Helpilepsy
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Helpilepsy

on

  • 115 views

Academic project of an healthcare service system addressed to people suffering from epilepsy

Academic project of an healthcare service system addressed to people suffering from epilepsy

Statistics

Views

Total Views
115
Views on SlideShare
113
Embed Views
2

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

1 Embed 2

https://www.linkedin.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Helpilepsy Helpilepsy Presentation Transcript

  • Sara Pizzetti 798295 Chiara Scalvi 799539 Chiara Simoncelli 798758 Xiaoxiao Yin 803920 Politecnico di Milano Corso in Laurea Magistrale di Design della Comunicazione Laboratorio di Sistemi per l’Interazione A.A. 2012/2013 Proff. Fabio Sergio, Alessandro Campi Un aiuto concreto alla gestione dell’epilessia
  • È una malattia neurologica che si esprime in forme molto diverse tra loro; tuttavia le crisi epilettiche generalmente consistono in una perdita di coscienza, che può essere accompagnata da convulsioni. area d’intervento Trattandosi di un disturbo cronico, essa costituisce un potenziale ostacolo alla propria autonomia. Malattia sulla quale vi è poca consapevolezza da parte di chi non ne è direttamente coinvolto; mentre è, talvolta, fonte d’imbarazzo per chi ne soffre. perché l’epilessia? Un sistema-interfaccia che agevoli chi ne soffre potrebbe essere particolarmente utile per ridimensionarne gli ostacoli nella vita di tutti i giorni. Dunque:
  • fase #1 ricerca
  • metodimetodi questionario online interviste frontali interviste con l’esperto diario Apprendimento delle informazioni di base e comprensione delle aree d’interesse principali e dei problemi più sentiti attraverso domande sia chiuse che aperte. Conoscenza più approfondita di storie, esigenze, desideri e sentimenti più personali, concedendo molta libertà al target. Domande più specifiche sulla malattia, sullo stato della ricerca, sulle problematiche dei pazienti e sul loro rapporto con i medici. Proposta di un diario, per seguire il target durante la sua routine quotidiana. 22 risposte 4 interviste 1 intervista (Professoressa dell’Ospedale San Paolo - MI) 2 compilazioni
  • «Rimane la paura di avere una crisi, sono cose che non riesco a dimenticare» «Per necessità ho iniziato a muovermi da sola, finché non ci siamo abituati» «L’epilettico si sente un disabile quando non ha più dignità» persona #1 Il preoccupato persona #2 Il sereno persona #3 Il coraggioso ansiaansia ansia user personas
  • customer journey comunicazione con il medico 3 mesi 3 giorni customer journey
  • customer journeycustomer journey crisi
  • customer journeycustomer journey spostamenti coraggiosi preoccupati tutti
  • Incoscienza durante le crisi opportunità La persona si sente vulnerabile in questi momenti: teme gli errori di chi la soccorre e la reazione di chi le sta intorno. Supporto sia psicologico - attraverso un confronto con chi affronta gli stessi problemi - sia pratico, per conoscere soluzioni a situazioni già discusse. Bisogno di un aiuto psicologico attraverso il confronto con altre persone affette da epilessia ed eventualmente anche con gli specialisti. Necessità di un’interazione più umana - per permettere di esporre anche dubbi o incertezze minori - e meno lenta e burocratica. Supporto alla famiglia Self help e supporto psicologico Snellimento dell’interazione con i medici
  • fase #2 concept
  • opportunità Incoscienza durante le crisi Supporto alla famiglia Self help e supporto psicologico Snellimento dell’interazione con i medici
  • target «(Vorrei) poter avvisare mio marito di dove sono con sicurezza, anche se ho intorno chi non mi conosce e io non mi sono ancora ripresa» primario Persone affette da crisi di Grande Male (convulsioni). User persona: preoccupati persone con epilessia In particolare per:
  • secondario «Una delle prime cose che dobbiamo sapere è il tipo di medicinale che assumono: se sono in casa è facile, ma per esempio al supermercato bisogna sperare l’abbia in borsa per sapere quale dargli» «Io sono fortunato e posso prendermi il permesso dal lavoro per andare da mia moglie quando sta male, ma non tutti riescono ad essere così presenti» caregiver soccorsi target
  • ?Servizio di supporto alle persone con epilessia che ottimizza l’intervento di soccorsi e caregivers durante la crisi e che raccoglie le informazioni più utili per un’accurata visita medica. che cos’è Sistema personalizzato in base alle scelte dell’utente. Informazioni utili ai soccorsi. Supporto a colleghi, insegnanti e amici durante la crisi. Aiuto concreto ai caregiver. Compilazione del diario delle crisi più rapida, chiara e precisa. benefici HELPilepsy
  • bracciale applicazione reportsito sensore di movimento pulsante area per persona epilettica area per caregiver area per soccorsi diario gestione dati raccolti scelta dati da consegnare durante la visita medica touchpoint
  • Persona con epilessia Caregiver 1° livello Caregiver 2° livello Soccorsi Medico Presenti alla crisi system map
  • diario storia medica allarme parenti coordinate gps Ep Detect diario storia medica allarme parenti coordinate gps Young epilepsy diario storia medica allarme parenti coordinate gps Epilepsy App diario storia medica allarme parenti coordinate gps ICE diario storia medica allarme parenti coordinate gps iTrack diario storia medica allarme parenti coordinate gps My tracks diario storia medica allarme parenti coordinate gps Life360 diario storia medica allarme parenti coordinate gps My epilepsy diary diario storia medica allarme parenti coordinate gps Epilepsy society competitor
  • competitor Young epilepsy Epilepsy App ICEMy epilepsy diary Epilepsy society
  • GPS allerta contatti indicati monitoraggio continuo traccia durata della crisi sensori di crisi e assenze allerta contatti indicati competitor
  • Nelle foto: LIT, Amiigo, Melon Possibilità di tracciare i movimenti fisici o mentali riconoscendone la fonte, tipolgia e valutandone l’intensità o la buona riuscita. Sono usati soprattutto in campo sportivo o per valutare lo stile di vita. tecnologia
  • fase #3 servizio
  • identità Logo Icona Richiamo alla situazione di pericolo che il servizio vuole risolvere e allusione alla sua tempestività Stile hi-tech: valorizzare e far percepire al target la presenza di un dispositivo tecnologico esterno sofisticato
  • identità: colori caldi Tocco di vitalità ed energia per sdrammatizzare e alleggerire il peso emotivo associato all’epilessia Indirizzare l’attenzione verso i punti cruciali durante l’utilizzo Evidenziare gli elementi più importanti senza sovrastare quelli cruciali Conciliazione all’estetica hi-tech presente nel logo neutri Distinguere aree disattivate o di sfondo da quelle più importanti, senza creare contrasti troppo netti Allusione all’ambito medico freddi
  • identità: tipografia Akko Std Rounded Moderno, hi-tech, distintivo, informale. Ideale per tutto ciò che riguarda la caratterizzazione e promozione del brand, a partire dal logotipo. Akko Std Rounded Bold Akko Std Rounded Medium Akko Std Rounded Light
  • identità: tipografia Roboto Bold Roboto Medium Roboto Light Roboto Thin Italic Roboto Carattere ufficiale di Android, il sistema operativo che ospiterà l’applicazione.
  • identità: tipografia Titillium Web Impiegato nel sito web in modo da conservare buona parte delle qualità dell’Akko, ma con il vantaggio di essere accessibile e visualizzabile da tutti. Titillium Web Bold Titillium Web Medium Titillium Web Light
  • identità: scelte grafiche di base In quanto le sensazioni negative associate all’epilessia si ripercuotono anche sull’impiego di un servizio ad essa legato serietà dell’area d’intervento necessità di creare un clima distensivo1 Informalità, invito all’interazionepredilezione per forme tondeggianti2 situazioni d’emergenza Evitare di porre l’utente di fronte a troppe informazioni eccetto quando strettamente necessario sobrietà e chiarezza espositiva3
  • app: grammatica visiva Pittogrammi Individuazione più veloce ed intuitiva delle informazioni desiderate Sempre corredati da un testo che ne chiarifichi l’interpretazione ALLARME MAPPA PERSONE STORIA MEDICAFARMACI Stondature ed effetti tridimensionali Più morbide per chiamare all’interazione e in rilievo per staccarle dal fondo (in quanto elementi più utili nell’immediato) Aree attive - pulsanti INTERVIENI! Non posso, avvisa gli altri Forme rettangolari Più sobrie e distaccate in quanto elementi destinati alla sola lettura e non ad un’interazione fisica Informazioni di statoIn attesa di risposta Giovanni è in arrivo Allarme visualizzato
  • approccio discorsivo app: pulsanti e azioni Prima e seconda persona plurale: rendere più colloquiale e soprattutto più immediata l’interazione tra servizio ed utente Frasi estese ma esplicite: particolarmente utili nelle situazioni più complesse, come i ripensamenti Ho avuto un problema, avvisa gli altri Ho cambiato idea, ora posso intervenire Release: limitata utilità pratica poichè inagibile, ma importante come feedback per rassicurare l’utente in condizioni di emergenza release Allarme inviato normal Avvisa press Avvisa stati
  • app: logica generale impostazioni personali e guida ALLARME MAPPA PERSONE barra di navigazione persona con epilessia caregiver return action bar Inserire più collegamenti allo stesso contenuto aumenta le probabilità che l’utente vi acceda anche in condizioni in cui non può dedicare tempo e concentrazione alla sua ricerca Tenendo conto che:
  • app: schermate chiave persona con epilessia caregiver Notifica push lampeggiante Tasto d’allarme: caso a sè stante data la concitazione prevista nel momento del suo utilizzo lampeggiante
  • app: schermate chiave persona con epilessia caregiver Raggruppamenti funzionali Doppio collegamento ai contenuti più utili in base alla situazione Raggruppamenti funzionali Doppio collegamento
  • app: schermate chiave persona con epilessia Focus sulle informazioni fondamentali Testo espandibile
  • app: schermate chiave caregiver Enfasi su distanze e soprattutto tempistiche, perché più intuitive Posizione caregiver Persona con crisi in corso Altri caregiver in zona
  • sito web Accesso all’area personale Utilizzo di forme rettangolari stondate per i pulsanti La home del sito web è pensata come una vetrina del prodotto/ servizio. Semplice e chiara, permette all’utente di ottenere tutte le informazioni su HELPilepsy e di effettuare l’accesso all’area personale. In particolare:
  • sito web I collegamenti ai contenuti di maggiore interesse sono tutti individuabili a colpo d’occhio Il grafico incrocia più tipologie di dati, secondo le scelte dell’utente Le altre sezioni forniscono dati più completi e modificabili per una consultazione approfondita
  • user scenarios #1 crisi al lavoro
  • #2 caregiver impegnatouser scenarios
  • #3 arrivo dei soccorsiuser scenarios
  • #4 visione del profilouser scenarios
  • conclusioni A prova di agitazione Sviluppi futuri L’app è stata pensata per essere utilizzata da persone agitate o in ansia: abbiamo fatto in modo che l’interfaccia fosse semplice ed intuitiva, prestando attenzione alle gerarchie degli elementi e alla facilità di navigazione. La tecnologia fa passi da gigante: in futuro il bracciale potrebbe essere sostituito da dispositivi più piccoli oppure tracciare con precisione più tipologie di dati oltre alla durata delle crisi. La tematica del supporto psicologico e del self-help non è persa di vista: al sito web potrebbe aggiungersi una community per lo scambio di opinioni ed esperienze, eventualmente con la partecipazione di un gruppo di medici.
  • grazie