Biomonitoraggio dell’ozono Risultati e conclusioni
32
Stazione : Catania
0
0,5
1
1,5
2
2,5
3
I II III VI VII VIII IX X XII...
Biomonitoraggio dell’ozono Risultati e conclusioni
33
Nella stazione di Catania, nei periodi utili di rilevamento, è possi...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Zonizzazione ozono & piano aria conclusione gli studi inconcludenti altri studi

44 views

Published on

http://tutelaariaregionesicilia.blogspot.it/2014/01/revamping-italcementi-indagini-da-due.html

Published in: Government & Nonprofit
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
44
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Zonizzazione ozono & piano aria conclusione gli studi inconcludenti altri studi

  1. 1. Biomonitoraggio dell’ozono Risultati e conclusioni 32 Stazione : Catania 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 I II III VI VII VIII IX X XII XIII XIV XV XVI XVII XVIII XVIII Giugno Luglio Agosto Settembre Settimane IDC Stazione: Bocca di Falco 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 I II III V VI VII VIII IX X XI XII XIII XIV XV XVI XVII XVIII Giugno Luglio Agosto Settembre Settimane IDC Durante la campagna di biomonitoraggio con le plantule di tabacco sono stati confrontati i dati relativi a temperatura e irraggiamento con l’indice di danno cotiledonare e la concentrazione di Ozono troposferico rilevata dagli analizzatori automatici. Infatti sono stati posizionati, per tutte le settimane, i kit nelle immediate vicinanze delle centraline localizzate a Caronte (ME), Boccadifalco (PA) e Catania. Tale obiettivo non è stato totalmente raggiunto a causa di diversi fattori che verranno di seguito esposti. La stazione di Caronte, come mostrato in Fig. 24 è mancante di alcuni rilievi settimanali di IDC a causa di inconvenienti tecnici relativi al mancato posizionamento in situ dei kit, mentre per la stazione di Catania la mancanza di alcuni rilievi settimanali (Fig. 24) è legata al pessimo stato dei kit arrivati in laboratorio. Nonostante la carenza di dati, a Caronte si rilevano sia da parte degli analizzatori automatici che degli indicatori biologici i valori in assoluto più bassi di concentrazione di Ozono troposferico ( g/m3 ), rispetto alle centraline di Boccadifalco e Catania, ed i valori più bassi di IDC, rispetto a tutte le stazioni oggetto di indagini. Boccadifalco
  2. 2. Biomonitoraggio dell’ozono Risultati e conclusioni 33 Nella stazione di Catania, nei periodi utili di rilevamento, è possibile riscontrare un andamento analogo tra le concentrazioni di Ozono rilevate tramite l’analizzatore e il danno cotiledonare ad eccezione della settima, ottava e quindicesima settimana. Nella stazione di Boccadifalco è stata notata una corrispondenza nel periodo che va dalla seconda alla sesta settimana, nella nona e decima e dalla sedicesima fino all’ultima settimana di monitoraggio. A causa del numero esiguo di stazioni in cui è stata indagata la corrispondenza tra le concentrazioni registrate analiticamente e quelle rilevate biologicamente (solo in 3) e la discontinuità dei rilievi biologici settimanali su due stazioni (Caronte e Catania), la quantità di dati disponibili per effettuare analisi di correlazioni dirette tra range di classi di danno cotiledonare e concentrazioni di Ozono risulta carente. Pertanto un’indagine ripetuta nel tempo e su un maggior numero di stazioni già monitorate con gli analizzatori potrebbe risultare utile per evidenziare tali correlazioni, alla luce del fatto che, come detto precedentemente, è stato possibile rilevare in alcuni casi un andamento analogo. Caronte (ME)- Diurni 0 20 40 60 80 100 120 140 160 180 200 I V VI VII VIII IX X XII XIII XIV XV Giugno Luglio Agosto Settimane O3(ng/m3) 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5 IDC O3 (ug/m3) Max O3 (ug/m3) Media O3 (ug/m3) minimo IDC Bocca di Falco (Diurni) 0 20 40 60 80 100 120 140 160 180 200 I II III V VI VII VIII IX X XII XIII XIV XV XVI XVII XVIII XVIII Giugno Luglio Agosto Settembre SETTIMANE O3(ng/m3) 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5 IDC O3 (ug/m3) Max O3 (ug/m3) Media O3 (ug/m3) Minima IDC O3(g/m3 )O3(g/m3 ) Boccadifalco(PA) - In definitiva, lo studio conclude che la carenza dei dati ricavati non consente di...arrivare a conclusioni e che a tale scopo potrebbe essere utile... un altro studio con campionamenti ripetuti nel tempo !

×