0
E-book in biblioteca Risultati delle esercitazioni SWOT Sintesi delle esercitazioni
Punti di forza delle biblioteche <ul><li>Competenze professionali </li></ul><ul><ul><li>Saper selezionare la qualità dell'...
Punti di debolezza delle biblioteche <ul><li>Aggiornamento dello staff e problema delle cooperative e mancanza di nuovi as...
Opportunità esterne alle biblioteche <ul><li>Utenti e stakeholders </li></ul><ul><li>Trend positivo al digitale da parte d...
Sfide esterne alle biblioteche <ul><li>Utenti e stakeholders </li></ul><ul><li>Nuovi competitori che vogliono sostituirsi ...
Ora si può fare un progetto SMART
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

E-book in biblioteca. Risultati delle esercitazioni

707

Published on

Risultati delle esercitazioni dei Gruppi di lavoro

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
707
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "E-book in biblioteca. Risultati delle esercitazioni"

  1. 1. E-book in biblioteca Risultati delle esercitazioni SWOT Sintesi delle esercitazioni
  2. 2. Punti di forza delle biblioteche <ul><li>Competenze professionali </li></ul><ul><ul><li>Saper selezionare la qualità dell'informazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Saper facilitare la ricerca e recupero dell'informazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Saper promuovere l'alfabetizzazione e la lettura </li></ul></ul><ul><li>In Toscana ci sono esperienze: </li></ul><ul><li>Sistema distribuito con il coordinamento delle reti, statistiche Simnolib </li></ul><ul><li>OPAC collettivo e ricerca federata anche semantica con Aquabrowser </li></ul><ul><li>reference virtuale, corsi alfabetizzazione </li></ul><ul><li>Punti esterni presso la Coop </li></ul><ul><li>Le biblioteche possono fare ora più di prima e dei loro competitori: </li></ul><ul><li>Bibliotecario come educatore: supporto all'apprendimento lungo tutta la vita, collaborazione con le scuole </li></ul><ul><li>Bibliotecario come polo di aggregazione della comunità: costruttore di comunità e facilita la collaborazione e nuove partnership nel territorio </li></ul><ul><li>Bibliotecario come paladino dei diritti: nelle campagne per le biblioteche evidenziare il ruolo unico di difesa dei diritti di accesso all'informazione e di espressione libera </li></ul>
  3. 3. Punti di debolezza delle biblioteche <ul><li>Aggiornamento dello staff e problema delle cooperative e mancanza di nuovi assunti giovani </li></ul><ul><li>Mancanza di finanziamenti di avvio e necessità di ridistribuire le risorse tra le diverse tipologie di supporti e servizi </li></ul><ul><li>Necessità di una nuova organizzazione alternativa o aggiuntiva per la collezione digitale ed i servizi basati su questa </li></ul><ul><li>I n Toscana mancano esperienze con il digitale: </li></ul><ul><li>collegare l'OPAC alle risorse digitali </li></ul><ul><li>progetti di convergenza con archivi e musei </li></ul><ul><li>collaborazioni con istituzioni ed organizzazioni nel territorio </li></ul><ul><li>uso del Web e dei social network come nuovo canale comunicativo dinamico </li></ul>Uscire dall'inerzia e affrontare il cambiamento: Necessità di migliorare ed innovare l'immagine presso il pubblico: diventare visibili e avviare nuove partnership Necessità di attrarre nuovi utenti, inclusi quelli che non usano la biblioteca Necessità di un migliore coordinamento delle Reti Assicurare un'organizzazione dello staff basata sulle competenze e non sui contratti Non conoscenza del mercato editoriale toscano e delle esperienze Open Access
  4. 4. Opportunità esterne alle biblioteche <ul><li>Utenti e stakeholders </li></ul><ul><li>Trend positivo al digitale da parte della comunità </li></ul><ul><li>Buon rapporto con gli stakeholder nel territorio </li></ul><ul><li>In Toscana la Regione: </li></ul><ul><li>Promuove progetti di digitalizzazione, </li></ul><ul><li>Promuove corsi per la formazione dello staff </li></ul><ul><li>Accordo con MediaLibrary come piattaforma comune </li></ul>Opportunità da cogliere: Partnership con utenti per creare collezioni e servizi Volontariato ed associazionismo come collaboratori Progetti Open Access delle Università con cui collegarsi
  5. 5. Sfide esterne alle biblioteche <ul><li>Utenti e stakeholders </li></ul><ul><li>Nuovi competitori che vogliono sostituirsi alle biblioteche: informatici, editori, aggregatori, librerie, motori di ricerca </li></ul><ul><li>Minoranze con bisogni particolari, utenti svantaggiati </li></ul>In Toscana si sperimenta: Insufficienza di banda larga Spinta alla standardizzazione carente da parte dei finanziatori dei progetti Cattiva comunicazione coi Centri di calcolo Mancanza di coordinamento per il digitale con le biblioteche accademiche e delle scuole Problematiche da affrontare: Obsolescenza della tecnologia e dei supporti digitali Chiusura dell'accesso dei DRM Mancanza di progetti di preservazione del digitale Carenze del mercato editoriale
  6. 6. Ora si può fare un progetto SMART
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×