Tu scendi dalle scale opuscolo

  • 683 views
Uploaded on

opuscolo di tu scendi dalle scale

opuscolo di tu scendi dalle scale

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
683
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Napoli a.piedi per riscoprire ambiente.e paesaggi con un ricco.programma di eventiDALL8 DICEMBRE 2011 ALL8 GENNAIO 2012
  • 2. Questo progetto nasce con lintenzione di riqualificarealcuni percorsi pedonali verticali di fondamentaleimportanza a Napoli e che oltre ad essere fortementecaratterizzanti la Città, rappresentano vie di collegamentoutilissime ed affascinanti, intrise non solo di natura maanche di storia e di cultura.Si contano, infatti, a Napoli oltre 200 percorsi pedonalinaturali dei quali 135 scale e 69 gradonate. Un patrimonioambientale e urbano che non possiamo lasciare abbando-nato a se stesso e che lAmministrazione Comunale ha,invece, intenzione di valorizzare e far rivivere.Con lobiettivo, pertanto, di recuperare realmente lavivibilità urbana, proponiamo a tutti i cittadini napoletanila riscoperta delle scale della Principessa Jolanda, delMoiariello, del Petraio e della Pedamentina, con un fittoprogramma natalizio di musica, laboratori, degustazioni,visite guidate e rappresentazioni teatrali. Un modooriginale e leggero, consono al periodo natalizio, diperseguire un obiettivo importante per la Città.A partire dal giorno 8 dicembre 2011, data che apresimbolicamente alle festività natalizie, fino all8 gennaio2012, diverse iniziative organizzate fisicamente sullescalinate, aiuteranno i napoletani a scoprirne o riscoprirneil fascino e la magia.Molte delle iniziative si caratterizzano per tematichestrettamente legate alla tutela dellambiente, come ilaboratori di riciclo, o alla tutela della persona, come ledegustazioni e gli interventi sul valore nutrizionale delcibo, organizzati da esperti del settore. Accompagnerannoquesti eventi incontri musicali, rappresentazioni teatralied itinerari di trekking urbano e visite guidate.Il recupero della vivibilità degli spazi urbani è essenziale almiglioramento della qualità della vita dei cittadini.Sono, infatti, convinto che solo destinando questi spazialla socialità e allaggregazione urbana si potrà recuperarnenon solo la vivibilità ma pure lantica funzionalità.Quanto più i napoletani sentono proprio il territorio,quanto più sentono il legame con lambiente circostantetanto più ne avranno cura. Fa parte anche questo dellanostra battaglia per una città ancora più bella e curata.Il cittadino che vuole sentirsi parte di un progetto diriqualificazione della Città trova risposta in eventi comequesti.Liniziativa “Tu scendi dalle scale”, va intesa come unprogetto in progress ed è questo, dunque, solo il punto dipartenza di una collaborazione, che mi auguro potrà esserelunga e proficua, tra istituzioni, singoli ed associazioni peril recupero delle scale e gradinate napoletane.Tommaso SodanoVicensindaco del Comune di Napoli
  • 3. “Tu scendi dalle scale”, con i suoi eventi e la sua mostra,“ricorda” a molti napoletani e napoletane alcuni “antichi”percorsi che dalla corona delle Colline scendono verso ilCentro, con itinerari utilizzati per secoli, ma oggi dimenti-cati e, spesso, caratterizzati da condizioni di degrado che, aloro volta, rappresentano un ostacolo insormontabile perquei pochi che vorrebbero servirsene.Eppure, molti di questi percorsi rappresentano validealternative per muoversi in città e suggestivi segmenti diitinerari turistici che toccano i luoghi più significativi diNapoli, basti pensare alla Pedamentina ed al Petraio chedalla collina di San Martino raggiungono il CentroAntico, oppure al Moiariello che consente di raggiungere ilMuseo ed il Parco di Capodimonte attraversando luoghi digrande fascino ma oggi ai margini dei flussi turistici, comequelli della Sanità e dei Miracoli.In questo quadro, il recupero degli antichi percorsi checonnettono la fascia costiera ed il centro con le colline delVomero, di Capodimonte e di Posillipo è coerente con lastrategia che lAmministrazione intende portare avanti perconsolidare scelte di mobilità sostenibile e di rilanciosocio-economico della città.Affinchè ciò si realizzi, anche con la collaborazione deiresidenti che vivono questi luoghi, servirà eliminare leattuali condizioni di degrado con indispensabili interventidi riqualificazione e messa in sicurezza ma occorrerà ancheripensare a nuovi usi legati alle esigenze della contempora-neità, individuando azioni finalizzate a riempire dicontenuti questi spazi, definendone nuove funzioni(culturali, commerciali, ludiche , etc.) in grado di garantir-ne una fruizione continua.Anche in questo caso e come al solito, il tema dellamobilità si fonda con quelli dellurbanistica, della cultura,delle politiche giovanili, della sicurezza, del commercio edel turismo, in uno sforzo comune per restituire vitalitàalla rete delle percorrenze pedonali “oblique”.“Tu scendi dalle scale” è un primo e valido momentocreativo promosso dal mondo associativo e culturale, persottolineare importanza ed attenzione verso questiimportanti luoghi della città di Napoli.On. Anna DonatiAssessore alla Mobilità ed Infrastrutturedel Comune di Napoli
  • 4. 8 DICEMBRE · PEDAMENTINA · ore 11.00SCALA MUSICALE ENSEMBLE VOCALE AXIAOrganista Giuseppe Ganzerli · Direttore Andrea GuerriniL’evento si conclude con la degustazione di prodotti tipici,vino locale e l’informazione del valore nutrizionale del cibo offertocon l’intervento della dr.ssa Patrizia Isita,Biologa Nutrizionista, esperta di Terapia Alimentare.Laboratorio per adulti e ragazzi “LArte del riciclo”a cura della dr.ssa Mele10 DICEMBRE · PEDAMENTINAvisita guidata a cura di Monica Bruno · WWFinfo · tel. (+39) 081560700011 DICEMBRE · PETRAIOPer Napoli su e giù: “NUMERI inCANTO”Aneddoti e canzoni sulla tradizione del Lotto,la Tombola di Natale e le incredibili vicende cabalistiche delCONTE GIACOMO LEOPARDIPerformance artistica ideata e curata da Mario BrancaccioPartecipano: Mario Brancaccio, Patrizia Spinosi, Michele Boné,Giuseppe Di Colandrea, Virgilio Brancaccio.a cura di Legambiente Parco Letterario Vesuvio ONLUSinfo e prenotazioni · tel. (+39) 338 5318935L’ORTO CONSAPEVOLE – IL SAPERE DEL CIBODegustazione e informazione del valore nutrizionaledel cibo offerto con l’intervento della dr.ssa Patrizia Isita,Biologa Nutrizionista esperta di Terapia Alimentare17 DICEMBRE · SCALE PRINCIPESSA JOLANDAPer Napoli su e giù: “100 NOTTI E 67 GIORNI”Suoni e tuoni di una Napoli marginale.Concerto che canta la Napoli delle tradizioni popolari e contadine,dei rituali e le feste alla quale si contrappone la Napoli marginaledi oggi, del consumismo vuoto e disperante.Performance artistica ideata e curata da Mario BrancaccioPartecipano: Mario Brancaccio, Patrizia Spinosi, Michele Boné,Giuseppe Di Colandrea, Virgilio Brancaccioa cura di Legambiente Parco Letterario Vesuvio ONLUSinfo e prenotazioni · tel. (+39) 338 5318935L’ORTO CONSAPEVOLE · IL SAPERE DEL CIBOL’evento si conclude con la degustazione di prodotti tipici,vino locale e l’informazione del valore nutrizionale del cibo offertocon l’intervento della dr.ssa Patrizia Isita,Biologa Nutrizionista, esperta di Terapia Alimentare18 DICEMBRE · SCALE PRINCIPESSA JOLANDA · ore 11.00Compagnia di Musica Popolare SolelunaSole Del Gaudio · voceLuna Varra · voce e chitarraPietro Bentivenga · fisarmonicaAntonio Piccolo · tammorra e percussioniNestor Aiello · basso e voceLello Cocozza · chitarra e voceMercatino dellArtigianato a cura della Municipalità 3L’ORTO CONSAPEVOLE · IL SAPERE DEL CIBOL’evento si conclude con la degustazione di prodotti tipici,vino locale e l’informazione del valore nutrizionale del cibo offertocon l’intervento della dr.ssa Patrizia Isita,Biologa Nutrizionista, esperta di Terapia Alimentare
  • 5. 26 DICEMBRE · PEDAMENTINACOME LACQUA CHE SCORREProsa "fluida" immagini teatro danza e musicalungo le scale da San Martino a Montesantoa cura de "Lo Sguardo che trasforma"direzione artistica di Guido Liotticon Roberto Cervone, Tiziana Tirrito,Daniela Martusciello, Riccardo Ievoliper info e prenotazioni · tel. (+39) 392 6866064losguardochetrasforma@gmail.comL’ORTO CONSAPEVOLE · IL SAPERE DEL CIBOL’evento si conclude con la degustazione di prodotti tipici,vino locale e l’informazione del valore nutrizionale del ciboofferto con l’intervento della dr.ssa Patrizia Isita,Biologa Nutrizionista, esperta di Terapia Alimentare6 GENNAIO · PETRAIOL’ORTO CONSAPEVOLE – TANTE SCALE PER GIOCAREGioca e Impara dal cibo con la calza che nutreLa ballata delle Befanea cura de “Lo Sguardo che trasforma”direzione artistica di Guido Liotti e consigli della dott.ssa Patrizia Isitacon Tiziana Tirrito, Daniela Martusciello, Giuseppina Dellaria,Ramona Tripodi, Debora Rimontiinfo e prenotazioni · tel. (+39) 392 6866064losguardochetrasforma@gmail.comLaboratorio per adulti e ragazzi “LArte del riciclo”a cura della dr.ssa MeleSpettacolo di guaratellea cura di Nearteneparte per il WWFinfo · tel. (+39) 08156070007 GENNAIO · MOIARIELLOTrekking Urbano a cura della Pro Loco Capodimonte e Municipalità 3Legambiente Neapolis 2000info · proloco.capodimonte@gmail.comL’ORTO CONSAPEVOLE · IL SAPERE DEL CIBOL’evento si conclude con la degustazione di prodotti tipici,vino locale e l’informazione del valore nutrizionale del ciboofferto con l’intervento della dr.ssa Patrizia Isita,Biologa Nutrizionista, esperta di Terapia Alimentare8 GENNAIO · PETRAIOVisita guidata a cura di legambiente Napoli Centro AnticoIl Petraio: lungo le vie di Eleonora e le AltreUn suggestivo scenario, un antico percorso... tra storia, letteratura ed arte.Appuntamento ore 10.00Piazza Fuga ingresso Funicolareinfo · Anna Maria Cicellyn Comneno · tel. (+39) 3491876356dalle ore 10.00 alle ore 13.00 · Prenotazione obbligatoriaLaboratorio per adulti e ragazzi “LArte del riciclo”a cura della dr.ssa MeleL’ORTO CONSAPEVOLE – IL SAPERE DEL CIBOL’evento si conclude con la degustazione di prodotti tipici,vino locale e l’informazione del valore nutrizionale del ciboofferto con l’intervento della dr.ssa Patrizia Isita,Biologa Nutrizionista, esperta di Terapia AlimentareAssociazione Melting Pot - “Laboratorio di reciclo creativo”
  • 6. LA STORIA DEL RECUPEROI primi interventi di sensibilizzazione al degrado di questipercorsi, compiuti attraverso linformazione, risalgono allaprimavera del 1978 anno in cui, con il patrociniodellAmministrazione Comunale, in sette mattinatedomenicali, ebbe luogo la manifestazione “Napoli a Piedi”,con il contributo del quotidiano Paese Sera.In quegli anni, larchitetto Aldo Capasso ha contribuito,attraverso le sue pubblicazioni, ad un dettagliato rilievo ditutti i percorsi pedonali della città, proponendo dei pos-sibili interventi su alcuni di essi.Nel 1994 il WWF, con la proposta di educazione ambienta-le La Riconquista della città, organizza una serie di iniziativesulle scale del Vomero e Chiaia nellambito del progettocamminare e vedere.Nel 1995 nasce il Comitato Recupero Scale di Napoli(direttivo formato da Domenico Ferrante, Salvatore Testa,Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, Camilla Aulisio, GabriellaGuida, Lorella Starita), voluto dal circolo Neapolis 2000 diLegambiente, che partecipa con numerose iniziative alMaggio dei Monumenti e organizza nel corso di Natale aNapoli “Tu scendi dalle scale”, con il contributodellAmministrazione comunale che si impegna a tenerepulite le scale della città e trovare un modo per manutenerle.Nel 1995 lArchitetto Donatella Mazzoleni pubblica il libroTra Castel dellOvo e SantElmo, Napoli: il percorso delleorigini e lAssociazione Archi.Med. e cura la passeggiata cheda Monte Echia arriva a San Martino e riscende fino alCentro Storico.Successivamente, Gabriella Guida, dopo lesperienza allin-terno del Comitato Recupero Scale di Napoli, pubblica illibro Napoli in salita e discesa Percorso alla scoperta delle scalenapoletane.Oggi, con questa iniziativa, alcune associazioni intendonoraccogliere leredità di questo percorso di recupero e sen-sibilizzazione ed aderiscono ad un “Coordinamento per ilRecupero Scale di Napoli”.Carmine Maturo
  • 7. A Napoli ci sono oltre 200 percorsi pedonali naturali(135 scale vere e proprie, 69 gradonate) che vanno valorizzatie recuperati alla vivibilità urbana. Per recuperare i percorsipedonali delle scale di Napoli, queste devono diventare spazidestinati alla socialità e allaggregazione urbana. Conliniziativa “Tu scendi dalle scale”, si intende avviare lacollaborazione fra singoli ed associazioni per la realizzazionedi ogni iniziativa idonea al recupero e al restauro delle scale egradinate napoletane.La scelta di chiamare questi antichi percorsi itinerari,nasce anche dalla volontà primaria di recuperare una viabilitàche sia non solo per la cittadinanza locale, ma anche ausilioallattrazione turistica ambientale-paesaggistica.Con questa iniziativa si parte da quattro assi che, per la lorostoria, funzionalità e interesse paesaggistico e ambientale,rispondono pienamente alle aspettative della proposta: NAPOLI - COLLINA DEL VOMERO:u Piazzale San Martino } Pedamentina di San Martino } Scale di Montesanto } Via Pignasecca } Piazza Carità } Calata Trinità Maggiore } Piazza del Gesù } Spaccanapoli j (2,8 km · tempo di percorso secondo Google 33min potrebbe diventare la strada pedonale più lunga dItalia)v Vomero - Petraio } Corso Vittorio Emanuele k (1,2 km · tempo di percorso secondo Google 14 min) NAPOLI - COLLINA DI CAPODIMONTE:w Via Foria } Via Giuseppe Piazzi } Salita Montagnola } Via Moiariello } Via SantAntonio a Capodimonte } Parco e Reggia di Capodimonte l (1,5 km tempo di percorso secondo Google 21 min)x Piazza Museo } Santa Teresa degli Scalzi } Corso Amedeo di Savoia } Scale Principessa Jolanda } Parco e Reggia di Capodimonte m (1,9 km · tempo di percorso secondo Google 25 min)
  • 8. www.scaledinapoli.blogspot.com