Your SlideShare is downloading. ×
Tastiere capacitive   2010-11-10
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Tastiere capacitive 2010-11-10

238
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
238
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Published on LElettronica Open Source (http://it.emcelettronica.com)Home > Blog > blog di mauriziostefani > ContenutoTastiere capacitiveBy mauriziostefaniCreated 10/11/2010 - 16:04Tastiere capacitive - GeneralitàNessun apparato elettronico può fare a meno di un pulsante o di un interruttore (fosse solo quello diaccensione), e anche se la tecnologia ha diminuito, nel corso degli anni, il loro numero, si assistecostantemente all?avvento di nuovi prodotti e nuove tecnologie.Le tecnologie disponibili per i pulsanti sono: a)contatto, i pulsanti tradizionali, due o più lamine conduttive vengono messe a contatto (temporaneo o meno) dalla pressione di un pistone b)resistivi, due resistenze diffuse lungo un piano vengono ?spezzate? in più tronconi sotto la pressione del dito c)capacitivi, un valore di capacità prefissato viene alterato dalla vicinanza/contatto di un agente (es. dito) d)SAW, onde superficiali, la tecnica e? simile quella resistiva dove invece che le resistenze diffuse, vengono diffuse delle onde superficiali la cui diffusione viene interrotta/alterata dalla pressione di un dito e)Altri pulsanti ancora sono costituiti da semiconduttori che sotto un comando si chiudono o aprono.Non si vuole analizzare qui pregi e difetti di una tecnologia rispetto all?altra ma ne discuteremo una, inparticolare quella capacitiva, e proveremo a capirne le potenzialità.Premetto che ci sono un numero considerevole di costruttori di switch, chip e sistemi che hanno prodottonel tempo una bibliografia estesa sull?argomento. Cio? che vorrei evidenziare e? come può essererealizzato un tasto, che gode anche di qualche buona prestazione, senza dover ricorrere ai costruttori diswitch e quindi senza sottostare alle loro condizioni di vendita di disponibilità e tipo di modelli.Tastiere capacitive - Richiamo alla TecnologiaDue conduttori vicini costituiscono una capacità il cui valore dipende dalla geometria dei conduttori stessi edal dielettrico fra loro. E? chiaro, senza aver paura di precorrere i tempi, che due piste su di una PCBcostituiscono una capacità, anche se il valore di questo condensatore e? abbastanza modesto e va da 5 a30pF. Un valore così piccolo può però essere facilmente alterato, in modo significativo, dalla vicinanza dicorpi esterni e altro.Se quindi si misurasse la capacità in assenza di perturbazioni e si assumesse che quello e? l?equivalentedel circuito aperto una sua perturbazione significherebbe la chiusura del circuito (con tutti i ?livelli di grigio?che vogliamo considerare).
  • 2. Misura di una capacitàUn metodo per misurare una capacità consiste nel misurare la frequenza o il periodo di un oscillatorecostruito intorno ad una capacità campione che verrà alterata da un corpo estraneo, alterando di riflesso lafrequenza di oscillazione.Esistono ancora altri modi ma per i nostri scopi questo e? più che sufficiente.Ora Microchip, giusto per identificare una societa? che ha lavorato sull?argomento propone diversicomponenti della famiglia PIC che sono adattabili allo scopo.L?uso di componenti standard ovviamente aiuta nello sviluppo, inoltre l?impiego di componenti facilmenteprogrammabili aiuta ancora di più nella definizione del circuito (in pratica i valori dei componenti HW dausare si traduce in un insieme di parametri SW di gran lunga più adattabili).Microchip propone una serie di application notes sull?argomento disponibili per tutti, molto ben fatte echiare che accompagnano il progettista durante o sviluppo e le prove. Qualora sia necessario si possonofornire ulteriori aiuti o possiamo approfondire la discussione.Tipi di TastiUn buon tasto capacitivo e? sviluppato direttamente sulla PCB e non e? necessario comprare alcunchè(e? questo, secondo me, il vantaggio piu? evidente per chi sviluppa sistemi che non vengono riprodotticentinaia di migliaglia di volte e che, quindi, hanno necessariamente una industrializzazione contenuta). Dinuovo Microchip fornisce un livello di dettaglio ottimo per lo sviluppo di questi tasti, dando tutte leindicazioni per la loro realizzazione.Io vorrei aggiungere solo qualche dettaglio per far comprendere come questa tecnologia si di facileimpiego, estremamente poco costosa e, tutto sommato, ben funzionante.Alcune figure di tastiProvate ad immaginare l?uso dei tasti di cui sopra e successivamente provate ad immaginare il loro costocon altre tecnologie. Avere come superficie una PCB non e? poi cosi? scomodo, e? una superficie pianache può essere ricoperta facilmente da vetro o altri materiali che possono essere trasparenti a ?label? diogni tipo foggia colore. Si rimanda ad un qualunque catalogo di pulsanti per vedere forme particolari enaturalmente i costi.Tastiere capacitive - Prime ConclusioniIl tasto capacitivo può essere implementato facilmente su una qualunque PCB e può assumere qualunqueforma piana ci venga in mente ad un costo veramente contenuto.
  • 3. In uno dei prossimi articoli vorrei discutere dell?implementazione elettronica, cosa molto più interessante,dei circuiti necessari. Tecnologia interruttore pulsante tasto capacitivo EMCelettronica Srl - P.iva 06433601009Source URL: http://it.emcelettronica.com/tastiere-capacitive