Your SlideShare is downloading. ×

Regole licenziamenti

44
views

Published on

specchietto di confronto pubblicato dal Sole 24 Ore su regole per il licenziamento in Europa

specchietto di confronto pubblicato dal Sole 24 Ore su regole per il licenziamento in Europa

Published in: News & Politics

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
44
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. 4 IlSole24Ore Martedì12Agosto2014-N.220 Lalungacrisi LE MISURE IN CANTIERE Lereazioni.L’exministroD’Alia(Udc)chiedel’estensionedelJobsactanchealpubblicoimpiego L’agendaparlamentaredisettembre.UfficialmentePalazzoMadamariapreconlacomunitariael’emendamentoleghistasullaresponsabilitàciviledelletoghe FRANCIA Lareintegrazionedel lavoratore illegittimamente licenziatoèuna possibilitàprevistain Franciasoloperil licenziamento discriminatorio.Valea direquandoil licenziamentoènullo permotivazioni attinentiallasfera privatadellavoratore. Ointimatoaseguitodi molestie.Intuttiglialtri casiscattal’indennizzo, cheaumentaaseconda dell’anzianitàdel lavoratore Ilrilancio «Ilveicololegislativoèindifferente purchésiarriviallasoluzione» GERMANIA Ilreintegrodel lavoratoreper licenziamento illegittimoèpossibile mararamente applicato.Inpraticaun licenziamentoè illegittimoquando basatosufattori inerentilacapacitàole qualitàovverola condottadel lavoratore.Peri licenziamentinon economicinonè previstaun’indennità dilicenziamentosalvo diversaprevisionedei contratticollettivi ITALIA LaleggeForneroha modificatol’articolo18. Nonc’èpiùilreintegro automaticoincasodi licenziamentoillegittimo (rimanesolonelcasodi manifesta insussistenza).Mentreè previstaun'indennità. Restasemprenulloil licenziamento discriminatorio. Neicasideilicenziamenti disciplinaric'èminor discrezionalitàdel giudicenellasceltadel reintegro,decisosolonei casiprevistidaicontratti collettivi. SPAGNA Ilgiudicepuòobbligare alreimpiegoincasodi licenziamento illegittimo,mail titolarepuònon reintegrareil dipendentepagando unrisarcimento.Il dipendenteatempo pienopuòessere licenziatoanchesenza giustacausa.L’azienda ètenutasoloaversargli unrisarcimento,chela riformadel2012ha ridottodimolto33 giorniperannodi lavoroinvecedei45 precedenti LadirettivadelViminale.Tolleranzazero La lotta alla contraffazio- ne approda in piena estate an- che sugli arenili d’Italia. Dove conl’operazione«spiaggesicu- re», lanciata ieri dal ministero degliInterni,sipromettetolle- ranza zero contro l’abusivi- smo, un fenomeno che cresce senza sosta – oltre 87 milioni i prodotti falsi sequestrati in 18 mesi – di cui le migliaia di mi- granti che riempiono litorali e piazze delle città con milioni diprodottifalsirappresentano la punta dell’iceberg più evi- dente. «Gli italiani sono stan- chi di essere insolentiti da or- dedivucumprà,dobbiamora- dere al suolo la contraffazio- ne»,haspiegatoieriilministro dell’Interno Angelino Alfano presentando la direttiva con cuihachiesto aiprefetti diraf- forzareicontrollicontro. Il provvedimento – inviato l’8 agosto – prevede che siano subito convocati i Comitati provinciali per l’ordine e la si- curezza per impartire alla Guardia di finanza e alle altre forzedell’ordinel’inputarriva- to dal Viminale per restituire la «serenità agli italiani in fe- rie»,hachiaritoAlfano.Cheie- ri – a margine della presenta- zione della direttiva – è torna- toanchearibadirelanecessità di superare l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori: «Chie- diamochesiprendanodecisio- ni rapide – spiega il ministro –, lasedenaturalesarebbeladele- gaLavoromaprimac’èildecre- toSbloccaItalia».«Speriamo- è l’auspicio del titolare del Vi- minale-diriuscireaconvince- retuttiipartnerdellacoalizio- ne e soprattutto il governo a far sì che già dalla fine di ago- sto al Consiglio dei ministri possiamo realizzare questo storicoobiettivo». Unanuovapresadi posizio- ne,quelladiAlfano,chehasca- tenato una ridda di reazioni. Così come l’idea di lanciare l’operazione spiagge sicure mettendonelmirinoperprimi i«vucumprà».Suquestopun- to le critiche sono arrivate an- che da dentro il Governo. È il caso del sottosegretario agli Esteri, Mario Giro: «Sono sor- preso dalle parole utilizzate dal ministro Alfano». Sulla stessa scia il senatore del Pd e presidente della Commissio- nedirittiumaniLuigiManconi che ha invitato il ministro ad utilizzare un «linguaggio più responsabile». Dure le reazio- ne delle opposizioni, a comin- ciare dal segretario della Lega Nord, Matteo Salvini: «Alfano dice che gli italiani sono stan- chideivucumprà.Epoineper- mette l’arrivo di migliaia ogni giorno grazie a mare nostrum. Angelino, premio incoerenza 2014». Critiche sono arrivate anche dalla Caritas e dalla co- munitàdiSant’Egidio. Che la contraffazione sia un problema che mina seriamen- te l’economia sottraendo Pil e colpendoalcuoreilnostroma- deinItalynonècertounanovi- tàeanchegliultimidatidiffusi dal Viminale lo confermano: dal 1 gennaio 2013 al 30 giugno 2014 sono complessivamente oltre87,5milioniiprodotticon- traffatti sequestrati. Di questi, quasiun terzo (25,5milioni)ri- guardano i settori del tessile e dell’abbigliamento; 16,5 milio- ni sono invece i giocattoli, 8,7 milioni i prodotti di elettroni- ca, informatica e audiovideo, 6,3milioniifarmaci.Nellostes- so periodo sono state eseguite 69.045operazionianti-contraf- fazione che hanno portato a 25.832 sanzioni amministrati- ve, 12.521 denunce e 655 arresti. Le azioni di contrasto, annun- ciate dalla misura firmata dal ministro, prevedono in parti- colare un’impegno in prima li- nea delle Fiamme Gialle che come ha ricordato ieri il co- mandantegeneraleSaverioCa- polupo è pronta a dare «com- pletaattuazioneaquestadiret- tiva in piena sintonia con le al- tre forze dell'ordine». La Gdf, secondoladirettiva,potràaffi- darsi «al sistema informativo anticontraffazione»epotràri- correre anche all’aiuto delle «polizie locali». Saranno an- che sensibilizzati sindaci e ca- pitaneriediporto,«perglispe- cifici servizi nelle aree di pro- priacompetenza».Previstian- che «protocolli di legalità» sul territorio con le associazioni legali. Con la previsione di un primo report dell’operazione entro metà ottobre. «È tutta la filieradellacontraffazioneche viene messa sotto assedio dal- loStato»,hareplicatoieriAlfa- noachigliachiestosenonfos- se troppo tardi partire a estate giàcominciataconquestaope- razione. Che inizierà con le spiagge e «proseguirà per tut- to l’anno a tutela del made in Italy. La direttiva è dunque un di più, lo Stato non è stato in sonnofinora». Mar.B. © RIPRODUZIONE RISERVATA Periododal1gennaio2013al30giugno2014.Datiinunità LEPOSIZIONINELPD IPROVVEDIMENTI NOI E GLI ALTRI Leregolesuilicenziamenti Prodotticontraffattisequestrati Testopronto «Intesasututto,compresoilsalariominimo. Sifaccial’omologazionetraprivatoepubblico» Manuela Perrone ROMA Dal lavoro alla giustizia, dal fisco alle riforme istituzionali, passando per la manovra: per i parlamentari l’autunno si profi- lacaldissimo.Dopolamaratona pre-vacanzieradominatadall’in- gorgo tra il nuovo Senato e i de- cretiinscadenza,conilGoverno costrettoaporreladiciottesima fiducia(olaventesima,sesicon- tanoleprimedueprogrammati- che),laripresasipreannunciaal- trettanto difficile. Non fosse al- trocheperlapressione:sulleCa- mere,esullamaggioranzainpar- ticolare,incombelaresponsabi- litàdivararelemisureperinver- tire larotta e far tornare il paese acrescere. UfficialmenteilSenatoriaprei battenti mercoledì 3 settembre: in agenda la legge comunitaria con l’emendamento della Lega approvatoallaCameracheintro- ducelaresponsabilitàcivilediret- ta dei magistrati, già sconfessato dalgoverno e cancellato in com- missione.L’assembleadiMonte- citorioriprendeinvecegiovedì4 con il decreto legge di proroga delle missioni internazionali e poi martedì 9 con la proposta di legge sul cognome materno, che sieraarenataaluglio,econquella sul reato di depistaggio. Proprio il9leconferenzedeicapigruppo metterannoapuntoicalendari.E fisserannolepriorità. Moltepartitesigiocanoincom- missione.AlSenatodeveriparti- re l’esame della delega lavoro, checompleta iljobsactcon lari- forma degli ammortizzatori so- cialieilriordinodelleformecon- trattuali.L’esameerastatoblocca- topernonavvelenareilclimagià tesoconlepolemichesull’artico- lo18.Orainodiverrannoalpetti- ne: Renzi e il governo dovranno chiarire quale accelerazione im- primerealcambiamento. Sempre a Palazzo Madama, in commissioneAffaricostituziona- li, sarà incardinato il 3 settembre ilddldelegasullapubblicaammi- nistrazione, secondo atto del camminointrapreso con il dl va- rato la settimana scorsa. In tan- demconilddlprocederàl’esame dell’Italicum, che però dovrà at- tenderelariscritturadelpattodel NazarenotraRenzieBerlusconi. Mentre alla Affari costituzionali della Camera arriverà la riforma del Senato e del Titolo V con il prevedibilecorollariodiproteste eintoppi. Approderanno poi in Parla- mentodopo la pausa estiva - che quest’anno non arriverà a trenta giorni - i decreti già annunciati perilConsigliodeiministridel29 agosto,oltreaquellocontrolavio- lenzaneglistadiappenaapprova- to:loSblocca-Italia,ovveroilpac- chettoda43miliardiperfarripar- tireicantieri,eiprimipassidella riformadellagiustizia. Gli occhi saranno comunque puntati sui conti: entro il 20 set- tembreilgovernodevepresenta- realleCamerelanotadiaggiorna- mento al Def, con il nuovo qua- dro macroeconomico di riferi- mento.E subito dopo sfornare la legge di stabilità 2015. Che dovrà tentare il triplo salto mortale: far quadrare i conti senza aumenta- reletasse,evitarelamanovracor- rettiva e consolidare il bonus di 80 euro, scongiurando l’accetta sulleagevolazionifiscali. Entro ottobre dovrà dunque svelarsi il dossier spending re- view. Senza trascurare l’altro frontegiudicatocrucialedalmi- nistro dell’Economia Pier Carlo Padoan: gli investimenti. Una mano,Sblocca-Italiaaparte,po- trebbe arrivare dal Ddl per il rientro dei capitali detenuti all’estero licenziato dalla com- missioneFinanzedellaCamera. Maleperplessitàsulnuovorea- todiautoriciclaggiopotrebbero frenarnel’iter. C’èpoiilcapitolofisco:inParla- mentosonoattesiperipareriildl- gs di riordino delle accise sui ta- bacchi e gli altri decreti attuativi delladelegafiscale,apartiredalle regolesuigiochiedalFiscoAmi- co.Inquestoginepraioproveran- no a farsi largo i provvedimenti che pure sono da anni in cerca d’autore.Comeladelegaperlari- forma del Codice della strada. O ildivorziobreve. © RIPRODUZIONE RISERVATA ROMA La questione delle regole sui contratti «sarà affrontata conladelegacheinquestomo- mentoèindiscussionealSena- to. In quest’ambito affrontere- mosenzachiusurepregiudizia- li le proposte che verranno messe in campo. Anticipare quella discussione a strumenti che non sono propri credo sia sbagliato». Ad aprire il fronte Pdsull’articolo18,dopoleripe- tute richieste del segretario di Ncd,AngelinoAlfano,èilvice- segretario Lorenzo Guerini, ai microfonidelGr1Rai. «Noi dobbiamo affrontare complessivamente la discus- sionesullavoro-diceGuerini- lo abbiamo fatto col decreto e lo faremo con la legge delega. Aquestostrumentodobbiamo fare riferimento, affrontando la questione nel suo comples- so.Dentroladelegacisonova- ri argomenti oggetto di rifles- sione, in particolare le politi- che attive per il lavoro. Lì - è la sua conclusione - ragionere- mo senza tabù ideologici ma anche senza la tentazione di piantarebandierine». Insomma discussione sì ma conunapproccioapertoelibe- rodaisimbolideglianniSettan- ta. Una linea che è confermata dal responsabile economico del Pd, Filippo Taddei. Sentito dal Sole 24 Ore, Taddei spiega molto chiaramente la linea del partito: «Noi stiamo lavoran- do a una riforma ampia, ambi- ziosa e organica del mercato del lavoro e lo facciamo come leclassidirigentideglialtripae- sieuropeihannogiàfatto.Sen- za legarcilemani con i simboli del passato». Taddei ricorda i punti forti della delega e in quelliinserisceiltemadeicon- tratti:«C’èlariformadegliam- mortizzatori sociali, il riasset- toeilrafforzamentodellepoli- tiche attive, le semplificazioni delle regole e c’è il tema del contratto a tutele crescenti. Questoè l’ambito del confron- tocuisiamochiamatinellacon- sapevolezza che dobbiamo re- cuperaresuitempidiapprova- zionedopocheilSenatohada- to il via libera in prima lettura allariformacostituzionale». Leposizionidialetticheden- troilpartitodimaggioranzana- turalmente non mancano. «Se per Alfano abolire l’articolo 18 sarebbe una cosa straordina- ria, per noi si tratta invece di una banale, arcaica e insisten- te pretesa del centrodestra di toglieretuteleailavoratoriedi rendere più liberi i licenzia- menti. Non c’è che dire: una bellatrovatainunmomentodi crisi come l'attuale» dice per esempioCesareDamiano,pre- sidentedellaCommissioneLa- voro,sottolineandochesitrat- tatadiuntentativoche«vainu- tilmenteavantidapiùdi20an- ni».Mentreasinistra,fuoridal- la coalizione di Governo, c’è chi,comeGiorgioAiraudo, re- sponsabilelavorodiSel,siaffi- daaTwitterperesprimerepo- sizioniancorpiùnette:«Ilpro- blema vero non è Alfano che cerca affannosamente visibili- tà nella settimana di ferrago- sto ma il silenzio di Renzi che nonlosmentiscenésull’artico- lo 18 né sull’epiteto razzista "vucumprà"». Dentrolamaggioranzafaun ulteriorepassoavantil’exmini- strodellaPa,GianpieroD’Alia, che rilancia il tema dell’armo- nizzazione regolatoria tra set- tore privato e pubblico impie- goanchenallaprospettivadel- le riforma Madia: «Bilanciare i diritti dei lavoratori con l’esi- genza di sbloccare un mondo dell’impiego che oggi sbatte la porta in faccia ai giovani e non valorizzailmeritoècertamen- te una grande priorità su cui il governodovràcontinuareala- vorare-scriveD’Aliainunano- ta -. È giusto avviare su questo undibattito senzapreconcetti, cheaffronticertamenteiltema del superamento dell’articolo 18, ma anche quello dell’esten- sione del Jobs Act al pubblico impiego, partendo dai giovani nuoviassuntinellePa». D.Col. © RIPRODUZIONE RISERVATA LEPOLEMICHE Ilministro:«Gliitalianisono stanchidiessereinsolentiti daordedivucumprà». IDemocraticiinsorgono:usi unlinguaggioresponsabile LEGGEELETTORALE Isenatoridovranno occuparsianchedell’Italicum ilcuiesameprocederàin commissioneparallelamente alDdlMadia SEQUESTRI In18mesiintercettati 87,5milionidiprodotti "taroccati".Colpititessile, abbigliamento,giocattoli, elettronicaeinformatica Davide Colombo ROMA «Finoaoggiiparlamentari del Partito democratico non hanno ancora accettato di in- trodurrecomecriteriodidele- gaalnostroGoverno,ripeto,al nostro comune Governo, la ri- formadelcontrattoatempoin- determinato.Iodicofacciamo- lo con un accordo politico en- tro il mese per il superamento dell’articolo18elaCommissio- neLavorodelSenatoapprove- ràl’interodisegnodileggedele- gainunasettimana». MaurizioSacconi,presiden- te della Commissione lavoro di palazzo Madama e relatore del ddl di riforma del mercato del lavoro conferma e chiari- sce la posizione assunta dal suo partito con la richiesta del segretario, Angelino Alfano, d’introdurregiàconloSblocca Italiadel29agostol’abolizione dell’articolo 18 dello Statuto deilavoratori. «Davanti ai dati Istat sul Pil che fotografano un’economia italiana ancora in recessione, prospettiva confermata oggi (ieri; ndr) dall’agenzia Moo- dy’s,econtutteleistituzioniin- ternazionali che insistono af- finchéilGovernodiaunsegna- le di superamento dell’attuale assetto regolatorio del merca- to del lavoro - fermo su vecchi equilibri di compromesso fatti quandoancoraesistevaun’Ita- liadell’Est-larichiestadiAlfa- no non fa che confermare che suquestotemalanecessitàeur- genzac’ètutta». Senatore,peròilPdreplica che di articolo 18 se ne deve parlare nel contesto del ddl delega. Ho letto le dichiarazioni del vicesegretariodel Pd,Lorenzo Guerini, e le apprezzo. È la no- stra posizione, finora negata dai parlamentari del Pd che non hanno accettato come cri- terio di delega nemmeno quel riferimento alla riforma del contratto permanente che era stato già votato quale premes- sa del decreto legge Poletti. Forsenel nomedelterroreche potesseaprireunospiraglioal- la riforma delle rigidità sui li- cenziamenti e sulle mansioni. Dimentichichesitrattadidele- gaalnostrogoverno. Per questo il pressing Ncd diquestigiorni? Toccaanoifarloperchéaltri nonlofarebbero. Ricordo che siamo stati noi aintrodurrelepiùampieflessi- bilità nel Dl Poletti. Se noi ci fossimo rassegnati al testo li- cenziato dalla Camera tutti si sarebbero accontentati e non avremmo avuto quella prima ripresa dell’occupazione che stiamo osservando nelle ulti- me settimane. Ma noi abbia- mo puntato i piedi, chiesto ed ottenutoregolepiùconvenien- tiaidatoridilavoro.Comefac- ciamoora. Lei disse qualche tempo fa chequalcherigiditànelDlPo- lettièrimasta. E lo confermo. Quel limite del20percentoalleassunzioni aterminerappresentaunafor- terigiditàperlepiccoleimpre- sesenzacontrattazione.Eoggi credo che lo riconoscano an- chemoltiesponentidelPd. Dunque dall’impasse si può uscire con un accordo politico. Dafaresubito.Ilveicoloèin- differentepurchésiavviilaso- luzione.Entroilmesesidecida se la norma "sblocca lavoro" va nello "Sblocca Italia" o co- me delega nel Jobs Act che poi approveremmosubito. Davvero su tutto il resto noncisonopiùproblemi? Direichesuquasituttiglial- tri punti qualificati del Ddl de- legal’accordopoliticoc’è.Spe- ro anche sulla omologazione tra lavoro pubblico e lavoro privato. Il sottosegretario al Lavo- ro Teresa Bellanova ha pre- sentato gli ultimi emenda- menti.Anchesulsalariomini- mosieted’accordo. Sì siamo d’accordo anche sulsalariominimo.Inunconte- sto come ilnostro, doveil con- tratto nazionale determina ol- tre il 90 per cento dei salari, di fatto il salario minimo rappre- senta una flessibilità in più se benapplicato.Lasituazioneita- liana in questo senso è ben di- versadaquellatedesca,tantoè verochedanoisonoleassocia- zionidatorialiadesserefavore- volial salario minimo mentre i sindacatisonocontrari. Dunque via libera a cinque articoliconcinquedelegheal Governo? Sì se si fa, lo ripeto, l’accor- do. Noi siamo pronti a chiude- reinunasettimana. @columbus63 © RIPRODUZIONE RISERVATA GUERINI IlvicesegretarioPd:sbagliato anticipareladiscussione. Ilresponsabileeconomico Taddei:stiamolavorando aunariformaampia Alfano:operazione anti-contraffazione con«spiaggesicure» Regole da superare. MaurizioSacconi(Ncd),presidentedellaCommissionelavorodipalazzoMadama IMAGOECONOMICA Fonte:ministerodell’interno DeleghelavoroePaalSenato,riformeallaCamera IlPdfrena:iltemasiaffrontaconladelega «Vial’articolo18,pattoentroagosto» Sacconi:sidialadelegaallariformadeicontrattieapproviamoilJobsactinunasettimana LorenzoGuerini Laquestionedelleregolesui contratti«saràaffrontataconla delegaindiscussionealSenato. Sbagliatoanticiparela discussione»,hadettoil vicesegretarioPd FilippoTaddei «Stiamolavorandoauna riformaampia,senzalegarcicon isimbolidelpassato»,èla posizionedelresponsabile economicodelPd CesareDamiano «Abolirel’art.18èunabanale, arcaicaeinsistentepretesadel centrodestraditoglieretuteleai lavoratori»,haprecisatoil presidentedellaCommissione LavorodellaCamera Jobsact Ilddldelegariprendel’iterin commissioneLavoroalSenato Leggedistabilità Entrometàottobreapproda alleCamere.IlGovernoha promessodirenderestrutturali gli80euroinbustapaga DelegaPa Il3settembrepartein commissioneAffari costituzionalidelSenato Riformeistituzionali IncommissioneAffari costituzionalidiPalazzo Madamapartel’esame dell’Italicum.Lariformadel Senatoapprodain commissioneallaCamera MAGGIOREFLESSIBILITÀ Siamostatinoiaintrodurre piùampieflessibilitànelDl Poletti.Senzanonavremmo quellaprimaripresa d’occupazionechevediamo Totale Altro 30.515.149 87.691.668 Alimentari 10.764 Farmaci 6.316.677 Elettronica, informatica e audio-video 8.798.817 Giocattoli 16.517.536 Tessile e abbigliamento 25.532.725