Eclipse and Java

1,466 views

Published on

Introduzione a Eclipse

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,466
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
35
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Eclipse and Java

  1. 1. ECLIPSE IDEFelice Pescatore
  2. 2. IDE?• IDE sta per Integrated Development Environment• Esistono IDE pensati per ambiti specifici • BlueJ, DrJava sono pensati come ambienti per l’insegnamento • Enfatizzano la semplicità di utilizzo essendo rivolti a principianti • Minimizzano la curva di apprendimento per consentire ai discenti di concentrarsi sullo studio del linguaggio • Eclipse, JBuilder, NetBeans, Visual Studio sono tool di sviluppo (e progettazione) professionali • Supportano necessità professionali • Richiesto una fase di apprendimento decisamente più lunga, cosa che però verrà ripagata dal punto di vista operativo 2
  3. 3. Un ampio ecosistema
  4. 4. Eclipse
  5. 5. Eclipse• Eclipse è un IDE multilinguaggio e multipiattaforma scritto in Java.• E’ Open Source.• Può essere adattato alle esigenze più varie semplicemente aggiungendo un plug-in.• Eclipse è scaricabile allindirizzo www.eclipse.org
  6. 6. Eclipse: primo avvio• Eclipse non necessita di installazione• Per avviare eclipse è sufficiente eseguire eclipse.exe• E disponibile per i sistemi operativi più diffusi (Windows, Linux, Mac ...)
  7. 7. Eclipse: Workbench (banco di lavoro) Menu bar Text Tool bar editor Perspective and Fast View bar Outline view Resource Navigator view Bookmarks Properties view view Message Editor area Status Stacked Tasks area views view
  8. 8. Eclipse: Workbench, viste (1)Outline View:mostra i metodiimplementati e le variabiledefinite.Package Explorer View:mostra i progetti delworkspace, le relativeclassi e i package
  9. 9. Eclipse: Workbench, viste (2) Navigator View: mostra i progetti e tutti i file appartenenti ad essi
  10. 10. Eclipse: PerspectivesL’interfaccia grafica di Eclipse è organizzata aperspectives.Le perspectives non sono altro che dei raggruppamenti difunzionalità dell’IDE, fatti in base ad una specificaoperazione di sviluppo.La Java perspective ad esempioriunisce strumenti di stesura eorganizzazione del codice mentrela Debug perspective forniscestrumenti in fase di debug.
  11. 11. Eclipse: Help
  12. 12. Eclipse: Java Development Tools • JDT = Java Development Tools • Stato dell’Arte nello sviluppo di ambienti per Java • Realizzati al top della piattaforma Eclipse • come plug-in di Eclipse • utilizzando le API per l’estensione di Eclipse • Inclusi nel progetto Eclipse Project • installabile come feautures separata • parte dell’Eclipse SDK
  13. 13. Eclipse e Java • Messaggi di errore significativi • Genera codice eseguibile anche in presenza di errori • Compilazione (incrementale) automatica • Alte performance • Gestione di grandi progetti • Check della sintassi • Analisi delle strutture all’intero dei file di codice • Risoluzione dei nomi • Help contestualizzato • Refactoring • Ricerca
  14. 14. Eclipse e Java: path • Eclipse allavvio cerca la JVM del sistema e setta il Path di default in base a questa, quindi non è necessario impostare alcun Path per iniziare a lavorare. • Se un progetto dovesse utilizzare una versione di JVM diversa da quella di default è necessario modificare il Path di quel progetto.
  15. 15. Eclipse e Java: path (2) • Per settare il Path di un progetto cliccare su Nome_Progetto -> Properties nella vista Package Explorer o in quella Navigator. • Nel menu di sinistra scegliere Java Build Path e nella scheda Libraries cliccare su Add Librarie. • Nella schermata Add Librarie cliccare su JRE System Librarie e selezionare dove si trova la JVM desiderata (cartella /jre)
  16. 16. Eclipse e Java: classpath • Per settare il Classpath di un progetto cliccare su Nome_Progetto->Properties nella vista Package explorer o in quella Navigator. • Nel menù di sinistra scegliere Java Build Path e nella scheda Libraries si possono aggiungere nel classpath file jar, intere directory, ecc…
  17. 17. Eclipse e Java: classpath (2)
  18. 18. Eclipse e Java: area di lavoro Vista principale basata sui file di progetto Java project package class field method Java editor
  19. 19. Eclipse e Java: area di lavoro (2) Gestione ad albero della gerarchie TypehierarchySelected type’smembers
  20. 20. Eclipse e Java: area di lavoro (3) Ricerca di elementi Java • Per dichiarazione o reference • Inclusione delle librerie e/o di altri progetti Hits flagged in margin of editor All search results
  21. 21. Eclipse e Java: inline javaDoc Evidenziando un elemento viene visualizzato il relativo javadoc
  22. 22. Eclipse e Java: auto-completamento Completamento automatico dei metodiList of plausible methods Doc for method
  23. 23. Eclipse e Java: errori sintattici Gli errori sintattici vengono evidenziati e viene proposta una alternativaClickto seefixes Problem Preview Quick fixes
  24. 24. Eclipse e Java: code template Suggerimento di pezzi di codice standardStatement template Preview
  25. 25. Eclipse e Java: stub Grazie all’editor è possibile creare automaticamente gli stub dei metodiMethod stub insertion for anonymous inner types Method stub insertion for inherited methods
  26. 26. Eclipse e Java: best practice Suggerimenti per la scrittura di codice ben strutturato Variable name suggestion JavaDoc code assistArgument hints andproposed argumentnames
  27. 27. Eclipse e Java: altre caratteristiche • Local method history • Code formatter • Source code for binary libraries • Built-in refactoring
  28. 28. Eclipse e Java: nuovo progetto• Cliccare su File -> New -> Project…• Scegliere Java Project.• Nella finestra New Java Project dare un nome al progetto e cliccare su «Finish».
  29. 29. Eclipse e Java: nuova classe• Per creare una nuova classe fare click con il tasto destro su un package nella vista• Package Explorer o Navigator, poi scegliere New -> Class.
  30. 30. Eclipse e Java: nuova classe (2)• Digitare il nome della nuova classe.• Scegliere leventuale package della classe.• Scegliere gli attributi della classe (public, private...)
  31. 31. Eclipse e Java: nuova classe (3)La nuova classe appare nella vista sulla sinistra e l’editormostra il suo codice generato.
  32. 32. Eclipse e Java: esecuzione• Per eseguire il progetto corrente, cliccare sul menù “Run” e scegliere “Run…”• Nella finestra Run Configuration Manager creare una nuova Run configuration e dargli un nome. New Run Configuration
  33. 33. Eclipse e Java: esecuzione (2)• Nel Run Configuration Manager scegliere a quale progetto si riferisce la nuova configurazione ed in quale classe si trova il main. Infine cliccare su Run
  34. 34. Eclipse e Java: esecuzione (3)Se il metodo main daeseguire richiede deiparametri questi possonoessere settati al momentodella creazione dellaConfigurazione di Runnella scheda Arguments.
  35. 35. Eclipse e Java: esecuzione (4)Per rieseguire l’ultimaconfigurazione è sufficientepremere Ctrl + F11.Le configurazioni createpossono essere richiamatedal menù “Run”
  36. 36. Eclipse e Java: debug• Non è molto diverso rispetto all’esecuzione… occorre cliccare sul menù Run e scegliere Debug…• In debug scegliere una configurazione già esistente e procedere con il Debug.
  37. 37. Eclipse e Java: debug (2)L’operazione di debug avviene nella perspectivedebug.
  38. 38. Eclipse e Java: debug (3)• Dall’editor possiamo inserire i breakpoint per il debug, basta fare doppio click a bordo riga.• Dal configurations manager possiamo scegliere se fermare il debug all’inizio del metodo main.
  39. 39. Eclipse e Java: debug (4)• Dalla debug perspective possiamo vedere (e modificare) i valori di variabili ed espressioni.Es: nel codice ho unavariabile intera chiamata idi valore 10. Posso vedere emodificare il valore
  40. 40. Eclipse e Java: export• E possibile esportare lintero progetto con un file jar cliccando sul nome del progetto nella vista Package Explorer e scegliendo Export.• Nella finestra seguente scegliere Java- >Jar, quindi specificarne la configurazione.
  41. 41. Eclipse e Java: export (2)• Per creare la documentazione (javadoc) del progetto cliccare sul nome del progetto nella vista Package Explorer e scegliere Export.• Nella schermata successiva scegliere Java->Javadoc e seguire il wizard.
  42. 42. Eclipse e Java: refactoringTramite il refactoring è possibile riorganizzare il codice • incoraggia l’esplorazione del codice stesso • favorisce la scrittura di codice di qualità, permettendo di migliorare il codice scadente
  43. 43. Eclipse e Java: refactoring (2)Prima di completare il refactoring è possibile compararele modifiche e confermarlo selettivamente List of changes “before” vs. “after”
  44. 44. Eclipse e Java: refactoring (3) • Tipiche attività di refactoring o Organizzare gli «import» o Rename {field, method, class, package} o Spostamento {field, method, class} o Estrazione di un metodo o Estrazione di una variabile locale o Definizione inline di una variabile locale o Riordinare i parametri di un metodo

×