BARACK OBAMA 18 Marzo 2008                             RACE DISCORSO:                   http://www.slideshare.net/VogelDen...
Il documento che hanno prodotto è stato finalmente firmato, ma in ultima analisi, non finito. Eramacchiata dal peccato ori...
Io sono il figlio di un uomo nero del Kenya e di una donna bianca del Kansas. Sono cresciuto conlaiuto di un nonno bianco ...
Sud primario. La stampa ha perlustrato ogni exit poll per le ultime prove di polarizzazione razziale,non solo in termini d...
che, se tutto quello che sapevo del reverendo Wright sono stati i frammenti di quei sermoni cheabbiamo eseguito in un cicl...
E questo aiuta a spiegare, forse, il mio rapporto con il reverendo                                   Wright. Per quanto im...
La comprensione di questa realtà richiede un promemoria di come siamo arrivati a questo punto.Come William Faulkner una vo...
applicazione di codice - ha contribuito a creare un ciclo di violenza, degrado e di abbandono checontinuano a perseguitarc...
donne ha superato le probabilità; quanti erano in grado di fare una via duscita cè modo per quellicome me che sarebbe venu...
Ma io ho affermato una ferma convinzione - una convinzione radicata nella mia fede in Dio e la miafede nel popolo american...
Nella comunità bianca, il percorso di una unione più perfetta significa riconoscere che ciò cheaffligge la comunità afro-a...
Questa volta vogliamo parlare di come le linee del Pronto Soccorso sono pieni di bianchi e neri e gliispanici che non hann...
Ha fatto questo per un anno fino a quando sua madre è migliorata, e ha detto a tutti alla tavolarotonda che la ragione si ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

031808 obama speech (italian)

190 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
190
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

031808 obama speech (italian)

  1. 1. BARACK OBAMA 18 Marzo 2008 RACE DISCORSO: http://www.slideshare.net/VogelDenise/031808-obama-race-speech"Noi, il popolo, in modo da formare una unione più perfetta".Duecento e 21 anni fa, in una sala che si trova ancora dallaltra parte della strada, un gruppo diuomini raccolti e, con queste semplici parole, ha lanciato esperimento improbabile dellAmerica nellademocrazia. Gli agricoltori e gli studiosi, statisti e patrioti che avevano viaggiato attraverso loceano persfuggire la tirannia e la persecuzione, infine, reso reale la loro dichiarazione di indipendenza a unaconvention di Philadelphia che è durato tutta la primavera del 1787.
  2. 2. Il documento che hanno prodotto è stato finalmente firmato, ma in ultima analisi, non finito. Eramacchiata dal peccato originale di questa nazione di schiavitù, una questione che divise lecolonie e ha portato la convenzione per una situazione di stallo fino a quando i fondatori hannoscelto di consentire la tratta degli schiavi di continuare per almeno 20 più anni, e di lasciarequalsiasi risoluzione finale alle generazioni future.Naturalmente, la risposta alla questione della schiavitù era già incorporato nella nostraCostituzione - una Costituzione che aveva a t i s nucleo lideale di cittadinanza uguali davanti allalegge, una Costituzione che prometteva la sua libertà le persone, e la giustizia, e un sindacato chepotrebbe essere e dovrebbe essere perfezionata nel tempo.E ancora parole su una pergamena non sarebbe essere sufficiente per fornire schiavi dallaschiavitù, o fornire uomini e donne di ogni colore e credo pieni diritti e doveri dei cittadini degliStati Uniti che sarebbero necessari erano americani nelle generazioni successive che erano disposti afare la loro parte -. attraverso le proteste e lotta, per le strade e nei tribunali, con una guerracivile e la disobbedienza civile, e sempre con grande rischio - di ridurre il divario tra la promessadei nostri ideali e la realtà del loro tempo.Questo è stato uno dei compiti di cui abbiamo allinizio di questa campagna - per continuare la lungamarcia di chi è venuto prima di noi, una marcia per un mondo più giusto, più equa, più libero, . piùsolidale e più prospera lAmerica ho scelto di correre per la presidenza in questo momento dellastoria, perché credo profondamente che non possiamo risolvere le sfide del nostro tempo se non arisolvere insieme - a meno che non perfezionare la nostra unione attraverso la comprensione chepossiamo avere diversi storie, ma teniamo speranze comuni, che non possono guardare la stessa cosae non possono provenire dallo stesso luogo, ma tutti noi vogliamo andare nella stessa direzione - versoun futuro migliore per i bambini e dei nostri nipoti.Questa convinzione deriva dalla mia fede incrollabile nella decenza e la generosità del popoloamericano. Ma si tratta anche dalla mia storia americana.
  3. 3. Io sono il figlio di un uomo nero del Kenya e di una donna bianca del Kansas. Sono cresciuto conlaiuto di un nonno bianco che è sopravvissuto a un Depressione per servire nellesercito di Pattondurante la Seconda Guerra Mondiale e una nonna bianca che ha lavorato su un gruppo bomber lineaa Fort Leavenworth mentre era allestero. Sono andato in alcune delle migliori scuole in America evivevano in una delle nazioni più povere del mondo. Sono sposato con un nero americano che portain sé il sangue di schiavi e proprietari di schiavi - una eredità si passa per le nostre due figliepreziose. Ho fratelli, sorelle, nipoti, zii e cugini, di ogni razza e di ogni colore, sparsi in tre continenti, eper tutto il tempo la mia vita, non dimenticherò mai che in nessun altro paese La terra è la mia storiaancora possibile.E una storia che non mi ha fatto il candidato più convenzionale. Ma è una storia che avrà segnato nelmio patrimonio genetico lidea che questa nazione è più della somma delle sue parti - che, su tanti,siamo veramente uno.Durante il primo anno di questa campagna, contro tutte le previsioni in contrario, abbiamo vistocome fame il popolo americano fosse per questo messaggio di unità. Nonostante la tentazione diconsiderare la mia candidatura attraverso una lente puramente razziale, abbiamo vinto vittoriecomandanti in stati con alcune delle popolazioni più bianche del paese. In South Carolina, dovela bandiera confederata vola ancora, abbiamo costruito una potente coalizione di afro-americani ebianchi americani.Questo non vuol dire che la razza non è stato un problema nella campagna. In varie fasi dellacampagna, alcuni commentatori mi hanno considerato sia "troppo nero" o "non abbastanzanero." Abbiamo visto razziale bolla tensioni in superficie durante la settimana prima della Carolina del
  4. 4. Sud primario. La stampa ha perlustrato ogni exit poll per le ultime prove di polarizzazione razziale,non solo in termini di bianco e nero, ma nero e marrone pure.E tuttavia, è stato solo negli ultimi due settimane che la discussione di gara in questa campagna hapreso una piega particolarmente divisione.Da un lato dello spettro, abbiamo sentito limplicazione che la mia candidatura è in qualche modo unesercizio di azioni positive; che si basa unicamente sul desiderio di occhi spalancati liberali perlacquisto di riconciliazione razziale a buon mercato Dallaltra parte, noi. ho sentito il mio ex pastore,il reverendo Jeremiah Wright, usare un linguaggio incendiario per esprimere punti di vista che hanno ilpotenziale non solo di ampliare il divario razziale, ma viste che denigrano sia la grandezza e la bontàdella nostra nazione, che giustamente offendono bianco e nero allo stesso modo .Ho già condannato, in termini inequivocabili, le dichiarazioni del reverendo Wright che hanno causatotale controversia. Per alcuni, fastidiose domande restano. Sapevo che fosse un critico feroce di tanto intanto di American politica interna ed estera? Certo. Ti ho mai sentito fare commenti che potrebberoessere considerate controverse, mentre ero seduto in chiesa? Sì. Ti sono assolutamente daccordo conmolte delle sue idee politiche? Assolutamente - così come sono sicuro che molti di voi hanno sentitocommenti dei tuoi pastori, sacerdoti, rabbini o con il quale è fortemente in disaccordo.Ma le osservazioni che hanno causato la recente tempesta di fuoco non erano semplicementecontroversa. Non erano semplicemente lo sforzo di un leader religioso di parlare contro lingiustiziapercepita, invece, hanno espresso una visione profondamente distorta di questo paese -. Unavisione che vede il razzismo bianco come endemica, e che eleva cosa cè di sbagliato conlAmerica, soprattutto, che sappiamo essere giusto con lAmerica; una visione che vede iconflitti in Medio Oriente come radicati soprattutto nelle azioni degli alleati coraggiosi comeIsraele, invece di che emana dalle ideologie perverse e odio dellIslam radicale.In quanto tale, il reverendo Wright commenti non sono solo sbagliato, ma di divisione, di divisione inun momento in cui abbiamo bisogno di unità; razziali in un momento in cui abbiamo bisogno di unirsiper risolvere una serie di problemi monumentali - due guerre, una minaccia terroristica, una cadutaeconomia, una cronica crisi di assistenza sanitaria e dei cambiamenti climatici potenzialmentedevastante, problemi che non sono né neri o bianchi o Latino o asiatici, ma piuttosto i problemi che sipongono tutti noi.Dato il mio passato, la mia politica, ei miei valori e gli ideali professati, non ci sarà senza dubbiocoloro per i quali le mie dichiarazioni di condanna non sono sufficienti. Perché mi associo con ilreverendo Wright, in primo luogo, si può chiedere? Perché non unirsi a unaltra chiesa? E confesso
  5. 5. che, se tutto quello che sapevo del reverendo Wright sono stati i frammenti di quei sermoni cheabbiamo eseguito in un ciclo infinito in televisione e You Tube, o se Trinity United Church ofChrist conforme alle caricature spacciata da alcuni commentatori, non cè dubbio che avrebbe reagitopiù o meno allo stesso modoMa la verità è, che non è tutto quello che so luomo. Luomo che ho incontrato più di venti anni fa, èun uomo che ha contribuito a farmi conoscere la mia fede cristiana, un uomo che mi ha parlato ainostri obblighi di amare gli uni gli altri a prendersi cura dei malati e sollevare i poveri. E un uomo cheha servito il suo paese come un marine degli Stati Uniti, chi ha studiato e svolto attivitàdidattica presso alcune delle migliori università e dei seminari nel paese, e che da oltretrentanni ha condotto una chiesa che serve la comunità facendo il lavoro di Dio qui sulla Terra- dalla casa ai senzatetto, ministero per i bisognosi, fornendo servizi di assistenza diurna e borse distudio e dei ministeri della prigione, e tendendo la mano a chi soffre di HIV / AIDS.Nel mio primo libro, I sogni di mio padre, ho descritto lesperienza del mio primo servizio al Trinity:"La gente ha cominciato a gridare, a salire dai loro posti e applaudire e gridare, un vento forteportando la voce del reverendo su per le travi .... E in quella singola nota - la speranza - Ho sentitoqualcosaltro;! Ai piedi del quella croce, allinterno delle migliaia di chiese in tutta la città, hoimmaginato le storie di gente comune neri si fondono con le storie di Davide e Golia, Mosè e ilFaraone, i cristiani in fossa dei leoni, Campo di Ezechiele delle ossa aride Quelle storie - disopravvivenza, la libertà, e la speranza - è diventato la nostra storia, la mia storia,. Il sangue cheaveva versato era il nostro sangue, le lacrime le nostre lacrime, fino a questa chiesa nera, in questogiorno luminoso, sembrava ancora una volta una nave con a bordo la storia di un popolo allegenerazioni future e in un mondo più grande. Le nostre prove e trionfi divennero allo stesso tempounico e universale, nero e più nero, ricordi in cronaca il nostro viaggio, le storie e le canzoni ci ha datoun mezzo per recuperare i ricordi che non abbiamo bisogno di provare vergogna su ... che tutte lepersone potevano studiare e amare - e con la quale abbiamo potuto iniziare a ricostruire ".Questa è stata la mia esperienza al Trinity. Come altre chiese prevalentemente neri in tutto il paese, ilTrinity incarna la comunità nera nella sua interezza - il medico e la mamma del benessere, lostudente modello e lex gang-banger Come altre chiese nere, Trinity i servizi sono piene di risate etalvolta oscena. umorismo. Sono pieni di ballo, battendo le mani, urlando e gridando che puòsembrare stridente per lorecchio non allenato. La chiesa contiene per intero la gentilezza e lacrudeltà, lintelligenza feroce e lignoranza scioccante, le lotte e successi, lamore e sì, lamarezzae la polarizzazione che compongono lesperienza di nero in America.
  6. 6. E questo aiuta a spiegare, forse, il mio rapporto con il reverendo Wright. Per quanto imperfetto possa essere, è stato come una famiglia per me. Ha rafforzato la mia fede, il mio matrimonio officiato, e battezzato i miei figli. Non una volta nelle mie conversazioni con lui ho sentito parlare di qualsiasi gruppo etnico in termini spregiativi, o trattare bianchi con cui ha interagito con qualsiasi cosa, ma cortesia e rispetto. Egli contiene in sé le contraddizioni - il bene e il male - della comunità che ha servito diligentemente per così tanti anni. Non posso più lo rinnegherò di quanto io possa rinnegare la comunità nera. Non posso più lo rinnegherò di me mia nonna bianca - una donna che ha contribuito ad accrescere me, una donna che ha sacrificato ancora e ancora per me, una donna che mi ama tanto quanto lei ama tutto ciò che in questo mondo, ma una donna che una volta ha confessato la sua paura degli uomini neri che passavano da lei per strada, e che in più di una occasione ha pronunciato stereotipi razziali o etniche che mi ha fatto rabbrividire.Queste persone sono una parte di me. E sono una parte dAmerica, questo paese che amo.Alcuni vedono questo come un tentativo di giustificare o scusare i commenti che sono semplicementeimperdonabile. Vi posso assicurare che non lo è. Suppongo che la cosa politicamente sicura sarebbequella di passare da questo episodio e spero solo che sfuma nella lavorazione del legno. Siamo in gradodi respingere il reverendo Wright come una manovella o un demagogo, proprio come alcuni hannorespinto Geraldine Ferraro, a seguito delle sue recenti dichiarazioni, in quanto ospitano alcuniprofonda pregiudizi razziali.Ma gara è un problema che credo che questa nazione non può permettersi di ignorare questomomento ci sarebbe fare lo stesso errore che il reverendo Wright fatto nei suoi sermoni offensivisullAmerica -. semplificare e stereotipo e amplificare il negativo al punto che distorce la realtà.Il fatto è che i commenti che sono stati fatti e le questioni che sono emersi nel corso degli ultimesettimane riflettono la complessità di razza in questo paese che non abbiamo mai veramentelavorato attraverso - una parte della nostra unione che dobbiamo ancora perfezionare. E se a piediadesso, se ci limitiamo a ritirarsi nei nostri rispettivi angoli, non saremo mai in grado di venire insiemee risolvere le sfide come la sanità o listruzione, o la necessità di trovare un buon lavoro per ogniamericano.
  7. 7. La comprensione di questa realtà richiede un promemoria di come siamo arrivati a questo punto.Come William Faulkner una volta ha scritto: "Il passato non è morto e sepolto., Infatti, non è nemmenopassato." Non abbiamo bisogno di recitare qui la storia di ingiustizia razziale in questo Paese. Ma abbiamo bisogno di ricordare a noi stessi che tanti delle disparità esistenti nella comunità afro-americana oggi può essere direttamente riconducibili alle disuguaglianze tramandate da una generazione precedente che ha subito sotto la brutale eredità della schiavitù e Jim Crow. Scuole segregate erano, e sono, le scuole inferiori, noi ancora non li hanno fissati, cinquantanni dopo Brown contro Board of Education, e listruzione inferiore hanno fornito, allora come oggi, aiuta a spiegare il divario di risultati tra pervasiva nero oggi e nero studenti. Discriminazione legalizzata - in cui è stato impedito i neri, spesso con la violenza, di possedere proprietà o prestiti non sono stati concessi a afro- americani imprenditori, i proprietari di abitazione o nere non potrebbe accedere a mutui FHA, o neri sono stati esclusi dai sindacati, o le forze di polizia o dei vigili del fuoco - ha fatto sì che le famiglie nere non poteva accumulare ogniricchezza di significato per lasciare alle generazioni future. Che la storia aiuta a spiegare laricchezza e il divario di reddito tra bianco e nero, e le tasche concentrato di povertà che persiste intante comunità urbane e rurali di oggi.La mancanza di opportunità economiche tra gli uomini neri, e la vergogna e la frustrazione cheproveniva da non essere in grado di provvedere alla propria famiglia, ha contribuito allerosionedelle famiglie nere - un problema che le politiche di welfare per molti anni potrebbe averpeggiorato E la mancanza di. servizi di base nei quartieri urbani tante nero - parchi per i bambini agiocare in piedi, la polizia l, spazzatura regolare battito di pick-up e la costruzione di tutte le
  8. 8. applicazione di codice - ha contribuito a creare un ciclo di violenza, degrado e di abbandono checontinuano a perseguitarci.Questa è la realtà in cui il reverendo Wright e altri afro-americani della sua generazione è cresciuta.Sono venuti di età alla fine degli anni Cinquanta e primi anni Sessanta, un periodo in cui lasegregazione era ancora la legge della terra e lopportunità è stata sistematicamente ristretta.Degno di nota non è quanti fallito di fronte alla discriminazione, ma piuttosto il numero di uomini e
  9. 9. donne ha superato le probabilità; quanti erano in grado di fare una via duscita cè modo per quellicome me che sarebbe venuto dopo di loro.Ma per tutti coloro che graffiati e artigli loro modo di ottenere un pezzo di sogno americano, cisono stati molti che non ce lhanno fatta - coloro che sono stati sconfitti in ultima analisi, inun modo o nellaltro, da discriminazioni Questa eredità della sconfitta è stata approvata. allegenerazioni future - quei giovani uomini e donne sempre più giovani che vediamo in piedi agli angolidelle strade o languire nelle nostre carceri, senza speranza e senza prospettive per il futuro. Anche perquei neri che ce lha fatta, le questioni di razza e razzismo, continuano a definire la loro visionedel mondo in modo fondamentale per gli uomini e le donne di generazione reverendo Wright, iricordi di umiliazione e di dubbio e la paura non sono andati via,. Né ha la rabbia e lamarezza diquegli anni. che la rabbia non può avere espresso in pubblico, di fronte bianco colleghi o amicibianchi. Ma lo fa a trovare la voce dal barbiere o intorno al tavolo della cucina. A volte, che la rabbiaè sfruttata dai politici, di gin fino voti lungo linee razziali, o per compensare mancanze unpolitico.E di tanto in tanto trova voce in chiesa la Domenica mattina, sul pulpito e nei banchi. Il fatto che cosìtante persone sono sorpreso di sentire che la rabbia in alcuni dei sermoni del Reverendo Wrightricorda semplicemente noi del vecchio adagio che lora più segregato nella vita americana si verifica laDomenica mattina. Che rabbia non è sempre produttivo, anzi, troppo spesso distrae lattenzione dallasoluzione di problemi reali, ma ci impedisce esattamente di fronte la nostra complicità nella nostracondizione, e impedisce la comunità afro-americana di falsificare le alleanze di cui ha bisogno perrealizzare reale cambiare Ma la rabbia è reale,. è potente, e semplicemente lo desiderano didistanza, a condannarla senza capire le sue radici, serve solo ad allargare labisso diincomprensione che esiste tra le razze.Infatti, una rabbia simile esiste allinterno dei segmenti della comunità bianca. La maggior parte degliamericani bianchi di lavoro-e della classe media non si sentono che sono stati particolarmenteprivilegiata per la loro razza. La loro esperienza è lesperienza degli immigrati - per quanto li riguarda,nessuno ha dato loro qualcosa, lhanno costruito da zero. Hanno lavorato duro per tutta la vita, moltevolte solo per vedere i loro lavori spediti allestero o la pensione di dumping dopo una vita di lavoro.Sono preoccupati per il loro futuro, e si sentono i loro sogni scivolare via, in unepoca di salaristagnanti e la concorrenza globale, possibilità viene ad essere visto come un gioco a somma zero, incui i vostri sogni a mie spese Così, quando si dice loro. bus i loro figli a una scuola dallaltra partedella città, quando sentono che un afro-americano è sempre un vantaggio in fase di atterraggioun buon lavoro o un posto in un buon college a causa di una ingiustizia che non si sono maiimpegnati, quando gli viene detto che i loro timori di criminalità nei quartieri urbani sono inqualche modo lesi, risentimento costruisce nel tempo.Come la rabbia allinterno della comunità nera, questi risentimenti non sono sempre espressi incompagnia educato. Ma essi hanno contribuito a delineare il panorama politico per almeno unagenerazione. Rabbia per il benessere e di azioni positive contribuito a forgiare la CoalizioneReagan. I politici regolarmente sfruttato le paure di reato per i propri fini elettorali. Ospiti ditalk show e commentatori conservatori costruito carriere intere smascherando affermazionifalse del razzismo, mentre ha respinto le discussioni legittime di ingiustizia razziale edisuguaglianza come mera correttezza politica o di razzismo al contrario.Così come la rabbia nera spesso rivelato controproducente, in modo da avere questi risentimentibianchi distratto lattenzione dai veri responsabili della stretta classe media - una cultura aziendalepiena di dentro che fare, pratiche contabili discutibili, ea breve termine lavidità, una Washingtondominata da lobbisti e speciali interessi; politiche economiche che favoriscono i pochi sui molti.E tuttavia, per augurare via i risentimenti di americani bianchi, di etichettarli come fuorviante oaddirittura razzista, senza riconoscere che sono fondate su preoccupazioni legittime - anche questo siallarga il divario razziale, e blocchi il percorso di comprensione.Questo è dove siamo in questo momento. E una situazione di stallo razziale siamo stati bloccati daanni. Contrariamente alle affermazioni di alcuni dei miei critici, in bianco e nero, non sono mai statocosì ingenuo da credere che siamo in grado di andare oltre le divisioni razziali in un singolo cicloelettorale, o con una candidatura unica - in particolare una candidatura come imperfetta come la miaproprio.
  10. 10. Ma io ho affermato una ferma convinzione - una convinzione radicata nella mia fede in Dio e la miafede nel popolo americano - che lavorando insieme possiamo superare alcune delle nostre vecchieferite razziali, e che in realtà non abbiamo altra scelta è dobbiamo continuare sulla strada di una piùperfetta unione.Per la comunità afro-americana, quella strada significa abbracciare il peso del nostro passatosenza diventare vittime del nostro passato. Significa continuare a insistere su una piena misuradella giustizia in ogni aspetto della vita americana, ma significa anche legare le nostre lamenteleparticolari -. Per una migliore assistenza sanitaria e scuole migliori, e migliori posti di lavoro - alleaspirazioni più grandi di tutti gli americani - il donna, bianco, lottando per rompere il soffitto di vetro,luomo bianco il cui stato licenziato, limmigrato cerca di sfamare la sua famiglia. E significaassunzione della piena responsabilità per la vita -, esigendo di più dai nostri padri, e di trascorrerepiù tempo con i nostri figli, e la lettura a loro, e insegnare loro che, mentre essi possonoaffrontare le sfide e le discriminazioni nella loro vita, non deve mai soccombere alladisperazione o cinismo, ma devono sempre ritengono di poter scrivere il proprio destino.Ironia della sorte, questa tipicamente americana - e sì, conservatore - nozione di auto-aiuto ha trovatoespressione frequente nei sermoni del Reverendo Wright. Ma qual è il mio ex pastore troppo spessonon ha capito è che il raggiungimento di un programma di auto-aiuto richiede anche la convinzioneche la società può cambiare.Il grave errore dei sermoni del Reverendo Wright non è che ha parlato di razzismo nella nostra societàE che ha parlato come se la nostra società fosse statica, come se nessun progresso è statofatto,., Come se questo paese - un paese che ha reso possibile uno dei suoi stessi membri dicorrere per la più alta carica del paese e costruire una coalizione di bianco e nero, Latino easiatici, ricchi e poveri, giovani e vecchi - è ancora irrevocabilmente legato ad un tragicopassato, ma quello che sappiamo -. - quello che abbiamo visto - è che lAmerica può cambiare. Questoè il vero genio di questa nazione. Quello che abbiamo già ottenuto ci dà speranza - laudacia di sperare- per quello che possiamo e dobbiamo ottenere domani.
  11. 11. Nella comunità bianca, il percorso di una unione più perfetta significa riconoscere che ciò cheaffligge la comunità afro-americana non solo esiste nella mente delle persone di colore, cheleredità di discriminazione - e gli incidenti in corso di discriminazione, mentre meno evidenteche in il passato - sono reali e devono essere affrontate non solo con le parole, ma con. opere -investendo nelle nostre scuole e nelle nostre comunità, per far rispettare le nostre leggi sui diritticivili e garantire lequità del nostro sistema di giustizia penale, fornendo questa generazione conscale di opportunità che non erano disponibili per le generazioni precedenti. Richiede tutti gliamericani a rendersi conto che i tuoi sogni non devono andare a scapito dei miei sogni, che investirenella salute, il benessere, e leducazione dei bambini neri e marrone e bianco in ultima analisi aiutaretutta lAmerica prosperare.Alla fine, quindi, ciò che si richiede è niente di più e niente di meno, di quello che tutta la domandagrande del mondo, religioni -. Che facciamo agli altri ciò che vorremmo fosse fatto a noiCerchiamo di essere custodi del nostro fratello, la Scrittura dice noi. Cerchiamo di essere custodi delnostro sorella. Troviamo che la partecipazione comune che tutti noi abbiamo luno nellaltro, e lasciareche la nostra politica riflette questo spirito pure.Per abbiamo una scelta in questo paese. Possiamo accettare una politica che razze di divisione econflitto, e il cinismo. Siamo in grado di affrontare gara solo come spettacolo - come abbiamofatto nel processo GU - o sulla scia della tragedia, come abbiamo fatto in seguito a Katrina - o comeforaggio per il telegiornale della sera. Possiamo giocare reverendo Wright sermoni su ogni canale, ognigiorno e parlare di loro da ora fino alle elezioni, e fare lunica domanda in questa campagna se ilpopolo americano pensa che io in qualche modo credo o simpatizzare con le sue parole più offensive.Siamo può balzare su qualche gaffe da un fan di Hillary come prova che lei sta giocando la cartadella razza, o possiamo discutere se gli uomini bianchi saranno tutti affollano John McCainnelle elezioni generali, indipendentemente delle sue politiche.Siamo in grado di farlo.Ma se lo facciamo, vi posso dire che alle prossime elezioni, saremo a parlare di qualche altradistrazione. E poi un altro. E poi un altro. E nulla cambierà.Questa è una opzione. Oppure, in questo momento, in questa elezione, possiamo arrivare insieme edire: "Non questa volta." Questa volta vogliamo parlare delle scuole fatiscenti che stanno rubando ilfuturo dei bambini neri e di bambini bianchi e bambini asiatici e bambini ispanici e nativi americanibambini. Questa volta vogliamo rifiutare il cinismo che ci dice che questi ragazzi non possonoimparare, che quei ragazzi che non vedono come noi sono di qualcun altro problema. I figli di Americanon sono quei bambini, sono i nostri figli, e noi non permetterà loro di restare indietro in unaeconomia del 21 ° secolo. Non questa volta.
  12. 12. Questa volta vogliamo parlare di come le linee del Pronto Soccorso sono pieni di bianchi e neri e gliispanici che non hanno lassistenza sanitaria, che non hanno il potere per conto proprio per superaregli interessi particolari a Washington, ma che può tenerne conto se lo facciamo insieme.Questa volta vogliamo parlare delle fabbriche chiuse che una volta fornito una vita dignitosa peruomini e donne di ogni razza, e le case in vendita che una volta apparteneva agli americani di ognireligione, ogni regione, ogni ambito della vita. Questa volta vogliamo parlare del fatto che il veroproblema non è che qualcuno che non guarda come si potrebbe prendere il vostro lavoro, ma è che lasocietà si lavora per lo spediremo allestero per non più di un profitto.Questa volta vogliamo parlare di uomini e donne di ogni colore e credo che servono insieme, ecombattere insieme, e sanguinare insieme sotto la stessa bandiera. Vogliamo parlare di comeriportarli a casa da una guerra che non dovrebbe mai sono già stati autorizzati e non devonomai stato condotta, e vogliamo parlare di come vi mostreremo il nostro patriottismo per prendersicura di loro, e le loro famiglie, e dando loro i benefici che si sono guadagnati.Non vorrei essere in esecuzione per il presidente se non credo con tutto il mio cuore che questo è ciòche la stragrande maggioranza degli americani vuole per questo paese. Questa unione non può maiessere perfetto, ma di generazione in generazione, ha dimostrato che può sempre essere perfezionato.E oggi, ogni volta che mi trovo a sentire dubbia o cinico di questa possibilità, ciò che mi dà piùsperanza è la prossima generazione - i giovani i cui atteggiamenti e le credenze e disponibilità alcambiamento hanno già fatto la storia in questa elezione.Cè una storia in particolare che vorrei lasciarvi con oggi - una storia che ho detto quando ho avuto ilgrande onore di parlare nel giorno del compleanno di Martin Luther King nella sua chiesa in casa,Ebenezer Baptist, ad Atlanta.Cè un giovane, 23 anni, bianco, donna anziana di nome Ashley Baia che ha organizzato per la nostracampagna a Firenze, South Carolina. Aveva lavorato per organizzare una comunità per lo più afro-americana fin dallinizio di questa campagna, e un giorno lei era a una tavola rotonda in cui tutti sonoandati in giro a raccontare la loro storia e il motivo per cui erano lì.E Ashley ha detto che quando aveva nove anni, la madre ha il cancro. E perché doveva perdere giornidi lavoro, era lasciato andare e ha perso la sua assistenza sanitaria. Hanno dovuto presentare istanzadi fallimento, e che quando Ashley decise che doveva fare qualcosa per aiutare sua madre.Sapeva che il cibo era uno dei loro costi più costosi, e così Ashley convinse la madre che quello che èpiaciuto molto e davvero voluto mangiare più di ogni altra cosa era la senape e panini condimento.Perché quello era il modo più economico per mangiare.
  13. 13. Ha fatto questo per un anno fino a quando sua madre è migliorata, e ha detto a tutti alla tavolarotonda che la ragione si è unita la nostra campagna era così che lei potesse aiutare i milioni di altribambini del paese che vogliono e hanno bisogno di aiutare i loro genitori.Ora Ashley avrebbe potuto fare una scelta diversa. Forse qualcuno le ha detto lungo la strada che lafonte dei problemi di sua madre erano neri che erano sul benessere e troppo pigri per lavorare, oispanici che venivano nel paese illegalmente. Ma non lo fece. Lei cercò alleati nella sua lotta controlingiustizia.In ogni caso, Ashley finisce la sua storia e poi va in giro per la stanza e chiede a tutti gli altri perchéstanno sostenendo la campagna. Tutti hanno storie diverse e ragioni. Molti far apparire un problemaspecifico. E, infine, vengono a questo uomo anziano di colore che è stato seduto lì in silenzio per tuttoil tempo. E Ashley gli chiede perché lui è lì. E non far apparire un problema specifico. Non dicelassistenza sanitaria o leconomia. Non dice listruzione o la guerra. Non dice che lui era lì a causa diBarack Obama. Dice semplicemente per tutti nella stanza, "Io sono qui a causa di Ashley.""Sono qui a causa di Ashley." Di per sé, che il solo momento di riconoscimento tra quella ragazza,gioventù, bianco e nero che luomo vecchio non è sufficiente. Non è sufficiente per dare assistenzasanitaria ai malati, oi lavori per i disoccupati, o listruzione ai nostri figli.Ma è dove si comincia. E dove la nostra unione si rafforza. E, come tante generazioni si sono resiconto nel corso dei due cento e 21 anni da quando un gruppo di patrioti ha firmato quel documento aPhiladelphia, è qui che inizia la perfezione.

×