Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

M. Barbagli, A. Minello, Gli omicidi delle donne: racconti di relazioni violente

45,739 views

Published on

Convegno Scientifico - Istat Aula Magna - Roma, 28 marzo 2017
La violenza sulle donne: i dati e gli strumenti per la conoscenza
statistica

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

M. Barbagli, A. Minello, Gli omicidi delle donne: racconti di relazioni violente

  1. 1. 1 Gli omicidi delle donne: racconti di relazioni violente Convegno scientifico - La violenza sulle donne: i dati e gli strumenti per la conoscenza statistica Marzio Barbagli - Emerito di Sociologia Università di Bologna Alessandra Minello - European University Institute Roma, 28 marzo 2017
  2. 2. Vittime di omicidio per 100 mila abitanti dal 1864 al 2000 0 2 4 6 8 10 12 14 1864 1880 1900 1920 1940 1960 1980 2000 2
  3. 3. Donne vittime di omicidio per 100 mila abitanti dal 1864 al 2000 0 0.5 1 1.5 2 2.5 3 3.5 4 1864 1880 1900 1920 1940 1960 1980 2000 3
  4. 4. 0.00 100.00 200.00 300.00 400.00 500.00 600.00 700.00 800.00 900.00 1,000.00 Numero di uomini per 100 donne uccise in Italia dal1864 al 2000 4
  5. 5. Numero vittime di omicidio in Italia dal 2002 al 2016, per genere 2002: 29,12% 2016: 37,37% 0 100 200 300 400 500 600 700 800 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 Uomini Donne 642 388 5
  6. 6. Donne vittime di omicidio per 100 mila abitanti in Italia dal 1992 al 2016 6 0 0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8 1992 1996 2000 2004 2008 2012 2016
  7. 7. DONNE UOMINI 0 2 4 6 8 10 12 1992 1996 2000 2004 2008 2012 2016 Vittime donne italiane ogni 100mila italiane Vittime donne straniere ogni 100mila straniere 0 5 10 15 20 25 30 1992 1994 1996 1998 2000 2002 2004 2006 2008 2010 2012 2014 2016 Vittime uomini italiani ogni 100mila italiani Vittime uomini stranieri ogni 100mila stranieri Donne italiane e straniere vittime di omicidio per 100 mila abitanti in Italia dal 1992 al 2016 7
  8. 8. 0 20 40 60 80 2002-2006 2007-2012 2013-2016 Uomini Donne % di omicidi in cui sono coinvolti una vittima e un autore 0 0.05 0.1 0.15 0.2 0.25 0.3 0.35 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 Donne vittime di omicidio per mano di partner ed ex partner per 100 mila abitanti dal 2002 al 2016 8
  9. 9. Donne vittime di omicidio per mano di partner ed ex partner per 100 mila abitanti dal 2002 al 2016, per triennio per area geografica: italiane - straniere Italiane 0 0.05 0.1 0.15 0.2 0.25 2002-2004 2005-2007 2008-2010 2011-2013 2014-2016 Nord-centro Italiane Sud e isole italiane 0 0.5 1 1.5 2 2.5 2002-2004 2005-2007 2008-2010 2011-2013 2014-2016 Nord-centro straniere Sud e isole straniere Straniere 9
  10. 10. Predicted probabilities a seconda della relazione vittima autore, per genere Donne Uomini Il modello multinomiale controlla per: genere dell’autore, età della vittima/- età dell’autore, nazionalità della vittima- nazionalità dell’autore, numero coinvolti, area geografica, arma, quinquennio. 10
  11. 11. Arma usata negli omicidi contro le donne, per triennio Fuoco Asfissia Non rilevata Taglio Impropria Lesioni 0.00 5.00 10.00 15.00 20.00 25.00 30.00 35.00 40.00 2002-2004 2005-2007 2008-2010 2011-2013 2014-2016 11
  12. 12. Conclusioni  Calate le vittime di omicidio: uomini e donne  Aumentata la proporzione di donne uccise rispetto agli uomini  Questo vale anche per gli ultimi 15 anni: calo in particolare per le straniere - Sono stabili per le italiane: con lieve crescita al Centro-Nord  Le vittime per mano di partner-ex partner sono stabili MA  Le donne hanno più probabilità che gli uomini di morire per mano di partner ed ex partner, gli omicidi degli uomini rimangono più spesso irrisolti - Per le straniere: diminuzione al Sud e Isole, tassi alti e altalenanti al Centro-Nord  Le donne vengono uccise prevalentemente con arma da taglio o da fuoco, in omicidi uno a uno 12
  13. 13. Grazie per l’attenzione! 13

×