SEMINARIO	  INTRODUTTIVO	  ALLA	  FUNZIONE	  DI	    ASSISTENTI	  E	  CONSULENTI	  IN	  MEDIA...
Sta7s7che	  (fino	  al	  30	  giugno) 	  	  Incremento	  numero	  procedure	  (+28%	  dal	  30	  marzo)	                   ...
Sta7s7che	  (fino	  al	  30	  giugno) 	  	                                      Mediazioni	  svolte	  à	  28%	  dei	  casi...
I	  tre	  “falsi	  mi7”	  su	  negoziazione	  e	  mediazione	  (Bob	  Mnookin)	   Nessuna teoria generale!     Le persone ...
Le	  procedure	  di	  ADR 	  	  “Alterna7vi”	  o	  “appropriate”,	  “adequate”	  e	  “amicable”?	  	                Metodi...
Le	  procedure	  di	  ADR 	  	  Differenza tra…                                              ADR	    Metodi               ...
Il	  confli^o	   	  	  Metafora	  dell’iceberg	                                                                          Qu...
Comunicazione	  efficace 	   	  	         Definizioni	  Obiecvo	  à	  Stesso	  messaggio	  da	  emi^ente	  a	  des7natario	 ...
I	  luoghi	  comuni	  della	  negoziazione 	  	  •  Facciamo a metá!                        à Compromesso•  Deve essere l...
I	  luoghi	  comuni	  della	  negoziazione 	  	  •  Quello io me lo bevo! à Io sono io e lui non è nessuno               ...
Tipologie	  di	  interessi 	   	  	     Interessi	  contrappos7	                               A                          ...
Tipologie	  di	  interessi 	   	  	  Avi	  Schneebalg	                          	  	  	  	  Le	  par7	  vogliono	  essere	...
La	  norma7va	  sulla	  mediazione 	   	  	  I	  “pilastri”	  della	  norma>va	                                           ...
Mediazione:	  strumento	  efficace	  di	  risoluzione	  delle	  controversie 	  	  Mediazione (art. 1.1.a d.lgs. 28/2010)•  ...
Mediazione:	  strumento	  efficace	  di	  risoluzione	      delle	  controversie 	   	  	  La	  procedura	  Non	  vi	  sono	...
La	  norma7va	  sulla	  mediazione 	   	  	         D.lgs.	  28/2010 	  	  Tipi	  di	  mediazione	  	  1.  Facolta7va	  o	...
Photo	  credits 	   	  	  h:p://www.sinfotech.it/img/staGsGche-­‐avanzate.jpg	  h:p://cultura.blogosfere.it/images/fantasy...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Cesform presentazione seminario 27 settembre

1,268 views

Published on

Presentazione utilzzata durante il SEMINARIO INTRODUTTIVO ALLA FUNZIONE DI ASSISTENTI E CONSULENTI IN MEDIAZIONE (27 settembre 2011), organizzato dal CESFORM in collaborazione con l'Associazione Nazionale Forense - sede di Roma. Relatori: Alessandra Passerini - Stefano Cera.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,268
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
487
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Cesform presentazione seminario 27 settembre

  1. 1.    SEMINARIO  INTRODUTTIVO  ALLA  FUNZIONE  DI   ASSISTENTI  E  CONSULENTI  IN  MEDIAZIONE   Parte  I       Roma   27  se*embre  2011     Alessandra  Passerini  –  Stefano  Cera   1  
  2. 2. Sta7s7che  (fino  al  30  giugno)    Incremento  numero  procedure  (+28%  dal  30  marzo)   69%  obbligatoria   29%  volontaria   2%  clausola  contra:uale  e  delegata  Prime  5  materie:  •  Diri$  reali  (16%)  •  Locazioni  (11%)  •  Responsabilità  medica  (8%)  •  Contra$  bancari  (7%)  •  Contra$  assicura:vi  (6%)   2   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  3. 3. Sta7s7che  (fino  al  30  giugno)     Mediazioni  svolte  à  28%  dei  casi   Accordo  à  58%  dei  casi   Valore-­‐medio  à  81.000  euro   Assistenza  tecnica   •  80%  dei  proponen>  con  assistenza   •  20%  degli  istan>   3   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  4. 4. I  tre  “falsi  mi7”  su  negoziazione  e  mediazione  (Bob  Mnookin)   Nessuna teoria generale! Le persone imparano solo con l’esperienza Non si possono insegnare Senza preparazione e studi adeguati, si ripetono gli stessi errori Esperienza à NO schemi già utilizzati, SI’ specificità situazione Negoziatori e mediatori si nasce o si diventa? 4 Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  5. 5. Le  procedure  di  ADR    “Alterna7vi”  o  “appropriate”,  “adequate”  e  “amicable”?     Metodi  “non  aggiudica7vi”  o  “facilita7vi”    ADR  in  senso  stre^o  e  ADR  in  senso  lato  •  Arbitrato  •  Negoziazione  parite>ca:  protocolli  di  intesa  tra   associazioni  dei  consumatori  e  grandi  imprese  à   valutazione  della  controversia  e  proposta  di  soluzione  •  Ombudsman:  il  terzo  facilita  il  dialogo  ed  eme?e  una   proposta  di  soluzione   5   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  6. 6. Le  procedure  di  ADR    Differenza tra… ADR   Metodi Metodiaggiudicativi facilitativiNei quali il terzo Nei quali il terzo facilita decide sulla il dialogo e la controversia negoziazione tra le parti (arbitrato) (mediazione/ conciliazione) 6 Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  7. 7. Il  confli^o      Metafora  dell’iceberg   Quello  che  si  dice  di  volere   Spesso  sono  percepite  come   Posizioni   l’unico  ogge^o  della  controversia   à  Negoziato  compe>>vo   Quello  che  si  desidera  in  realtà   Spesso  restano  sommersi  à   Interessi   nucleo  del  lavoro  del   mediatore   à  Negoziato  integra>vo     Incomprensioni     Percezioni   Emozioni   Quello  di  cui  si  ha  Necessità   Preoccupazioni   bisogno   Sensazioni   Credenze     Valori   Paure   7 Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  8. 8. Comunicazione  efficace       Definizioni  Obiecvo  à  Stesso  messaggio  da  emi^ente  a  des7natario    Dispersione  del  messaggio:  solo  il  30%  del  messaggio  iniziale  verrà  effecvamente  recepito      Passa  a^raverso  due  aspec…           8   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  9. 9. I  luoghi  comuni  della  negoziazione    •  Facciamo a metá! à Compromesso•  Deve essere lui a chiedermelo à Io non mi muovo dalla mia posizione•  Gliela devo far pagare à Questione di principio•  Non ho tempo da perdere à Il negoziato non richiede•  Proviamoci se va, va preparazione 9 Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  10. 10. I  luoghi  comuni  della  negoziazione    •  Quello io me lo bevo! à Io sono io e lui non è nessuno à Le parole•  Tanto a parole si puó dire ció che si vuole sono importanti•  Ormai dobbiamo tenere il punto, altrimenti perdiamo la faccia à Non cedere per paura di fare brutta figura 10 Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  11. 11. Tipologie  di  interessi       Interessi  contrappos7   A B Ciò che dico di volere Interessi  compa7bili  (rispe^o  al  problema)   ZOPA Ciò che voglio realmente Interessi  confluen7  (rispe^o  alla  soluzione)   ZOPA Alessandra  Passerini     Stefano  Cera   11
  12. 12. Tipologie  di  interessi      Avi  Schneebalg          Le  par7  vogliono  essere  ascoltate     Ricevere  le  scuse    Rapporto  interpersonale    Salvare  il  passato  per  mantenere  il  futuro     Mantenere  la  reputazione  Mantenere  riservata  la  ques7one         12   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  13. 13. La  norma7va  sulla  mediazione      I  “pilastri”  della  norma>va   Norma7va  europea   1)  Direcva  europea  52/2008   2)  Risoluzione  2011/2016  (INI)  del   Parlamento  europeo   Norma7va  italiana   1)  Art.  60  Legge  delega  69/2009   2)  D.lgs.  28/2010   3)  DM  180/2010   4)  DM  145/2011   13   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  14. 14. Mediazione:  strumento  efficace  di  risoluzione  delle  controversie    Mediazione (art. 1.1.a d.lgs. 28/2010)•  L’attività, comunque denominata, svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa à Procedura Conciliazione (art. 1.1.c d.lgs. 28/2010) •  La composizione di una controversia a seguito dello svolgimento della mediazione à AccordoPrima à differenze legate al settore•  Mediazione: settore familiare, scolastico, penale e per il settore sociale in genere•  Conciliazione: materia civile, commerciale e per le controversie di lavoro Alessandra  Passerini     Stefano  Cera   14  
  15. 15. Mediazione:  strumento  efficace  di  risoluzione   delle  controversie      La  procedura  Non  vi  sono  regole  standard  à    grande  flessibilità  • Art.  8.2  d.lgs.  28/2010:  “Il   procedimento  si  svolge  senza   obbligo  di  formalità”  • A*enzione  però  al  regolamento   del  singolo  organismo!   15   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  16. 16. La  norma7va  sulla  mediazione       D.lgs.  28/2010    Tipi  di  mediazione    1.  Facolta7va  o  volontaria  2.  Delegata  o  demandata  dal   giudice  (art.  5.2)    3.  Obbligatoria  (art.  5.1.)  4.  Nell’azione  di  classe  (art.  15)   •  Pluralità  di  consumatori/ uten:   •  Omogeneità  di  diri$   individuali  lesi   16   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  
  17. 17. Photo  credits      h:p://www.sinfotech.it/img/staGsGche-­‐avanzate.jpg  h:p://cultura.blogosfere.it/images/fantasybooks_001.jpg  h:p://www.quoGdianocasa.it/files/2011/08/condominio22.jpg  h:p://www.antoniodecurGs.org/images/toto_peppino_e_la_malafemmina_05.jpg  h:p://mauriziocorda.it/wp-­‐content/uploads/2011/08/staGsGche_turismo.jpg  h:p://blogconciliazione.com/wp-­‐content/uploads/2011/06/equilibrio-­‐150x150.gif       17   Alessandra  Passerini     Stefano  Cera  

×