Your SlideShare is downloading. ×

Open source

775

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
775
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. OPEN SOURCE
    • Alessandro Guidi
    • matricola: 819991
    • gruppo: T ?
  • 2. Indice
    • Definizione
    • Software e codice sorgente
    • Cenni storici
    • GNU (GNU is Not Unix)
    • Free software
    • Le quattro libertà
    • Modelli di business
    • Vantaggi del software OS
    • Statistiche
    • Google
  • 3. Definizione
    • In informatica, open source (termine inglese che significa sorgente aperto) indica un software rilasciato con un tipo di licenza per la quale il codice sorgente è lasciato alla disponibilità di eventuali sviluppatori, in modo che con la collaborazione (in genere libera e spontanea) il prodotto finale possa raggiungere una complessità maggiore di quanto potrebbe ottenere un singolo gruppo di programmazione.
    • Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
  • 4. Software e codice sorgente
      • Il programmatore produce codice sorgente
      • Il codice sorgente genera il codice macchina
      • Il codice macchina è il software. Ogni software (programma [codice]) è scritto in un linguaggio di programmazione ed è diviso in 2 parti:
        • - Codice sorgente (realizzato dal programmatore)
        • - Codice eseguibile (utilizzato dall’utente)
      • Una volta realizzato, un software può essere libero o non libero
    • Il software proprietario non fa accedere al codice sorgente.
    • L’utente accede al solo eseguibile, il cui utilizzo, distribuzione e modifica sono proibite o richiedono un permesso e un compenso specifico per ogni copia del programma.
  • 5. Altri tipi si software Il termine FREEWARE non delinea univocamente un certo tipo di software. In genere viene usato per prodotti per i quali è permessa la distribuzione ma non la modifica (il loro codice sorgente non è disponibile). SHAREWARE è software del quale è permessa la distribuzione , ma in caso di utilizzo è richiesto il pagamento di una licenza d’uso . Il SOFTWARE COMMERCIALE e proprietario non sono la stessa cosa! Ad esempio ci sono società che producono software e lo distribuiscono come free software ma vendono il supporto e la consulenza agli utilizzatori di quel software. Questo è software commerciale, ma non proprietario.
  • 6. Cenni storici 1969 Viene realizzata la prima versione di UNIX 1983 Stallmann vara il progetto GNU ( Gnu is Not Unix ) 1985 Richard Stallman fonda la Free Software Foundation con lo scopo di diffondere la filosofia del software libero 1989 La filosofia di Stallman si traduce in pratica con la redazione della licenza d'uso GPL (General Publi License) 1991 Linus Torvalds crea un sistema simil-unix (Linux) 1995 GNU e Linux vengono distribuiti insieme fornendo un intero ambiente operativo, gratuito, Free Software 1999 HP e IBM annunciano di voler supportare Linux sulle proprie macchine 2000 Catene commerciali come Ikea o industrie come Boeing si sono interamente affidate a Linux per la gestione interna
  • 7. GNU (GNU is Not Unix)
    • Nel 1984 Richard Marshall Stallman
    • diede vita al progetto GNU.
    • “ Serviva un copyright che garantisse
    • il copyleft!”.
    • GPL ( General public license ).
    «L'obiettivo principale di GNU era essere software libero. Anche se GNU non avesse avuto alcun vantaggio tecnico su UNIX, avrebbe avuto sia un vantaggio sociale, permettendo agli utenti di cooperare, sia un vantaggio etico, rispettando la loro libertà.»
  • 8. Free software
    • La Free Software Foundation (FSF) aveva lo scopo di realizzare un sistema operativo di tipo Unix, che fosse interamente free cioè il cui codice sorgente fosse libero, liberamente distribuibile e modificabile negando in questo modo la struttura commerciale di Unix.
    Free speach, not free beer!
  • 9. Le quattro libertà
    • Libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo
    • Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità.
    • Libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo
    • Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio
    • Si noti che le libertà sono dell’utente. La seconda e la quarta hanno come presupposto l’accesso al codice sorgen te
  • 10. Modelli di business Copertura dei costi di un prodotto software In questo mercato le imprese di software open source tendono ad eliminare i costi li licenza per la versione base del software, puntando agli strati adiacenti dove le applicazioni sono personalizzate per le esigenze dei clienti e si ha un maggiore potere di prezzo.
  • 11. Vantaggi del software OS
    • La distribuzione ed evoluzione del software OS può determinare una serie di vantaggi in termini di:
    • contenimento prezzi
    • trasparenza e sicurezza
    • non dipendenza da un unico fornitore
    • elevata riusabilità
    • accessibilità per le piccole realtà
  • 12. La diffusione di Linux Statistiche di NetApplication. I dati sono relativi alla popolazione online, dicembre 2008, e riguardano esclusivamente le statistiche di accesso al Web: non sono calcolati per esempio né i server né i numerosi dispositivi “offline” Linux-inside (come molti telefonini, navigatori satellitari e così via).
  • 13. Percentuale di utilizzatori dei vari web server agosto1995 – gennaio 2009 I web server sono software particolarmente complessi che permetto di pubblicare su Internet siti web e realizzare motori per il B2B e B2C.
  • 14. Europa, regina dell‘OS L'indagine, commissionata da Actuate a Survey Interactive in un campione di circa mille aziende Percentuale di utilizzo del software open source nelle aziende
  • 15. Google Google non vende software Open Source, ma lo usa per implementare tutta la sua struttura informatica. Google è riuscito ad unificare l’accesso a informazioni e contenuti per implementare un motore di ricerca capace di aggregare dati fra repository diversi, indicizzare formati multipli e stendere agili ponti con le applicazioni legacy esistenti. Google, al pari di altri player on line e wireless, è un potente aggregatore di utenze perché strumento ubiquo ed economicamente molto vantaggioso, in quanto basato su un modello i revenue ben diverso da quello tradizionale (cioè fare business vendendo oltre ai servizi, anche l’associazione di un messaggio pubblicitario con i diversi contenuti trovati dagli utenti ).
  • 16.
    • “ Il software
    • è come il sesso,
    • è meglio
    • quando è libero ”
    • (Linus Torvalds)

×