Italcementi no petcoke ricorso al tar italcemnti per revoca determina assessoriale 482383 25 lug 2006 contro uso petcoke

1,321 views

Published on

• 27/8/2004 Italcementi avanza richiesta di rilascio A.I.A. ex DDLgs 372/1999 59/2005

• Il 25 luglio 2006 l’Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Sicilia con determinazione. 482383 del 25 luglio 2006 intimava alla Italcementi :

a) continuare di apportare modifiche l’impianto dal ciclo produttivo in assenza della preventiva comunicazione alle Autorità Competenti, b) continuare ad utilizzare il pet-coke come combustibile, così come svolgere attività che diano luogo alla produzione di emissioni diffuse di tale composti.

http://www.scribd.com/doc/114400067/ITALCEMENTI-Diffida-Dalla-Regione-Sicilia-Ex-Art-278-Lett-a-D-lgs-152-6-Prot-48283-25-Luglio-2006-NO-PETCOKE

• ITALCEMENTI PROPONE RICORSO AL TAR CONTRO LA DIFFIDA DEL 25 LUGLIO 2006 IL TAR PALERMO CON SENTENZA 1156 DEL 19 APRILE 2007 RESPINGE IL RICORSO DELLA ITALCEMENTI RIBADENDO CHE L’UTILIZZO DEL PET-COKE COME COMBUSTIBILE.

http://www.scribd.com/doc/80958080/ITALCEMENTI-Sentenza-1156-I%C2%B0-Sezione-TAR-Palermo-19-Aprile-2007-NO-PETCOKE-pdf

• VIDEO NOTIZIA CONFERENZA SERVIZI 17 OTT 2007 INTERROTTA ASSESSORE INTERLANDI

http://www.youtube.com/watch?v=quzjwYLr4lc

SITO DI RIFERIMENTO: http://isoladellefemmineitalcementieambiente.blogspot.it/

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,321
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,150
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Italcementi no petcoke ricorso al tar italcemnti per revoca determina assessoriale 482383 25 lug 2006 contro uso petcoke

  1. 1. {.4.R.SICILIA,Palermo19aprile2007,n. 1156INQUfNAMENTOATMOSFEzu...PaginaI di 6Ambieole_D-irrttq.itLegislazioneGiurisprudenza lrlur*srs $srdfl S*9,688.6ITrtli i dìriAtls*il* fis{*rvsti- C}íryfi*f1tl+:- Arlr*i*:rtl*;;;;r;" ;TARSlClLlA,Palerffio,Sez.I, 19aprile2007,sentenzan.1156INQUINAMENTOATMOSFERICO- Gombustibileutilizzatonel ciclo produttivo- Pet-coke- Omessaspecificaindicazionein sededi autorizzazione- D.P.C.M.2.10.1995- lstanzaper il rilascio dellAutorizzazioneIntegrataAmbientale- D.Lgs. n. 59/2005- Regimetransitorioex art. 267,c.3, d.lgs. n. 152/2006- Applicabilità- Esclusione.ll regimetransitorio(art.267, c. 3 del d.lgs.n. 15212006)discendentedallavvenutapresentazionedellistanzaperilrilasciodellAutorizzazionelntegrataAmbientaledicuiai DD.Lgs.nn.37211999e 59/2005nonpuÒtrovareapplicazioneneiriguardidelleimmissioniinatmosferageneratedallacombustionedi pet-cokeche non sianostatespecificamentecontemplatenellautorizzazionerilasciataai sensideld.p.r.n.203/1988.Laesattaindividuazionedelcombustibileutilizzatonelcicloproduttivodovevainfatticostituireoggettodi specificaindicazioneinsededi presentazionedellistanzaex art. 12 d.p.r.n. 203/1988,ai fini delladozioneda partedellamministrazioneregionaledelleautorizzazioniprowisoria,di cui al successivoart. 13;è diventataancorapiùnecessariae "dovuta"a seguitodellemanazionedelD.P.C.M.del2.10.1995,cheha tipizzatonormativamentei combustibilie ne ha determinatoil regimedi utilizzo(nellaspecie,lostabifimentoindustrialericorrenteaveva ottenuto,nel 1994, lautorizzazioneex d.p.r. n.203/1988per Iusodi "oliocombustibileo combustibilesolidoo una misceladi combustibilisolidi";laspecificazionedeltipodi combustibileutilizzatonelcicloproduttivo,petcoke,erastataomessaanche successivamenteallentratain vigore del D.P.C.M.2.10.1995;lesattaindividuazioneapparivaperlaprimavoltasoloinoccasionedellistanzaperil rilasciodellA.l.A.).Pres.Giallombardo,Est. Veneziano- l. sp.a. (aw.ti Villata,Degli Esposti,SavorellieMazzarella)c. Presidenzae AssessoratoTerritorioe AmbientedellaRegioneSiciliana(Aw.Stato)e altri(n.c.)- T.A.R.SlClLlA,Palermo,Sez.l- î9 aprile2007,n. {156INQUINAMENTOATMOSFERICO- Autorizzazioneintegrataambientale- Emissioni- Art.17D.Lgs.n.59/2005- Valenzain rapportoalleprecedentiautorizzazioni.Ladisposizionedicui allart. 17 del D.Lgs^n. 59/2005non puÒessereinterpretatanel senso di validareindiscriminatamentee "cristallizzare"le autorizzazioniesistentiai fini della prosecuzionediattivitàanchedifformio comunquenon specificamenteprevisteda detti titoli;essa inveceprevedela permanentevigenzadel regime autorizzaloriopreesistente,ivi compresalaeventualenecessitàdi adeguamento/aggiornamentodelle autorizzazioniesistentiai cicliproduttiviin atto.Pres.Giallombardo,Est.Veneziano- l. sp.a.(aw.tiVillata,DegliEsposti,Savorellie Mazzarella)c. Presidenzae AssessoratoTerritorioe Ambientedella RegioneSiciliana(Aw.Stato)e altri(n.c.)- T.A.R.SlClLlA,Palermo,Sez.l- f 9 aprile2007,n.lf 56INQUINAMENTOATMOSFERICO- Emissioni- Combustibileutilizzatonel processoproduttivo- Modalitànon autorizzatadi eserciziodellattivitàautorizzata- Diffidaallasospensione- Legittimità- Preventivafissazionedi un termineper la regolarizzazione-Necessità- Esclusione.In ipotesidi modalitànonautorizzata(nellaspecie,usodelpet-coke)di eserciziodellattivitàautorizzata(produzionedi cemento),legittimamenteIamministrazioneadottala diffidaallasospensione,che appareesserela soluzionepiù utilee propozionataalconseguimentodel risultatodi ricondurrenel più brevetempopossibilelattivitàproduttivanellambitodi quantoautorizzato.Nonè peraltrorichiestala fissazionedi un termineentrocuieliminarelirregolaritàrilevata,non trattandosidi doverapportareuna qualchemodificaoinnovazioneallostabilimentoo al cicloproduttivo,masemplicementedi cessaredallusodi uncombustibilenonautorizzato.Intalsensodisponela normativain materia:siaIart.278,letta),D.Lgs.n. 156/2006,che lart.10, lett.a), d.p.r.n.203/1988prevedonoinfattila diffidaaregolarizzare,con assegnazionedi un termine,per le ipotesidi mere irregolaritàrispettoallattivitàaulorizzata,mentrele successivelettereb) prevedonola contestualesospensionedellaattivitàautorizzataperuntempodeterminato,ovesi manifestinosituazionidi pericoloperla salutee/operlambiente.Pres.Giallombardo,Est.Veneziano- l. sp.a.(avv.tiVillata,DegliEsposti,Savorellie Mazzarella)c. Presidenzae AssessoratoTerritorioe AmbientedellaRegioneSiciliana(Avv.Stato)e altri(n.c.)- T.A.R.SlClLlA,Palermo,Sez.| - 19aprile2007,http://www.ambientediritto.itlsentemel200TlTAR/TarSicilia PA 2007 n.ll56.htm 3011012007
  2. 2. /,x T.A.R.SICILIA,Palermo19aprile2007,n. 1156INQUINAMENTOATMOSFERI...Pagina2 di 6n.1156a+rvl,r"i*ry,flfft**l"i*:*.$f*,-.$rínf*s$*xiiREPUBBLIGAITALIANAINNOMEDELPOPOLOITALIANOILTRIBUNALEAMMINISTRATIVOREGIONALEDELLASICILIASezionePrimaN. Reg.Sent.N.1667Reg.Gen.ANNO2006hapronunciatolaseguenteSENTENZAsulricorson. 166712006,propostodallaITALCEMENTIS.p.A,consedeinBergamo,inpersonadel legalerappresentantepro-tempore,rappresentatoe difesoper mandatoa marginedelricorsoprincipalee diquellopermotiviaggiuntidagliAw.tiprof.RiccardoVillata,AndreinaDegliEsposti,BarbaraSavorellie GiuseppeMazzarella,pressoil cui studio in Palermo,viaCaltanissettan. 1,è elettivamentedomiciliata:CONTRO- la PresidenzadellaRegioneSiciliana,in personadelPresidentepro-temporee IAssessoratoTerritorioedAmbientedellaRegioneSiciliana,in personadellAssessorepro{empore,rapp.tiedifesiperleggedallAvvocaturaDistrettualedelloStatodi Palermo,domiciliataria;- la Provinciaregionaledi Palermo,in personadel Presidentepro-tempore,noncostituitoingiudizio;- il DipartimentoARPA Provincialedi Palermo,in personadel legalerappresentantepro-tempore,noncostituitoingiudizio;PERLANNULLAMENTOquantoal ricorsoprincipale:- delladeterminazionen. 482383del25 luglio2006,conla qualelAssessoratoTerritorioedAmbientedella RegioneSicilianaha diffidatola ricorrentedal: a) continuaread apportaremodificheallimpiantoed al cicloproduttivoin assenzadellapreventivacomunicazionealleAutoritàcompetenti,b) continuaread utilizzareil pet-cokecome combustibile,cosi comesvolgereattivitàchedianoluogoallaproduzionediemissionidiffuseditalecomposto;- di ognialtroattoconseguenziale,presuppostoe/ocomunqueconnesso,e segnatamente,ovepossaoccorrere,dei seguentiverbali/relazioniredattidal DipartimentoARPA ProvincialediPalermo:a) verbaleprot.9942393del 14 ottobre2005;b) verbaleprot.n.9944173del 12dicembre2005;c) verbaleprot.9945311del 25 gennaio2006;d) relazionetecnicadel 23maggio2006;quantoalricorsopermotiviaggiunti:- delladeterminazioneassessorialen.60837del18.09.2006.Vistiilricorsoprincipalee quellopermotiviaggiunti,coni relativiallegati;Visto lattodi costituzionein giudiziodellAwocaturadistrettualedelloStatodi PalermoperIamm.neintimata;Vistelememorieprodottedallepartia sostegnodellerispettivedifese;Designatorelatorealla pubblicaudienzadel 20.03.2007il ConsigliereAw.to Salvatorehttp://www.ambientediritto.ilsentenzel200TlTAR/TarSicilia PA 2007 n.l156.htm 3011012007
  3. 3. T.A.R.SICILIA, Palermo19aprile2007,n. I156 INQUINAMENTO ATMOSFERI... Pagina3 di 6Veneziano;Uditilavv.toprof.R.Villataperla soc.ricorrentee Iaw.todelloStatoF. BucaloperIAmm.neintimata:Ritenutoinfattoe consideratoindirittoquantosegue:FATTOCon ricorsonotificatoi dì 4./7.08.2006,e depositatoil successivo9.08.,la societàricorrenteesponedigestiredalungotempounostabilimentoindustrialeadibitoallaproduzionedicementoinComunedi lsoladelleFemmine- perilqualeè inpossessosindal1994di autorizzazionealleimmissioniin atmosferaex d.p.r.203/1988ed ha già richiestoil rilasciodellaAutorizzazioneIntegrataAmbientaleex DD.Lg.snn. 37211999e 59/2005- ed impugnagli atti in epigrafeindicatiadottatiallesitodi alcuni controllieffettuatinello stabilimento,a seguitodellasegnalazionedi presuntiepisodidi inquinamentoatmosferico,e dellasuccessivaattivitàdiistruttoriae di verificadalla quale è comunqueemersoil sostanzialerispettodei limitidiemissioniprescrittiedautorizzati.Deduceleseguenticensure:1)Violazionedellart.15d.p.r.n.203/1988.Ed inveronon è mai stata introdottaalcunamodificanellostabilimentoo innovazionenelprocessoproduttivosuscettibiledicomunicazioneelonuovaautorizzazione.2)Violazionedegliartt.15e 16d.p.r.n.203/1988.AncheIusodel pet-cokerisalivaad epocaanterioreal rilasciodellaautorizzazioned.p.r.n.203/1988,néeranecessariaalcunacomunicazionee/o aulorizzazioneal suoutilizzoneppureaseguitodellasopravvenienzadelD.P.C.M.2.01.1995.3)ViolazionedelD.Lgs.n. 15212006.ll D.Lgs.n. 152120AG@rtt"267,co.3, e 269,co. 1)fa salvala disciplinarelativaallaA.l.A.,equindianchela disciplinatransitoriaprevistain attesadel rilasciodelnuovotitoloautorizzativi;prevedecomunquecheladeguamentoawengasecondouncalendarioampiamentedilazionatoneltempoe cheladiffidaa cessareeventualiirregolaritàfissiunadeguatotermine.Conricorsopermotiviaggiunti,notificatoi di 4.15.10.2003e depositatoil successivo11.10.,lasocietàricorrenteimpugnala nuova determinazioneassessorialecon la quale vengonopreannunziatiladeguamentoe la regolarizzazionedellaautorizzazioneperquantoattienealledifformitàrilevate,ad eccezionedel rilievorelativoallusodel pet-coke,per il qualene vieneribaditoil divietodi utilizzazionein attesadel conseguimentodellaautorizzazioneex art.269D.Lgs.n.15212006.Conriferimentoa talespecifico,residuo,profilola societàricorrentereiterasostanzialmentelecensuredi cui ai precedentipuntisub 2) e 3) e formuladomandadi risarcimentodanniinrelazioneal pregiudizioasseritamentesubitopereffettodellaawenutasostituzionedelcarboneal pet-cokenelprocessoproduttivo.Costituitesiin giudiziole amm.nireg.liintimateed acquisitadocumentazioneistruttoriainesecuzionedellO.C.l.n. 286/2006,con ordinanzan. 1159del 24.10.2006è statarespintaIistanzadisospensionedelprowedimentoimpugnato.Allapubblicaudienzadel20.03.2007,previoscambiodi memoriedifensive,i procuratoridellepartihannoinsistitonellerispettiveconclusionie chiestoporsiil ricorsoindecisione.DIRITTOA. Devepreliminarmenteesaminarsileccezionedi irricevibilità/inammissibilitàdedottadalladifesadelleamm.niregionali,in considerazionedellaasseritarisalenteconoscenza,da partedel direttoredellostabilimentopresentead una riunionedel giugno2006,dellintendimentodellamm.nediassumerei prowedimentisuccessivamenteformalizzatiedoggiimpugnati.Essaè infondatanonpotendosidicertodesumeredallapresenzadeldirettoredellostabilimentoal compimentodi attivitàistruttoria- ove pure nel corsodella stessasianoeffettivamenteemerse situazionidi irregolarità- alcuna conoscenzadei prowedimentiamministrativisuccessivamenteadottatiallesitodella detta attivitàtale da farne scaturireun onere diimmediataimpugnazioneed unapreclusioneallasuccessivaimpugnativadegliunicidueattiacontenutoprowedimentalepostiinesseredallAmm.ne.B.Siail ricorsoprincipale- perlecensureperlequaliresiduaIinteressealladecisionedopolahttp://www.ambientediritto.itlsentemel200TlTAR/TarSicilia PA 2007 n.1156.htm 3011012007
  4. 4. T.A.R.SICILIA, Palermol9 aprile2007, n. 1156INQUINAMENTO ATMOSFERI... Pagina4 di 6determinazioneassessorialen.60837 del 18.09.2006con la qualevengonopreannunziatiladeguamentoe la regolarizzazionedella autorizzazioneper quantoattienealle difformitarilevate,ad eccezionedel rilievorelativoallusodel pet-coke- chequelloper motiviaggiuntisono,pero,infondatiedimmeritevolidiaccoglimento.8.1. Osserva,infatti,il Collegioche la prospettazionedifensivadella societàricorrente-secondola qualelusodel pet-cokenellostabilimentodi lsoladelleFemminenondovrebbeesseresoggettoa nuovaaulorizzazioneex d.lgs.n. 15212006ma,inquantorisalentead epocaanterioreal rilasciodellaautorizzazianealle immissioniin atmosferaex d.p.r.n. 203/1988(1994)e quindioggettodelladettaautorizzazione,sarebbeinvecetuttoraautorizzatoin viatransitoriainattesadelrilasciodellaA.l.A.exD.Lgs.n.59/2005- nonpuÒtrovareaccoglimento.Deve,infatti,rilevarsiche:- lautorizzazioneex d.p.r.n. 203/1988rilasciatanel 1994nonprevedevaespressamenteIusodelpet-coke,limitandosi(ancheperIassenzaa quelladatadi unaspecificatipizzazioneai finichequiinteresano)allagenericaindicazionedellusodioliocombustibileo combustibilesolidoounamisceladicombustibilisolidi;- successivamente,conD.P.C.M.del2.10.1995e stataoperataunatipizzazionenormativadeicombustibiliai finidi cui allostessod.p.r.n.203/1988e ne è statoprescrittounospecificoregimedutilizzazionein funzionedellatipologiae delladimensionedegliimpiantinei qualidevono essere utilizzati,delle caratteristichedi composizionedegli stessi combustibili(percentualedegliinquinantipresenti)e dellelavorazioninellequalieranodestinatiad essereutilizzati:- in particolare,perquantoriguardail pet-coke,ne è statoconsentitolusonegliimpiantidicombustioneconpotenzatermicaugualeo superiorea 50 MW seaventeuncontenutodizolfononsuperioreal 3% in pesoe di materievolatilinonsuperioreal 12o/oin peso(art.3, co.2),nonchénegliimpiantineiqualiduranteil processoproduttivoo di combustionei compostidellozolfovengonofissatie/o combinatiin percentualenon inferioreal 600/ocon il prodottoche siottiene,secontenutodizolfononsuperioreal6%inpeso;- lasocietàricorrente,successivamentealladozionedi dettoD.P.C.M.nonharitenuto,pero,dioperarealcunacomunicazioneallamm.nein ordineallusodel pet-coke,uso che è statoformalmentedichiaratoperla primavoltasolonel2004,in occasionedellarichiestadi rilasciodellaA.l.A.exDD.Lgs.nn.37211999e 59/2005.Ritieneil Collegiochenonvi siadubbiochela esattaindividuazionedelcombustibileutilizzatonel cicloproduttivoavrebbegià dovutocostituireoggettodi specificaindicazionein sededipresentazionedellistanzaex art.12d.p.r.n. 203/1988("Pergli impiantiesistentideveesserepresentatadomandadi autorizzazioneallaregioneo allaprovinciaautonomacompetenteentrododicimesidalladatadi entratain vigoredel presentedecreto,corredatada una relazionetecnicacontenentela descrizionedel ciclo produttivo".."),ai fini delladozioneda partedellamm.neregionaledelleautorizzazioniprowisoria("Laregione,tenutoconto,oltrechedellostatodellambienteatmosfericoe dei pianidi risanamento,anchedellecaratteristichetecnichedegliimpianti,del tassodi utilizzazionee delladuratadellavitaresiduadegliimpianti,dellaqualitàe quantitàdellesostanzeinquinanticontenutenelleemissioni,deglionerieconomiciderivantidallapplicazionedellamiglioretecnologiadisponibile,autorizzain via prowisorialacontinuazionedelleemissionistabilendole prescrizionisuitempie modidi adeguamento")edefinitiva("Lautorizzazionedefinitivae concessaprevioaccertamentodellosservanzadelleprescrizionicontenutenellautorizzazioneprovvisoria,owero nellipotesidi cui al comma3,salve le prescrizioniintegrative,previo accertamentodella realizzazionedel progettodiadeguamentodelle emissionipresentatodallimpresaa corredo della domanda diautorizzazione"),dicuialsuccessivoart.13.Per altro,la circostanzadellutilizzazionein via esclusivadel pet-cokediventavaancorpiùnecessariae "dovuta"- proprioai fini del rilasciodelleautorizzazionie dellafissazionedelleprescrizioniadeguate- a seguitodellemanazionedelcitatoD.P.C.M.del2.10.1995conilqualeIusodi talecombustibileera sl autorizzato,ma nellaricorrenzadi specifichecondizionicheavrebberodovutoessereverificateedassentitedallamm.neregionale.ln particolare,rilevail Collegiocome lautorizzazionen. 292117del 1994 reca allart.2 laindicazionedi specificilimitidi emissionida rispettarein relazioneal processoproduttivodichiarato,nonchéla prescrizionedellutilizzodi combustibilecontenoredi zolfononsuperioreall1o/o"inconsiderazionedellassenzadisistemidiabbattimentopergliOssididizolfo".Conclusivamente,il Collegioritienechela esattaindividuazionedeltipodi combustibilein usoassumevaparticolarerilevanzain funzionedei limitidi emissionie delleprescrizionichedovevanoesserefissatein sededi rilasciodellautorizzazioneex d.p.r.n.203i1988,ma cheessadiventavaancorpiùnecessariae "dovuta"a seguitodellemanazionedelcitatoD.P.C.M.del2.10.1995conil qualelusodi talecombustibileerasì autorizzato,peraltronellaricorrenzadi specifichecondizioni,ma conastrattoriferimentoa contenutidi zolfocomunquesuperioreaquelloindicatonellacitataautorizzazionen.292117del1994.http://www.ambientediritto.ilsenteruel200TlTAR/TarSicilia PA 2007 n.1156.htm 3011012007
  5. 5. T.A.R.SICILIA,Palermo19aprile2007,n. ll56INQUINAMENTO ATMOSFERI...Pagina5 di 68.2.Né rilevain sensocontrariola dedottacircostanzasecondoal qualei limitidi emissionefissati con la citata autorizzazionesarebberosempre stati concretamenterispettati,dalmomentocheIutilizzazionedi unospecificocombustibile,al postodi altriparimentiautorizzatidalD.P.C.M.del2.10.1995,avrebbecomunquepotutoportareallafissazionedi diversilimitidiemissionee/o alla utilizzazionedi diversemetodologiedi rilevazionee controllo,rispettoalleprevisionidellaautorizzazioneinconcretorilasciata.i C. Dallacclaratacircostanzachelutilizzodelpet-cokenellostabilimentodi lsoladelleFemminenonpuoessereritenutocomeautorizzaloex d.p.r.n"203/1988,discendeIimpossibilitàperlasocietàricorrentedi avvalersidel regimetransitoriodiscendentedallawenutapresentazionedellistanzaper il rilasciodellAutorizzazioneIntergrataAmbientaledi chi ai DD.Lgs.nn.37211999e 59/2005,presentazioneawenuta in data 27.08.2004con specificaindicazionedellusodelpet-coke.Edinvero,lart.17delD.Lgs.n.59/2005prevedeche"ledisposizionirelativealleautorizzazioniprevistedallavigentenormativain materiadi inquinamentoatmosferico,idricoe del suolo,siapplicanofinoa quandoil gestoresi sia adeguatoallecondizionifissatenellautorizzazioneintegrataambientale.".".Taleprevisionenonpuoinfattiessereinterpretatanelsensodi validareindiscriminatamentee"cristallizzare"le autorizzazioniesistentiai fini dellaprosecuzionedi attivitàanchedifformi,ocomunquenonspecificatamentepreviste,da dettititoli;essa,invece,prevedela permanentevigenzadel regime autorizzatoriopreesistente,ivi compresala eventualenecessitàdiadeguamentoiaggiornamentodelleautorizzazioniesistentiaicicliproduttiviinatto.Ne consegueche non giovaalla ricorrenteil rinviooperatodallart.269,co. 1, D.Lgs.n.156/2006al precedenteart.267,co.3,ai finidi sottrarsiallageneraleprescrizionesecondoalquale"pertuttigliimpianticheproduconoemissionideveessererichiestaunaautorizzazioneaisensidellapartequintadelpresentedecreto"(art.269,co.1,D.Lgs.n.156/2006).Ed invero,la prescrizionedel co. 3 dellaft..267D.Lgs.n. 156/2006("Restafermo,per gliimpiantisottopostiad autorizzazioneintegrataambientale,quanto previstodal decretolegislativo18 febbraio2005, n. 59; per tali impiantiIautorizzazioneintegrataambientalesostituisceIautorizzazionealleemissioniprevistadalpresentetitolo")avrebbepotutoescluderela necessitàdi richiedereIautorizzazionein viageneraleprescrittadalsuccessivoart.269soloove Iutilizzazionedel pet-cokefosse stata effettivamentecontemplatae compresanellaautorizzazionen. 292117del 1994ex d.p.r.n. 203i1988,icui effettisonostati"prorogati"dalladisciplinatransitoriaapplicabilenellemoredelrilasciodell4.1.4..D. DallaritenutacircostanzacheIatton.292117del 1994nonautorizzavaIusodel pet-cokerlellostabilimentodi lsoladelleFemmine,discendela necessitàche la societàricorrentesimuniscadi appositaautorizzazioneovevogliacontinuareIutilizzazioneditalecombustibilenellemoredelrilasciodellachiestaA.l.A..Néapparefondatoil rilievodi illegittimitàdegliattiimpugnatisottoil profilochelamm.nenonavrebbepotutoimporrela immediatacessazionedellusodel pet-coke,dovendosiinvecelimitareallassegnazionediuntermineentroilqualeeliminareIirregolaritàrilevata.Osserva,infatti,il CollegiochesiaIart.278,letta), D.Lgs.n. 156/2006,cheIart.10,lett.a),d.p.r.n.203/1988prevedonola diffidaaregolarizzare,conassegnazionedi untermine,perleipotesidi mere irregolaritàrispettoallattivitàautorizzata,mentrele successivelettereb)prevedonola contestualesospensionedellaattivitàautorizzataperuntempodeterminato,ovesi manifestinosituazionidi pericoloperlasalutee/operlambiente.Lafattispecieallesamehariguardatosostanzialmenteladiffidaa sospendereunamodalitànonautorizzata(utilizzodel pet-coke)di eserciziodellattivitàautorizzata(produzionedi cemento),rispettoalla quale Iamm.neregionalerisultaavere adottatola soluzionepiù "utile epropozionata"al conseguimentodelrisultatodi ricondurrenelpiùbrevetempopossibilelattivitàproduttivanellambitodiquantoautorizzato,senzaperaltrodispornelaimmediatasospensione.Né avevaalcunsensola fissazionedi un terminenon trattandosidi doverapportareunaqualchemodificao innovazioneallostabilimentoo al cicloproduttivo,ma semplicementedicessaredallusodi uncombustibilenonautorizzato.E. Conclusivamente,il ricorsoprincipaledeve esserein parte dichiaratoimprocedibile,relativamenteal sopravvenutopreawiso di adeguamentoe regolarizzazionedellaautorizzazionen. 292117perquantoattieneallealtredifformitàrilevate,ed in parterespinto,unitamenteal ricorsoper motiviaggiunti,per quantoattienealla dispostadiffidaa cessareIutilizzodelpefcoke.Inconsiderazionedellacomplessitàdellacontroversiae dellacomplessivacondottadelleparti,sussistonogiustimotiviperdisporrelacompensazionetralepartidellespesedelgiudizio.
  6. 6. " -J.A.R.SICILIA,Palermol9 aprile2007,n. 1156INQUINAMENTOATMOSFERI...Pagina6 di 6P. Q. M.il TribunaleAmministrativoRegionaleper la Sicilia,Sezioneprima,dichiarain parteimprocedibile,per come precisatoin motivazione,ed in parterespingeil ricorsoprincipale;respingeilricorsopermotiviaggiunti.Disponelacompensazionetralepartidellespesedelgiudizio.OrdinachelapresentesentenzasiaeseguitadallAutoritàAmministrativa.Cosìdecisoin Palermo,nellaCameradi Consigliodel 20 marzo2007,con IinterventodeiSigg.riMagistrati:GiorgioGiallombardo- PresidenteSalvatoreVeneziano- ConsigliereEstensoreRobertoValenti- ReferendariollSegretarioG.M.http://www.ambientediritto.ilsentevel200TlTAR/TarSicilia PA 2007 n.ll56.htm 3011012007

×