SlideShare a Scribd company logo
1 of 1
Download to read offline
Domenica 26 giugno 2011   1




                                                                                                                  la DOMENICA il PERSONAGGIO
                                                       EDOARDO DANIELI
............................................................................................




L
           a rete Internet pervade il
           mondo militare o il mondo
           militare si riappropria della
           rete? È un quesito a cui potrà
           dare risposta l’esperienza di
           Luca Conti, senigalliese, ar-
           ruolato nel contingente della
Nato in Afghanistan per una missione
informativa. Mercoledì scorso la par-
tenza per il quartier generale dell’Al-
leanza atlantica a Bruxelles, venerdì il
trasferimento a Kabul che, in tre tap-
pe, si è concluso ieri.
    Blogger embedded sono le due pa-
role chiave della missione. Conti non è
solo un blogger: è una delle persona-
lità più rilevanti a livello nazionale che
si occupa di informazione sulla rete e,
in particolare, sui media sociali. Anche
per questo la sua esperienza è quanto
mai rilevante. “Lo scopo - racconta
l’interessato sul suo blog - è consentire
di informare l’opinione pubblica sui
progressi e sull’evoluzione della socie-
tà civile locale verso un processo de-
mocratico di sviluppo, guidato e pro-
mosso dalla Nato stessa”. Un ulteriore
punto di vista per l’opinione pubblica.
Forse perché organizzato dalla sezio-
ne americana della Nato, questa mis-
sione è affidata a un blogger, a una per-
sona che gestisce informazione sulla
rete, e non solo ai giornalisti tradizio-
nali, che pure sono partiti con Conti.
Per la cronaca, provengono da Ger-
mania, Slovacchia, Repubblica Ceca,
Ungheria e Polonia e lavorano in di-
versi settori dell’informazione. La pre-
senza di Conti è un ulteriore matton-
cino nel consolidamento dell’impor-
tanza che la comunicazione sulla rete
ha assunto. È stato più volte eviden-
ziato il ruolo che i social media (Twit-
ter, in particolare, e per certi versi Fa-
cebook) hanno avuto nella formazio-
ne delle giovani generazioni del Nord
Africa che si stanno ribellando alle dit-
tature dei loro Paesi. Poco tempo fa,




                                                                                                Afghanistan
sulla scorta proprio di questo fenome-
no e su impulso del presidente Obama,
è partito il progetto per realizzare un
kit di sopravvivenza informativo: una
valigetta da far pervenire ai “ribelli”
(quelli riconosciuti tali dal governo
americano, ovviamente) che consente
collegamenti alla rete anche quando
tutti i mezzi di comunicazione vengo-
no interdetti o limitati da governi.
    L’informazione bellica sulla rete si




                                                                                               Come ti arruolo
rivolge, poi, anche all’opinione pubbli-
ca del Paese mobilitato. L’analisi di
Conti, da questo punto di vista, è si-
gnificativa. “In Italia - afferma - lo co-
nosciamo poco, ma il fenomeno dei
blog dal fronte, quasi sempre militari
impegnati in prima linea, è piuttosto
consolidato nel mondo anglosassone,
tanto da aver spinto il Pentagono a sta-
bilire delle linee guida da seguire. Il




                                                                                               il social network
tutto non per impedire ai soldati di
usare blog, Twitter e Facebook ma per
far sì che questo uso non crei problemi
di sicurezza. Implicitamente c’è il ri-
conoscimento di come questi stru-
menti siano utili a tenere alto il morale
delle truppe, che possono comunicare
con familiari e amici, e il potere che
questi possono avere in termini di pro-
paganda. Per l’informazione, invece,
la rete può supplire alla mancanza di                                                          conoscenza.                                 zione più esaustiva, essenziale per         di qualità viene dai documentari di Pi-
corrispondenti sul posto, attraverso                                                              Embedded segna una svolta nei            l’opinione pubblica in tempo di guerra      no Scaccia e Fabio Caressa con il con-
fonti dirette che pubblicano su blog e                                                         rapporti tra Forze armate e informa-        e di pace, nasce, con la prima guerra       tingente italiano. Ora il testimone pas-
Twitter notizie e testimonianze”.                                                              zione. Il giornalismo al fronte è sem-      del Golfo (Desert storm, 1990-1991), il     sa a Conti per la rete. Il valore del gior-
    Embedded è il secondo termine del-                                                         pre stato un genere letterario. In un       giornalismo embedded. Che assume            nalismo embedded trova riscontro
la missione. Nel caso specifico si può                                                         bello studio di Fausto Biloslavo e Fran-    due forme. Uno, quello di mascherare        nelle parole con cui Conti saluta prima        Il senigalliese
tradurre con “arruolato”, nel senso
che Conti, con elmetto e giubbotto an-
                                                                                               cesco Barontini (disponibile sul sito
                                                                                               della difesa), dedicato proprio al ruolo
                                                                                                                                           la propaganda. L’esempio è l’arrivo
                                                                                                                                           dei marines in elicottero sul tetto
                                                                                                                                                                                       di imbarcarsi per Kabul. “Nel momen-
                                                                                                                                                                                       to in cui le regole sono chiare e tra-
                                                                                                                                                                                                                                      Luca Conti
tiproiettile, parteciperà alla vita del                                                        strategico del giornalismo embedded,        dell’ambasciata di Kuwait City: un ar-      sparenti e il lettore ne è consapevole -       è a Kabul
contingente della Nato in maniera to-                                                          si fa risalire alla guerra di Crimea e      rivo inutile (all’ambasciata ci si poteva   afferma Conti -, a mio avviso questo
tale, anche se il significato che il ter-                                                      Balaclava (1854) il primo giornalista al    arrivare tranquillamente a piedi) che       tipo di informazione è solo un arric-          blogger
mine ha assunto, specie nel mondo
dell’informatica, è molto più vasto.
                                                                                               seguito delle truppe inglesi. Fu la
                                                                                               guerra del Vietnam a evidenziare co-
                                                                                                                                           fu ripetuto più volte a favore di tele-
                                                                                                                                           camere. Il presidente Bush voleva in-
                                                                                                                                                                                       chimento. Una opportunità di vedere
                                                                                                                                                                                       una faccia della medaglia che non è la
                                                                                                                                                                                                                                      embedded
Embedded è un oggetto digitale (te-                                                            me la frattura tra chi la guerra la fa e    fatti un’immagine che cancellasse           medaglia nella sua interezza, ma che           con la Nato
sto, foto, video, musica, codice), di pro-                                                     chi la deve raccontare non si potrà mai     l’onta di una foto storica: la fuga dei     può comunque avere aspetti interes-
duzione propria o meno, che può es-                                                            sanare. Censura e propaganda, le ne-        marines da Saigon, simbolo della tra-       santi da conoscere e approfondire.             “Una grande
sere mescolato fino a creare un nuovo
contenuto o un nuovo servizio. È il co-
                                                                                               cessità - legittime dal loro punto di vi-
                                                                                               sta - dei militari non si possono con-
                                                                                                                                           gedia e della sconfitta del Vietnam. La
                                                                                                                                           seconda forma del giornalismo em-
                                                                                                                                                                                       Sotto questa prospettiva essere em-
                                                                                                                                                                                       bedded può avere un valore aggiunto,
                                                                                                                                                                                                                                      opportunità
siddetto mash up, l’ala creativa della                                                         ciliare con la funzione democratica         bedded è quella che serve a introdurre      con un vantaggio per tutti: militari,          per conoscere
rete, che vive per la messa a disposi-                                                         della comunicazione. Eppure proprio         ulteriori punti di vista per avere un’in-   giornalisti, lettori. Trasparenza e con-
zione (in forma spesso gratuita) della                                                         per centrare l’obiettivo di un’informa-     formazione più completa. Un esempio         sapevolezza sono le parole chiave”.            e approfondire”

More Related Content

More from Luca Conti

Scuolasocial ragazzi
Scuolasocial ragazziScuolasocial ragazzi
Scuolasocial ragazzi
Luca Conti
 
Il mondo dei food blogger
Il mondo dei food bloggerIl mondo dei food blogger
Il mondo dei food blogger
Luca Conti
 

More from Luca Conti (20)

App e strategie per il benessere
App e strategie per il benessereApp e strategie per il benessere
App e strategie per il benessere
 
Sentieri sostenibili - Il parco delle Prealpi giulie
Sentieri sostenibili - Il parco delle Prealpi giulieSentieri sostenibili - Il parco delle Prealpi giulie
Sentieri sostenibili - Il parco delle Prealpi giulie
 
L'organizzazione dei contenuti è la nuova SEO
L'organizzazione dei contenuti è la nuova SEOL'organizzazione dei contenuti è la nuova SEO
L'organizzazione dei contenuti è la nuova SEO
 
S come social, S come salute
S come social, S come saluteS come social, S come salute
S come social, S come salute
 
App per smettere di fumare
App per smettere di fumareApp per smettere di fumare
App per smettere di fumare
 
Smart networking for your career
Smart networking for your careerSmart networking for your career
Smart networking for your career
 
L’oncologia nei social network
L’oncologia nei social networkL’oncologia nei social network
L’oncologia nei social network
 
Il social che fa per te
Il social che fa per teIl social che fa per te
Il social che fa per te
 
Vivere sempre connessi con Web & Marketing 2.0
Vivere sempre connessi con Web & Marketing 2.0Vivere sempre connessi con Web & Marketing 2.0
Vivere sempre connessi con Web & Marketing 2.0
 
Modulo per accesso referto esami online
Modulo per accesso referto esami onlineModulo per accesso referto esami online
Modulo per accesso referto esami online
 
Scuolasocial ragazzi
Scuolasocial ragazziScuolasocial ragazzi
Scuolasocial ragazzi
 
Comprare fan su Facebook?
Comprare fan su Facebook?Comprare fan su Facebook?
Comprare fan su Facebook?
 
Twitter e lavoro sul Secolo XIX
Twitter e lavoro sul Secolo XIXTwitter e lavoro sul Secolo XIX
Twitter e lavoro sul Secolo XIX
 
L'Italia vista da Twitter
L'Italia vista da TwitterL'Italia vista da Twitter
L'Italia vista da Twitter
 
Mauri
MauriMauri
Mauri
 
7 consigli per una dieta informativa equilibrata
7 consigli per una dieta informativa equilibrata7 consigli per una dieta informativa equilibrata
7 consigli per una dieta informativa equilibrata
 
Il mondo dei food blogger
Il mondo dei food bloggerIl mondo dei food blogger
Il mondo dei food blogger
 
Guida a Twitter 5° puntata
Guida a Twitter 5° puntataGuida a Twitter 5° puntata
Guida a Twitter 5° puntata
 
Guida a Twitter 4° puntata
Guida a Twitter 4° puntataGuida a Twitter 4° puntata
Guida a Twitter 4° puntata
 
Guida a Twitter 3° puntata
Guida a Twitter 3° puntataGuida a Twitter 3° puntata
Guida a Twitter 3° puntata
 

Il personaggio del Corriere Adriatico

  • 1. Domenica 26 giugno 2011 1 la DOMENICA il PERSONAGGIO EDOARDO DANIELI ............................................................................................ L a rete Internet pervade il mondo militare o il mondo militare si riappropria della rete? È un quesito a cui potrà dare risposta l’esperienza di Luca Conti, senigalliese, ar- ruolato nel contingente della Nato in Afghanistan per una missione informativa. Mercoledì scorso la par- tenza per il quartier generale dell’Al- leanza atlantica a Bruxelles, venerdì il trasferimento a Kabul che, in tre tap- pe, si è concluso ieri. Blogger embedded sono le due pa- role chiave della missione. Conti non è solo un blogger: è una delle persona- lità più rilevanti a livello nazionale che si occupa di informazione sulla rete e, in particolare, sui media sociali. Anche per questo la sua esperienza è quanto mai rilevante. “Lo scopo - racconta l’interessato sul suo blog - è consentire di informare l’opinione pubblica sui progressi e sull’evoluzione della socie- tà civile locale verso un processo de- mocratico di sviluppo, guidato e pro- mosso dalla Nato stessa”. Un ulteriore punto di vista per l’opinione pubblica. Forse perché organizzato dalla sezio- ne americana della Nato, questa mis- sione è affidata a un blogger, a una per- sona che gestisce informazione sulla rete, e non solo ai giornalisti tradizio- nali, che pure sono partiti con Conti. Per la cronaca, provengono da Ger- mania, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia e lavorano in di- versi settori dell’informazione. La pre- senza di Conti è un ulteriore matton- cino nel consolidamento dell’impor- tanza che la comunicazione sulla rete ha assunto. È stato più volte eviden- ziato il ruolo che i social media (Twit- ter, in particolare, e per certi versi Fa- cebook) hanno avuto nella formazio- ne delle giovani generazioni del Nord Africa che si stanno ribellando alle dit- tature dei loro Paesi. Poco tempo fa, Afghanistan sulla scorta proprio di questo fenome- no e su impulso del presidente Obama, è partito il progetto per realizzare un kit di sopravvivenza informativo: una valigetta da far pervenire ai “ribelli” (quelli riconosciuti tali dal governo americano, ovviamente) che consente collegamenti alla rete anche quando tutti i mezzi di comunicazione vengo- no interdetti o limitati da governi. L’informazione bellica sulla rete si Come ti arruolo rivolge, poi, anche all’opinione pubbli- ca del Paese mobilitato. L’analisi di Conti, da questo punto di vista, è si- gnificativa. “In Italia - afferma - lo co- nosciamo poco, ma il fenomeno dei blog dal fronte, quasi sempre militari impegnati in prima linea, è piuttosto consolidato nel mondo anglosassone, tanto da aver spinto il Pentagono a sta- bilire delle linee guida da seguire. Il il social network tutto non per impedire ai soldati di usare blog, Twitter e Facebook ma per far sì che questo uso non crei problemi di sicurezza. Implicitamente c’è il ri- conoscimento di come questi stru- menti siano utili a tenere alto il morale delle truppe, che possono comunicare con familiari e amici, e il potere che questi possono avere in termini di pro- paganda. Per l’informazione, invece, la rete può supplire alla mancanza di conoscenza. zione più esaustiva, essenziale per di qualità viene dai documentari di Pi- corrispondenti sul posto, attraverso Embedded segna una svolta nei l’opinione pubblica in tempo di guerra no Scaccia e Fabio Caressa con il con- fonti dirette che pubblicano su blog e rapporti tra Forze armate e informa- e di pace, nasce, con la prima guerra tingente italiano. Ora il testimone pas- Twitter notizie e testimonianze”. zione. Il giornalismo al fronte è sem- del Golfo (Desert storm, 1990-1991), il sa a Conti per la rete. Il valore del gior- Embedded è il secondo termine del- pre stato un genere letterario. In un giornalismo embedded. Che assume nalismo embedded trova riscontro la missione. Nel caso specifico si può bello studio di Fausto Biloslavo e Fran- due forme. Uno, quello di mascherare nelle parole con cui Conti saluta prima Il senigalliese tradurre con “arruolato”, nel senso che Conti, con elmetto e giubbotto an- cesco Barontini (disponibile sul sito della difesa), dedicato proprio al ruolo la propaganda. L’esempio è l’arrivo dei marines in elicottero sul tetto di imbarcarsi per Kabul. “Nel momen- to in cui le regole sono chiare e tra- Luca Conti tiproiettile, parteciperà alla vita del strategico del giornalismo embedded, dell’ambasciata di Kuwait City: un ar- sparenti e il lettore ne è consapevole - è a Kabul contingente della Nato in maniera to- si fa risalire alla guerra di Crimea e rivo inutile (all’ambasciata ci si poteva afferma Conti -, a mio avviso questo tale, anche se il significato che il ter- Balaclava (1854) il primo giornalista al arrivare tranquillamente a piedi) che tipo di informazione è solo un arric- blogger mine ha assunto, specie nel mondo dell’informatica, è molto più vasto. seguito delle truppe inglesi. Fu la guerra del Vietnam a evidenziare co- fu ripetuto più volte a favore di tele- camere. Il presidente Bush voleva in- chimento. Una opportunità di vedere una faccia della medaglia che non è la embedded Embedded è un oggetto digitale (te- me la frattura tra chi la guerra la fa e fatti un’immagine che cancellasse medaglia nella sua interezza, ma che con la Nato sto, foto, video, musica, codice), di pro- chi la deve raccontare non si potrà mai l’onta di una foto storica: la fuga dei può comunque avere aspetti interes- duzione propria o meno, che può es- sanare. Censura e propaganda, le ne- marines da Saigon, simbolo della tra- santi da conoscere e approfondire. “Una grande sere mescolato fino a creare un nuovo contenuto o un nuovo servizio. È il co- cessità - legittime dal loro punto di vi- sta - dei militari non si possono con- gedia e della sconfitta del Vietnam. La seconda forma del giornalismo em- Sotto questa prospettiva essere em- bedded può avere un valore aggiunto, opportunità siddetto mash up, l’ala creativa della ciliare con la funzione democratica bedded è quella che serve a introdurre con un vantaggio per tutti: militari, per conoscere rete, che vive per la messa a disposi- della comunicazione. Eppure proprio ulteriori punti di vista per avere un’in- giornalisti, lettori. Trasparenza e con- zione (in forma spesso gratuita) della per centrare l’obiettivo di un’informa- formazione più completa. Un esempio sapevolezza sono le parole chiave”. e approfondire”