• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Seminario 13 dicembre 2012 Ingegneria Economica
 

Seminario 13 dicembre 2012 Ingegneria Economica

on

  • 406 views

Seminario del 14 dicembre 2012 dell'Ing. Francesco Solustri - Corso di Costruzioni Metalliche del Prof. Ing. Franco Bontempi presso la Facolta' di Ingegneria della Universita' di Roma La Sapienza

Seminario del 14 dicembre 2012 dell'Ing. Francesco Solustri - Corso di Costruzioni Metalliche del Prof. Ing. Franco Bontempi presso la Facolta' di Ingegneria della Universita' di Roma La Sapienza

Statistics

Views

Total Views
406
Views on SlideShare
406
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
3
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Seminario 13 dicembre 2012 Ingegneria Economica Seminario 13 dicembre 2012 Ingegneria Economica Presentation Transcript

    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Associazione Italiana di Ingegneria Economica (The Italian Association for Total Cost Management)Ingegneria Economica: Fondamenti DelProject Control Ed ApplicazioniIng. Francesco Solustri– EIE/ICECA Consigliere AICE
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Indice1. Presentazione dell’AICE2. Cosa è l’Ingegneria Economica o Total Cost Management;3. Il Project Control a) Il Project Control: planning engineering b) Il Project Control: cost engineering4. Attività dell’AICE5. La Certificazione in Ingegneria Economica6. Conclusione© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 2
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Presentazione dell’AICE AICE: Associazione Italiana Ingegneria Economica. In origine si chiamava Associazione Italiana Cost Engineering. La mission dell’AICE è quella di promuovere in Italia la diffusione, l’applicazione efficace e lo sviluppo dell’Ingegneria Economica, ovvero di tutte quelle metodologie, tecniche e modelli operativi per pianificare e controllare le risorse, i costi, la redditività ed i rischi lungo tutto il ciclo di vita di qualsiasi impresa, impianto, progetto, prodotto o servizio.© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 3
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Presentazione dell’AICEAttraverso, ad esempio, le seguenti attività Promuovere ed incrementare, mediante apposite ricerche, corsi ed adeguati strumenti scientifici, lingegneria economica (Total Cost Management) Provvedere, sul piano nazionale ed internazionale, a scambi di esperienze, conoscenze e di materiale scientifico e divulgativo. Cooperare con associazioni, enti, istituzioni nazionali o internazionali per gli argomenti e discipline sopra citati.© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 4
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Nascita delle associazioniprima certificazione post universitaria inMaestria en ingenieria economica,financiera y de costos (Messico) © AICE – http://www.aice-it.org 14/06/2012 Ingegneria Economica 5
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi A chi si rivolge l’AICEUniversità ricerca e Aziende sperimentazione know-how applicazione pratica can-do Network AICE© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 6
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi L’iceberg…da Design and Manage to Life Cycle Cost (1978)Benjamin S. Blanchard© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 7
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi cosa è l’Ingegneria Economica o Total Cost Management L’Ingegneria Economica consiste nell’applicazione di principi scientifici multidisciplinari e tecniche di ingegneria  a problemi di fattibilità o di valorizzazione dei progetti  in pratiche di stima e controllo dei costi, redditività, pianificazione e gestione degli investimenti e dei progetti Una delle principali espressioni dell’Ingegneria Economica riguarda lo sviluppo di modelli, tecniche e pratiche di Project Control, sia come applicazioni per i singoli progetti, sia come sistema per il governo complessivo della redditività delle imprese e delle organizzazioni© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 8
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi L’Ingegneria Economica o Total Cost Management Campi di applicazione professionale  Total Life Cycle Cost Management (Strategic Asset Management)  Economic/Financial Analysis  Business Planning  Project Control  Project Planning and Scheduling  Cost Engineering (Cost Estimating, Cost Control, Profitability)  Enterprise Project Control  Forensic Settori di applicazione  Impiantistica  Costruzioni  Industria Manifatturiera  Servizi (terziario)  Pubblica Amministrazione© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 9
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi L’Ingegneria Economica o Total Cost Management L’ingegneria economica coinvolge tutte le fasi del ciclo di vita del progetto Costruzione Manutenzione Budget t vita del progetto Procurement EsercizioProgettazione Project Control© AICE – http://www.aice-it.orgmese ANNO Presentazione dell’Associazione 10
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control Il Project Control o Controllo di Commessa è la disciplina tramite la quale si monitora l’andamento di un progetto ed il suo sviluppo per garantire che esso avvenga nei tempi e risorse previste. Comprende quindi l’analisi dei:  Tempi: Project Planning and Scheduling  Costi: Cost Engineering (Cost Estimating, Cost Control, Profitability)Una delle applicazioni possibili del Project Control è ilmonitoraggio dei lavori di un’ opera infrastrutturale. Le foto o immagini riportate nel seguito sono desunte dalla rete senza nessun riferimento particolare a progetti completati o in essere. Hanno uno scopo puramente illustrativo e qualitativo, i riferimenti alle quantità sono puramente indicativi.© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 11
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control Struttura di un cantiere infrastrutturale tipica delle Grandi Opere Progettazione Project Contract Control Management Ambiente Qualità Contabilità Amministrazione Costruzione© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 12
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project ControlLe opere vengono suddivise in «pacchetti» secondo laWBS Work Breakdown Structure, classificate secondo deilivelli di parte di opera che identificano con unaapprossimazione sempre maggiore ad es: Pozzo 1  Livello liv.1  Opere in c.a.Tale struttura codificata viene applicata a tutti i documenti etale codifica viene comunemente utilizzata in tutti i settoriper la rintracciabilità delle informazioni© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 13
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering Prendiamo come esempio uno schema di una stazione sotterranea, ma le considerazioni sotto riportate valgono per tutte le opere interrate (parcheggi, livelli sotterranei centri commerciali…)© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 14
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering Il programma lavori è una sequenza di attività opportunamente vincolate. Di fatto è un modello matematico ad una variabile: il tempo. Ha lo scopo di rappresentare la dinamica della costruzione secondo le fasi indicate in Progetto© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 15
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringRiferendoci all’esempio indicato:1. Fase di cantierizzazione e spostamento PP.SS.: è una fase delle attività che è soggetta a permessi esterni all’Impresa e/o dalla Committente;2. Fase delle Fondazioni Speciali ad esempio le paratie, i pali etc..3. Fase di costruzione al rustico delle stazioni4. Fase di impiantistica e finiture (non dettagliata nel seguito)Vediamole nel dettaglio:Fase 1 è un attività di poca entità e paradossalmente è rischiosa pereventuali sospensioni dovute ad Enti Terzi. E’ comunque pocosignificativa e non viene approfondita.© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 16
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringFase 2:Fondazioni SpecialiAl fine di consentire uno scavo in sicurezza ed evitare gli smottamentidei terreni circostanti vengono eseguite le opere di fondazioni specialiad esempio: Diaframmi: vengono scavati con la benna o idrofresa(possono arrivare oltre i 40m!) con polimeri o bentonite al fine dimantenere gli scavi aperti; successivamente si posano le gabbie dellearmature e solo dopo vengono gettati con il calcestruzzo. Benna Mordente Idrofresa© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 17
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringFase 2: Fondazioni SpecialiPali: la funzione è la medesima (contenimento degli scavi) mausualmente hanno minore profondità rispetto ai diaframmi. Anche qui laloro esecuzione avviene mediante uno scavo con trivella, posadell’armatura dei pali e getto con il cls.In un programma lavori si calcola il numero di giorni globale per l’esecuzione deilavori tenendo conto di produzioni giornaliere dipendenti dalle lavorazioni previste.© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 18
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringFase 2: Consolidamenti Jet Grouting Le tecniche attuali consistono nel disgregare il terreno miscelandolo nel contempo con una sospensione cementizia, oppure nella rimozione della parte più fine mediante jetting di aria o acqua per ampliare la diffusione del trattamento con un effetto di parziale sostituzione. Iniezioni chimico cementizie Iniezione nel terreno di una miscela chimico cementizia senza la rottura del terreno ma saturando le varie fessure. E’ più comune per le impermeabilizzazioni che i consolidamenti del terreno.© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 19
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringFase 3: costruzione al rustico dell’operaE’ la parte più complicata per la realizzazione della struttura. La«scatola» deve essere svuotata del terreno e devono essere realizzatele strutture in c.a., come le fodere che lavorano in parallelo con idiaframmi e i solai interni, nonché le scale e strutture interne. Esistono due modalità di realizzazione: 1. Top Down 2. Bottom Up Vediamole nel dettaglio© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 20
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringTop-Down: si realizza la stazione per approfondimenti successivi finoa quota solettone di fondo e dopo si procede con la ricostruzione ecompletamento dei solai, in particolare:1°fase. Realizzazione del solettone dicopertura;2°fase scavo al primo livello attraverso leasole operative;3° fase esecuzione del solaio di 1°livellocontroterraE così via.. con eventuale sovrapposizionedelle attività.Fino alla esecuzione del solettone di fondo;Ricostruzione della stazione dal basso versol’altro tramite la costruzione delle struttureinterne e chiusura delle asole operative© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 21
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringBottom-up: si realizza la stazione cercando di arrivare fino a quotasolettone di fondo il prima possibile e dopo si procede con laricostruzione e completamento dei solai1°fase. Realizzazione del solettone dicopertura;2°fase scavo fino al livello tecnico, che di fattoè un «puntone» per limitare l’inflessione delleparatie;3° fase esecuzione del solaio del livellotecnico4° fase: scavo fino in fondo;5° fase: esecuzione del solettone di fondo;6° fase: tipicamente esecuzione delle gallerietradizionali o meno;Ricostruzione della stazione dal basso versol’altro tramite la costruzione dei solai interni inelevazione, delle strutture interne e chiusuradelle asole operative© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 22
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering Def. Il percorso critico è quella sequenza delle attività che non prevedono possibilità di ritardo (total float), ovvero 1 giorno di ritardo su una delle attività appartenenti al critical path comporta il ritardo di 1 g sul completamento delle opere.© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 23
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering Vediamo allora le differenze tra le due modalità rispetto al percorso critico: Bottom-up Top Down:  Lo scavo risulta essere eseguito in Lo scavo viene frazionato e si tempi rapidissimi; procede per approfondimenti  I solai vengono eseguiti in fase di successivi; risalita con casseratura che comporta I solai vengono eseguiti in fase di molta operatività; discesa e controterra;  Una volta raggiunto il solettone di Una volta raggiunto il solettone di fondo, di fatto le strutture possono fondo, di fatto è finita la struttura. anche essere solo al 30%! In un programma lavori è il  In un programma lavori è il metodo metodo più rapido; più lento ma a volte è necessario per Un ritardo è più facile da gestire consentire l’inizio delle gallerie o tramite sovrapposizione delle altre attività! lavorazioni  Un ritardo comporta di solito il ritardo dell’inizio delle gallerie e quindi del completamento dell’opera;© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 24
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering Il Percorso Critico non è necessariamente singolo: se si considera un’opera probabilmente il completamento delle finiture o degli impianti sarà l’ultima attività da compiere. Ma se ne consideriamo due adiacenti che devono interagire? Ad esempio non si possono ricostruire le strutture interne se non vengono completate le gallerie perché non si saprebbe, tra le altre cose, come portare via la terra. Anche la fase 4 relativa alle finiture e impiantistiche possono evidenziare dei percorsi critici differenti da quelli che risulterebbero dalle sole opere strutturali (a rustico). Potrei avere quindi un percorso critico «locale» diverso da uno «globale».© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 25
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering Qual è il dettaglio di un programma lavori? Può essere sia estremamente generico:  ad esempio rappresentato da una «attività» singola che modella la lavorazione come una unica «barra» dando una misura della durata ma che non risulta assolutamente gestibile.  Oppure una serie di lavorazioni collegate tra di loro che descrivono o meglio modellano nel tempo la lavorazione in oggetto, molto più difficile da eseguire ma meglio da gestire. Un esempio:© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 26
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering La Galleria in tradizionale:Consolidamenti tramite infilaggi o iniezioni Calotta (rivestim.definitivo)Lo scavo della Galleria vieneeseguita per conci dove inogni concio vengono ripetutele stesse sequenze operativedi seguito descritte.Esistono vari modi direalizzare una galleria, sidescrive una modalità che inquesto caso prevede larealizzazione in Murettesovrapposizione dellelavorazioni Arco rovescio © AICE – http://www.aice-it.org 14/06/2012 Ingegneria Economica 27
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringLo scavo di una Galleria in tradizionale: Fasi operative:1-esecuzione degli infilaggi o dei consolidamenti ad ombrello; Consolidamenti tramite infilaggi o iniezioni Centine provvisorie2-scavo della sezione per conci e posa in opera del rivestimento provvisorio (spritz e centine);© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 28
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering3-Esecuzione delle murette e dell’arco rovescio;4-Esecuzione del rivestimento definitivo© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 29
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering Si modella la galleria in conci secondo le fasi: I 1 2 3 4 5 6 8 9 10 11 Fronte di scavo IIIIIIV Infilaggi Scavo e Arco Rivest. © AICE – http://www.aice-it.org 14/06/2012 centine Ingegneria Economica Rovescio Definitivo 30
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineeringSempre più spesso le gallerie vengono eseguite con loscavo meccanizzato tramite la TBM la Tunnel BoringMachine, che scava e posa i conci della galleriacompletandola.E’ naturale che la produzione della TBM sia molto piùrapida rispetto a quella in tradizionale ma i costi sono moltopiù alti!© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 31
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 32
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: planning engineering© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 33
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: cost engineeringIl cost control è un ramo specifico del controllo digestione in un’azienda che analizza dettagliatamentei costi imputabili ad uno specifico settore o servizio.Si suddividono in costi diretti e indiretti.Sono costi diretti quelli associati alla produzione, indirettisono quelli che una azienda avrebbe comunque, adesempio: Il costo del calcestruzzo per il getto di un solaio è un costo diretto; Il costo degli impiegati è indiretto perché non associato ad una precisa lavorazione.© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 34
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: cost engineeringI costi vengono rappresentati con una curva sinusoidale cherappresenta l’integrale di una gaussiana: La Curva ad S© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 35
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: cost engineeringCurva ad S nell’applicazione precedente Opere al rustico Finiture Opere di fondazione Attività preliminari© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 36
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Il Project Control: cost engineeringCenno: dall’analisi dei costi è possibile individuare dei parametri cherappresentano il corretto sviluppo dell’opera secondo quanto previstooriginariamente (budget), come il parametro dell’Earned Value© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 37
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Total Cost Management Framework da Total Cost Management Framework, AACE International (2006)© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 38
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Attività dell’AICE le prime attività dell’AICE (congressi, seminari, corsi di formazione) si sono svolte presso l’IMQ (Istituto dei Metodi Quantitativi) dell’Università Bocconi di Milano attraverso il centro ELEUSI (Elaborazione Logica e Utilizzazione Sistematica dell’Informazione) oggi l’AICE  opera a livello nazionale attraverso una rete di delegati territoriali  ha contatti con diverse università  intende rafforzare anche i rapporti con il mondo dell’industria  ha intrapreso un percorso di rinnovamento e rafforzamento sia in campo nazionale che internazionale© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 39
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Attività dell’AICE Studio Elaborazione Modelli Sperimentazione Tecniche «Best Practice» Pubblicazioni Eventi Formazione Certificazione Consulenza© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 40
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi La Certificazione in Ingegneria Economica La certificazione in Ingegneria Economica, rilasciata da AICE ed accreditata da ICEC, attesta la capacità del soggetto certificato di esercitare la professione Esistono due livelli di certificazione: Praticante ed Esperto In virtù dellaccredito ICEC, la certificazione è riconosciuta a livello internazionale in tutti i paesi ove ICEC è presente. AICE non certifica solo il possesso di conoscenze (know-how), che peraltro deve essere già certificato dai titoli di studio, bensì leffettiva capacità e competenza professionale richiesta nella gestione o nell’esercizio delle attività (can-do). Ha durata quinquennale e deve essere rinnovata con un processo di aggiornamento e di educazione professionale© AICE – http://www.aice-it.orgmese ANNO Presentazione dell’Associazione 41
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi ConclusioniSi è riportato nelle slide precedenti solo degli esempiindicativi della disciplina dell’Ingegneria Economica ed inparticolare del Project Control.Tali princìpi sono solo alcuni dei tanti che possonointeressare un neo ingegnere al fine di entrare nel mondodel lavoro consapevole delle numerose possibilità che, perfortuna, la laurea in Ingegneria consente.Se poi si è interessati esistono alcune associazioni checonsentono l’approfondimento delle specifiche tematiche elo scambio del know-how, come ad esempio l’AICE. Unoscopo della quale è proprio la formazione dei giovani el’approfondimento della conoscenza dell’Ing. Economica© AICE – http://www.aice-it.org14/06/2012 Ingegneria Economica 42
    • Corso di COSTRUZIONI METALLICHE - Prof. Ing. Franco Bontempi Per chi ha resistito fino a qui….Grazie dell’Attenzione Se siete interessati trovate i riferimenti qua sotto!c/o FAST, p.le Morandi, 2 – 20121 Milano info@aice-it.org http://www.aice-it.orgIng.Francesco Solustri francesco.solustri@aice-it.org