Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

La presentazione di Paolo Lugli e di Infolog Spa alla XVII edizione di Global Logistics

654 views

Published on

Il 22 maggio Paolo Lugli, Socio Fondatore e Direttore della Divisione Logistica di INFOLOG SpA di Modena, ha parlato a Global Logistics di “Quando il WMS diventa proattivo: ‘Regia Attiva’ e ‘Voice Picking’, dai piazzali delle ceramiche”. Anche per la realtà di magazzino, in un mercato in continua evoluzione con esigenze sempre più complesse, saper reagire e adattarsi è essenziale.

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

La presentazione di Paolo Lugli e di Infolog Spa alla XVII edizione di Global Logistics

  1. 1. Quando il WMS diventa proattivo:“Regia Attiva” e ”Voice Picking”,dai piazzali delle ceramicheNovabell al design di F.lli GuzziniPaolo LugliMartedì 22 Maggio 2012 – Bologna Bentivoglio www.infolog.it - info@infolog.it
  2. 2. Infolog spa INFOLOG SPA via Pier Paolo Pasolini, 23 41123 Modena (Mo) info@infolog.it - www.infolog.it specialisti nel software WMS con oltre 150 impianti progettati e realizzati un Team di 50 persone in grado di fornire supporto IT a 360° produttori del software WMS INTELLIMAGTM in architettura SOA WEB 2.0 e multipiattaforma www.infolog.it - info@infolog.it
  3. 3. INTELLIMAGTM software WMS & SCM Dal laboratorio di sviluppo di Web 2.0 e multipiattaforma, può essere utilizzato via Consolidato sulla Internet e su qualsiasi base Completamente scalabile dell’esperienza di piattaforma operativa e personalizzabile, già e database oltre 150 impianti di integrato ai più importanti logistica realizzati. ERP nazionali e internazionali, pronto per l’utilizzo con sistemi WI FI, RFiD, Voice e RTLS. www.infolog.it - info@infolog.it
  4. 4. Architettura web 2.0 L’interfaccia grafica è distribuita tramite Browser, dunque nessun programma è installato sul PC utente Il programma grafico comunica con il server tramite protocollo HTTP: ― Connection-less, dunque molto stabile Connessione ― Utilizzabile via INTERNET HTTP ― Bidirezionale ovvero WEB 2.0 APPLICATION SERVER Tutto il software è residente sul server: ― Molto stabile ― Scalabile: 1 – 1000 Utenti Pool di ― Transazioni centralizzate con Pool di connessioni connessioni verso il data base Il DATA BASE lo sceglie il Cliente sulla base DATA BASE delle proprie competenze www.infolog.it - info@infolog.it
  5. 5. Cosa possiamo ottenere conl’inserimento di un WMS • Aumento livello di servizio • Ottimizzazione dello spazio • Eliminazione degli errori • Gestione della tracciabilità • Riduzione tempi di processo + velocità • Aumento dell’efficienza operativa = Attività eseguite Risorse impiegate (uomini e mezzi) www.infolog.it - info@infolog.it
  6. 6. Incremento dell’efficienza operativa Per la nostra esperienza, l’inserimento di un sistema WMS, produce un sicuro INCREMENTO dell’efficienza operativa quantificabile mediamente tra 10% 35% www.infolog.it - info@infolog.it
  7. 7. La ricerca dell’efficienza 1/2I migliori risultati si ottengono coniugando almeglio la tecnologia con i processi logistici • Scarico automezziRICE • Controllo merci • Cross dockingSTIVA • Stivaggio • EstrazionePREP • Imballo • Gestione merce prontaSPED • Carico automezzi www.infolog.it - info@infolog.it
  8. 8. La ricerca dell’efficienza 2/2A prescindere dallo scenario logistico e dallediverse soluzioni adottate i fattori comuni diattenzione sono: • Eliminare i viaggi a vuoto dei carrelli/mezzi • Ottimizzare il carico dei carrelli/mezzi • Ottimizzare il percorso • Operatore carrello sempre a bordo • Eliminare i tempi di attesa • Operare con auto-id www.infolog.it - info@infolog.it
  9. 9. Il WMS diventa «proattivo»Il set di cruscotti personalizzabili e il sistema dischedulazione interattiva di Intellimag™ permettonoall’operatore di agire sui processi di magazzino come‘Regista Attivo’ delle movimentazioni. PIANIFICAZIONE REGIA ATTIVA OTTIMIZZAZIONE CONTROLLO ESECUZIONE www.infolog.it - info@infolog.it
  10. 10. Applicabili in tutti gli scenari www.infolog.it - info@infolog.it
  11. 11. Gestione dei flussi in F.lli Guzzini MAGAZZINO AUTOMATICO 5.500 SCORTA 2° LIVELLO Int. PICKING DINAMICO Pick MAGAZZINO TRADIZIONALE STOCK SPECIALI Pick 1.500 SCORTA 1° LIVELLO Int. 1.500 POSTI PICKING Pick www.infolog.it - info@infolog.it
  12. 12. Gestione dei flussi alle CeramicheNovabell 261 AVVICINAMENTO INTERI STIVE PRONTO CARICO MAGAZZINO RIFORNIMENTI MASSIVI AL CARICO 400 PIAZZALE PIAZZALE 210 BUFFER 104 120 RULLIERA VERSAMENTI 12 120 92 32 316 BAIE DI MAGAZZINO 332 RIGHE PICKING 43 PEZZI SPECIALI 158 158 MAGAZZINO SCAVEZZI: 200 PP MAGAZZINO REPARTOPRODUZIONE COPERTO CAMPIONI www.infolog.it - info@infolog.it
  13. 13. Nuovo modello di pianificazioneoperativa • La pianificazione operativa può adottare criteri fino ad oggi applicati nella gestione dei magazzini automatici PIANIFICAZIONE OPERATIVA PIANIFICAZIONE OPERATIVA SECONDO UN MODELLO PER SECONDO UN MODELLO PER PROCESSI FLUSSI Flusso 1 Z2 Z1 Flusso 2CONTA PICK ABB. Flusso 4 Flusso 3 Z3 www.infolog.it - info@infolog.it
  14. 14. Modello per flussi: un esempio • Gli ordini si scompongono in attività elementari • I carrelli si specializzano nelle attività Pianificazione per processo Pianificazione per flusso Zona Carrello 1 ORDINE Stock Ruolo A CLIENTE Carrello 1 Attività 1 Spostamento A Zona Carrello 21. Prelevare il bancale dallo Lavoro Ruolo B stock Attività 22. Portare il bancale in zona Etichettatura etichettatura e Attività 3 personalizzazione cliente Zona Spostamento B Carico3. Stivarlo in area di spedizione www.infolog.it - info@infolog.it
  15. 15. Risorse specializzate • Ogni risorsa/mezzo è specializzato in un ruolo Durante il percorso ottimizzato il sistemaDopo aver sbarcato un carico il fornisce indicazioni di più sistema trasmette una nuova trasporti compatibili per missione tenendo conto del attività e destinazione. ruolo e della posizione Carico e viaggio ottimizzato ! corrente. Nessun viaggio a vuoto ! Carico di lavoro costante e bilanciato. Nessun tempo di attesa ! Zona Zona Lavoro Lavoro 1 2 www.infolog.it - info@infolog.it
  16. 16. Terminale a bordo carrelloIdentificazione del carico con codice a barre,comando vocale, RFID o tastiera Missioni da eseguire con eventuale ciclo combinato o indicazione di carico multiplo Visualizzazione del carico sulle forche Segnalazioni e messaggi www.infolog.it - info@infolog.it
  17. 17. INTELLIMAG coordina le risorse• Il sistema è INTELLIMAG• Il modulo di REGIA ATTIVA fornisce il lavoro alle risorse in automatico SOFTWARE INTELLIMAG TM E’ un thread sempre attivo nell’Application Server (Jboss) REGIA WMS ATTIVA www.infolog.it - info@infolog.it
  18. 18. Schema di funzionamento dellaRegia Attiva WMS – GESTIONE PROCESSI CODE DELLE AVANZAMENTO TRASPORTO 1 TRASPORTO 2 AVVICINAM. ETICHETTA ATTIVITA’ PICKING CARICO ESITI ORDINI …REGISTA REGIA REGOLE E VINCOLI ASSEGNA ZONE ATTIVA ATTITUDINI ASSEGNA RUOLI CICLI COMBINATI MISSIONI … www.infolog.it - info@infolog.it
  19. 19. Regista e Regia Attiva IL REGISTA DISPONE PER OGNI CARRELLO REGIA  il RUOLO (abilita un elenco di attività) ATTIVA  la ZONA di lavoro preferenziale LA REGIA ATTIVA ESEGUE  controlla i carrelli attivi e i relativi guidatori  assegna missioni ai carrelli attivi secondo ruoli e zone preferenziali  ottimizza e bilancia il carico di lavoro  assegna missioni al carrello secondo le attitudini dell’operatore alla guida www.infolog.it - info@infolog.it
  20. 20. Interfaccia di regiaDal cruscotto di regia è possibile monitorare lerisorse e le attività, quindi assegnare i ruoli www.infolog.it - info@infolog.it
  21. 21. Le attività sono costantementevalutate attraverso gli indicatori Il cruscotto di controllo consente di configurare specifici indicatori Per ogni indicatore è possibile: ─ Analizzare la serie storica ─ Visualizzare la griglia dei dati collegati ─ Elaborare un grafico www.infolog.it - info@infolog.it
  22. 22. Cruscotto di controllo e comando Strumento configurabile dall’utente dove visualizzare in tempo reale i KPI configurati, il relativo andamento nel tempo e gli allarmi che nascono dall’operatività INFOLOGwww.infolog.it - info@infolog.it SPA – Modena – www.infolog.it
  23. 23. La ricerca dell’efficienza Movimento In fase di auto-id della risorsa e manipolazione ─ evitare movimenti ─ utilizzo di a vuoto tecnologia «voice» ─ ottimizzare il carico per aumentare la per quanto velocità possibile ─ ricercare ─ ottimizzare il l’identificazione percorso automatica dove ─ eliminare i tempi di possibile cambio missione www.infolog.it - info@infolog.it
  24. 24. Alcuni risultati raggiunti diincremento dell’efficienza operativa Movimento In fase di auto-id della risorsa e manipolazione Con la Regia Attiva si Introducendo il picking raggiunge un incremento vocale abbiamo ottenuto +30 % +20 % per effetto nella lavorazione dell’ottimizzazione del dell’ordine tipo lavoro sui carrelli www.infolog.it - info@infolog.it
  25. 25. Grazie per l’attenzionePaolo LugliMartedì 22 Maggio 2012 – Bologna Bentivoglio www.infolog.it - info@infolog.it

×