TERRA - quotidiano - 15/03/2011

549 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
549
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

TERRA - quotidiano - 15/03/2011

  1. 1. Nordest Belluno, la Procura indaga su un impianto di bitume sul Piave pagine 8 e 9 Anno VI - n. 62 - martedì 15 marzo 2011 - E 1,00 L’inchiesta Le guardie ambientali del Wwf denunciano: «In corso un disastro ambientale». Bertolaso aveva promesso la bonifica Sele, un fiume di veleni Da mesi dalla discarica di macchia Soprana nel salernitano viene sversato il percolato direttamente nel corso d’acqua. Allarme per le campagne circostanti. Nonostante gli esposti, nulla è ancora cambiato. Le foto in esclusiva Mottola a pagina 5 Giappone In fondo FERMATEVI Nuove Enrico Fontana Luca Bonaccorsi esplosioni Cara ministro Prestigiacomo: si a Fukushima, fermi. Anzi, fermatevi: lei, il suo collega del retro-Sviluppo, Pao- Barre a rischio lo Romani, l’amministratore de- legato dell’Enel, Fulvio Conti di fusione. (che ieri in Borsa non ha pian- to quanto i suoi omologhi tede- Cresce l’incubo schi e francesi solo perché, for- tunatamente, l’azienda di cui è radiazioni. al vertice non ha ancora cen- trali atomiche), il neo paladino E in Europa dell’atomo sicuro, Chicco Testa (al quale siamo persino pron- i governi ti a perdonare un nuovo ripen- samento), il vate del nucleare ripensano la senza rischi, Umberto Verone- si (di cui avevamo stima, come scelta nucleare. scienziato). FERMATEVI! Scu- sate se usiamo le maiuscole e il Tranne l’Italia punto esclamativo, ma il nostro vuole essere un appello accora- to al buon senso. Qui non c’en- Paolo Tosatti trano le ideologie, le scelte po- litiche, la diversità di opinio- Nuove esplosioni a Fukushima, ni, tutte legittime. E non è una Io ho paura un allarme per barre di combu- questione di tatticismi, o peg- stibile atomico rimaste comple- gio ancora, come qualcuno ha tamente esposte, due violente paventato, di «macabre stru- scosse di assestamento. E anco- mentalizzazioni». Quanto è ac- ra morti, sfollati e distruzione. A caduto e sta ancora accaden- cinque giorni dal devastante ter- do in Giappone deve costringe- remoto di venerdì, il Giappone re tutti a una pausa, vera, di ri- © WALLY SANTANA/AP continua a combattere contro flessione. Non è certo sull’onda la furia della natura e il pericolo dell’emotività che Angela Mer- nucleare, mentre la paura di una kel e la sua maggioranza hanno nuova Chernobyl supera i confini deciso di “fermare le macchi- dell’arcipelago nipponico e fa tre- ne” del rilancio nucleare. O che Rivolte 7 Dalle città 10-11 Cinema 16 Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB - Roma mare borse e mercati. il germe del dubbio si diffonda Nella mattinata di ieri, due de- in Francia come in Polonia. Pos- flagrazioni hanno fatto salta- sibile che soltanto a noi ecologi- re una parte del tetto della gab- In Libia i ribelli schiacciati Milano: i nuovi affari della A colloquio con il regista sti “settari”, davanti a quella fo- bia di contenimento dei reatto- dall’aviazione di Gheddafi. ‘ndrangheta e la battaglia per Marco Bellocchio che to del bambino a braccia aperte ri nell’impianto di Fukushima 1 Sangue e violazioni in accorpare amministrative e presenta il suo ultimo film che dopo aver vissuto la trage- e causato il ferimento di almeno Yemen e Bahrain. E anche la referendum sull’ambiente. Sorelle mai, dia dello tsunami deve sotto- undici persone. Subito dopo le Palestina inizia a sollevarsi Napoli: è allarme smog domani porsi al test di radioattività, sia esplosioni la società che gestisce in tutte venuto spontaneo chiederci: l’impianto, la Tepco, ha reso noto le sale ma che senso ha? Può davvero che nel reattore numero 2 il livello il “costo dell’energia”, ammesso dell’acqua di raffreddamento che che con il nucleare si risparmi (e circonda le barre di combustibi- non è vero), giustificare un’im- le nucleare è sceso drasticamen- magine come quella? Ci sem- te a causa di un problema al siste- bra già di ascoltare le repliche: ma di pompaggio, lasciandole del in Italia si costruiranno centrali tutto esposte. più sicure; il terremoto in Giap- Segue a pagina 3 pone è stato un evento eccezio- nale; da noi non potrà mai acca- dere. Ne siete davvero certi? Sie- L’intervista A lex Sorokin, ingegnere nucleare, russo, ha la- vorato per decenni dentro le centrali nucleari Perchè intorno al reattore, in seguito al terremoto, lo tsunami e le esplosioni è tutto danneggiato. Ca- te pronti a scommettere anche sul futuro dei vostri figli? Liberi10314 Luca Bonaccorsi e da giorni analizza le informazioni che arri- vi, tubature, valvole, comandi, connessioni, pro- di farlo, ma non in nostro nome. vano dal Giappone producendo previsioni che finora babilmente è tutto distrutto e i tecnici non con- Almeno consentite agli italiani si sono dimostrate drammaticamente accurate. trollano più il reattore. di votare sul referendum nucle- «Le centrali non 9 772036 443007 Dott. Sorokin qual’è, secondo le informazioni in Come stanno cercando di interve- are nello stesso giorno in cui si suo possesso, la situazione nella centrale nucle- nire ? svolgeranno le elezioni ammini- si spengono. are di Fukushima? Ci sono un numero di reattori con il nocciolo par- Pompando acqua di mare nel reat- tore per raffreddare le barre con i strative. Facciamo in modo che il popolo sovrano possa decide- è il loro tallone zialmente fuso per mancanza del liquido di raffreda- mento. mezzi dei vigili del fuoco. re davvero del suo futuro ener- getico, e non solo. Senza ingan- d’Achille» Perchè manca il liquido di raffreddamento? Segue a pagina 3 ni e senza trucchi.
  2. 2. 2 martedì 15 marzo 2011 >>Primo L’intervistaL’intervista Parla l’ingegnere Alex Sorokin: «I reattori non si spengono, il problema èil calore di decadimento. è questo il tallone d’Achille delle centrali quando saltano i sistemi»«Il nucleare? Non è dopo che hai “spento” il reattore il combustibile produce calore che ho calcolato in circa 140MW, co- me se uno bruciasse 12 mila litri di benzina l’ora. Questo calore scemauna tecnologia sicura» ogni giorno, ma è altissimo nei pri- mi 5-6 giorni. Quindi: arriva il ca- taclisma (il terremoto per es.), fai in tempo a spegnere il reattore ma il problema ce l’hai lo stesso. Se il terremoto ti distrugge l’infrastrut-Bonaccorsi dalla prima disastro. Diverso il discorso per i Dopo lo Tsunami i media ave- È un problema notissimo ai tecni- tura di raffreddamento o elettri- tecnici. Quelli sono degli eroi. Re- vano diffuso un messaggio ras- ci ma che non è stato ben spiega- ca, parliamo di tubi e cavi, ti ritrovi Funzionerà? stano li per salvare il salvabile ma sicurante: i reattori sono stati to. Nessuno si è chiesto come mai con un reattore che tende a riscal-È possibile. Intanto però l’acqua stanno assorbendo grandi quanti- spenti. la sequenza degli incidenti è ugua- darsi sempre più, sciogliere il com-che pompano produce vapore che tà di radioattività. Probabilmente Alla gente bisogna dirlo: un reatto- le in tutte le centrali? bustibile e, potenzialmente, spac-devono scaricare in atmosfera. So- sono condannati a morte. re non si spegne. O meglio, si può Ce lo spieghi ancora care la struttura di contenimentono vapori altamente radioattivi. Sanno cosa gli sta succedendo? spegnere ma c’è comunque il pro- Il tallone d’Achille della tecnolo- in cui è racchiuso. Per questo nonI tecnici ne sono investiti. E così Penso di si. blema del “calore di decadimento”. gia nucleare è questo qui. Anche si può dire che è una tecnologial’ambiente circostante, “sicura”.per fortuna il vento og- I tecnici che © AP/LAPRESSE Dicono che i nuovi reattori pos-gi tira verso il mare. La restano al sono resistere 48 ore in assenzaportaerei americana, loro posto di raffreddamento.sul luogo per i soccor- Sarei davvero curioso di vederesi, si è dovuta allonta- per salvare il una dimostrazione!nare infatti. Il problema salvabile sono In Europa molti Paesi riconside-è che domani si preve- eroi. Ma sono rano i loro piani nucleari. Stan-de che il vento giri por- condannati do alle prime reazioni invece iltando la nube radioatti- governo italiano ribadise l’in-va verso sud, dove c’è la terraferma tenzione di costruire le 4 cen-e Tokio, una città con 15 milioni di trali progettate. Cosa ne pensa.persone. Non voglio entrare nel dibattitoQuali sono i rischi per la salute politico. Ma da tecnico direi cheumana? mi sembra assai probabile che loDipende dagli eventi delle pros- faranno presto i nostri partner eu-sime ore. È fondamentale che la ropei. L’Italia è il Paese geologica-struttura di contenimento, che è mente più instabile d’Europa. Nonmolto robusta, tenga. Se così non mi meraviglierebbe se fossero pro-fosse e il nucleo di combustibi- prio i tedeschi o i francesi a chie-le fondesse completamente e ri- dere all’Italia di riconsiderare iuscisse a fuoriuscire sarebbe un La centrale nucleare di Fukushima suoi piani nucleari. AnalisiAnalisi Gli impianti che il governo ha deciso di installare nel nostro Paese useranno unatecnologia che prevede l’uso flessibile del Mox, un combustibile potenzialmente molto pericolosoLe centrali italiane Epr ti dalle autorità americane. Do- po 32 anni a seguito di un even- to naturale grave assistiamo ad un’esplosione nel reattore cau- sato dall’idrogeno nella struttu-nascono già vecchie ra metallica che sovrasta il reat- tore. Un progettista di centrali nucleari ha detto che nel reatto- re a rischio 3, è usato come com- bustibile il Mox, un composto d’uranio misto a plutonio (100Erasmo Venosi* rare la reazione a catena), in pres- gettazione diversa di uno o più si- potenza di targa? Tutte impazzi- grammi d’uranio e un grammoU sione come l’AP 1000 (Advanced stemi. La separazione fisica si re- te le Autorità di Sicurezza Nazio- di plutonio contengono l’ener- no degli argomenti uti- Pressurized Reactor da un milio- alizza separando sistemi e parti nale? A Pittsburgh, nel 1979, una gia equivalente di una tonnella- lizzati dai nuclearisti no- ne di Kw), il System 80, l’EPR, e ad che svolgono funzioni analoghe. bolla di gas si formò sopra il noc- ta di petrolio), e che, in caso di strani è che il reattore acqua bollente come l’ABWR (Ad- Infine il “fail-safe” dovrebbe de- ciolo. Si surriscaldò al punto che fusione del nocciolo, le ricadute giapponese interessato vanced Boiling Water Reactor), il terminare la condizione di sicu- lo zirconio della camice dell’ele- di radioattività potrebbero esserdall’evento è di seconda genera- SWR 1000 (Siede Wasser Reac- rezza dell’impianto. Dopo Cher- mento del combustibile reagì con molto peggiori. I primi 4 reattorizione. Questo argomento dovreb- tor), il BWR 90 (Boiling Water Re- nobyl e Three Mile Island, fu det- l’acqua provocando un’emissio- italiani (EPR) saranno ad acquabe implicare un giudizio negativo actor), attualmente ne sono in co- to che i reattori di seconda gene- ne d’idrogeno. La miscela d’idro- in pressione, e riducono del 17%sulla sicurezza d’esercizio di tali struzione nel mondo 61. I principi razione non dovevano esser più geno e ossigeno poteva scoppiare il consumo d’uranio e del 15 glireattori, e quindi la chiusura del- di sicurezza cardinali sono comu- utilizzati. Lo diceva il Prof Lester, distruggendo la vasca del reatto- attinidi per 1000 Kwh prodotti,la loro quasi totalità, considerato ni a tutti i reattori: ridondanza, di- docente d’ingegneria nucleare nel re, proiettando i prodotti in atmo- ma usano in maniera flessibile ilche sono di seconda generazione. versità, separazione fisica, princi- MIT di Boston. Come spiegare sfera. Va anche osservato che la MOX. Resta infine il potenzialeQuelli di terza, quasi tutti ad ac- pio “fail-safe”. Ridondanza equiva- l’aumento dell’operatività di que- formazione della bolla d’idroge- rischio per i sistemi di controlloqua leggera (usano acqua norma- le all’installazione di più compo- sti reattori di circa dieci punti per- no non era prevista in alcuno de- che presidiano la sicurezza.le per il raffreddamento e mode- nenti. La diversità vuol dire pro- centuali ( fattore di carico) o della gli scenari d’incidente immagina- *fisico nucleare Arcore Arcore. “Berlusconi dimettiti” su un enorme striscione. Ad accompa- gnarlo le sagome di agenti della Polizia trafitti da coltelli e la scritta Lampedusa Silvio assediato “Ci hanno pugnalato alle spalle”. Questa l’accoglienza riservata a Ber- lusconi dai sindacati delle forze dell’ordine in agitazione per i forti ta- Contestati dalle forze gli subiti. Alle 10:30, il premier è uscito dall’abitazione, con indosso un giubbotto della polizia di Stato e si è impegnato a presentare nel pros- Le Pen dell’ordine simo CdM un provvedimento per recuperare i fondi. e Borghezio
  3. 3. piano>> martedì 15 marzo 2011 3 Giappone Giappone L’impianto è stato colpito da due nuove esplosioni. Un guasto al sistema di pompaggio ha lasciato esposte le barre di combustibile atomico, poi raffreddate grazie all’impiego di acqua di mare Fukushima, allarme Tosatti dalla prima In base a quanto riferito dall’agenzia di stampa Kyodo, una volta esposte le barre avreb- fusione nel reattore 2 bero dato inizio a un processo di fusione, rilasciando isotopi ra- dioattivi; una squadra di tecnici sarebbe però intervenuta utiliz- zando acqua di mare come refri- gerante, bloccando il processo e riportando la situazione a un li- ne si sarebbe stabilizzata, anche mente funzionanti. temente danneggiati, renden- nito la più grave crisi dalla Se- vello definito non pericoloso. Se- se uno dei tre reattori presen- Oltre all’allarme nucleare, le au- do in molti casi estremamen- conda guerra mondiale. I media condo le comunicazioni ufficia- ti continua ad avere problemi di torità giapponesi stanno fron- te problematici i soccorsi. Nel- locali riferiscono di 2.000 cada- li, finora le dosi di radiazioni re- raffreddamento. Nelle altre due teggiando in queste ore anche la regione sono milioni le per- veri rinvenuti ieri in due citta- gistrate al di fuori della centrale centrali che domenica avevano una grave emergenza umani- sone rimaste senza un riparo, dine lungo la costa nella prefet- di Fukushima 1 sono al di sotto destato preoccupazione, Onaga- taria. Nel Nord Est dell’arcipe- senza energia elettrica e senza tura di Miyagi. Un numero che, della soglia di allarme: il valore wa e Tokai, gli impianti refrige- lago strade, ferrovie, porti e in- acqua, in quella che il premier sommato a quello dei corpi tro- di 1557,5 microsievert registrato ranti sarebbero invece perfetta- frastrutture sono stati pesan- giapponese Naoto Kan ha defi- vati nei giorni scorsi nella peni- ieri infatti è mille volte più bas- sola di Ojika e a Mina- Nel Paese © AP/LAPrESSE so della dose a cui si riscontra- miasnriku, porterebbe no danni biologici acuti. Secon- intanto è la stima parziale delle do le tabelle internazionali, i pri- emergenza vittime a 5.000, mentre mi effetti sulla salute si hanno restano decine di mi- con un’ora di esposizione tra 0,1 umanitaria. gliaia i dispersi. e 0,5 sievert, che causa una dimi- I dispersi sono A complicare ulterior- nuzione temporanea dei globu- ancora decine mente la situazione del li bianchi. Da 1 a 2 sievert si ha di migliaia Giappone sono i timo- invece un avvelenamento radio- ri sul fronte economi- attivo lieve, con nausea, vomi- co: la Borsa di Tokyo è crollata to e depressione del sistema im- ieri di oltre il 6 per cento, bru- munitario. L’avvelenamento gra- ciando tutti i guadagni realizza- ve si ha con un’esposizione di 3 ti dall’inizio dell’anno. Per tenta- sievert, che comporta la morte re di arginare la crisi la Bank of del 50 per cento dei pazienti en- Japan (BoJ) ha deciso di aumen- tro 30 giorni. Sopra i 6 sievert, in tare di 5.000 miliardi di yen (cir- assenza di terapie drastiche co- ca 44 miliardi di euro), le risor- me il trapianto di midollo osseo, se per l’acquisto di asset garan- la mortalità è del 100 per cento. titi, in modo da incrementare la Nel vicino stabilimento di Fu- liquidità sui mercati e cercare di kushima 2, intanto, la situazio- stabilizzare l’economia. La testimonianza La testimonianza A colloquio con Hiromi, prigioniera di una terra devastata a pochi chilometri dalla centrale nucleare di Fukushima. «Non so cosa fare, non so dove scappare» Paura a Sendai: «Spero Bruno Picozzi H iromi mi parla dalla ca- sa di suo fratello alla pe- riferia di Sendai, prefet- che il vento non cambi» tura di Miyagi, la regio- ne più colpita dal disastro. Sedu- ta al computer mi racconta con apprensione il peggior terremoto che il Giappone ricordi, quei mi- nuti terribili con gli oggetti che volavano fuori dai mobili e tutto strade e migliaia di vite umane. voce di un nuovo tsunami in arri- no e basta. Le faccio presente che «Dicono che il vento soffia verso intorno che ballava come su una Si portava via la casa di sua non- vo. La televisione trasmette sen- gli americani hanno fatto allonta- il mare e quindi non è pericoloso. nave in tempesta. D’improvviso na, costruita a poche centinaia di za sosta le immagini del disastro nare la Settima flotta che incro- Ma se il vento dovesse comincia- si blocca nel suo inglese approssi- metri dalla costa. E anche quel- e manda gli ultimi aggiornamenti ciava a 160 km dalla costa e che re a soffiare da Est, allora potreb- mativo, appena sufficiente a far- la della sua migliore amica, della sulle esplosioni negli impianti vi- i francesi raccomandano ai lo- be arrivare fin qui». Fin quando si capire. «Trema ancora. Proprio quale non ha più notizie. Adesso cini. «Dicono che non è perico- ro concittadini di lasciare Tokyo, l’elettricità lo permette rimango- adesso! Fa paura» Subito dopo la Hiromi è prigioniera tra la costa loso, che dobbiamo stare calmi. 240 chilometri più a Sud. «Non so no tutti incollati al computer e al- prima scossa, venerdì scorso, si è devastata a circa 30 km e la cen- Dobbiamo tenere la pelle coper- cosa fare. Non so dove scappare», la televisione, a seguire le notizie diretta al rifugio più vicino e am- trale nucleare di Fukushima ap- ta e proteggere il capo». Le chie- risponde confusa. Hiromi sa so- che potrebbero cambiare la lo- massata con tanti altri sul pavi- pena più lontano. Le scosse di as- do per quale ragione deve proteg- lo che deve rimanere dov’è, lei, il ro vita. «Mi ha fatto bene parlare mento di una scuola, nel fred- sestamento si ripetono una die- gersi se non c’è pericolo. «Per pre- fratello e i genitori, in una piccola con te», mi dice infine, come se io do invernale che ancora morde il tro l’altra, «sembra che non smet- cauzione», risponde citando le casa tutta dinoccolata con scor- potessi in qualche modo aiutar- Nord dell’isola di Honshu, ha sa- ta mai di tremare», dice. «Non raccomandazioni delle autorità. te di acqua e cibo che basteran- la. Poi ci salutiamo con un sorri- puto dello tsunami che devasta- esce acqua dai rubinetti, non c’è I giapponesi sono un popolo ub- no forse per una settimana. Con so, più di preoccupazione che di va la costa fin nei pressi del suo gas per cucinare e l’elettricità va bidiente fin nel profondo e, se il questa minaccia invisibile che speranza. «Speriamo che il vento quartiere, che spazzava via case, e viene». Ogni tanto si sparge la capo dice di fare una cosa, la fan- scende dal Nord, da Fukushima. non cambi». A Lampedusa ieri sono sbarcati 64 migranti, ma anche Marine Le Pen, presidente del Fronte nazionale francese, e Mario Borghezio, Diritti Il crocifisso è l’unico simbolo religioso ammesso nelle aule di italia- ne. A stabilirlo è stata ieri la Corte di cassazione, secondo la quale, europarlamentare della Lega Nord, in visita istituzionale al centro di accoglienza per i rifugiati. «Provo molta compassione per voi, ma Aule giudiziarie, per esporre negli uffici pubblici altri simboli religiosi, sarebbe neces- saria «una scelta discrezionale del legislatore, che al momento non l’Europa non può accogliervi», ha detto la leader di estrema destra, contestata da alcuni cittadini siciliani, che hanno intonato slogan il crocifisso sussiste». La sentenza è quella che ha portato alla rimozione dall’or- dine giudiziario Luigi Tosti, giudice di pace di Camerino che si era ri- antifascisti e a sostegno degli immigrati. detta legge fiutato di tenere udienza alla presenza del crocifisso.
  4. 4. 4 martedì 15 marzo 2011 >>Primo piano>>Nucleare La Cancelliera Merkel decide per una sospensione di 3 mesi del prolungamento dellavita delle centrali. Anche la Svizzera è per lo stop. Austria, Belgio e Finlandia avviano una riflessione NucleareL’incubo Fukushima le generazioni future un sistema che non si può controllare al 100 per cento». La Svizzera, inoltre, per bocca del ministro dell’Am- biente e dell’Energia Doris Leu-spegne i reattori europei thard, ha deciso di «sospendere le tre procedure relative alle doman- de di autorizzazione per le nuove centrali nucleari finché non sarà fatta un’analisi approfondita de- gli standard di sicurezza e non siDina Galano mo sicuro e sotto controllo, ades- pianti», i quali, ha specificato, so- secondo tra i Paesi industrializza- sarà proceduto a loro eventualeA so è rimesso in discussione». no «una tecnologia ponte in at- ti dopo gli Stati Uniti per nume- adeguamento». Non sono rima- i connazionali che si tro- Prima a tornare sui suoi passi è tesa del passaggio alle rinnovabi- ro di reattori. Ieri, l’eurodeputa- ste in silenzio né l’Austria, che ha vano in Giappone, i go- stata la Germania, con la decisio- li che è la massima priorità». Sol- to di Europe Ecologie, Daniel Co- chiesto la dismissione delle cen- verni europei consigliano ne di sospendere per tre mesi il tanto sabato scorso, nel sud del hn-Bendit, ha rilanciato l’ipote- trali in Slovenia e Slovacchia, né il ritorno in patria. L’Eu- prolungamento della vita delle 17 Paese, circa 50mila persone han- si di un referendum per uscire dal il Belgio, il cui ministro dell’Inter-ropa evacua, in reazione al cre- centrali stabilito nell’ottobre del no manifestato per dire no al nu- nucleare contraddicendo le paro- no, Annemie Turtelboom, ha av-scente allarme radioattività. E so- 2010. La moratoria, ha spiegato il cleare creando una catena umana le rassicuranti of- viato «la riflessio-spende i programmi nucleari at- cancelliere Angela Merkel, servirà lunga 45 chilometri. La pressione ferte dal governo, In Francia gli ne sull’estensione otivi sul proprio territorio. L’incu- a effettuare «senza tabù un’ampia dell’opinione pubblica si è abbat- affinché «non si ecologisti lanciano meno» della dura-bo contaminazione si è fatto im- verifica della sicurezza degli im- tuta anche sul governo francese, lasci in eredità al- l’idea di un ta dei sette reatto-mediatamente apprezzare nei ri presenti. Maggio-14 Paesi Ue che da anni utilizza- referendum. re prudenza, invece,no l’atomo per l’approvvigiona- I Verdi italiani: dal governo italianomento energetico, con decisioni «Si fermi la follia che di fronte alla tra-d’urgenza che in alcuni casi han- dell’atomo» gedia nipponica nonno bloccato l’operatività degli im- vuole rinunciarepianti meno sicuri e in altri hanno all’opzione nuclearista; così il mi-invalidato provvedimenti pro nu- nistro degli Esteri Franco Frattinicleare adottati mesi prima. La riu- ieri ha parlato «di un dibattito ri-nione attesa per oggi a Bruxelles aperto in modo sbagliato, che na-dei principali esperti sulla sicu- sce dall’emozione». La società ci-rezza nucleare, dei direttori degli vile italiana, d’altro canto, ha invo-impianti e delle aziende che li ge- cato «il ripensamento sulla sceltastiscono, cercherà di far il punto nucleare e il blocco dell’iter del-sulle misure da adottare. Secondo la legislazione in Parlamento». Lequanto preannunciato dal com- associazioni Legambiente, Gre-missario Ue all’Energia, Guen- enpeace e Wwf hanno poi chie-ther Oettinger, lo scopo del mee- sto «le dimissioni dei componen-ting sarebbe di raccogliere «infor- ti dell’Agenzia per la sicurezza nu-mazione di prima mano sui piani cleare, finora preoccupata di faredi sicurezza predisposti, compre- propaganda». Tutte le forze poli-si i controlli effettuati dalle auto- tiche, dai Verdi all’Idv, hanno ri-rità nazionali». Ciò che è accadu- lanciato l’opportunità dell’accor- © MARIJAN MURAT/ANSAto a Fukushima in Giappone «ha pamento dei referendum abroga-cambiato il mondo», ha osserva- tivi, denunciando «la troppa su-to Oettinger, «e molto di ciò che perficialità con cui si afferma chenelle società industriali riteneva- La catena umana di fronte alla centrale nucleare di Neckarswestheim in Germania il nucleare è sicuro». ProtestaProtesta Negli Stati Uniti il movimento antinuclearista fa sentire la propria voce. Il temarimbalza da una rete televisiva all’altra e Obama, da sempre sostenitore dell’energia atomica, taceCosì l’effetto Chernobyl rezza», ha dichiarato Zhenhua, «ma nessun passo indietro». La Cina infatti sta costruendo cen- trali nucleari più di ogni altro pa- ese al mondo - ben 27 nuove -si abbatterà sul dollaro per sostenere il fabbisogno ener- getico. Dave Dai, analista finan- ziario di Hong Kong, intervista- to da Reuters, ha confermato che «nessun incidente fermerà gli in- vestimenti. Al massimo PechinoEmanuele Bompan «Questo disastro non potrà esse- Liebermann, intervenuto su Cbs: ha inserito 36 miliardi di dolla- spenderà di più in misure di si-da Washington re di aiuto a sviluppare un setto- «Bisogna capire cosa è successo ri di prestiti per costruire nuove curezza». Intanto emergono det-L re dell’industria che sta cercando in Giappone, prima di prosegui- centrali nucleari e sperimentare tagli inquietanti sui controlli del- a crisi nucleare della cen- voti al Congresso». Il movimen- re». Secondo l’Nrc, gli impianti nuovi tipi di reattori, investimen- la centrale Fukushima. Secondo trale di Fukushima fa tre- to antinuclearista ha già inizia- americani rimangono però fuori ti che secondo un analista finan- Ishibashi Katsuhiko, professore mare il mondo corpora- to a battere i pugni sul tavolo e da ogni rischio «essendo pianifi- ziario di Washington, «ora po- della Kobe University «Avrem- tivo dell’energia atomi- il tema è rimbalzato in tutti i di- cati in modo da assorbire even- trebbero fermarsi. Siamo all’ini- mo potuto prevenire il disastroca. «Questo sarà, senza ombra di batti politici della domenica sul- tuali fenomeni naturali catastro- zio di un nuovo effetto Chernob- di Fukushima». Nel 2007 si sa-dubbio, un grande passo indie- le reti americane. Il parlamenta- fici, in zone non sismicamen- yl per il settore industriale del peva già che 55 centrali nuclea-tro per il cosiddetto rinascimen- re democratico Ed Markey sug- te sensibili». Obama, che fin dai nucleare». A Pechino, intanto, a ri erano esposte a terremoti adto nucleare: l’immagine in tele- gerisce con una moratoria sulla tempi della sua campagna elet- pochi mesi dalla pubblicazione alta intensità. In quell’anno Kat-visione di una centrale nucleare produzione di energia nucleare torale si è sempre detto un so- del piano energetico quinquen- suhiko in un articolo scientificoche esplode è destinata a rima- «dobbiamo essere sicuri che non stenitore dell’energia atomica, nale, Xie Zhenhua, responsabile sulla sicurezza dei reattori, scris-nere nella mente della gente.» A si possano verificare incidenti si- al momento non ha rilasciato di- per la Commissione Sviluppo, ha se: «se non si prendono misure diparlare è Peter Bradford, ex re- mili in futuro». Per Greenpeace chiarazioni in proposito, prefe- dichiarato che l’incidente a Fu- precauzione il Giappone potreb-sponsabile della Commissione «bisogna fermare la costruzio- rendo concentrare l’attenzione kushima influirà limitatamente be doversi confrontare nel brevestatunitense per la Regolamen- ne di nuove centrali subito». So- sull’emergenza in Giappone. Nel sulla strategia energetica cinese. periodo con una catastrofe nu-tazione nucleare, nota come Nrc. spettoso anche il nuclearista Joe budget per il 2012 il presidente «Rinforzeremo le misure di sicu- cleare».
  5. 5. >>Rifiuti>> martedì 15 marzo 2011 5Il caso Il caso Dalla discarica di Macchia Soprana, in provincia di Salerno, fuoriesce il rifiuto liquido che contamina il corso d’acqua. L’impianto è finito a febbraio nell’inchiesta “Marea Nera”Emergenza percolato a SerreCosì avvelenano il fiume SeleGiorgio MottolaS e prima veniva sversato in mare, oggi finisce diretta- mente nel fiume. Il perco- lato delle discariche cam-pane è sempre più fuori control-lo. A Serre, piccolo comune del-la provincia di Salerno in cui sor-ge l’invaso di Macchia Soprana,è piena emergenza. Da mesi, il li-quido nocivo dei rifiuti filtra at-traverso il terreno della discari-ca e arriva dritto nel fiume Sele.L’acqua contaminata dal perco-lato scorre per circa cinquecen-to metri e viene quindi raccoltain una diga, per poi essere uti-lizzata nell’irrigazione dei cam-pi della pianura. Al danno si ag-giunge però la beffa. Il punto incui il rifiuto liquido entra nel fiu-me rientra in un territorio pro-tetto. Siamo infatti nel cuoredell’Oasi del Wwf di Persano. Sopra il “fiume nero” di percolatoQuando lo scorso novembre le nelle vicinanzepiogge sono state particolar- del Sele. A destramente intense, il rigagnolo di una rana morta in mezzo al rifiutopercolato, che quasi ininter- liquido. A destrarottamente scende a valle dal- uno sversatoio dila collina su cui è stato costru- percolatoito l’invaso, si è trasformato inun fiume nero. L’affluente co-lor pece del Sele non ha porta-to, e non porta, alcun beneficio.Secondo quanto scrivono i ma-gistrati della Procura di Napolinelle carte dell’inchiesta “Ma-rea Nera”, il percolato di Mac-chia Soprana sarebbe infatti «ilpiù nocivo della Campania». Alsuo interno è stata riscontratala presenza di amianto, azotoammoniacato e metalli pesanti.Una vera e propria bomba eco-logica, ancor più complicata dagestire se ci si trova in pienaemergenza rifiuti. Per questo,nel 2007 i dirigenti del Commis-sariato di governo e i gestori la scorsa settimana. Il percolato Secondo i magistratidella discarica di Serre avevano continua a fuoriuscire da Mac- i reflui liquidi dellodeciso di accorciare illegalmen- chia Soprana senza alcuna in-te la filiera dello smaltimen- terruzione. Attraversa il terri- stabilimento sonoto. Il rifiuto liquido di Macchia torio dell’Oasi di Persano, entra i più nocivi di tuttaSoprana veniva portato nel de- in contatto con la fauna e con- la Campania: dentropuratore di Nola, e qui sversa- tamina l’acqua utilizzata dagli c’è anche amiantoto nel Mar Tirreno senza alcun agricoltori della Piana del Se-pretrattamento. Una situazio- le. Le guardie ambientali del tenzione di riaprire l’impianto te. Ma quello di Macchia Sopra- lo il percolato. L’Arpac, l’agenziane che è andata avanti per anni. Wwf hanno denunciato più vol- per consentire lo sversamento di na non è certamente uno stabili- regionale per l’ambiente, solo loL’ex prefetto Corrado Catenac- te il disastro ambientale, che si almeno altre 120 mila tonnella- mento modello. Nel 2007 Guido scorso dicembre si è accorto checi e la vice di Guido Bertolaso, sta verificando, con segnalazio- te di rifiuti. Ma se la magistratu- Bertolaso ne ha decretato la ria- a Serre mancavano. Il ConsorzioMarta De Gennaro, sono sta- ni ed esposti in Procura. Ma no- ra intervenisse, mettendo i sigil- pertura e l’ampliamento. Più vol- di Bacino Salerno 2, che gestisceti arrestati nell’ambito dell’in- nostante ci siano stati molti so- li all’invaso, la Prestigiacomo do- te l’ex capo della Protezione civi- lo sversatoio, in seguito all’impo-chiesta, coordinata dal sostitu- pralluoghi delle forze dell’ordine, vrebbe rinunciare alla soluzione le è venuto persino a rassicurare sizione dell’ente di controllo re-to procuratore Aldo De Chiara, non è stato finora adottato alcun più semplice. Eppure il fiume ne- gli abitanti di Serre sull’efficien- gionale, ha provveduto alla co-e il direttore dell’impianto sa- provvedimento. ro di percolato dimostra che in za dell’impianto. Fino allo scor- struzione di quattro pozzi.lernitano Michele Marino risul- La ragione sta forse nella fun- quell’impianto c’è qualcosa che so dicembre, però, la discarica Il sindaco di Serre Palmiro Cor-ta invece indagato. zione strategica che Serre rico- non va. era completamente sprovvista netta ha per questo ingaggiato pre nei Piani del governo. Nono- dei pozzi spia. Si tratta di buchi una battaglia contro la riaperu-L’impianto però continua a stante l’invaso sia stato dichiara- Il liquido nero rappresenta in- nel terreno, fatti a monte e a val- ra: «Un impianto del genere nonnon funzionare. La dimostra- to esaurito da tempo, il ministe- fatti una pericolosa anoma- le, indispensabili per monitorare dovrebbe esistere. È uno deglizione è tutta nelle foto a fian- ro dell’Ambiente ha annunciato lia che non dovrebbe verificar- i contatti con la falda acquifera. scandali della gestione di Guidoco, alcune delle quali scattate fin dallo scorso settembre l’in- si in una discarica funzionan- Tengono dunque sotto control- Bertolaso».
  6. 6. 6 martedì 15 marzo 2011 >>Este Il casoIl caso L’impresa Pizzarotti nega: «I nostri cantieri non interessano i territori in questione».Ma i lavori per la linea ferroviaria superveloce minacciano i villaggi di Beit Surik e Beit IksaPalestina, cresce la protestaper le trivelle made in ItalyEnrico CampofredaL’ azienda italiana Pizza- rotti spa insieme all’israe- liana Shapir (con la sigla Shapir-Pizzarotti Rail-ways) sta avviando gli scavi dellazona “C” della linea ferroviaria su-perveloce Tel Aviv-Gerusalemme.Un’opera gigantesca, anche co-me business, per la quale si pre-vede un costo complessivo di 1,67miliardi di dollari. La realizzazio-ne della nuova linea ferroviariaha sollevato negli ultimi mesi leforti e accorate proteste delle co-munità palestinesi di Beit Surik eBeit Iksa, che contestano l’illega-lità dell’infrastruttura: i cantieri,in sostanza, sarebbero stati apertiviolando quanto prevede la quar-ta Convenzione di Ginevra sulle La società lavora peroccupazioni militari di territori. un tratto contestato delAlcuni chilometri della ferrovia, megatunnel lungo 30 km,dei ponti già realizzati, dei tunnelscavati e da scavare, infatti, vanno che ha già causato seriben oltre la Linea Verde e insisto- danni. L’appello perchéno in terra cisgiordana, creando rinunci all’appalto sullaun impianto per legge inammissi- Tel Aviv-Gerusalemmebile nei luoghi occupati che saràusato esclusivamente dai cittadi- il territorio palestinese». Peccatoni dello stato di Israele. L’enclave che un dettagliatissimo report didi Latrun, la valle dei Cedri, i terri- “The Coalition of women for pea-tori dei due villaggi di Beit Surik e ce” affermi ben altro. Il documen-Beit Iksa verranno stravolti, come to comprensivo di foto, mappe, ela loro microeconomia agricola, resoconti evidenzia come l’ultimosenza contare l’impatto ambien- tratto della zona C, in cui Pizza-tale già causato dall’imponente rotti è impegnata insieme al part-attività di movimentazione ter- ner israeliano Shapir, si muoveràra. Il progetto avviato quindici an- nel sottosuolo della West Bank,ni fa dall’Amministrazione civile presso il villaggio di Beit Iksa.israeliana - frenato dalle proteste Per realizzare quella tratta so-pacifiste ed ecologiste oltre che Qui sopra: uno dei viadotti della no indispensabili sia il know-out linea ferroviaria ad alta velocitàda difficoltà tecniche, giuridiche e Tel Aviv-Gerusalemme. A destra: dei tecnici italiani sia i macchi-politiche - è proseguito nonostan- l’impatto ambientale dei lavori di nari di cui la Pizzarotti (come late un pronunciamento contrario movimentazione terra. Accanto: il Deutsche Bahn e la Moscow Me- cantiere della Pizzarotti, impegnatadella Corte Suprema d’Israele sul- in partenariato con la società Shapir trostroy) dispone: le Tbm, le tal-la questione dello sconfinamento. nei lavori di un tratto del megatunnel pe capaci di scavare fori da 1 a 16Ma le modifiche a un primo trac- contestato dalle comunità palestinesi metri di diametro senza recareciato a ridosso di colonie ebrai- grande disturbo al terreno.che hanno prodotto dal 2005 l’at- vato il tunnel di 3,5 km della trat- Nessuna impresa israeliana pos-tuale piano, sostenuto dallo stes- ta B che ha attraversato l’encla- siede questi costosissimi macchi-so esercito di Tel Aviv. ve di Latrun nella West Bank, un nari e il governo di Tel Aviv, per re-Una parte della tratta “C” in cui territorio dove l’occupazione ci- alizzare l’imponente infrastruttu-è impegnata Shapir&Pizzarotti vile della colonia ebraica di Mevo ra, deve fare necessariamente ri-Railways si sviluppa, infatti, a ri- Horon s’affianca da tempo a quel- corso a cordate internazionali.dosso della Linea Verde in una la militare dell’Idf. La beffa è che Nasce da qui la richiesta, rinnova-no man’s land dove Tsahal ha per- i 530 mila metri cubi di terra già ta alla Pizzarotti da parte delle as-messo comunque l’esecuzione dei estratti e i molti che s’estrarran- sociazioni impegnate accanto al-lavori. Soltanto l’ultimo tratto dei no nella zona C grazie alle turbi- le comunità palestinesi: verifichi30 km del tunnel sotterraneo (sa- ne fornite dalla Pizzarotti spa, po- lemme, dove alcuni di loro lavora- go «non è frutto di reticenza a for- meglio le mappe del progetto, serà il più lungo di Israele) della zo- tranno essere venduti. no. Anche per queste ragioni, da nire dettagli, quanto la conferma necessario, e una volta accerta-na “C” entra nel territorio palesti- I ricavi andranno nelle casse tempo viene sollecitato, da parte che la Pizzarotti svolge nell’ambi- to che, effettivamente, quel trat-nese fra Beit Surik e Beit Iksa, ma dell’amministrazione civile israe- delle associazioni che sostengono to del progetto un ruolo assoluta- to di tunnel interessa anche i ter-è quanto basta per chiamare in liana e potrebbero servire per le la causa palestinese, la rinuncia mente secondario (…) che la no- ritori della West Bank, a differen-causa anche l’impegno dell’azien- edificazioni di nuove colonie, co- all’appalto da parte della Pizza- stra impresa è mandante in un za di quanto affermato nella no-da italiana, che ha sostituito nella me quella di Har Hadar che fron- rotti. Sollecitazioni e richieste di gruppo temporaneo di imprese, ta dell’ufficio stampa, ritiri le suepartnership con Shapir l’austriaca teggia e soffoca Beit Surik ben ol- chiarimenti, rilanciate anche da contrattate per la sola esecuzio- trivelle. Potrebbe ancora impedi-Voestalpine, ritiratasi nell’ottobre tre la Linea Verde. Agli abitan- Terra, che finora hanno prodotto ne di un tratto, esclusivamente re che i 4.000 abitanti di Beit Su-scorso. Le altre società coinvolte ti di questo villaggio, già privati solo una lettera dell’ufficio stam- in galleria, pertanto con impatto rik finiscano come quelli di Beitnella realizzazione dell’opera so- dei campi dove coltivavano ulivi e pa del gruppo. Dopo avere rifiu- ambientale pressoché nullo. Inol- Nuba a Latrun: sfrattati dalla lorono la Deutsche Bahn e la Moscow prugne, non è consentito neppu- tato una richiesta d’intervista, in tre il nostro lotto con mandataria stessa terra, per fare spazio a unMetrostroy. Quest’ultima ha sca- re il pendolarismo verso Gerusa- quella nota si afferma che il dinie- un’impresa locale non passa per treno super veloce.

×