Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Aderire al Portale della Cultura Italiana Le Modalità Tecniche per la fornitura di metadati e  contenuti digitali Roma, 10...
Il Class Model <ul><li>Il  class-model  astratto definito nell'ambito del progetto tecnico-scientifico prevede che un  Pro...
Il Class Model astratto
PICO Application Profile L'application profile &quot;PICOAP&quot; è stato definito nel contesto dello sviluppo del prototi...
Scenario di riferimento
Le diverse modalità <ul><li>Fornitura di contenuti redazionali </li></ul><ul><li>Fornitura di metadati </li></ul><ul><li>F...
Caso d’uso 1 Fornitura di contenuti redazionali Tramite le funzioni di gestione dei contenuti possono essere creati dei gr...
Caso d’uso 2 Fornitura di metadati via OAI-PMH Il fornitore: 1)  In fase di analisi, definisce il c.d.  mapping  delle inf...
Caso d’uso 2 Fornitura di metadati via OAI-PMH Il Portale, mediante all’attività di  harvesting  ripetuta nel tempo, recup...
Caso d’uso 3 Fornitura di contenuti I contenuti digitali possono essere forniti a CulturaItalia mediante distribuzione tra...
Caso d’uso 4 Fornitura di news RSS La fornitura di contenuti a CulturaItalia può avvenire anche in formato XML RSS version...
Riferimenti Le specifiche del protocollo OAI-PMH: &quot;Open Archives Initiative - Protocol for Metadata Harvesting - v.2....
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Aderire Al Portale Della Cultura Italiana

934 views

Published on

Le modalità tecniche
per la fornitura di metadati e
contenuti digitali nel sistema CulturaItalia

Published in: Technology
  • Be the first to comment

Aderire Al Portale Della Cultura Italiana

  1. 1. Aderire al Portale della Cultura Italiana Le Modalità Tecniche per la fornitura di metadati e contenuti digitali Roma, 10 novembre 2005
  2. 2. Il Class Model <ul><li>Il class-model astratto definito nell'ambito del progetto tecnico-scientifico prevede che un Provider possa fornire contenuti e servizi . I contenuti possono essere: </li></ul><ul><li>metadati </li></ul><ul><li>contenuti gestiti </li></ul><ul><li>contenuti riferiti </li></ul><ul><li>semplici redirect </li></ul><ul><li>Una risorsa è descritta tramite i metadati descrittivi e può essere protetta tramite i metadati amministrativi. </li></ul><ul><li>I metadati descrittivi possono utilizzare lo schema DC oppure lo schema PICO. </li></ul><ul><li>I metadati amministrativi possono utilizzare gli schemi XrML Core (version 2.0), ODRL (version 1.1) e ODRL Creative Commons Profile. </li></ul>
  3. 3. Il Class Model astratto
  4. 4. PICO Application Profile L'application profile &quot;PICOAP&quot; è stato definito nel contesto dello sviluppo del prototipo del portale CulturaItalia come esempio di application profile basato sulle linee guida espresse nel documento: “ Dublin Core Application Profile Guidelines” (prodotto dal CEN MMI-DC Workshop). Consiste di due schemi xml resi disponibili agli url: http://pico.sns.it/pico/pico.xsd http://pico.sns.it/pico/picotype/picotype.xsd Tali schemi sono stati associati al namespace &quot;pico&quot; usato nella definizione dei metadati descrittivi delle risorse accessibili via OAI-PMH dal repository di test del prototipo.
  5. 5. Scenario di riferimento
  6. 6. Le diverse modalità <ul><li>Fornitura di contenuti redazionali </li></ul><ul><li>Fornitura di metadati </li></ul><ul><li>Fornitura di contenuti digitali </li></ul><ul><li>Fornitura di news via RSS </li></ul>
  7. 7. Caso d’uso 1 Fornitura di contenuti redazionali Tramite le funzioni di gestione dei contenuti possono essere creati dei gruppi di utenti in grado di scrivere nuovi contenuti pubblicabili sul Portale mediante approvazione della redazione centrale o di redazioni “locali”. L’amministratore del CMS del Portale crea un account, eventualmente un nuovo gruppo, definisce la policy di accesso al CMS e fornisce all’utente le credenziali di accesso. L’utente accede al CMS con le proprie credenziali ed utilizza le funzioni del sistema di CMS per creare nuovi contenuti (ad esempio gli eventi). Nota: le modalità tecniche dettagliate saranno definite dopo l'attività di analisi prevista per lo sviluppo di CulturaItalia.
  8. 8. Caso d’uso 2 Fornitura di metadati via OAI-PMH Il fornitore: 1) In fase di analisi, definisce il c.d. mapping delle informazioni dal proprio data model al PICOAP. 2) Definisce la politica IPR sui contenuti (DRM?). 3) implementa il modulo OAI-PMH DataProvider mediante un modulo adapter in grado di generare metadati nel formato DC o PICO a partire dalle informazioni presenti nella propria banca dati. 4) Fornisce l’indirizzo IP del proprio repository OAI-PMH al Portale.
  9. 9. Caso d’uso 2 Fornitura di metadati via OAI-PMH Il Portale, mediante all’attività di harvesting ripetuta nel tempo, recupera i metadati messi a disposizione dal fornitore sul proprio repository all’indirizzo IP specificato. [I metadati, grazie alle funzioni previste dal protocollo OAI-PMH, possono essere aggiornati o eliminati su richiesta del fornitore.] Nota: si tratta di un meccanismo ben noto e consolidato nel settore delle digital library .
  10. 10. Caso d’uso 3 Fornitura di contenuti I contenuti digitali possono essere forniti a CulturaItalia mediante distribuzione tradizionale su supporto fisico digitale (es.: CD, DVD) oppure mediante distribuzione su protocolli TCP-IP (es.: FTP/SFTP, HTTP/HTTPS) (un volta presi in carico diventano contenuti gestiti . I contenuti riferiti vengono serviti e presentati ( rendering ) dal Portale ma risiedono fisicamente presso il fornitore (ad esempio possono essere memorizzati presso il fornitore in formato xml ed essere trasformati in (X)HTML tramite applicazione di XSL). I contenuti di tipo redirect vengono serviti all'utente finale tramite normale redirect HTTP ad un URL previsto dal fornitore. Nota: i contenuti gestiti o riferiti possono rappresentare anche solamente contenuti di anteprima. I contenuti, per essere protetti mediante DRM, devono essere necessariamente contenuti gestiti.
  11. 11. Caso d’uso 4 Fornitura di news RSS La fornitura di contenuti a CulturaItalia può avvenire anche in formato XML RSS versione 1.0 o 2.0 e consente la pubblicazione sul Portale di informazioni caratterizzate da una elevata frequenza di produzione. Il fornitore comunica a CulturaItalia gli URL dei feed RSS che intende mettere a disposizione del Portale ed il canale tematico più attinente alle news generate. Tutte le news ricevute da CulturaItalia vengono presentate in ordine di arrivo cronologico nelle apposite sezioni previste nella home page e nelle altre sezioni tematiche. Le news vengono anche archiviate e conservate per un determinato periodo di tempo in modo tale che possano essere recuperate tramite le funzioni di ricerca full text e consultate tramite semplice elenco in ordine cronologico. Nota: il formato RSS è molto diffuso e viene utilizzato principalmente per la diffusione di notizie.
  12. 12. Riferimenti Le specifiche del protocollo OAI-PMH: &quot;Open Archives Initiative - Protocol for Metadata Harvesting - v.2.0&quot; http://www.openarchives.org/OAI/openarchivesprotocol.html Le linee guida per l’implementazione di repository: &quot;Open Archives Initiative - Protocol for Metadata Harvesting - Guidelines for Repository Implementers&quot; http://www.openarchives.org/OAI/2.0/guidelines-harvester.htm Un elenco di strumenti software utili per implementare repository di oggetti digitali accessibili tramite il protocollo OAI-PMH: &quot;OAI Tools&quot; http://www.openarchives.org/tools/tools.html Le linee guida prodotte dal “Workshop on Metadata for Multimedia Information - Dublin Core (WS/MMI-DC)” “ Dublin Core Application Profile Guidelines” ftp://ftp.cenorm.be/PUBLIC/CWAs/e-Europe/MMI-DC/cwa14855-00-2003-Nov.pdf &quot;Progetto tecnico scientifico per il Portale della Cultura Italiana del Ministero per i Beni e le Attività Culturali&quot; versione 2.1

×