Ecomusei del Gusto, Foodscape e Dieta Mediterranea Patrimonio Immateriale dell'Umanità
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Ecomusei del Gusto, Foodscape e Dieta Mediterranea Patrimonio Immateriale dell'Umanità

on

  • 249 views

Presentazione di Natale Giordano su Ecomusei del Gusto, foodscapes e Dieta Mediterranea, Patrimonio Immateriale UNESCO e stile di vita. Modica 11 aprile 2014 nell'ambito dell incontro Turismo e ...

Presentazione di Natale Giordano su Ecomusei del Gusto, foodscapes e Dieta Mediterranea, Patrimonio Immateriale UNESCO e stile di vita. Modica 11 aprile 2014 nell'ambito dell incontro Turismo e cultura del cibo:
Territorio, identità e risorse, realizzato dal Master sul Turismo dell'Università di Messina.

Statistics

Views

Total Views
249
Views on SlideShare
246
Embed Views
3

Actions

Likes
1
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 3

https://twitter.com 3

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Ecomusei del Gusto, Foodscape e Dieta Mediterranea Patrimonio Immateriale dell'Umanità Ecomusei del Gusto, Foodscape e Dieta Mediterranea Patrimonio Immateriale dell'Umanità Presentation Transcript

  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Natale Giordano Responsabile IV Commissione COPPEM Turismo e cultura del cibo: Territorio, identità e risorse Modica 10 aprile 2014
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Il cibo è un fatto culturale e sociale, esso infatti "è in ogni luogo e in ogni epoca un atto sociale“ Roland Barthes
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Il consumo del cibo costituisce una pratica per costruire, comunicare regole sociali, gerarchie, legami.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Il termine "compagno" deriva dal latino "cum panis" dove l'atto della condivisione del pane è ritenuta un'azione concreta e simbolica, rituale al contempo per trasmettere sentimenti di amicizia, confidenza intimità.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Al contrario la mancanza di condivisione veicola distacco sociale, distanza, esclusione, è un modo per sottolineare e mantenere gerarchie
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea “Vi sarà qualcosa da studiare per gli antropologi dell’alimentazione nei prossimi cinquant’anni, dal momento che i contesti contemporanei in cui essi si muovono sono caratterizzati dalla delocalizzazione delle persone e dei cibi, dalla crescente separazione tra produzione e consumo, dalla progressiva disposizione verso il consumo di cibo precotto, e dal decrescere della capacità di cucinare della classe media?” si chiede, in maniera provocatoria, l’antropologa Sidney Mintz
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Ibridazione, dinamismo, conflittualità e scale diverse di relazioni – globali, locali e glocali - vi sono sempre state, e non sono che alcuni degli aspetti che l’antropologia di un’alimentazione che da sempre cambia può affrontare come oggetto di studio.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Il cibo è un elemento centrale della vita sociale, e le modalità in cui gli individui lo pensano, producono, preparano e consumano sono rivelatrici di importanti elementi della società a cui essi afferiscono.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea La dieta mediterranea costituisce un insieme di fattori, conoscenza, pratiche e tradizioni che variano dal paesaggio alla tavola, comprese le colture, la raccolta, la pesca, la conservazione, l’elaborazione, la preparazione e, specialmente, il consumo degli alimenti.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea La dieta mediterranea è caratterizzata da un modello nutrizionale che è rimasto costante nel tempo e nei luoghi, essendo costituito principalmente di olio di oliva, cereali, frutta fresca o secca e verdure, una quantità moderata di pesce, latticini, carne, e molti condimenti e spezie, interamente accompagnati da vino o infusi, sempre nel rispetto delle tradizioni di ogni comunità.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Oggigiorno, la Dieta Mediterranea (dal diaita greco, o stile di vita) comprende più del vero e proprio cibo. Promuove l’interazione sociale, poiché i pasti della comunità sono la pietra angolare delle abitudini sociali e degli eventi festivi.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Ha dato vita ad una considerevole massa di conoscenza, canzoni, massime, racconti e leggende. Il sistema è radicato nel rispetto del territorio e della biodiversità ed assicura la conservazione e lo sviluppo delle attività tradizionali e dei mestieri collegati alla pesca ed all’agricoltura nelle Comunità mediterranee
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Le donne svolgono un ruolo particolarmente importante nella trasmissione delle competenze, come la conoscenza dei rituali, dei gesti tradizionali e delle celebrazioni e la salvaguardia delle tecniche di elaborazione dei cibi.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Parallelamente, anche la Dieta Mediterranea tradizionale pur costituendo un’eredità che deriva da millenni di scambi tra popolazioni e culture alimentari in tutto il bacino del Mediterraneo e base delle abitudini alimentari in molti Paesi fino alla metà del ventesimo secolo, ha iniziato un declino a causa della diffusione capillare dell’economia e degli stili di vita di tipo occidentale e della globalizzazione della produzione e dei consumi
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Proporre uno stile di vita mediterraneo è molto di più che consigliare come alimentarsi. La Dieta Mediterranea, modello di “Dieta Sostenibile”, rappresenta un esempio di come sia possibile coniugare scelte personali, economiche, sociali e culturali, protettive della salute dell’uomo e dell’ecosistema.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Per favorire la diffusione di una cultura e di una pratica costante della Dieta Mediterranea sono necessarie azioni di sistema di la valorizzazione del prodotto Territorio Sicilia che induce gli appassionati viaggiatori ad essere fruitori del paesaggio, delle tradizioni agroalimentari ed enogastronomiche, dei BBCC, degli aspetti storici e culturali, direttamente nei territori di origine
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Il nuovo modello di interpretare il territorio dovrà mirare a promuovere l’offerta integrata "del" e "nel" territorio, piuttosto che mettere su strada le merci (percorsi enogastronomici, mense scolastiche a filiera corta, menu turistici della dieta mediterranea …).
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Ecomuseo del Gusto di Don Minico a Gesso
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea A Gesso, centro collinare dei Peloritani, Paolo Mazza figlio del famoso Don Minico delle Quattro Strade di Sarrizzo, ha creato un Ecomuseo del gusto.
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea I visitatori devono lasciare una ricetta e nel contempo gustare i famosi prodotti di Don Minico:
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea Infine, se, come sostiene semiologo Paolo Fabbri «la cucina è la sintesi di tutte le arti: è luce, incenso, immagine, incanto» esiste anche un’arte del cibo?
  • Inverdurata di Pachino
  • Foodscapes di Carl Warner
  • Ecomusei del Gusto, foodscape e Dieta Mediterranea ….continua…..