SlideShare a Scribd company logo
1 of 24
Download to read offline
Luce sull’Esquilino
Progetto partecipato a cura delle Associazioni del Rione
Luce sull’Esquilino - il progetto
• Esigenza: favorire una migliore vivibilità del Rione con riferimento particolare alle
problematiche legate all’illuminazione ed alla sicurezza.
• Obiettivi : censire le zone e gli attraversamenti pedonali per avere una “fotografia” e misura della qualità
dell’illuminazione, migliorare i livelli di servizio forniti dagli Enti preposti ed attivare un sistema efficiente ed
efficace per la gestione degli interventi.
• Data di inizio: 15 febbraio 2019
• Date target: 30 marzo (fine raccolta dati) – 30 aprile (presentazione finale)
• Soggetti coinvolti: progetto partecipato con Le Associazione del Rione:
• Abitanti Via Giolitti – Arco di Gallieno - Esquilino in Comune – Esquilino Vivo –
• RES (Rete Esquilino Sociale) – Comitato di Piazza Vittorio Partecipata – Il Cielo sopra Esquilino
Coordinamento: Associazione Abitanti Via Giolitti
Luce sull’Esquilino – Opportunità
➢ Opportunità: dare inizio ad una collaborazione attiva fra cittadinanza
ed Enti che possa generare azioni congiunte volte al miglioramento
della qualità della vita nel Rione:
1. Garantire maggiore sicurezza, minimizzando i tempi di intervento ed i rischi
nella gestione delle criticità.
2. Valorizzare il decoro di zone ad alto contenuto storico e culturale.
3. Accrescere il livello di fiducia e collaborazione nel rapporto fra cittadinanza
ed Enti Pubblici.
➢ Beneficiari del progetto: la cittadinanza, i turisti, l’immagine di Roma
Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro
1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone.
2. Definizione di una schema per la valutazione dei parametri
quali-quantitativi.
3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle
Zone ai gruppi di lavoro.
4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo).
5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database.
6. Risultati
Il Rione in viene suddiviso in 10 ZONE –
ogni zona è formata da un insieme di archi di strada
1) Mappatura del Rione e suddivisione in Zone
Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro
1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone.
2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali-
quantitativi.
3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle
Zone a gruppi di lavoro.
4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo).
5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database.
6. Risultati
2) Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali-quantitativi.
Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro
1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone.
2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali-
quantitativi.
3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle
Zone a gruppi di lavoro.
4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo).
5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database.
6. Risultati
3) Modalità operative ed assegnazione delle Zone
Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro
1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone.
2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali-
quantitativi.
3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle
Zone a gruppi di lavoro.
4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo).
5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database.
6. Risultati
4) Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo).
• La rilevazione è partita a metà febbraio e si è protratta per circa un mese; non tutte le zone
inizialmente previste sono state censite per oggettive difficoltà di lavoro (es: Zona Stazione Termini),
ma complessivamente si è coperto più 70% delle strade che rendono il lavoro svolto assolutamente
significativo e rappresentativo.
• Non si voleva realizzare un lavoro scientifico con strumenti di misurazione sofisticati, ma avere una
fotografia istantanea della qualità percepita.
• Importante è stato concordare un metodo di lavoro e soprattutto con modalità di rilevazione
quanto possibile omogenea tra i vari gruppi. (es: orario di rilevazione, ecc ecc)
Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro
1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone.
2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali-
quantitativi.
3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle
Zone a gruppi di lavoro.
4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo).
5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database.
6. Risultati
• I dati sono stati raccolti su carta secondo lo schema definito o direttamente su
foglio excel. Predisposto un lavoro di “ripulitura” e standardizzazione per
contemplare casistiche non previste in fase di analisi, per avere a disposizione
un database corretto e completo.
• Analisi aggregate e di dettaglio dei principali parametri oggetto di studio.
• Qualità della luce su strade e marciapiedi
• Presenza di alberature da manutere
• Qualità strisce pedonali o incroci pericolosi
5) Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database.
Esempio dettaglio database
Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro
1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone.
2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali-
quantitativi.
3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle
Zone a gruppi di lavoro.
4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo).
5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database.
6. Risultati
Risultati – Intensità Luce Centrale
Risultati – Luce Stradale
Note : non censito 2%
Obiettivo qualità
Dal 54% al XX %
Il 15,74% di lampioni spenti e/o assenti .
L’obiettivo di sistemare questi a breve
sembra facilmente raggiungibile!
Criticità
Risultati – Intensità Luce Marciapiede
Risultati – Luce Marciapiede
Note : non censito 11%
Obiettivo qualità
Dal 44% al XX %
Anche in questo caso il 17% di lampioni
spenti e/o assenti.
L’obiettivo di sistemare questi a breve
termine sembra facilmente raggiungibile!
Criticità
Risultati – Attraversamenti Pedonali
Risultati – Attraversamenti pedonali
Obiettivo qualità
Dal 12 % al XX %
Nota: ad oggi la situazione è leggermente migliorata
per alcuni interventi recenti di manutenzione ma
permane comunque critica .
Questa è la situazione oggettivamente più
pericolosa con un dato significativo: solo il
12% degli attraversamenti è ritenuto buono.
Unitamente al grado di illuminazione scarso
ciò rappresenta un pericolo costante per
l’incolumità delle persone.
Criticità
Esempi di attraversamenti pericolosi
Viale Manzoni da Via Merulana a Via Matteo Boiardo
Un esempio di scarsa sicurezza per i pedoni
Viale Manzoni, altezza Istituto Santa Maria
Un buon esempio di illuminazione
Via Tasso

More Related Content

Similar to Luce su Esquilino finale

L. Bisio, F. Moauro - La disaggregazione temporale nei modelli dinamici: rece...
L. Bisio, F. Moauro - La disaggregazione temporale nei modelli dinamici: rece...L. Bisio, F. Moauro - La disaggregazione temporale nei modelli dinamici: rece...
L. Bisio, F. Moauro - La disaggregazione temporale nei modelli dinamici: rece...Istituto nazionale di statistica
 
Progetto follow-up attività FSE 2000-2006
Progetto follow-up attività FSE 2000-2006Progetto follow-up attività FSE 2000-2006
Progetto follow-up attività FSE 2000-2006Moreno Toigo
 
Massimo Chignola (Gruppo CAP), relazione al Convegno su Ricerca Perdite nelle...
Massimo Chignola (Gruppo CAP), relazione al Convegno su Ricerca Perdite nelle...Massimo Chignola (Gruppo CAP), relazione al Convegno su Ricerca Perdite nelle...
Massimo Chignola (Gruppo CAP), relazione al Convegno su Ricerca Perdite nelle...EmiliAmbiente SpA
 
Nuove tecniche di rilevazione e principali risultati - di Donatella Zindato
Nuove tecniche di rilevazione e principali risultati - di Donatella ZindatoNuove tecniche di rilevazione e principali risultati - di Donatella Zindato
Nuove tecniche di rilevazione e principali risultati - di Donatella ZindatoIstituto nazionale di statistica
 
IL SISTEMA PER I LEPTA
IL SISTEMA PER I LEPTAIL SISTEMA PER I LEPTA
IL SISTEMA PER I LEPTASnpambiente
 
M. Cenci, Un approccio open-source per l’individuazione delle cave dismesse:...
M. Cenci,  Un approccio open-source per l’individuazione delle cave dismesse:...M. Cenci,  Un approccio open-source per l’individuazione delle cave dismesse:...
M. Cenci, Un approccio open-source per l’individuazione delle cave dismesse:...Istituto nazionale di statistica
 
Alessia Quadrini, l'autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazion...
Alessia Quadrini,  l'autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazion...Alessia Quadrini,  l'autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazion...
Alessia Quadrini, l'autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazion...sepulvi
 
Vas del puc/pul di oristano in adeguamento al PAI e PPR
Vas del puc/pul di oristano in adeguamento al PAI e PPRVas del puc/pul di oristano in adeguamento al PAI e PPR
Vas del puc/pul di oristano in adeguamento al PAI e PPRSimona Dall'Argine
 
140 sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.
140   sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.140   sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.
140 sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.http://www.studioingvolpi.it
 
Clara Cavalieri, storia e prospettive della ricerca azione aumire anche in re...
Clara Cavalieri, storia e prospettive della ricerca azione aumire anche in re...Clara Cavalieri, storia e prospettive della ricerca azione aumire anche in re...
Clara Cavalieri, storia e prospettive della ricerca azione aumire anche in re...sepulvi
 
Manutenzione e riparazione: il valore del sistema | SALINETTI Gloria.pptx
Manutenzione e riparazione: il valore del sistema | SALINETTI Gloria.pptxManutenzione e riparazione: il valore del sistema | SALINETTI Gloria.pptx
Manutenzione e riparazione: il valore del sistema | SALINETTI Gloria.pptxServizi a rete
 
[Presentation] MultiProject analysis with Critical Path Method
[Presentation] MultiProject analysis with Critical Path Method[Presentation] MultiProject analysis with Critical Path Method
[Presentation] MultiProject analysis with Critical Path MethodMichele Palumbo
 
Indicatori e reporting nel SNPA
Indicatori e reporting nel SNPAIndicatori e reporting nel SNPA
Indicatori e reporting nel SNPASnpambiente
 
Maria Clara Cavalieri e Alessia Quadrini, Il progetto di miglioramento e il b...
Maria Clara Cavalieri e Alessia Quadrini, Il progetto di miglioramento e il b...Maria Clara Cavalieri e Alessia Quadrini, Il progetto di miglioramento e il b...
Maria Clara Cavalieri e Alessia Quadrini, Il progetto di miglioramento e il b...sepulvi
 
Il GIS nel monitoraggio delle attività di cave
Il GIS nel monitoraggio delle attività di caveIl GIS nel monitoraggio delle attività di cave
Il GIS nel monitoraggio delle attività di caveGeosolution Srl
 

Similar to Luce su Esquilino finale (17)

L. Bisio, F. Moauro - La disaggregazione temporale nei modelli dinamici: rece...
L. Bisio, F. Moauro - La disaggregazione temporale nei modelli dinamici: rece...L. Bisio, F. Moauro - La disaggregazione temporale nei modelli dinamici: rece...
L. Bisio, F. Moauro - La disaggregazione temporale nei modelli dinamici: rece...
 
Presentazione tesi di Dottorato sulla Tangenziale Nord-Est
Presentazione  tesi di Dottorato sulla Tangenziale Nord-EstPresentazione  tesi di Dottorato sulla Tangenziale Nord-Est
Presentazione tesi di Dottorato sulla Tangenziale Nord-Est
 
Presentazione tesi di Dottorato sulla Tangenziale Nord-Est
Presentazione  tesi di Dottorato sulla Tangenziale Nord-EstPresentazione  tesi di Dottorato sulla Tangenziale Nord-Est
Presentazione tesi di Dottorato sulla Tangenziale Nord-Est
 
Progetto follow-up attività FSE 2000-2006
Progetto follow-up attività FSE 2000-2006Progetto follow-up attività FSE 2000-2006
Progetto follow-up attività FSE 2000-2006
 
Massimo Chignola (Gruppo CAP), relazione al Convegno su Ricerca Perdite nelle...
Massimo Chignola (Gruppo CAP), relazione al Convegno su Ricerca Perdite nelle...Massimo Chignola (Gruppo CAP), relazione al Convegno su Ricerca Perdite nelle...
Massimo Chignola (Gruppo CAP), relazione al Convegno su Ricerca Perdite nelle...
 
Nuove tecniche di rilevazione e principali risultati - di Donatella Zindato
Nuove tecniche di rilevazione e principali risultati - di Donatella ZindatoNuove tecniche di rilevazione e principali risultati - di Donatella Zindato
Nuove tecniche di rilevazione e principali risultati - di Donatella Zindato
 
IL SISTEMA PER I LEPTA
IL SISTEMA PER I LEPTAIL SISTEMA PER I LEPTA
IL SISTEMA PER I LEPTA
 
M. Cenci, Un approccio open-source per l’individuazione delle cave dismesse:...
M. Cenci,  Un approccio open-source per l’individuazione delle cave dismesse:...M. Cenci,  Un approccio open-source per l’individuazione delle cave dismesse:...
M. Cenci, Un approccio open-source per l’individuazione delle cave dismesse:...
 
Alessia Quadrini, l'autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazion...
Alessia Quadrini,  l'autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazion...Alessia Quadrini,  l'autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazion...
Alessia Quadrini, l'autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazion...
 
Vas del puc/pul di oristano in adeguamento al PAI e PPR
Vas del puc/pul di oristano in adeguamento al PAI e PPRVas del puc/pul di oristano in adeguamento al PAI e PPR
Vas del puc/pul di oristano in adeguamento al PAI e PPR
 
140 sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.
140   sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.140   sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.
140 sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.
 
Clara Cavalieri, storia e prospettive della ricerca azione aumire anche in re...
Clara Cavalieri, storia e prospettive della ricerca azione aumire anche in re...Clara Cavalieri, storia e prospettive della ricerca azione aumire anche in re...
Clara Cavalieri, storia e prospettive della ricerca azione aumire anche in re...
 
Manutenzione e riparazione: il valore del sistema | SALINETTI Gloria.pptx
Manutenzione e riparazione: il valore del sistema | SALINETTI Gloria.pptxManutenzione e riparazione: il valore del sistema | SALINETTI Gloria.pptx
Manutenzione e riparazione: il valore del sistema | SALINETTI Gloria.pptx
 
[Presentation] MultiProject analysis with Critical Path Method
[Presentation] MultiProject analysis with Critical Path Method[Presentation] MultiProject analysis with Critical Path Method
[Presentation] MultiProject analysis with Critical Path Method
 
Indicatori e reporting nel SNPA
Indicatori e reporting nel SNPAIndicatori e reporting nel SNPA
Indicatori e reporting nel SNPA
 
Maria Clara Cavalieri e Alessia Quadrini, Il progetto di miglioramento e il b...
Maria Clara Cavalieri e Alessia Quadrini, Il progetto di miglioramento e il b...Maria Clara Cavalieri e Alessia Quadrini, Il progetto di miglioramento e il b...
Maria Clara Cavalieri e Alessia Quadrini, Il progetto di miglioramento e il b...
 
Il GIS nel monitoraggio delle attività di cave
Il GIS nel monitoraggio delle attività di caveIl GIS nel monitoraggio delle attività di cave
Il GIS nel monitoraggio delle attività di cave
 

More from mauvet52

Sostituzione Cassonetti Lista Strade.pdf
Sostituzione Cassonetti Lista Strade.pdfSostituzione Cassonetti Lista Strade.pdf
Sostituzione Cassonetti Lista Strade.pdfmauvet52
 
Poleis_Liberazioni2023_Programma.pdf
Poleis_Liberazioni2023_Programma.pdfPoleis_Liberazioni2023_Programma.pdf
Poleis_Liberazioni2023_Programma.pdfmauvet52
 
CieloSopraEsquilino-Numero46.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero46.pdfCieloSopraEsquilino-Numero46.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero46.pdfmauvet52
 
comunicato stampa press release NASI PER L'ARTE .pdf
comunicato stampa press release NASI PER L'ARTE .pdfcomunicato stampa press release NASI PER L'ARTE .pdf
comunicato stampa press release NASI PER L'ARTE .pdfmauvet52
 
OS_n._26_del_24_marzo_2023.pdf
OS_n._26_del_24_marzo_2023.pdfOS_n._26_del_24_marzo_2023.pdf
OS_n._26_del_24_marzo_2023.pdfmauvet52
 
OrdinanzaDomenicaecologica26marzo_24_2023.pdf
OrdinanzaDomenicaecologica26marzo_24_2023.pdfOrdinanzaDomenicaecologica26marzo_24_2023.pdf
OrdinanzaDomenicaecologica26marzo_24_2023.pdfmauvet52
 
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdfCieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdfmauvet52
 
OS_domenicaecologica8gennaio.pdf
OS_domenicaecologica8gennaio.pdfOS_domenicaecologica8gennaio.pdf
OS_domenicaecologica8gennaio.pdfmauvet52
 
OS__n._191_del_2_dicembre_2022.pdf
OS__n._191_del_2_dicembre_2022.pdfOS__n._191_del_2_dicembre_2022.pdf
OS__n._191_del_2_dicembre_2022.pdfmauvet52
 
CieloSopraEsquilino-Numero44.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero44.pdfCieloSopraEsquilino-Numero44.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero44.pdfmauvet52
 
Ordinanza_N._187_18novembre2022_domenica_20novembre2022.pdf
Ordinanza_N._187_18novembre2022_domenica_20novembre2022.pdfOrdinanza_N._187_18novembre2022_domenica_20novembre2022.pdf
Ordinanza_N._187_18novembre2022_domenica_20novembre2022.pdfmauvet52
 
Tesi Giulia Muccari Battistelli_Cabina elettrica e Torre dell'acqua Via Gioli...
Tesi Giulia Muccari Battistelli_Cabina elettrica e Torre dell'acqua Via Gioli...Tesi Giulia Muccari Battistelli_Cabina elettrica e Torre dell'acqua Via Gioli...
Tesi Giulia Muccari Battistelli_Cabina elettrica e Torre dell'acqua Via Gioli...mauvet52
 
Giovani-Memoria_Programma_orari_Novembre2022.pdf
Giovani-Memoria_Programma_orari_Novembre2022.pdfGiovani-Memoria_Programma_orari_Novembre2022.pdf
Giovani-Memoria_Programma_orari_Novembre2022.pdfmauvet52
 
Rosa Pierno Comunicato stampa .pdf
Rosa Pierno Comunicato stampa .pdfRosa Pierno Comunicato stampa .pdf
Rosa Pierno Comunicato stampa .pdfmauvet52
 
acquarioott22.pdf
acquarioott22.pdfacquarioott22.pdf
acquarioott22.pdfmauvet52
 
CieloSopraEsquilino-Numero43.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero43.pdfCieloSopraEsquilino-Numero43.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero43.pdfmauvet52
 
I_cantieri_delle_cappelle_Sistina_e_Paol.pdf
I_cantieri_delle_cappelle_Sistina_e_Paol.pdfI_cantieri_delle_cappelle_Sistina_e_Paol.pdf
I_cantieri_delle_cappelle_Sistina_e_Paol.pdfmauvet52
 
Circolare 61-2022_DGMUSEI.pdf
Circolare 61-2022_DGMUSEI.pdfCircolare 61-2022_DGMUSEI.pdf
Circolare 61-2022_DGMUSEI.pdfmauvet52
 
CS-Coesione.pdf
CS-Coesione.pdfCS-Coesione.pdf
CS-Coesione.pdfmauvet52
 
Stati Generali del Patrimonio Industriale PDF contributo Magnani-Gargiulo.pdf
Stati Generali del Patrimonio Industriale PDF contributo Magnani-Gargiulo.pdfStati Generali del Patrimonio Industriale PDF contributo Magnani-Gargiulo.pdf
Stati Generali del Patrimonio Industriale PDF contributo Magnani-Gargiulo.pdfmauvet52
 

More from mauvet52 (20)

Sostituzione Cassonetti Lista Strade.pdf
Sostituzione Cassonetti Lista Strade.pdfSostituzione Cassonetti Lista Strade.pdf
Sostituzione Cassonetti Lista Strade.pdf
 
Poleis_Liberazioni2023_Programma.pdf
Poleis_Liberazioni2023_Programma.pdfPoleis_Liberazioni2023_Programma.pdf
Poleis_Liberazioni2023_Programma.pdf
 
CieloSopraEsquilino-Numero46.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero46.pdfCieloSopraEsquilino-Numero46.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero46.pdf
 
comunicato stampa press release NASI PER L'ARTE .pdf
comunicato stampa press release NASI PER L'ARTE .pdfcomunicato stampa press release NASI PER L'ARTE .pdf
comunicato stampa press release NASI PER L'ARTE .pdf
 
OS_n._26_del_24_marzo_2023.pdf
OS_n._26_del_24_marzo_2023.pdfOS_n._26_del_24_marzo_2023.pdf
OS_n._26_del_24_marzo_2023.pdf
 
OrdinanzaDomenicaecologica26marzo_24_2023.pdf
OrdinanzaDomenicaecologica26marzo_24_2023.pdfOrdinanzaDomenicaecologica26marzo_24_2023.pdf
OrdinanzaDomenicaecologica26marzo_24_2023.pdf
 
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdfCieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero45.pdf
 
OS_domenicaecologica8gennaio.pdf
OS_domenicaecologica8gennaio.pdfOS_domenicaecologica8gennaio.pdf
OS_domenicaecologica8gennaio.pdf
 
OS__n._191_del_2_dicembre_2022.pdf
OS__n._191_del_2_dicembre_2022.pdfOS__n._191_del_2_dicembre_2022.pdf
OS__n._191_del_2_dicembre_2022.pdf
 
CieloSopraEsquilino-Numero44.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero44.pdfCieloSopraEsquilino-Numero44.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero44.pdf
 
Ordinanza_N._187_18novembre2022_domenica_20novembre2022.pdf
Ordinanza_N._187_18novembre2022_domenica_20novembre2022.pdfOrdinanza_N._187_18novembre2022_domenica_20novembre2022.pdf
Ordinanza_N._187_18novembre2022_domenica_20novembre2022.pdf
 
Tesi Giulia Muccari Battistelli_Cabina elettrica e Torre dell'acqua Via Gioli...
Tesi Giulia Muccari Battistelli_Cabina elettrica e Torre dell'acqua Via Gioli...Tesi Giulia Muccari Battistelli_Cabina elettrica e Torre dell'acqua Via Gioli...
Tesi Giulia Muccari Battistelli_Cabina elettrica e Torre dell'acqua Via Gioli...
 
Giovani-Memoria_Programma_orari_Novembre2022.pdf
Giovani-Memoria_Programma_orari_Novembre2022.pdfGiovani-Memoria_Programma_orari_Novembre2022.pdf
Giovani-Memoria_Programma_orari_Novembre2022.pdf
 
Rosa Pierno Comunicato stampa .pdf
Rosa Pierno Comunicato stampa .pdfRosa Pierno Comunicato stampa .pdf
Rosa Pierno Comunicato stampa .pdf
 
acquarioott22.pdf
acquarioott22.pdfacquarioott22.pdf
acquarioott22.pdf
 
CieloSopraEsquilino-Numero43.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero43.pdfCieloSopraEsquilino-Numero43.pdf
CieloSopraEsquilino-Numero43.pdf
 
I_cantieri_delle_cappelle_Sistina_e_Paol.pdf
I_cantieri_delle_cappelle_Sistina_e_Paol.pdfI_cantieri_delle_cappelle_Sistina_e_Paol.pdf
I_cantieri_delle_cappelle_Sistina_e_Paol.pdf
 
Circolare 61-2022_DGMUSEI.pdf
Circolare 61-2022_DGMUSEI.pdfCircolare 61-2022_DGMUSEI.pdf
Circolare 61-2022_DGMUSEI.pdf
 
CS-Coesione.pdf
CS-Coesione.pdfCS-Coesione.pdf
CS-Coesione.pdf
 
Stati Generali del Patrimonio Industriale PDF contributo Magnani-Gargiulo.pdf
Stati Generali del Patrimonio Industriale PDF contributo Magnani-Gargiulo.pdfStati Generali del Patrimonio Industriale PDF contributo Magnani-Gargiulo.pdf
Stati Generali del Patrimonio Industriale PDF contributo Magnani-Gargiulo.pdf
 

Luce su Esquilino finale

  • 1. Luce sull’Esquilino Progetto partecipato a cura delle Associazioni del Rione
  • 2. Luce sull’Esquilino - il progetto • Esigenza: favorire una migliore vivibilità del Rione con riferimento particolare alle problematiche legate all’illuminazione ed alla sicurezza. • Obiettivi : censire le zone e gli attraversamenti pedonali per avere una “fotografia” e misura della qualità dell’illuminazione, migliorare i livelli di servizio forniti dagli Enti preposti ed attivare un sistema efficiente ed efficace per la gestione degli interventi. • Data di inizio: 15 febbraio 2019 • Date target: 30 marzo (fine raccolta dati) – 30 aprile (presentazione finale) • Soggetti coinvolti: progetto partecipato con Le Associazione del Rione: • Abitanti Via Giolitti – Arco di Gallieno - Esquilino in Comune – Esquilino Vivo – • RES (Rete Esquilino Sociale) – Comitato di Piazza Vittorio Partecipata – Il Cielo sopra Esquilino Coordinamento: Associazione Abitanti Via Giolitti
  • 3. Luce sull’Esquilino – Opportunità ➢ Opportunità: dare inizio ad una collaborazione attiva fra cittadinanza ed Enti che possa generare azioni congiunte volte al miglioramento della qualità della vita nel Rione: 1. Garantire maggiore sicurezza, minimizzando i tempi di intervento ed i rischi nella gestione delle criticità. 2. Valorizzare il decoro di zone ad alto contenuto storico e culturale. 3. Accrescere il livello di fiducia e collaborazione nel rapporto fra cittadinanza ed Enti Pubblici. ➢ Beneficiari del progetto: la cittadinanza, i turisti, l’immagine di Roma
  • 4. Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro 1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone. 2. Definizione di una schema per la valutazione dei parametri quali-quantitativi. 3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle Zone ai gruppi di lavoro. 4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo). 5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database. 6. Risultati
  • 5. Il Rione in viene suddiviso in 10 ZONE – ogni zona è formata da un insieme di archi di strada 1) Mappatura del Rione e suddivisione in Zone
  • 6. Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro 1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone. 2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali- quantitativi. 3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle Zone a gruppi di lavoro. 4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo). 5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database. 6. Risultati
  • 7. 2) Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali-quantitativi.
  • 8. Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro 1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone. 2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali- quantitativi. 3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle Zone a gruppi di lavoro. 4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo). 5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database. 6. Risultati
  • 9. 3) Modalità operative ed assegnazione delle Zone
  • 10. Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro 1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone. 2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali- quantitativi. 3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle Zone a gruppi di lavoro. 4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo). 5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database. 6. Risultati
  • 11. 4) Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo). • La rilevazione è partita a metà febbraio e si è protratta per circa un mese; non tutte le zone inizialmente previste sono state censite per oggettive difficoltà di lavoro (es: Zona Stazione Termini), ma complessivamente si è coperto più 70% delle strade che rendono il lavoro svolto assolutamente significativo e rappresentativo. • Non si voleva realizzare un lavoro scientifico con strumenti di misurazione sofisticati, ma avere una fotografia istantanea della qualità percepita. • Importante è stato concordare un metodo di lavoro e soprattutto con modalità di rilevazione quanto possibile omogenea tra i vari gruppi. (es: orario di rilevazione, ecc ecc)
  • 12. Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro 1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone. 2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali- quantitativi. 3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle Zone a gruppi di lavoro. 4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo). 5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database. 6. Risultati
  • 13. • I dati sono stati raccolti su carta secondo lo schema definito o direttamente su foglio excel. Predisposto un lavoro di “ripulitura” e standardizzazione per contemplare casistiche non previste in fase di analisi, per avere a disposizione un database corretto e completo. • Analisi aggregate e di dettaglio dei principali parametri oggetto di studio. • Qualità della luce su strade e marciapiedi • Presenza di alberature da manutere • Qualità strisce pedonali o incroci pericolosi 5) Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database.
  • 15. Luce sull’Esquilino – Metodologia di lavoro 1. Mappatura del Rione e suddivisione in Zone. 2. Definizione di una griglia per la valutazione dei parametri quali- quantitativi. 3. Definizione delle modalità di rilevazione ed assegnazione delle Zone a gruppi di lavoro. 4. Rilevazione (dal 15 febbraio ➔ 15 marzo). 5. Raccolta, omogeneizzazione ed analisi sul database. 6. Risultati
  • 16. Risultati – Intensità Luce Centrale
  • 17. Risultati – Luce Stradale Note : non censito 2% Obiettivo qualità Dal 54% al XX % Il 15,74% di lampioni spenti e/o assenti . L’obiettivo di sistemare questi a breve sembra facilmente raggiungibile! Criticità
  • 18. Risultati – Intensità Luce Marciapiede
  • 19. Risultati – Luce Marciapiede Note : non censito 11% Obiettivo qualità Dal 44% al XX % Anche in questo caso il 17% di lampioni spenti e/o assenti. L’obiettivo di sistemare questi a breve termine sembra facilmente raggiungibile! Criticità
  • 21. Risultati – Attraversamenti pedonali Obiettivo qualità Dal 12 % al XX % Nota: ad oggi la situazione è leggermente migliorata per alcuni interventi recenti di manutenzione ma permane comunque critica . Questa è la situazione oggettivamente più pericolosa con un dato significativo: solo il 12% degli attraversamenti è ritenuto buono. Unitamente al grado di illuminazione scarso ciò rappresenta un pericolo costante per l’incolumità delle persone. Criticità
  • 22. Esempi di attraversamenti pericolosi Viale Manzoni da Via Merulana a Via Matteo Boiardo
  • 23. Un esempio di scarsa sicurezza per i pedoni Viale Manzoni, altezza Istituto Santa Maria
  • 24. Un buon esempio di illuminazione Via Tasso