IKEA-LE ORIGINILa storia IKEA parte dalle foreste della Svezia del sud per diventare un nome di spicco nella vendita al de...
“IKEA, basta poco per cambiare”
LA MODA COME RISPOSTA A TENSIONE IMITATIVA O DI DIFFERENZIAZIONELa visione del gruppo IKEA, viene rappresentata in modo mo...
LA MODA COME MODELLO PROVENIENTE DAI CETI PIÙ ELEVATIGeneralmente i mobili e complementi d’arredo con un design accurato s...
LA MODA COME MODELLO DI ACCELERAZIONE DEL TEMPO E DELLA PERCEZIONEDI “COMPRABILITÀ” DEL REALE.IKEA, grazie alla sua filoso...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

LA MODA - analisi spot Ikea

1,418 views
1,312 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,418
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

LA MODA - analisi spot Ikea

  1. 1. IKEA-LE ORIGINILa storia IKEA parte dalle foreste della Svezia del sud per diventare un nome di spicco nella vendita al det-taglio in 40 nazioni in tutto il mondo.Tutto comincia nel 1926, quando Ingvar Kamprad, originario dello Småland (nel sud della Svezia) decisemolto presto di sviluppare una sua attività.Negli anni 40-50 diede prova di grandi capacità imprenditoriali nel trasformare IKEA in un’azienda d’arre-damento. Questo periodo vide l’esplorazione del design dei mobili, del montaggio fai da te, della pubblicità,dell’uso di un catalogo e di uno spazio espositivo per raggiungere il maggior numero di persone possibile.Negli anni 50-60 il concetto IKEA comincia a prendere forma. Aprirono nuovi negozi e furono realizzati iprimi prodotti storici, con un’ espansione esponenziale in nuovi mercati come gli USA, l’Italia, la Francia e ilRegno Unito.IKEA continua a crescere; negli anni ‘90 Nasce “IKEA dei Piccoli” e l’attenzione viene posta su soluzionidi arredamento per la casa in grado di soddisfare le esigenze di famiglie con figli piccoli. Nasce il GruppoIKEA e la responsabilità verso le persone e l’ambiente viene vista come un presupposto essenziale perun’agire economico corretto e di successo.Arrivano gli anni 2000 e IKEA si espande ad altri mercati, come il Giappone e la Russia. Viene progettatauna collezione completa di articoli per il bagno e la cucina, presentati in soluzioni d’arredo coordinate, finoad arrivare al concetto che caratterizza IKEA ai giorni nostri: design e innovazione per tutte le tasche.IL CONCETTO DI MODA NEL MONDO IKEAPer questo lavoro ho preso in considerazione uno spot pubblicitario piuttosto recente, ambientato all’internodi un’apparente casa molto accogliente, arredata ovviamente con prodotti IKEA, la quale solo alla fine delvideo, svelerà ciò che si nasconde realmente dietro a quell’ ambiente tanto intimo e famigliare.In allegato il link:http://www.youtube.com/watch?v=RdnvhsPsjA4
  2. 2. “IKEA, basta poco per cambiare”
  3. 3. LA MODA COME RISPOSTA A TENSIONE IMITATIVA O DI DIFFERENZIAZIONELa visione del gruppo IKEA, viene rappresentata in modo molto esplicito e creativo all’inter-no di questo spot pubblicitario: creare una vita quotidiana migliore, offrendo un vasto assor-timento di articoli d’arredamento belli e funzionali a prezzi vantaggiosi, così da permettere almaggior numero possibile di persone di acquistarli.Grazie all’arredamento ikea, ai suoi colori, all’atmosfera che riesce a trasmettere, il prota-gonista del video si distingue dagli altri carcerati; riesce a ricreare un ambiente intimo edaccogliente per migliorare la sua quotidianità e per sentirsi sempre un po’a casa. Ecco allorache lo stereotipo della prigione viene abbattuto dalla gaiezza di un design vivace, attuale,giovane, emergendo dal grigiore dall’ambiente circostante. La moda e il design diventanoalla portata di tutti, traslando il concetto di moda vera e propria come un bene di lusso, aduno status di benessere che riesce a farti distinguere anche ad una modica cifra. (Concet-to che viene sottilineato anche dagli slogan “basta poco per cambiare” e “qualità al migliorprezzo”). I prezzi bassi sono la base dell’idea commerciale e del concetto di IKEA; dietrotutti i prodotti c’è la convinzione che, tenendo bassi i prezzi, si possano realizzare articoli perl’arredamento belli, funzionali e accessibili a tutti.Non viene riportato quindi solo un valore estetico all’interno dello spot, ma soprattutto unvalore evocativo, che percepiamo soltanto quando l’inquadratura si allarga, riprendendol’ambiente circostante. Proprio in quel momento appare tutta la potenza del brand IKEA.
  4. 4. LA MODA COME MODELLO PROVENIENTE DAI CETI PIÙ ELEVATIGeneralmente i mobili e complementi d’arredo con un design accurato sono creati, a causadel loro prezzo elevato, per un ristretto numero di persone. IKEA, invece, ha deciso di staredalla parte della maggioranza, con esigenze, gusti, sogni, aspirazioni e possibilità economi-che diverse. Gente che vuole migliorare la propria casa e la propria vita quotidiana, perfinoin un ambiente ostile come la prigione.Il protagonista non è un personaggio abbiente, nulla lo riconduce ad un’elevata classe so-ciale o a particolari privilegi, ma si presenta come un comunissimo ragazzo, il quale tienealla cura e alla particolarità del suo “appartamento”, ricercando uno stile conforme alle sueesigenze estetiche, che lo caratterizzi e che lo faccia sentire veramente a casa. Perfino laguardia, quando entra in quell’ambiente così colorato, si spoglia del suo ruolo di superviso-re, per acquisirne uno più amichevole e confidenziale. L’arredamento li isola dall’ambienta-zione vera e propria, è la barriera che divide il mondo reale dal “mondo Ikea”, il quale riescea trasmettere benessere e famigliarità in ogni circostanza, ad ogni persona.La parola design non è più un termine per pochi, ma si estende alla massa. Tutti possonoplasmare la propria casa in base ai loro gusti e alle loro esigenze; la bellezza e il lussovengono ridisegnati per una classe meno abbiente, passando da “bene di nicchia” a “benepopolare”.
  5. 5. LA MODA COME MODELLO DI ACCELERAZIONE DEL TEMPO E DELLA PERCEZIONEDI “COMPRABILITÀ” DEL REALE.IKEA, grazie alla sua filosofia, riesce a vendere non soltanto un mobile o un complementod’arredo, ma vende un vero e proprio un sogno: chi non desidererebbe infatti una bella casa,accogliente, che rispecchi il proprio stile, che soddisfi tutte le esigenze e magari anche abasso costo? Ecco che subito viene in mente il marchio IKEA. Un brand talmente forte econsolidato, che non fa pensare semplicemente ad un mobile, ma all’intera realtà che ci staattorno: alla convenienza, al design moderno, funzionale, senza trascurare lo stile e attentoalle esigenze delle persone, in particolare dei bambini.Nello spot viene racchiuso tutto questo e si ha immediatamente una “percezione di compra-bilità del reale”. Ikea migliora la vita delle persone, gli dà la possibilità di realizzare un sogno,di sentirsi veramente a casa...la PROPRIA casa.

×