Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

La Grande Guerra fotografata da Alberto Bregani

4,826 views

Published on

SoloIlVento è il progetto in bianco e nero, pellicola medio formato, del fotografo Alberto Bregani per la Provincia Autonoma di Trento, in occasione delle celebrazioni del Centenario dallo scoppio della Grande Guerra in Trentino. Per questo lavoro che l'ha impegnato per due anni, tra il 2013 e il 2014, Bregani ha percorso e visitato alcuni dei più significativi e suggestivi siti di media e alta montagna lungo il fronte Austro-Ungarico trentino, per raccontare con “con sguardo autoriale, contemporaneo ed evocativo” le vestigia della Grande Guerra. La scelta dei luoghi è stata fatta prendendo come riferimento il Sentiero della Pace e suoi dintorni, un percorso di 520 chilometri che va dal Passo del Tonale fino alla Marmolada | Blog ufficiale www.soloilvento.it |

Download documento a questo link --> http://bit.ly/slv_full_download

| SOLO IL VENTO |
“Un cammino in bianco e nero nei segni della Grande Guerra in Trentino. La memoria come viaggio paziente, la fotografia come strumento di narrazione. Nelle immagini in bianco e nero di Alberto Bregani, fotografo di montagna, vive una partecipazione attenta e mai banale a ciò che ci circonda. Il suo è uno sguardo contemporaneo ai luoghi della Grande Guerra in Trentino.

Giorno dopo giorno, per creste e sentieri, l’incarico professionale è diventato cammino personale, attenta adesione a quei luoghi, a quei segni. Lungo i sentieri e negli altipiani che cent’anni fa furono teatro di battaglie indicibili e di dolori inenarrabili, il fotografo diventa un tutt’uno con l’idea e con lo spirito che hanno ispirato il progetto culturale che qui trova una sua prima, importante, collocazione pubblica.

Anche la fotografia diventa così uno dei modi nei quali il ricordo di un conflitto che ha segnato gli uomini e i territori del nostro Trentino non è sterile celebrazione, ma gesto consapevole, adesione convinta, rinnovato impegno, misurata commemorazione: per far sì che simili stagioni non abbiamo mai più a ripetersi.

E l’omaggio del fotografo a quei luoghi geografici che la guerra ha reso per sempre luoghi dello spirito, diventa l’omaggio a tutti coloro – non importa sotto quale bandiera, non importa quale divisa indossassero – che su quei monti hanno lasciato la loro gioventù, per sempre.“

Ugo Rossi
Presidente della Provincia autonoma di Trento

Published in: Art & Photos

La Grande Guerra fotografata da Alberto Bregani

  1. 1. SoloIlVento Lungo i sentieri della Grande Guerra a cento anni dal suo scoppio in Trentino 1914/2014 Alberto Bregani B&W Landscape & Mountain Photographer
  2. 2. Committente 
 Provincia Autonoma di Trento | Ufficio Emigrazione - Servizio emigrazione e Solidarietà Internazionale
 In collaborazione con Museo Italiano della Guerra di Rovereto / Accademia della Montagna di Trento Evento
 Centenario Grande Guerra in Trentino - 1914/2014 Oggetto Campagna fotografica bianco e nero pellicola. 
 Focus progetto Ripercorrere alcuni dei tratti del fronte Austro-Ungarico trentino avendo come riferimento il Sentiero della Pace, per raccontare “con sguardo autoriale, contemporaneo ed evocativo” le vestigia della Grande Guerra. Inizio/Termine progetto Marzo 2013 - Novembre 2014 Materiale utilizzato Fuji GW690III 6x9 e Linhof Technorama PCII612 6x12 | Medio formato Pellicole Ilford FP4+ 120 Treppiedi Redged / Zaini ClikElite Blog ufficiale (Testi, fotografie, video a cura di Alberto Bregani) www.soloilvento.it
  3. 3. Sentiero della Pace Il Sentiero della Pace è un tracciato di 521 chilometri che si snoda, attraversando sentieri, strade forestali, trincee e camminamenti, dal Passo del Tonale alla Marmolada. Da pochi metri sul livello del mare fino a oltre i 3mila metri del Gruppo dell’Adamello
  4. 4. Dell’assenza e della presenza
  5. 5. SoloilVento è stato vivere per due anni, in modo continuo e profondo, un grande senso di desolazione e di tristezza. Per quello che ho visto, quello che ho letto e raccolto dai diari, quello che le persone incontrate mi hanno raccontato. Se per tutti coloro che l’hanno vissuta è stata una guerra cruenta al di là di ogni umana immaginazione, ancora più atroce lo è stata per quei ragazzi che hanno dovuto provare a sopravviverle due volte: la prima per gli evidenti, palesi sconvolgimenti che una guerra porta con sé; la seconda per le inumane condizioni vissute in alta montagna dove, tra valanghe, malattie, stenti di ogni genere, sono state scritte alcune tra le più terribili pagine di quegli anni. E dove riuscire ad essere in salute per arrivare a combattere poteva già essere considerato un privilegio. Con SoloilVento ho provato a raccontare una presenza attraverso la sua assenza. Affinché tutto rimanesse così, sospeso, fermo, cristallizzato nel tempo. L’incancellabile, devastante memoria dei segni e dei significati, dentro e intorno a luoghi e panorami di indicibile bellezza, ma anche di stridenti contrasti. SoloilVento è stato realizzato con tanti silenzi, momenti di riflessione, e pochi scatti. Certe volte anche un solo scatto per un singolo luogo. Un singolo, preciso scatto per una suggestione che ho sentito da subito come significativa. Il momento giusto, nel posto giusto. Ma non è sempre detto che la magia arrivi. La nebbia può calare sull’ispirazione in un battito di ciglia. Bisognerà allora avere il coraggio di riporre la macchina e attendere che si faccia di nuovo chiaro. Magari rinunciare e rimandare a un altro momento. A un altro giorno. Uno scatto potrà essere mille volte sbagliato, ma non dovrà mai essere inutile. SoloilVento è stata una grande, intensa esperienza personale, ancor prima che un progetto fotografico. Mi auguro possa esserla, per quanto possibile, anche per l’osservatore di queste mie fotografie. L’Autore
  6. 6. Un cammino in bianco e nero nei segni della Grande Guerra in Trentino. “La memoria come viaggio paziente, la fotografia come strumento di narrazione. Nelle immagini in bianco e nero di Alberto Bregani, fotografo di montagna, vive una partecipazione attenta e mai banale a ciò che ci circonda. Il suo è uno sguardo contemporaneo ai luoghi della Grande Guerra in Trentino. Giorno dopo giorno, per creste e sentieri, l’incarico professionale è diventato cammino personale, attenta adesione a quei luoghi, a quei segni. Lungo i sentieri e negli altipiani che cent’anni fa furono teatro di battaglie indicibili e di dolori inenarrabili, il fotografo diventa un tutt’uno con l’idea e con lo spirito che hanno ispirato il progetto culturale che qui trova una sua prima, importante, collocazione pubblica. Anche la fotografia diventa così uno dei modi nei quali il ricordo di un conflitto che ha segnato gli uomini e i territori del nostro Trentino non è sterile celebrazione, ma gesto consapevole, adesione convinta, rinnovato impegno, misurata commemorazione: per far sì che simili stagioni non abbiamo mai più a ripetersi. E l’omaggio del fotografo a quei luoghi geografici che la guerra ha reso per sempre luoghi dello spirito, diventa l’omaggio a tutti coloro – non importa sotto quale bandiera, non importa quale divisa indossassero – che su quei monti hanno lasciato la loro gioventù, per sempre.“ Ugo Rossi Presidente della Provincia autonoma di Trento
  7. 7. FOLGARIA, LAVARONE, LUSERNA Werk Spitz Verle Passo Vezzena Busa Verle Slaghenaufi LAGORAI - VALSUGANA - PRIMIERO Gruppo di Rava
 Passo 5 Croci Col San Giovanni Cima Socede / Lasteati Forcella Valsorda Cima Stellune Cima Paradisi FIEMME E FASSA Passo Rolle Cima Cavallazza e Tognazza Alta via Bruno Federspiel Ferrata Bepi Zac Cime dei Colbricon Cima Bocche / Juribrutto Passo dell’Ombretta (Termine Sentiero della Pace) Ho camminato e fotografato qui 
 VAL DI SOLE  (inizio Sentiero della Pace)  Passo dei Contrabbandieri Torrione d’Albiolo VAL RENDENA E VAL DEL CHIESE Crozzon di Lares Corno di Cavento Ghiacciaio della Lobbia Linea degli Honved Doss dei Morti Monte Corona LEDRO E ALTO GARDA Monte Creino Nagia’ Grom VALLAGARINA | VALLARSA Pasubio Monte Zugna Forra del Lupo
 Serrada Forte Pozzacchio Valmorbia
  8. 8. SoloIlVento Fotografie
  9. 9. Sui sentieri e gli altipiani, lungo le alte creste della Grande Guerra, per percorsi che furono di uomini valorosi, non avrò altro compagno che il Vento. Per trincee, montagne e ghiacciai, solo il vento e la sua voce. Unico, perenne custode di ciò che fu. Ascoltarlo mi sarà prezioso.
  10. 10. Tonale / Adamello
  11. 11. 12
  12. 12. 13
  13. 13. 14
  14. 14. 15
  15. 15. 16
  16. 16. 17
  17. 17. 18
  18. 18. 19
  19. 19. 20
  20. 20. Val Rendena / Valle del Chiese
  21. 21. 23
  22. 22. 24
  23. 23. Valle di Ledro / Alto Garda
  24. 24. 30
  25. 25. 31
  26. 26. 32
  27. 27. 33
  28. 28. Rovereto / Vallagarina / Vallarsa
  29. 29. 35
  30. 30. 36
  31. 31. 37
  32. 32. 38
  33. 33. 39
  34. 34. 40
  35. 35. 41
  36. 36. 42
  37. 37. 43
  38. 38. 44
  39. 39. 45
  40. 40. 46
  41. 41. Altipiani
 Folgaria / Lavarone / Luserna
  42. 42. 50
  43. 43. 51
  44. 44. 52
  45. 45. 53
  46. 46. 54
  47. 47. 55
  48. 48. 56
  49. 49. Valsugana / Lagorai 57
  50. 50. 58
  51. 51. 59
  52. 52. 60
  53. 53. 61
  54. 54. 62
  55. 55. 63
  56. 56. 64
  57. 57. 65
  58. 58. 66
  59. 59. Valli di Fiemme e Fassa 77
  60. 60. 78
  61. 61. 79
  62. 62. 80
  63. 63. 81
  64. 64. 82
  65. 65. 83
  66. 66. 84
  67. 67. 85
  68. 68. 86
  69. 69. 87
  70. 70. 88
  71. 71. 89
  72. 72. 90
  73. 73. 91
  74. 74. 92
  75. 75. SoloilVento
 Behind The Scenes / HD Video, 7’38”
  76. 76. Note
  77. 77. Considerato tra i più puri e validi interpreti della fotografia di paesaggio e di montagna in bianco e nero Alberto Bregani, cresciuto a Cortina d'Ampezzo, figlio d’arte, scatta prevalentemente in pellicola medio formato. Seguitissimo online, come nelle sue numerose conferenze, lavora su progetti preferibilmente di medio/lungo periodo per aziende e istituzioni. Sue fotografie sono presenti in collezioni private in Italia e all'estero. Vive tra Milano... e le Montagne. Official website & Portfolio (Eng) http://albertobregani.photography Blog in italiano http://www.albertobregani.com Blog ufficiale "SoloIlVento" http://www.soloilvento.it
  78. 78. The Exhibition / La Mostra
  79. 79. La Mostra La mostra completa di SoloilVento è composta da 80 stampe fine art giclèe a pigmenti realizzate in grande formato* con la massima qualità reperibile sul mercato, su carta Hahnemuehle Photo Rag® Ultra Smooth. 305 gsm · 100% Cotton · white. L’inaugurazione è avvenuta ad Amburgo il 7 novembre 2014 presso la prestigiosa sede dell’Istituto Italiano di Cultura, ove rimarrà fino al 16 gennaio 2015. Altre città, Istituzioni, Musei e Gallerie d’Arte, in Europa e oltreoceano, hanno richiesto la possibilità di ospitare la mostra completa o parte di essa nei prossimi anni. Le candidature sono in fase di analisi. Ospitare la mostra Istituzioni, Fondazioni, Musei, Gallerie d’Arte, altre tipologie di soggetti: per ogni informazione riguardo la possibilità di ospitare la mostra o parte di essa, tra il 2015 e il 2017, si prega inviare una mail all’Autore all’indirizzo albertobregani@gmail.com fornendo informazioni relative al soggetto ospitante e periodo di esposizione preventivato. Riceverete documento informativo su fotografie, allestimento e schede tecniche. La vostra richiesta verrà inoltrata all’ufficio competente della Provincia Autonoma di Trento. * Scheda tecnica La mostra consta di: 67 ( sessantasette) stampe, misura 70x105cm (immagine) su totali 90x125cm (ingomtro) 18 (diciotto) stampe 70x140cm (immagine) su totali 90x160cm (ingombtro) Tecnica e Materiali utiizzati
 Stampa fine art Fine-Art Giclèe a pigmenti by Fotofabbrica ( Pc) Carta Hahnemuehle Photo Rag® Ultra Smooth. 305 gsm · 100% Cotton · white. Cornice nera opaca piatto testa 40 mm, fianco 35 mm con colato trasparente 3 mm, chiusura con telaio avvitato retro laminil. Trasporto in casse appositamente realizzate a protezione massima.
  80. 80. Ringrazio sinceramente il caro amico, ottimo fotografo e guida alpina di Madonna di Campiglio Sandro Vidi per aver condiviso con me gran parte del cammino e dei giorni, della neve e delle nuvole, del sole e della pioggia. Lo ringrazio per avermi aiutato a vedere più chiaramente. Lo ringrazio soprattutto per aver assicurato alla vita i miei passi più incerti, lasciandomi libero di pensare. Di ascoltare questo mio vento.
  81. 81. 2013-2014©AlbertoBregani /Provincia Aut. di Trento L'Autore detiene il copyright su tutti i contenuti di questo documento. Qualsiasi riproduzione è vietata. Per utilizzo a fini culturali, scolastici o di formazione il materiale qui presente è assolutamente disponibile previa richiesta all’Autore albertobregani@gmail.com Blog ufficiale progetto Testi, video, fotografie http://www.soloilvento.it
  82. 82. Centenario Grande Guerra in Trentino 1914-2014 __________________ Progetto Ufficiale 105

×