Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Rettifica Circolare MISE Nuove Imprese giovanili e femminili

789 views

Published on

Il Decreto MISE - MEF 08/07/2015 n. 140 (seguito dalla Circolare MISE 09/10/2015 n. 75445) ha riattivato la misura, gestita da Invitalia, di agevolazione delle nuove imprese prevista dal Decreto Legislativo n. 185/2000 Titolo I (Autoimprenditorialità). La nuova normativa prevede l'erogazione di finanziamenti a tasso zero destinati a società di micro o piccola dimensione costituite in territorio nazionale da non più di 12 mesi da parte di soci in maggioranza giovani (età non superiore a 35 anni) o donne.
La domanda può essere presentata anche da persone fisiche che si impegnano a costituire una società con i suddetti requisiti (l'avvenuta costituzione dovrà essere comunicata entro 45 giorni dall'ammissione). Le nuove imprese possono appartenere a qualsiasi settore di produzione o servizio (anche turismo, cultura e innovazione sociale), ad esclusione della sola produzione agricola primaria che non accede al de minimis. Gli investimenti ammissibili per le nuove imprese sono il suolo aziendale (max 10%), l'acquisto o costruzione di fabbricati e la realizzazione di opere edili e ristrutturazioni (in percentuale sul costo totale, variabile rispetto al settore), i macchinari, le attrezzature e (max 20%) i software e servizi ICT, i brevetti, licenze e marchi (max 20%), la formazione specialistica (max 5%) e le consulenze specialistiche (max 5%).
I finanziamenti a tasso zero per le nuove imprese hanno una durata massima di 8 anni e coprono fino al 75% dei costi totali ammissibili.

Presentazione dei piani d'impresa a sportello a partire dal 13 Gennaio 2016 (fino ad esaurimento risorse)

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Rettifica Circolare MISE Nuove Imprese giovanili e femminili

  1. 1. Ministero Sviluppo Economico AOO_Incentivi REGISTRO UFFICIALE Prot. ll. 0081080 - 28/10/2015 - l'SeITA ~~~ ~ gvih~fo- Ffr~nonum DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare-2.B,1o.~o15~ tJ, 8:10&0 Rettifica alla circolare 9 ottobre 2015, n. 75445, recante "Termini e modalità di presentazione delle domande di agevolazione ai sensi del decreto legislativo n. 185/2000, Titolo I, Capo 01 (agevolazioni volte a sostenere nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la creazione di micro e piccole imprese competitive) e indicazioni operative in merito alle procedure di concessione ed erogazione delle agevolazioni.". Ai soggetti interessati Ali 'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa - Invitalia s.p.a. Con circolare 9 ottobre 2015, n. 75445 sono stati individuati i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione a valere sulla misura di cui al Titolo I, Capo 01, del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 185 e sono state fomite le necessarie specificazioni e indicazioni operative per la concessione ed erogazione delle agevolazioni medesime. Per mero errore materiale, la circolare precitata indica obblighi di mantenimento delle immobilizzazioni materiali e imn1ateriali oggetto delle agevolazioni per un periodo pari a 5 (cinque) anni, laddove il regolamento di cui al decreto 8 luglio 2015, n. 140 del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 206 del 5 settembre 2015, recante criteri e modalità di concessione delle agevolazioni in questione, prevede un periodo di mantenimento pari a 3 (tre) anni. Con la presente circolare si provvede, pertanto, alla necessaria rettifica dei punti interessati o connessi. In particolare, sono apportate le seguenti modifiche alla circolare del 9 ottobre 2015, n. 75445: a) al punto 5.3, lettera c), relativo al periodo in cui i beni agevolati devono figurare nell'attivo di bilancio, le parole "per almeno cinque anni" sono sostituite dalle parole "'per almeno tre anni dal completamento del programma di investimenti"; b) al punto 12.1, in materia di revoca delle agevolazioni, alle lettere c) (trasferimento, alienazione o destinazione ad usi diversi delle immobilizzazioni), d) (cessazione volontaria, alienazione, concessione in locazione o trasferin1ento dell'attività) e e) (fallimento, messa in liquidazione o sottoposizione a procedure concorsuali con finalità liquidatorie), le parole "5 (cinque) anni" o "cinque anni", ovunque ricorrano, sono sostituite dalle parole "3 (tre) anni". IL DIRETTORE GENERALE Carlo Sappino C2SlN­

×