Elementi Teorici per la Progettazione dei Social Network
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Elementi Teorici per la Progettazione dei Social Network

on

  • 3,610 views

 

Statistics

Views

Total Views
3,610
Views on SlideShare
3,363
Embed Views
247

Actions

Likes
8
Downloads
56
Comments
0

5 Embeds 247

http://www.cpm.unimib.it 105
http://speculummaius.wordpress.com 69
http://ibridazioni.com 67
http://www.linkedin.com 5
https://si0.twimg.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Elementi Teorici per la Progettazione dei Social Network Presentation Transcript

  • 1. Elementi Teorici per la Progettazione dei Social Network Dinamiche Psicologiche e Sociali, Motore dei Social Network di Gianandrea Giacoma
  • 2. Elementi Teorici per la Progettazione dei Social Network E’ un documento scaricabile online, proposto in una logica open source e collaborativa su di un wiki con l’intento di alimentare la riflessione su questi fondamentali strumenti di gestione e produzione di conoscenza AUTORI DEL DOCUMENTO Gianandrea Giacoma Davide Casali LICENZA CREATIVE COMMONS Attribution-Share Alike 3.0 http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/ PDF http://www.scribd.com/doc/326036/Elementi-Teorici-per-la-Progettazione-dei-Social-Network-1-0-20070924 WIKI http://wiki.bzaar.net/Docs/IT/Elementi_Teorici_per_la_Progettazione_dei_Social_Network
  • 3. Errori da non ripetere
    • Le tecnologie cambiano veloci gli utenti come sistemi psicologici e sociali meno
    • Si riscopre la ruota troppe volte
    • Analisi solo di quello che c’è già in rete
  • 4. L’essenza dei Social Network
    • Dinamiche psicologiche e sociali sono il vero Motore del Network
    • I Network sono sistemi super complessi
    • Utente al centro ( User Centered Design )
        • come soggetto attivo e passivo
        • relazioni primarie nel network
        • effetto del network su attività e decisioni dell’utente
  • 5. Alcune Basi Teoriche
    • La Regola dell’ 1-9-90
    • I 6 gradi di separazione
    • Il Numero di Dunbar ( 150 )
    • La Motivazione
        • primarie - secondarie
        • omeostatiche - antiomeostatiche
        • frustrazione e sublimazione
        • attività intrinsecamente o estrinsecamente motivate
        • processo e meta (motivazione al successo)
  • 6. Come muoversi
    • Un Social Network può essere un prodotto ma è anche un esperimento sociale e psicologico
    • Gestione step by step
    • Sensibilità ai segnali deboli
    • Tollerare incertezza e imprevedibilità
  • 7. Dove si gioca la partita
    • La sfida dei Social Network
        • Quali fattori portano utenti ad utilizzare quel network?
        • Come si creano relazioni sociali?
        • Come si creano contenuti?
        • Come facilitare la conversione degli utenti da fruitori a produttori di contenuti?
  • 8. Dinamiche Fondamentali
    • Bisogni funzionali
    • Flusso di attività giornaliero
    • Pulsioni aggreganti
    • Gruppi sociali
  • 9. Bisogni Funzionali
    • Sono i bisogni della persona e/o del gruppo che vengono soddisfatti dal Network in modo esplicito e pratico
    • Servizio che soddisfa bisogni altrimenti non appagati se non in parte
    • Fa emergere nuovi bisogni
    • Gestisce e produce nuova conoscenza , contatti, informazioni, eventi, opportunità, ecc.
  • 10. Bisogni Funzionali
    • Vari fattori espliciti e pratici che spingono le persone ad utilizzare il Network
        • Autorevolezza
        • Visibilità
        • Incontri
        • Condivisione
        • Produzione di conoscenza
        • Raggiungibilità
  • 11. Inserimento nel Flusso
    • Le 24h rappresentano l’unità minima di abitudini ripetitive che vengono compiute da una persona
    • Varie attività competono per essere eseguite, il tempo è limitato le attività no
    • Alcuni fattori di priorità
        • Leggerezza (il più importante dal punto di vista progettuale)
        • Motivazione
        • Località
        • Efficacia
        • Efficienza
  • 12. Pulsioni Aggreganti
    • Motivazioni di natura inconscia e reattiva che vengono innescate e indotte al fine di produrre circoli virtuosi di produzione e partecipazione nel Network
    • Da loro dipende l’effetto virale
    • Uso esplicito o implicito delle Pulsioni Aggreganti
    • Non bastano i Bisogni Funzionali per alimentare un Network ma la capacità di indurre e gratificare Pulsioni Aggreganti penetrando al meglio nel Flusso Giornaliero
  • 13. Pulsioni Aggreganti
    • Alcuni ambiti di azione della Pulsioni Aggreganti
        • Competizione
        • Curiosità
        • Appartenenza
        • Narcisismo
    • Frustrazione e Sublimazione
    • Questione Etica
  • 14. Gruppi Sociali
    • Il bisogno di formare e identificarsi in Gruppi è una necessità istintiva dell’uomo in quanto animale sociale ed è quindi un fenomeno imprescindibile
    • Considerare un Group Centered Design
    • Alcuni fattori su cui agire
        • inserimento e interazione nel Gruppo
        • significatività del Gruppo
  • 15. ScIBRID - Scientific Network
    • La ricerca è sempre più transdisciplinare
    • Fame di comunicazione scientifica per media e comunità
    • La destrutturazione della comunicazione scientifica messa in atto dalla rete
    • I giovani ricercatori
    • La ricerca italiana
  • 16. GRAZIE
  • 17. Gianandrea Giacoma e-mail [email_address] Blog http://ibridazioni.com/