Uploaded on

Il numero 8 di EXtra, l'e-magazine di EXITone

Il numero 8 di EXtra, l'e-magazine di EXITone

More in: Real Estate
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
178
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. n. 8 | 2012 Trimestrale dinformazione sul mondo EXITone |in questo numero| In evidenza Best practice News “Il nuovo Network EXITone” “L’area vasta Treviso” “Quinto conto energia” “Anagrafe delle Imprese” pag. 3 pag. 9 pag. 12
  • 2. | 2 | editoriale EXperience makes the difference! | Alexandra Mogilatova G entili lettori, di questi avremmo potuto inter- sta all’Ing. Hatem Shahwan, co- il 2012 di EXIT venire per migliorarne la funzio- responsabile della commessa, one è iniziato nalità con un approccio creativo in cui approfondiamo gli aspetti con importan- e al contempo pragmatico. operativi dell’incarico; a pagina ti e belle novità. In questo senso stiamo lavo- 9 analizziamo gli aspetti tecnici Ora più che mai rando sul nuovo progetto di Net- della commessa dell’Area Vasta stiamo vivendo un work per i Tutor dell’Immobile di di Treviso, in relazione al modello momento di svolta cui diamo qualche anticipazione energetico applicato alle struttu- che si è tradotto da pagina 3: un Network rinnova- re sanitarie. Per quanto riguardanella volontà di rinnovarci utiliz- to ed evoluto nei contenuti e nella i nuovi prodotti Vi presentiamozando al meglio la nostra creativi- forma, basato sullimpiego di tec- la Caldaia Tina, frutto della col-tà e la nostra esperienza. nologie di business intelligence laborazione tra Gianfranco Pelle- Sì, perché essere creativi e in- mobile e fondato sul rafforzamen- grini, nostro Tutor dell’Immobile,novatori non significa solo ideare to e consolidamento dei rapporti e e l’Innovation Factory dell’AREAprogetti spettacolari e rivoluzio- delle attività con gli attuali affiliati Science Park di Trieste, un pro-nari, ma anche trovare il modo di e che, allo stesso tempo, sarà la dotto totalmente orientato all’ef-utilizzare in forma alternativa le base per incrementare il numero ficienza energetica. Ultimo nato trarisorse disponibili per svilupparne di affiliazioni. i PRODOTTI frutto della creativitàal meglio il potenziale. La nostra voglia di rinnova- che contraddistingue EXITone, è Creatività ed esperienza sono mento passa anche attraverso gli “SOTTOSERVIZI”, un servizio indue facce della stessa medaglia, il strumenti di comunicazione: dal grado di incrementare le entratemotore di una società che guarda 15 marzo scorso è on line il nuovo degli Enti Locali attraverso l’ot-con fiducia al futuro immaginando sito web EXITone www.exitone.it timizzazione della gestione deldi poter influire positivamente sul e a breve anche il blog aziendale sottosuolo comunale.domani per renderlo più attraente avrà una nuova veste. Il numero si chiude con l’inter-dell’oggi. Addirittura migliore. Tra le altre novità di questo vista a Ezio Combina, Procuratore L’esperienza senza la creatività numero Vi presentiamo una serie di EXITone per il Sociale S.r.l., unarischia di perdere gran parte della di interviste condotte ai respon- delle nuove aziende del gruppoSTI,spinta propulsiva che serve a co- sabili delle attività operative per nata per offrire assistenza alla ven-struire cose nuove che producano comprendere gli sviluppi futuri e dita di immobili, provenienti da di-contemporaneamente benessere fare una panoramica sul mercato smissioni di grandi patrimoni im-sociale e umano. di riferimento, sulle commesse in mobiliari, al fine di supportare le Dunque, dopo un’attenta ana- corso e sui nuovi prodotti: a pa- fasce sociali più deboli.lisi degli strumenti in nostro pos- gina 7 parliamo dell’andamento Buona lettura!sesso, abbiamo stabilito su quali di CONSIP Luce con un’intervi- Alexandra Mogilatova
  • 3. in evidenza | 3 |Il nuovo Network EXITone.EXperience makes the difference! |I l network EXITone è il nostro punto di forza a livello nazio- nale. Disporre oggi di una rete moderna e all’avanguardia,fondata sull’impiego di nuovetecnologie e sulle potenzialitàda queste offerte è strategicoper continuare a crescere, no-nostante l’attuale congiuntura,e rappresenta la nostra nuova l’aspetto dell’impostazione dei una formula di affiliazione lightmission. servizi a supporto dell’affiliato, le cui basi saranno sempre ap- Il Network avrà una veste che diventeranno il vero cardi- poggiate sulla nostra strutturanuova: alcuni degli aspetti ope- ne del Network. interna, rodata e funzionante.rativi e gestionali e il rapporto Le novità non mancheran- Il nuovo contratto prevede:con il rinnovato TEAM della no neanche dal punto di vista la diminuzione dell’impegnoDirezione Network e Comuni- formale. Il contratto di franchi- economico a carico dell’affi-cazione verranno semplificati sing evolverà in direzione di liato, l’uniformità del rapportoe, soprattutto, ci sarà un so- una semplificazione: assume- affiliante-affiliato e l’implemen-stanziale cambiamento sotto rà, quindi, le caratteristiche di tazione di prestazioni e servizi L’e-learning La formazione a distanza non rap- di presenza o di orari e monitoraggio presenta unicamente una modalità continuo del livello di apprendimen- per erogare servizi di formazione to, sia attraverso il tracciamento del attraverso internet o una rete azien- percorso, sia attraverso momenti di dale, quanto piuttosto un ambiente valutazione e autovalutazione. in cui è possibile scegliere il proprio Risparmiare tempo - La forma- ritmo di crescita professionale e pia- zione a distanza consente di ridur- nificare in modo flessibile, nel tem- re notevolmente la durata della po e nello spazio, il proprio percorso formativo. I van- formazione: è provato che, in termini di efficacia, taggi sono molteplici: multimedialità, interattività, 4 ore di lezione in aula corrispondono a 1 sola indipendenza del percorso didattico libero da vincoli ora di formazione a distanza.
  • 4. | 4 | in evidenzaa supporto dell’attività di Tutor In questa nuova fase ci impe- Saranno, inoltre, implementatidell’immobile. gneremo per offrire un servizio i servizi di supporto alla comuni- La formazione specialistica che rappresenti un reale valore cazione – Social Media Tools – ee continua e tutti i servizi com- aggiunto. Oltre alla Certificazio- alla partecipazione alle gare.plementari saranno gestiti tra- ne di Qualità ISO 9001 stiamo Gli affiliati EXITone avranno,mite strumenti e applicazioni di predisponendo uno schema for- anche, accesso a nuove oppor-business intelligence mobile. Il mativo qualificato finalizzato alla tunità e prospettive di businesstrasferimento di know-how, in- certificazione della professiona- generate da sinergie strategicheteramente aggiornato, cambie- lità di Tutor dell’Immobile. sviluppate attraverso accordirà impostazione orientandosi La certificazione delle pro- commerciali e protocolli d’intesaverso la modalità e-learning, fessionalità attesta che una siglati con soggetti esterni.ormai essenziale per poter ri- determinata persona, valutata Questa nuova formula delspondere efficacemente a esi- da una terza parte indipenden- Franchising EXITone, che ov-genze di tempo sempre mag- te, secondo regole prestabilite, viamente presenta moltissimigiori, attraverso funzionalità possiede i requisiti necessari altri aspetti, partirà ufficialmen-fruibili in ogni luogo e in ogni e sufficienti per operare con te a settembre 2012 quandomomento. L’offerta formati- competenza e professionalità tutti i servizi saranno stati im-va che stiamo predisponendo in un determinato settore di plementati e testati. Seguiteciavrà, inoltre, un’impostazione attività. La certificazione delle sui prossimi numeri di EXtraconcreta e pragmatica e soprat- professionalità può essere ri- per scoprire tutti i dettagli deltutto finalizzata all’acquisizione lasciata da un organismo ope- progetto e per iniziare insiemedi professionalità e competen- rante in conformità alla norma questa nuova avventura!ze specifiche. ISO/IEC 17024. Costanza Di Leo Business intelligence Mobile La tecnologia è un elemento sempre vità lavorative effettuate lontano più presente nelle realtà aziendali dall’ufficio o, per lo meno, dalla e professionali perchè costituisce propria postazione fissa. un fattore abilitante fondamentale Il fenomeno non è più limitato a per i processi di business. Laspetto specifiche categorie professionali chiave, più del prodotto in sè e dei ma coinvolge una parte sempre più pacchetti software, è rappresentato importante e qualificata dei ruoli di dalla modalità con la quale la tecno- un’impresa. Si allarga così la fascia logia viene impiegata per il raggiun- dei cosiddetti mobile worker, pro- gimento degli obiettivi professionali. fessionisti che sentono l’esigenza di In questo senso, le soluzioni Mobile & Wireless accedere a informazioni, applicazioni e strumen- rivestono un ruolo sempre più importante nel ti di business in ogni luogo e in ogni momento. favorire l’innovazione nelle imprese a tutti i li- Questa esigenza è supportata dalle soluzioni di velli (processi, servizi o relazioni con clienti e Business Intelligence Mobile andando a costitu- partner) perché sempre più persone dedicano ire uno spazio di lavoro virtuale che consente di una parte crescente del proprio tempo ad atti- mettere la persona “al centro”.
  • 5. il Network | 5 |TINA, la “caldaia” che non inquinadal nostro Tutor dell’Immobile Gianfranco Pellegrini | qualità della vita nelle nostre città: tazioni. Questo TLR rinnovabile circa il 30% dei consumi di energia sarà costituito da semplici tubi in fossile deriva, infatti, dal riscalda- PVC. Una rivoluzione del concetto mento e dal condizionamento degli corrente di reti: dagli attuali macro edifici. impianti che riscaldano l’acqua in Collaudata con successo in una un punto solo, per poi trasportar- scuola di Pordenone e, prossima- la ai singoli terminali, a una rete di mente, in altri edifici pubblici nel- generatori di calore distribuiti nei la penisola, TINA produce energia singoli edifici. rinnovabile per almeno il 70%, con L’innovazione e il potenziale di ricadute molto positive sul versan- sviluppo che la pompa di calore ad te ecologico: zero emissioni in loco alta temperatura racchiude, hannoP arliamo di uno dei progetti di e drastica riduzione dell’inquina- fatto sì che Tina si sia aggiudicata, punta di Enerplan, il piano stra- mento nelle città. Per tutte queste lo scorso settembre, il primo pre- tegico di AREA Science Park ragioni tale innovazione tecnologi- mio italiano del concorso europeo e del Ministero dell’Ambiente ca si candida a essere uno dei pro- “Smart Future Mind Awards”. per la produzione e l’uso effi- tagonisti del processo di trasfor- Per maggiori informazioni su TI-ciente dell’energia. mazione dei centri urbani, dando NA vai su www.area.trieste.it/open- Ma cos’è veramente TINA? Una luogo a sistemi di tele-riscalda- cms/opencms/area/it/Enerplan/PdC/.pompa di calore ad alta temperatu- mento (TLR) distribuito per le abi-ra acqua-acqua in grado di sostitu-ire, senza ristrutturazioni, le caldaiecentralizzate e di funzionare con im- Principali vantaggipianti a termosifone. Tecnicamente, la PDC HT (nome Risparmio economicotecnico di TINA) è una pompa di ca- Il maggior investimento iniziale rispetto alle caldaie tradizionali è com-lore geotermica a doppio stadio ot- pensato, negli anni, dai risparmi sul costo annuo di gestione energeticatimizzata per produrre calore fino a (35÷45%), comprensivo del costo di produzione energia e dei costi di ge- stione (terzo responsabile, manutenzione ordinaria e straordinaria, analisioltre 80°C con COP ~ 3, molto ele- combustione, ecc.).vato per tale temperatura, con unapotenza erogata di 115 kW. Queste Stima del paybackperformance, mai ottenute prima, In Italia, nell’ipotesi di costo del metano e dell’energia elettrica attuale: pay-sono dovute a particolari soluzioni back di 3÷5 anni, a seconda delle condizioni d’installazione.scientifiche e tecnologiche, oggettodi brevetti internazionali. Benefici gestionali Un’innovazione brevettata dall’Ing. I risparmi del 35-45% l’anno sono dovuti a:Gianfranco Pellegrini, nostro Tutor - bassissimi costi di esercizio;dell’Immobile, in collaborazione con - esigenze di manutenzione fortemente ridotte;Innovation Factory - l’incubatore di - eliminazione permessi e verifiche VVFF e ISPESL.AREA Science Park di Trieste al fine Benefici energeticidi promuovere l’uso delle energie In questa fase, almeno il 70% dell’energia che serve a produrre il calore èrinnovabili e l’efficienza energetica rinnovabile ed attinta gratuitamente dalla natura.e, in particolare, per risolvere il pro-blema ciclico e dannoso delle emis- Benefici ecologicisioni di polveri sottili, che nelle città Zero emissioni in loco, per risolvere il problema dell’inquinamento nei mi-supera le emissioni di CO2. Un obiet- croclimi cittadini. È nelle città, infatti, che si concentrano le emissioni dativo strategico europeo e un’azione termosifone.necessaria per la competitività e la
  • 6. | 6 | il NetworkIl nostro nuovo sito è online, ci abbiamo messo la faccia!Scopri le novità su www.exitone.it |Un sito internet di facile consultazione, curato nei dettagli e dall’aspetto moderno, collegato con i social network,mette EXITone a diretto contatto con clienti, fornitori e Tutor dell’Immobile.È online il nuovo sito istituzio- nale di EXITone. Originale nei contenuti e con- notato da una rinnovata veste grafica, pulita e funzionale, ilnuovo sito web è navigabile contutti i principali browser in modofacile e intuitivo e si presentacome un utile strumento a dispo-sizione degli utenti in generale e,nello specifico, di aziende, impre-se ed enti che hanno l’esigenzadi definire efficaci strategie di ge- Lhome page del sito EXITonestione e valorizzazione dei propripatrimoni immobiliari, nonché dei Si dà poi evidenza, tramite i ne) ed infine l’Editoriale EXIToneprofessionisti interessati a cono- bottoni colorati posti in basso, in cui si presenta la rivista azien-scere la nostra rete franchising e alle peculiarità dell’azienda e dale EXtra e tutte le pubblicazio-affiliarsi, diventando i nuovi Tutor cioè ai servizi che offriamo. Que- ni da noi curate nel corso deglidell’immobile. sti sono stati suddivisi in Engine- ultimi anni in collaborazione con La home page è caratterizzata ering Energetico ed Engineering Il Sole 24 Ore.da una foto panoramica in cui ab- Immobiliare; il Network EXITone, In alto a destra è poi possibilebiamo immortalato alcuni compo- cioè la nostra rete di professioni- trovare un collegamento diret-nenti dello staff di EXITone men- sti certificati (i Tutor dell’Immobi- to ai social network: un bottonetre per quanto riguarda l’albero le); l’accreditamento in qualità di consente di accedere al nostrodi navigazione, il corpo della Ho- Organismo di Ispezione ai sensi blog aziendale http://blog.exitone.mepage si compone in alto di un della norma ISO/IEC 17020; il Si- it/, che contiene notizie e aggior-menù principale articolato nelle stema Gestionale Integrato, con namenti dal settore immobilia-voci Azienda, Chi siamo, Servizi, il quale EXITone opera, nel rispet- re, mentre dall’icona Facebook siClienti, News & Eventi e Contatti. to delle norme ISO 9001 (qualità), accede direttamente alla nostraConclude il menù il collegamento OHSAS 18001 (salute e sicurezza pagina; è anche possibile cliccarecon il sito del gruppoSTI, Manage- nei luoghi di lavoro), SA 8000 sul “Mi piace” di Facebook e sulment & Investment Company del (etica e responsabilità sociale), “plus” di Google.settore Asset Management di cui ISO 14001 (Ambiente) e ISO/IEC Buona navigazione!l’azienda fa parte. 27001 (sicurezza dell’informazio- Carolina Brunetti
  • 7. focus | 7 |Iniziata la fase operativa della commessa CONSIP Luce | Come si caratterizzano le Ammi-A tre mesi dallo start-up vediamo nistrazioni che hanno aderito allaqual è landamento delle attività Convenzione fino ad ora? Per il momento il quadro com-N ello scorso numero di EXtra plessivo ci dice che abbiamo a che abbiamo iniziato a parlare di fare con Comuni medio-piccoli che CONSIP Luce, una commes- hanno una media di circa 3.500 sa rivolta agli Enti Locali per punti luce ognuno. Hanno aderito la gestione integrata degli alla convenzione anche Ammini-impianti di illuminazione pubblica, strazioni più grandi, abbiamo ri-la fornitura di energia elettrica, le cevuto richieste anche da Comunioperazioni di adeguamento nor- zioni a sottoscrivere un servizio che hanno 10.000 o perfino 16.000mativo, tecnologico e di riqualifi- richiedono molto tempo: come punti luce, ma possiamo dire checazione energetica degli impianti prima cosa le Amministrazioni de- il target di riferimento è quello die la gestione degli impianti sema- vono inviare una Richiesta Preli- Comuni con circa 35.000 - 40.000forici. Gli obiettivi della commessa minare di Fornitura, il documento abitanti.sono il risparmio energetico e la con cui viene formalizzato il pro-riduzione dell’inquinamento lumi- prio interesse ad aderire alla Con- A livello operativo, quali sono lenoso, il miglioramento delle con- venzione. A seguito della richie- attività fino ad oggi realizzate?dizioni di sicurezza dei cittadini ed sta vengono svolti i sopralluoghi Come detto, per il momentoil miglioramento della sicurezza a presso gli impianti, necessari alla abbiamo dato il via alla fase dicondizioni economicamente van- redazione del Piano Dettagliato sopralluogo in alcuni Comuni,taggiose. degli Interventi (PDI), l’atto che fase delicata ed essenziale per- A tre mesi dall’inizio della fase contiene tutti i dettagli sulla pro- ché permette di definire i para-operativa cerchiamo di approfon- gettazione, la pianificazione e la metri per poter poi redigere ildire alcuni aspetti dell’andamento preventivazione economica dei PDI. Durante il loro svolgimento,dei lavori insieme ai responsabili servizi richiesti dall’Amministra- il nostro compito è quello di cen-della commessa. zione ordinante (nel caso di que- sire tutti i punti luce, i quadri e le sta specifica commessa si parla lanterne semaforiche allo scopoEntriamo nel dettaglio della com- di canoni relativi al servizio luce di ricavarne i quantitativi. Oltremessa: quali sono gli step neces- e al servizio di gestione degli im- al censimento numerico dobbia-sari per aderire alla Convenzione pianti semaforici, proposta tecni- mo anche occuparci di stabilire ile cosa è stato fatto fino ad oggi? ca ed economica per gli interven- canone di questi punti luce e per Attualmente la commessa è ti di manutenzione straordinaria, fare questo è necessario indivi-ancora in una fase iniziale, gli Enti di riqualificazione energetica e di duare la tipologia e la potenzaLocali stanno iniziando ad aderire adeguamento normativo e tec- di ogni lampada: la relazione traalla convenzione e, di conseguen- nologico). Successivamente, se questi due dati determina il cano-za, abbiamo iniziato ad effettuare l’Amministrazione ordinante ac- ne annuale. Per calcolare i servizii primi sopralluoghi tecnici. Come cetta le condizioni contenute nel extra-canone, come i lavori perper tutte le convenzioni Consip, gli PDI, viene rilasciato l’Ordine Pre- la riqualificazione energetica, lastep che portano le Amministra- liminare di Fornitura. manutenzione straordinaria e gli
  • 8. | 8 | focus Sotto l’aspetto del know how questa commessa è importante non solo per le Amministrazioni che aderisco- no ma anche per EXITone stessa. Sicuramente i vantaggi, da que- sto punto di vista, ci sono da en- trambi i versanti. Per quello che riguarda i Comuni partecipanti, que- sti ottengono vantaggi di vario tipo: non solo, appunto, sotto l’aspetto del know how, ma anche in termini economici e pratici, grazie ai servizi contenuti nell’offerta. Dal punto di vista economico, infatti, siamo in grado di offrire riduzioni di prezzo concorrenziali, anche per quello che riguarda gli approvvigionamenti. Un altro vantaggio è invece legato al fatto che noi siamo in grado di individuare e preventivare una serie di indicazioni importanti per la ma-adeguamenti tecnologici e nor- hanno ruoli più operativi quindi nutenzione dei punti luce, sulla suamativi, è previsto anche un cal- interverranno negli step succes- pianificazione e sul budget necessa-colo delle possibilità di efficien- sivi. rio. Inoltre, ed è questo l’aspetto piùtamento. importante, noi disponiamo di un Dal punto di vista operativo e Come è composto il team che se- know how tecnologico e organizza-pratico abbiamo riscontrato qual- gue questa commessa? tivo che ci permette di ottimizzare iche criticità poiché il censimento Non si può parlare di un team tempi organizzativi e la riuscita del-e l’analisi sono fatti su punti luce esclusivamente dedicato ma è le operazioni a tutti i livelli.che si trovano a 8-12 metri di certo che, essendo questa com- Abbiamo in passato definitoaltezza e per questo motivo si è messa molto impegnativa, le pro- questa commessa un po’ sui ge-reso necessario l’uso del cestello fessionalità coinvolte dedicano neris e proprio per questo motivoe talvolta anche del binocolo. ad essa molto tempo. Il team che l’ultimo aspetto assume importanza segue CONSIP luce è composto strategica anche per noi. EXIToneQuesta attività è svolta in autono- dai responsabili operativi, refe- dispone già, infatti, di un know howmia o potete contare sul supporto renti per tutte le attività, affianca- considerevole ma, ovviamente, c’èdei partner della commessa? ti dalle persone che seguono in- sempre spazio per sviluppare le In questa fase stiamo operan- tegralmente gli aspetti necessari proprie competenze: questa com-do in maniera indipendente, i no- alla pianificazione e al controllo messa consente un accrescimentostri partner, Citelum S.A. leader dei PDI. Inoltre, per poter svolge- professionale del personale impie-nella gestione di energia per la re in modo ottimale tutte le atti- gato grazie all’acquisizione di skillsfornitura agli Enti Pubblici e Si- vità necessarie, ci avvaliamo del e conoscenze in un settore che finoram S.p.A, primario operatore supporto di alcuni collaboratori ad oggi non avevamo approfonditonella gestione dei servizi energe- esterni che svolgono sul campo completamente.tici e tecnologici per il cittadino, le attività di rilevazione. Costanza Di Leo
  • 9. Best Practice | 9 |Area vasta TREVISO.Il Modello Energetico per le Strutture Sanitarie |D al 2009 è attiva una commes- sa che riguarda laggiudica- zione, da parte di EXITone e Poliedra, in RTI con SIRAM S.p.A. e GEFI S.p.A., di unappalto per la gestione dei servizienergia e calore per il Sistema Sa-nitario del Veneto.L’obiettivo della commessa è quel-lo di gestire e valorizzare il patri-monio impiantistico di ogni Azien-da ULSS delle cinque Aree Vaste(Venezia e Rovigo, Verona, Padova,Vicenza e Treviso), in cui è suddivi- Lospedale Ca Foncello di Trevisosa la Regione, lavorando in siner-gia con le varie Unità Sanitarie; il il processo di gestione energetica strutture a livello aggregato me-modus operandi dellRTI è quello di un sistema sanitario allo sco- diante l’applicazione di un modellodi fornire beni e servizi essenziali po di orientare le scelte verso in- che permetta di indirizzarsi versoal mantenimento delle condizioni terventi di risparmio energetico. le tecnologie che meglio si adatta-di efficienza, sicurezza e tutela am- Adottare questo Modello significa no alle caratteristiche di ciascunabientale sovrintendendo anche al disporre di uno strumento di ana- struttura, consentendo così il rag-miglioramento del processo e del lisi della situazione esistente in giungimento degli obiettivi prede-controllo energetico. grado di fornire, da un lato, indica- finiti. Nel numero 5 di EXtra abbiamo zioni sugli interventi finalizzati alla Vista la complessità del sistemaparlato in generale della commes- riduzione dei consumi e, dallaltro, ospedaliero, lanalisi sullesistentesa, vediamo ora quali sono le attivi- una valutazione sulla conformità può essere condotta in modo ade-tà in riferimento allArea Vasta Tre- o meno del sistema di produzione guato solo se inserita all’interno diviso, con particolare attenzione al energetica in relazione a principi di un processo ripetibile e standardiz-Modello Energetico, realizzato dal economia e sostenibilità, in grado zabile. Il modello utilizzato è statoPolitecnico di Torino, per le struttu- di fornire anche indicazioni circa in- sviluppato ad hoc per l’analisi delre sanitarie. terventi di ottimizzazione gestiona- sistema ospedale allo scopo di in- Il modello energetico per lArea le e ammodernamento infrastruttu- dividuare delle aree di interventoVasta di Treviso è stato applicato rale. che siano caratterizzate dalle stes-alla struttura campione Ospedale In campo ospedaliero, dove le se esigenze e da margini di effi-Cà Foncello - ULSS 9. strutture sono caratterizzate da un cientamento elevati. Il Modello, che è stato imple- consumo specifico tre volte supe- Il Modello Energetico del siste-mentato e verificato su cinque riore rispetto ad una struttura resi- ma ospedale prevede interventistrutture campione e che può es- denziale, la ricerca di una maggio- articolati in tre fasi: analisi dei con-sere applicato a qualsiasi struttu- re efficienza energetica può essere sumi, diagnosi energetica e defini-ra ospedaliera, è lo strumento che affrontata con successo solo attra- zione dell’intervento. Nelle primesvolge la funzione di amministrare verso un approccio che analizzi le fasi è possibile individuare gli ele-
  • 10. | 10 | Best Practicementi che, a causa della loro scar- malfunzionamenti che causano un sistema di comunicazione inter-sa qualità, incidono maggiormente complicazioni annesse agli impian- no dei presidi ospedalieri ed è statasui consumi ed è inoltre è possibile ti determinando di fatto una serie proposta la creazione di una bache-capire se il consumo elevato di una di problematiche quali trabocchi ca virtuale progettata da EXIToneZEO (Zona Energeticamente Omo- d’acqua dai vasi e formazione di in collaborazione con il Politecnicogenea) è da ricondurre a fattori og- correnti parassite. L’intervento che di Torino e la Fondazione Torinogettivi, come la scarsa qualità del si intende eseguire punta all’elimi- Wireless. Si tratta di uno schermosistema edificio-impianto, o ad una nazione dei difetti impiantistici esi- di grandi dimensioni che racchiu-cattiva gestione della struttura. In stenti prevedendo l’eliminazione de al suo interno un vero e proprioun secondo tempo, si può quindiprocedere con la definizione di unprogramma di interventi di riquali- Caratteristiche tecnicheficazione ed efficientamento ener-getico del sistema. Marca: Sile o similare – mod.: 5000 l Sostanzialmente, partendo dallarichiesta energetica dell’ospedale, Capacità totale: 5000 lil Modello deve avere la capacità diprodurre degli scenari impiantistici Capacità utile di espansione: 3692 lche siano in grado di minimizzare i Dimensioni: ø 1400 mmcosti capitali, piuttosto che quelli digestione, o di minimizzare le emis-sioni di gas serra o di richiedere Caratteristiche tecniche dell’espansore verticale monobloccouna minore potenza installata. Per quel che riguarda l’applica- dei due vasi aperti e l’installazione PC, una scheda di rete, un ricevito-zione del Modello sull’Area Vasta di un nuovo circuito chiuso facen- re televisivo e un rice-trasmettitoreTreviso - Ospedale Cà Foncello, te capo ad un espansore verticale bluetooth. La bacheca, già adottatal’analisi ha portato all’individua- a pressione costante regolabile in con successo nell’ateneo torinese,zione di alcuni interventi finalizzati base alle esigenze reali del circuito. ha il compito di permettere agliad adottare soluzioni impiantisti- Nella fase di analisi della situazio- utenti delle strutture sanitarie diche più funzionali, a sostituire ap- ne esistente non sono emersi im- avere sempre a disposizione, at-parecchiature non più efficienti o pedimenti per quanto concerne la traverso la tecnologia blutetooth,non idonee e svolgere attività di realizzazione dei nuovi impianti, il informazioni utili quali orari delleadeguamento normativo a sezioni nuovo sarà infatti facilmente inse- visite, ubicazione e orari di opera-impiantistiche fuori norma. rito nellassetto attuale. tività di reparti e sportelli, modalità In particolare, si intende tra- Ad implementazione del Model- di prenotazione, ecc. Parallelamen-sformare il circuito acqua calda lo Energetico, sono stati realizzati te a queste attività, una delle azien-da vaso aperto a vaso chiuso; l’at- altri interventi da parte dell’RTI che de del gruppoSTI, Poliedra Sanità,tuale sistema di espansione aper- rendono particolarmente qualifi- è stata coinvolta nella realizzazioneto dei fluidi presenta, infatti, dei cante il suo operato: è stato creato del censimento delle apparecchia- ture biomedicali. I dati ricavati dal censimento potranno essere uti- lizzati per ottimizzare la gestione delle apparecchiature o permette- re una programmazione finalizzata allassegnazione dei fondi disponi- bili. Lattività sarà attivata su una struttura ospedaliera pilota e poi estesa, su richiesta, alle strutture individuate dal Committente.
  • 11. Le Novità | 11 |IL PRODOTTO SOTTOSERVIZI.Una “soluzione” alla crisi degli Enti Locali? |V i presentiamo il nuovo nato tra i Tale Piano è un documento innova- Quale strumentazione viene utilizzata? prodotti EXITone, che abbiamo tivo poiché affronta le possibili trasfor- Oltre ad un importante lavoro d’archi- battezzato “SOTTOSERVIZI”. An- mazioni e la gestione del sottosuolo vio (ricerca, analisi e “mappatura” delle cora una volta abbiamo creato un comunale in relazione agli indirizzi che concessioni vigenti tramite software per servizio, rivolto alla Pubblica Am- sono trattati negli altri documenti di la gestione territoriale – GIS) è previstaministrazione, che parte dal principio pianificazione territoriale, che, sino ad una fase di rilievo e censimento; tale at-della conoscenza come base di ogni ora, erano rivolti alla sola gestione del tività viene compiuta mediante l’utilizzobuon processo di gestione e valorizza- soprasuolo. di tablet dotati di GPS, ma, nel caso dizione del patrimonio pubblico. Alla base del prodotto c’è, inoltre, significative estensioni, come nel caso Il prodotto si rivolge agli Enti Loca- un elemento che nasce da esperienze di Enti provinciali, viene utilizzato an-li che hanno l’onere di gestire non solo specifiche in merito all’applicazione che un veicolo ad alto rendimento perl’occupazione del suolo pubblico, ma delle norme relative alla tassazione le rilevazioni dei punti di accesso alleanche del sottosuolo, cioè dei metri di dell’occupazione del suolo pubblico, reti tecnologiche. Infine, in situazioniterreno occupati dalle reti di sottoservi- che ha generato una fortissima spe- particolarmente complesse si prevedezi, con particolare riferimento a tubature requazione tra le somme determinate l’utilizzo di telecamere ispettive e stru-del gas, della luce, dell’acqua, del tele- come tassazione per le piccole occu- menti quali i Georadar per l’analisi delfono e, ove presente, del teleriscalda- pazioni (passi carrai, chioschi, dehor, sottosuolo.mento. ecc.) e le occupazioni realizzate me- EXITone, con questo Prodotto, va diante reti tecnologiche. Che risultati può ottenere l’Ente Localead affiancare le Amministrazioni Lo- In ultimo, la conoscenza di alcune che sceglie il prodotto SOTTOSERVIZI?cali che intendano non solo procedere esperienze compiute da Enti (soprattut- I risultati sono molteplici, il primo,alla verifica dei metri effettivi occupati to lombardi) ha consentito di definire il come detto, è dato da un incrementodalle reti di sottoservizi che fruiscono progetto. delle entrate derivanti dall’introduzio-del sottosuolo, ma è anche in grado di ne del “canone di concessione non ri-fornire l’analisi, la valutazione e l’even- Quali sono le fasi dell’attività proposta cognitorio”, ma è significativo anchetuale revisione delle diverse condizioni alle Pubbliche Amministrazioni? quello derivante dalla realizzazione diconcessorie determinabili dalle norme L’obiettivo è la redazione, da parte una cartografia di identificazione delledi riferimento. delle Pubbliche Amministrazioni, del consistenze delle reti tecnologiche e dal- Per approfondire al meglio il funzio- PUGSS - Piano Urbano Generale dei la creazione di un archivio informaticonamento del PRODOTTO SOTTOERVIZI, Servizi nel Sottosuolo, ma, in un mo- delle concessioni vigenti.abbiamo intervistato l’Ing. Sergio Puiat- mento storico di indubbia complessitàti, della società Factory Planning, nostro per gli Enti Locali, la redazione di tale Quali vantaggi può ottenere l’Ente Loca-partner in questa attività. strumento risulta assai onerosa, pertan- le che sceglie un partner come EXITone to si sta proponendo agli stessi Enti di per lo svolgimento di questo servizio?Da cosa è nata l’idea del PRODOTTO procedere per step successivi. Sicuramente tra i primi vantaggiSOTTOSERVIZI? Il primo è dato dal reperimento del- cè quello dell’economicità che deriva Il prodotto Sottoservizi prende spun- le risorse economiche, introducendo dall’industrializzazione del processo eto dalla definizione dei PUGSS – Piano una nuova entrata patrimoniale ai sensi dalla standardizzazione delle procedureUrbano Generale dei Servizi nel Sotto- dell’art. 27 del Codice della Strada, ov- operative di utilizzo applicate da EXITo-suolo, strumento urbanistico di pianifi- vero rendendo le concessioni onerose ne; c’è poi la garanzia e la certificazionecazione del sottosuolo, previsto a livello con l’introduzione di un “canone di con- di professionalità del Tutor dell’Immo-nazionale fin dal 1999 dalla Direttiva per cessione non ricognitorio”. Tale passo bile che andrà ad affiancare gli Enti Lo-la razionale sistemazione nel sottosuolo viene compiuto con la redazione di un cali nel lavoro sul campo e, non ultimo,degli impianti tecnologici (D.P.C.M. del apposito regolamento, la costruzione l’affidabilità, la trasparenza e l’efficienza3/3/99) e, dal 2003, introdotto e rego- delle banche dati relative alle concessio- di un processo certificato ai sensi dellalamentato in Lombardia dalla Regione ni vigenti ed infine con l’affiancamento norma ISO 9001.attraverso la Legge Regionale 26/03 e il per la determinazione e la modalità diRegolamento Regionale n.3/05. incasso di tale canone. Carolina Brunetti
  • 12. | 12 | newsQuinto Conto Energia |S ostenibilità economica e am- incentivante sarà riconosciuta per giungimento dei 6 miliardi di euro di bientale: questi i cardini su 20 anni a partire dalla data di entra- spesa in data successiva) è pari a 237 cui il Governo intende basare ta in esercizio dell’impianto e sarà euro per MWh per impianti sugli edi- la nuova strategia energeti- costante per tutto il periodo d’incen- fici di potenza tra 1 e 3 kW, con una ta- ca nazionale. Il ministro dello tivazione. riffa premio sull’autoconsumo di 155Sviluppo Economico Corrado Pas- Accedono alle tariffe incentivanti euro per Mwh. Per gli altri impiantisera, dell’Ambiente Corrado Clini e gli impianti il cui costo annuo indi- fotovoltaici la tariffa onnicomprensi-dell’Agricoltura Mario Catania han- cativo degli incentivi nel semestre va dovrebbe essere di 229 euro perno varato uno schema di decreto non supera gli 80 ML€, gli impianti MWh e di 147 euro per MWh quellaministeriale che definisce i nuovi con caratteristiche innovative il cui con premio sull’autoconsumo. Nelincentivi per l’energia fotovoltaica e costo annuo indicativo degli incenti- secondo semestre di applicazione siper le rinnovabili elettriche non fo- vi nel semestre non supera i 10 ML€ dovrebbe scendere rispettivamente atovoltaiche allo scopo di garantire e gli impianti a concentrazione il cui 207 e 125 euro per MWh per gli im-una crescita più equilibrata che con- costo annuo indicativo degli incenti- pianti montati sugli edifici e a 200 esenta di stabilizzare l’incidenza degli vi nel semestre non supera i 10 ML€. 118 euro per MWh per gli altri impian-incentivi sulla bolletta. Tutti gli impianti accederanno agli ti fotovoltaici. Nel terzo semestre a Il decreto punta a confermare incentivi previa iscrizione a un regi- 178 e 96 euro per MWh per i primi e al’Italia come il secondo mercato stro. L’accesso avverrà sulla base di 178 e 96 euro per MWh per i secondi.mondiale del fotovoltaico dopo la criteri quali: classe energetica degli Per gli impianti che entrano inGermania: l’obiettivo di potenza edifici, sostituzione di coperture in esercizio dopo il 30 giugno 2012, oc-installata è stato portato a circa eternit, ubicazione in siti contamina- correrà trasmettere al GSE l’attesta-23 mila MW a fine dicembre 2016, ti, asserviti ad azienda agricola, rea- zione dell’adesione del produttorequando si raggiungerà un costo lizzati da Comuni con meno di 5000 dei moduli a un consorzio europeoindicativo annuo degli incentivi abitanti, realizzati su serre, pergole, che garantisca il riciclo dei modu-stimabile tra 6 e 7 miliardi di euro. tettoie, pensiline, barriere acustiche, li utilizzati e il certificato rilasciatoRaggiunti i 6 miliardi, potrebbero data di autorizzazione, potenza e data da un organismo di, certificazioneessere riviste le modalità d’incenti- d’iscrizione al registro. accreditato a livello europeo o na-vazione facendo scattare risorse al La tariffa resterà onnicomprensi- zionale, attestante che il produttoremassimo per ulteriori 500 milioni. va, determinata in base alla potenza e dei moduli possiede le certificazioniGli incentivi subiranno tagli del 32- alla tipologia di impianto. Per il primo ISO 9001:2008, OHSAS 18001 e ISO36% ed è confermato che la tariffa semestre (dal luglio 2012, salvo il rag- 14000 e il certificato d’ispezione di fabbrica relativo a moduli e gruppi di conversione a verifica del rispetto della qualità del processo produtti- vo e dei materiali utilizzati. Rinnovabili elettriche non fotovoltaiche Il decreto sulle rinnovabili elettriche non fotovoltaiche, in vigore dal 1° gennaio 2013, stabilisce che la spe- sa per gli incentivi crescerà dai 3,5 miliardi attuali fino a 5,5 miliardi l’anno per stabilizzarsi entro il 2020. Il nuovo decreto introduce deiValori normalizzati a 20 anni e alle ore di producibilità italiane. Valori vigenti ad agosto 2012, meccanismi per contingentare lasecondo le legislazioni attuali, non tenendo conto di ulteriori tagli in discussione potenza annua installata: gli im-
  • 13. news | 13 |pianti oltre i 5 MW - 20 MW perl’idroelettrico e il geotermico - acce-deranno agli incentivi tramite asteal ribasso nei limiti di quantitativipredeterminati di potenza annua.Gli impianti compresi tra i 50 kW ei 5 MW avranno accesso alle tariffeprevia iscrizione ai registri del GSE;quelli sotto i 50 kW saranno liberi diaccedere agli incentivi dopo l’entra-ta in esercizio. Anche in questo caso, l’accesso airegistri avverrà sulla base di criteri dipriorità: impianti iscritti al precedenteregistro che non sono riusciti a en-trare, piccoli impianti di proprietà diaziende agricole, minor potenza degliimpianti, anteriorità dell’autorizzazio-ne, precedenza della data di richiestad’iscrizione al registro. Valori normalizzati a 20 anni e alle ore di producibilità italiana (aggiornati a gennaio 2012).Semplificazioni: un’anagrafe per le Imprese |U na banca dati nazionale dei appaltanti introducano in una banca tipi (art. 20 comma i lettera a): quelli contratti pubblici per un con- dati le certificazioni, indispensabili corrispondenti alle categorie della trollo più semplice dei requisiti per partecipare a gare successive, banca dati, per i quali basterà la cer- nelle gare d’appalto: dall’1 gen- che attestino le prestazioni effettuate tificazione della banca dati, e quel- naio 2013 sarà utilizzato questo da imprese in appalti, servizi e forni- li che se ne discostano per i qualisistema previsto dall’articolo 20 del ture nell’ultimo triennio, dimostran- provvederà la stazione stessa. Fini-015/2012 (Legge 4 aprile 2012 n. 35), do capacità tecnica e professionale. ranno anche le dispute sul falso in-che eleva il ruolo dell’Autorità per la In questo modo, grazie all’utilizzo di nocuo, cioè sulle dichiarazioni dellevigilanza sui contratti pubblici. Già un’unica certificazione, si riducono imprese difformi dalla realtà ma chela Legge 106/2011 e il D Lgs. 82/2005 costi e oneri amministrativi per le non pregiudicano il corretto svolgi-(Codice amministrazione digitale) stazioni appaltanti e le imprese e si mento della gara (Consiglio di Statoincludevano l’idea di un contenito- riducono i costi amministrativi lega- 1471 del 16 marzo 2012). Soprattuttore dove far confluire la documenta- ti alla partecipazione e alla gestione non saranno più possibili disparitàzione delle imprese comprovante il delle procedure di gara. di trattamento quando un’impresapossesso dei requisiti tecnico-orga- Anche il rischio di errori nell’as- partecipa a più gare contemporaneenizzativi ed economico-finanziari ri- semblaggio e nella spedizione di ed è ritenuta idonea solo da alcunechiesti per la partecipazione a gare plichi si ridurrà, la modulistica sarà amministrazioni. Un certificato uni-d’appalto, ma adesso l’Autorità di uniformata e le verifiche dei requisiti co garantisce omogeneità di giudi-vigilanza è stata indicata come cu- di ordine generale, tecnico ed eco- zio e pone le basi per ulteriori criteristode di questi dati. nomico, si faranno on line. reputazionali. Gli articoli 42 e 48 del Codice I requisiti tecnico organizzatividei Contratti, modificati dalla Legge ed economico-finanziari per par- A cura della Divisione106/2011, prevedono che le stazioni tecipare alle gare diventano di due Ingegneria Energetica
  • 14. | 14 | partnershipEXITone PER IL SOCIALE | sizione degli inquilini le risorse economiche per farlo; provvede, quindi, a ricollocare l’immobile sul mercato, in forza della procura conferitale dall’inquilino. EPS si fa quindi carico del costo dell’immo- bile, e si assume anche gli oneri delle spese notarili e fiscali con- nesse alla compravendita e le san-EPS, EXITone per il sociale, so- tutele a coloro che, anche a fronte zioni che l’inquilino dovrà pagarecietà controllata da EXITone, di redditi medio-bassi, non sono a seguito della rivendita dell’ap-offre servizi di consulenza per economicamente in grado o non partamento, a causa della perdital’assistenza alla vendita di immo- intendono acquistare l’immobi- dei benefici fiscali per l’acquistobili, provenienti da dismissioni le pur continuando ad occupar- della prima casa.di grandi patrimoni pubblici/pri- lo. EXITone per il Sociale è nata Ci teniamo anche ad eviden-vati, al fine di supportare le fa- proprio per intervenire in questa ziare che EPS ha individuato e se-sce sociali più deboli coinvolte. fase, consentendo agli inquilini di lezionato dei partners finanziari, beneficiare di tutele e condizioni disponibili all’erogazione di mutui migliorative rispetto a quelle pre-P a condizioni agevolate e con una ubblichiamo qui di seguito viste dalla convenzione esistente durata di lungo periodo, a cui può un’intervista a Ezio Combi- tra Fondazione ENASARCO ed Or- accedere anche chi intende acqui- na, Procuratore di EPS, che ganizzazioni Sindacali. stare il solo usufrutto o il diritto di ci racconta qualcosa in più In cosa consiste praticamente l’at- abitazione. su questa società. tività di EXITone per il sociale?Come nasce EXITone per il So- EPS ha siglato una convenzio- Quali sono i vantaggi per gli inqui-ciale? ne con le maggiori Organizzazio- lini e gli acquirenti finali? EPS è nata in seno al progetto ni Sindacali, con il totale assenso Innanzitutto gli inquilini otten-di dismissione del patrimonio im- della Fondazione ENASARCO, pro- gono condizioni migliorative, ri-mobiliare della Fondazione ENA- prio allo scopo di offrire condizioni spetto a quelle offerte dalla Fonda-SARCO, che vede EXITone diret- migliorative e tutele supplementa- zione ENASARCO, mentre il terzotamente coinvolta nella gestione ri a chi non può sostenere l’acqui- acquirente ha l’opportunità di ef-dei servizi tecnici e di assistenza sto dell’immobile: gli inquilini pos- fettuare un solido investimento,alla vendita. Il piano di dismissio- sono acquisire, se ultraottantenni, ad un prezzo vantaggioso rispettone intrapreso dalla Fondazione il diritto di abitazione gratuito, se al valore effettivo di mercato.ENASARCO ha previsto, sin da hanno superato i 67 anni il dirittosubito, una particolare attenzione di abitazione a titolo oneroso, la Cerchiamo di capire nel dettagliorivolta alla tutela degli interessi locazione a canone convenziona- le caratteristiche delle possibilitàdegli inquilini coinvolti, non solo to, oltre ad avere l’opzione di libe- offerte agli inquilini.dando a tutti la possibilità di eser- rare l’appartamento. - Diritto abitazione a titolo gra-citare il diritto di prelazione per È importante sottolineare che tuito: possono acquisire tale di-l’acquisto dell’abitazione occupa- EPS non acquista direttamente ritto solo i singoli o i nuclei fami-ta, ma anche fornendo particolari gli immobili, bensì mette a dispo- liari composti da ultraottantenni.
  • 15. partnership | 15 |All’inquilino è offerta la possi- Come avviene il contatto con glibilità di continuare ad abitare inquilini?l’appartamento attualmente oc- EPS raggiunge gli inquilini percupato con contratto di locazio- il tramite delle Organizzazioni Sin-ne, senza più la corresponsione dacali; i nostri funzionari sono set-del relativo canone ma a titolo timanalmente presenti negli edifi-completamente gratuito. Quin- ci oggetto di dismissione in mododi, dal momento del rogito dalla da poter chiarire dubbi, fornireFondazione ENASARCO, l’inqui- informazioni e sottoscrivere conlino non pagherà più l’affitto. Il gli inquilini interessati i mandati divantaggio per l’inquilino in que- vendita.sto caso è immediato, quello perl’investitore si manifesterà inve- In che modo viene determinatoce nel medio termine: acquiste- dalla Fondazione Enasarco il prez-rà, infatti, un immobile gravato zo di vendita degli immobili aglida diritto abitazione ma proprio inquilini?per questo lo pagherà un prezzo Il prezzo è stabilito da un Valu-sensibilmente inferiore rispetto tatore esperto indipendente, cheal reale valore di mercato bene- tiene in considerazione il valoreficiando inoltre, sul medio termi- di mercato dell’immobile libero, Ezio Combina, Procuratore di EXITonene, della fisiologica rivalutazione per il Sociale la tipologia dell’abitazione, l’espo-del bene. sizione, il piano e le condizioni- Diritto abitazione a titolo one- manutentive generali. Viene poiroso: è una modalità atta a tute- di un importo pari al valore del applicato uno sconto del 30% inlare gli inquilini nella fascia di età diritto di abitazione “acquistato quanto l’appartamento è occupa-tra i 67 e gli 80 anni. Per questi è dell’inquilino”. to. A questo prezzo viene applicataprevista, infatti, la possibilità di - Diritto di locazione: in questo un’ulteriore riduzione del 10%, nelacquistare il diritto di abitazio- caso offriamo all’inquilino la caso di acquisti collettivi che inte-ne ad un prezzo che diminuisce possibilità di rinnovare il con- ressino almeno il 70% degli appar-proporzionalmente al crescere tratto di locazione con una du- tamenti dello stesso stabile.dell’età dell’inquilino. Egli acqui- rata di 5+3 anni, anche se nonsisce tale diritto a fronte di un rientra nelle fasce deboli: chi ne Quante persone sono coinvolteesborso minimo, eventualmente fa parte infatti ha diritto a questo nel processo di rivendita di EPS?finanziabile da Istituti di Credito rinnovo contrattuale di default, Il personale interno di EPS si oc-convenzionati con EPS. Il van- mentre chi dispone di un reddi- cupa di supervisionare l’attività neltaggio per l’inquilino, in questo to più alto, attraverso EPS ha la suo complesso e di tenere i rapporticaso, consiste nel risparmio di possibilità di acquisirlo a cano- con gli Istituti Bancari e gli inquilini.un importo equivalente a due ne convenzionato. Il nuovo ca- L’unica attività che abbiamoannualità di canone di locazio- none sarà in linea con l’attuale, esternalizzato è riferita all’acquisi-ne, rispetto alla stessa operazio- aggiornato con le rivalutazioni zione dei mandati. Per questa at-ne effettuata con la Fondazione ISTAT ed incrementato del 5%. tività ci avvaliamo infatti di colla-ENASARCO. Anche in questo Il vantaggio per l’acquirente, in boratori esterni, professionisti delcaso i vantaggi per l’acquirente questo caso, consiste nell’acqui- settore immobiliare che operanosono legati al prezzo d’acquisto sto di un immobile ad un prez- attraverso una struttura autonomadell’immobile, nettamente infe- zo inferiore rispetto al valore di e con i quali abbiamo condivisoriore rispetto al valore di mer- mercato, che genera, inoltre, un strategie e procedure di acquisi-cato, ed ulteriormente scontato reddito da locazione. zione.
  • 16. | 16 | comunicazione Progetti in corso. Da oggi anche su LinkedIn! | L a nostra attività di comunica- trovare opportuni- I contenuti saranno zione è sempre al passo coi tà di business con sempre aggiornati tempi: EXITone è oggi pre- il supporto di qual- con le ultime notizie sente con il profilo ufficiale su cuno presente all’in- e con le novità normative più im- LinkedIn, social network dedi- terno della propria lista di contatti portanti per offrirvi una panoramica cato al mondo professionale. o del proprio network. sul mercato immobiliare ma anche LinkedIn è utilizzato per la costru- Iscrivetevi a LinkedIn e diventate per darvi la possibilità di contribui- zione di una rete di contatti pro- follower di EXITone! re con osservazioni e commenti alle fessionali. Oggi LinkedIn, presen- notizie e confrontarvi con gli altri te in oltre 200 paesi, ha superato E presto… lettori. Tutto questo sarà però inse- i 100 milioni di utenti diventando Anche il blog EXITone rito in un contesto completamente il social network numero uno per si rinnova! rinnovato dal punto di vista grafico le attività di business. LinkedIn per essere più accattivante e facili- copre circa 150 diversi compar- A breve anche il blog di EXITone tarne la lettura. ti economici e oltre 400 “regioni http://blog.exitone.it/ cambierà ve- Seguiteci sul sito web www.exitone.it economiche”. ste rinnovandosi e assumendo un e su Facebook per tutti gli aggior- Lo scopo principale è consenti- aspetto più in linea con il nuovo namenti sul blog aziendale, buona re agli utenti registrati il mante- sito web, già on line. navigazione! nimento di una lista di persone Costanza Di Leo conosciute e ritenute affidabili in ambito lavorativo, per generare utili contatti professionali: colle- ghi, partner, clienti, collaboratori. Le persone nella lista sono defini- te “connessioni”, ed esse sono in effetti le connessioni di un nodo (l’utente) all’interno della rete so- ciale. Utilizzare LinkedIn consente di poter essere presentati a qual- cuno che si desidera conoscere attraverso un comune contatto e 2 EXperience makes the difference! 9 Area vasta TREVISO. Il Modello Energetico per le EXtra, Trimestrale d’informazione Strutture Sanitarie sul mondo EXITone 3 Il nuovo Network EXITone. Registrazione presso Tribunale 11 IL PRODOTTO SOTTOSERVIZI. Una “soluzione” alla crisi degli Enti Locali? di Pinerolo n. 1/2009 del 29/06/09 5 TINA, la “caldaia” che non inquina dal nostro Tutor DIRETTORE RESPONSABILE:INDICE dell’Immobile Gianfranco Pellegrini 12 Quinto Conto Energia Alexandra Mogilatova 13 Semplificazioni: un’anagrafe per le Imprese REDAZIONE: 6 Il nostro nuovo sito è online, ci abbiamo messo la Stradale San Secondo, 96 - 10064 PINEROLO (TO) faccia! 14 EXITone PER IL SOCIALE. STAMPATO PRESSO: TIPOGRAFIA ALZANI 7 Iniziata la fase operativa della commessa CONSIP Luce 16 La comunicazione. Da oggi anche su LinkedIn! V. A. Grandi, 5 - 10064 Pinerolo (TO)