“Nuovi Servizi e tecnologie per l’efficienza     energetica e la riqualificazione             ecosostenibile”    ore 13.00...
IL TURISMO È UN SETTORE FONDAMENTALE                    DELL’ECONOMIA   Rappresenta il 7,5% del PIL – “Tourism 2020 Vision...
L’OFFERTA TURISTICA/RICETTIVA   In Italia:     34000 alberghi     2,5 milioni occupati 10,6% del totale     degli occupati...
QUALIFICAZIONE DELL’OFFERTA TURISTICA             Fig 2 - Consistenza della ricettività alberghiera, zona Riviera, periodo...
I CONSUMI ENERGETICI DEGLI ALBERGHI                                  Profilo consumi per tipologia di utilizzo e criticità...
IL PROGETTO REETI                    Sviluppo e consolidamento di                    una RETE di PMI                    VE...
REETI                     ObiettiviPermettere alle imprese di effettuare un saltodimensionale e di rispondere al mercato c...
REETI             I Servizi offerti da Larco IcosAssistenza alla Rete per l’integrazione delle competenzetecnologiche e or...
REETI                         Risultati1. Costituzione di una nuova realtà imprenditoriale in   grado di realizzare commes...
REETI TRANSNAZIONALEPROGETTO EUROPEO ADCADRIATIC DANUBIAN CLUSTERINGEsistono molte specializzazioni simili tra i sistemipr...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

workshop confcoop_r2b

264 views
219 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
264
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

workshop confcoop_r2b

  1. 1. “Nuovi Servizi e tecnologie per l’efficienza energetica e la riqualificazione ecosostenibile” ore 13.00 - Giovedi 9 giugno 2011 – R2B Bologna Il progetto REETI Riqualificazione Ecosostenibile del patrimonio Edilizio esistente a destinazione Turistico- recettiva con caratteristiche Innovative Ing. Pietro Andreotti
  2. 2. IL TURISMO È UN SETTORE FONDAMENTALE DELL’ECONOMIA Rappresenta il 7,5% del PIL – “Tourism 2020 Vision (*)”; Dinamica di crescita flussi + (5% annui dal 2010 al 2020) In Europa sono previsti 717 Ml di turisti in arrivo, quasi il 45% del totale mondiale La crisi economica non cambierà di molto la crescita dei flussi turisticiPer il nostro paese e in specifico per la nostra regione il turismo saràuna grande opportunità di sviluppo economico che coinvolgerà:i trasporti, l’agricoltura, il commercio, l’industria, le costruzioni, leamministrazioni locali L’Energia e l’ambiente sono i fattori strategiciper riposizionarci con un’offerta più competitiva(*) UNWTO – United Nations World Tourism Organization
  3. 3. L’OFFERTA TURISTICA/RICETTIVA In Italia: 34000 alberghi 2,5 milioni occupati 10,6% del totale degli occupati In Emilia Romagna: 4700 alberghi 13,8% del totale nazionale nella provincia di Rimini vi sono quasi il 50% degli esercizi alberghieri con il 50% degli occupati permanenti
  4. 4. QUALIFICAZIONE DELL’OFFERTA TURISTICA Fig 2 - Consistenza della ricettività alberghiera, zona Riviera, periodo gennaio – dicembre 20086% alberghi 5 e 4 stelle; 57% alberghi 3 stelle; 32% alberghi 2 e 1 stellaposti letto: in Regione ER in Italia 11,7% - 5 e 4 31,4% media nazionale 64,9% - 3 46,3% media nazionale 19,2% - 2 e 1 15,2% media nazionaleOfferta turistica basata su piccole attivitàimprenditoriali e un patrimonio edilizio obsoletosia tecnologicamente che funzionalmente e grandedivoratore di energia
  5. 5. I CONSUMI ENERGETICI DEGLI ALBERGHI Profilo consumi per tipologia di utilizzo e criticità Dati stime 2009 ENEA 1 Principale consumo è quello elettrico Rapporto residenza/albergo 1 a 10 Scarso utilizzo della domotica e dei Sistemi di rilevamento, di controllo e di regolazione 2 Il secondo consumo è quello per acqua calda sanitariaRipartizione consumi energetici 3 Riscaldamento e raffrescamento Scarsa utilizzazione cogenerazione e tipologie di impianti centralizzati 4 Consumo di acqua potabile è più del doppio rispetto al residenziale mancanza di doppio tasto wc, aeratori per i rubinetti Esistono delle possibilità di ridurre le criticità, limitare i consumi energetici e gli sprechi, riducendo significativamente i costi
  6. 6. IL PROGETTO REETI Sviluppo e consolidamento di una RETE di PMI VELA, VISERBESE, MISANESE con LARCO ICOS Metodologia organizzativa e strumenti operativi innovativi finalizzati alle Attività di:Riqualificazione ad alto valore aggiunto Ecosostenibile delpatrimonio Edilizio esistente a destinazione Turistica ricettivacon caratteristiche InnovativeAttività volte a: Efficientamento degli edifici turistici Riduzione dei consumi di energia e risorse esauribili Miglioramento del comfort e fruizione Uso di tecnologie avanzate ed FER Uso di materiali ecosostenibili Incremento sicurezza degli edifici Impiego di ICT domotica
  7. 7. REETI ObiettiviPermettere alle imprese di effettuare un saltodimensionale e di rispondere al mercato conmodalità operative più strutturate ed efficaci;Proporre soluzioni di intervento innovativeper una riqualificazione orientata all’efficienza,alla sicurezza e alla sostenibilità energeticaed ambientale;Offrire ai gestori della struttura recettiva lapossibilità di valorizzare la propria propostaturistica anche all’interno di circuiti di alto profilo.
  8. 8. REETI I Servizi offerti da Larco IcosAssistenza alla Rete per l’integrazione delle competenzetecnologiche e organizzative necessarie allo sviluppo delleattività: Diagnosi energetica, funzionale e sismica; Formulazione di strategie di intervento (con valutazione preliminare di fattibilità); Individuazione di strumenti di sostegno allintervento (incentivi, contributi, sgravi fiscali); Assistenza alla realizzazione di un intervento dimostrativi con l’utilizzo dei prodotti e sistemi innovativi; Selezione di un modello di certificazione ambientale e di sostenibilità degli edifici di riferimento per le attività della Rete; Supporto per l’elaborazione del marchio della Rete e per la sua promozione e valorizzazione.
  9. 9. REETI Risultati1. Costituzione di una nuova realtà imprenditoriale in grado di realizzare commesse medio-grandi, non gestibili dalle imprese singolarmente;2. Acquisizione di un livello di competenza tecnica ed organizzativa che consentirà alla Rete di proporsi come soggetto altamente qualificato in un segmento di mercato di grande interesse potenziale;3. Capacità di garantire la realizzazione di interventi in tempi certi e contenuti;4. Riqualificazione energetica ambientale e sismica di una nuova generazione di edifici ricettivo-turistici in grado di rispondere alla nuova domanda turistica.
  10. 10. REETI TRANSNAZIONALEPROGETTO EUROPEO ADCADRIATIC DANUBIAN CLUSTERINGEsistono molte specializzazioni simili tra i sistemiproduttivi locali, ma non si conosce il potenziale chepotrebbe derivare dalla cooperazione tra le varie realtà,ora frammentateObiettivi:1) Rafforzare il marketing territoriale e ridurre le differenze tra le varie regioni del Danubio realizzando un network di cluster settoriali2) Promuovere lo scambio di conoscenze offrendo grande visibilità alle imprese delle regioni partecipanti

×