DDJ-Visual Explorations: Data Visualization in the time of Digital Media

  • 454 views
Uploaded on

My presentation at the Politecnico di Milano's course on "Visual Explorations: Data Visualization in the time of Digital Media" - http://www.polidesign.net/it/content/didattica-24

My presentation at the Politecnico di Milano's course on "Visual Explorations: Data Visualization in the time of Digital Media" - http://www.polidesign.net/it/content/didattica-24

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
454
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
7
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. DDJ e Open Data Visual Explorations: Data Visualization in the time of Digital Media - Polimi, 16.5.2012mercoledì 16 maggio 2012
  • 2. 1. Perché DDJ 2. Le esperienze migliori 3. DDJ in Italia 4. Open Data 5. Il processo e gli strumenti !mercoledì 16 maggio 2012
  • 3. EJC - Mirko Lorenzmercoledì 16 maggio 2012
  • 4. http://tiny.cc/tbldatamercoledì 16 maggio 2012
  • 5. STRUMENTI• Lanalisi dei dati richiede nuovi strumenti, nelle redazioni che non sono certo attrezzate come i dipartimenti di statistica. VISUALIZZAZIONE • Un fronte importantissimo è la loro visualizzazione. Questo è di fatto una ricerca in divenire dove si intrecciano, statistica, taglio giornalistico e sensibilità artistica.mercoledì 16 maggio 2012
  • 6. RACCONTO • Ai giornalisti è richiesta una nuova capacità di racconto basata sui dati. TRANELLI • Molte visualizzazioni sono bellissime, ma raccontano davvero una storia? REAL TIME DATA • Con la diffusione di telefonini e della rete stanno esplodendo ed è la frontiera più intrigante.mercoledì 16 maggio 2012
  • 7. 1. Perché DDJ 2. Le esperienze migliori 3. DDJ in Italia 4. Open Data 5. Il processo e gli strumenti !mercoledì 16 maggio 2012
  • 8. 1.5 Applicazioni del Data Journalism Enormità del D.J. e vastità di applicazioni. La tecnologia lo rende enorme, potenzialmente infinito. GEOGRAFIA TRASPORTI SICUREZZA Ambiente Traffico Crime mapping Urbanistica Viabilità Disposizione forze dell’ordine Turismo Qualità della vita Servizi di quartiere Open Data – Data Journalism di Andrea Fama 8mercoledì 16 maggio 2012
  • 9. http://datajournalism.stanford.edu/mercoledì 16 maggio 2012
  • 10. mercoledì 16 maggio 2012
  • 11. 2011: i dati vincono il Pulitzermercoledì 16 maggio 2012
  • 12. http://tiny.cc/puliztermercoledì 16 maggio 2012
  • 13. mercoledì 16 maggio 2012
  • 14. http://www.propublica.org/series/dollars-for-docsmercoledì 16 maggio 2012
  • 15. http://www.propublica.org/ion/stimulusmercoledì 16 maggio 2012
  • 16. http://www.propublica.org/ion/stimulusmercoledì 16 maggio 2012
  • 17. http://www.propublica.org/ion/stimulusmercoledì 16 maggio 2012
  • 18. http://www.nytimes.com/interactive/2011/04/28/us/tornado-deaths.htmlmercoledì 16 maggio 2012
  • 19. http://www.nytimes.com/interactive/2011/05/31/business/economy/case-shiller-index.html#city/ATLmercoledì 16 maggio 2012
  • 20. http://www.nytimes.com/ref/sports/20070731_BONDS_GRAPHIC.htmlmercoledì 16 maggio 2012
  • 21. http://www.nytimes.com/interactive/2011/05/03/us/20110503-osama-response.html Jon Huang and Aron Pilhofer/The New York Timesmercoledì 16 maggio 2012
  • 22. Stephen Von Worley http://www.datapointed.net/2011/04/maps-us-population-change-2000-2010-census/mercoledì 16 maggio 2012
  • 23. http://wheredoesmymoneygo.org/mercoledì 16 maggio 2012
  • 24. http://www.bt.no/nyheter/lokalt/dodenpaaveiene/mercoledì 16 maggio 2012
  • 25. http://old.bt.no/nyheter/lokalt/dodenpaaveiene/kart/mercoledì 16 maggio 2012
  • 26. http://bit.ly/nVslXumercoledì 16 maggio 2012
  • 27. http://bit.ly/debtrismercoledì 16 maggio 2012
  • 28. mercoledì 16 maggio 2012
  • 29. I dati salveranno il giornalismo?mercoledì 16 maggio 2012
  • 30. mercoledì 16 maggio 2012
  • 31. mercoledì 16 maggio 2012
  • 32. 1. Perché DDJ 2. Le esperienze migliori 3. DDJ in Italia 4. Open Data 5. Il processo e gli strumenti !mercoledì 16 maggio 2012
  • 33. mercoledì 16 maggio 2012
  • 34. http://openspending.org/dataset/italyregionalaccountsmercoledì 16 maggio 2012
  • 35. http://www.thebureauinvestigates.com/category/projects/europes-hidden-billions/ http://www.ft.com/intl/eu-fundsmercoledì 16 maggio 2012
  • 36. http://eufunds.ftdata.co.uk/mercoledì 16 maggio 2012
  • 37. http://www.ilfattoquotidiano.it/mappa-morti-carcere-patrie-galere/mercoledì 16 maggio 2012
  • 38. http://tg24.sky.it/tg24/speciale_elezioni/mappe_elettorali/genova.htmlmercoledì 16 maggio 2012
  • 39. mercoledì 16 maggio 2012
  • 40. mercoledì 16 maggio 2012
  • 41. http://www.mappeelettorali.it/maps/referendum2011/quesito3/mercoledì 16 maggio 2012
  • 42. http://daily.wired.it/news/tech/2012/01/24/concordia-rotta-giglio-dati-ais-19252.htmlmercoledì 16 maggio 2012
  • 43. datablog.ahref.eumercoledì 16 maggio 2012
  • 44. datablog.ahref.eumercoledì 16 maggio 2012
  • 45. agenas.itmercoledì 16 maggio 2012
  • 46. La metropoli delle mafie - Luca Dello Iacovo https://sites.google.com/site/lemetropolidellemafie/mercoledì 16 maggio 2012
  • 47. http://www.corriere.it/cronache/speciali/2011/mafiopoli/mercoledì 16 maggio 2012
  • 48. http://ilgirodellanera.wordpress.com/mappa-2011/mercoledì 16 maggio 2012
  • 49. www.atlantenucleare.orgmercoledì 16 maggio 2012
  • 50. mercoledì 16 maggio 2012
  • 51. mercoledì 16 maggio 2012
  • 52. Testo http://www.terna.it/default.aspx?tabid=1024mercoledì 16 maggio 2012
  • 53. 1. Perché DDJ 2. Le esperienze migliori 3. DDJ in Italia 4. Open Data 5. Il processo e gli strumenti !mercoledì 16 maggio 2012
  • 54. Dove sono gli Open Data italiani Open Polis Open Parlamento Rapporto Camere Aperte 2011 dati.piemonte.it dati.emilia-romagna.it data.gov.it apps4italy.org spaghettiopendata.orgmercoledì 16 maggio 2012
  • 55. Come fare Open Data •Scegliere la semplicità. Da ricordare che è innovazione. •Coinvolgere gli utenti fin dall’inizio e coinvolgerli spesso. •Affrontare i timori e le incomprensioni diffuse. opendatamanual.org/itmercoledì 16 maggio 2012
  • 56. Cosa fare con gli Open Datamercoledì 16 maggio 2012
  • 57. mercoledì 16 maggio 2012
  • 58. mercoledì 16 maggio 2012
  • 59. mercoledì 16 maggio 2012
  • 60. mercoledì 16 maggio 2012
  • 61. mercoledì 16 maggio 2012
  • 62. mercoledì 16 maggio 2012
  • 63. mercoledì 16 maggio 2012
  • 64. mercoledì 16 maggio 2012
  • 65. 1. Perché DDJ 2. Le esperienze migliori 3. DDJ in Italia 4. Open Data 5. Gli strumenti e il processo !mercoledì 16 maggio 2012
  • 66. mercoledì 16 maggio 2012
  • 67. Dataset in progress 1. strade killer 2. abbandono scolastico 3. criminalità 4. qualità dell’aria datablog@ahref.eumercoledì 16 maggio 2012
  • 68. EJC - Mirko Lorenzmercoledì 16 maggio 2012
  • 69. mercoledì 16 maggio 2012
  • 70. mercoledì 16 maggio 2012
  • 71. Partire dai dati http://www.dati.gov.it/content/monitoraggio-auto-blu http://www.dati.gov.it/content/monitoraggio-auto-blumercoledì 16 maggio 2012
  • 72. http://www-958.ibm.com/software/data/cognos/manyeyes/visualizations/auto-blu-costo- unitario-2009-2010mercoledì 16 maggio 2012
  • 73. L’accesso ai dati problemi e opportunità in Italiamercoledì 16 maggio 2012
  • 74. http://www.state.gov/m/a/ips/mercoledì 16 maggio 2012
  • 75. http://www.legislation.gov.uk/ukpga/2000/36/part/Imercoledì 16 maggio 2012
  • 76. Le leggi fondamentali in Italia 1) la legge n. 241 del 1990 è la normativa di base relativa alla trasparenza, partecipazione e accesso agli atti. http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_15.wp?previsiousPage=mg_14_7&contentId=LEG49089 Lʼart. 22 definisce il “diritto di accesso”: “interessati” sono tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto lʼaccesso mentre “controinteressati”, tutti i soggetti, individuati o facilmente individuabili in base alla natura del documento richiesto, che dallʼesercizio dellʼaccesso vedrebbero compromesso il loro diritto alla riservatezza. Il secondo comma prevede espressamente che lʼaccesso ai documenti amministrativi, attese le sue rilevanti finalità di pubblico interesse, costituisce principio generale dellʼattività amministrativa al fine di favorire la partecipazione e di assicurarne lʼimparzialità e la trasparenza, ed attiene ai livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale ai sensi dellʼarticolo 11-7, secondo comma, lettera m), della Costituzione, rinviando alla potestà delle Regioni e degli Enti Locali, nellʼambito delle rispettive competenze, la possibilità di garantire livelli ulteriori di tutela. Il principio fondamentale è che tutti i documenti amministrativi sono accessibili, ad eccezione di quelli indicati allʼarticolo 24, commi 1, 2, 3, 5 e 6.mercoledì 16 maggio 2012
  • 77. Le leggi fondamentali italiane in materia di accesso agli atti e alle informazioni 1) la legge n. 241 del 1990 è la normativa di base relativa alla trasparenza, partecipazione e accesso agli atti. Lʼart. 22 definisce il “diritto di accesso”: “interessati” sono tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto lʼaccesso mentre “controinteressati”, tutti i soggetti, individuati o facilmente individuabili in base alla natura del documento richiesto, che dallʼesercizio dellʼaccesso vedrebbero compromesso il loro diritto alla riservatezza. Il secondo comma prevede espressamente che lʼaccesso ai documenti amministrativi, attese le sue rilevanti finalità di pubblico interesse, costituisce principio generale dellʼattività amministrativa al fine di favorire la partecipazione e di assicurarne lʼimparzialità e la trasparenza, ed attiene ai livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale ai sensi dellʼarticolo 11-7, secondo comma, lettera m), della Costituzione, rinviando alla potestà delle Regioni e degli Enti Locali, nellʼambito delle rispettive competenze, la possibilità di garantire livelli ulteriori di tutela. Il principio fondamentale è che tutti i documenti amministrativi sono accessibili, ad eccezione di quelli indicati allʼarticolo 24, commi 1, 2, 3, 5 e 6.mercoledì 16 maggio 2012
  • 78. Con la legge 15/2005, che ha modificato la L. 241/1990, il diritto di accesso viene elevato, per le sue finalità di interesse pubblico, a principio generale dellʼattività amministrativa; viene fissato un limite alla durata del diritto di accesso nel senso che esso è esercitabile “fino a quando la pubblica amministrazione ha lʼobbligo di detenere i documenti amministrativi ai quali si chiede di accedere”. 2) il Regolamento per la disciplina in materia di accesso ai documenti amministrativi (D.P.R. n. 184/2006), nel quale vengono regolamentate le modalità di esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi. Si tratta della disciplina dellʼaccesso informale e di quello formale, di accoglimento della richiesta e delle modalità di accesso, del contenuto minimo degli atti delle singole amministrazioni, del non accoglimento della richiesta e della Commissione per lʼaccesso. 3) Enti Locali: lʼart. 10 del Dlgs 267/2000 intitolato "diritto di accesso e di informazione" prevede, a sua volta, che tutti gli atti dellʼamministrazione comunale e provinciale siano pubblici, ad eccezione di quelli riservati per espressa indicazione di legge o per effetto di una temporanea e motivata dichiarazione del sindaco o del presidente della provincia che ne vieti lʼesibizione, conformemente a quanto previsto dal regolamento, in quanto la loro diffusione possa pregiudicare il diritto alla riservatezza delle persone, dei gruppi o delle imprese. Ogni Ente Locale ha poi un Regolamento.mercoledì 16 maggio 2012
  • 79. 4) il D.lgs. 196/2003 in materia di trattamento dei dati personali (artt. 59 e 60): si effettua un rinvio alla Legge 241 /1990 per quanto concerne i presupposti, le modalità ed i limiti del diritto di accesso a documenti amministrativi contenenti dati personali. 5) Le informazioni ambientali. Queste hanno una specifica disciplina, in attuazione della normativa comunitaria (D.lgs. 19.8.2005 n. 195). Nello stabilire i principi generali in materia di informazione ambientale si sono voluti garantire due principi fondamentali: a) il diritto di accesso alle informazioni ambientali; b) che lʼinformazione ambientale sia sistematicamente e progressivamente messa a disposizione del pubblico su iniziativa delle amministrazioni stesse. Lʼaccesso alle informazioni ambientali è garantito a chiunque ne faccia richiesta, senza che questi debba dichiarare il proprio interesse, a differenza di quanto accade nel diritto di accesso agli atti e documenti dellʼamministrazione, di tipo non ambientale. Le ipotesi di esclusione dellʼaccesso allʼinformazione ambientale sono previste in modo tassativo dallʼart. 5 del decreto legislativo 195/2005, il quale al terzo paragrafo prevede che lʼautorità pubblica applichi le disposizioni sui casi di esclusione in modo restrittivo.mercoledì 16 maggio 2012
  • 80. Normative sovranazionali Lʼunico strumento sovranazionale oggi disponibile, è la Direttiva 2003/98/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio adottata il 17 novembre 2003 per agevolare il riutilizzo delle informazioni del settore pubblico (PSI) http://conventions.coe.int/Treaty/Commun/QueVoulezVous.asp?NT=205&CM=8&DF=25/03/2011&CL=ITAmercoledì 16 maggio 2012
  • 81. Verso un Foia italiano?mercoledì 16 maggio 2012
  • 82. mercoledì 16 maggio 2012
  • 83. mercoledì 16 maggio 2012
  • 84. LʼArt. 4, lettera h della legge n. 15/2009 http://www.camera.it/parlam/leggi/09015l.htm assicura la totale accessibilità dei dati della PA attraverso tre principi enza “intesa come accessibilità totale, anche attraverso lo strumento della pubblicazione sui siti internet” di tutti i dati e le informazioni sullʼorganizzazione e lʼandamento delle a 1. La trasparenza “intesa come accessibilità totale, anche attraverso lo strumento della pubblicazione sui siti internet” di tutti i dati e le informazioni sullʼorganizzazione e lʼandamento delle amministrazioni (comma settimo)mercoledì 16 maggio 2012
  • 85. 2. “le notizie concernenti lo svolgimento delle prestazioni di chiunque sia addetto a una funzione pubblica e la relativa valutazione non sono oggetto di protezione della riservatezza personale” (comma nono) 3. full disclosure, ossia “accessibilità totale” di tutte le informazioni riguardanti lʼorganizzazione e lʼattività delle pubbliche amministrazioni. enza “intesa come accessibilità totale, anche attraverso lo strumento della pubblicazione sui siti internet” di tutti i dati e le informazioni sullʼorganizzazione e lʼandamento delle amercoledì 16 maggio 2012
  • 86. mercoledì 16 maggio 2012
  • 87. mercoledì 16 maggio 2012
  • 88. mercoledì 16 maggio 2012
  • 89. mercoledì 16 maggio 2012
  • 90. mercoledì 16 maggio 2012
  • 91. mercoledì 16 maggio 2012
  • 92. mercoledì 16 maggio 2012
  • 93. mercoledì 16 maggio 2012
  • 94. mercoledì 16 maggio 2012
  • 95. links e bibliomercoledì 16 maggio 2012
  • 96. mercoledì 16 maggio 2012
  • 97. mercoledì 16 maggio 2012
  • 98. http://www.lsdi.it/wp-content/Lsdi-Fama-Opendata-ultimo.pdfmercoledì 16 maggio 2012
  • 99. http://www.batchgeo.com/videos/ code.google.com/apis/maps/index.html www.tacticaltech.org www.tcij.org www.ire.org www.propublica.orgmercoledì 16 maggio 2012
  • 100. The Reporterʼs Cookbook http://forjournalists.com /cookbook/index.php?title=Excel Microsoft free online tutorials for Excel 2007. http://office.microsoft.com/en-us/training/ CR100479681033.aspxmercoledì 16 maggio 2012