• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Abitare Nèxus, un villaggio ispirato agli stili di vita sostenibili
 

Abitare Nèxus, un villaggio ispirato agli stili di vita sostenibili

on

  • 410 views

L'associazione Ecohousing promuove sul territorio di Pandino "Abitare Nèxus", un'iniziativa residenziale innovativa istpirata ad una sostenibilità economica, ambientale, sociale. Il progetto, ...

L'associazione Ecohousing promuove sul territorio di Pandino "Abitare Nèxus", un'iniziativa residenziale innovativa istpirata ad una sostenibilità economica, ambientale, sociale. Il progetto, realizzato con la collaborazione dello studio di architettura Giancarlo Marzorati e dell'associazione NascereDonna, propone una soluzione abitativa che tiene conto delle principali esigenze individuali e comuni di un gruppo di circa 20 famiglie. L'iniziativa è governata dalle famiglie candidate a diventare proprietarie delle future abitazioni Nèxus, la cui realizzazione è prevista entro il 2014.

Statistics

Views

Total Views
410
Views on SlideShare
410
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
7
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Abitare Nèxus, un villaggio ispirato agli stili di vita sostenibili Abitare Nèxus, un villaggio ispirato agli stili di vita sostenibili Presentation Transcript

    • I principi ispiratoriPresentazione pubblica agosto 2012 1
    • Chi siamo…? Presentazione pubblica agosto 2012 2
    • Non siamo… Presentazione pubblica agosto 2012 3
    • Siamo… Una libera associazione di famiglie Presentazione pubblica agosto 2012 4
    • con un bisogno comune… Pensare al futuro e affrontare il presente Presentazione pubblica agosto 2012 5
    • …e un obiettivo Abitare una casa, economicamente accessibile, che risponda ai nostri bisogni di un progetto di vita sostenibile Presentazione pubblica agosto 2012 6
    • Questa iniziativa si chiama… Presentazione pubblica agosto 2012 7
    • … e persegue un obiettivo di sostenibilità Economica, Ambientale, Sociale Rispettare Ritrovare il valore l’ambiente della comunità Vendere le Preparare i abitazioni al figli al futuro prezzo di costo Ridurre i costi Avere degli della Filiera strumenti in più per immobiliare affrontare la crisi Recuperare potere contrattuale Presentazione pubblica agosto 2012 8
    • 1. Ridurre i costi della Filiera immobiliare Obiettivo: contenere il costo medio dell’abitazione per 4 persone + giardino + spazi comuni a 250.000 € Abbiamo stimato di poter risparmiare fino al 25-30% dei costi di realizzazione Presentazione pubblica agosto 2012 9
    • 2. Ritrovare il valore della comunità I bisogni comuni possono essere affrontati con spazi, strutture e servizi comuni Le conoscenze, competenze,abilità e talenti altrui possono diventare una risorsa accessibile alla comunità Presentazione pubblica agosto 2012 10
    • 3. Recuperare potere contrattuale Il potere contrattuale del singolo è azzerato e subiamo i costi dell’inflazione e della crisi economica. L’unione delle singole potenzialità economiche permette al gruppo di recuperare potere contrattuale. Presentazione pubblica agosto 2012 11
    • 4. Avere degli strumenti in più per affrontare la Crisi Rendere produttivo Ridurre i costi il terreno energetici della casa Condividere dipiù per spendere Eliminare le di meno bollette del gas Rimettere in Investire circolo la nell’innovazione collaborazione Stipulare Organizzare acquisti convenzioni intelligenti Presentazione pubblica agosto 2012 12
    • 5. Preparare i figli al futuro Educare ad uno Fornire un esempio stile di vita di come si può sostenibile reinventare il futuro Fornire Agevolare la strutture e socializzazione servizi dedicati Presentazione pubblica agosto 2012 13
    • 6. Rispettare l’ambiente Energia dal sole, dall’acqua Consumo critico delle risorseRendere il terreno produttivo Abitazioni in armonia con la natura Materiali ecologici Presentazione pubblica agosto 2012 14
    • Utopia? No, è sempre stato così pubblicalo abbiamo dimenticato Presentazione ma agosto 2012 15
    • Sfatiamo i luoghi comuni Non esistono isole felici dove vivere (il mio paese, la mia regione, la mia città, il mio quartiere, la mia casa, la mia stanza….) Viviamo sempre a stretto contatto con “gli altri” Presentazione pubblica agosto 2012 16
    • Consapevolezza e opportunità Consapevolezza visione strategica agosto determinare il proprio futuro 17 Presentazione pubblica 2012
    • Le nostre consapevolezze Determinare il Favorire un ambiente proprio futuro eterogeneo Organizzare strumenti per risolvere i conflitti Fare “massa critica” Presentazione pubblica agosto 2012 18
    • Cerchiamo visionari che vogliono concretezza e persone concrete che cercano nuove visioni Presentazione pubblica agosto 2012 19
    • Presentazione pubblica agosto 2012 20
    • Il progettoPresentazione pubblica agosto 2012 21
    • IntroduzioneAbitare Nèxus è il progetto culturale di un gruppo di famiglie del cremasco riunite inassociazione che ha avviato dal maggio 2011 uno studio di fattibilità per realizzare unvillaggio ispirato al cohousing per circa 24 famiglie.Il progetto è il risultato di un percorso multidisciplinare che ha coinvolto famiglie eprofessionisti alla ricerca di una soluzione abitativa che fosse in grado di riconciliare iprincipali bisogni individuali, familiari e sociali con le esigenze di una maggioresostenibilità Ambientale, Economica e Sociale.Questo approccio ha richiesto lo sviluppo di una visione integrata e olistica che hapermesso di individuare un modello di soluzione replicabile basato sul recupero delconcetto di “corte” interna. Il modello comprendente sia le indicazioni per laprogettazione di un’abitazione ecosostenibile a misura d’uomo, sia per la gestione di unacomunità di 50-80 individui secondo un approccio pragmatico e partecipativo alternativoal modello “condominio”, in grado di portare valore all’ecosistema “cittadini-istituzioni-imprese-ambiente” e di sostenere la crescita personale.Tale modello viene denominato “Nèxus” – dal latino “legame, collegamento, nesso,gruppo, rete, insieme” – e rappresenta nelle sue potenzialità più elevate un’opportunitàdi trasformazione culturale, economica e sociale che può essere applicata a contestidifferenti ed estesa al contributo di chiunque ne condivida gli obiettivi principali. Presentazione pubblica agosto 2012 22
    • IntroduzioneNelle sue intenzioni ideologiche il modello Nèxus rappresenta un tentativo di risposta albisogno primario di casa nelle sue funzionalità abitative, ambientali, energetiche esociali, economicamente accessibile anche alle fasce meno abbienti.Nelle sue indicazioni e linee guida il modello Nèxus rappresenta un protocollo operativoper fornire, ad un gruppo di individui che intenda acquisire un’abitazione di proprietà, ilpercorso e le soluzioni utili alla realizzazione di un villaggio ecosostenibile.Il progetto “Abitare Nèxus” si rivolge a chiunque sia in grado di coglierne le potenzialitàsenza alcuna distinzione di età, sesso, religione o pensiero secondo il fine esclusivo dellasolidarietà sociale, umana, civile, culturale.“Abitare Nèxus” ha ottenuto il patrocinio del comune di Pandino e viene considerato nelsuo potenziale come un progetto “pilota”. Presentazione pubblica agosto 2012 23
    • Obiettivi socialiIl nuovo modello abitativo si propone di: ridurre i costi di accesso all’abitazione, favorire l’interazione, la cooperazione e il rispetto tra le persone, favorire la diffusione degli stili di vita sostenibili e del rispetto per l’ambiente, favorire l’elaborazione di nuove strategie per rispondere ai bisogni della comunità, fornire gli stimoli e gli strumenti per lo sviluppo delle potenzialità degli individui, evitare la “ghettizzazione” della comunità e le contrapposizioni sociali tra gli abitanti del villaggio e il resto della cittadinanza.L’iniziativa edilizia avrà una forte impronta di: ecosostenibilità, innovazione, contenimento dei costi di realizzazione/gestione. Presentazione pubblica agosto 2012 24
    • Obiettivi socialiL’iniziativa edilizia avrà una forte impronta di ecosostenibilità, innovazione econtenimento dei costi di realizzazione/gestione con un importante obiettivo sociale:contenere il costo medio dell’abitazione per 4 persone + giardino + spazi comuni a250.000 € (con una tolleranza max del 10%). Attualmente stiamo costruendo le condizioniaffinchè questo obiettivo possa diventare concreto, completando entro settembre unaseconda e più accurata stima dei costi complessivi.Lo strumento utilizzato per governare la fase di realizzazione sarà una cooperativa ediliziaa proprietà individuale – già costituita a luglio 2012 – all’interno della quale le famigliecontribuiranno al finanziamento dell’opera di cui diverranno assegnatarie in proprietà. Lacooperativa sarà funzionale al progetto e verrà sciolta al termine dei lavori.Coerentemente con il valore degli obiettivi del progetto e a garanzia di una maggioreeterogeneità – occasione di confronto e di crescita della comunità stessa – viene previstala possibilità di coinvolgere strutture cooperative che operino nel sociale per favoriresoluzioni di accesso alla casa destinate a categorie di utenze disagiate per motivieconomici, fisici o psicologici. Tali strutture dovranno avere i requisiti idonei per poteraccedere ai fondi di Housing Sociale stanziati dalla Regione Lombardia o altre istituzioni epossedere l’esperienza necessaria per operare sul territorio a vantaggio delle categoriedisagiate. Presentazione pubblica agosto 2012 25
    • Obiettivi progettuali Per la comunità del villaggio Applicare i principi dell’architettura sostenibile e del risparmio energetico Realizzare differenti moduli abitativi orientati a nuclei familiari da 2 a 6 persone Realizzare degli spazi comuni Realizzare i posti auto coperti e riservati Realizzare un orto condominiale Insediare diverse categorie di utenti Regolare la dimensione e la densità della comunità Insediare una tipologia edilizia conforme alle esigenze della comunità Sviluppare un modello di gestione del villaggio alternativo al modello di “condominio” Per tutta la cittadinanza Realizzare una struttura polifunzionale (sala spettacoli, ludoteca, sala prove musicali) Realizzare una pista ciclabile Presentazione pubblica agosto 2012 26
    • Obiettivi energetici Ridurre i consumi di energia e acqua con l’adozione di tecniche passive: scelta dell’orientamento degli edifici, elevato isolamento termoacustico, schermature solari, ventilazione naturale, recupero acque meteoriche Adottare soluzioni tecniche ad elevata efficienza: per la climatizzazione invernale ed estiva (impianto di geotermia basato su pompe di calore a bassa entalpia), la produzione di acqua calda sanitaria, l’illuminazione ed il controllo dei carichi elettrici Sfruttare le risorse naturali disponibili in loco come fonti energetiche rinnovabili (impianto fotovoltaico) Realizzare abitazioni in classe energetica A (secondo le norme di certificazione della Regione Lombardia), con dei consumi effettivi già conformi se non superiori agli obiettivi europei del 2020 per il risparmio energetico in edilizia («near zero energy building») Rispettare l’ambiente con un intervento privo localmente di emissioni inquinanti e caratterizzato comunque da ridotte emissioni equivalenti di CO2 Ridurre i costi di gestione nell’intero ciclo di vita degli edifici (con minor dipendenza dal costante aumento delle tariffe energetiche) Presentazione pubblica agosto 2012 27
    • La nostra vision… Presentazione pubblica agosto 2012 28
    • … e una prima ipotesi di lavoro Presentazione pubblica agosto 2012 29
    • Ipotesi di lavoro – Abitazioni Edifici bi o trifamiliari Piante di 70 mq personalizzabili Abitazioni su 2 livelli Tetto a terrazza Pergolato frangisole e fotovoltaico Balcone terrazza Appartamenti a partire da 60 mq Presentazione pubblica agosto 2012
    • Ipotesi di lavoro – Spazi privati Giardini privati recintati Privacy garantita Area magazzino Posto auto riservato con sistema di sicurezza Presentazione pubblica agosto 2012
    • Ipotesi di lavoro – Spazi comuni Verde comune Strutture per bambini Locali comuni Servizi comuni Presentazione pubblica agosto 2012
    • Ipotesi di lavoro – Parcheggi Posto auto riservato con sistema di sicurezza Posti auto pubblici Camminamenti coperti per raggiungere le abitazioni 100 mt distanza massima delle abitazioni dai parcheggi Carrelli per trasporto cose Presentazione pubblica agosto 2012
    • Ipotesi di lavoro – Acqua e spazi coltivati Laghetto artificiale Orti e frutteti Presentazione pubblica agosto 2012
    • Ipotesi di lavoro – Strutture pubbliche Struttura polifunzionale pubblica Pista ciclabile Presentazione pubblica agosto 2012
    • Ipotesi di lavoro – Planimetria del villaggio Presentazione pubblica agosto 2012 36
    • Ipotesi di lavoro – Planimetria del villaggio Presentazione pubblica agosto 2012 37
    • Ipotesi di lavoro – Tipologie abitazioni modulari1. Appartamento piano terra + giardino2. Appartamento primo piano con terrazza3. Appartamento in villa (2 livelli + terrazza)4. Appartamento loft piano terra + giardino5. Appartamento loft primo piano con terrazza6. Villa 2 5 3 6 1 4Da 50 a 80 mq + giardino Da 50 a 80 mq + terrazza Da 100 a 160 mq Da 100 a 160 mq Da 100 a 160 mq Da 200 a 360 mq + giardino e terrazza + giardino + terrazza + giardino e terrazza Presentazione pubblica agosto 2012
    • Ipotesi di lavoro – Struttura comune e struttura pubblica Presentazione pubblica agosto 2012 39
    • Caratteristiche architettoniche Abitazioni e giardini privati Realizzazione di un numero di 8-10 edifici destinati ad abitazione per 2-4 famiglie, composti da 2 livelli ognuno di 140-160 mq circa. Ogni edificio potrà essere ripartito in 2, 3 o 4 appartamenti, ognuno dei quali prevederà un accesso indipendente. Nella fascia di verde più esterna agli edifici vengono previsti giardini di proprietà recitanti Corte interna e spazi comuni La parte interna della planimetria viene destinata alla corte e agli spazi comuni esterni e interni di proprietà del villaggio. All’interno del verde comune saranno predisposte aree giochi per i bambini e aree di sosta. Al centro della corte viene previsto un edificio comune all’interno del quale ricavare circa 150-200 mq da destinare all’allestimento dei servizi comuni che verranno successivamente individuati. All’interno della corte viene previsto un camminamento pedonale coperto per raggiungere agevolmente l’area box. Presentazione pubblica agosto 2012 40
    • Caratteristiche architettoniche Area esterna e spazi pubblici Viene previsto un edificio all’interno del quale ricavare circa 250-300 mq da destinare all’allestimento dei servizi pubblici che verranno successivamente individuati con il business owner; le destinazioni attualmente individuate sono: una sala polifunzionale da destinare a conferenze, cineforum, teatro, sala corsi, un locale ludoteca, una sala prove musicali, un locale uso ufficio, un bagno. L’area pubblica viene concepita come luogo di aggregazione sociale e di servizi per la cittadinanza, le associazioni e le imprese. Presentazione pubblica agosto 2012 41
    • Caratteristiche del modello di gestione del villaggio Il modello “Nèxus” per la gestione del villaggio si basa sull’utilizzo di un’associazione come strumento di partecipazione e condivisione, posizionata idealmente al centro della vita della comunità e con l’obiettivo di comprendere le opportunità e i problemi, agevolarne la risoluzione, gestire le attività di manutenzione e approvvigionamento, consuntivare le spese agli abitanti. L’Associazione avrà inoltre il ruolo di stabilire delle relazioni verso l’esterno, cioè la cittadinanza, le istituzioni e le imprese, con l’obiettivo di stabilire un nuovo patto di collaborazione e sinergia in grado di portare valore a tutte le sue componenti. Il modello “Nèxus” si propone di portare valore all’ecosistema “cittadini-istituzioni-imprese-ambiente” e di sostenere la crescita personale. Storia e cultura Casa ecologica Condivisione locali e solidarietà Ambiente e Ambiente natura produttivo Finanza Risparmio etica e tutela Servizi per la Autonomia famiglia energetica Potere Efficienza contrattuale energetica Aree comuni Presentazione pubblica agosto 2012 42
    • Il comparto CR 12 – Estratto del PGT15.1 Localizzazione e descrizione 15.4 Modalità di attuazioneComparto di completamento localizzato entro il perimetro già urbanizzato di Piano unitario e successivi titoli abilitativiPandino, zona est. Nel PRG vigente destinato a standard. 15.5 Modalità di perequazione di comparto e fra comparti15.2 Dati dimensionali e parametri urbanistici Entro i limiti di volumetria massimi prescritti, il comparto puòPer la predisposizione del piano attuativo devono essere applicati i seguenti: accogliere volumetria in cessione da altri comparti a) Superficie territoriale compresa nel piano 10.470 mq residenziali. b) Edificabilità: • Itc (Indice di edificabilità territoriale del comparto) 0,56 mc/mq 15.6 Prescrizioni e attenzioni paesaggistiche e ambientali • Itm (Indice di edificabilità territoriale massimo) 0,70 mc/mq 1. Il piano e le successive realizzazioni edilizie devono essere orientati alla sostenibilità ambientale, con • Volume edificabile di competenza del comparto 5.863 mc soluzioni innovative o sperimentali, finalizzate a • Volume edificabile massimo 7.329 mc garantire la possibilità di esonero totale dagli • Densità massima realizzabile sui singoli lotti (If) 1,50 mc/mq interventi di compensazione, in applicazione della • Altezza massima degli edifici m 7,50 - 2 piani normativa specifica. • Rapporto massimo di copertura 30 % 2. Sul lato ovest dell’area, lungo via Fratelli Cervi, dovrà essere prevista una fascia verde alberata della c) Ab/teorici (150 mc/ab al netto dei trasferimenti di mc) 39 ab profondità minima di m 7,00. d) Tipologie edilizie Schiere o isolate e) Destinazione principale Residenziale 15.7 Standard ed interventi di compensazione f) Destinazioni non ammesse Produttiva, commerciale, agricola 1. Standard dovuti: 1.034 mq, più 26,5 mq/abitante per le volumetrie eventualmente trasferite da altri15.3 Indirizzi del piano urbanistico comparti; è ammessa la monetizzazione totale. 1. Si prevede lo sviluppo di un piano attuativo di iniziativa pubblica 2. Standard di qualità aggiuntiva: da concordare con caratterizzato da elevata sostenibilità ambientale, con almeno il 60% della l’Amministrazione comunale in sede di pianificazione volumetria destinata ad edilizia convenzionata o agevolata. attuativa. 2. La accessibilità ed urbanizzazione devono essere previste a integrazione e 3. Interventi di compensazione ecologica: esonero totale in continuità con la viabilità locale e le reti esistenti, evitando soluzioni a o parziale, in relazione alle caratteristiche di fondo cieco. sostenibilità del piano Presentazione pubblica agosto 2012 43
    • Il comparto CR 12 – Immagini del terreno (Pandino) Piscina e campo sportivo Comparto CR 12 Centro storico Presentazione pubblica agosto 2012 44
    • Il comparto CR 12 – Immagini del terreno (Pandino) Presentazione pubblica agosto 2012 45
    • Il piano attuativo del comune di Pandino Il comune di Pandino sta completando l’iter per approvare un piano attuativo di iniziativa pubblica che definisce per l’area CR12 una serie di regole e condizioni ispirate al cohousing e che dovrà essere adottato da chi intende costruire sul comparto sottoscrivendo una convenzione edilizia valida per 10 anni con le seguenti condizioni: Chi costruisce si fa carico della realizzazione di un edificio pubblico di 300 mq a scomputo degli oneri di urbanizzazione/costruzione; l’edificio verrà assegnato in gestione per 10 anni a un’associazione indicata dall’owner del progetto. Il prezzo di prima vendita delle abitazioni costruite nel comparto dovrà essere uguale al costo effettivo di costruzione. Il prezzo di seconda vendita delle abitazioni sarà calmierato per 10 anni, calcolato con le variazioni Istat e i miglioramenti effettuati dai proprietari; il proprietario che vende ad un prezzo superiore rispetto a quello ricalcolato, deve cedere il 50% del margine ricavato (metà all’associazione che gestisce l’edificio pubblico e metà al condominio). L’affitto sarà calmierato per 10 anni. La seconda vendita verrà sottoposta alla prelazione di chi è inserito in una lista di attesa (valida per 10 anni). Presentazione pubblica agosto 2012 46
    • Un percorso a fasi Studio di fattibilità Fase 1 – giugno 2011: studio di fattibilità e coinvolgimento famiglie Fase 2 – settembre 2011: ricerca terreno e progetto di massima Fase 3 – marzo 2012: avvio campagna comunicazione, definizione dettagli del progetto Fase 4 – agosto 2012: definizione delle regole, accordi con i partner, apertura cooperativa Fase 5 – luglio/settembre 2012: closing dei costi stimati Fase operativa Entro 2012: acquisto terreno, progetto definitivo Inizio 2013: inizio lavori, definizione capitolato Fine 2013, inizio 2014: consegna abitazioni Accesso alla cooperativa06.2011 03.2012 07.2012 12.2012 03.2013 03.2014Studio di Promozione Costituzione Acquisto Avvio Consegnafattibilità e concept cooperativa terreni cantiere abitazioni Presentazione pubblica agosto 2012 47
    • Come aderire all’iniziativa1. Iscriviti all’associazione ecohousing L’associazione è aperta a tutte le famiglie e persone di ogni età e promuove la ricerca, la creazione e la diffusione di nuovi modelli abitativi e di relazione sociale all’interno della comunità (l’adesione costa 25 € per anno solare).2. Partecipa alla definizione del progetto Il progetto nasce dai bisogni delle persone; collabora alla definizione delle soluzioni con le tue idee ed esigenze.3. Valuta le tue necessità Definisci i tuoi bisogni abitativi, analizza le tue potenzialità economiche con i consulenti della banca e riservati la possibilità di prenotare la tua abitazione contribuendo alle spese dell’associazione (versando la quota di 500 € per le attività 2011-2012).4. Diventa socio della cooperativa edilizia Se hai versato la quota di spese all’associazione, puoi diventare socio della cooperativa edilizia versando la quota di 500 € (che potrai recuperare nel caso volessi uscire). Al termine dei lavori i soci della cooperativa che hanno versato i propri acconti diventano proprietari delle abitazioni.5. Predisponi la tua quota del 20% Il progetto viene finanziato fino a un massimo dell’80% da una banca etica; al termine dei lavori l’ammontare del finanziamento verrà poi trasformato in mutuo da accollare ai soci in maniera proporzionale al valore della propria abitazione e a seconda dell’importo finanziato per ogni singolo socio. All’avvio dei lavori devi disporre almeno del 20% del valore dell’abitazione che intendi acquistare.6. Entra nella tua nuova casa “NEXUS” Diventa proprietario della tua abitazione. La cooperativa edilizia viene sciolta e la tua quota di finanziamento dei lavori viene convertita in un mutuo. Presentazione pubblica agosto 2012 48
    • Regole Iscrizione alla cooperativa Diventa socio della cooperativa il futuro intestatario dell’appartamento Per diventare socio occorre: versare 500 € alla cooperativa (rimborsabili in caso di revesso) essere iscritto all’associazione (25 € all’anno solare) aver versato 500 € all’associazione per le attività 2011-2012 Per prenotare un’abitazione il socio deve disporre di almeno un 20% del capitale necessario per l’acquisto dell’abitazione Acquisto della casa Le abitazioni vengono vendute dalla cooperativa al prezzo di costo; la cooperativa non ha alcun obiettivo di lucro ed è costituita dai futuri proprietari delle abitazioni. Prezzo di seconda vendita Per 10 anni dall’acquisto il valore dell’abitazione viene calcolato considerando la rivalutazione ISTAT degli immobili e le migliorie apportate superiori a 5.000 € Il valore calcolato non costituisce tuttavia un vincolo; chi vende ad un importo superiore versa un 25% della differenza al condominio e un ulteriore 25% all’associazione che gestisce la struttura polifunzionale Viene gestita una lista d’attesa per garantire il diritto di prelazione sulle seconde vendite degli appartamenti; chi vende sottopone la propria richiesta a chi è iscritto alla lista di prenotazione Presentazione pubblica agosto 2012 49
    • Perché investire in Abitare Nèxus1. Casa ecologica con giardino, posto auto, magazzino2. Progetto architettonico a cura dell’archistar “Giancarlo Marzorati”, personalizzato per ogni abitazione3. Impianti innovativi che permettono di raggiungere la classe energetica A4. Giardini e verde comune5. Acquisto al prezzo di costo, controllo dei costi, 8 9 2 Finanziamenti etici, Regole interne a tutela dell’investimento e per agevolare rinunce e subentri, Rivendita agevolata dell’immobile6. Spazi e servizi comuni a disposizione degli abitanti del villaggio (sala studio e lavoro, biblioteca, sala riunioni, sala musica, asilo nido, microcredito, car sharing, 7 1 3 convenzioni, …)7. Modello associativo e partecipato per gestire la comunità e recuperare potere contrattuale verso l’esterno8. Autoproduzione con orti e frutteti gestiti dalla comunità o da terze parti 6 5 49. Comunità eterogenea e solidale Presentazione pubblica agosto 2012 50
    • I nostri partnerConcept e ArchitetturaStudio Marzorati Architettura - viale casiraghi 167, Sesto San Giovanni (Mi) - www.marzoratiarchitettura.itProgettazione ImpiantiTekser s.r.l. – Via Enrico Caviglia 3/A, 20139 Milano – www.tekser.itOpereImpresa Edile MARAZZI ISAIA - Via Novera 13/15, Cremosano (Cr) - www.edilmarazzi.comProject & Construction ManagementSERV.E.T. srl – Via Cavalli, 34 - 26013 Crema (CR) – www.servetsrl.itCollaborazioniAssociazione NascereDonna – www.nasceredonna.itPatrocinioComune di Pandino - www.comune.pandino.cr.it Presentazione pubblica agosto 2012 51
    • Rassegna stampa – VerdeBlu (23/07/12) http://cohousing-pandino.blogspot.it/2012/07/rassegna-stampa-al-via-il-progetto.html Presentazione pubblica agosto 2012 52
    • Rassegna stampa – La provincia. Quotidiano del cremasco (12/07/12) http://cohousing-pandino.blogspot.it/2012/07/rassegna-stampa-abitare-nexus-sala.html Presentazione pubblica agosto 2012 53
    • Rassegna stampa – Il giornale di Treviglio (01/06/12) http://cohousing-pandino.blogspot.it/2012/06/rassegna-stampa-pandino-ventiquattro.html Presentazione pubblica agosto 2012 54
    • Rassegna stampa – Crema Online. Il portale cremasco dal 1998 (03/05/12) http://www.cremaonline.it/articolo.asp?ID=17451 Presentazione pubblica agosto 2012 55
    • Rassegna stampa – La provincia. Quotidiano del cremasco (29/04/12) http://www.facebook.com/photo.php?fbid=322754167790680&set=a.234793176586780.54615.231480953584669&type=1&theater Presentazione pubblica agosto 2012 56
    • Rassegna stampa – Il Cittadino. Quotidiano del lodigiano (28/04/12) http://www.facebook.com/photo.php?fbid=321522037913893&set=a.234793176586780.54615.231480953584669&type=1&theater Presentazione pubblica agosto 2012 57
    • Rassegna stampa – NumeroZero (30/10/11) http://www.facebook.com/photo.php?fbid=234215426644555&set=a.231922590207172.54208.231480953584669&type=3&theater Presentazione pubblica agosto 2012 58
    • Rassegna stampa – Il Cittadino. Quotidiano del lodigiano (12/10/11) http://www.facebook.com/photo.php?fbid=231922603540504&set=a.231922590207172.54208.231480953584669&type=3&theater Presentazione pubblica agosto 2012 59
    • Riferimentivia Padre Spinelli 21,26025 Pandino (CR)Presidente Andrea Seghizzi – 348 8564371Sito web http://www.e-cohousing.itBlog http://cohousing-pandino.blogspot.comCanale twitter https://twitter.com/#!/E_cohousingPagina facebook http://www.facebook.com/pages/Associazione-Ecohousing/231480953584669Edicola http://www.scoop.it/t/ecohousing Presentazione pubblica agosto 2012 60