SlideShare a Scribd company logo
1 of 12
Download to read offline
1
2
Brochure realizzata da:
Maria Giovanna Ceo, Marianna Divittorio, Andreina
Ingravallo, Deborah Longo, Sara Mangialardi, Grazia
Scorca, Vito Stramaglia, Alessandro Tornese della
classe IV E Turismo
3
PREFAZIONE
Modugno è situata nell'area metropolitana di Bari, in Pu-
glia. Dell’origine della sua storia non si hanno notizie
certe; ma ciò è probabilmente un pregio, perché dimo-
stra la sua antichità. In parte distrutta e ricostruita du-
rante il periodo angioino, venne ceduta alla famiglia de-
gli Sforza nel XIV secolo durante il quale la città visse
uno dei periodi di massimo splendore. Alla morte di Bo-
na Sforza, Modugno passò in mano alla corona di Spa-
gna, che considerava l'Italia come una colonia da sfrut-
tare economicamente.
Il primo centro urbano fu fondato probabilmente nell'Alto
Medioevo, intorno alla Chiesa di Santa Maria di Modu-
gno. La sala del Sedile dei nobili di Modugno è probabil-
mente il palazzo più rappresentativo della città ed è si-
tuato nell'omonima piazza. Una leggenda metropolitana
lega la città di Modugno ad una vicenda storica estrema-
mente importante e significativa soprattutto per i fedeli
cristiani: durante l'assedio sanfedista del 1799 apparve
una donna con in mano un fazzoletto, che fu identificata
come la Madonna Addolorata, in sostegno dei difensori
della città. Ragion per cui da quel momento i Modugnesi
le sono devoti.
Lo stemma di Modugno rappresenta un cardo selvatico
con tre fiori, radici esposte e quattro foglie, dominante in
campo azzurro su scudo sormontato da corona merlata,
a significare l’indipendenza e la fierezza dei Modugnesi.
Alessandro Tornese
4
Chiesa Maria Santissima Annunziata
Conosciuta come Chiesa Matrice e consacrata all’An-
nunciazione di Maria, la chiesa è il principale luogo di
culto cattolico di Modugno, è situata in Piazza del Po-
polo. La struttura attuale risale al XVII secolo ed è un
ampliamento dell’originale costruzione medioevale. La
facciata e l’interno hanno caratteristiche tardo-
rinascimentali, mentre l’interno conserva degli elemen-
ti romani, barocchi e gotici in alcune cappelle e altari
laterali. Il caratteristico campanile riprende le forme
classiche dello stile romanico pu-
gliese.
Da segnalare
Tra le varie opere d’arte, la Chiesa
conserva l’Annunciazione di Bartolo-
meo Vivarini, una pala d’altare dipin-
ta a tempera intorno al 1472.
Chiesa di Santa Maria di Modugno
Luogo di culto sconsacrato non lontano da Piazza Sedi-
le. E’ la prima chiesa di Modugno e, secondo la tradi-
zione, attorno ad essa si costituì il primo centro abitato.
Dedicata alla Madonna Assunta in cielo, nel XVI secolo,
questo nome fu attribuito alla Chiesa Matrice (la chiesa
principale di Modugno).
Fin dai primi decenni del XX secolo, la Chiesa di Santa
Maria di Modugno è stata il punto di arrivo delle proces-
sioni che si tenevano il 25 aprile e il 15 agosto e che
terminavano con una messa solenne in onore dell’As-
sunzione di Maria Vergine.
Nel 1938, la volta della navata crollò e la Chiesa fu ab-
bandonata. Sul perimetro dei muri i resti degli affreschi
sono ancora visibili.
Scavi archeologici hanno portato alla luce le rovine di
un vasto cimitero e di cappelle medioevali sulle quali la
chiesa fu fondata. Andreina Ingravallo
CHIESE E MONUMENTI
A Modugno potrete ammirare antiche chiese grandi e piccole. Vi proponiamo alcuni esem-
pi fra i più significativi.
5
Chiesa Santa Maria del Suffragio
Costruita a partire dal 1639 secondo la data incisa su una pietra
al vestibolo e legata ad un’epidemia di peste del XVII secolo. E’
chiamata comunemente Chiesa del Purgatorio per la confrater-
nita, oggi Pia Associazione del Purgatorio, che ne è proprietaria.
La facciata è in stile neoclassico. In origine vi era un tetto spio-
vente abbattuto perché pericolane: oggi non resta che il timpano
con una piccola finestra. Vi è anche un piccolo campanile a ve-
la. Sul muro posteriore vi è un bassorilievo della Santa Vergine
con il Bambino e le anime del Purgatorio. All’interno si possono
ammirare 46 tavole appartenenti alla scuola napoletana del XVII
secolo, una cantoria in legno dorato, con al centro la tela della
Santa Vergine del Suffragio e due piccoli organi del XVIII seco-
lo.
Santuario di Santa Maria della Grotta
Questo Santuario rupestre molto suggestivo, del quale le
origini si perdono nella notte dei tempi, è situato presso
Lama Lamasinata (avvallamento nel quale scorreva un
breve corso d’acqua). Il Santuario non fu esclusivamente
un luogo di preghiera, ma anche un rifugio per i crociati
che tornavano dalla Terra Santa. Dal 1139 al 1155 vi sog-
giornò San Corrado di Baviera. Della sua presenza si
conserva un cunicolo (piccola grotta naturale) e la sua
tomba nel pavimento del Santuario.
Balsignano
È un antico borgo situato al sud est della città di Modu-
gno, dove si possono ammirare i resti di una casa coloni-
ca fortificata e le chiese Santa Maria di Costantinopo-
li e San Felice. Ricostruita dopo il saccheggio dei Sara-
ceni nel 988 , a partire dal XIII secolo fu dominio feudale
e fece anche da teatro per diverse battaglie per la domi-
nazione del Regno di Napoli. La chiesa di Santa Maria di
Costantinopoli risale al XIV secolo. E’ formata da due
costruzioni a base rettangolare a volta gotica pergolata.
Si possono ammirare degli affreschi della scuola di Sie-
na, anche se gravemente danneggiati. La chiesa di San
Felice risale all’ XI secolo; è un meraviglioso esempio di
architettura romanica pugliese, caratterizzato dall’armo-
nica compresenza di elementi architettonici d’oltralpe,
bizantini e arabi; ha una pianta a croce e una cupola con
tamburo ottagonale.
6
Il Monaco
Il menhir detto Il Monaco è una pietrafitta alta 3,70 m, si-
tuata nel territorio di Modugno, che ha sollecitato l’immagi-
nazione della popolazione locale. Differenti studiosi, nel
corso del tempo, hanno ipotizzato che il menhir fosse di
origine neolitica e l’hanno assimilato a monumenti sacri
megalitici; ma si pensa comunemente che sia di origine
tardo romano o alto medievale, e che aveva la funzione di
cippo di demarcazione territoriale.
La Motta
La Motta era un’antica costruzione a base circolare situata
su una piccola altura. Si presume che sia stato il primo nu-
cleo attorno alla quale si sarebbe sviluppato tutto il centro
cittadino. Forse nel VII secolo è stata una torre lombarda o
bizantina che doveva servire a difendere, dalle incursioni
saracene, il villaggio che si trovava sotto la strada Traiana
Minucia. Nella fortezza della Motta è ambientata l’opera
narrativa di Nicola Bozzi intitolata “La Mora e la Motta”.
Sala del Sedile dei Nobili
E’ probabilmente l’edificio storico più rappresentativo della
città, e che dà il nome alla piazza principale: piazza Sedile
dei Nobili, risalente al XVII secolo quando l’amministrazione
della città era gestita dai Nobili che si riunivano in questa
sede; mentre in "Piazza del Popolo" che dà il nome alla vici-
na omonima piazza si riunivano i borghesi della città. Nel
XVIII secolo fu aggiunta la torre dell'orologio sormontata da
una struttura in ferro contenente due campane: una che se-
gnava il passare del tempo, l'altra che avvertiva i nobili
quando l’assemblea stava per cominciare.
Residenze gentilizie
Una passeggiata nel cuore di questa città vi sorprenderà facendovi scoprire l’interessan-
te architettura di numerose residenze gentilizie datate dal XVI al XIX secolo.
Maria Giovanna Ceo
7
Feste popolari
Presepe vivente
Dal 1995 i parrocchiani della chiesa Immacolata (dedicata
alla Vergine Immacolata), organizzano un presepe vivente
nel giardino dell’ex-convento dei cappuccini. L’iniziativa cul-
mina il 6 gennaio con l’arrivo di figuranti negli abiti dei Re ma-
gi e si accompagna alla degustazione di pettole (grossi gnoc-
chi di pasta fritta) e di fagiolata.
La fiera del Santissimo Crocifisso si svolge la seconda e
terza domenica di novembre. Nasce nel 1622 per celebrare
un evento miracoloso: un fulmine caduto sulla chiesa Matrice
uccise alcuni sacerdoti e bruciò l’asta del Crocifisso, lascian-
do intatta la figura del Cristo. A partire dal 1656, la fiera ac-
quisì una forte importanza per la popolazione richiamando
espositori, venditori e acquirenti da molti luoghi. Oggi, tra
un’esposizione e l’altra, è possibile trovarvi ogni genere di
prodotto.
San Rocco e San Nicola da Tolentino
La festa popolare di San Rocco e San Nicola da Tolentino si fe-
steggia la quarta domenica di settembre, mentre il venerdì e il sa-
bato precedenti e la domenica stessa tre processioni accompagna-
no la statua di San Rocco per le strade del centro cittadino e delle
periferie. Il lunedì si festeggia San Nicola; quando la processione
si ferma in Piazza Sedile il sindaco simbolicamente consegna a
San Nicola le chiavi della città. Durante queste giornate di festa
luminarie e fuochi pirotecnici arricchiscono le serate.
Festa di San Giuseppe e Sagra del calzone
Il 19 marzo a Modugno si festeggia San Giuseppe con l’allesti-
mento di falò ai margini delle piazze della città, la preparazio-
ne di zeppole e di pane benedetto che viene distribuito alla cit-
tadinanza. La serata è animata dai canti popolari, danze e
spettacoli. Alessandro Tornese
8
Golosità
La cucina regionale della Puglia è molto ricca e varia. Potete soddisfare i vostri palati
attraverso numerosi ristoranti, pizzerie, salumerie e bracerie della città.
Orecchiette con cime di rape
E’ un tipo di pasta fresca insaporita con verdura (cime di rapa) del
territorio.
Purea di fave e cicorie
E’ una ricetta tradizionale pugliese che contiene il sapore e il calore di
questa terra. Gli ingredienti sono tipici del luogo.
La zuppa di pesce
La zuppa di pesce è un piatto saporito di pesce fresco, tipico della
tradizione culinaria.
Lampascioni conditi
Sono dei cipollotti selvatici dal retrogusto leggermente amaro.
Focaccia
La "focaccia" è lo spuntino per eccellenza, mangiato a qualsiasi ora
dai baresi.
Panzerotti
Piccoli calzoni (di pasta) fritti e farciti con mozzarella e pomodoro, o
carne tritata e mozzarella.
9
“Brasciole”
E’ un piatto tipico del territorio. Si tratta di tranci di carni ar-
rotolata con prezzemolo, aglio fresco, pepe. Sono cotte in
una salsa a base di pomodoro, basilico, sale, utilizzata per
condire le orecchiette.
Frutti di mare
Conosciuto come crudo di mare alla barese, è un piatto di
molluschi, crostacei e altri mitili.
Impepata di cozze
Uno spicchio d’aglio, di prezzemolo tritato e una spolverata
di pepe nero: ecco tutto quello che serve per dare sapore
alle cozze.
Bruschetta
Antipasto tipico di pane grigliato e insaporito con pomodori,
olio extravergine d’oliva, sale e origano.
Cartellate
Sono dei dolci tipici della regione che hanno una forma simi-
le ad una rosa, preparati per le feste natalizie. Possono es-
sere bagnate nel vincotto (sciroppo di fichi, uva o mele coto-
gne) o nel miele, secondo i gusti.
Scarcella
E’ un dolce tipico di Pasqua originario della cucina pu-
gliese ma conosciuto in tutto il meridione d’Italia. Ha una
forma di un savarin ricoperto di una glassa bianca sulla
quale si spennella dell’uovo che simboleggia la rinascita
alla nuova vita.
10
STRUTTURE RICETTIVE
A-14 Hotel
108,Via Roma 70026 Modugno
Telefono: 080 532 2622
Giardino Hotel
SS 96, km118.780, Modugno
Telefono 080 532 2210
Best Western Hotel HR
Ss 96 Km 119.300, 70123 Modugno
Telefono: 080 505 7029
Jolly Hotel
Provinciale Bari-Modugno70026
Tel. e Fax: 0805056939
Sun House B&B
9,Via Picasso 70026 Modugno
Telefono: 340 905 6361
Verdeoliva Bed & Breakfast
S.P. 110, 3 Strada Madonna della Grotta
70126, Modugno (BA )
Telefono: +39 328 1542683
11
REDAZIONE
ACCETTIURA GIULIA assistente
AMORUSO LOREDANA foto, risorse e testi
BELLOMO DENNIS risorse e testi
CEO MARIA GIOVANNA risorse e testi
CLAVELLI EMANUELA risorse e testi
DE PALMA CONCETTA risorse e testi
DELL'ERBA ROMINA assistente
DIVITTORIO MARIANNA foto, risorse e testi
GAUDIO MELISSA risorse e testi
GAUDIOSO FRANCESCO assistente
INGRAVALLO ANDREINA risorse e testi
LONGO DEBORAH GRAZIA foto e testi
MANGIALARDI SARA risorse e testi
MORCAVALLO VITTORIA risorse e testi
SCARABAGGIO MARCO assistente
SCORCA GRAZIA foto, risorse e testi
STRAMAGLIA VITANGELO responsabile della fotografia
TORNESE ALESSANDRO responsabile dell ’ impaginazione
12
Sede Centrale
Via P.A.M. di Francia, 4 - 70026 - Modugno (BA) Tel. 080.5325532 - Fax 080.536
e-mail bais02900g@istruzione.it - pec bais02900g@pec.istruzione.it
INDIRIZZI
 Amministrazione Finanza e Marketing
 Turismo
 Sistemi Informativi Aziendali
 Liceo delle scienze applicate
 Corso serale
Sede Associata
Via Roma, 6 - 70025 - Grumo Appula (BA) Tel./Fax 080.622141 e-mail itcgrumo@libero.it
INDIRIZZI
 Amministrazione Finanza e Marketing
 Sistemi Informativi Aziendali
 Corso serale
Brochure realizzata dagli studenti della classe
IV E Turismo (Modugno)
Per il progetto:

More Related Content

What's hot

Graticolato romano seconda parte
Graticolato romano seconda parteGraticolato romano seconda parte
Graticolato romano seconda partemara
 
VICENZA E PALAZZO THIENE: ITINERARIO DIDATTICO TRA MITO E STORIA
VICENZA  E PALAZZO THIENE: ITINERARIO DIDATTICO TRA MITO E STORIAVICENZA  E PALAZZO THIENE: ITINERARIO DIDATTICO TRA MITO E STORIA
VICENZA E PALAZZO THIENE: ITINERARIO DIDATTICO TRA MITO E STORIAAndrea Potami
 
Napoli capodimonte villa del settecento marchese Blanch di Campolattaro
Napoli capodimonte villa del settecento marchese Blanch di CampolattaroNapoli capodimonte villa del settecento marchese Blanch di Campolattaro
Napoli capodimonte villa del settecento marchese Blanch di Campolattarogaetano corazzelli
 
Ville Venete e la Scuola del Palladio
Ville Venete e la Scuola del PalladioVille Venete e la Scuola del Palladio
Ville Venete e la Scuola del Palladiomara
 
La riviera del brenta
La riviera del brentaLa riviera del brenta
La riviera del brentamara
 
Palazzo dei principi di Masserano
Palazzo dei principi di MasseranoPalazzo dei principi di Masserano
Palazzo dei principi di MasseranoSimona C. Perolo
 
La Riviera del Brenta e la sua storia
La Riviera del Brenta e la sua storiaLa Riviera del Brenta e la sua storia
La Riviera del Brenta e la sua storiamara
 
Pellegrinaggio - Subiaco - San Benedetto
Pellegrinaggio - Subiaco - San BenedettoPellegrinaggio - Subiaco - San Benedetto
Pellegrinaggio - Subiaco - San Benedettoneple
 
S. maria
S. mariaS. maria
S. mariaktema52
 
Decuamo1 Inferiore
Decuamo1 InferioreDecuamo1 Inferiore
Decuamo1 Inferioreterrylang
 
Castel Seprio Guida alla visita
Castel Seprio Guida alla visitaCastel Seprio Guida alla visita
Castel Seprio Guida alla visitaIniziativa 21058
 

What's hot (20)

Graticolato romano seconda parte
Graticolato romano seconda parteGraticolato romano seconda parte
Graticolato romano seconda parte
 
Rep. ceca turismo
Rep. ceca turismoRep. ceca turismo
Rep. ceca turismo
 
Veneto turismo
Veneto turismoVeneto turismo
Veneto turismo
 
VICENZA E PALAZZO THIENE: ITINERARIO DIDATTICO TRA MITO E STORIA
VICENZA  E PALAZZO THIENE: ITINERARIO DIDATTICO TRA MITO E STORIAVICENZA  E PALAZZO THIENE: ITINERARIO DIDATTICO TRA MITO E STORIA
VICENZA E PALAZZO THIENE: ITINERARIO DIDATTICO TRA MITO E STORIA
 
Napoli capodimonte villa del settecento marchese Blanch di Campolattaro
Napoli capodimonte villa del settecento marchese Blanch di CampolattaroNapoli capodimonte villa del settecento marchese Blanch di Campolattaro
Napoli capodimonte villa del settecento marchese Blanch di Campolattaro
 
Austria turismo
Austria turismoAustria turismo
Austria turismo
 
Ville Venete e la Scuola del Palladio
Ville Venete e la Scuola del PalladioVille Venete e la Scuola del Palladio
Ville Venete e la Scuola del Palladio
 
La riviera del brenta
La riviera del brentaLa riviera del brenta
La riviera del brenta
 
Palazzo dei principi di Masserano
Palazzo dei principi di MasseranoPalazzo dei principi di Masserano
Palazzo dei principi di Masserano
 
La Riviera del Brenta e la sua storia
La Riviera del Brenta e la sua storiaLa Riviera del Brenta e la sua storia
La Riviera del Brenta e la sua storia
 
Luoghi da visitare a Lugano
Luoghi da visitare a LuganoLuoghi da visitare a Lugano
Luoghi da visitare a Lugano
 
Noto
NotoNoto
Noto
 
Pellegrinaggio - Subiaco - San Benedetto
Pellegrinaggio - Subiaco - San BenedettoPellegrinaggio - Subiaco - San Benedetto
Pellegrinaggio - Subiaco - San Benedetto
 
Summa sidera
Summa sideraSumma sidera
Summa sidera
 
Veneto turismo 1
Veneto turismo 1Veneto turismo 1
Veneto turismo 1
 
S. maria
S. mariaS. maria
S. maria
 
Ville palladiane
Ville palladianeVille palladiane
Ville palladiane
 
Decuamo1 Inferiore
Decuamo1 InferioreDecuamo1 Inferiore
Decuamo1 Inferiore
 
Croazia turismo
Croazia turismoCroazia turismo
Croazia turismo
 
Castel Seprio Guida alla visita
Castel Seprio Guida alla visitaCastel Seprio Guida alla visita
Castel Seprio Guida alla visita
 

Similar to Brochure italiano

Siponto e manfredonia annalisa baril. e chiara ferrieri nuovo
Siponto e manfredonia annalisa baril. e chiara ferrieri nuovoSiponto e manfredonia annalisa baril. e chiara ferrieri nuovo
Siponto e manfredonia annalisa baril. e chiara ferrieri nuovoLa Società in Classe
 
Polizzi generosa
Polizzi generosaPolizzi generosa
Polizzi generosaanalogatum
 
R. Villano - La Spezieria della Certosa di S. Martino a Napoli
R. Villano - La Spezieria della Certosa di S. Martino a NapoliR. Villano - La Spezieria della Certosa di S. Martino a Napoli
R. Villano - La Spezieria della Certosa di S. Martino a NapoliRaimondo Villano
 
Power point caggiano acmn
Power point caggiano acmnPower point caggiano acmn
Power point caggiano acmnprofMilena
 
Via spaccanapoli il ventre di napoli
Via spaccanapoli il ventre di napoliVia spaccanapoli il ventre di napoli
Via spaccanapoli il ventre di napoliMy own sweet home
 
Arte romanica
Arte romanicaArte romanica
Arte romanicaValeCODE
 
Carpi city overview (Circa 2008)
Carpi city overview (Circa 2008)Carpi city overview (Circa 2008)
Carpi city overview (Circa 2008)Shiv ognito
 
Monumenti e posti interessanti Monuments and places of interest
Monumenti e posti interessanti Monuments and places of interestMonumenti e posti interessanti Monuments and places of interest
Monumenti e posti interessanti Monuments and places of interestantonella noviello
 
Passeggiata alla basilica del carmine
Passeggiata alla basilica del carminePasseggiata alla basilica del carmine
Passeggiata alla basilica del carmineMy own sweet home
 
Passeggiata Alla Basilica Del Carmine
Passeggiata Alla Basilica Del CarminePasseggiata Alla Basilica Del Carmine
Passeggiata Alla Basilica Del CarmineMy own sweet home
 
Santa maria al fortino
Santa maria al fortinoSanta maria al fortino
Santa maria al fortinoprimariacigoli
 
Viaggio nella cultura power point
Viaggio nella cultura power pointViaggio nella cultura power point
Viaggio nella cultura power pointeurosky
 
Scrivere fa bene meglio se in digit@le
Scrivere fa bene meglio se in digit@leScrivere fa bene meglio se in digit@le
Scrivere fa bene meglio se in digit@leBiagio Ferro
 
San marco in lamis tempesta ylenia e arianna volpe finito
San marco in lamis tempesta ylenia e arianna volpe finitoSan marco in lamis tempesta ylenia e arianna volpe finito
San marco in lamis tempesta ylenia e arianna volpe finitoLa Società in Classe
 
VIAGGIO NEI BORGHI
VIAGGIO NEI BORGHIVIAGGIO NEI BORGHI
VIAGGIO NEI BORGHIErsilia Emma
 

Similar to Brochure italiano (20)

Siponto e manfredonia annalisa baril. e chiara ferrieri nuovo
Siponto e manfredonia annalisa baril. e chiara ferrieri nuovoSiponto e manfredonia annalisa baril. e chiara ferrieri nuovo
Siponto e manfredonia annalisa baril. e chiara ferrieri nuovo
 
Polizzi generosa
Polizzi generosaPolizzi generosa
Polizzi generosa
 
R. Villano - La Spezieria della Certosa di S. Martino a Napoli
R. Villano - La Spezieria della Certosa di S. Martino a NapoliR. Villano - La Spezieria della Certosa di S. Martino a Napoli
R. Villano - La Spezieria della Certosa di S. Martino a Napoli
 
San francesco nelle Marche
San francesco nelle MarcheSan francesco nelle Marche
San francesco nelle Marche
 
Power point caggiano acmn
Power point caggiano acmnPower point caggiano acmn
Power point caggiano acmn
 
Via spaccanapoli il ventre di napoli
Via spaccanapoli il ventre di napoliVia spaccanapoli il ventre di napoli
Via spaccanapoli il ventre di napoli
 
Arte romanica
Arte romanicaArte romanica
Arte romanica
 
Chiesa di piedigrotta
Chiesa di piedigrottaChiesa di piedigrotta
Chiesa di piedigrotta
 
Tour in Umbria
Tour in UmbriaTour in Umbria
Tour in Umbria
 
Vieni da Noi: Campania
Vieni da Noi: CampaniaVieni da Noi: Campania
Vieni da Noi: Campania
 
Carpi city overview (Circa 2008)
Carpi city overview (Circa 2008)Carpi city overview (Circa 2008)
Carpi city overview (Circa 2008)
 
Monumenti e posti interessanti Monuments and places of interest
Monumenti e posti interessanti Monuments and places of interestMonumenti e posti interessanti Monuments and places of interest
Monumenti e posti interessanti Monuments and places of interest
 
Basilica di Sant'Ambrogio
Basilica di Sant'AmbrogioBasilica di Sant'Ambrogio
Basilica di Sant'Ambrogio
 
Passeggiata alla basilica del carmine
Passeggiata alla basilica del carminePasseggiata alla basilica del carmine
Passeggiata alla basilica del carmine
 
Passeggiata Alla Basilica Del Carmine
Passeggiata Alla Basilica Del CarminePasseggiata Alla Basilica Del Carmine
Passeggiata Alla Basilica Del Carmine
 
Santa maria al fortino
Santa maria al fortinoSanta maria al fortino
Santa maria al fortino
 
Viaggio nella cultura power point
Viaggio nella cultura power pointViaggio nella cultura power point
Viaggio nella cultura power point
 
Scrivere fa bene meglio se in digit@le
Scrivere fa bene meglio se in digit@leScrivere fa bene meglio se in digit@le
Scrivere fa bene meglio se in digit@le
 
San marco in lamis tempesta ylenia e arianna volpe finito
San marco in lamis tempesta ylenia e arianna volpe finitoSan marco in lamis tempesta ylenia e arianna volpe finito
San marco in lamis tempesta ylenia e arianna volpe finito
 
VIAGGIO NEI BORGHI
VIAGGIO NEI BORGHIVIAGGIO NEI BORGHI
VIAGGIO NEI BORGHI
 

Brochure italiano

  • 1. 1
  • 2. 2 Brochure realizzata da: Maria Giovanna Ceo, Marianna Divittorio, Andreina Ingravallo, Deborah Longo, Sara Mangialardi, Grazia Scorca, Vito Stramaglia, Alessandro Tornese della classe IV E Turismo
  • 3. 3 PREFAZIONE Modugno è situata nell'area metropolitana di Bari, in Pu- glia. Dell’origine della sua storia non si hanno notizie certe; ma ciò è probabilmente un pregio, perché dimo- stra la sua antichità. In parte distrutta e ricostruita du- rante il periodo angioino, venne ceduta alla famiglia de- gli Sforza nel XIV secolo durante il quale la città visse uno dei periodi di massimo splendore. Alla morte di Bo- na Sforza, Modugno passò in mano alla corona di Spa- gna, che considerava l'Italia come una colonia da sfrut- tare economicamente. Il primo centro urbano fu fondato probabilmente nell'Alto Medioevo, intorno alla Chiesa di Santa Maria di Modu- gno. La sala del Sedile dei nobili di Modugno è probabil- mente il palazzo più rappresentativo della città ed è si- tuato nell'omonima piazza. Una leggenda metropolitana lega la città di Modugno ad una vicenda storica estrema- mente importante e significativa soprattutto per i fedeli cristiani: durante l'assedio sanfedista del 1799 apparve una donna con in mano un fazzoletto, che fu identificata come la Madonna Addolorata, in sostegno dei difensori della città. Ragion per cui da quel momento i Modugnesi le sono devoti. Lo stemma di Modugno rappresenta un cardo selvatico con tre fiori, radici esposte e quattro foglie, dominante in campo azzurro su scudo sormontato da corona merlata, a significare l’indipendenza e la fierezza dei Modugnesi. Alessandro Tornese
  • 4. 4 Chiesa Maria Santissima Annunziata Conosciuta come Chiesa Matrice e consacrata all’An- nunciazione di Maria, la chiesa è il principale luogo di culto cattolico di Modugno, è situata in Piazza del Po- polo. La struttura attuale risale al XVII secolo ed è un ampliamento dell’originale costruzione medioevale. La facciata e l’interno hanno caratteristiche tardo- rinascimentali, mentre l’interno conserva degli elemen- ti romani, barocchi e gotici in alcune cappelle e altari laterali. Il caratteristico campanile riprende le forme classiche dello stile romanico pu- gliese. Da segnalare Tra le varie opere d’arte, la Chiesa conserva l’Annunciazione di Bartolo- meo Vivarini, una pala d’altare dipin- ta a tempera intorno al 1472. Chiesa di Santa Maria di Modugno Luogo di culto sconsacrato non lontano da Piazza Sedi- le. E’ la prima chiesa di Modugno e, secondo la tradi- zione, attorno ad essa si costituì il primo centro abitato. Dedicata alla Madonna Assunta in cielo, nel XVI secolo, questo nome fu attribuito alla Chiesa Matrice (la chiesa principale di Modugno). Fin dai primi decenni del XX secolo, la Chiesa di Santa Maria di Modugno è stata il punto di arrivo delle proces- sioni che si tenevano il 25 aprile e il 15 agosto e che terminavano con una messa solenne in onore dell’As- sunzione di Maria Vergine. Nel 1938, la volta della navata crollò e la Chiesa fu ab- bandonata. Sul perimetro dei muri i resti degli affreschi sono ancora visibili. Scavi archeologici hanno portato alla luce le rovine di un vasto cimitero e di cappelle medioevali sulle quali la chiesa fu fondata. Andreina Ingravallo CHIESE E MONUMENTI A Modugno potrete ammirare antiche chiese grandi e piccole. Vi proponiamo alcuni esem- pi fra i più significativi.
  • 5. 5 Chiesa Santa Maria del Suffragio Costruita a partire dal 1639 secondo la data incisa su una pietra al vestibolo e legata ad un’epidemia di peste del XVII secolo. E’ chiamata comunemente Chiesa del Purgatorio per la confrater- nita, oggi Pia Associazione del Purgatorio, che ne è proprietaria. La facciata è in stile neoclassico. In origine vi era un tetto spio- vente abbattuto perché pericolane: oggi non resta che il timpano con una piccola finestra. Vi è anche un piccolo campanile a ve- la. Sul muro posteriore vi è un bassorilievo della Santa Vergine con il Bambino e le anime del Purgatorio. All’interno si possono ammirare 46 tavole appartenenti alla scuola napoletana del XVII secolo, una cantoria in legno dorato, con al centro la tela della Santa Vergine del Suffragio e due piccoli organi del XVIII seco- lo. Santuario di Santa Maria della Grotta Questo Santuario rupestre molto suggestivo, del quale le origini si perdono nella notte dei tempi, è situato presso Lama Lamasinata (avvallamento nel quale scorreva un breve corso d’acqua). Il Santuario non fu esclusivamente un luogo di preghiera, ma anche un rifugio per i crociati che tornavano dalla Terra Santa. Dal 1139 al 1155 vi sog- giornò San Corrado di Baviera. Della sua presenza si conserva un cunicolo (piccola grotta naturale) e la sua tomba nel pavimento del Santuario. Balsignano È un antico borgo situato al sud est della città di Modu- gno, dove si possono ammirare i resti di una casa coloni- ca fortificata e le chiese Santa Maria di Costantinopo- li e San Felice. Ricostruita dopo il saccheggio dei Sara- ceni nel 988 , a partire dal XIII secolo fu dominio feudale e fece anche da teatro per diverse battaglie per la domi- nazione del Regno di Napoli. La chiesa di Santa Maria di Costantinopoli risale al XIV secolo. E’ formata da due costruzioni a base rettangolare a volta gotica pergolata. Si possono ammirare degli affreschi della scuola di Sie- na, anche se gravemente danneggiati. La chiesa di San Felice risale all’ XI secolo; è un meraviglioso esempio di architettura romanica pugliese, caratterizzato dall’armo- nica compresenza di elementi architettonici d’oltralpe, bizantini e arabi; ha una pianta a croce e una cupola con tamburo ottagonale.
  • 6. 6 Il Monaco Il menhir detto Il Monaco è una pietrafitta alta 3,70 m, si- tuata nel territorio di Modugno, che ha sollecitato l’immagi- nazione della popolazione locale. Differenti studiosi, nel corso del tempo, hanno ipotizzato che il menhir fosse di origine neolitica e l’hanno assimilato a monumenti sacri megalitici; ma si pensa comunemente che sia di origine tardo romano o alto medievale, e che aveva la funzione di cippo di demarcazione territoriale. La Motta La Motta era un’antica costruzione a base circolare situata su una piccola altura. Si presume che sia stato il primo nu- cleo attorno alla quale si sarebbe sviluppato tutto il centro cittadino. Forse nel VII secolo è stata una torre lombarda o bizantina che doveva servire a difendere, dalle incursioni saracene, il villaggio che si trovava sotto la strada Traiana Minucia. Nella fortezza della Motta è ambientata l’opera narrativa di Nicola Bozzi intitolata “La Mora e la Motta”. Sala del Sedile dei Nobili E’ probabilmente l’edificio storico più rappresentativo della città, e che dà il nome alla piazza principale: piazza Sedile dei Nobili, risalente al XVII secolo quando l’amministrazione della città era gestita dai Nobili che si riunivano in questa sede; mentre in "Piazza del Popolo" che dà il nome alla vici- na omonima piazza si riunivano i borghesi della città. Nel XVIII secolo fu aggiunta la torre dell'orologio sormontata da una struttura in ferro contenente due campane: una che se- gnava il passare del tempo, l'altra che avvertiva i nobili quando l’assemblea stava per cominciare. Residenze gentilizie Una passeggiata nel cuore di questa città vi sorprenderà facendovi scoprire l’interessan- te architettura di numerose residenze gentilizie datate dal XVI al XIX secolo. Maria Giovanna Ceo
  • 7. 7 Feste popolari Presepe vivente Dal 1995 i parrocchiani della chiesa Immacolata (dedicata alla Vergine Immacolata), organizzano un presepe vivente nel giardino dell’ex-convento dei cappuccini. L’iniziativa cul- mina il 6 gennaio con l’arrivo di figuranti negli abiti dei Re ma- gi e si accompagna alla degustazione di pettole (grossi gnoc- chi di pasta fritta) e di fagiolata. La fiera del Santissimo Crocifisso si svolge la seconda e terza domenica di novembre. Nasce nel 1622 per celebrare un evento miracoloso: un fulmine caduto sulla chiesa Matrice uccise alcuni sacerdoti e bruciò l’asta del Crocifisso, lascian- do intatta la figura del Cristo. A partire dal 1656, la fiera ac- quisì una forte importanza per la popolazione richiamando espositori, venditori e acquirenti da molti luoghi. Oggi, tra un’esposizione e l’altra, è possibile trovarvi ogni genere di prodotto. San Rocco e San Nicola da Tolentino La festa popolare di San Rocco e San Nicola da Tolentino si fe- steggia la quarta domenica di settembre, mentre il venerdì e il sa- bato precedenti e la domenica stessa tre processioni accompagna- no la statua di San Rocco per le strade del centro cittadino e delle periferie. Il lunedì si festeggia San Nicola; quando la processione si ferma in Piazza Sedile il sindaco simbolicamente consegna a San Nicola le chiavi della città. Durante queste giornate di festa luminarie e fuochi pirotecnici arricchiscono le serate. Festa di San Giuseppe e Sagra del calzone Il 19 marzo a Modugno si festeggia San Giuseppe con l’allesti- mento di falò ai margini delle piazze della città, la preparazio- ne di zeppole e di pane benedetto che viene distribuito alla cit- tadinanza. La serata è animata dai canti popolari, danze e spettacoli. Alessandro Tornese
  • 8. 8 Golosità La cucina regionale della Puglia è molto ricca e varia. Potete soddisfare i vostri palati attraverso numerosi ristoranti, pizzerie, salumerie e bracerie della città. Orecchiette con cime di rape E’ un tipo di pasta fresca insaporita con verdura (cime di rapa) del territorio. Purea di fave e cicorie E’ una ricetta tradizionale pugliese che contiene il sapore e il calore di questa terra. Gli ingredienti sono tipici del luogo. La zuppa di pesce La zuppa di pesce è un piatto saporito di pesce fresco, tipico della tradizione culinaria. Lampascioni conditi Sono dei cipollotti selvatici dal retrogusto leggermente amaro. Focaccia La "focaccia" è lo spuntino per eccellenza, mangiato a qualsiasi ora dai baresi. Panzerotti Piccoli calzoni (di pasta) fritti e farciti con mozzarella e pomodoro, o carne tritata e mozzarella.
  • 9. 9 “Brasciole” E’ un piatto tipico del territorio. Si tratta di tranci di carni ar- rotolata con prezzemolo, aglio fresco, pepe. Sono cotte in una salsa a base di pomodoro, basilico, sale, utilizzata per condire le orecchiette. Frutti di mare Conosciuto come crudo di mare alla barese, è un piatto di molluschi, crostacei e altri mitili. Impepata di cozze Uno spicchio d’aglio, di prezzemolo tritato e una spolverata di pepe nero: ecco tutto quello che serve per dare sapore alle cozze. Bruschetta Antipasto tipico di pane grigliato e insaporito con pomodori, olio extravergine d’oliva, sale e origano. Cartellate Sono dei dolci tipici della regione che hanno una forma simi- le ad una rosa, preparati per le feste natalizie. Possono es- sere bagnate nel vincotto (sciroppo di fichi, uva o mele coto- gne) o nel miele, secondo i gusti. Scarcella E’ un dolce tipico di Pasqua originario della cucina pu- gliese ma conosciuto in tutto il meridione d’Italia. Ha una forma di un savarin ricoperto di una glassa bianca sulla quale si spennella dell’uovo che simboleggia la rinascita alla nuova vita.
  • 10. 10 STRUTTURE RICETTIVE A-14 Hotel 108,Via Roma 70026 Modugno Telefono: 080 532 2622 Giardino Hotel SS 96, km118.780, Modugno Telefono 080 532 2210 Best Western Hotel HR Ss 96 Km 119.300, 70123 Modugno Telefono: 080 505 7029 Jolly Hotel Provinciale Bari-Modugno70026 Tel. e Fax: 0805056939 Sun House B&B 9,Via Picasso 70026 Modugno Telefono: 340 905 6361 Verdeoliva Bed & Breakfast S.P. 110, 3 Strada Madonna della Grotta 70126, Modugno (BA ) Telefono: +39 328 1542683
  • 11. 11 REDAZIONE ACCETTIURA GIULIA assistente AMORUSO LOREDANA foto, risorse e testi BELLOMO DENNIS risorse e testi CEO MARIA GIOVANNA risorse e testi CLAVELLI EMANUELA risorse e testi DE PALMA CONCETTA risorse e testi DELL'ERBA ROMINA assistente DIVITTORIO MARIANNA foto, risorse e testi GAUDIO MELISSA risorse e testi GAUDIOSO FRANCESCO assistente INGRAVALLO ANDREINA risorse e testi LONGO DEBORAH GRAZIA foto e testi MANGIALARDI SARA risorse e testi MORCAVALLO VITTORIA risorse e testi SCARABAGGIO MARCO assistente SCORCA GRAZIA foto, risorse e testi STRAMAGLIA VITANGELO responsabile della fotografia TORNESE ALESSANDRO responsabile dell ’ impaginazione
  • 12. 12 Sede Centrale Via P.A.M. di Francia, 4 - 70026 - Modugno (BA) Tel. 080.5325532 - Fax 080.536 e-mail bais02900g@istruzione.it - pec bais02900g@pec.istruzione.it INDIRIZZI  Amministrazione Finanza e Marketing  Turismo  Sistemi Informativi Aziendali  Liceo delle scienze applicate  Corso serale Sede Associata Via Roma, 6 - 70025 - Grumo Appula (BA) Tel./Fax 080.622141 e-mail itcgrumo@libero.it INDIRIZZI  Amministrazione Finanza e Marketing  Sistemi Informativi Aziendali  Corso serale Brochure realizzata dagli studenti della classe IV E Turismo (Modugno) Per il progetto: