Your SlideShare is downloading. ×
C:\Fakepath\Poverta’ E Inclusione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

C:\Fakepath\Poverta’ E Inclusione

540
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
540
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Poverta’ e inclusione Asiago 20 maggio 2010 Marina Cenzon
  • 2. BRAIN STORIMING
    • Che cosa vuol dire povertà?
  • 3. Definizione
    • ONU > povertà fenomeno multidimensionale “condizione umana caratterizzata da una sostenuta o cronica deprivazione di risorse, capacità, scelte, sicurezza e potere necessari per il godimento di un adeguato standard di vita e degli altri diritti civili, culturali, economici, politici e sociali”
    • ( Draft Guiding Principles. Extreme Poverty and Human
    • Rights: The Rights of the Poor , art. 1).
  • 4.
    • “ Dovrebbero essere definite povere le persone, le famiglie e i gruppi di persone, le cui risorse (materiali, culturali e sociali) sono così limitate da escludersi dal minimo accettabile livello di vita dello Stato nel quale vivono”
    • Consiglio europeo 1984
    • Viene definita “povera” una famiglia di due componenti la cui spesa mensile per consumi sia inferiore od uguale alla spesa media per persona nel Paese.
  • 5.
    • Povertà fenomeno globale
    • Non solo quella economica o privazione di risorse materiali
    • ma
    • Violazione della dignità umana
    • Quasi sempre associata a discriminazioni di genere
    • Violazione dei diritti dell’infanzia
  • 6.
    • SOGLIA RELATIVA
    • SOGLIA ASSOLUTA
    • povertà soggettiva
  • 7. Dalle indagini Istat :
    • nelle regioni più ricche il sentimento di deprivazione relativa delle famiglie risulta maggiore probabilmente a causa sia di aspettative più elevate, sia perché i costi e i livelli di consumo sono più alti rispetto alla media nazionale.
  • 8. La fame nel mondo
    • 1,02 miliardi di persone, nel mondo, oggi, soffrono la fame.
    • Circa una persona su sei non ha abbastanza cibo per condurre una vita sana ed attiva.
    • A livello mondiale,  il rischio maggiore per la salute degli individui è rappresentato dalla fame e dalla malnutrizione, più che dall’azione combinata di AIDS, malaria e turbercolosi.
    • L’80% delle ricchezze nel mondo sono detenute dal 20% della popolazione mondiale.
  • 9. Grafico FAO sulla fame nel mondo
  • 10. Le percentuali della povertà in EU
  • 11. LA POVERTA’ IN EUROPA DEI MINORI DI 18 ANNI
  • 12.  
  • 13. Tipi di approccio riguardanti la lotta alla povertà:
    • economico monetario
    • dei basic needs (non solo cibo, ma anche istruzione e sicurezza,…)
    • delle capabilities (capacità di vivere la vita a cui si dà valore, possibilità di scelta dell’individuo)
    • ( Quest’ultimo approccio sta alla base del concetto di sviluppo umano concepito dall’UNDP come processo di ampliamento delle possibilità delle persone basato sui quattro pilastri
    • (uguaglianza, sostenibilità, partecipazione, produttività)
  • 14.  
  • 15. La lotta alla poverta’
    • “ Combattere la povertà, la privazione e
    • l’esclusione non è una questione di carità e non
    • dipende dalla ricchezza di una nazione.
    • Affrontare la povertà secondo un approccio
    • incentrato sui diritti umani consentirà di avere
    • maggiori possibilità di eliminare questa piaga
    • che oggigiorno attanaglia il mondo intero. [...]
    • Lo sradicamento della povertà è un obiettivo
    • raggiungibile”.
    • Dal discorso di Louise Arbour, allora Alto commissario Onu
    • per i Diritti umani,, in occasione della Giornata internazionale per i
    • Diritti umani, 2006
  • 16. UNDP
    • Il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP) pubblica annualmente un rapporto
    • sullo sviluppo umano (Human Development Report, HDR , http://hdr.undp.org/en/), che tratta
    • questioni di importanza globale e che fa luce sulle innumerevoli sfaccettature dello sviluppo, come
    • l’aspettativa di vita, l’alfabetizzazione, la formazione scolastica o la povertà. Il rapporto è uno fra i
    • più importanti documenti di riferimento per la politica di sviluppo.
  • 17. UNIONE EUROPEA
    • L’inserimento sociale e la lotta contro la povertà fanno parte integrante degli obiettivi dell’Unione
    • europea per quanto riguarda la crescita e l'occupazione.
    • Vedi Azioni trasversali (ad esempio
    • programma PROGRESS) e le azioni specifiche (Decisione n. 1098/2008/EC del Parlamento
    • europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2008 che istituisce il 2010 quale Anno europeo per la lotta
    • contro la povertà e l'esclusione sociale)
  • 18. LIVELLO REGIONALE E LOCALE
    • Esempio:
    • Legge Regione Veneto 16.12.1999 n.55 “Interventi regionali per la promozione dei diritti umani, la cultura di pace, la cooperazione allo sviluppo e la solidarietà”- artt.8,9,10
    • Numerosi Piani Sociali di Zona deliberati da enti locali per azioni di contrasto asituazione di esclusione sociale che derivano dalla emanazione della L.328/2000
  • 19. Etica dell’inclusione
    • Paradigma dei Diritti umani
    • Rispetto della dignità umana
    • Lotta contro le discriminazioni
    • Pari opportunità per tutti
    • Giustizia
    • Solidarietà
    • Global governance
  • 20.
    • ED ORA TOCCA A VOI…….
    • BUON LAVORO