Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Tabella vitalizi Regioni settembre 2011

3,971 views

Published on

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Tabella vitalizi Regioni settembre 2011

  1. 1. TABELLA COMPARATIVA ASSEGNO VITALIZIO Indennità Base per il Percentuale dellAssegno sullIndennità Base Età per il Contributi calcolo dellAssegno Obbligatori Anticipazione delletà per il Reversi- dirittoREGIONE Vitalizio ( % Anni di Anzianità Contributiva allAs- diritto allAssegno bilità sullIndennità Parlamentare) 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 segno % su ….. 24 su indennità da 65 a 60 anni. di carica al netto La misura dellassegno èABRUZZO 85% 30 33 36 39 42 45 48 51 54 57 60 63 63 63 63 63 65 delle trattenute ridotta a seconda delletà di Onerosa per ind. di fine anticipazione e del coefficiente mandato e fiscali di riduzione. da 65 a 60 anni (per Consigliere eletto nella VIII legislatura) la misura dellass. è ridotta sulla base di un coefficiente variabile in funzione 23 su indennità ONEROSBASILICATA 67.50% 40 44 48 52 56 60 64 68 72 76 80 84 65 di carica lorda degli anni di anticip, Per A Consigliere eletto dalla IV alla VI legislatura:da 60 a 55 anni di età; per Consigliere eletto dalla I alla III anni 55 senza riduzione. da 60 a 55 - la misura dellassegno è ridotta proporzionalmente agli anni di mandato effettuati: 5 anni di mandato riduzione del 5%; 10CALABRIA 80% 40 45 50 55 60 65 68 71 74 77 80 60 21 anni di mandato riduzione del onerosa 3%; 15 anni di mandato riduzione del 1% ; oltre 15 anni di mandato nessuna riduzione. da 60 a 55 anni. La misura dellassegno vitalizio è ridotta NON 22% su sulla base di un coefficienteCAMPANIA 80% vedi nota 15) 30 33 36 39 42 45 48 51 54 57 63 63 63 63 63 63 60 indennità di variabile in funzione degli anni di ONERO carica lorda SA anticipazione. Dalla VII Legislatura NO anticipazione 25% su indennità di EMILIA carica al netto ONERO 65% 20 23 26 29 32 35 38 41 44 47 50 60 delle ritenute NOROMAGNA IRPEF e delle SA ADD.REG.LI e COMUNALI
  2. 2. TABELLA COMPARATIVA ASSEGNO VITALIZIO Indennità Base per il Percentuale dellAssegno sullIndennità Base Età per il Contributi calcolo dellAssegno Obbligatori Anticipazione delletà per il Reversi- diritto REGIONE Vitalizio ( % Anni di Anzianità Contributiva allAs- diritto allAssegno bilità sullIndennità Parlamentare) 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 segno % su ….. da 60 a 55 anni (b) 2% su 17 In tal caso 17.50 20.75 24.00 27.25 30.50 33.75 37.00 40.25 43.50 46.75 50.00 51.00 52.00 53.00 54.00 55.00FRIULI VEN. 100 su indenn. 60 indennità di lassegno è ridotto GIULIA (a) proporzionalmente nella misura presenza presenza lorda del 5% del suo ammontare lordo lorda per ogni anno di anticipazione. LAZIO 27% da 65 a 60 anni. su indennità di La misura dellassegno è ridotta carica al netto proporzionalmente nella misura LIGURIA 75 20 24 28 32 36 40 44 48 52 56 60 60 60 60 60 60 65 delle trattenute del 2% del suo ammontare lordo onerosa per indennità di per ogni anno di anticipazione fine mandato e rispetto al 65° anno di età fiscali da 60 a 55 anni. La misura dellassegno è 25% su ridotta proporzionalemnteLOMBARDIA 81% 20 23 26 29 32 35 38 41 44 47 50 50 50 50 50 50 60 indennità di del 4% del suo ammontare Onerosa funzione lorda lordo per ogni anno di anticipazione rispetto al 60° anno di età Onerosa 5% 20% su dellindenni tà di carica, MARCHE 65% 25 28 31 34 37 40 42 44 46 48 50 50 50 50 50 50 60 indennità di NO oltre il carica lorda contributo per il vitalizio
  3. 3. TABELLA COMPARATIVA ASSEGNO VITALIZIO Indennità Base per il Percentuale dellAssegno sullIndennità Base Età per il Contributi calcolo dellAssegno Obbligatori Anticipazione delletà per il Reversi- dirittoREGIONE Vitalizio ( % Anni di Anzianità Contributiva allAs- diritto allAssegno bilità sullIndennità Parlamentare) 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 segno % su ….. 16% su indnnià da 55 a 60 anni con un di funzione al MOLISE 65% 35 38 41 44 47 50 53 56 59 62 65 68 60 netto delle coefficiente di riduzione variabile onerosa (nota) ritenute IRPEF 20 su undennitàPIEMONTE 85% 30 36 42 48 54 60 62 64 66 68 70 72 74 76 78 80 65 di carica lorda no Onerosa art. 8, co. 2 L.R. n. 8/2003:"Per ogni anni di contribuzione oltre il 22 su indennità quinto, letà richiesya per lorda di mandato ottenere lassegno vitalizio è consiliare ai fini diminuita di un anno, con il limite 90 applicaz. Art. 52, di età di 55 anni". non PUGLIA Indennità parlamentare 40 44 48 52 56 65 68 70 72 76 90 90 90 90 90 90 60 lett.b)TUIR di cui Allex consigliere che ha versato onerosa dei Deputati anno 2005 al DPR contributi per 10 anni al 917/1986 e compimento del 55° anno di età s.m.i. non viene applicata alcuna riduzione.SARDEGNA SICILIA
  4. 4. TABELLA COMPARATIVA ASSEGNO VITALIZIO Indennità Base per il Percentuale dellAssegno sullIndennità Base Età per il Contributi calcolo dellAssegno Obbligatori Anticipazione delletà per il Reversi- diritto REGIONE Vitalizio ( % Anni di Anzianità Contributiva allAs- diritto allAssegno bilità sullIndennità Parlamentare) 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 segno % su ….. 17% su ind. di carica lorda 65% dellindennità calcolata senza parlamentare calcolata senza riduzione del 10 tener conto della riduzione del per cento non TOSCANA 10 per cento dellindennità di 20 23 26 29 32 35 38 41 44 47 50 60 dellindennità no carica applicata ai sensi mensile di carica onerosa dellart.1, comma 54, della dei consiglieri, di L.266/2005 (1) cui allart.1, comma 54, della L.266/2005 Ind. Parlam. Al 1° gennaio ultimo anno di carica e riv. ISTAT dal 25 su indennità TRENTINO Ridotta letà ogni anno di carica consigliare lorda 31.12 ultimo anno di 38 57 76 65 e dal 2008 il oltre il decimo e fino al limite di Onerosa ALTO ADIGE carica al 1° gennaio 60 anni di età 30% anno di godimento dellassegno Un ventesimo del trattamento complessivo annuo lordo dei 27% su magistrati con funzione di indennità di UMBRIA Presidente della Corte di 25 28 31 34 37 40 42 44 46 48 50 52 54 56 58 60 65 carica al netto NO Onerosa assazione ed equiparate delle ritenute (qualifica HH07 Classe 8 fiscali scatti 17) Lassegno vitalizio è 21% su metodoVALLE DAOSTA calcolato con il metodo 65 anni indennità di 55 anni contribut contributivo carica lorda ivo
  5. 5. TABELLA COMPARATIVA ASSEGNO VITALIZIO Indennità Base per il Percentuale dellAssegno sullIndennità Base Età per il Contributi calcolo dellAssegno Obbligatori Anticipazione delletà per il Reversi- diritto REGIONE Vitalizio ( % Anni di Anzianità Contributiva allAs- diritto allAssegno bilità sullIndennità Parlamentare) 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 segno % su ….. si: a 60 anni con un coefficiente di riduzione di 0,7604; a 61 con un coefficiente di riduzione di 0,8016; a 62 anni con un 60% coefficiente di riduzione di 30% 0,8460; a 63 anni con un dellasse VENETO 80% (a) 30 34 38 42 46 50 54 58 62 66 70 60 anni (a) sullindennità di coefficiente di riduzione di gno carica netta (b) 0,8936; a 64 anni con un vitalizio coefficiente di riduzione di (c) 0,9448 (a) NOTE: Con decorrenza dalla X (Decima) Legislatura lammontare dellassegno vitalizio e determinato, in percentuale rispetto agli anni di contribuzione, sul 75% dellindennita mensile lorda percepita dai componenti della Camera dei Deputati I coefficienti di riduzione previsti dalla legge sono di seguito specificati: ETA COEFF. ABRUZZO 60 0,7604 61 0,8016 62 0,8460 63 0,8936 64 0,9448 Per ogni anno di mandato oltre il quinto anno, letà richiesta per aver diritto allassegno vitalizio sarà diminuita di un anno, con il limite di età di 60 anni. La reversibilità è onerosa per i CC.RR. in carica dopo il 31.12.2003 la trattenuta è pari al 25% dei contributi obbligatori per lassegno vitalizio; lassegno di reversibilità sarà pari al 50% di quello che sarebbe spettato al de cuius. La Regione Basilicata con legge n.28 del 05/08/2010 ha ridotto del 10% la precedente indennità di carica , riduzione che ha di conseguenza diminuito anche ilBASILICATA vitalizio. La reversibilità è onerosa per il 25% del contributo obbligatorio. CALABRIA La base di calcolo è limporto di carica mensile lorda + il rimborso spese spettante ai consiglieri regionali in carica nello stesso mese in cui si riferisce lassegnoCAMPANIA vitalizio. Si riporta quanto contenuto al comma 1 dellart. 31 LR 13/2006: "Alla data del 1° gennaio 2006, limporto degli assegni vitalizi di cui alla LR 14 aprile 1995, n. 42 (Disposizioni in materia di trattamento indennitario agli eletti alla carica di consigliere regionale), indipendentemente dallla loro decorrenza, è determinato inE. ROMAGNA percentuale sulla base dellindennità di carica mensile lorda spettante ai consiglieri regionali al 31 dicembre 2005". LR 13/2010 art. 5 , 1° comma: "Dalla X legislatura regionale è abrogato listituto dellassegno vitalizio di cui alla legge regionale n. 42 del 1995". a) La base di calcolo è limporto lordo dellindennità parlamentare di cui allart. 1 della legge 1261/1965. b) LaF.V. GIULIA corresponsione dellassegno può essere anticipata per un massimo di 5 anni su richiesta del Consigliere che abbia versato i contributi, anche volontari, per almeno 9 anni, 6 mesi e 1 giorno.
  6. 6. TABELLA COMPARATIVA ASSEGNO VITALIZIO Indennità Base per il Percentuale dellAssegno sullIndennità Base Età per il Contributi calcolo dellAssegno Obbligatori Anticipazione delletà per il Reversi- dirittoREGIONE Vitalizio ( % Anni di Anzianità Contributiva allAs- diritto allAssegno bilità sullIndennità Parlamentare) 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 segno % su ….. LAZIO LIGURIA I consiglieri che beneficiano della l.r. 10 febbraio 1983 n. 12 e successive modificazioni, possono richiedere lanticipazione dellassegno vitalizio fino a 55 anni diLOMBARDIA età. Ai consiglieri eletti per la prima volta nella legislatura successiva a quella di entrata in vigore della l.r. 20 marzo 1995 n. 12 non è riconosciuta tale facoltà. Dal 1° gennaio 2008, lindennità di base per il calcolo dellassegno vitalizio è di € 8.082,31 (pari al 65% dellindennità parlamentare in vigore nel mese di dicembre MARCHE 2005). VITALIZIO A 55 ANNI COEFFICIENTE DI RIDUZIONE 0,7604 VITALIZIO A 56 ANNI COEFFICIENTE DI RIDUZIONE 0,8016 VITALIZIO A 57 ANNI MOLISE COEFFICIENTE DI RIDUZIONE 0,8460 VITALIZIO A 58 ANNI COEFFICIENTE DI RIDUZIONE 0,8936 VITALIZIO A 59 ANNI COEFFICIENTE DI RIDUZIONE 0,9448PIEMONTE Su richiesta, la trattenuta mensile è del 5% sullindennità lorda. Nella determinazione del quantum dellassegno vitalizio e, quindi, di reversibilità è stato e viene tuttora assunto a base di calcolo limporto di euro 11.190,88 corrispondente al 90% dellindennità parlamentare lorda percepita dai Deputati nellanno 2005, pari ad euro 12.434,32. Lart. 9, co.2, della legge regionale n. 8/2003 stabilisce che "lammontare dellassegno vitalizio è calcolato - in percentuale degli anni di contribuzione - sullindennità di mandato mensile lorda PUGLIA corrisposta al consigliere regionale in carica nello stesso mese cui si riferisce lassegno vitalizio,....". Si evidenzia che dallanno 2007 lindennnità parlamentare lorda di riferimento è quella dei Senatori, pari a 12.005,95. La problematica è allesame degli organi istituzionali e dellAvvocatura regionale.SARDEGNA
  7. 7. TABELLA COMPARATIVA ASSEGNO VITALIZIO Indennità Base per il Percentuale dellAssegno sullIndennità Base Età per il Contributi calcolo dellAssegno Obbligatori Anticipazione delletà per il Reversi- diritto REGIONE Vitalizio ( % Anni di Anzianità Contributiva allAs- diritto allAssegno bilità sullIndennità Parlamentare) 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 segno % su ….. SICILIA Per i consiglieri in carica fino alla V legislatura la percentuale dellassegno vitalizio va da un minimo del 30% (con 5 anni contribuzione) ed è aumentata di 3 punti percentuali per ogni anno aggiuntivo, fino ad un massimo del 63% (per 16 o più anni di contribuzione), con la possibilità di anticipazione fino al 55° anno di età TOSCANA applicando un coefficente di riduzione. Coloro che sono rieletti possono optare per il mantenimento dellassegno vitalizio nella misura della vecchia normativa, restando comunque soggetti a una trattenuta ridotta del 10%. La ritenuta ridotta si applica anche a coloro che hanno maturato oltre 14 anni di contribuzione. Condizioni per ottenere lanticipazione: - aver espletato due legislature piene e/o aver versato i contributi, anche volontari, per il raggiungimento delle due legislature piene (almeno 10 anii). Lassegno aumenta del 3,8% ogni anno. Non é previstaTRENTINO A.A. nessuna anticipazione a richiesta dellinteressato e con riduzione dellassegno. Non è previsto lassegno di invalidità. Sullassegno viene applicata una trattenuta del 4% sullimporto lordo e viene rivalutato a decorrere dal 1.1.2005 dellindice ISTAT (vedasi lattuale blocco del 7,5%). È soggetto a un tetto per cumulabilità con altri assegni. Lassegno a vilitalizio è stato eliminato per i nuovi consiglieri (dal 2008) e sostituito con un trattamento indennitario che prevede una contribuzione del 30% da parte del consigliere. La nuova regolamentazione dell’assegno vitalizio, introdotta con legge regionale n. 28/1999, come modificata dalla legge regionale n. 29/2009, ha sostituito il precedente sistema previdenziale a prestazione definita con il regime della capitalizzazione, applicata a tutti i consiglieri eletti (nuovi o rieletti) dalla XII^ legislatura, iniziata l’8 luglio 2003. L’assegno vitalizio nel regime della capitalizzazione spetta ai consiglieri che abbiano raggiunto l’età per la corresponsione e abbiano corrisposto per un periodo di almeno 5 anni il contributo di cui all’art. 3 l.r. 33/95 (art. 5 l.r. 28/99). Al raggiungimento dell’età per conseguire il diritto alla corresponsione dell’assegno vitalizio, ai sensi dell’articolo 7, comma 1, della l.r. 28/1999 l’iscritto deve V. DAOSTA optare per l’erogazione della prestazione in forma di capitale oppure in forma di una corrispondente rendita, mensile e posticipata, determinata applicando al capitale accantonato coefficienti di conversione variabili in funzione delletà, del sesso e della reversibilità. Il capitale maturato alla data del diritto alla corresponsione è costituito dalla trattenuta obbligatoria a carico del consigliere (21% dell’indennità di carica), dalla contribuzione a carico del Consiglio regionale (42% dell’indennità di carica) e dal rendimento eventualmente conseguito dall’Istituto. L’ammontare della prestazione in forma di capitale è determinato sulla base del montante relativo alla posizione individuale dell’iscritto. L’ammontare delle prestazioni in forma di rendita in capo ai singoli iscritti è determinato all’atto dell’accesso alle prestazioni stesse.
  8. 8. TABELLA COMPARATIVA ASSEGNO VITALIZIO Indennità Base per il Percentuale dellAssegno sullIndennità Base Età per il Contributi calcolo dellAssegno Obbligatori Anticipazione delletà per il Reversi- dirittoREGIONE Vitalizio ( % Anni di Anzianità Contributiva allAs- diritto allAssegno bilità sullIndennità Parlamentare) 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 segno % su ….. a) Per i consiglieri eletti per la prima volta fino alla V legislatura letà per il diritto allassegno vitalizio è di 55 anni senza anticipazione. Per i consiglieri eletti per la prima a partire dalla VI legislatura e fino alla VIII legislatura letà per il diritto allassegno vitalizio è di 60 anni con lanticipazione a 55 anni con un coefficiente di riduzione di 0,7604, a 56 con un coefficiente di riduzione di 0,8016, a 57 anni con un coefficiente di riduzione di 0,8460, a 58 anni con un coefficiente di riduzione di 0,8936, a 59 anni con un coefficiente di riduzione di 0,9448. Per i consiglieri eletti per la prima volta fino allVIII legislatura e non più in carica dalla data del 15/08/2007 si applicano unindennità base e delle percentuali diverse per il calcolo dellassegno vitalizio (lr 9/73 così come da ultimo modificata dalla lr 33/97 e lr 55/93 come da ultimo modificata con lr 2/2006) b) Il contributo obbligatorio è versato per il trattamento indennitario differito dato dallassegno vitalizio, dallassegno di reversilità e dallassegno di fine mandato.VENETO c) Lssegno di reversibilità spetta: - al coniuge avente diritto o al convivente more uxorio, senza figli, il 60 per cento; - al coniuge o al convivente more uxorio, in concorso con un figlio avente diritto , l’80 per cento; al coniuge o al convivente more uxorio, in concorso con due figli aventi diritto, l’85 per cento; al coniuge o al convivente more uxorio, in concorso con tre o più figli aventi diritto, il 90 per cento; - al figlio avente diritto il 60 per cento; a due figli aventi diritto l’80 per cento diviso in parti uguali; a tre o più figli aventi diritto il 90 per cento diviso in parti uguali; - ad entrambi i genitori aventi diritto il 60 per cento; all’unico genitore superstite avente diritto il 50 per cento. In caso di concorso, se uno degli aventi diritto muore o cessa comunque il suo diritto all’assegno, la misura dell’assegno viene adeguata alla nuova situazione secondo le norme del presente articolo.

×