Voci Di Marketing: Come Realizzare Un Sito Web One To One

1,160 views

Published on

Siti web one to one: identificare e differenziare il sito per ogni visitatore

Published in: Business
  • Be the first to comment

Voci Di Marketing: Come Realizzare Un Sito Web One To One

  1. 1. Voci di Marketing Come realizzare un sito web one-to-one
  2. 2. Identifica il visitatore <ul><li>Se decidi di creare un sito che contribuisca alle relazioni one-to-one, dovrai iniziare dal primo passo, quello dell’identificazione dei clienti. E’ importante disporre di strumenti di analisi dei visitatori per comprenderne nel maggior dettaglio possibile le caratteristiche come il prodotto di loro interesse, se hanno già precedentemente visitato il sito, se sono esperti o principianti, etc.. Per identificare i visitatori in modo semplice ci sono i cookies, file di testo che contengono informazioni che risiedono nel pc dell’utente e facilitano la sua identificazione. Più efficace è l’utilizzo di efficaci strumenti di Web analysis che ti permettono di monitorare le pagine più viste, il numero di nuovi visitatori, le pagine da cui provengono i visitatori, quali sono i prodotti più visti e quelli meno visitati, il tempo di permanenza e tutti quei preziosi dati che puoi ricavare dal monitoraggio del tuo sito. Per scoprire ancora più informazioni sui surfers, il metodo migliore è incoraggiarli a registrarsi: per spingerli a farlo, bisogna offrire loro un incentivo come una newsletter, una brochure su un determinato prodotto di loro interesse, etc. Il Web consente facilmente anche un altro metodo per monitorare i surfer: i sondaggi online. Un consiglio : sono da evitare questionari troppo lunghi e complessi, spingono il visitatore alla fuga. Gli utenti sono tutti restii a dare troppe informazioni personali, temono che vengano vendute per poi ritrovarsi sommersi di spamming. La relazione con i clienti online va costruita nel tempo, così come la fiducia, chiedendo solo le informazioni che sono realmente utili per i prodotti offerti dall' azienda, garantendo la privacy. I clienti, se si sentono seguiti e protetti, restano fidelizzati all' azienda nel tempo. </li></ul>
  3. 3. Differenzia il sito per ogni visitatore <ul><li>Nel marketing si ordinano i clienti in base al loro valore e si concentrano più risorse verso le esigenze di quelli che garantiscono le maggiori entrate. La rete sovverte questa regola: nel Web c’è una maggiore convenienza ed è possibile trattare tutti i visitatori in modo personalizzato. Un sito one-to-one tratta tutti i surfers come clienti di “prima classe”. Nell’operare la differenziazione, l’importante è strutturare il sito in base alle diverse esigenze, mettendosi nei panni delle diverse categorie di visitatori. Ci si deve concentrarti sulle caratteristiche che contraddistinguono i surfers pensando al motivo per cui hanno cercato il tuo sito. Quindi preparare contenuti diversi che rispondono a esigenze diverse. Per renderli facilmente fruibili, un trucco è realizzare un minisondaggio iniziale per chiedere direttamente al visitatore a che categoria appartiene e di conseguenza indirizzarlo su un percorso personalizzato. Un’altra soluzione è presentare in una pagina indice i diversi prodotti e servizi offerti per far scegliere direttamente al visitatore quelli che più rispondono alle sue particolari esigenze. Un sito one-to-one dovrebbe essere realizzato in modo che i primi click rivelino la natura del navigatore. Se hai un buon programma di Web analysis sei in grado di categorizzare con più precisione i tuoi visitatori, impaginando di conseguenza il tuo sito sulla base delle singole esigenze. Si può così far trovare a chi torna proprio le informazioni che sono di suo interesse, dandogli l’impressione che ogni nuovo contatto abbia una novità su misura, incrementando il valore aggiunto dell' azienda e rendendolo fedele. </li></ul>
  4. 4. Interagisci con il tuo cliente online <ul><ul><li>Il sito Web è il luogo ideale dell’interazione: è il cliente a collegarsi, a decidere cosa leggere scegliendo il percorso (anche se puoi in qualche modo indirizzarlo). Il sito è per sua natura interattivo, ma lo sono anche i call center e le transazioni nei punti vendita. Il vantaggio del Web è che è il più conveniente in termini economici. Da un lato è importante che tu associ al Web tutte le altre forme di relazione possibili: ci deve essere almeno un pulsante con scritto scrivici, chiamaci, numero verde, chat, per mettere il surfer in collegamento con gli altri mezzi di comunicazione dell' azienda (più sono, meglio è, in quanto dai più opportunità di scelta e hai maggiori possibilità di venire contattato). Quindi incoraggiare l'interazione, cercando comunque di promuovere il Web come luogo privilegiato per le richieste dei clienti. I siti Web sono interattivi in entrata: è il cliente a collegarsi, quindi è bene offrirgli tutto ciò che lui cerca. Nel sito un visitatore deve trovare informazioni su un prodotto, sul suo uso, sull’assistenza, sull’acquisto, etc. Se riusci a differenziare in modo ottimale i clienti, un visitatore si identificherà con un profilo preciso proposto oppure gli presenterai direttamente un sito su misura . Un suggerimento importante è aggiornare continuamente i profili. Utilizzando un potente programma di Web analysis, in automatico vengono registrati i movimenti di un surfer per monitorare i suoi interessi di visita in visita, altrimenti devi fare in modo che il visitatore stesso possa facilmente cambiare il suo profilo. Questo perché gli esseri umani cambiano. Un prodotto che un anno fa non interessava minimamente ad un cliente, oggi gli può essere indispensabile. Per questo il tuo sito Web one-to-one deve essere flessibile, sempre aggiornato al passo con i tempi, e con le esigenze dei singoli clienti. </li></ul></ul>
  5. 5. Personalizzalo <ul><li>Un sito Web one-to-one fondamentalmente deve rispondere alle esigenze di ciascun visitatore/ liente. Più si è bravi a capire le sue richieste, personalizzando le risposte, più il tuo sito avrà successo nel presentare e vendere i prodotti e/o servizi dell' azienda. E’ bene fare domande ai visitatori, facendogli scegliere un determinato profilo o percorso all’interno del sito, ma non deve essere una caccia al tesoro né una corsa ad ostacoli. Se un surfer cerca un determinato prodotto, non si deve farglielo trovare dopo troppi click, o peggio ancora, non trovare affatto, disperdendolo tra mille informazioni che non gli interessano. L’ideale è impaginare un sito su misura per ogni cliente: è indubbiamente difficile ma non impossibile. Per realizzare un sito one-to-one la soluzione più efficace è la personalizzazione di massa. E’ quindi strategico realizzare un sito a moduli , in modo che sia facilmente configurabile in più modi che si avvicinano alle diverse categorie/profili di utenti. Con questa tecnica, potenzialmente le combinazioni sono moltissime, e sono impaginate di volta in volta a seconda delle scelte del visitatore. Anche con la personalizzazione di massa si può far scegliere al cliente il suo profilo, oppure, utilizzando un sofisticato sistema di Web analysis, si può monitorare le sue precedenti visite e impaginargli direttamente un sito su misura, presentandogli subito i prodotti di suo interesse o simili a quelli che aveva precedentemente cercato. In questo secondo caso, è una scelta discreta specificare o meno al surfer che quel sito è stato impaginato sulle sue esigenze oppure no, facendogli credere che quello è il sito aziendale, con in realtà i prodotti e/o servizi pensati per lui. L’importante, è interpretare nel modo giusto le sue esigenze, realizzando e impaginando un sito su misura per lui e non per la nostra azienda, perché alla fine è sempre il cliente a scegliere. </li></ul>

×