P. Grossi - Il metodo e la tecnica  di rilevazione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

P. Grossi - Il metodo e la tecnica di rilevazione

on

  • 14,773 views

La misurazione della qualità del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni: i risultati dell’indagine di copertura (PES)

La misurazione della qualità del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni: i risultati dell’indagine di copertura (PES)

Statistics

Views

Total Views
14,773
Views on SlideShare
14,773
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • UN CONTRIBUTO IMPORTANTE PER LA GEOREFERENZIAZIONE DEI DATI È DA CONSIDERARSI LA COSTRUZIONE DELL’ARCHIVIO NAZIONALE DEI NUMERI CIVICI E DELLE STRADE URBANE ANNCSU <br />

P. Grossi - Il metodo e la tecnica  di rilevazione P. Grossi - Il metodo e la tecnica di rilevazione Presentation Transcript

  • L’indagine di copertura (PES) del 15°L’indagine di copertura (PES) del 15° Censimento generale dellaCensimento generale della popolazione ed delle abitazionipopolazione ed delle abitazioni Il metodo e la tecnica di rilevazione Patrizia Grossi GdL Del. DICA n.11 del 14/11/2011 Istat Roma, 27 giugno 2014
  • 2 Errore non campionario La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 L’Istat certifica la qualità del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni attraverso la conduzione di una rilevazione post censuaria denominata INDAGINE DI COPERTURA (PES – Post Enumeration Survey) Il Censimento è affetto da errore non campionario: • persone singole o intere famiglie possono NON essere state censite, anche se abitualmente dimoranti sul territorio italiano (sottocopertura); • persone singole o intere famiglie possono essere state censite due volte in due luoghi differenti (sovracopertura); • alcune variabili presenti nel questionario possono essere affette da errore di risposta.
  • 3 Obiettivo dell’indagine La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 • produrre una valutazione del livello di accuratezza delle operazioni di enumerazione censuaria • stimare il tasso di copertura, definito come rapporto tra il numero di famiglie rilevato al Censimento e il numero di famiglie stimato con l’indagine di copertura (alla data del Censimento - 9 ottobre 2011) L’Istat è alla sua 4^ indagine di copertura, la 1^ è avvenuta in occasione del censimento del 1981 (66 Comuni), poi nel 1991 (85 Comuni) e nel 2001 (98 Comuni) … quali le innovazioni??
  • 4 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 1.1. La più importante indagine areale di qualitàLa più importante indagine areale di qualità dell’Istatdell’Istat affidata ad un Gruppo di lavoroaffidata ad un Gruppo di lavoro 2.2. Disciplina di riferimento:Disciplina di riferimento: il REGOLAMENTO (UE) n. 1151/2010 della Commissione Europea dell’8 dicembre 2010 in attuazione del regolamento (CE) n. 763/2008  ha stabilito le modalità e la struttura delle relazioni che gli Stati membri sono tenuti a presentare sulla qualità dei dati del censimento  ha specificato, oltre ai tempi di consegna, i dati e i metadati da rilevare PSN e PGC (Deliberazione Istat n. 6/PRES del 18.02.2011) 3.3. Tecnica differente rispetto alla censuariaTecnica differente rispetto alla censuaria Indagine supportata da lista amministrativa vsIndagine supportata da lista amministrativa vs indagine arealeindagine areale supportata da mappe cartografiche e itinerari di sezionesupportata da mappe cartografiche e itinerari di sezione 4.4. Sistema di gestione e monitoraggio della rilevazioneSistema di gestione e monitoraggio della rilevazione Applicazione web protetta che in tempo reale ha supportato la reteApplicazione web protetta che in tempo reale ha supportato la rete di rilevazione in tutte le fasi del processodi rilevazione in tutte le fasi del processo Innovazioni
  • Aspetti finanziari e amministrativiAspetti finanziari e amministrativi 5 • Il contributo totale erogato ai Comuni è stato di complessivi € 2.440.710,00 • L’esecuzione della rilevazione ha reso necessaria la fornitura di servizi in outsourcing per la stampa, l’allestimento, il trasporto, la consegna e il ritiro del materiale della rilevazione oltreché la registrazione dei questionari la cui spesa è risultata pari a € 218.672,49 • Pertanto, la spesa complessiva è risultata pari a € 2.659.382,49. Il PGC (Deliberazione Istat n. 6/PRES del 18.02.2011) al paragrafo 3.3.1 stabilisce un contributo massimo per la rilevazione di copertura pari a 5 milioni di euro Con la circolare n.17 del 23.01.2012 viene stabilito che ai comuni campioneCon la circolare n.17 del 23.01.2012 viene stabilito che ai comuni campione venga corrisposto:venga corrisposto: La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 Contributo fisso € 150,00 a sezione di Censimento da sottoporre a controllo Contributo variabile € 15,00 a questionario trasmesso all’Istat
  • L’indagine di copertura 6 Perché è importante verificare la copertura del Censimento? E’ importante per stimare l’errore che può manifestarsi nella raccolta dei dati (individui non censiti o censiti più volte) E’ importante per verificare la «qualità» dell’utilizzo della lista pre-censuaria (tecnica innovativa per il Censimento del 2011) Perché un’indagine areale? NON si possono usare le stesse banche dati del censimento (Liste Anagrafiche Comunali) => Enumerazione esaustiva di individui nelle sezioni di censimento campionate (modalità tradizionale) Questo assicura maggiormente l’indipendenza statistica tra le 2 rilevazioni richiesta dal metodo utilizzato di cattura-ricattura (Dual System) La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014
  • La dimensione campionariaLa dimensione campionaria 7 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 Regione Comuni Sezioni Regione Comuni Sezioni Piemonte 16 163 Marche 10 96 Valle d'Aosta 3 53 Lazio 14 177 Lombardia 32 262 Abruzzo 8 85 Bolzano 6 72 Molise 5 50 Trento 6 65 Campania 19 150 Veneto 20 200 Puglia 15 133 Friuli V.G. 9 62 Basilicata 6 65 Liguria 8 75 Calabria 10 83 Emilia Romagna 18 212 Sicilia 17 164 Toscana 17 162 Sardegna 9 124 Umbria 7 54 1° stadio: Comuni campione = 255 (40 AR e 215 NAR) 2° stadio: Sezioni di Censimento campione = 2.507
  • Il campo di osservazioneIl campo di osservazione 8 Il campo di osservazione è composto dalla popolazione abitualmente dimorante all’interno delle sezioni campione al momento della rilevazione Fanno parte delle unità rilevate: • gli individui nati dopo il 9 ottobre • gli individui trasferiti nelle sezioni campione dopo il 9 ottobre • gli individui di cittadinanza straniera in possesso di regolare titolo per soggiornare in Italia NON fanno parte delle unità rilevate: •gli individui abitualmente dimoranti in convivenze, in strutture residenziali collettive, in sedi diplomatiche e consolari e in edifici non residenziali •gli individui senza fissa dimora e senza tetto •gli individui deceduti dopo il 9 ottobre La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014
  • La rete di rilevazioneLa rete di rilevazione 9 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014
  • La tecnica d’indagineLa tecnica d’indagine 10 La tecnica d’indagine ha previsto che il rilevatore intervistasse tutti gli individui abitualmente dimoranti nelle sezioni di censimento campione (in sezioni diverse da quelle lui assegnate al censimento csqn per assicurare l’indipendenza statistica tra le 2 rilevazioni) Il modello di indagine è stato progettato in coerenza con il formato del questionario censuario short form, cartaceo, consegnato alle famiglie e agli individui trovati nelle sezioni di censimento campione e ritirati a compilazione avvenuta a cura dei rispondenti Il sistema informatico SGRPES ha supportato gli operatori in tutte le attività, consentendo il continuo scambio informativo tra i diversi attori con velocità e trasparenza, nonché un monitoraggio in tempo reale di tutte le fasi del processo La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014
  • 11 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 L’Istat ha estratto, dalle basi territoriali, un numero di sezioni di censimento sufficiente a garantire stime regionali del tasso di copertura. L’Istat ha consegnato ai Comuni il materiale utile allo svolgimento dell’indagine (manuale delle istruzioni, questionari, tesserini di riconoscimento per i rilevatori, accesso al sistema di monitoraggio SGRPES in cui sono contenute le mappe delle sezioni campione, ecc.). I rilevatori hanno eseguito la rilevazione sul campo. I questionari sono stati registrati da una società esterna. L’Istat ha eseguito il linkage tra gli individui abitualmente dimoranti rilevati al Censimento e all’indagine di copertura nelle sezioni campione. L’Istat ha pubblicato i risultati sul tasso di copertura regionale del Censimento Le fasi dell’indagineLe fasi dell’indagine
  • 12 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 Il Foglio di famigliaIl Foglio di famiglia Mod.Istat.PES.1 (6P) All’estero In un altro Comune italianospecificare il comune e la sigla della provincia Dopo aver compilato la LISTA A l’intestatario del foglio di famiglia dovrà proseguire nella compilazione del questionario.
  • 13 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 La mappa con ortofotoLa mappa con ortofoto di una sezione di censimentodi una sezione di censimento
  • 14 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 Il Monitoraggio della rilevazioneIl Monitoraggio della rilevazione 0 20000 40000 60000 80000 100000 120000 140000 160000 11/04/2012 18/04/2012 25/04/2012 02/05/2012 09/05/2012 16/05/2012 23/05/2012 30/05/2012 06/06/2012 13/06/2012 20/06/2012 27/06/2012 04/07/2012 11/07/2012 18/07/2012 In 6 settimane è stato raccolto l’80% dei questionari
  • 15 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 Il calendario delle attivitàIl calendario delle attività • Progettazione Luglio 2011 – Ottobre 2011 • Preparazione materiale Novembre 2011 – Febbraio 2012 • Formazione ai RIT 8-9 Marzo 2012 • Formazione agli UPC 20-21 marzo 2012 • Formazione ai rilevatori 23 Marzo 2012 – 13 Aprile • Rilevazione sul campo Aprile 2012 – Luglio 2012 • Registrazione questionari Settembre 2012 – Gennaio 2013 • Controllo e correzione Febbraio 2013 – Maggio 2013 • Record linkage Giugno 2013 – Dicembre 2013 • Stima dei parametri Gennaio 2014 – Febbraio 2014 • Stima della variabilità Marzo 2014 – Maggio 2014 • Pubblicazione dei risultati Oggi
  • 16 La PES del 15° Censimento della popolazione – il metodo e la tecnica di rilevazione, Roma, 27 giugno 2014 ConclusioniConclusioni • L’informazione geografica si è rivelata strategica • Il sistema di gestione e monitoraggio della rilevazione ha supportato tutte le fasi ed è risultato decisivo • La metodologia adottata (Dual System) che prevede l’indipendenza statistica tra le due rilevazioni (censimento e copertura) ha richiesto alcune attenzioni …. (anche stessi rilevatori ma in sezioni diverse da quelle loro assegnate al censimento) ⇒ L’Istat ha prodotto nei tempi previsti i RISULTATI e consegnato a Eurostat le informazioni richieste come da REGOLAMENTO (UE) n. 1151/2010 ⇒ Ciò è stato possibile grazie a tutti i 50 componenti del Gruppo di lavoro Dual System GdLGIS SGR