Disturbi psichiatrici in HCV

2,214 views
2,131 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,214
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Disturbi psichiatrici in HCV

  1. 1. Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente in trattamento IFN Fabrizio Starace Direttore Servizio di Psichiatria, A.O. Cotugno Hon. Lecturer in Public Health – University of London Docente di Psichiatria Sociale – Università di Napoli
  2. 2. <ul><li>Prima di iniziare un trattamento, del quale sono noti i possibili effetti sulla sfera psichica, considerare l’invio a consulenza se il paziente presenta: </li></ul><ul><ul><li>Attuale episodio ansioso o depressivo </li></ul></ul><ul><ul><li>Anamnesi positiva per ansia o depressione o altri precedenti disturbi psichiatrici </li></ul></ul><ul><ul><li>Precedenti ospedalizzazioni psichiatriche </li></ul></ul><ul><ul><li>4. Anamnesi positiva per abuso o dipendenza da alcool, droghe e farmaci </li></ul></ul><ul><ul><li>5. Familiarità di disturbi d’ansia, depressione o tentativi di suicidio </li></ul></ul><ul><ul><li>6. Scarsa o assente rete di supporto sociale </li></ul></ul>Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente con HCV
  3. 3. <ul><li>Informare il paziente sui rischi di comparsa di sintomi psichiatrici indotti da IFN (prevalenza fino al 30% dei soggetti trattati) </li></ul><ul><li>Aiutare il paziente a riconoscere i sintomi psichiatrici più comuni (ansia, depressione) </li></ul><ul><li>Spiegare al paziente quali opzioni di trattamento sono disponibili in caso di insorgenza di sintomi psichiatrici </li></ul>Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente con HCV
  4. 4. <ul><li>Se la condizione ansioso-depressiva è in corso, andrebbe prima trattata l’ansia e la depressione, quindi - alla remissione - iniziare il trattamento con IFN </li></ul><ul><li>Durante il trattamento con IFN, il paziente va osservato con particolare frequenza ed attenzione, per individuare precocemente possibili riacutizzazioni della sintomatologia ansioso-depressiva </li></ul><ul><li>Durante il trattamento con IFN, il paziente con precedente abuso di sostanze va osservato con particolare frequenza ed attenzione, per individuare precocemente possibili ricadute </li></ul>Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente con HCV
  5. 5. <ul><li>Linee guida per l’assessment </li></ul><ul><li>Valutazione iniziali e a cadenza mensile mediante strumenti standardizzati (es.: ZSDS, ZSAS, PHQ-9) </li></ul><ul><li>Esplorazione sistematica di idee e comportamenti suicidari </li></ul><ul><li>Invio a consulenza psichiatrica in caso di segni e sintomi ansiosi e depressivi sopra-soglia (specie se normali alla valutazione iniziale) </li></ul><ul><li>Focalizzare l’intervista sui segni e sintomi ansiosi e depressivi seguenti: </li></ul><ul><ul><ul><li>umore depresso, anedonia, senso di colpa, disperazione ed impotenza, isolamento, ruminazione ossessiva, crisi di pianto, attacchi di panico, ideazione suicidaria </li></ul></ul></ul>Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente con HCV
  6. 6. <ul><li>Linee guida per l’intervento (1) </li></ul><ul><li>L’intervento deve essere immediato e deciso </li></ul><ul><li>Per i disturbi d’ansia i farmaci di prima scelta sono gli ansiolitici (BDZ) che presentano scarso o nullo metabolismo epatico (oxazepam, lorazepam) </li></ul><ul><li>Un intervento psicoterapico breve può essere decisivo in caso di sintomi ansiosi reattivi </li></ul>Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente con HCV
  7. 7. <ul><li>Linee guida per l’intervento (2) </li></ul><ul><li>Per i disturbi depressivi i farmaci di prima scelta sono gli SSRI ed in particolare quelli che presentano il miglior profilo di tollerabilità, le minori interazioni, la maggiore efficacia dimostrata (paroxetina, sertralina, citalopram) </li></ul><ul><li>Se la condizione depressiva è di lieve o moderata gravità il trattamento antivirale può essere proseguito </li></ul><ul><li>Un intervento psicoterapico breve può essere decisivo in caso di sintomi depressivi reattivi </li></ul>Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente con HCV
  8. 8. <ul><li>Linee guida per l’intervento (3) </li></ul><ul><li>Se la sintomatologia depressiva non risponde alla terapia (entro 2-4 settimane) considerare: </li></ul><ul><ul><li>l’uso di un altro antidepressivo con differente meccanismo d’azione </li></ul></ul><ul><ul><li>la riduzione o la sospensione del trattamento IFN; tale decisione potrebbe essere assunta congiuntamente dallo specialista infettivologo, dal consulente psichiatra, e dal paziente, adeguatamente informato </li></ul></ul><ul><li>N.B.: la sospensione del trattamento può a sua volta indurre atteggiamento rinunciatario e depressivo </li></ul>Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente con HCV
  9. 9. <ul><li>Linee guida per l’intervento (4) </li></ul><ul><li>Se la condizione depressiva è grave (presenza di sintomi psicotici o di franca ideazione suicidaria) il trattamento antivirale dovrebbe essere interrotto ed il paziente dovrebbe ricevere immediata ed appropriata assistenza psichiatrica, se necessario in condizioni di degenza </li></ul>Valutazione e gestione dei disturbi psichiatrici nel paziente con HCV
  10. 10. Paziente candidato alla terapia con IFN Screening psichiatrico: Anamnesi psicopatologica remota Umore attuale / stato d’ansia Attuale uso di sostanze stupefacenti Patologia psichiatrica complessa (es. Disturbo bipolare o Schizofrenia) Attuale abuso di sostanze Trattamento psichiatrico in corso Presenza di sintomi depressivi e/o ansiosi di intensità moderata o grave (PHQ-9) Invio a consulenza psichiatrica Proposta di terapia con un antidepressivo 4 settimane prima dell’inizio della terapia con IFN Inizio terapia con IFN, screening psichiatrico ogni 2-4 settimane per i primi tre mesi, poi una volta al mese Persistenza o aggravamento dei sintomi depressivi Nei pazienti che non rispondono: aumentare la dose dell’antidepressivo, o cambiare classe di antidepressivo (es.bupropione o mirtazapina) I sintomi persistono o si aggravano Compenso sintomatologico Insorgenza di sintomi depressivi e/o ansiosi di intensità moderata o grave durante il trattamento IFN Avvio terapia con antidepressivo e gestione a breve termine di sintomi specifici (per es. affaticabilità, sonnolenza, ansia) Compenso sintomatologico Modificato da: Raison et al., CNS Drugs, 2005 Invio a consulenza psichiatrica Trattamento appropriato Paziente asintomatico Invio a consulenza psichiatrica Inizio terapia con IFN, screening psichiatrico ogni 2settimane per il primo mese, poi una volta al mese Compenso sintomatologico Interruzione trattamento IFN Compenso sintomatologico

×