®POLYGYR JokerR W X 6 2 ...M a n u a le d’im p iego                           Landis & Staefa Division
Sommario                                1      Sommario .....................................................................
7      Configurazione ................................................................................................7-20...
14     Dimensioni..................................................................................................... 14-...
1           Sommario1.1        Breve descrizione                          Regolatore elettronico universale autonomo con t...
1.3         Modelli                                Ingressi                                Uscite                     Mode...
2           Note Importanti                       ⇒   Leggere questo capitolo prima di passare al successivo!             ...
2.2.3      Sicurezza attiva e passivaSicurezza                       La sicurezza attiva e passiva è una caratteristica in...
2.3         Imballo, magazzino e trasporto                             L’imballo richiesto per il magazzino e il trasporto...
2.6         Abbreviazioni                                In fondo al “Manuale d’Impiego” è disponibile un elenco delle abb...
3           Esecuzione3.1         Custodia                        Il regolatore universale POLYGYR RWX62... è un’unità com...
Y1                                   Il seguente quadro test appare sul display LCD per circa 5 secondi dopo l’alimentazio...
Montaggio supannello piano (B)                                                         3351J05Montaggio afronte quadro (C)...
5            Istruzioni operative5.1         Elementi di funzionamento                                                    ...
Descrizione LCD                                                                            3                              ...
5.3         Correzione del setpoint                                (Vedi "Descrizione delle funzioni di Setpoint ")       ...
5.5         Allarmi e guasti5.5.1      Deviazione allarme                                   Significa:                    ...
5.5.5      Sonde ausiliare difettose                                       Significa:                                     ...
6           Messa in servizio                                           0.3                                           Valu...
• Le uscite si assegnano alle funzioni Y e Q col pulsante SEL. Le uscite assegnate Y... e                                 ...
7           Configurazione7.1         Struttura interna                       Il POLYGYR Joker ha un alto grado di flessib...
7.2         Modalità operativaNota Bene                       La modalità di controllo auto, durante la configurazione e l...
8            Configurazione regolatore                                 Con l’aiuto di un esempio sarà mostrato come sia fa...
Display                             Domanda                                    [TELSEL]                                   ...
¨ NoCM2Z3351it / 12.1999   POLYGYR                           Landis & Staefa8-24                   Manuale d’impiego   Sie...
Display:                                     Domanda:                                             [LIMMAX]                ...
8.1.2        Impostazione uscite                                 Dopo avere definito tutti gli ingressi (e le funzioni aus...
Display:                            Domanda:                                    [DEVALM]                                  ...
9           Progettazione                       Per progettare i loop di controllo HVAC, si deve definire quanto segue:   ...
Stampa parametrizzazione                                POLYGYR Joker RWX62...                                Regolatore i...
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Manuale rwx62
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Manuale rwx62

5,486 views

Published on

Published in: Business
1 Comment
2 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
5,486
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
73
Actions
Shares
0
Downloads
95
Comments
1
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Manuale rwx62

  1. 1. ®POLYGYR JokerR W X 6 2 ...M a n u a le d’im p iego Landis & Staefa Division
  2. 2. Sommario 1 Sommario .......................................................................................................... 1-4 1.1Breve descrizione........................................................................................ 1-4 1.2Applicazione principale............................................................................... 1-4 1.2.1 Variabili controllate ................................................................................... 1-4 1.2.2 Applicazioni .............................................................................................. 1-4 1.3Modelli .......................................................................................................... 1-5 1.3.1 Documentazione ...................................................................................... 1-5 1.3.2 Ricambi.................................................................................................... 1-5 1.3.3 Unità personalizzate................................................................................. 1-5 1.4Combinazioni ............................................................................................... 1-5 2 Note Importanti ................................................................................................. 2-6 2.1Uso corretto ................................................................................................. 2-6 2.2Sicurezza...................................................................................................... 2-6 2.2.1 Simboli di sicurezza ................................................................................. 2-6 2.2.2 Prerequisiti di funzionamento ................................................................... 2-6 2.2.3 Sicurezza attiva e passiva........................................................................ 2-7 2.2.4 Note generali sulla sicurezza.................................................................... 2-7 2.3Imballo, magazzino e trasporto.................................................................. 2-8 2.4Manutenzione e servizio.............................................................................. 2-8 2.5Disposizioni ambientali............................................................................... 2-8 2.6Abbreviazioni ............................................................................................... 2-9 3 Esecuzione ...................................................................................................... 3-10 3.1Custodia ..................................................................................................... 3-10 3.2Pulsanti e display ...................................................................................... 3-10 3.2.1 Custodia trasparente.............................................................................. 3-10 3.2.2 LCD........................................................................................................ 3-10 3.2.3 Pulsanti di comando............................................................................... 3-10 4 Montaggio........................................................................................................ 4-11 5 Istruzioni operative ......................................................................................... 5-13 5.1Elementi di funzionamento ....................................................................... 5-13 5.2Stato funzionamento impianto ................................................................. 5-14 5.3Correzione del setpoint............................................................................. 5-15 5.4Impostazione compensazione.................................................................. 5-15 5.5Allarmi e guasti.......................................................................................... 5-16 5.5.1 Deviazione allarme................................................................................. 5-16 5.5.2 Termostato protezione antigelo, PROT .............................................. 5-16 5.5.3 Sonda protezione antigelo, S PROT .................................................. 5-16 5.5.4 Sonda principale difettosa ...................................................................... 5-16 5.5.5 Sonde ausiliare difettose ........................................................................ 5-17 5.5.6 Potenziometro (esterno) difettoso .......................................................... 5-17 6 Messa in servizio ............................................................................................ 6-18 6.1.1 Comandi................................................................................................. 6-18 6.1.2 Nuova configurazione RWX62............................................................... 6-18 6.1.3 Impostazione configurazione e parametri .............................................. 6-19Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 1-1
  3. 3. 7 Configurazione ................................................................................................7-20 7.1Struttura interna .........................................................................................7-20 7.2Modalità operativa .....................................................................................7-21 8 Configurazione regolatore..............................................................................8-22 8.1.1 Impostazione ingressi .............................................................................8-22 8.1.2 Impostazione uscite ................................................................................8-26 9 Progettazione...................................................................................................9-28 10 Parametrizzazione.........................................................................................10-35 11 Descrizione funzioni......................................................................................11-38 11.1 Selezione funzione di controllo [FUNCT] .........................................11-38 11.2 Selezione unità di misura [TEMP] .....................................................11-38 11.3 SEQREG, regolatore in sequenza .....................................................11-39 11.3.1 Modalità di funzionamento....................................................................11-40 11.3.1.1 Setpoint notturno E1 (NIGHT)....................................................11-40 11.3.1.2 Spegnimento impianto "OFF" con E2 [STNDBY].......................11-40 11.3.2 Ingressi universali B... ...........................................................................11-40 11.3.2.1 Taratura valori misurati [CORSCA] ............................................11-42 11.3.3 Funzione di controllo [SEQREG] .........................................................11-42 11.3.3.1 Struttura regolatore ....................................................................11-42 11.3.3.2 Impostazione uscite ...................................................................11-43 11.3.3.3 Visione generale segnali d’uscita ...............................................11-44 11.3.3.4 Sequenza 1................................................................................11-45 11.3.3.5 Uscita analogica (Y…) ...............................................................11-45 11.3.3.6 Uscita digitale (Q...)....................................................................11-47 11.3.3.7 Una (sola) uscita digitale (0Y + 1Q) ...........................................11-48 11.3.3.8 Una uscita analogica e una digitale (1Y + 1Q) ...........................11-48 11.3.3.9 Uscite a gradini “Lineare” (n Q con LIN).....................................11-49 11.3.3.10 Uscite a gradini “Binario” (n Q con BIN) .....................................11-50 11.3.3.11 Uscite a gradini “Variabile” (nQ con VAR)..................................11-51 11.3.4 Parametri di controllo (“XP”, “Tn”).........................................................11-53 11.3.5 Setpoint ................................................................................................11-55 11.3.5.1 Impostazione setpoint ................................................................11-55 11.3.5.2 Potenziometro esterno [TELSEL] ..............................................11-56 11.3.5.3 Compensazione [MULFUN, COMP] ..........................................11-58 11.3.6 Protezione antigelo ...............................................................................11-66 11.3.6.1 Termostato antigelo [ PROT]...................................................11-66 11.3.6.2 Sonda protezione antigelo, limite PI [S PROT] ........................11-67 11.3.7 Regolatori ausiliari ................................................................................11-70 11.3.7.1 Limite [LIM] ................................................................................11-70 11.3.7.2 Regolazione temperatura in cascata [LIM + CASC] ..................11-72 11.3.7.3 Limite PI di minima, con azione sulla sequenza 1 [LIMSPE]......11-74 11.3.7.4 Limite PI di massima, con azione sulla sequenza 3 [LIMMAX] ..11-77 11.3.8 Funzioni ausiliarie .................................................................................11-78 11.3.8.1 Regolazione di massima priorità sulla sequenza 3 [MAXPRI]....11-78 11.3.8.2 Azione inversa sulla seq.1..........................................................11-79 11.3.8.3 Multifunzione con Q: MULFUN [RELEAS] per 1Y + 1Q.............11-83 11.3.8.4 Blocco sequenze con MULFUN [LOCK]....................................11-84 11.3.8.5 Impostazione allarme sulla sonda di regolazione [DEVALM] .....11-86 11.4 Regolatore digitale [DIGREG] ..............................................................11-87 11.4.1 Modalità operativa ................................................................................11-87 12 Schema di collegamento ..............................................................................12-89 13 Dati tecnici .....................................................................................................13-90CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa1-2 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  4. 4. 14 Dimensioni..................................................................................................... 14-93 15 Appendice...................................................................................................... 15-93 15.1 Stampa parametrizzazione .................................................................. 15-93 15.2 Visualizzazione a display ................................................................... 15-103 15.2.1 Regolatore in sequenza ..................................................................... 15-103 15.2.2 Regolatore digitale [DIGREG]............................................................ 15-113 15.3 Abbreviazioni ...................................................................................... 15-117Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 1-3
  5. 5. 1 Sommario1.1 Breve descrizione Regolatore elettronico universale autonomo con tre loop di controllo liberamente configurabili come regolatori con uscite in sequenza a caratteristica P, PI, PID o come regolatori digitali a caratteristica P. Ingressi universali per segnali analogici o digitali. Segnali d’uscita analogici o digitali. Alimentazione 24 V AC. Immissione e impostazione diretta di tutti i dati nell’unità; non sono richiesti accessori di parame- trizzazione.1.2 Applicazione principale Il regolatore universale è adatto per impianti di ventilazione, aria condizionata e anche im- pianti di riscaldamento.1.2.1 Variabili controllate Possono essere regolate le seguenti variabili: – Temperatura -35...130 °C – Umidità relativa 0...100 % – Umidità assoluta 0...20 g/kg – Entalpia 0...100 kJ/kg – Pressione 0...40 bar – Pressione differenziale per liquidi 0…10 bar – Pressione differenziale per gas 0...500 Pa o 0...3.00 kPa – Velocità dell’aria 0...850 m3 /s o m3 /h o l/h – Qualità dell’aria 0...2000 ppm CO2 (0...200 display)1.2.2 Applicazioni • Regolatore: – 1...3 regolatori in sequenza con funzioni ausiliarie e segnali d’uscita analogiche e di- gitali o – 1...3 regolatori digitali con uscite digitali • Funzioni ausiliarie: – Commutazione stagionale segnale d’uscita – Compensazione – Commutazione stagionale in funzione della temperatura esterna – Regolazione in cascata (temperatura ambiente/mandata) – Limite di minima e massima – Protezione antigelo – Messaggio d’eccessivo scostamento della grandezza regolata – Massima priorità per raffreddamento/deumidificazione – Inversione del segnale per recupero energeticoCM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa1-4 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  6. 6. 1.3 Modelli Ingressi Uscite Modello Analog/Digitale Digitale Analog Digitale 3 2 3 0 RWX62.5030 5 2 3 2 RWX62.7032 5 2 3 4 RWX62.7034 5 2 3 6 RWX62.70361.3.1 Documentazione Foglio tecnico in italiano CM2N3351it Guida all’installazione e alla parametrizzazione in italiano completo di carte operative (set di 20 schede ciascuna) ARG62.120it1.3.2 Ricambi Porta scheda operativa PUP1.2 Cornice per montaggio a fronte quadro ARG62.101.3.3 Unità personalizzate La Landis & Staefa fornisce unità specifiche personalizzate per grandi ordini; queste unità differiscono da quelle standard come segue: • Applicazioni preconfigurate • Pre-impostazioni e parametri all’interno di campi specifici • Unità con logo specifici del cliente Per le unità personalizzate contattate il responsabile d’area di vendita di zona.1.4 Combinazioni Le seguenti sonde, servocomandi e trasduttori Landis & Staefa possono essere collegati ai regolatori universali RWX62... Unità Foglio Tecnico n. • Sonde di temperatura LS Ni 1000 Ω 17... a 19... • Sonde attive 0...10 V DC 17... a 19... • Sonde antigelo QAF63... e QAF64... 1821 / 1283 • Unità ambiente QAA25 1721 • Potenziometri FZA21.11 + FZA61.11 198... • Servocomandi per serrande 0...10 V DC 46... • Servocomandi per valvole 0...10 V DC 45... • Controllori 46... • Segnali per convertitori SEM 61.4 (per variatori statici) 51... • Convertitori di segnali 34... Sono possibile combinazioni con altre marche purché siano compatibili con le specifiche dei segnali del RWX62..Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 1-5
  7. 7. 2 Note Importanti ⇒ Leggere questo capitolo prima di passare al successivo! ⇒ Questo capitolo contiene importanti informazioni riguardo alla sicurezza delle per- sone e dell’impianto.2.1 Uso correttoCampo d’impiego Utilizzare il POLYGYR RWX62... per controllare e regolare impianti di ventilazione, aria condizionata ed impianti di riscaldamento.Combinazioni Il regolatore è progettato per essere utilizzato con tutte le apparecchiature Landis & Staefa o compatibili. Per la configurazione generale rispettare le norme del fornitore del componente di terze parti. Assicurarsi che tali unità rispondano ai requisiti tecnici e di sicurezza previste..2.2 Sicurezza2.2.1 Simboli di sicurezza Il simbolo a sinistra indica note speciali di sicurezza da rispettare. Ignorare questa nota può portare a gravi danni alle cose e alle persone. ⇒ Osservare attentamente tutte le note speciali (della freccia)!Dove sono simboli Questo capitolo e quelli associati, contengono note speciali e avvertimenti sulla sicurezza.d’avvertimento? Le note e gli avvertimenti sono utilizzati in varie posizioni e non proprio dove c’è pericolo immediato derivante dal POLYGYR RWX62.… Il simbolo d’avvertimento indica anche casi in cui l’uso improprio o impostazioni errati pos- sono causare danni. Per favore osservate tutti gli ulteriori simboli di sicurezza presenti sulle unità e sui compo- nenti dell’impianto. Il corrispondente testo sulla sicurezza si trova nella rispettiva descrizio- ne del prodotto o direttamente sui componenti.2.2.2 Prerequisiti di funzionamento Solo tecnici preparati ed addestrati sono in grado di parametrizzare l’ RWX62… e solo personale preparato è in grado di utilizzare al meglio il regolatore.CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa2-6 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  8. 8. 2.2.3 Sicurezza attiva e passivaSicurezza La sicurezza attiva e passiva è una caratteristica intrinseca del prodotto che dipendeattiva e passiva esclusivamente dall’uso.Sistema attivo e passivo La sicurezza attiva dell’ RWX62... è ottenuta come segue: – Sicurezza attivata dal software (autodiagnosi, test, avviso d’allarme, disattivazione negli errori, salvataggio dati in mancanza d’alimentazione, ecc..) – Sicurezza garantita attraverso il designSistema di sicurezza La sicurezza passiva dell’ RWX62... è ottenuta come segue:passiva – Separazione dei livelli di configurazione "AUTO MODE" (gli operatori con minor familia- rità possono accedere solo a parametri poco critici come setpoint, ecc..) – Training e corsi al personale addetto alla parametrizzazione da parte della Landis & Staefa (training per un corretto impiego e per la sicurezza)2.2.4 Note generali sulla sicurezza Il POLYGYR RWX62... è un prodotto ad alta tecnologia, costruito a regola d’arte e d’alta sicurezza.Impiego Requisiti previsti per RWX62... sono: trasporto e magazzinaggio adeguato, montaggio, in- stallazione e parametrizzazione corretti. Le seguenti note di sicurezza non si riferiscono solo al regolatore RWX62... ma anche al rispettivo ambiente (es. quadro elettrico) ed agli impianti tecnologici. Osservare tutte le note relative alla sicurezza per evitare danni alle persone ed alle appa- recchiature. ⇒ Non rimuovere, manomettere o disattivare apparecchiatura o funzioni di sicurezza. ⇒ Utilizzare componenti di sistema solo se sicuri dal punto di vista tecnico. Correggere tutti gli errori che possono influenzare la sicurezza. ⇒ Conformarsi alle norme di sicurezza previste per la sovralimentazione ed evitare tutte le operazioni che possono manomettere le esistenti misure di sicurezza. ⇒ Non rimuovere, per esempio, coperchi, custodie o altri accessori di protezione. Non com- pare impianti o componenti d’impianto se l’equipaggiamento protettivo installato è ineffi- cace o danneggiato nella sua funzione prevista. ⇒ Non compiere azioni che possono danneggiare la sicurezza della bassa tensione (24 V AC). ⇒ Sezionare la tensione prima di operare sul regolatore. Non operare in presenza di tensio- ne. ⇒ Utilizzare solo fusibili prescritti e sezionare la tensione dell’impianto prima di sostituirli. ⇒ Evitare interferenze elettromagnetiche e altri tipi di disturbi di segnali perché possono cau- sare malfunzionamenti e ridurre la sicurezza. ⇒ Montare e installare componenti d’impianto solo in accordo con le rispettive istruzioni. ⇒ Proteggere tutti i componenti elettronici, i circuiti a bordo macchina non protetti, i connetto- ri e gli altri componenti elettrici connessi ai circuiti interni da cariche statiche. ⇒ Riguardo alle cariche statiche, osservare tutte le misure di sicurezza come la messa a ter- ra, i collegamenti equipotenziali, basi elettroconduttive ecc.Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 2-7
  9. 9. 2.3 Imballo, magazzino e trasporto L’imballo richiesto per il magazzino e il trasporto dipende da: – Possibilità di protezione meccanica – Possibilità d’influenza climatiche.Utilizzo dell’imballo Utilizzare l’imballo originale per una protezione meccanica o per condizioni climatiche (EC standard).Protezioni meccaniche Evitare pressioni esterne e meccaniche sull’imballaggio (es. oggetti affilati o spigolo- si).Accatastare le unità imballate solo quelle dove limballo è idoneo a proteggere il conte- nuto da pressioni esterne.Trasporti difficoltosi Per il trasporto in condizioni difficili (es. su veicoli scoperti, soggetti ad urti fuori norma, quelli dove il trasporto avviene via mare o in aree subtropicali) utilizzare imballaggi addi- zionali e diversi come previsto per questi tipi di condizioni.Magazzino Immagazzinare l’unità in modo da evitare condizioni ambientali che possono danneggiar- la. Evitare variazioni di temperatura brusche soprattutto per formazione di condensa. ⇒ Osservare le istruzioni di magazzinaggio e trasporto nel capitolo 13 "Dati tecnici“ e nel fo- glio tecnico CM2N3351it. In caso di dubbio contattare il vostro agente Landis & Staefa. ⇒ Chi causa danni per incuria, cattivo impiego, errato magazzinaggio o imballo e trasporto improprio n’è responsabile.2.4 Manutenzione e servizioPulizia frontale Quando s’installa il regolatore RWX62... a fronte quadro, il frontale rimane lunica parte accessibile dallesterno. Se necessario, pulire il frontale con un panno umido (non bagna- to) soffice e pulito. Per rimuovere le macchie usare sapone o soluzioni neutre. ⇒ Non usare sostanze abrasive o corrosive per la plastica. ⇒ Evitare soluzioni acide o alcaline, spray, colpi e urti al regolatore!Guasti Quando è necessario, chiamare il servizio assistenza di zona per diagnosi o riparazioni. Soltanto il personale autorizzato può fare diagnosi, correzione parametrizzazioni (es. test, cambi di fusibili). ⇒ Manipolazioni non autorizzate deresposabilizza il costruttore. Chi causa danni è respon- sabile per i danni causati e per le sue conseguenze.2.5 Disposizioni ambientaliProtezione ambientale Il POLYGYR RWX62... non causa nessuna emissione conosciuta all’ambiente.Disposizioni Per favore attenersi alle direttive ambientali per lo smaltimento dei componenti elettronici: – Separare i componenti in modo opportuno, custodie, basette e circuiti elettronici per ri- porli negli appositi contenitori per il riciclaggio dei componenti elettronici predisposti da ogni comune. – Attenersi scrupolosamente alle direttive dei propri comuni di residenza. – Non riporre i componenti nei normali contenitori casalinghi.CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa2-8 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  10. 10. 2.6 Abbreviazioni In fondo al “Manuale d’Impiego” è disponibile un elenco delle abbreviazioni normalmente utilizzate. Per una maggiore leggibilità le abbreviazioni sono in ordine alfabetico. Negli schemi ed illustrazioni, sono usate le seguenti abbreviazioni e sigle: AC Corrente alternata XDZ Zona morta B... Ingresso universale XP Bea Proporzionale DC Corrente continua d. c. del campo DT Tempo morto Y Variabile controllata E Ingresso digitale Y... Segnale d’uscita I Integrale (regolatore) K Gradi Kelvin ϕ Umidità Min Minuti Ω Ohm OFF OFF ON ON Notte (comando) P Proporzionale (regolatore) Giorno (funzionamento normale) Q Carico Protezione antigelo Q... Uscita relè Stanby s Secondi n ON (attivo) t Temperatura (°C) T Tempo V Volt w Setpoint x Valore istantaneoSiemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 2-9
  11. 11. 3 Esecuzione3.1 Custodia Il regolatore universale POLYGYR RWX62... è un’unità compatta secondo le norme DIN 43 880 Gr 1, ed è integrato in una custodia plastica chiusa ed elegante.Morsetti Morsetti estraibili. I morsetti d’alimentazione G, G0 sono di colore arancione, per essere facilmente identifi- cabili.3.2 Pulsanti e display Pulsanti di comando dell’ RWX62... sul pannello frontale. 0.3 Value inputs B1..5: to cont.Bnr B1: Temperatura ambiente B1 Y1 B2: Temperatura mandata B1 Y2 °C Y3 B3: Temperatura antigelo B1 Q1 SEL Q2 Q3 INF0 B4: T emperatura esterna B1 Q4 °C Q5 Q6 B5: (inattivo) SEL 33 (Alarms and errors see back page) 51 Z1 0E ñ ñ ñ Custodia trasparente LCD Pulsanti di comando3.2.1 Custodia trasparente La custodia trasparente contiene le schede specifiche dell’applicazione (sonde e segnali d’uscita), fornite col regolatore. Da compilare le relative schede.3.2.2 LCD Il display LCD visualizza: – I valori attuali di funzionamento (massimo 3 digit) – I codici funzionali e i simboli3.2.3 Pulsanti di comando I pulsanti di comando hanno le seguenti funzioni:INFO Utilizzare il pulsante INFO per selezionare le pagine funzioni. Utilizzare il pulsante con la freccia a sinistra (< ) per selezionare il quadro precedente e la freccia a destra (> ) per il successivo. Utilizzare il pulsante con freccia destra (> ) per riconoscere un display lampeggiante e pro- cedere simultaneamente al quadro successivo.SEL Utilizzare il pulsante SEL per attivare selezioni o confermare di valori impostati. Display lampeggiante significa che i dati possono essere modificati.+/− Utilizzare i pulsanti + / − per incrementare o diminuire i valori lampeggianti.CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa3-10 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  12. 12. Y1 Il seguente quadro test appare sul display LCD per circa 5 secondi dopo l’alimentazioneY2 °F TELE °C 24 V AC. Il quadro contiene tutti i segmenti disponibili. Dopo viene visualizzata la versioneY3 %Q1 SEL K software corrente. Dopo altri 5 secondi il display si porta automaticamente sul quadro cor-Q2 rente successivo.Q3 CO2 PA2 PA1 °FQ4 °CQ5 CO1 SI SEL % Per apparecchi non ancora configurati il display si porta nella modalità CONF2/MODE,Q6 K per inizializzare la configurazione specifica dell’impianto. 3351Z12 Per apparecchi già configurati: vedi capitolo 5 (AUTO MODE).Nota bene Tutte le abbreviazioni utilizzate sul LCD sono in fondo al “Manuale d’impiego”.4 Montaggio Per il montaggio a quadro, seguire le seguenti istruzioni: • Montaggio in un quadro standard a norme DIN 43 880 • Montaggio su guida ad incastro (EN 50 022-35x7.5) • Montaggio su pannello piano con due viti di fissaggio • Montaggio a fronte quadro con la cornice ARG62.10Note di montaggio Per il montaggio su guida DIN, non sono richiesti accessori (A). Per il montaggio a parete occorrono due viti autofilettanti da 3.7mm (B). Per il montaggio a fronte quadro occorre la cornice ARG62.10 (C). I collegamenti elettrici alle morsettiere estraibili, si possono effettuare prima o dopo il montaggio a fronte quadro.Montaggio suguida DlN (A) 1 3 3351J04 2Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 4-11
  13. 13. Montaggio supannello piano (B) 3351J05Montaggio afronte quadro (C) 180 ±1 49.5 ±1 3351J06CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa4-12 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  14. 14. 5 Istruzioni operative5.1 Elementi di funzionamento 0.3 Value inputs B1..5: to cont.Bnr B1: Temperatura ambiente B1 Y1 B2: Temperatura mandata B1 Y2 °C Y3 B3: Temperatura antigelo B1 Q1 SEL Q2 Q3 INF0 B4: T emperatura esterna B1 Q4 °C Q5 Q6 B5: (inattivo) SEL 33 (Alarms and errors see back page) 51 Z1 0E ñ ñ ñ Custodia trasparente LCD PulsantiCustodia trasparente La custodia trasparente contiene le schede specifiche dell’applicazione (sonde e segnali d’uscita), fornite col regolatore. Da compilare le relative schede. I pulsanti di comando hanno le seguenti funzioni:INFO Utilizzare il pulsante INFO per selezionare le pagine funzioni. Il pulsante con la freccia a sinistra (< ) per selezionare il quadro precedente e la freccia a destra (> ) per il successivo. Il pulsante con freccia destra (> ) per riconoscere un display lampeggiante e procedere si- multaneamente al quadro successivo.SEL Utilizzare il pulsante SEL per attivare selezioni o confermare i valori impostati. Display lampeggiante significa che i dati possono essere modificati.+/− Utilizzare i pulsanti + / − per incrementare o diminuire i valori lampeggianti.LCDY1 Dopo l’alimentazione 24 V AC, appare sul display LCD il seguente quadro per circa 5 se-Y2 °FY3 TELE °C condi. Il quadro contiene tutti i segmenti disponibili. Dopo viene visualizzata la versione % SELQ1 K software corrente e dopo altri 5 secondi il display si porta automaticamente sul quadroQ2Q3 CO2 PA2 PA1 °F corrente successivo.Q4 °CQ5 CO1 SI SEL %Q6 K Per apparecchi non ancora configurati il display si porta nella modalità CONF2/MODE, per inizializzare la configurazione specifica dell’impianto. 3351Z12Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 5-13
  15. 15. Descrizione LCD 3 Y1 1 Y2 °C 4 Y3 SEL Q1 2 Q2 Q3 5 Q4 Q5 Q6 °C 6 3351Z15 • Indicazione di tutte le uscite analogiche Y es. Y1 5 segnale d’uscita 5 V DC ‚ Indicazione di tutte le uscite digitali Q es. Q1 contatto Q1 chiuso Q2 contatto Q2 aperto ƒ Indicazione della variabile principale regolata „ Indicazione del setpoint … Indicazione funzionamento Giorno, Notte, Standby (OFF) † Indicazione dei valori ausiliari del regolatore o del diagramma a barre.5.2 Stato funzionamento impianto Y1 Y1 Y1 Y2 °C Y2 °C Y2 °C Y3 Y3 Y3 Q1 SEL Q1 SEL Q1 SEL Q2 Info Q2 Info Q2 Info °C °C 3351Z16 Si possono visualizzare tutte le informazioni col pulsante INFO.CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa5-14 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  16. 16. 5.3 Correzione del setpoint (Vedi "Descrizione delle funzioni di Setpoint ") Auto mode Y1 Y2 °C Y3 Q1 SEL Q2 Press SEL button Press INTO button Y1 Day setpoint display Y1 Night setpoint display Y2 Y2 Y3 Y3 SEL SEL Q1 K INFO Q1 K Q2 Q2 1) °C Only if °C SEL SEL night setpoint available Change by pressing Change by pressing 3351Z17E the SEL button and the SEL button and the buttons the buttons5.4 Impostazione compensazione (Vedi "Descrizione funzioni setpoint ") Auto mode Y1 Y2 °C Y3 Q1 SEL Q2 Press SEL button Press INTO button Y1 Day setpoint Y1 Night setpoint Y2 correction display Y2 correction display Y3 Y3 Q1 INFO Q1 Q2 Q2 SEL 1) Only if SEL night setpoint K available K Change by pressing Change by pressing 3351Z18E the SEL button and the SEL button and the buttons the buttonsSiemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 5-15
  17. 17. 5.5 Allarmi e guasti5.5.1 Deviazione allarme Significa: °C eccessivo scostamento tra la grandezza regolata e il setpoint. SELQ6 3351Z195.5.2 Termostato protezione antigelo, PROTY1 Significa: °C SEL Allarme antigelo dal termostato di protezione La regolazione principale viene disattivata e il segnale Y del riscaldamento portato al valore massimo. Durante questo funzionamento viene visualizzato PROT.3351Z205.5.3 Sonda protezione antigelo, S PROTY1 Significa: °C SEL • Allarme antigelo dalla sonda di protezioneQ1 La regolazione principale viene disattivata, il segnale Y del riscaldamento portato al valore massimo, si spegne il ventilatore e attivato l’allarme col contatto Q1 °C • Riconoscimento allarme: premere il pulsante SEL3351Z235.5.4 Sonda principale difettosa Significa: Il valore della variabile controllata principale è fuori campo oppure è difettosa. La regolazione viene disattivata, rimane attiva solo la protezione antigelo S PROT 3351Z24CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa5-16 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  18. 18. 5.5.5 Sonde ausiliare difettose Significa: Il valore della rispettiva variabile è fuori campo oppure è difettosa. Le funzioni LIM, LIMSPE, LIMMAX, MAXPRI, MULFUN collegate ai rispettivi valori misurati sono inattive. 3351Z255.5.6 Potenziometro (esterno) difettosoY1 Significa:Y2 °C Il potenziometro è fuori campo oppure è difettoso.Y3 TELE SEL La regolazione si porta al setpoint minimo impostato con MINSEL. La protezione antigelo rimane sempre attiva.3351Z26Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 5-17
  19. 19. 6 Messa in servizio 0.3 Value inputs B1..5: to cont.Bnr B1: Temperatura ambiente B1 Y1 B2: Temperatura mandata B1 Y2 °C Y3 B3: Temperatura antigelo B1 Q1 SEL Q2 Q3 INF0 B4: T emperatura esterna B1 Q4 °C Q5 Q6 B5: (inattivo) SEL 33 (Alarms and errors see back page) 51 Z1 0E ñ ñ ñ Custodia trasparente LCD Pulsanti6.1.1 Comandi Impostare la configurazione e i parametri richiesti mediante i cinque pulsanti di comando. • Utilizzare il pulsante INFO (< ) per selezionare il quadro precedente o il pulsante INFO (>) per quello seguente. • Per modificare i dati visualizzati: – Premere il pulsante SEL: il dato sul display lampeggia (funzioni o parametri). – Modificare il dato lampeggiante con i pulsanti + o – , fino al valore desiderato. – Confermare premendo il pulsante SEL oppure col pulsante destro INFO (>). Utilizzare il pulsante INFO si conferma il dato e si passa contemporaneamente al quadro successivo. • Se il dato visualizzato è corretto: confermare col pulsante SEL e col pulsante INFO di destra (>) procedere al quadro successivo.6.1.2 Nuova configurazione RWX62 Sia la procedura di configurazione che quella di parametrizzazione sono chiaramente de- finite. I codici sono facilmente riconoscibili e guidano attraverso le modalità d’impostazione. Osservare quanto segue: • La variabile principale di controllo è visualizzata sulla riga superiore del display (corri- sponde al numero del regolatore) ed è definita con B... ; le funzioni ausiliare della rego- lazione sono visualizzate sulla riga inferiore e sono definite +B. 1 CO2 SEL 2 3351Z27 • Regolatore principale B1 ‚ Funzioni ausiliarie di controllo B2CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa6-18 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  20. 20. • Le uscite si assegnano alle funzioni Y e Q col pulsante SEL. Le uscite assegnate Y... e Q... vengono confermate e appaiono in alto a sinistra del display. • Si può passare automaticamente ad un quadro successivo premendo il pulsante INFO di destra (>). • Vengono visualizzati solo i dati delle funzioni codificate (ed ignorate tutte quelle non co- dificate). • La variabile temperatura (°C/K o °F) è visualizzata alla destra del display. • La rispettiva modalità di funzionamento è indicata per tutto il ciclo sul display con le si- gle: CO2, CO1, PA2, PA1 o SI. • La commutazione delle funzioni di controllo avviene in modo automatico dopo aver completato le rispettive modalità CO2, CO1, PA2 e PA1. • Il ritorno alla modalità di configurazione è possibile solo attraverso le procedure de- scritte nella sezione "Variazione dei parametri e delle configurazioni ".6.1.3 Impostazione configurazione e parametriNota Bene • Soltanto i programmatori possono modificare le funzioni PA..., CO..., o SI di un regola- tore configurato. • Tutte le funzioni di controllo e di protezione antigelo sono inattive nelle modalità SI, CO1 e CO2. • Ogni modifica nella modalità CO1 e CO2 resetta tutti i valori successivi portandoli a quelli di fabbrica. Tutti i parametri seguenti devono essere immessi nuovamente. (Ad eccezione dell’unità di misura della temperatura °C/K per °F o viceversa.) • Ciascuna modifica in CO... e PA... diviene attiva solo uscendo dalla modalità in corso. Dopo avere alimentato a 24 V AC, l’unità configurata parte in modalità di regolazione e vi- sualizza il quadro del primo regolatore B1 o un quadro indicante un errore in corso sul di- splay LCD. Per entrare nella modalità di controllo PA..., CO... o SI, premere contemporaneamente i pulsanti + e – finché non appare sul display la modalità desiderata. La tabella visualizza la relativa durata in secondi. Premere i pulsanti + / − per Modalità 5 secondi PA1 modalità di parametrizzazione 1 10 secondi PA2 modalità di parametrizzazione 2 15 secondi SI modalità di simulazione 20 secondi CO1 modalità di configurazione 1 25 secondi CO2 modalità di configurazione 2 Quando sul display appare la modalità desiderata, rilasciare i pulsanti. Dopo aver effettuato tutte le modifiche si può tornare alla modalità di controllo automatico AUTO MODE o premendo il pulsante INFO più volte o premendo simultaneamente i pul- santi + e – per due secondi.Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 6-19
  21. 21. 7 Configurazione7.1 Struttura interna Il POLYGYR Joker ha un alto grado di flessibilità dovuto alla libera impostazione degli in- gressi e delle uscite, ed ai tre loop di controllo interni universali. I loop di regolazione eseguono funzioni basi ed ausiliarie. Si possono effettuare test di funzionamento modificando i parametri di configurazione. Il POLYGYR Joker può essere utilizzato sia come regolatore di sequenza sia digitale. Se codificato come regolatore di sequenza nella configurazione [SEQREG], sono disponibili fino a tre loop di regolazione indipendenti in modalità P, PI, o PID ciascuno con possibilità di quattro sequenze in uscita. Se il POLYGYR Joker è codificato come regolatore digitale [DIGREG] rimangono disponibili tre loop di regolazione indipendenti. I cinque segnali d’ingresso universali (Ni1000, 0...10V DC e 24 V AC), possono essere li- beramente assegnati ai loop di regolazione in funzione dell’applicazione. A seconda del modello del regolatore, sono disponibili per un massimo di tre uscite analo- giche 0…10 V DC e un massimo di sei uscite digitali (on/off) che possono essere libera- mente assegnate alle singole sequenze. Per dare una migliore comprensione del POLYGYR Joker, lo schema seguente ne illustra la struttura interna. Ad esempio: struttura interna di un RWX62.7036 1/2XNI°C / VOLT°C / AC24V Volt% / VOLT G-G0 B1 B2 B3 B4 B5 E1 E2 DIGREG DIGREG DIGREG SEQREG SEQREG SEQREG Y1 Y2 Y3 Q1 Q2 Q3 Q4 Q5 Q6 3351Z28 DC0..10V AC24..230V 4(3)ACM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa7-20 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  22. 22. 7.2 Modalità operativaNota Bene La modalità di controllo auto, durante la configurazione e la parametrizzazione, è inattiva. Il POLYGYR Joker prevede le seguenti modalità d’impostazione e di funzionamento. Per indicare in ogni momento la modalità corrente appare sul display l’abbreviazione del ri- spettivo funzionamento. Alla fornitura il regolatore universale è impostato sul punto di partenza del livello d’impostazione base: modalità di configurazione 2.Modalità: [CO2] Inizio configurazione, dove si assegnano i segnali dingresso e duscita ai rispettiviconfigurazione 2 loop di controllo. Viene definito quale modello di regolatore è necessario per quel tipo d’impianto.Modalità: [CO1] Definizione dei dati di configurazione, come unità di misura °C/K o °F, modalitàconfigurazione 1 P/PI o PID, funzione in cascata attiva/inattiva, ecc.Modalità: [PA2] Impostazione di tutti i parametri di messa, come valori di banda P, tempo azioneparametrizzazione 2 integrale, taratura sonde, limiti ecc.Modalità: [PA1] Impostazione di tutti i setpoint sia di regolazione sia per le funzioni ausiliarie.parametrizzazione 1Modalità: simulazione [SI] Nella modalità di simulazione si possono impostare tutti i segnali d’uscita analogici (0…10V DC) che digitali (on/off). Tutti i valori impostati appaiono sul display LCD. Questo permette di verificare tutti i punti d’inserzione e di funzionamento.Nota Bene Nella modalità di simulazione, la regolazione è inattiva! In questa modalità (SIMUL) si atti- vano le uscite dei loop di controllo. Gli organi collegati come servocomandi, motori (es. pompe), ventilatori ecc., venendo ali- mentati iniziano a funzionare. Scollegare i carichi elettrici non ancora pronti per il funzio- namento. Solo gli addetti possono rimuovere i collegamenti elettrici. I ritardi all’accensione (T1 e T2) sono inefficaci. Nuova configurazione Scelta parametri e configurazione Impostazione CO2 CO2 di fabbrica CO1 Controllo CO1 disattivato PA2 SI 25s 20s PA1 PA2 15s SI PA1 10s 5s 3351Z14i AUTO Controllo AUTO attivato Premere simultaneamenteSiemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 7-21
  23. 23. 8 Configurazione regolatore Con l’aiuto di un esempio sarà mostrato come sia facilmente configurabile un impianto tramite il regolatore universale POLYGYR Joker. Saranno spiegati i passi iniziali per la modalità in configurazione in 2. Tuttavia non viene spiegato ogni passo, ma s’intende dare un’idea della filosofia di configurazione che sta dietro al POLYGYR Joker. L’impostazione è basata su una facile serie di domande-risposte. Basato sulle risposte date nei singoli quadri, il regolatore chiederà solo di fornire le rispettive informazioni. Sulla base di questo concetto, come pure su test di plausibilità integrati, impostazioni errate so- no molto improbabili. Raggruppare tutte le informazioni necessarie sull’impianto da controllare, poi disegnare lo schema. 3351S27 B5 B3 Y1 Q2 Y2 B4 Q3 Q4 Q1 B2 Q1 B1 Alimentare il regolatore POLYGYR Joker e rispondete alle domande.8.1.1 Impostazione ingressiDisplay Domande [FUNCT] Funzione del regolatore e della grandezza control- lata B1 ? 3351S01E CO2 ý Regolatore in sequenza o ¨ Regolatore digitale SEL Seq.2 Seq.1 Seq.3 Seq.4 B1 Y 3351Z61 Tipo di segnale d’ingresso ? Load RWX62...Load/Manipulated variable diagram ý 1 x Ni ¨ 2 x Ni ¨ Volt °C ¨ Volt % ¨ Volt CO2 SEL °C 3351Z62 I passaggi successivi si riferiscono alle funzioni ausiliarie del regolatore principale B1.CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa8-22 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  24. 24. Display Domanda [TELSEL] C’è un potenziometro esterno ? ¨ Si 3351S12E CO2 Tipo di segnale d’ingresso ? SEL ¨ Ohm ¨ Volt B... B1 ý No; Procedere al quadro successivo col pulsante RWX62...optional auxiliary input 3351Zc1 INFO ">" [LIM] S’intende utilizzare una sonda con funzione di limite di minima e massima (es. limite temperatura di mandata…) ? 3351S14E CO2 SEL ý Si; Procedere al quadro successivo col pulsante B... B1 INFO ">" RWX62...optional auxiliary input 3351Zc2 Tipo di segnale d’ingresso ? ý 1 x Ni ¨ 2 x Ni ¨ Volt °C ¨ Volt % ¨ Volt ¨ No [ALTDIR] S’intende utilizzare un segnale d’ingresso per inver- tire la sequenza d’uscita 1 (da riscaldamento a raf- 3351S26 3351S23 freddamento) ? CO2 (es. commutazione serrande per recupero energe- B... Y1 Bc Y1 SEL tico) RWX62.. RWX62.. Seq.1 Seq.1 ¨ Si 3351Zc3 Tipo di segnale d’ingresso ? ¨ 1 x Ni ¨ 2 x Ni ¨ Volt °C ¨ Volt % ¨ Volt ¨ DIG ý No; procedere alla funzione successiva col pul- sante INFO ">" [ PROT] S’intende utilizzare un termostato protezione anti- gelo? 3351S18E CO2 ¨ Si SEL B... B1 ý No; Procedere al quadro successivo col pulsante RWX62...optional auxiliary input 3351Zc4 INFO ">" [LIMSPE] S’intende utilizzare una sonda con funzione limite an- ticondensa (per caldaie) o anti-brinamento per recu- peratore d’energia sulla sequenza d’uscita 1 ? 3351S58E CO2 SEL ý Si; Procedere al quadro successivo col pulsante B... B... B1 INFO ">" RWX62...optional auxiliary input 3351Zc5 Tipo di segnale d’ingresso ? ý 1 x Ni ¨ 2 x Ni ¨ Volt °C ¨ Volt % ¨ VoltSiemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 8-23
  25. 25. ¨ NoCM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa8-24 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  26. 26. Display: Domanda: [LIMMAX] S’intende utilizzare una sonda con funzione ad es. di deumidificazione (limite di massima) sulla sequenza 3351S16E 3? CO2 SEL ¨ Si B... B1 Tipo di segnale d’ingresso ? RWX62...optional auxiliary input 3351Zc6 ¨ 1 x Ni ¨ 2 x Ni ¨ Volt °C ¨ Volt % ¨ Volt ý No; Procedere al quadro successivo col pulsante INFO ">" [MAXPRI] Si dispone di un segnale esterno (proveniente da un altro regolatore) per agire sulla sequenza di raf- 3351S17E ϕ freddamento 3 ? CO2 SEL (Es. segnale di deumidificazione) B... B1 ¨ Si RWX62...optional auxiliary input 3351Zc7 ý No; procedere alla funzione successiva col pul- sante INFO ">" [S PROT] S’intende utilizzare una sonda per la protezione an- tigelo sulla batteria di riscaldamento ? 3351S19E CO2 ý Si; Procedere al quadro successivo col pulsante K1 SEL B... 14 12 B1 INFO ">" Q1 RWX62...optional auxiliary input 3351Zc8 Tipo di segnale d’ingresso ? ¨ 1 x Ni ý Volt °C ¨ No [MULFUN] Dipende dalla grandezza misurata CO2 S’intende utilizzare una sonda per compensazione SEL estiva/invernale e/o per controllo energetico per l’inversione della sequenza 1 in funzione del ∆T tra la sonda di regolazione e la sonda “MULFUN” ? 3351S21 3351Zc9 B... Y1 ý Si; Procedere al quadro successivo col pulsante RWX62.. INFO ">" Seq.1 Tipo di segnale d’ingresso ? Dipende dalla differenza ý 1 x Ni ¨ 2 x Ni ¨ Volt °C ¨ Volt % ¨ Volt tra le due grandezze controllate 3351S24 3351S25 B... Y1 B1 B... Y1 B... RWX62.. RWX62.. Seq.1 Seq.1Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 8-25
  27. 27. 8.1.2 Impostazione uscite Dopo avere definito tutti gli ingressi (e le funzioni ausiliarie associate) si devono assegnare i rispettivi segnali d’uscita del primo regolatore di sequenza B1. ⇒ Se la funzione S PROT è stata selezionata, l’uscita Q1 è associata di default.Display: Domanda: Y1 Sequenza 1 (serrande, riscaldamento o umidifica- zione)Q1 Segnale d’uscita modulante 0..10V DC? Y ¨ No; ý Si = 1 CO1 SEL Uscite digitali ? 3351Z29 Q ý No; ¨ Si (1...n) Procedere al quadro successivo col pulsante INFO ">"Y1 Sequenza 2 (riscaldamento o umidificazione)Y2 Segnale d’uscita 0...10 V DC? Q1 Q2 Y ¨ No; ý Si = 1 CO2 SEL Uscite digitali ? Q ¨ No; ý Si = (1...n) 3351Z30 Procedere al quadro successivo col pulsante INFO ">"Y1 Sequenza 3 (raffreddamento o deumidificazione)Y2 Segnale d’uscita 0...10 V DC?Q1Q2 Y ý No; ¨ Si = 1Q3 CO2Q4 SEL Uscite digitali ? Q ¨ No; ý Si = 2 (1...n) 3351Z31 Procedere al quadro successivo col pulsante INFO ">"Y1 Sequenza 4 (raffreddamento o deumidificazione)Y2 Segnale d’uscita 0...10 V DC?Q1Q2 Y ý No; ¨ Si = 1Q3 CO2Q4 SEL Uscite digitali ? Q ý No; ¨ Si = (1...n) 3351Z32 Se dopo la configurazione del primo loop rimangono ingressi e uscite liberi, si possono configurare ulteriori loop di controllo (max. 3). Per fare questo ripartire dal punto 8.1.1.CM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa8-26 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  28. 28. Display: Domanda: [DEVALM] (Nota bene! Solo se sono disponibili uscite digitali). Si richiede un allarme per presenza di eccessivo CO2 scostamento tra la grandezza regolata (sonda ba- SEL se) e il valore impostato (setpoint) ? DEVALM ý No (INACT); ¨ Si (ACTIV) 3351Zc8 Se non sono più disponibili ingressi ed uscite, ma non sono stati assegnati tutti i parametri di controllo, occorre aggiungere un altro regolatore POLYGYR Joker. In questo caso si raccomanda di separare le variabili di controllo per regolatore, ad es. uno per il controllo delle temperature e uno per il controllo dell’umidità. Dopo avere immesso tutte le informazioni di cui sopra, viene completata la modalità in configurazione 2: (ingressi e relative uscite per loop di controllo). Da ora in avanti sono ri- chiesti tutti i dati inerenti alla configurazione impostata. Tutte le ulteriori modalità di confi- gurazione e parametrizzazione sono simili a quella descritta in questa sezione.Siemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 8-27
  29. 29. 9 Progettazione Per progettare i loop di controllo HVAC, si deve definire quanto segue: • Tipo di regolatore (regolatore in sequenza o digitale) • Variabili controllate (es. temperatura ambiente o umidità, ecc.) • Tipo di setpoint (es. costante o compensato, valore diurno o notturno, ecc.) • Tipo di segnale in uscita (es. valvola di riscaldamento o inseritore a gradini, ecc.) • Funzioni ausiliarie (es. potenziometro esterno, limiti, variabili di compensazione, ecc.) Si raccomanda di compilare prima la tabella di configurazione (vedi appendice) e di com- pletare tutti i valori specifici d’impianto. Esempio di compilazione tabella di configurazione Esempio: Con il carattere Corsivo si indicano i valori d’ingresso nella tabella corrispondente Vedi pagina seguenteCM2Z3351it / 12.1999 POLYGYR Landis & Staefa9-28 Manuale d’impiego Siemens Building Technologies
  30. 30. Stampa parametrizzazione POLYGYR Joker RWX62... Regolatore in sequenza Informazioni impianto Oggetto: Esempio Impianto: controllo temp. ripresa /mandata, con 3 serrande e batteria di riscaldamento Data: 01. 01. 0001 Modello regolatore: RWX62.7036 Schema impianto Y1 B3 B1 3351S57 B4 Q2 Y2 B2 Q1 Q1 = Relè protezione antigeloSiemens Building Technologies POLYGYR CM2Z3351it / 12.1999Landis & Staefa Manuale d’impiego 9-29

×