Infermieristica Disabilità Informatica - Tech vs Digital Divide

751 views

Published on

Tecnologie innovative per promuove l’accettazione dinamica delle barriere digitali

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
751
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Infermieristica Disabilità Informatica - Tech vs Digital Divide

  1. 1. Infermieristica Disabilità Informatica Tech vs Digital Divide Tecnologie innovative per promuove l’accettazione dinamica delle barriere digitali Roberto Mancin - Dipartimento di Pediatria Salus Pueri Centro d’Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità, la Riabilitazione e l’Integrazione Corso di Laurea Triennale in Infermieristica
  2. 2. Slide on-line www.pediatria.unipd.it Dipartimento Servizi di supporto Servizio informatico Informatica pediatrica
  3. 3. <ul><li>… responsabile del processo di assistenza che si realizza attraverso interventi specifici, autonomi e complementari di natura: </li></ul><ul><ul><li>intellettuale, </li></ul></ul><ul><ul><li>*tecnico-scientifica* , </li></ul></ul><ul><ul><li>gestionale, </li></ul></ul><ul><ul><li>relazionale, </li></ul></ul><ul><ul><li>educativa. </li></ul></ul><ul><li>Le principali competenze e attività dell'infermiere riguardano dunque: </li></ul><ul><ul><li>*l'assistenza ai malati e ai disabili di tutte le età*, </li></ul></ul><ul><ul><li>la prevenzione delle malattie, </li></ul></ul><ul><ul><li>l'educazione sanitaria. </li></ul></ul>L'infermiere è il professionista sanitario … Da it.wikipedia.org/wiki/Infermiere
  4. 4. <ul><li>Il processo di assistenza consiste nella presa in carico dell'individuo che presenti un bisogno di salute ; possiede le seguenti caratteristiche: </li></ul><ul><ul><li>è un modello logico e si basa sulla metodologia scientifica del problem-solving </li></ul></ul><ul><ul><li>è ordinato e sistematico; </li></ul></ul><ul><ul><li>è interdipendente (team work); </li></ul></ul><ul><ul><li>offre assistenza individualizzata; </li></ul></ul><ul><ul><li>* è centrato sul paziente e sui suoi punti di forza;* </li></ul></ul><ul><ul><li>il suo uso è appropriato in tutto l'arco della vita; </li></ul></ul><ul><ul><li>può essere usato in tutti gli ambienti. </li></ul></ul><ul><li>Il processo d'assistenza ha come importanza: </li></ul><ul><ul><li>*Promuove la collaborazione* tra le varie discipline e figure professionali, </li></ul></ul><ul><ul><li>* Incoraggia la partecipazione del paziente e promuove la sua autonomia,* </li></ul></ul><ul><ul><li>Spiega agli altri le funzioni di un infermiere, </li></ul></ul><ul><ul><li>Promuove l'assistenza personalizzata, </li></ul></ul><ul><ul><li>* È efficiente* (miglior rapporto costo-beneficio). </li></ul></ul><ul><ul><li>* È efficace* (qualità prestazione sanitaria oggettiva e soggettiva) </li></ul></ul>… responsabile del processo di assistenza Da it.wikipedia.org/wiki/Infermiere
  5. 5. <ul><li>Il processo di assistenza </li></ul><ul><li>centrato sui punti di forza (logica ICF) </li></ul><ul><li>dei clienti del servizio infermieristico </li></ul><ul><li>promuove e incoraggia: </li></ul><ul><ul><li>accettazione dinamica del “Digital Divide” </li></ul></ul><ul><ul><li>conseguente efficace superamento </li></ul></ul><ul><li>in ogni età </li></ul><ul><li>attraverso tecnologie di qualità </li></ul>Sommario
  6. 6. 1 Il processo di assistenza infermieristica
  7. 7. <ul><li>1 Processo di assistenza infermieristica </li></ul><ul><ul><li>1.1 Efficiente (automatizzata costi/benefici) </li></ul></ul><ul><ul><li>1.2 Efficace (qualità) </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>1.2.1 oggettiva (medico-scientifica) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>1.2.2 soggettiva percepita </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>1.2.2.1 Implicita o attesa (pulizia, pasti caldi) </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>1.2.2.2 Esplicita (richieste) </li></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><li>1.2.2.3 Latente (attenzione, reciprocità, empatia) </li></ul></ul></ul></ul><ul><li>N.B. Un assistenza infermieristica non efficiente comporta non di rado l'impoverimento della competenza professionale dell'infermiere e la sua sostituzione con personale meno qualificato. </li></ul>Il processo di assistenza infermieristica
  8. 8. 2 Centrato sui punti di forza (Logica ICF)
  9. 9. <ul><li>L' ICF è la classificazione del funzionamento, disabilità e della salute, adottata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) il 22 maggio 2001. </li></ul><ul><li>La classificazione ICF completa la classificazione ICD-10 che contiene informazioni sulla diagnosi e sulle cause delle malattie. </li></ul><ul><li>L'ICD-10 e l'ICF usati in modo complementare forniscono un quadro globale della malattia e del funzionamento dell'individuo. </li></ul><ul><li>Il funzionamento e la disabilità sono viste come una complessa interazione tra le condizioni di salute dell'individuo e l'interazione con i fattori ambientali e personali. </li></ul>ICF International Classification of Functioning, Disability and Health Da http://it.wikipedia.org/wiki/International_Classification_of_Functioning,_Disability_and_Health
  10. 10. <ul><li>L'ICF è strutturato in 4 principali componenti: </li></ul><ul><ul><li>Funzioni corporee (funzioni mentali, sensoriali, motorie, genitourinarie, …) </li></ul></ul><ul><ul><li>Strutture corporee (sistema nervoso, occhio, orecchio, muscolatura, …) </li></ul></ul><ul><ul><li>Attività (attività e partecipazione in relazione a capacità e performance) </li></ul></ul><ul><ul><li>Fattori ambientali (supporto, servizi, politiche, relazioni, tecnologie) </li></ul></ul><ul><li>La classificazione utilizza questi 4 spazi come dinamici e in interazione, non come statici. </li></ul><ul><li>L’ICF è uno strumento usato dal 2001 soprattutto da chi lavora nel campo della disabilità (psicologi, legislatori, ass. sociali, ..) </li></ul><ul><li>Essendo la disabilità è un'interazione con l'ambiente , l'L'ICF è applicabile da tutti a tutte le persone </li></ul>ICF International Classification of Functioning, Disability and Health Da http://it.wikipedia.org/wiki/International_Classification_of_Functioning,_Disability_and_Health
  11. 11. <ul><li>“ Quei cittadini infelici e minorati che la natura ha creato diversi e dipendenti dagli altri: handicappati, non vedenti, sordomuti… il cui recupero è oggi affidato in prevalenza ad uomini e donne di buona volontà.” da una mozione presentata il 21 aprile 1994 in Senato </li></ul><ul><li>Il processo di assistenza infermieristica si deve attuare secondo un approccio globale, che prenda in considerazione la persona con le sue abilità, il contesto e le sue dinamiche, le funzioni attese e i fattori ambientali </li></ul><ul><li>Questo si sposa quindi con le dimensioni che ICF definisce come &quot;attività&quot; e &quot;partecipazione&quot;, esplorate in rapporto al contesto sociale, culturale ed economico in cui si colloca la persona. </li></ul><ul><li>Il tutto nella logica di un intervento adeguatamente evolutivo e modulabile. </li></ul>Centrata sui punti di forza
  12. 12. 3 Dei clienti/utenti con disabilità o momentaneamente abili (TAB temporaly abled bodied) dei servizi infermieristici
  13. 13. <ul><li>Deprecabile + handicappato, disabile, orbo, sordomuto, mongoloide, psico-nano </li></ul><ul><li>Deprecabile paziente confinato o ridotto su una sedia a rotelle </li></ul><ul><li>Deprecabile paziente portatore di disabilità o handicap </li></ul><ul><li>Deprecabile paziente diversamente abile o diversabile </li></ul><ul><li>Tollerabile paziente disabile </li></ul><ul><li>Universale persona con disabilità (with a disability) </li></ul><ul><li>ICF OK persona con una ridotta funzionalità delle strutture corporee collegate alla deambulazione </li></ul>Centrata sui punti di forza
  14. 14. <ul><li>4 </li></ul><ul><li>promuove e incoraggia </li></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>autonomia e partecipazione attiva </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>pronta accettazione delle barriere </li></ul></ul></ul></ul></ul>
  15. 15. <ul><li>Vinton Gray Cerf nasce il 23 giugno del 1943 a New Haven, nello stato del Connecticut. In realtà sarebbe dovuto nascere alla fine di Luglio ma già alla nascita Vint si dimostrò un grande anticipatore. </li></ul><ul><li>E' probabile che tanta fretta di nascere e le conseguenti 6 settimane trascorse in incubatrice gli abbiano danneggiato l'udito tanto che a 13 anni inizia ad utilizzare degli apparecchi acustici per curare la sua sordità. </li></ul><ul><li>Nel 1972 finisce il dottorato presso il dipartimento di informatica dell'Universita di California ma continua a lavorare al progetto ARPAnet ed a collaborare con Robert Khan e sarà con lui che nel 1974 pubblica un articolo &quot;storico&quot; dal titolo &quot;A Protocol for Packet Network Intercommunication&quot;, nel quale veniva specificato un protocollo estremamente innovativo - denominato Transmission-Control Protocol (TCP). Per chi non lo sapesse la suite di protocolli TCP/IP ancora oggi permette ad Internet di funzionare e per questo Cerf e Khan sono chiamati &quot; i padri di Internet &quot; </li></ul>Pronto ed efficace superamento
  16. 16. <ul><li>Da http://it.wikipedia.org/wiki/Digital_divide </li></ul><ul><li>Il digital divide è il divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell'informazione (in particolare personal computer e internet) e chi ne è escluso, in modo parziale o totale. I motivi di esclusione comprendono diverse variabili: condizioni economiche, livello d'istruzione, qualità delle infrastrutture, differenze di età o di sesso, appartenenza a diversi gruppi etnici, provenienza geografica. </li></ul>accettazione dinamica del “digital divide”
  17. 17. 5 in ogni età
  18. 18. In ogni età Ieri: SOLO se adulti e sani Età % Normalità
  19. 19. Età In ogni età Oggi: quasi per tutti (universis) % Normalità
  20. 20. Età In ogni età Domani: (universis) per tutti % Normalità
  21. 21. 6 Attraverso tecnologie Innovative e di qualità
  22. 22. Tecnologie per la comunicazione di qualità con “chi poco si muove”
  23. 23. Tu sei libero di riprodurre, distribuire, esporre in pubblico quest'opera; alle seguenti condizioni: BY - Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera. NC - Non commerciale. Non puoi usare quest'opera per fini commerciali. SA - Condividi nello stesso modo. Se alteri o trasformi quest’opera usa una licenza identica o equivalente. Licenza di utilizzo CC- BY-NC-SA
  24. 24. Tu sei libero di non seguire questi consigli nel creare contenuti digitali; alle seguenti condizioni: Spreco . Creare oggetti intrinsecamente accessibili evita costosi adeguamenti. Miopia . Ogni “normodotato” è abile solo temporaneamente e relativamente. Inciviltà . Violazione legge 4/2004 e standard internazionali ISO/W3C Licenza di *non* utilizzo
  25. 25. con l’accetta (se serve) Buona Accettazione www.pediatria.unipd.it Dipartimento Servizi di supporto Servizio informatico Informatica pediatrica

×