Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Value Focused Team: road to DevOps

139 views

Published on

Vediamo come un'azienda che cresce deve continuare a tenere i propri team orientati al valore e costruire così le fondamenta di un'Enterprise Agility

  • Be the first to comment

Value Focused Team: road to DevOps

  1. 1. VALUE FOCUS TEAM road to DevOps Felice Pescatore DevOps@Work 2018 23 Marzo 2018, Roma
  2. 2. GRAZIE AGLI SPONSOR
  3. 3. THE BIG-BANG GROWING DILEMMA Immaginate un’azienda che passa rapidamente da una manciata di team a diverse decine, dislocati in nazioni differenti e impegnati nella realizzazione del sistema di supporto al business primario.
  4. 4. SIZE: 2 – 3 TEAMS Caratteristiche • Visione complessiva • I Team lavorano sui propri obiettivi • Comunicazione diretta • Collaborazione relativamente facile • Supporto • Tool a supporto… tanto quanto basta • Allineamento e improvement
  5. 5. SIZE: 4 – 10 TEAM GROUP Caratteristiche • I Team hanno maggiore difficoltà ad avere una visione complessiva • Si creano sotto-gruppi • Aumentano le strutture di coordinamento e controllo • Separazione fisica • I tool digitali cominciano a formalizzare un processo
  6. 6. SIZE: 11 – 20 TEAM Caratteristiche • Visione complessiva frammentata • Separazione fisica accentuata • Si rafforzano le strutture di coordinamento e controllo • I Tool digitali sono sempre più vincolanti
  7. 7. SIZE: MORE THAN 20 TEAMS Caratteristiche • Perdita della visione complessiva • Team separati fisicamente, sia geograficamente che localmente • Si moltiplicano le strutture di coordinamento e controllo • I Tool digitali prendono il sopravvento • Entrano in gioco differenze culturali • Il fuso orario gioca brutti scherzi GEO REGION
  8. 8. NEEDS SIAMO ANCORA AGILI? COME POSSIAMO SUPPORTARE L’ORGANIZZAZIONE NELLA CRESCITA?
  9. 9. TANTE OPZIONI DISPONIBILI!
  10. 10. DOBBIAMO TROVARE LA NOSTRA STRADA Ragionare a livello enterprise, mixando tool, approcci, tecniche, tecnologie e quanto necessario per essere reattivi rispetto al mercato
  11. 11. AGILE FLUENCY
  12. 12. FOCUSING
  13. 13. FOCUSING OBIETTIVI • Delivery di Valore in cicli brevi • Eccellenza Tecnico/Tecnologica • Visione condivisa di progetto • Team-Level improvement • Pratiche
  14. 14. TOOLS
  15. 15. QUALI DIFFICOLTA’ PERSISTONO I team acquisiscono autonomia, ma hanno solo la visione locale di quanto succede…. … e nel frattempo ci siamo anche persi il management per strada!
  16. 16. COSA SERVIREBBE? Un approccio che metta in comunicazione i diversi team, facendoli collaborare in chiave agile e dualmente riduca la distanza con il (middle) management. …. proviamo a «scalare»
  17. 17. DELIVERING
  18. 18. DELIVERING OBIETTIVI • Allineamento e Sincronizzazione • Integrazione di Prodotti e Soluzioni complesse • Visione condivisa • Roadmap, Planning e gestione delle Dipendenze • Collaborazione con altre arre TEAMS PROGRAM PORTFOLIO ENTERPRISE
  19. 19. GOAL I team hanno una visione più robusta di quanto realizzare, condividendo un unico Product Backlog che poi viene diviso in differenti Team Backlog, alimentato durante eventi di release planning.
  20. 20. TOOLS Agile Engineering Fluency arlobelshee
  21. 21. QUALI DIFFICOLTA’ PERSISTONO L’approccio funziona bene quando la crescita impatta direttamente team agili co-localizzati, cosa succede se lo scaling si sposta verso altri fattori come la dislocazione geografica o la collaborazione con specialist team?
  22. 22. FATTORI DI SCALING
  23. 23. COSA SERVIREBBE? Spostare l’attenzione su tutte le Persone, Attività e Risorse impegnate nella realizzazione del Prodotto e nella creazione di un Servizio consumabile FOCUS ON VALUE STREAM
  24. 24. OPTIMIZING
  25. 25. OPTIMIZING Finance HR Management PortfolioMarketingSupport OBIETTIVI SINGOLO STREAM • Rilascio Continuo di Valore (Continuous Delivery) • Collaborazione end-to-end • Minimum Viable Product (MVP) • Orientato al Business • Feedback rapidi dal mercato
  26. 26. OPTIMIZING MULTIPLE PIPELINES: OFFERING OBIETTIVI MULTI STREAM • Value Stream indipendenti • Fattorizzare gli elementi comuni • Gestione dinamica del Portfolio • Governance/Funding di Portfolio • KPI orientati al Valore e non al Costo
  27. 27. AGILE & AGILITY AGILITYAGILE Rispondere in modo Rapido, Efficace ed Adattativo ai cambiamenti di contesto in modo produttivo e sostenibile Mindset basato su Valori, guidato dai Principi, ed espresso nelle Pratiche, focalizzato sul valore della delivery e sulla riduzione dei rischi Processes Technics
  28. 28. GOAL Il flusso di lavoro è organizzato in funzione del mercato, rispondendo in modo sinergico ai cambiamenti. L’approccio è fortemente Lean oriented, ottimizzazione del flusso, e i team Specialist cominciano a sgretolarsi in favore di un modello di delega che mette i team Agili rende al centro di una costellazione produttiva.
  29. 29. QUALI DIFFICOLTA’ PERSISTONO L’integrazione in chiave di Delivery sposta il focus verso l’esterno, lasciando alcune inefficienze attinenti i livelli organizzativi che sono ancora solo parzialmente interessati.
  30. 30. COSA SERVIREBBE? Una visione informativa complessiva che porti l’azienda a gestire i rischi e le sfide attraverso un mindset Agile e Lean che promuova una Cultura olistica orientata all’apprendimento e all’innovazione. …. accettiamo la complessità e muoviamoci in modo adattativo
  31. 31. STRENGTHENING
  32. 32. ENTERPRISE AGILITY BUSINESS AGILITY Adaptive and Servant Leadership Beyond Budgeting Agile Organization Design PROCESS AGILITY Scrum, Kanban Disciplined Agile, SAFe Lean Six Sigma TECHNICAL AGILITY XP, TDD, DevOps Beyond Budgeting Agile Accounting Practices Based on a work of Evan Leybourn adattarsi rapidamente ai cambiamenti di mercato, innovando costantemente orientare le proprie risorse in funzione degli obiettivi da raggiungere utilizzare pratiche orientate alla qualità e alla creazione di valore Plasmare, Guidare e Gestire organizzazioni con un mindset Agile e Lean, promuovendo una Cultura olistica orientata all’apprendimento e all’innovazione.
  33. 33. NOT TOOLS…ENABLERS EQUILIBRIO (BALANCE) ADATTABILITA’ (ADAPTABILITY) FLESSIBILITA’ (FLEXIBILITY)
  34. 34. CONSIDERAZIONI FINALI • Aiutare l’azienda nella crescita attraverso un percorso chiaro e trasparente • Sfruttare sempre le eccellenze nei diversi ambiti • Essere pronti a rimettersi in gioco • Non dimenticare mai i 3 fattori fondamentali per il cambiamento: Sponsorship, Budget e Tempo
  35. 35. ORA TOCCA A VOI: FEEDBACK… THE SECOND WAY :-) Feedback! http://bit.ly/DOAW18-Storiesff
  36. 36. felicepescatore.it @felicepescatore Felice Pescatore - Disciplined Agile Italy Felice Pescatore Software Engineer Agile Business Coach ABOUT ME advisory council member Consortium Getlatestversion.it
  37. 37. MORE
  38. 38. AGILE JUMP STARTAGILE JUMP START

×