21 ricettivo

774 views
667 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
774
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

21 ricettivo

  1. 1. GLI ESERCIZI RICETTIVI Giorgio Castoldi
  2. 2. GLI ESERCIZI RICETTIVI Le strutture ricettive sono gli edifici e gli spazi destinati al pernottamento e al soggiorno dei turisti. Possono essere: Strutture Strutture extralberghiere: ricettive non Strutture residenze turistico- convenzionali ricettive senza Strutture alberghiere, scopo di lucro: : alberghiere: campeggi, villaggi ostelli per la bed & alberghi, turistici, alloggi gioventù, breakfast motel, agrituristici, case villaggi affittacamere, case e per ferie, albergo appartamenti per rifugi alpini vacanze, rifugi alpini
  3. 3. GLI ESERCIZI ALBERGHIERI Motel VillaggiAlberghi albergo
  4. 4. IL GRANDEALBERGO Stile, tradizione, grande qualità del servizio
  5. 5. L’ALBERGOGRANDE Grande solo nelle dimensioni.
  6. 6. GLI ALBERGHI PIÙ GRANDI DEL MONDO Hotel Località Numero camereFirst World hotel Genting Highlands (Malaysia) 6.188MGM Grand Las Vegas (USA) 5.044Luxor Las Vegas (USA) 4.408Mandalay Bay Las Vegas (USA) 4.332Ambassador City Jomtien Pattaya (Thailandia) 4.239Venetian Las Vegas (USA) 4.027Excalibur Las Vegas (USA) 4.008Bellagio Las Vegas (USA) 3.933Circus Circus Las Vegas (USA) 3.773Flamingo Las Vegas (USA) 3.565 Fonte: Travelblog.it
  7. 7. ESERCIZI ALBERGHIERI Almeno 7 Un bagno camere ogni dieci Acqua letti corrente calda e Un locale a fredda in uso comune ogni stanza
  8. 8. GLI ALBERGHI IN ITALIA Numero Numero Camere per Categorie e anni alberghi % sul totale camere % sul totale albergo5 e 4 stelle 2009 4.204 12,45% 288.031 27,84% 69 2003 2.727 8,73% 193.444 21,27% 71 1973 679 1,59% 61.424 7,40% 903 stelle 2009 17.038 50,46% 549.108 53,07% 32 2003 12.012 38,48% 424.228 46,64% 35 1973 3.756 8,82% 187.797 22,62% 502 e 1 stella 2009 12.526 37,09% 197.571 19,09% 16 2003 16.483 52,79% 291.894 32,09% 18 1973 38.143 89,59% 580.945 69,98% 15Totali 2009 33.768 100,00% 1.034.710 100,00% 31 2003 31.222 100,00% 909.566 100,00% 29 1973 42.578 100,00% 830.166 100,00% 19
  9. 9. ITALIASono tornati a crescere di numero.Si riducono le gestioni familiari.Prevalgono i tre stelle.Non cresce l’associazionismo (OLTA).Si diversifica l’offerta.
  10. 10. ITALIA Alberghi 5 stelle lusso Alberghi 5 stelle Alberghi 4 stelle Alberghi 3 stelle Alberghi 2 stelle Alberghi 1 stella
  11. 11. ITALY STARS AND RATING Dal 19 settembre 2008 la Conferenza Stato-Regioni ha istituito uno standard unico di classificazione a livello nazionale.
  12. 12. ITALY STARS AND RATING Dimensioni obbligatorie: 1-3 stelle 4-5 stelleCamera singola 8 mq 9 mqCamera doppia 14 mq 15 mqOgni letto in più + 6 mqBagno 3 mq 4-5 mq
  13. 13. ITALY STARS AND RATING Bagni: 80% delle camere nei 2 stelle 100% da 3 stelle in suAccesso Internet per i clienti: dai 3 stelle in su – in camera dai 4 stelle in su TV in camera dai 3 stelle in su (satellitare dai 4 stelle)Personale che parla almeno una lingua straniera (2 a 4 stelle – 3 a 5 stelle).
  14. 14. LA CLASSIFICAZIONEALBERGHIERA Problema Giudicare la qualità utilizzando solo elementi quantitativi.
  15. 15. LA SISTEMAZIONE DELLECAMERE * **** Letto, sedia, armadio, due Letto, comodini con lampade, sedia,armadio, cestino, specchio, presa di comodino,cestino, corrente, spazio bagagli, terzo specchio, punto luce, tavolino, scrittoio presa di corrente, almeno 50x50 cm. tavolino *** Letto, sedia, armadio, due comodini con ***** lampade, cestino, Letto, sedia, armadio, specchio, presa di ** due comodini con corrente, spazio Letto, sedia, lampade, cestino, bagagli, terzo punto armadio, due specchio, presa di luce. comodini con corrente, spazio bagagli, lampade, cestino, terzo punto luce, specchio, presa di tavolino, scrittoio almeno corrente, spazio 50x50 cm, terzo punto bagagli, tavolino luce tavolo
  16. 16. COME SCEGLIERE?1. Garanzie delle catene alberghiere.2. Qualche garanzia da alcuni gruppi in franchising.3. I giudizi dei clienti.
  17. 17. LA SISTEMAZIONE ALBERGHIERATipo di camera In ingleseCamera singola Single roomCamera singola con bagno Single room en suiteCamera doppia Double roomCamera doppia con bagno Double room en suiteCamera doppia con letto aggiuntoCamera tripla Three bed roomCamera tripla con bagno Three bed room en suite
  18. 18. IL TRATTAMENTO ALBERGHIERO In Italia In Gran Bretagna In America Solo pernottamento Bed only (BO) European Plan (EP) Pernottamento e Bed & breakfast (B&B) Bed & breakfast (B&B) prima colazione Mezza pensione Half board (HB) Modified American Plan (MAP) Pensione completa Full board (FB) American Plan (AP) All inclusive All inclusive All inclusive
  19. 19. LASTAGIONALITÀ Alta, bassa e I prezzi variano in I prezzi sono media funzione della definiti con stagione non domanda, in ogni tecniche di esistono momento yield quasi più management
  20. 20. YIELD MANAGEMENT A ogni giornata si assegna un obiettivo di ricavi e un livello tariffario. Si monitora l’andamento delle prenotazioni sulla base dello storico. Si differenziano i prezzi a seconda di questi andamenti per raggiungere l’obiettivo. Eventualmente si procede a spostamenti di prenotazioni per incrementare i ricavi. Si pratica l’overbooking.
  21. 21. I RENDIMENTI L’indice medio di occupazione (IMO) non tiene conto dei prezzi. Il ricavo medio per camera (RMC) non tiene conto dell’occupazione. Il RevPAR (revenue per available room) moltiplica il ricavo medio x l’indice di occupazione. RSE (room sales efficiency): ricavo reale / ricavo potenziale. Coefficiente di revenue: RMC /RevPAR  deve tendere a 1.
  22. 22. Il REVPARIl revenue per available room rappresenta quello che viene oggi considerato l’indice più significativo di rendimento degli alberghi.
  23. 23. L’ASSOCIAZIONISMO ALBERGHIERO Centri booking (superati dalle OLTA) Gruppi di acquisto Franchising Catene
  24. 24. L’ASSOCIAZIONISMO ALBERGHIEROLe catene alberghiere hanno gestione unitaria.In genere sono di categorie elevate.
  25. 25. L’ASSOCIAZIONISMO ALBERGHIEROAccanto ai gruppi di alberghi di categoria elevata si sviluppano (soprattutto in Francia) anche quelli economici.
  26. 26. IL GRUPPOACCOR
  27. 27. LA NORMATIVA IN ITALIAE necessaria l’autorizzazione.I prezzi vanno resi noti.La compilazione registro delle presenze è obbligatoria.L’uso del telefono è regolamentato.Il deposito d’albergo è regolato dal codice civile.Normativa sulla privacy.
  28. 28. I RAPPORTI CON ADV ETO Sono regolamentati dall’accordo ECTAA-HOTREC. Il contratto si perfeziona quando l’albergo conferma la prenotazione. Diritto a provvigione per individuali da concordare. Check in tra le 15 e le 18 e check out entro le 12. Almeno 15 pax per un gruppo. Rooming list da inviare in anticipo. ecc.
  29. 29. I CONTRATTI CON I TORack rate.Opzione a release (concessioneallotment).Contratti con penali (pesanti).Contratti vuoto per pieno.
  30. 30. ESERCIZI EXTRALBERGHIERI Ostelli per la gioventùResidenze turistico-alberghiere Rifugi alpiniCampeggi Bed & breakfastVillaggi turistici Residenze storiche CastelliAgriturismi Borghi albergoAffittacamereCase e appartamenti pervacanzeCase per ferie

×