• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content

Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Like this document? Why not share!

Preavviso Bando Di Concorso. Teatri Riflessi 2011

on

  • 311 views

Per garantire un maggior tempo a disposizione agli interessati, pubblichiamo il preavviso del bando per il concorso nazionale di corti teatrali all\’interno del festival "Teatri ...

Per garantire un maggior tempo a disposizione agli interessati, pubblichiamo il preavviso del bando per il concorso nazionale di corti teatrali all\’interno del festival "Teatri Riflessi".
Il festival si terrà a Catania a luglio 2010.
Il bando ufficiale sarà pubblicato dal mese di dicembre 2010 e scadrà a marzo 2011.

Buona lettura

Statistics

Views

Total Views
311
Views on SlideShare
311
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via SlideShare as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Preavviso  Bando Di  Concorso.  Teatri  Riflessi 2011 Preavviso Bando Di Concorso. Teatri Riflessi 2011 Document Transcript

    • Teatri Riflessi Festival Nazionale di corti Teatrali III edizione P REAVVISO BANDO DI CONCORSO Per il terzo anno consecutivo l’associazione culturale senza scopo di lucro denominata IterCulture organizza “Teatri Riflessi. Festival Nazionale di Corti Teatrali” (di seguito denominato Teatri Riflessi), che si svolgerà nell’area metropolitana di Catania nella prima metà di luglio 2010. Evento centrale di Teatri Riflessi continua ad essere il concorso nazionale di corti teatrali, che si svolgerà nell'arco di 3 sere. Il bando ufficiale del concorso sarà pubblicato nel mese di dicembre 2010 con scadenza nel mese di marzo 2011, con almeno 90 giorni dalla data di pubblicazione. Segue un’anticipazione del regolamento del concorso. REGOLAMENTO Art.1 - Istituzione del concorso IterCulture istituisce la terza edizione del concorso nazionale di corti teatrali all’interno del format Teatri Riflessi, assumendosi la responsabilità della Direzione Artistica del Concorso. IterCulture si riserva la possibilità di avvalersi di partner e consulenti esperti secondo il proprio beneplacito. La Direzione Artistica del Concorso ha il compito di: - stabilire l’oggetto e i destinatari del concorso; - stabilire e indicare le modalità di selezione, partecipazione e ammissione al concorso; - stabilire e indicare le modalità di partecipazione, valutazione e premiazione dei corti in gara; - strutturare le serate del concorso e vigilare sulla correttezza delle procedure; - scegliere una Commissione Artistica che abbia il compito di valutare e selezionare, a suo insindacabile giudizio, i partecipanti al concorso; - scegliere una Giuria Tecnica, composta da artisti, esperti e operatori del settore, con il compito di valutare, a suo insindacabile giudizio, i partecipanti al concorso e decretarne il vincitore. La Direzione Artistica del Concorso - composta da tre soci di IterCulture (Dario D’Agata, Tiziana Giletto Scaragnino, Simona Pulvirenti) - nello svolgimento del suo operato si potrà avvalere della consulenza dei propri partner. Art. 2 - Oggetto del concorso Oggetto del concorso “Teatri Riflessi” saranno corti teatrali, ovvero performances teatrali dal vivo della durata massima di 15 minuti. Lo spettacolo o la performance proposti dovranno avere una propria compiutezza e una durata massima di 15 minuti. Il limite massimo di tolleranza è di 5 minuti (compresi i ringraziamenti e lo smontaggio della scena), pena la squalifica dal concorso. 1 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • Il corto partecipante dovrà essere rappresentabile a livello scenografico preferibilmente con soli elementi di scena o con eventuali scene agevolmente montabili (quinte o altri elementi facilmente spostabili e di poco ingombro), per consentire l'alternanza di più corti nella stessa serata. IterCulture ha deciso di articolare la terza edizione del concorso in due categorie: A. corti originali a tema: “il cibo”; B. corti da riduzioni/adattamenti/libere interpretazioni di testi editi a tema libero; ed ha individuato inoltre due sezioni: C. “corto classico”: sezione sperimentale 2011 che prevede riduzioni o adattamenti nel genere del corto teatrale di testi della letteratura classica greca e latina. D. “teatro-danza”: sezione speciale 2011 per performances di teatro-danza a tema libero. SPECIFICHE A. corti originali a tema: “il cibo” Sono ammessi al concorso studi e messinscene di testi originali senza distinzione di genere (prosa, circo, mimo ecc.), fatta eccezione per il genere “teatro-danza” per il quale è attivata apposita sezione speciale. A parità di merito, ai fini della selezione verrà assegnata preferenza ai testi inediti. Per inedito si intenda un testo non registrato né mai rappresentato entro i termini di scadenza del presente bando. I corti dovranno avere una tematica relativa al cibo. Seguendo il percorso critico sull’arte e l’alimentazione, che troverà sbocco nell’Expo Internazionale di Milano 2015, IterCulture invita i drammaturghi a riflettere su questo argomento, sul rapporto tra l’uomo e il cibo in tutte le sue declinazioni: cibo come sostentamento, come forma d’arte, come discriminazione sociale, come momento aggregativo, cibo connesso alla qualità della vita e alla tematica ambientale, cibo come bisogno di un soddisfacimento interiore erotico e spirituale, cibo materiale e immateriale, tra tradizione enogastronomica e il linguaggio contemporaneo. B. corti da riduzioni/adattamenti/libere interpretazioni di testi editi a tema libero Sono ammessi al concorso studi e messinscene di riduzioni, adattamenti e/o libere interpretazioni di testi editi non esclusivamente teatrali, senza distinzione di genere (prosa, circo, mimo ecc.), fatta eccezione per il genere “teatro-danza” per il quale è attivata apposita sezione speciale. A parità di merito, ai fini della selezione verrà assegnata preferenza ai testi inediti. Per inedito si intenda un testo non registrato né mai rappresentato entro i termini di scadenza del presente bando. C. “corto classico” Sono ammessi al concorso studi e messinscene di testi originali senza distinzione di genere (prosa, circo, mimo ecc.), fatta eccezione per il genere “teatro-danza” per il quale è attivata apposita sezione speciale. A parità di merito, ai fini della selezione verrà assegnata preferenza ai testi inediti. Per inedito si intenda un testo non registrato né mai rappresentato entro i termini di scadenza del presente bando. IterCulture invita i drammaturghi a riflettere sul rapporto tra linguaggi teatrali contemporanei e forme letterarie classiche, sperimentando nuovi percorsi e possibilità per trasporre nel genere del corto teatrale contemporaneo forme e tematiche proprie della grande tradizione letteraria classica greca e latina. In questo percorso critico e creativo, il drammaturgo potrà confrontarsi anche con rivisitazioni moderne e contemporanee dei classici, senza limiti di genere. 2 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • D. “Teatro-danza” Sono ammessi al concorso studi e messinscene di drammaturgie originali esclusivamente di teatro- danza. In questa sezione confluiranno tutti i corti di teatro-danza a prescindere dalla loro tematica; sono ammessi sia drammaturgie originali che riduzioni, adattamenti e libere interpretazioni di opere edite senza distinzione di genere. A parità di merito, ai fini della selezione verrà assegnata preferenza ad opere inedite. Per inedito si intenda opera non registrata né mai rappresentata entro i termini di scadenza del presente bando. L’istituzione di questa sezione speciale all’interno della terza edizione di Teatri Riflessi risponde alla volontà di IterCulture di dare per quest’anno particolare risalto al teatro-danza. N.B. Le compagnie dovranno essere autosufficienti per quanto riguarda l’allestimento scenico e lo smontaggio delle scene. Saranno supportate dallo staff tecnico messo a disposizione dalla Direzione Artistica per quanto riguarda il service audio-luci. L’illuminotecnica minima sarà garantita; eventuali ulteriori effetti luci potranno essere concordati successivamente. IterCulture garantirà alle compagnie i cui membri non risultino residenti nella Provincia di Catania agevolazioni e/o convenzioni per il soggiorno nell’area metropolitana di Catania durante la manifestazione. Non sono previsti rimborsi di alcun tipo per le compagnie. Verranno selezionati per partecipare alle serate del concorso da un minimo di 8 a un massimo di 16 corti che risulteranno più meritevoli al vaglio della Commissione Artistica. Art. 3 - Requisiti di ammissione Il corto può essere scritto da uno o più autori e diretto da uno o più registi; il numero e la tipologia degli artisti in scena non sono stabiliti; in ogni caso il corto sarà rappresentato di fronte alla Direzione Artistica, alla Giuria e presentato durante le attività legate al concorso da un solo membro, eletto rappresentante del corto. Il concorso è rivolto a tutte le associazioni culturali, associazioni universitarie, scuole di teatro e drammaturgia, attori, autori e registi sia emergenti sia professionisti, alle compagnie e gruppi teatrali, riconosciuti e non, presenti su tutto il territorio nazionale. La professionalità e la qualità del prodotto finale sono elementi imprescindibili per la selezione. I partecipanti, che dovranno essere tutti maggiorenni, sono tenuti a conoscere il presente regolamento che si intende integralmente sottoscritto all'atto dell'iscrizione. I partecipanti ai sensi del DLgs 30 Giugno 2003 n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali" autorizzano l’organizzazione a pubblicare i dati contenuti nella domanda di partecipazione, i materiali inviati e quelli prodotti durante la manifestazione (foto, filmati, interviste, ecc.). Art. 4 - Presentazione della domanda Per partecipare al concorso è indispensabile presentare in un unico plico il seguente materiale: a) Domanda di partecipazione (Allegato A) compilata in ogni sua parte; ha valore di autorizzazione al trattamento dei dati personali e sottoscrizione di ogni articolo del presente bando. b) Copia dell’intero testo/copione del corto presentato. c) Curricula di tutti i partecipanti al concorso e dell’eventuale compagnia. d) Filmato con la registrazione del corto proposto (è sufficiente un estratto a titolo esemplificativo per valutare messa in scena e interpretazione; non verrà valutata la qualità della ripresa; l’estratto dovrà essere assolutamente fedele e aderente a quello che andrà in scena, senza sovrastrutture e tagli cinematografici). e) Fotocopia fronte-retro del documento d'identità del rappresentante recante la propria firma. 3 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • La domanda di partecipazione con tutto il materiale di seguito richiesto dovrà pervenire entro e non oltre la data che verrà specificata nel bando ufficiale (marzo 2011). Il plico dovrà riportare la dicitura esterna: Selezioni per la III° edizione di "Teatri Riflessi. Festival Nazionale di Corti Teatrali" e la specifica della categoria/sezione per la quale si concorre attraverso la lettera corrispondente A (se si concorre per la categoria corto inedito a tema “il cibo”) B (se si concorre per la categoria corto da riduzione/adattamento/libera interpretazione a tema libero) C (se si concorre per la sezione sperimentale 2011 “corto classico”) D (se si concorre per la sezione speciale 2011 “teatro-danza”) Il plico dovrà pervenire entro e non oltre la data che sarà indicata nel bando ufficiale (marzo 2011) in una delle due seguenti modalità: - tramite posta ordinaria, a carico del mittente pena l’esclusione dal concorso, presso la sede legale di IterCulture Associazione Culturale IterCulture ,Via Caronda, 21- 95029 Viagrande (CT) (al fine del rispetto del termine di decadimento farà fede il timbro postale); - consegna manuale presso la sede organizzativa di Catania (via Napoli, 17/A), o durante gli orari di apertura al pubblico o previo appuntamento concordato (al fine del rispetto del termine di decadimento farà fede la data del protocollo). Inoltre, il materiale corrispondente ai punti a), b) ed e) dovrà pervenire entro i medesimi termini anche all’indirizzo di posta elettronica: iterculture@live.it IterCulture non ha responsabilità per mancata ricezione delle comunicazioni inviate a causa di inesatta indicazione del recapito fornito dal concorrente oppure per mancata o tardiva comunicazione del cambio dell'indirizzo indicato nei dati anagrafici, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito, né per eventuali furti, perdite, ritardi o danni durante il trasporto dei plichi. Non verranno presi in considerazione i plichi inviati o consegnati dopo la data di scadenza indicata e privi di affrancatura. Non saranno ammesse domande presentate con modalità diverse da quelle indicate nel presente articolo. Il materiale inviato dai partecipanti non verrà restituito. Art. 5 - Preselezione La Direzione Artistica del Concorso incaricherà un’apposita Commissione Artistica di selezionare da un minimo di 8 ad un massimo di 16 corti tra tutti quelli che avranno aderito al concorso rispondendo al presente bando, senza distinzione di categoria o sezione. Potranno non essere attivate le categorie o sezioni per le quali non sia stato selezionato alcun corto. Tutta la documentazione, pervenuta nei termini su indicati, verrà esaminata dalla Commissione Artistica. Avranno giusta considerazione tutte quelle proposte teatrali le cui caratteristiche di immediatezza, eloquenza, agilità tecnica e originalità drammaturgica meglio si adattino al contesto di Teatri Riflessi. Tra i componenti di detta Commissione saranno presenti imprescindibilmente: - Il Presidente della stessa Commissione, il Prof. I. Donato, responsabile dei rapporti tra la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Catania e il Teatro Stabile di Catania - la Direzione Artistica del Concorso e altri eventuali membri dell’associazione IterCulture 4 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • La Commissione Artistica potrà avvalersi del supporto dei partner e della consulenza di esperti a proprio piacere che saranno indicati nel bando ufficiale. I risultati della selezione verranno pubblicati sul sito e comunicati tempestivamente ai rappresentanti dei gruppi selezionati entro il mese di marzo 2011. Entro dieci giorni dalla pubblicazione dei selezionati, il rappresentante di ciascun corto dovrà versare tramite bonifico bancario a beneficio di IterCulture una quota di € 30 per ogni partecipante al proprio corto (secondo numero indicato nella domanda di partecipazione allegata al bando). Dettagli ed estremi per il pagamento verranno comunicati al rappresentante del corto. Qualora entro i termini indicati nel bando ufficiale non dovesse arrivare notifica di avvenuto bonifico, il corto inadempiente risulterà squalificato e non potrà partecipare al concorso. La Direzione Artistica del Concorso potrà, opzionalmente, decidere di ammettere il primo in graduatoria tra i corti esclusi, comunicando l’eventuale riammissione entro e non oltre il mese di aprile 2011. Il corto o i corti ripescati, nella persona del rappresentante, dovranno versare la quota di partecipazione al concorso entro una settimana dalla comunicazione, secondo le precedenti modalità. Conclusa la fase di selezione, la Direzione Artistica del Concorso comunicherà alle compagnie selezionate le date delle serate in cui dovranno essere presenti. Le disposizioni di IterCulture dovranno essere rispettate, pena l’esclusione. Art. 6 – Articolazione del Concorso Andranno in scena nella prima metà di luglio 2011 i corti selezionati dalla Commissione Artistica. Il concorso sarà articolato in due serate semifinali e una serata finale. I corti finalisti saranno determinati dalle valutazioni della Giuria Tecnica; per questa edizione verrà istituita una Giuria popolare, composta da un massimo di 200 spettatori, che potrà ripescare per la finale uno o più corti esclusi dalla Giuria Tecnica. Art. 7 – Premi  Miglior Corto (€ 1.200) Unico per tutti i corti in concorso. Decretato e assegnato al termine della serata finale. Alla fine della serata verrà stilata una classifica dei corti finalisti sommando proporzionalmente la media matematica dei voti della Giuria Tecnica, che incide per il 60%, alle preferenze della Giuria Popolare espresse in decimi, che incidono per il 40%. 3/5(media voti Giuria Tecnica) + 2/5 [(preferenze Giuria Popolare/totale votanti)+10] Al primo classificato verrà assegnato il premio Miglior Corto, pari a € 1.200  Miglior Drammaturgia – (€ 400) Uno per ogni categoria e sezione. Decretato al termine delle serate semifinali e assegnato durante la serata finale. Il premio drammaturgia sarà assegnato a condizione che ci sia un minimo di 3 corti partecipanti nella medesima categoria o sezione, ma sarà possibile assegnarlo eccezionalmente, a discrezione della Commissione Giudicatrice, ad un corto che risulti particolarmente meritevole di tale riconoscimento, anche laddove il numero dei corti afferenti della medesima categoria o sezione fosse inferiore a 3. Il premio Miglior Drammaturgia, è assegnato da una Commissione Giudicatrice, composta da esperti del settore e presieduta da un membro della Giuria Tecnica. Potranno essere attribuiti ulteriori premi o menzioni speciali (consistenti in riconoscimenti, contributi in denaro, inserimento in cartelloni di teatri, promozioni) che verranno indicati nel bando ufficiale. 5 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • Art. 8 – Giurie delle due serate semifinali Giuria Tecnica I partecipanti alle due serate semifinali sono valutati da una Giuria Tecnica selezionata dalla Direzione Artistica del Concorso e composta da artisti, esperti e operatori del settore teatrale; ciascun componente della suddetta Giuria Tecnica esprimerà un singolo e distinto giudizio; la media aritmetica dei singoli giudizi costituirà il voto della Giuria Tecnica; la graduatoria formata dai voti della Giuria Tecnica decreterà alla fine di ciascuna serata semifinale uno o più corti passeranno alla finale (il numero verrà stabilito e comunicato entro il mese di aprile in base ai partecipanti al concorso). A conclusione della seconda serata semifinale, la Giuria Tecnica si riunirà per valutare il proprio operato, attribuire eventuali ulteriori premi e stabilire, insieme alla Direzione Artistica del Concorso, l'articolazione della serata finale. Alla Giuria verrà riservato quindi il diritto di attribuire eventuali e aggiuntivi riconoscimenti di merito ai partecipanti al concorso. Giuria Popolare I partecipanti alle due serate semifinali sono valutati anche da una Giuria Popolare, selezionata dalla Direzione Artistica del Concorso, entro un massimo di 200 votanti che dovranno dimostrare di non aver nessun legame con i partecipanti al concorso. Ciascun membro della Giuria Popolare esprimerà una singola preferenza sui corti in concorso; il corto o i corti, in base al numero complessivo dei partecipanti alle due serate semifinali, che riceveranno il maggior numero di preferenze accederanno di diritto alla finale, anche se non fossero stati scelti dalla Giuria Tecnica. Il giudizio espresso nei confronti dei corti partecipanti e la relativa classifica sono insindacabili. Art. 9 - Giurie della serata finale Giuria Tecnica I partecipanti alla serata finale sono valutati da una Giuria Tecnica selezionata dalla Direzione Artistica del Concorso e composta da artisti, esperti e operatori del settore teatrale, nonché da eventuali rappresentanti degli enti che avranno contribuito a “Teatri Riflessi” in qualità di promotori e partner; ciascun componente della suddetta esprimerà un singolo e distinto giudizio; la media aritmetica dei singoli giudizi costituirà il voto della Giuria Tecnica. Giuria Popolare I partecipanti alla serata finale sono valutati anche da una Giuria Popolare, selezionata dalla Direzione Artistica del Concorso, entro un massimo di 200 votanti che dovranno dimostrare di non aver nessun legame con i partecipanti al concorso. Ciascun membro della Giuria Popolare esprimerà una singola preferenza sui corti in concorso. Per ogni corto finalista, la media aritmetica dei singoli giudizi della Giuria Tecnica andrà sommata proporzionalmente alla preferenza espressa in decimi della Giuria Popolare. I giudizi espressi sui corti finalisti e la relativa classifica sono insindacabili. 6 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • Art. 10 - Liberatoria È facoltà di IterCulture abbinare al concorso operazioni di diffusione televisiva, radiofonica e fotografica che a parere della stessa possano risultare opportune negli interessi, nella promozione e diffusione di “Teatri Riflessi”. Ciascun partecipante autorizza, con l'adesione al concorso, la registrazione, la messa in onda e ogni forma di diffusione di immagini e materiale audiovisivo riguardanti la propria performance, senza alcuna limitazione di spazio e/o tempo e senza avere nulla a pretendere sia da IterCulture sia da eventuali emittenti pubbliche o private o collaboratori. Allo stesso modo, con l'adesione al concorso, i partecipanti autorizzano l'incisione audio-video dei brani presentati. Il rappresentante di ogni compagnia dovrà dare la propria disponibilità per eventuali interviste e/o interventi che saranno richiesti in seno alla manifestazione. Art. 11 - Disposizioni transitorie e finali Nel periodo di vigenza del presente regolamento, la Direzione Artistica del Concorso e IterCulture hanno la possibilità di apportarvi modifiche e integrazioni per esigenze organizzative e funzionali. segue Allegato A 7 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • Domanda di partecipazione a “Teatri Riflessi. Festival Nazionale di Corti Teatrali” - Terza edizione Categoria/Sezione_________________________________________________________________ DENOMINAZIONE (nome dell’artista/associazione/compagnia/gruppo/scuola) TITOLO DEL CORTO RAPPRESENTANTE DEL CORTO DURATA SPETTACOLO NUMERO ARTISTI IN SCENA TOTALE PARTECIPANTI COMUNE DI PROVENIENZA CONTATTI (indirizzo e-mail, recapiti telefonici, fax, sito internet) AUTORE REGIA SCHEDA TECNICA 8 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • EVENTUALI ALTRI DATI (aiuto regia, musiche, etc.) BREVE SINOSSI NOTE DI REGIA 9 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it
    • Io sottoscritto dichiaro di accettare il regolamento del bando di concorso e autorizzo l’utilizzo dei miei dati personali ai sensi del Codice della Privacy (D. LGS N. 196/2003). Data Firma 10 Via Caronda, 21 - 95029 Viagrande (CT) P .IVA 04653220873 Sede Organizzativa via Napoli, 17 – 95127 Catania tel. 095.2884779 iterculture@live.it