Tavolo 12 starting_esiti_incontro_25_luglio_ss

228 views

Published on

Follow up Monza 18 giugno - Tavolo 12

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
228
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Tavolo 12 starting_esiti_incontro_25_luglio_ss

  1. 1. Incontro 25 luglio 2013 –Tavolo n. 12 “Come fare parte di Expo 2015” Scopo dell’incontro: • condividere gli obiettivi • definire l'elenco dei bisogni a cui la rete deve rispondere • definire la forma che la rete avrà • definire i ruoli e le funzioni all'interno della rete. TEMA PROPOSTO PROPONENTE TAVOLO N. 1° GIRO 2° GIRO 3° GIRO: QUALE POTREBBE ESSERE IL PROSSIMO PASSO CONCRETO 3° GIRO: QUALE POTREBBE ESSERE LA SFIDA MAGGIORE? Come fare parte di Expo 2015 Fabio Amico Eros Zanotti 12 Supporto da parte di Unione Artigiani per intercettare offerta e creare filiera. Proposta: recupero di un'area urbanistica della città dal punto di vista architettonico e della professionalità presenti sul territorio coinvolto dal progetto. Si rivolge alla professionalità sul territorio e anche alle professionalità esterne che parteciperebbero al progetto e alla sua realizzazione. C'è: un idea e una volontà Manca: Un promotore, un patrocinio, un finanziamento, un sentire comune verso il recupero dell'aspetto più originale della città a misura d'uomo Risorse: Professionalità e imprese Strutture: Assenti (comune, luogo e persone a cui presentare il progetto) C'è bisogno di promotore, progetto pilota Dialogare con Unione per trovare sinergie Trovare un promotore del progetto e concretizzare le fasi operative per realizzarlo Creare delle dimostrazioni e progetti pilota per presentare il progetto (tempi nord europei) Proporre un progetto che riscontri interesse facendo rete: 1)Trovare un sostegno economico 2) Può scattare una rete anche per il futuro della città => espansione e progetti pilota
  2. 2. Risultati incontro I partecipanti all'incontro dopo aver seguito la presentazione di una proposta su”Come fare parte di Expo 2015” effettuata da uno dei proponenti del tavolo (Fabio Amico), hanno iniziato un confronto e sopratutto allineamento su le esigenze a cui deve rispondere la rete, gli obiettivi e i valori che deve esprimere. Di seguito i risultati emersi. Informeremo tutti i sottoscrittori, i partecipanti alla giornata del 18 giugno e le imprese che operano nei settori che potrebbero essere coinvolti (svolgeremo un’analisi dei potenziali settori e individueremo il minimo comune denominatore), con lo scopo di raccogliere manifestazione di interesse, commenti e suggerimenti, per fare un passo avanti nella realizzazione della rete. Idea/Esigenza L'idea/esigenza su cui fondare le basi della rete è quella di “essere protagonisti in Expo 2015”, con lo scopo di rendere visibile al maggior numero di persone possibile gli artigiani che fanno parte della rete e le ”reti” stesse che verranno proposte, oltre che Unione Artigiani in quanto istituzione al servizio delle imprese. Obiettivi L'essere protagonisti si vuole concretizzare con il recupero di una porzione di territorio urbano in questo momento oggetto di marginalità/condizioni sociali-economiche precarie. Per recupero di una porzione di territorio urbano si intende il recupero sociale, urbanistico ed economico di un territorio, seguendo gli esempi della cooperativa sociale “La cordata” (www.lacordata.it) o quello di housing sociale presto presente in via Cenni a Milano (www.cennidicambiamento.it). Aspetto fondamentale è che dal progetto emergano i collegamenti con il tema del Benessere e in particolare ai link che questo ha con: • nutrizione • filiera casa • settore moda • “cultura” del bello Spazio Lo spazio dove realizzare il progetto deve diventare un quartiere, una “cittadella a misura d'artigiano”, dove poter rendere visibili i loro valori, i loro problemi e i progetti di sviluppo: una sorta di agorà. Alcuni esempi da poter realizzare per metter in evidenza il progetto sono: la settimana dell'artigianato, flash mob, ecc... Lo spazio fisico dove poter realizzare il progetto potrebbe essere a Milano, ma anche in comuni limitrofi interessati ad intercettare i possibili sviluppi che scaturiranno dal progetto, oltre che mettersi in luce in vista di Expo 2015, citiamo ad es.Trezzo sull'Adda, Desio, Cesano Maderno, Paderno Dugnano. Lo spazio dove sviluppare ciò deve essere un contenitore da poter utilizzare inoltre: • anche dagli altri rami dell'Unione Artigiani (es. Claai Fermo vs Giglio) disseminati nel territorio italiano • per mettere in luce l'aspetto della formazione che UA sta sviluppando (v. Colonia, Polonia) • per far crescere degli “incubatori” per accelerare e e sviluppare sperimentazioni innovative inerenti il settore artigiano. Passaggio fondamentale è non lasciar cadere il progetto, da cui può scaturire il decadimento dell'area in oggetto, alla fine di Expo 2015. Valori L'essere protagonisti ha lo scopo di comunicare, rendere visibili: • le qualità degli artigiani • lo way of life degli artigiani • i valori degli artigiani • il valore storico degli artigiani nella sviluppo della nazione e del tessuto produttivo. Risorse economiche Se il progetto deve essere condiviso fino in fondo da tutti, anche dal punto di vista economico dovrebbe esserci un minimo di condivisione. Alcune delle ipotesi sono: • sottoscrizione di una quota economica per finanziare il progetto, • scambio di beni/servizi, senza avere in cambio un immediato ritorno economico.

×