaci del circondario: in ne decisa dagli Usa, la corsa in-ve verrà allestito il campo profu- ne occuperanno verosimilmen- te. secondo i dati diffusi dall’oc- una zona militarizzata e lontana ternazionale all’appoggio della ri-ghi; il secondo in sicilia, precisa- te le organizzazioni onu e inter- se e dal Censis, i numeri degli in- dal centro, la tensione è destina- volta contro Muammar Gheddafimente a Mineo, dove il Residence nazionali deputate all’assisten- gressi per mare nei primi due ta a salire. sembra adesso iniziata.

×