Al forum del Sole 24 Ore di ieri i primi chiarimenti della riforma che entrerà in vigore il18 giugno Oggi allAssemblea un ...
II Forum del Sole LA RIFORMA DEL CODICE La partecipazione Gli operatori hannoseguito il convegno in 60 sedi allestite sul ...
possa dettare regole generali perindirizzare lamministratore».Marilisa DAmico, ordinario didiritto costituzionale alla Sta...
Le indicazioni delle associazioniLa sintesi degli interventi EnricoMorello Agiai II legislatore ha difatto reintrodotto il...
Incarico complesso Allamministratore nuovi doveri di trasparenza e lonere di far rispettare ilregolamento anche con lirrog...
Per la manutenzione. La dote può essere alimentata gradualmente Nel fondo possono finire i risparmi II fondocondominiale r...
5 Per lassemblea in seconda convocazione ora civogliono almeno un terzodei condomini e deimillesimi, mentre prima questo m...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Casa e Condominio: tutte le novità e gli sgravi

692 views

Published on

Da "Il Sole 24 Ore" del 23/05/2013 un dossier sulle prime novità introdotte dalla Riforma del Condominio

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
692
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
192
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Casa e Condominio: tutte le novità e gli sgravi

  1. 1. Al forum del Sole 24 Ore di ieri i primi chiarimenti della riforma che entrerà in vigore il18 giugno Oggi allAssemblea un «progetto per lItalia» Casa e condominio: tutte lenovità e gli sgravi Si cerca la copertura per la proroga a fine anno dei bonus 50 e 55%Cosa cambia per chi abita in condominio Lamministratore Deve avere diploma dellesu peneri, polizza professionale e seguire corsi di formazione Rinnovabili Impiantiinstallateli con la maggioranza degli intervenuti e almeno 500 millesimiRiscaldamento Diritto di distacco da quello centralizzato se non ci sono aggravi dispesa per gli altri Assemblea Per la seconda convocazione serve un terzo deicondòmini e dei millesimi Parti comuni Destinazione duso modificabile con lokdell80% di condòmini e mi (lesi mi Morosi Lamministratore può chiedere il decretoingiuntivo entro sei mesi dal consuntivo Scale e ascensori Metà spesa suddivisa i nbase a I va lo re millesimale. Laltra metà in base al pianoRinnovo del mandato allamministratore,sanzioni pecuniarie, revisione delletabellemillesimali: i primi chiarimenti sullenovità della riforma del condominio sonoarrivati ieri dal Forum organizzato dal Sole24 Ore in collaborazione con associazionidella proprietà, amministratori eOrdini professionali. Intanto il Governopunta a portare al Cdm di domani il disulla proroga a fine anno dei bonus del50% per ledilizia e del 55% per ilrisparmio energetico ma resta il nodocopertura. Servizi e analisi > pagine 25Al forum del Sole 24 Ore di ieri i primi chiarimenti della riforma che entrerà in vigore il18 giugno Oggi allAssemblea un «progetto per lItalia» Casa e condominio: tutte lenovità e gli sgravi Si cerca la copertura per la proroga a fine anno dei bonus 50 e 55%Cosa cambia per chi abita in condominio Lamministratore Deve avere diploma dellesu peneri, polizza professionale e seguire corsi di formazione Rinnovabili Impiantiinstallateli con la maggioranza degli intervenuti e almeno 500 millesimiRiscaldamento Diritto di distacco da quello centralizzato se non ci sono aggravi dispesa per gli altri Assemblea Per la seconda convocazione serve un terzo deicondòmini e dei millesimi Parti comuni Destinazione duso modificabile con lokdell80% di condòmini e mi (lesi mi Morosi Lamministratore può chiedere il decretoingiuntivo entro sei mesi dal consuntivo Scale e ascensori Metà spesa suddivisa i nbase a I va lo re millesimale. Laltra metà in base al pianoRinnovo del mandato allamministratore,sanzioni pecuniarie, revisione delletabellemillesimali: i primi chiarimenti sullenovità della riforma del condominio sonoarrivati ieri dal Forum organizzato dal Sole24 Ore in collaborazione con associazionidella proprietà, amministratori eOrdini professionali. Intanto il Governopunta a portare al Cdm di domani il disulla proroga a fine anno dei bonus del50% per ledilizia e del 55% per ilrisparmio energetico ma resta il nodocopertura. Servizi e analisi > pagine 25Giovedì23/05/201323/05/201323/05/201323/05/2013Estratto da pag. 1111Direttore ResponsabileRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoDiffusione Testata267.449267.449267.449267.449Ritagliostampaadusoesclusivointerno,nonriproducibile.Mondo immobiliare - Leggi e regolamenti Pag. 1
  2. 2. II Forum del Sole LA RIFORMA DEL CODICE La partecipazione Gli operatori hannoseguito il convegno in 60 sedi allestite sul territorio o su internetCondominio, ecco i primi chiarimenti Per gli amministratori nominaogni due anni - Dallassemblea regole sulle sanzioniALVPHOTOPRESS Indiretta. Un momento del forum organizzato ieri dal Sole 24 Ore con gli esperti per fare chiarezza sulle novità introdotte dalla riforma del condominio, che entrerà in vigore iU8 giugno Nella foto (da sinistra a destra) i relatori al convegno Giuseppe Spoto, aggregato di diritto privatoallUniversità di Roma 3 Roberto Triola, presidente della II sezione della Corte di cassazione Saverio Fossati, giornalista del Sole 24 Ore Marilisa DAmico, ordinano di diritto costituzionale allUniversità Statale di Milano Vincenzo Riccio, avvocato ed esperto del Sole 24 OreSaverio Fossati Valeria Uva IImandato allamministratorecondominiale durerà un anno, più unaltro di rinnovo automatico: tuttidaccordo al Forum sulla riformaorganizzato dal Sole 24 Ore, incollaborazione con 24 tra leassociazioni della proprietà, degliamministratori e degli Ordiniprofessionali. Ma sono arrivati anchealtri importanti chiarimenti su comeinfliggere le sanzioni pecuniarie perle violazioni al regolamento orivedere le tabelle millesimal!.Sessanta sedi collegate in di-CORREZIONINECESSARIEImpegno dei senatore Tornsi(Pdi) arecepire alcune modifiche propostedai Soie e dalie 24 associazioni chehanno aderito alliniziativaretta, sale affollate ma anchetantissime connessioni al sito delSole 24 Ore per seguire la direttastreaming del primo grandeappuntamento organizzato allavigilia dellentrata in vigore dellalegge 220/2012, fissata per il 18giugno. Un segnale che dimostraquanto sia alta lattenzione suquesto tema, che tocca da vicinola vita quotidiana di almeno lametà degli italiani. Non solocondòmini ma ancheamministratori,avvocati ed esperti immobiliari,tecnici e artigiani, che ruotano intornoa un mondo che movimenta unvolume daffari di almeno dieci miliardi. Il Forum -che ha visto la partecipazione deldirettore del Sole, RobertoNapoletano - è stata loccasioneper fare il punto sulleinnovazioni contenute in unariforma che aggiorna unanormativa vecchia di settantanni.Il convegno ha poi messo afuoco i tanti aspetti ancoracontroversi della legge 220/2012.Un chiarimento importante, adesempio, è arrivato sulla duratadel mandato di amministratore:finora questo «gestore» restavain carica un anno; dal 18 giugnosi passa alla più incerta formuladi un anno di mandato più unanno di rinnovo, naturalmentesalvo revoca. Ma come si arrivaal rinnovo? «Lamministratoredovrà essere nominato per unanno, mentre per il secondo annoil rinnovo è automatico» hachiarito il senatore SalvatoreTorrisi (Pdl), che è stato ilrelatore del provvedimento.«Questa è Pinterpretazione cheemerge con chiarezza anchedagli atti parlamentari». Una tesicondivisa anche dagli esperti delForum. Per Giuseppe Spoto,aggregato di diritto privato aRoma Tre, in questo modo siallinea il mandatodellamministratore con itempi ordinari del condominio:«Al termine del primo anno sipresenta il rendiconto, si vedese lamministratore hagovernato bene e, se non cisono rilievi, scatta il rinnovo».La successiva nomina segue lestesse regole, anche selamministratore non cambia.Ma il Forum ha dimostratocome siano ancora molti gliaspetti di questo provvedimentoche presentano difficoltà diattuazione e sui quali è possibileancora intervenire. Le modifichediscusse anche ieri al convegnosono state elaborate insieme inun serrato confronto tra leassociazioni. E ieri Torrisi si èdetto disponibile a fare propriemolte delle proposte del disegnodi legge. Lobiettivo è dirisolvere difficoltà che stanno giàallarmando gli amministratori e iproprietari degli immobili (siveda la scheda a fianco). Alcentro del dibattito la nuovafigura dellamministratore. «Nonvi è dubbio - ha spiegato RobertoTriola, presidente della secondasezione della Cassazione - chespetti allamministratore anche ilcompito di irrogare le sanzioniper le violazioni al regolamento,perché tra i suoi compiti cèproprio quello di far rispettare ilregolamento condominiale. Ma èpiù che accettabile chelassembleaII Forum del Sole LA RIFORMA DEL CODICE La partecipazione Gli operatori hannoseguito il convegno in 60 sedi allestite sul territorio o su internetCondominio, ecco i primi chiarimenti Per gli amministratori nominaogni due anni - Dallassemblea regole sulle sanzioniALVPHOTOPRESS Indiretta. Un momento del forum organizzato ieri dal Sole 24 Ore con gli esperti per fare chiarezza sulle novità introdotte dalla riforma del condominio, che entrerà in vigore iU8 giugno Nella foto (da sinistra a destra) i relatori al convegno Giuseppe Spoto, aggregato di diritto privatoallUniversità di Roma 3 Roberto Triola, presidente della II sezione della Corte di cassazione Saverio Fossati, giornalista del Sole 24 Ore Marilisa DAmico, ordinano di diritto costituzionale allUniversità Statale di Milano Vincenzo Riccio, avvocato ed esperto del Sole 24 OreSaverio Fossati Valeria Uva IImandato allamministratorecondominiale durerà un anno, più unaltro di rinnovo automatico: tuttidaccordo al Forum sulla riformaorganizzato dal Sole 24 Ore, incollaborazione con 24 tra leassociazioni della proprietà, degliamministratori e degli Ordiniprofessionali. Ma sono arrivati anchealtri importanti chiarimenti su comeinfliggere le sanzioni pecuniarie perle violazioni al regolamento orivedere le tabelle millesimal!.Sessanta sedi collegate in di-CORREZIONINECESSARIEImpegno dei senatore Tornsi(Pdi) arecepire alcune modifiche propostedai Soie e dalie 24 associazioni chehanno aderito alliniziativaretta, sale affollate ma anchetantissime connessioni al sito delSole 24 Ore per seguire la direttastreaming del primo grandeappuntamento organizzato allavigilia dellentrata in vigore dellalegge 220/2012, fissata per il 18giugno. Un segnale che dimostraquanto sia alta lattenzione suquesto tema, che tocca da vicinola vita quotidiana di almeno lametà degli italiani. Non solocondòmini ma ancheamministratori,avvocati ed esperti immobiliari,tecnici e artigiani, che ruotano intornoa un mondo che movimenta unvolume daffari di almeno dieci miliardi. Il Forum -che ha visto la partecipazione deldirettore del Sole, RobertoNapoletano - è stata loccasioneper fare il punto sulleinnovazioni contenute in unariforma che aggiorna unanormativa vecchia di settantanni.Il convegno ha poi messo afuoco i tanti aspetti ancoracontroversi della legge 220/2012.Un chiarimento importante, adesempio, è arrivato sulla duratadel mandato di amministratore:finora questo «gestore» restavain carica un anno; dal 18 giugnosi passa alla più incerta formuladi un anno di mandato più unanno di rinnovo, naturalmentesalvo revoca. Ma come si arrivaal rinnovo? «Lamministratoredovrà essere nominato per unanno, mentre per il secondo annoil rinnovo è automatico» hachiarito il senatore SalvatoreTorrisi (Pdl), che è stato ilrelatore del provvedimento.«Questa è Pinterpretazione cheemerge con chiarezza anchedagli atti parlamentari». Una tesicondivisa anche dagli esperti delForum. Per Giuseppe Spoto,aggregato di diritto privato aRoma Tre, in questo modo siallinea il mandatodellamministratore con itempi ordinari del condominio:«Al termine del primo anno sipresenta il rendiconto, si vedese lamministratore hagovernato bene e, se non cisono rilievi, scatta il rinnovo».La successiva nomina segue lestesse regole, anche selamministratore non cambia.Ma il Forum ha dimostratocome siano ancora molti gliaspetti di questo provvedimentoche presentano difficoltà diattuazione e sui quali è possibileancora intervenire. Le modifichediscusse anche ieri al convegnosono state elaborate insieme inun serrato confronto tra leassociazioni. E ieri Torrisi si èdetto disponibile a fare propriemolte delle proposte del disegnodi legge. Lobiettivo è dirisolvere difficoltà che stanno giàallarmando gli amministratori e iproprietari degli immobili (siveda la scheda a fianco). Alcentro del dibattito la nuovafigura dellamministratore. «Nonvi è dubbio - ha spiegato RobertoTriola, presidente della secondasezione della Cassazione - chespetti allamministratore anche ilcompito di irrogare le sanzioniper le violazioni al regolamento,perché tra i suoi compiti cèproprio quello di far rispettare ilregolamento condominiale. Ma èpiù che accettabile chelassembleaII Forum del Sole LA RIFORMA DEL CODICE La partecipazione Gli operatori hannoseguito il convegno in 60 sedi allestite sul territorio o su internetCondominio, ecco i primi chiarimenti Per gli amministratori nominaogni due anni - Dallassemblea regole sulle sanzioniALVPHOTOPRESS Indiretta. Un momento del forum organizzato ieri dal Sole 24 Ore con gli esperti per fare chiarezza sulle novità introdotte dalla riforma del condominio, che entrerà in vigore iU8 giugno Nella foto (da sinistra a destra) i relatori al convegno Giuseppe Spoto, aggregato di diritto privatoallUniversità di Roma 3 Roberto Triola, presidente della II sezione della Corte di cassazione Saverio Fossati, giornalista del Sole 24 Ore Marilisa DAmico, ordinano di diritto costituzionale allUniversità Statale di Milano Vincenzo Riccio, avvocato ed esperto del Sole 24 OreSaverio Fossati Valeria Uva IImandato allamministratorecondominiale durerà un anno, più unaltro di rinnovo automatico: tuttidaccordo al Forum sulla riformaorganizzato dal Sole 24 Ore, incollaborazione con 24 tra leassociazioni della proprietà, degliamministratori e degli Ordiniprofessionali. Ma sono arrivati anchealtri importanti chiarimenti su comeinfliggere le sanzioni pecuniarie perle violazioni al regolamento orivedere le tabelle millesimal!.Sessanta sedi collegate in di-CORREZIONINECESSARIEImpegno dei senatore Tornsi(Pdi) arecepire alcune modifiche propostedai Soie e dalie 24 associazioni chehanno aderito alliniziativaretta, sale affollate ma anchetantissime connessioni al sito delSole 24 Ore per seguire la direttastreaming del primo grandeappuntamento organizzato allavigilia dellentrata in vigore dellalegge 220/2012, fissata per il 18giugno. Un segnale che dimostraquanto sia alta lattenzione suquesto tema, che tocca da vicinola vita quotidiana di almeno lametà degli italiani. Non solocondòmini ma ancheamministratori,avvocati ed esperti immobiliari,tecnici e artigiani, che ruotano intornoa un mondo che movimenta unvolume daffari di almeno dieci miliardi. Il Forum -che ha visto la partecipazione deldirettore del Sole, RobertoNapoletano - è stata loccasioneper fare il punto sulleinnovazioni contenute in unariforma che aggiorna unanormativa vecchia di settantanni.Il convegno ha poi messo afuoco i tanti aspetti ancoracontroversi della legge 220/2012.Un chiarimento importante, adesempio, è arrivato sulla duratadel mandato di amministratore:finora questo «gestore» restavain carica un anno; dal 18 giugnosi passa alla più incerta formuladi un anno di mandato più unanno di rinnovo, naturalmentesalvo revoca. Ma come si arrivaal rinnovo? «Lamministratoredovrà essere nominato per unanno, mentre per il secondo annoil rinnovo è automatico» hachiarito il senatore SalvatoreTorrisi (Pdl), che è stato ilrelatore del provvedimento.«Questa è Pinterpretazione cheemerge con chiarezza anchedagli atti parlamentari». Una tesicondivisa anche dagli esperti delForum. Per Giuseppe Spoto,aggregato di diritto privato aRoma Tre, in questo modo siallinea il mandatodellamministratore con itempi ordinari del condominio:«Al termine del primo anno sipresenta il rendiconto, si vedese lamministratore hagovernato bene e, se non cisono rilievi, scatta il rinnovo».La successiva nomina segue lestesse regole, anche selamministratore non cambia.Ma il Forum ha dimostratocome siano ancora molti gliaspetti di questo provvedimentoche presentano difficoltà diattuazione e sui quali è possibileancora intervenire. Le modifichediscusse anche ieri al convegnosono state elaborate insieme inun serrato confronto tra leassociazioni. E ieri Torrisi si èdetto disponibile a fare propriemolte delle proposte del disegnodi legge. Lobiettivo è dirisolvere difficoltà che stanno giàallarmando gli amministratori e iproprietari degli immobili (siveda la scheda a fianco). Alcentro del dibattito la nuovafigura dellamministratore. «Nonvi è dubbio - ha spiegato RobertoTriola, presidente della secondasezione della Cassazione - chespetti allamministratore anche ilcompito di irrogare le sanzioniper le violazioni al regolamento,perché tra i suoi compiti cèproprio quello di far rispettare ilregolamento condominiale. Ma èpiù che accettabile chelassembleaII Forum del Sole LA RIFORMA DEL CODICE La partecipazione Gli operatori hannoseguito il convegno in 60 sedi allestite sul territorio o su internetCondominio, ecco i primi chiarimenti Per gli amministratori nominaogni due anni - Dallassemblea regole sulle sanzioniALVPHOTOPRESS Indiretta. Un momento del forum organizzato ieri dal Sole 24 Ore con gli esperti per fare chiarezza sulle novità introdotte dalla riforma del condominio, che entrerà in vigore iU8 giugno Nella foto (da sinistra a destra) i relatori al convegno Giuseppe Spoto, aggregato di diritto privatoallUniversità di Roma 3 Roberto Triola, presidente della II sezione della Corte di cassazione Saverio Fossati, giornalista del Sole 24 Ore Marilisa DAmico, ordinano di diritto costituzionale allUniversità Statale di Milano Vincenzo Riccio, avvocato ed esperto del Sole 24 OreSaverio Fossati Valeria Uva IImandato allamministratorecondominiale durerà un anno, più unaltro di rinnovo automatico: tuttidaccordo al Forum sulla riformaorganizzato dal Sole 24 Ore, incollaborazione con 24 tra leassociazioni della proprietà, degliamministratori e degli Ordiniprofessionali. Ma sono arrivati anchealtri importanti chiarimenti su comeinfliggere le sanzioni pecuniarie perle violazioni al regolamento orivedere le tabelle millesimal!.Sessanta sedi collegate in di-CORREZIONINECESSARIEImpegno dei senatore Tornsi(Pdi) arecepire alcune modifiche propostedai Soie e dalie 24 associazioni chehanno aderito alliniziativaretta, sale affollate ma anchetantissime connessioni al sito delSole 24 Ore per seguire la direttastreaming del primo grandeappuntamento organizzato allavigilia dellentrata in vigore dellalegge 220/2012, fissata per il 18giugno. Un segnale che dimostraquanto sia alta lattenzione suquesto tema, che tocca da vicinola vita quotidiana di almeno lametà degli italiani. Non solocondòmini ma ancheamministratori,avvocati ed esperti immobiliari,tecnici e artigiani, che ruotano intornoa un mondo che movimenta unvolume daffari di almeno dieci miliardi. Il Forum -che ha visto la partecipazione deldirettore del Sole, RobertoNapoletano - è stata loccasioneper fare il punto sulleinnovazioni contenute in unariforma che aggiorna unanormativa vecchia di settantanni.Il convegno ha poi messo afuoco i tanti aspetti ancoracontroversi della legge 220/2012.Un chiarimento importante, adesempio, è arrivato sulla duratadel mandato di amministratore:finora questo «gestore» restavain carica un anno; dal 18 giugnosi passa alla più incerta formuladi un anno di mandato più unanno di rinnovo, naturalmentesalvo revoca. Ma come si arrivaal rinnovo? «Lamministratoredovrà essere nominato per unanno, mentre per il secondo annoil rinnovo è automatico» hachiarito il senatore SalvatoreTorrisi (Pdl), che è stato ilrelatore del provvedimento.«Questa è Pinterpretazione cheemerge con chiarezza anchedagli atti parlamentari». Una tesicondivisa anche dagli esperti delForum. Per Giuseppe Spoto,aggregato di diritto privato aRoma Tre, in questo modo siallinea il mandatodellamministratore con itempi ordinari del condominio:«Al termine del primo anno sipresenta il rendiconto, si vedese lamministratore hagovernato bene e, se non cisono rilievi, scatta il rinnovo».La successiva nomina segue lestesse regole, anche selamministratore non cambia.Ma il Forum ha dimostratocome siano ancora molti gliaspetti di questo provvedimentoche presentano difficoltà diattuazione e sui quali è possibileancora intervenire. Le modifichediscusse anche ieri al convegnosono state elaborate insieme inun serrato confronto tra leassociazioni. E ieri Torrisi si èdetto disponibile a fare propriemolte delle proposte del disegnodi legge. Lobiettivo è dirisolvere difficoltà che stanno giàallarmando gli amministratori e iproprietari degli immobili (siveda la scheda a fianco). Alcentro del dibattito la nuovafigura dellamministratore. «Nonvi è dubbio - ha spiegato RobertoTriola, presidente della secondasezione della Cassazione - chespetti allamministratore anche ilcompito di irrogare le sanzioniper le violazioni al regolamento,perché tra i suoi compiti cèproprio quello di far rispettare ilregolamento condominiale. Ma èpiù che accettabile chelassembleaGiovedì23/05/201323/05/201323/05/201323/05/2013Estratto da pag. 1111Direttore ResponsabileRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoDiffusione Testata267.449267.449267.449267.449Ritagliostampaadusoesclusivointerno,nonriproducibile.Mondo immobiliare - Leggi e regolamenti Pag. 2
  3. 3. possa dettare regole generali perindirizzare lamministratore».Marilisa DAmico, ordinario didiritto costituzionale alla Stataledi Milano, ha suggerito «lapossibilità di monitorare lariforma con una commissionegovernativa partecipata da tuttele associazioni, per proporrecorrettivi dopo un congruoperiodo di rodaggio». Uncapitolo a parte merita la novitàdel supercondominio «nel qualemancano però indicazioniconcrete per la revocadellamministratore» haevidenziato Edoardo Riccio,avvocato ed esperto del Sole 24Ore. ©RIPRODUZIONERISERVATARisparmio energeticoTornare alle maggioranzefacilitate della legge peragevolare gli interventi diefficienza degli edifìci Fondolavori Abolire lobbligo diaccantonarein anticipo in unFondo tutte le sommenecessarie peri lavori dimanutenzione straordinariaCrediti priviligiati Inserire ilcondominio tra i creditoriprivilegiati in caso di venditadellimmobile a causa di unfallimento Morosi solidali Icondòmini morosirispondono sì prima di quelliin regola con i pagamenti masono anche tenuti allasolidarietà tra loro, mentre icondòmini in regolaintervengono solo in viaresiduale Comproprietà asorteggio Ridare alpresidente dellassemblea lapossibilità di sorteggiareilrappresentante di unacomproprietà quandoi suoimembri non abbianoprovveduto a sceglierlo odelegarlo Delegheallamministratore Eliminareil vincolo che vieta la delegaallamministratore «perqualunque assemblea»Sanzioni allassemblea Nelsilenzio della legge sipropone di affidarelirrogazione della sanzioneallassemblea Garanzie allanuda proprietà Troppovessatorio coinvolgere ilnudo proprietario nellasolidarietà con lusufruttuariomorosoRossana De Angelis Roma «Per la manutenzione straordinaria èsbagliato costituire un fondo» Franco Sormani Milano AntonellaAndreini Milano Antonella Andreini Milano «Per lamanutenzione straordinaria è sbagliato costituire un fondo»Rossana De Angelis Roma «Va specificata meglio la tipologia diformazione che è posta a carico degli amministratori» AntonellaAndreini Milano «Per la manutenzione straordinaria è sbagliatocostituire un fond Bernardo Topino Torino » Rossana De Angelis«La responsabilità dellamministratore sui crediti farà nascereservizi dintermediazione» Roma «Va specificata meglio latipologia di formazione che è posta a carico degli amminist «Sumolte materie cèilrecepimento di una consolidatagiurisprudenza» atori» Antonella Andreini Milano «Per lamanutenzione straordinaria Luigi Rinzivillo Roma è sbagliatocostituir «Si sprona a un cambio di cultura. I condomini hanno glistrumenti per partecipare» un fond Bernardo Topino Torino »Rossana De Angelis «La responsabilità dellammin LucaStendardi Milano stratore sui crediti «Non è una vera riforma ecè i I rischio che si possano creare ulteriori controversie» farànascere servizi dintermediazione» Roma «Va specificata megliola tipologia di forpossa dettare regole generali perindirizzare lamministratore».Marilisa DAmico, ordinario didiritto costituzionale alla Stataledi Milano, ha suggerito «lapossibilità di monitorare lariforma con una commissionegovernativa partecipata da tuttele associazioni, per proporrecorrettivi dopo un congruoperiodo di rodaggio». Uncapitolo a parte merita la novitàdel supercondominio «nel qualemancano però indicazioniconcrete per la revocadellamministratore» haevidenziato Edoardo Riccio,avvocato ed esperto del Sole 24Ore. ©RIPRODUZIONERISERVATARisparmio energeticoTornare alle maggioranzefacilitate della legge peragevolare gli interventi diefficienza degli edifìci Fondolavori Abolire lobbligo diaccantonarein anticipo in unFondo tutte le sommenecessarie peri lavori dimanutenzione straordinariaCrediti priviligiati Inserire ilcondominio tra i creditoriprivilegiati in caso di venditadellimmobile a causa di unfallimento Morosi solidali Icondòmini morosirispondono sì prima di quelliin regola con i pagamenti masono anche tenuti allasolidarietà tra loro, mentre icondòmini in regolaintervengono solo in viaresiduale Comproprietà asorteggio Ridare alpresidente dellassemblea lapossibilità di sorteggiareilrappresentante di unacomproprietà quandoi suoimembri non abbianoprovveduto a sceglierlo odelegarlo Delegheallamministratore Eliminareil vincolo che vieta la delegaallamministratore «perqualunque assemblea»Sanzioni allassemblea Nelsilenzio della legge sipropone di affidarelirrogazione della sanzioneallassemblea Garanzie allanuda proprietà Troppovessatorio coinvolgere ilnudo proprietario nellasolidarietà con lusufruttuariomorosoRossana De Angelis Roma «Per la manutenzione straordinaria èsbagliato costituire un fondo» Franco Sormani Milano AntonellaAndreini Milano Antonella Andreini Milano «Per lamanutenzione straordinaria è sbagliato costituire un fondo»Rossana De Angelis Roma «Va specificata meglio la tipologia diformazione che è posta a carico degli amministratori» AntonellaAndreini Milano «Per la manutenzione straordinaria è sbagliatocostituire un fond Bernardo Topino Torino » Rossana De Angelis«La responsabilità dellamministratore sui crediti farà nascereservizi dintermediazione» Roma «Va specificata meglio latipologia di formazione che è posta a carico degli amminist «Sumolte materie cèilrecepimento di una consolidatagiurisprudenza» atori» Antonella Andreini Milano «Per lamanutenzione straordinaria Luigi Rinzivillo Roma è sbagliatocostituir «Si sprona a un cambio di cultura. I condomini hanno glistrumenti per partecipare» un fond Bernardo Topino Torino »Rossana De Angelis «La responsabilità dellammin LucaStendardi Milano stratore sui crediti «Non è una vera riforma ecè i I rischio che si possano creare ulteriori controversie» farànascere servizi dintermediazione» Roma «Va specificata megliola tipologia di forpossa dettare regole generali perindirizzare lamministratore».Marilisa DAmico, ordinario didiritto costituzionale alla Stataledi Milano, ha suggerito «lapossibilità di monitorare lariforma con una commissionegovernativa partecipata da tuttele associazioni, per proporrecorrettivi dopo un congruoperiodo di rodaggio». Uncapitolo a parte merita la novitàdel supercondominio «nel qualemancano però indicazioniconcrete per la revocadellamministratore» haevidenziato Edoardo Riccio,avvocato ed esperto del Sole 24Ore. ©RIPRODUZIONERISERVATARisparmio energeticoTornare alle maggioranzefacilitate della legge peragevolare gli interventi diefficienza degli edifìci Fondolavori Abolire lobbligo diaccantonarein anticipo in unFondo tutte le sommenecessarie peri lavori dimanutenzione straordinariaCrediti priviligiati Inserire ilcondominio tra i creditoriprivilegiati in caso di venditadellimmobile a causa di unfallimento Morosi solidali Icondòmini morosirispondono sì prima di quelliin regola con i pagamenti masono anche tenuti allasolidarietà tra loro, mentre icondòmini in regolaintervengono solo in viaresiduale Comproprietà asorteggio Ridare alpresidente dellassemblea lapossibilità di sorteggiareilrappresentante di unacomproprietà quandoi suoimembri non abbianoprovveduto a sceglierlo odelegarlo Delegheallamministratore Eliminareil vincolo che vieta la delegaallamministratore «perqualunque assemblea»Sanzioni allassemblea Nelsilenzio della legge sipropone di affidarelirrogazione della sanzioneallassemblea Garanzie allanuda proprietà Troppovessatorio coinvolgere ilnudo proprietario nellasolidarietà con lusufruttuariomorosoRossana De Angelis Roma «Per la manutenzione straordinaria èsbagliato costituire un fondo» Franco Sormani Milano AntonellaAndreini Milano Antonella Andreini Milano «Per lamanutenzione straordinaria è sbagliato costituire un fondo»Rossana De Angelis Roma «Va specificata meglio la tipologia diformazione che è posta a carico degli amministratori» AntonellaAndreini Milano «Per la manutenzione straordinaria è sbagliatocostituire un fond Bernardo Topino Torino » Rossana De Angelis«La responsabilità dellamministratore sui crediti farà nascereservizi dintermediazione» Roma «Va specificata meglio latipologia di formazione che è posta a carico degli amminist «Sumolte materie cèilrecepimento di una consolidatagiurisprudenza» atori» Antonella Andreini Milano «Per lamanutenzione straordinaria Luigi Rinzivillo Roma è sbagliatocostituir «Si sprona a un cambio di cultura. I condomini hanno glistrumenti per partecipare» un fond Bernardo Topino Torino »Rossana De Angelis «La responsabilità dellammin LucaStendardi Milano stratore sui crediti «Non è una vera riforma ecè i I rischio che si possano creare ulteriori controversie» farànascere servizi dintermediazione» Roma «Va specificata megliola tipologia di forGiovedì23/05/201323/05/201323/05/201323/05/2013Estratto da pag. 1111Direttore ResponsabileRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoDiffusione Testata267.449267.449267.449267.449Ritagliostampaadusoesclusivointerno,nonriproducibile.Mondo immobiliare - Leggi e regolamenti Pag. 3
  4. 4. Le indicazioni delle associazioniLa sintesi degli interventi EnricoMorello Agiai II legislatore ha difatto reintrodotto il sistema dellasolidarietà, anche perché si èpremurato di ridurre il rischio diinsolvenza peri creditoricondominiali Giuseppe Cina AraiLa riforma impone nuovi oneriallamministratore, dalla polizza ainuovi impegni in caso di lavoristraordinari: occorre che unapercentuale su queste spese siariconosciuta perlegge ArrigoRoveda Consiglio notarile di MilanoLa riforma non ha colto una grandeopportunità: per mettere a Icondominio di alienare le particomuni con delibereassunteamaggioranza, eseguitedallamministratore inrappresentanza dei condòminiLaura Coglitore Alac-AppcLideale sarebbe stato unimpianto normativo nuovo.Ma anche sulla solaformazionedellamministratore la normaè troppo generica e nonmenziona neppure leassociazioni GiovanniBardanzellu Arpe-Federpropnetà II legislatorenon ha stravolto la naturadellistituto condominiale eha recepito molte delleelaborazioni dellaCassazione, risolvendo così icontrasti su puntisignificativi dellistitutoSilvio Rezzonico Pna-Confappi II recupero creditifrazionato che passa in primabattuta dalle azionigiudiziarie verso i morosi èimpossibile, bene fa il Sole24 Ore a proporre unasolidarietà tra tutti icondòmini morosiPietro Membri Anaci Lenorme della riforma vannoquasi tutte interpretate equelle sulsupercondominiovanno assolutamenteintegrate per rendereutilizzabile la legge,soprattutto nei centri turisticiAntonio Romano AsppiNei confronti dei morosi, lasoluzione della preventivaescussione prevista dalla riforma èapparentemente di buon senso, mapone complessi problemiinterpretativi e operativi VincenzoNasini Gesticond Vanno valutate leconseguenze degli obblighi che lariforma pone a carico degliamministratori, dalla cuiinosservanza la legge fa discendereconseguenze rilevanti, fino allapossibilità di revocaGiovanni De Pasquale AnaipCi sono solo due punti chevanno apprezzati: i requisitirichiesti allamministratore elobbligatorietà dellaperturadelconto correntecondominiale, ma sul restosiamo delusi Augusto CirtaAssocond Lodevole averriconosciuto ilfenomenonascente del supercondominio,ma aver reso obbligatoria ladelega a un rappresentantedesignato crea confusioneGerardo M.Martino Mop; È unerrore consentire a chi siastiene di impugnare ledelibere condominiali. Lariforma è unoccasionemancata perfare chiarezza sultema dellimpugnazioneGiulio Della Corte AnammiConsiderata la mole dellenuove mansioni è beneinterrogarsi sulleffettivacapacità dellamministratoreche opera nelsuo stessocondominio senza però averele giuste credenziali FrancoPani Confabitare Sia momoderatamente soddisfattidella riforma, ma variconosciuta la maggioretutela enei condòminipotranno.almeno sulla carta,far valere nei confronti deiloro amministratori oggi piùqualificati e preparati PaoloGiuggioli Ordine avvocati diMilano I nuovi poteridellamministratorerappresentano uno dei puntipiù rilevanti della riforma.Per contro, aumentanoleformedi controllo e lemisure finalizzate a garantiremaggiori tutele peri condòminiVittorio Fusco Anapi È sancitalimportanza della formazione edellinformazione da parte delleassociazioni di categoria,fondamentali per creareamministratori diimmobilipreparati e competentiLuigi Cianniui Confai-Unioncasa Se non ci sarannocontrolli, sarà unaltra leggeitaliana - che pure necessitadi molte modifiche cheresterà, bella, ma neicassetti, a impolverarsi ecreare contenziosi FrancescoDi Castri Sinteg È unariforma che introducecomplessità, che va gestitacon organizzazione, servizie persone preparate. Vannomeglio definite le modalitàper la formazione degliamministratoriStefano Milanesi Apac IIlegislatore è statoparticolarmente illuminatonella stesura delle regole suirequisiti dellamministratore,che derivano direttamentedalla norma Uni 10801Cesare Rosselli ConfediliziaLa riforma confermai!principio chelamministratore è unmandatario e come tale deverendere conto della suagestione e delle somme cheha ricevuto per losvolgimento del suo incaricoRosario Calabrese UnaiIltesto della riformaapprossimativo e improprio,persino nelluso della lingua -si presterà alle più fantasioseinterpretaziuni. La litigiositàè destinata a crescereLina Calonghi Apu IIConsiglio di Condominiopuò risultare assai utile peruna gestione più trasparentee più vicina alle esigenze delcondominio, soprattutto neicomplessi di notevolidimensioni Nunzio CostaConfiac Anchelamministratore deve poterpagare in contanti sottoi mille euro, come è riconosciuto atutti e non deve perforzafartransitaresulconto correntequalsiasi pagamento Fabio PucciUppi La riforma ha recepito ecodificato molti orientamenti dellagiurisprudenza, come nel caso dellarilevante questione deldistaccodaUimpiantodiriscaldamento centralizzatoLe indicazioni delle associazioniLa sintesi degli interventi EnricoMorello Agiai II legislatore ha difatto reintrodotto il sistema dellasolidarietà, anche perché si èpremurato di ridurre il rischio diinsolvenza peri creditoricondominiali Giuseppe Cina AraiLa riforma impone nuovi oneriallamministratore, dalla polizza ainuovi impegni in caso di lavoristraordinari: occorre che unapercentuale su queste spese siariconosciuta perlegge ArrigoRoveda Consiglio notarile di MilanoLa riforma non ha colto una grandeopportunità: per mettere a Icondominio di alienare le particomuni con delibereassunteamaggioranza, eseguitedallamministratore inrappresentanza dei condòminiLaura Coglitore Alac-AppcLideale sarebbe stato unimpianto normativo nuovo.Ma anche sulla solaformazionedellamministratore la normaè troppo generica e nonmenziona neppure leassociazioni GiovanniBardanzellu Arpe-Federpropnetà II legislatorenon ha stravolto la naturadellistituto condominiale eha recepito molte delleelaborazioni dellaCassazione, risolvendo così icontrasti su puntisignificativi dellistitutoSilvio Rezzonico Pna-Confappi II recupero creditifrazionato che passa in primabattuta dalle azionigiudiziarie verso i morosi èimpossibile, bene fa il Sole24 Ore a proporre unasolidarietà tra tutti icondòmini morosiPietro Membri Anaci Lenorme della riforma vannoquasi tutte interpretate equelle sulsupercondominiovanno assolutamenteintegrate per rendereutilizzabile la legge,soprattutto nei centri turisticiAntonio Romano AsppiNei confronti dei morosi, lasoluzione della preventivaescussione prevista dalla riforma èapparentemente di buon senso, mapone complessi problemiinterpretativi e operativi VincenzoNasini Gesticond Vanno valutate leconseguenze degli obblighi che lariforma pone a carico degliamministratori, dalla cuiinosservanza la legge fa discendereconseguenze rilevanti, fino allapossibilità di revocaGiovanni De Pasquale AnaipCi sono solo due punti chevanno apprezzati: i requisitirichiesti allamministratore elobbligatorietà dellaperturadelconto correntecondominiale, ma sul restosiamo delusi Augusto CirtaAssocond Lodevole averriconosciuto ilfenomenonascente del supercondominio,ma aver reso obbligatoria ladelega a un rappresentantedesignato crea confusioneGerardo M.Martino Mop; È unerrore consentire a chi siastiene di impugnare ledelibere condominiali. Lariforma è unoccasionemancata perfare chiarezza sultema dellimpugnazioneGiulio Della Corte AnammiConsiderata la mole dellenuove mansioni è beneinterrogarsi sulleffettivacapacità dellamministratoreche opera nelsuo stessocondominio senza però averele giuste credenziali FrancoPani Confabitare Sia momoderatamente soddisfattidella riforma, ma variconosciuta la maggioretutela enei condòminipotranno.almeno sulla carta,far valere nei confronti deiloro amministratori oggi piùqualificati e preparati PaoloGiuggioli Ordine avvocati diMilano I nuovi poteridellamministratorerappresentano uno dei puntipiù rilevanti della riforma.Per contro, aumentanoleformedi controllo e lemisure finalizzate a garantiremaggiori tutele peri condòminiVittorio Fusco Anapi È sancitalimportanza della formazione edellinformazione da parte delleassociazioni di categoria,fondamentali per creareamministratori diimmobilipreparati e competentiLuigi Cianniui Confai-Unioncasa Se non ci sarannocontrolli, sarà unaltra leggeitaliana - che pure necessitadi molte modifiche cheresterà, bella, ma neicassetti, a impolverarsi ecreare contenziosi FrancescoDi Castri Sinteg È unariforma che introducecomplessità, che va gestitacon organizzazione, servizie persone preparate. Vannomeglio definite le modalitàper la formazione degliamministratoriStefano Milanesi Apac IIlegislatore è statoparticolarmente illuminatonella stesura delle regole suirequisiti dellamministratore,che derivano direttamentedalla norma Uni 10801Cesare Rosselli ConfediliziaLa riforma confermai!principio chelamministratore è unmandatario e come tale deverendere conto della suagestione e delle somme cheha ricevuto per losvolgimento del suo incaricoRosario Calabrese UnaiIltesto della riformaapprossimativo e improprio,persino nelluso della lingua -si presterà alle più fantasioseinterpretaziuni. La litigiositàè destinata a crescereLina Calonghi Apu IIConsiglio di Condominiopuò risultare assai utile peruna gestione più trasparentee più vicina alle esigenze delcondominio, soprattutto neicomplessi di notevolidimensioni Nunzio CostaConfiac Anchelamministratore deve poterpagare in contanti sottoi mille euro, come è riconosciuto atutti e non deve perforzafartransitaresulconto correntequalsiasi pagamento Fabio PucciUppi La riforma ha recepito ecodificato molti orientamenti dellagiurisprudenza, come nel caso dellarilevante questione deldistaccodaUimpiantodiriscaldamento centralizzatoGiovedì23/05/201323/05/201323/05/201323/05/2013Estratto da pag. 1111Direttore ResponsabileRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoDiffusione Testata267.449267.449267.449267.449Ritagliostampaadusoesclusivointerno,nonriproducibile.Mondo immobiliare - Leggi e regolamenti Pag. 4
  5. 5. Incarico complesso Allamministratore nuovi doveri di trasparenza e lonere di far rispettare ilregolamento anche con lirrogazione di penalità II controllo Lassemblea potrà decidere direalizzare il sito collettivo e definire quali documenti pubblicareIn quattro registri il «diario» comune Gli obblighi. Per il professionista il dovere della formazione In quattro registri il «diario» comune Edoardo Riccio Tra qualche anno il mercato non riserverà più spazio agli amministratori che svolgono laprofessione quale secondo (o terzo) lavoro, gestendo in semplicità, e senza approfondite competenze alcuni condomìni. Perché con la riforma lamministratore, di fatto, diviene a tutti gli effetti un professionista. Pur senza listituzione di unnuovo ordineo collegio, vengono previsti una serie di requisiti affinchè possa essere assunto lincarico. Sono richiesti requisiti di onorabilità (assenza di condanne per una serie specifica di reati, non essere interdetti, inabilitati o sottoposti amisure di prevenzione, non essere stati annotati In quattro registri il «diario» comune Edoardo Riccio Tra qualche anno il mercato non riserverà più spazio agli amministratori che svolgono la professione quale secondo (o terzo) lavoro,gestendo in semplicità, e senza approfondite competenze alcuni condomìni. Perché con la riforma lamministratore, di fatto, diviene a tutti gli effetti un professionista. Pur senza listituzione di un nuovo ordineo collegio, vengono previsti unaserie di requisiti affinchè possa essere assunto lincarico. Sono richiesti requisiti di onorabilità (assenza di condanne per una serie specifica di reati, non essere interdetti, inabilitati o sottoposti a misure d nellelenco dei protesti cambiari). Madi non secondaria importanza sono i requisiti di professionalità, che costituiranno sostanziale differenza tra il vecchio e il nuovo professionista disegnato dalla riforma. Non sarà solo necessario avere un diploma e avere frequentato un corsodi formazione iniziale, ma bisognerà anche svolgere attività di formazione periodica. Qjiesta sarà possibile attraverso la frequenza di convegni o corsi di specializzazione di grado avanzato rispetto a quello iniziale. Unica eccezioneallobbligo del diploma, del corso iniziale e della formazione è stata prevista qualora lamministratore sia nominato trai condomini dello stabile. Di rilevante importanza è an- prevenzione, non essere stati annotati In quattro registri il «diario»comune Edoardo Riccio Tra qualche anno il mercato non riserverà più spazio agli amministratori che svolgono la professione quale secondo (o terzo) lavoro, gestendo in semplicità, e senza approfondite competenze alcuni condomìni. Perchécon la riforma lamministratore, di fatto, diviene a tutti gli effetti un professionista. Pur senza listituzione di un nuovo ordineo collegio, vengono previsti una serie di requisiti affinchè possa essere assunto lincarico. Sono richiesti requisiti dionorabilità (assenza di condanne per una serie specifica di reati, non essere interdetti, inabilitati o sottoposti a misure d nelle i.com enco SU INTERNET Ancora accessibili le relazioni del Forum II Forum condominio, organizzatodalSole240reconla collaborazione delle associazioni degli amministratori e degli Ordini professionali, potrà essere rivisto su internet attraverso il sito internet del «Sole». Nella sezionead hoc si potrà accedere alle relazioni e agli interventi deipresidenti di categoria www.ilsole24ore.com/forumcondominio dei protesti cambiari). Ma di non secondaria importanza sono i requisiti di professionalità, che costituiranno sostanziale differenza tra il vecchio e il nuovo professionistadisegnato dalla riforma. Non sarà solo necessario avere un diploma e avere frequentato un corso di formazione iniziale, ma bisognerà anche svolgere attività di formazione periodica. Qjiesta sarà possibile attraverso la fre che la tenuta (e ilconseguente aggiornamento) di quattro registri in cui dovrà essere contenuta gran parte delle informazioni necessarie per una buona amministrazione: registro di contabilità, di anagrafe condominiale (contenente dati anagrafici e catastali),nomina e revoca amministratore e verbali ( lunico previsto anche prima della riforma). Il legislatore, poi, non ha trascurato il fatto che la normativa e Pinterpretazione giurisprudenziale sono in rapida e costante evoluzione. La legge 4/13, dipoco successiva a quella del condominio, assegna in materia una certa importanza alle associazioni per le professioni non regolamentate. uenza di convegni o corsi di specializzazione di grado avanzato rispetto a quello iniziale. Unicaeccezione allobbligo del diploma, del corso iniziale e della formazione è stata prevista qualora lamministratore sia nominato trai condomini dello stabile. Di rilevante importanza è an- prevenzione, non essere stati annotati In quattro registriil «diario» comune Edoardo Riccio Tra qualche anno il mercato non riserverà più spazio agli amministratori che svolgono la professione quale secondo (o terzo) lavoro, gestendo in semplicità, e senza approfondite competenze alcunicondomìni. Perché con la riforma lamministratore, di fatto, divie ©RIPRODUZIONE RISERVATA e a tutti gli effetti uLa contabilità va sempre aggiornata Entrate e uscite. Annotazione entro 30 giorni La contabilità va sempre aggiornata Con la riforma si rafforza la trasparenza nel condominio. Innanzitutto ramministratore deve tenere il registro dicontabilità nel quale vanno registrati, in ordine cronologico, entro 30 giorni da quello delleffettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Lmosservanza di questo adempimento espone lamministratore alla possibilità direvoca da parte dellautorità giudiziaria. Al momento di accettare lincarico, il professionista deve comunicare il luogo m cui il registro è conservato. A richiesta ogni interessato può prenderne gratuitamente visione e ottenere,previo rimborso della spesa, copia sottoscritta dallamministratore. Oltre a tale consultazione, cia- La contabilità va sempre aggiornata Con la riforma si rafforza la trasparenza nel condominio. Innanzitutto ramministratore devetenere il registro di contabilità nel quale vanno registrati, in ordine cronologico, entro 30 giorni da quello delleffettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Lmosservanza di questo adempimento esponelamministratore alla possibilità di revoca da parte dellautorità giudiziaria. Al momento di accettare lincarico, il professionista deve comunicare il luogo m cui il registro è conservato. A richiesta ogni interessato può prendernegratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia sottoscritta dallamministrat scun condomino potrà ottenere copia anche del rendiconto penodico riferito al conto corrente postale o bancario. Da qui devonotransitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio. Il controllo del condomino si estende anche allo stato dei pagamenti degli onericondommali e delle eventuali liti in corso, per le quali lamministratore deve fornire attestazione. In qualsiasi momento, quindi, è possibile avere unidea dellandamento della gestione condominiale senza dover necessariamenteattendere il rendiconto annuale. Anche il rendiconto cambia ve re. Oltre a tale consultazione, cia- La contabilità va sempre aggiornata Con la riforma si rafforza la trasparenza nel condominio. Innanzitutto ramministratore devetenere il registro di contabilità nel quale vanno registrati, in ordine cronologico, entro 30 giorni da quello delleffettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Lmosservanza di questo adempimento esponelamministratore alla possibilità di revoca da parte dellautorità giudiziaria. Al momento di accettare lincarico, il professionista deve comunicare il luogo m cui il registro è conservato. A richiesta ogni interessato può prendernegratuitamente vision il registro di contabilità Qui vanno registrati entro trenta giorni i movimenti Ogni interessato può prenderne visione gratuita ed estrarne copia Sul conto corrente Si devono far transitare tutte le somme, spese eincassi Si deve rilasciare attestazione dei pagamenti degli oneri condominali Cosa cè nel nuovo rendiconto Registro di contabilità Riepilogo finanziario Nota sintetica esplicativa della gestione con lindicazione anche dei rapportiin corso e delle questioni pendenti e ottenere, previo rimborso della spesa, copia sottoscritta dallamministrat scun condomino potrà ottenere copia anche del rendiconto penodico riferito al conto corrente postale o bancario. Da quidevono transitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio. Il controllo del condomino si estende anche allo stato dei pagamenti degli onericondommali e delle eventuali liti in corso, per le qual ste e sostanza. Oltre al registro descritto, si compone di un riepilogo finanziario e di una nota sintetica esplicativa della gestione con lindicazione anche dei rapporti m corso edelle questioni pendenti. Va, però, evidenziato che questo importante strumento non è stato inserito tra le norme inderogabili dal regolamento. In futuro, sicuramente utile sarà listituzione del sito del condominio. Lassembleapotrà non solo deliberarne listituzione, ma anche prevedere quali documenti pubblicare. In questo modo sarà sempre possibile consultare ed estrarre copia m formato digitale dei documenti di maggior interesse. E.Ri.lamministratore deve fornire attestazione. In qualsiasi momento, quindi, è possibile avere unidea dellandamento della gestione condominiale senza dover necessariamente attendere il rendiconto annuale. Anche il rendicontocambia ve re. Oltre a tale consultazione, cia- La contabilità va sempre aggiornata Con la riforma si rafforza la trasparenza nel condominio. Innanzitutto ramministratore deve tenere il registro di contabilità nel quale vannoregistrati, in ordine cronologico, entro 30 giorni da quello delleffettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Lmosservanza di questo adempimento espone lammiRÛDUZIÛNE RISERVATA nistratore alla possIncarico complesso Allamministratore nuovi doveri di trasparenza e lonere di far rispettare ilregolamento anche con lirrogazione di penalità II controllo Lassemblea potrà decidere direalizzare il sito collettivo e definire quali documenti pubblicareIn quattro registri il «diario» comune Gli obblighi. Per il professionista il dovere della formazione In quattro registri il «diario» comune Edoardo Riccio Tra qualche anno il mercato non riserverà più spazio agli amministratori che svolgono laprofessione quale secondo (o terzo) lavoro, gestendo in semplicità, e senza approfondite competenze alcuni condomìni. Perché con la riforma lamministratore, di fatto, diviene a tutti gli effetti un professionista. Pur senza listituzione di unnuovo ordineo collegio, vengono previsti una serie di requisiti affinchè possa essere assunto lincarico. Sono richiesti requisiti di onorabilità (assenza di condanne per una serie specifica di reati, non essere interdetti, inabilitati o sottoposti amisure di prevenzione, non essere stati annotati In quattro registri il «diario» comune Edoardo Riccio Tra qualche anno il mercato non riserverà più spazio agli amministratori che svolgono la professione quale secondo (o terzo) lavoro,gestendo in semplicità, e senza approfondite competenze alcuni condomìni. Perché con la riforma lamministratore, di fatto, diviene a tutti gli effetti un professionista. Pur senza listituzione di un nuovo ordineo collegio, vengono previsti unaserie di requisiti affinchè possa essere assunto lincarico. Sono richiesti requisiti di onorabilità (assenza di condanne per una serie specifica di reati, non essere interdetti, inabilitati o sottoposti a misure d nellelenco dei protesti cambiari). Madi non secondaria importanza sono i requisiti di professionalità, che costituiranno sostanziale differenza tra il vecchio e il nuovo professionista disegnato dalla riforma. Non sarà solo necessario avere un diploma e avere frequentato un corsodi formazione iniziale, ma bisognerà anche svolgere attività di formazione periodica. Qjiesta sarà possibile attraverso la frequenza di convegni o corsi di specializzazione di grado avanzato rispetto a quello iniziale. Unica eccezioneallobbligo del diploma, del corso iniziale e della formazione è stata prevista qualora lamministratore sia nominato trai condomini dello stabile. Di rilevante importanza è an- prevenzione, non essere stati annotati In quattro registri il «diario»comune Edoardo Riccio Tra qualche anno il mercato non riserverà più spazio agli amministratori che svolgono la professione quale secondo (o terzo) lavoro, gestendo in semplicità, e senza approfondite competenze alcuni condomìni. Perchécon la riforma lamministratore, di fatto, diviene a tutti gli effetti un professionista. Pur senza listituzione di un nuovo ordineo collegio, vengono previsti una serie di requisiti affinchè possa essere assunto lincarico. Sono richiesti requisiti dionorabilità (assenza di condanne per una serie specifica di reati, non essere interdetti, inabilitati o sottoposti a misure d nelle i.com enco SU INTERNET Ancora accessibili le relazioni del Forum II Forum condominio, organizzatodalSole240reconla collaborazione delle associazioni degli amministratori e degli Ordini professionali, potrà essere rivisto su internet attraverso il sito internet del «Sole». Nella sezionead hoc si potrà accedere alle relazioni e agli interventi deipresidenti di categoria www.ilsole24ore.com/forumcondominio dei protesti cambiari). Ma di non secondaria importanza sono i requisiti di professionalità, che costituiranno sostanziale differenza tra il vecchio e il nuovo professionistadisegnato dalla riforma. Non sarà solo necessario avere un diploma e avere frequentato un corso di formazione iniziale, ma bisognerà anche svolgere attività di formazione periodica. Qjiesta sarà possibile attraverso la fre che la tenuta (e ilconseguente aggiornamento) di quattro registri in cui dovrà essere contenuta gran parte delle informazioni necessarie per una buona amministrazione: registro di contabilità, di anagrafe condominiale (contenente dati anagrafici e catastali),nomina e revoca amministratore e verbali ( lunico previsto anche prima della riforma). Il legislatore, poi, non ha trascurato il fatto che la normativa e Pinterpretazione giurisprudenziale sono in rapida e costante evoluzione. La legge 4/13, dipoco successiva a quella del condominio, assegna in materia una certa importanza alle associazioni per le professioni non regolamentate. uenza di convegni o corsi di specializzazione di grado avanzato rispetto a quello iniziale. Unicaeccezione allobbligo del diploma, del corso iniziale e della formazione è stata prevista qualora lamministratore sia nominato trai condomini dello stabile. Di rilevante importanza è an- prevenzione, non essere stati annotati In quattro registriil «diario» comune Edoardo Riccio Tra qualche anno il mercato non riserverà più spazio agli amministratori che svolgono la professione quale secondo (o terzo) lavoro, gestendo in semplicità, e senza approfondite competenze alcunicondomìni. Perché con la riforma lamministratore, di fatto, divie ©RIPRODUZIONE RISERVATA e a tutti gli effetti uLa contabilità va sempre aggiornata Entrate e uscite. Annotazione entro 30 giorni La contabilità va sempre aggiornata Con la riforma si rafforza la trasparenza nel condominio. Innanzitutto ramministratore deve tenere il registro dicontabilità nel quale vanno registrati, in ordine cronologico, entro 30 giorni da quello delleffettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Lmosservanza di questo adempimento espone lamministratore alla possibilità direvoca da parte dellautorità giudiziaria. Al momento di accettare lincarico, il professionista deve comunicare il luogo m cui il registro è conservato. A richiesta ogni interessato può prenderne gratuitamente visione e ottenere,previo rimborso della spesa, copia sottoscritta dallamministratore. Oltre a tale consultazione, cia- La contabilità va sempre aggiornata Con la riforma si rafforza la trasparenza nel condominio. Innanzitutto ramministratore devetenere il registro di contabilità nel quale vanno registrati, in ordine cronologico, entro 30 giorni da quello delleffettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Lmosservanza di questo adempimento esponelamministratore alla possibilità di revoca da parte dellautorità giudiziaria. Al momento di accettare lincarico, il professionista deve comunicare il luogo m cui il registro è conservato. A richiesta ogni interessato può prendernegratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia sottoscritta dallamministrat scun condomino potrà ottenere copia anche del rendiconto penodico riferito al conto corrente postale o bancario. Da qui devonotransitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio. Il controllo del condomino si estende anche allo stato dei pagamenti degli onericondommali e delle eventuali liti in corso, per le quali lamministratore deve fornire attestazione. In qualsiasi momento, quindi, è possibile avere unidea dellandamento della gestione condominiale senza dover necessariamenteattendere il rendiconto annuale. Anche il rendiconto cambia ve re. Oltre a tale consultazione, cia- La contabilità va sempre aggiornata Con la riforma si rafforza la trasparenza nel condominio. Innanzitutto ramministratore devetenere il registro di contabilità nel quale vanno registrati, in ordine cronologico, entro 30 giorni da quello delleffettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Lmosservanza di questo adempimento esponelamministratore alla possibilità di revoca da parte dellautorità giudiziaria. Al momento di accettare lincarico, il professionista deve comunicare il luogo m cui il registro è conservato. A richiesta ogni interessato può prendernegratuitamente vision il registro di contabilità Qui vanno registrati entro trenta giorni i movimenti Ogni interessato può prenderne visione gratuita ed estrarne copia Sul conto corrente Si devono far transitare tutte le somme, spese eincassi Si deve rilasciare attestazione dei pagamenti degli oneri condominali Cosa cè nel nuovo rendiconto Registro di contabilità Riepilogo finanziario Nota sintetica esplicativa della gestione con lindicazione anche dei rapportiin corso e delle questioni pendenti e ottenere, previo rimborso della spesa, copia sottoscritta dallamministrat scun condomino potrà ottenere copia anche del rendiconto penodico riferito al conto corrente postale o bancario. Da quidevono transitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio. Il controllo del condomino si estende anche allo stato dei pagamenti degli onericondommali e delle eventuali liti in corso, per le qual ste e sostanza. Oltre al registro descritto, si compone di un riepilogo finanziario e di una nota sintetica esplicativa della gestione con lindicazione anche dei rapporti m corso edelle questioni pendenti. Va, però, evidenziato che questo importante strumento non è stato inserito tra le norme inderogabili dal regolamento. In futuro, sicuramente utile sarà listituzione del sito del condominio. Lassembleapotrà non solo deliberarne listituzione, ma anche prevedere quali documenti pubblicare. In questo modo sarà sempre possibile consultare ed estrarre copia m formato digitale dei documenti di maggior interesse. E.Ri.lamministratore deve fornire attestazione. In qualsiasi momento, quindi, è possibile avere unidea dellandamento della gestione condominiale senza dover necessariamente attendere il rendiconto annuale. Anche il rendicontocambia ve re. Oltre a tale consultazione, cia- La contabilità va sempre aggiornata Con la riforma si rafforza la trasparenza nel condominio. Innanzitutto ramministratore deve tenere il registro di contabilità nel quale vannoregistrati, in ordine cronologico, entro 30 giorni da quello delleffettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Lmosservanza di questo adempimento espone lammiRÛDUZIÛNE RISERVATA nistratore alla possGiovedì23/05/201323/05/201323/05/201323/05/2013Estratto da pag. 1111Direttore ResponsabileRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoDiffusione Testata267.449267.449267.449267.449Ritagliostampaadusoesclusivointerno,nonriproducibile.Mondo immobiliare - Leggi e regolamenti Pag. 5
  6. 6. Per la manutenzione. La dote può essere alimentata gradualmente Nel fondo possono finire i risparmi II fondocondominiale rischia di dare la mazzata finale la settore edile: è previsto obbligatoriamente nel nuovo articolo1135 del Codice civile, dove, è stato inserito un punto 4) che prevede che lassemblea possa provvedere «alleopere di manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo speciale diimporto pari allammontare dei lavori». Il fondo obbligatorio è risultato particolarmente indigesto allAnce: peril presidente di Ance Liguria, Maurizio Senzioni, ci vuole una proroga perché «la norma, obiettivamenteispirata da condivisibili intenzioni, bloccherà di fatto i lavori in ambito condominiale, essendo assai gravoso perun condomino accantonare prima dellinizio dei lavori somme consistenti». Difficile negare questa sempliceverità, soprattutto in questo periodo in cui, al contrario, la morosità è in crescita e cala la propensione adeliberare lavori che implicano spese impegnative. Il fatto è, a ben guardare il testo della nuova norma, che nonè così chiaro quale sia in concreto ladempimento che viene richiesto. Stando alla lettera della norma, non èspecificato che il fondo debba essere costituito necessariamente prima dello svolgimento dei lavori per unimporto pari a quello previsto complessivamente per i lavori stessi. La legge, in sostanza, non vieta affatto cheil fondo venga via via alimentato con le forme che il con-La norma Lassemblea dei condomini provvede «alleoperedi manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo specialediimporto pari allammontaredei lavori» II fondo Lobbligo di accantonare in un fondo in anticipo tutte le sommerischia di non far partire ((cantiere La soluzione La via di uscita potrebbe essere neil utilizzo del fondo comeuna provvista di contabilità separata senza versamenti anticipati dominio ritenga più opportune, ma solo cheesista e che limporto che lo alimenta sia pari a quello dei lavori (si veda anche il Sole 24 Ore del 7 febbraioscorso). Il fatto che nel fondo affluiscano quindi le somme che i condomini versano in coerenza con il piano dipagamento, concordato con limpresa in base ai tempi di esecuzione dei lavori, è da ritenersi in linea con laprevisione normativa. Ma lo stesso Salvatore Torrisi, uno dei "padri" della riforma ieri presente al forum, haribadito che la norma potrebbe essere rivista, come richiesto dalla bozza di Ddl presentata dal Sole 24 Ore conle associazioni (si veda a pagina 2). Sa.Fo. Fra. P. ©RIPRODUZIONE RISERVATALe novità principali I punti qualificanti della legge 220/2012 in vigore dal18 giugno l 2 3 Lamministratore dovrà avere un diploma delle superiori, lapolizza Re professionale e aver seguito un corso di formazione iniziale equelli periodici. Ma, se ha già svolto questa funzione per almeno un annonellultimo triennio, potrà fare a meno di diploma e corso di formazioneiniziale. Se poi è uno dei condòmini, evita anche la Re professionale e laformazione periodica Per decidere linstallazione di impianti (sullinteroedificio) di fonti rinnovabili, ricezione televisiva, videosorveglianza o perqualu nque flusso informativo, occorre il consenso della maggioranzadegliintervenuti allassemblea, con almeno 500 millesimi. Gli impiantiindividuali sono sempre leciti, salvo il «decoro architettonico» Sancito perlegge il diritto al «distacco» dal riscaldamento centralizzato, ma solo se nonemergono notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per glialtri condomini. Non sarà più possibile vietare la detenzione di animalidomestici con i regolamenti condominiali assembleaPer la manutenzione. La dote può essere alimentata gradualmente Nel fondo possono finire i risparmi II fondocondominiale rischia di dare la mazzata finale la settore edile: è previsto obbligatoriamente nel nuovo articolo1135 del Codice civile, dove, è stato inserito un punto 4) che prevede che lassemblea possa provvedere «alleopere di manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo speciale diimporto pari allammontare dei lavori». Il fondo obbligatorio è risultato particolarmente indigesto allAnce: peril presidente di Ance Liguria, Maurizio Senzioni, ci vuole una proroga perché «la norma, obiettivamenteispirata da condivisibili intenzioni, bloccherà di fatto i lavori in ambito condominiale, essendo assai gravoso perun condomino accantonare prima dellinizio dei lavori somme consistenti». Difficile negare questa sempliceverità, soprattutto in questo periodo in cui, al contrario, la morosità è in crescita e cala la propensione adeliberare lavori che implicano spese impegnative. Il fatto è, a ben guardare il testo della nuova norma, che nonè così chiaro quale sia in concreto ladempimento che viene richiesto. Stando alla lettera della norma, non èspecificato che il fondo debba essere costituito necessariamente prima dello svolgimento dei lavori per unimporto pari a quello previsto complessivamente per i lavori stessi. La legge, in sostanza, non vieta affatto cheil fondo venga via via alimentato con le forme che il con-La norma Lassemblea dei condomini provvede «alleoperedi manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo specialediimporto pari allammontaredei lavori» II fondo Lobbligo di accantonare in un fondo in anticipo tutte le sommerischia di non far partire ((cantiere La soluzione La via di uscita potrebbe essere neil utilizzo del fondo comeuna provvista di contabilità separata senza versamenti anticipati dominio ritenga più opportune, ma solo cheesista e che limporto che lo alimenta sia pari a quello dei lavori (si veda anche il Sole 24 Ore del 7 febbraioscorso). Il fatto che nel fondo affluiscano quindi le somme che i condomini versano in coerenza con il piano dipagamento, concordato con limpresa in base ai tempi di esecuzione dei lavori, è da ritenersi in linea con laprevisione normativa. Ma lo stesso Salvatore Torrisi, uno dei "padri" della riforma ieri presente al forum, haribadito che la norma potrebbe essere rivista, come richiesto dalla bozza di Ddl presentata dal Sole 24 Ore conle associazioni (si veda a pagina 2). Sa.Fo. Fra. P. ©RIPRODUZIONE RISERVATALe novità principali I punti qualificanti della legge 220/2012 in vigore dal18 giugno l 2 3 Lamministratore dovrà avere un diploma delle superiori, lapolizza Re professionale e aver seguito un corso di formazione iniziale equelli periodici. Ma, se ha già svolto questa funzione per almeno un annonellultimo triennio, potrà fare a meno di diploma e corso di formazioneiniziale. Se poi è uno dei condòmini, evita anche la Re professionale e laformazione periodica Per decidere linstallazione di impianti (sullinteroedificio) di fonti rinnovabili, ricezione televisiva, videosorveglianza o perqualu nque flusso informativo, occorre il consenso della maggioranzadegliintervenuti allassemblea, con almeno 500 millesimi. Gli impiantiindividuali sono sempre leciti, salvo il «decoro architettonico» Sancito perlegge il diritto al «distacco» dal riscaldamento centralizzato, ma solo se nonemergono notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per glialtri condomini. Non sarà più possibile vietare la detenzione di animalidomestici con i regolamenti condominiali assembleaGiovedì23/05/201323/05/201323/05/201323/05/2013Estratto da pag. 1111Direttore ResponsabileRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoDiffusione Testata267.449267.449267.449267.449Ritagliostampaadusoesclusivointerno,nonriproducibile.Mondo immobiliare - Leggi e regolamenti Pag. 6
  7. 7. 5 Per lassemblea in seconda convocazione ora civogliono almeno un terzodei condomini e deimillesimi, mentre prima questo minimo era richiestosolo perledelibere.Leimpugnazioni delle deliberepossono essere fatte solodai condomini assenti,dissenzienti o astenuti. Lassemblea può essereconvocata anche nei giorni di feste religiose 6 7 Lapossibilità di «modificare» la destinazione duso delleparti comuni è una delle novità principali e apre lastrada allinsta llazionediimpianti di cogenerazionenei locali comuni. Ci vorrà l80% dei condòmini e deimillesimi. È il risultato di una mediazione sul testooriginario del ODI, che prevedeva la possibilità dicessione dei beni comuni Tra i nuovi obblighidellamministratore cè q uello di chiedere il decretoingiuntivo peri morosi, entro sei mesi dal consuntivoin cui sia indicata la spesa, e di redigere unacontabilità trasparente, con registrodi contabilità,riepilogo finanziarioe nota esplicativa della gestione.I condòmini potranno verificarei giustificativi dispesa in ogni Per scale e ascensori viene fissata unavolta per tutte la suddivisione delle spese: saràcalcolata solo per metà in base al valore millesimalee per laltra metà esclusivamente in base al piano incui si abita (e non più, come spesso avviene oggi, conaltri criteri fantasiosi). La conseguenza immediatasarà la cessazione di molti contenziosiGiovedì23/05/201323/05/201323/05/201323/05/2013Estratto da pag. 1111Direttore ResponsabileRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoRoberto NapoletanoDiffusione Testata267.449267.449267.449267.449Ritagliostampaadusoesclusivointerno,nonriproducibile.Mondo immobiliare - Leggi e regolamenti Pag. 7

×