O                                                   *                                                   P"*               ...
# ffi @ w w6                                rnarchio tife Fortore Natura ffi @sd o#6.qe ksd@tw                  11rF"ÉJ   ...
&F0RTOH,ffi,Nah;ra               e a,rnbiente                                                                       m-rugI...
é M W À@,l w @.# b,, w#4  4aqe ked@w{       ffirmem #K;?g# Fffeeffiffi"lJlrtcg       x€ffisffiee-à€Ea€*rc*mÈ-àE         a&...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Life fortore luglio 08

360 views
323 views

Published on

Life fortore luglio 08

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
360
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Life fortore luglio 08

  1. 1. O * P"* r c: q u * q. z. L! J f in 11 c- J u lii 3 r-j I marchio cè. Orabisognerà. lavorare realta imprenditoriali locaii. Piccole ma e. perché attorno allidea nascaun pool capaci di fare dellaqualitail proprio brglictto O di aziende capaci di caratterizzarsi davisita. l-t* & tra qualita e radici storico-culturali. Spurti, idcc. Quanto bastaper alimentare ? U "Fortore Natura" non è solo urideagrafica: nuoe occasioni di promozione e * !J sono le prove tecniche diun sistema marketing. Anche il Lifc Natura "Fortore {1. iq territoriale. Così vasto e intende contribuirc a questa = É !Àl imponente da "nrission". Scrza travalicare ú- abbracciare le o mettersi in culcorrenza comunitafluviali ditre con altre espcricnze o regioni,le esperienze progeni istinuionali. SoloNUMERS 4tucuo 200fi e le potenzialiu unpiccolo conffibuto.PFfr IODICO DI INFORMAZIONE economiche di un Dover oso c importante perDEt PROGFNO IFE NAIURA FORIOREtupplemenl0 a corieredelladaunia it macro-territorio È*: - laValle del Fortorc.(in atlesa n. reQistruiorc) comunque bcn defilito al di là a.da.DAUNI SETTENTflIONALI dei confini amministratiú e degli idiomiDirefiore locali.ANTONIO DAIIICODirettore Responsabile E la nuova sfida del progetto Life NaturaPINO P]SIILLO "Fortoreo. Tlrtte le aziende dei ComuniRealizazione a cura diANÎONIO DAMICO, IdATTEO |]RS$JO, coinvolti ponanno usufruirne sempre cheVINOENZORIU]Progelto GBlico sinkcnia sludro ne rispettino il disciplinare. Che nonvuoleFot0grafie l4att€0 Caidarelia, Míchele llendi essere uno steccato ma solo un approccioStampa Gmfiche Grilli - Fgtrvw.lifi:fork:nr.eri iniziale pcr mettere in rete tante piccole
  2. 2. # ffi @ w w6 rnarchio tife Fortore Natura ffi @sd o#6.qe ksd@tw 11rF"ÉJ L* nm:*nd"* 3***H *,**e9,* m*l3e *wt*àm, m,sylha*m&mÀ*.Ft-l a tutela del territorio e la prog;etto comunitario sono stati provinciale v alonzzazione dell 4gricoltura analizzati in un convegno svoltosi a all4gricoltura sono unpunto nodale del Torremaggiore e a cui hanno preso Savino progetto LifeNatLra pa-rte numerosi i mprendì tori. Santarella, dal "Fcrrtore". Priorità indissolubili, ormai amministratori e operatori del senore. sindaco di improrogabrli in un sistema a forte I saluti sono stati portati dal presidente Torrcmqgiorc, rischio dove le aree di degrado sono della Comunita Montana dei Monti Alcide Di sempre piir frequenti. Le iniziative e gli Dauni Settentrionali, Flrnesto Cicchetti Pumpo, dal presidente del Consiat SpA, interventi prelisti dalle azioni del (nella foto a destra), dallassessore Luigi Crassi, e dal presidente del Cenno Studi Naturalistici onlus, Vincenzo Rtzzi. Dopo Iillusnazionc delle I inee grúda del Life Natura "Fortore" da parte del Per inlOrmaziOiri sulla c0ncessi0ne responsabilc dcl progetto Matteo iiel marchi0 coniatlare i tecnlci delìc Orsino , si sono registraugii interventi Spodello lnforrnativo di Nzzano DErrico, coonlinatore per PUGLIA la Puglia dello Sportcllo Informativo dolt. Nazario DEnico Iel.33313477 4l "lfb" ("Lo sportello infonnativo emaiÌ: nazder@libero.ii irircranrc pcr gl i ag ricoltori e operatori FIOLISE locali c il Marchìo di qualiù arnbientale dott. Tonino Albanese iel 333il293985 "Fortore Natura"), di Michele Pisante email: toninoalbanese@tisca i.it dell Unirersità di Teranxr OAMPANIA (Presentazione del testoAp;ricolnrra dctt. [,4ario lgnaiio Tofielio blu": la r.ra italiana dellagJri colnua tel 338//731527 email: trari0ignazi0.l0riell02@tin.ii conservaúra) e di Michele Crivellaro, responsabile sen rzi ambientali e per il territorio (Csqa certificazioni). Asegpúre il dibanito. @ e, &. ffi % & **ffi*mmtrs# %, dm$ €mrr$&#tr$ffi ffi ###reffrmntm: ffiffi*, Gust* # neturffi trm r#ffi$tffi * pr*sp*ttiV#" E iltitolo del convegno svoltosi presso il quale ha fatto il punto della situazione il Centro Comunitario di Montefalcone sullo stato attuale del programma Life dl Val Fortore (Benevento). La giornata Natura Fortore, progetto realizzato con promossa dalla Condotta Slow Food fondi della Comunità europea, finalizzato Tàmmaro Fortore, sinserisce nel ses- alla protezione di siti naturali protetti, at- santesimo anniversario della costituzione traverso il ripristino e la salvaguardia dellArciUisp. dellambiente naturale. Nellambito del ll meeting ha visto tra i presenti, esperti Progetto Life Natura Fortore è stato attivato in programmazione turistica, docenti un corso di formazione per guide natu- universitari ed istituzioni che hanno ralistiche che hanno acquisilo conoscenze aderito a programmi di sviluppo naturalistico locale. ll primo specifiche inerenti le caratteristiche dei territori che il fiume tema del convegno "le eccellenze agroalimentari del territorio" Fortore attraversa. è stato illustrato dal presìdente regionale SIow Food Gaetano Le guide naturalistiche hanno svolto attività di Educazione Pascale, successivamente ha preso la parola il dott. Antonio ambientale presso le scuole elementari e medie dei Comuni DAmico responsabile attività di comunicazione del Life Fortore, appartenenti alle tre province interessate dal progetto Life
  3. 3. &F0RTOH,ffi,Nah;ra e a,rnbiente m-rugI0ffi tra i banche di scuola: r:n a,nno di bilancio on giugno e la chiusura delle daireferenti delle scuole elementari e medie fatto acquisire ad unabuonaparte della scuole sono terminate, per questo presenti nell intero comprcnsorio della comuniu locale una maggiore amo scolastico, le anività Valle del Fortore (Puglia, Molise, consapevolezza dell esistcnza e delvalore didaniche proposte e realizzate Campania), tanto che nellanno scolastico dcl panimonio nanralisticoambientale delnellambito del progeno LIFE Fortore appena concluso sono stati effemrati 219 flume Fortore e dellanecessiÈdiOhre alle azioni più strenamente e interventi didauici (nalezioni in classe ed preservarlo per le future generazioni>.direttamente leg:ate alla tutela e escursioni guidate) coirwolgendo circamiglioramento ambientale del Fiume 1. 700 bambini e ragazzi.Fortore si èvoluto infatti svolgere una Anche i bambini e i ragazzi delle scuoleestesa ed intensa azione di comunicazione harmo partecipato mol to amivarnente"e sensibilizzazione, fondamentale per il producendo cartelloni, disegni e raccontisuccesso di ogni progetto di conservazione che, a conclusione di tune le aaività deldellananua. progetto LIFE, nel corso diun eventoIl progetto didanico "Il Fortore, il mio territonale in uno dei Comturi par-tecipanti,fiume", affidato allaCDP Service di San verraflno messi in mostra.Severo (Fg) e che havisto coinvoke le guide <La ricaduta in termini di visibilitÈr delnaturalistiche del Fortore, è staro incentrato progetto - afferma Michela Ingaramo, chesui temi dellecolop;ia, delle strategie della ha coordinato le aaività didaniche - è staraconsenazione della nanua e dello sviluppo notevole poiché i barnbini e i ragazzi, nelTesostenibile, per far conoscere, attraverso attività di sens lbtkzzazione, fungono dadue incontri in classe ed unansitaguidata amplificatori per i concetti che vengonoal fiume. un pacsag. gio suggestivo e loro trasmessi, nei con-fronti delle proprieawicinzre i ragazzi ai piccoli segreti della famiglie. Non è esagerato alloraritenerevita animale e vegetale del fiume. che amraverso queste azioni informative e Coinvolte le girideLa proposra è stata accolta con entusiasmo formative rivolte al mondo della scuola si è nafiraXistiche delprage[to,,,,, r,,,ii,, ,1..(Benevento, Foggia, Campobasso) con lo scopo di sensibilizzare concluso con i saluti del Presidente della Provincia di Beneventole nuove generazioni verso temi di imporlanza planetaria, quali Prof. Aniello Cimitile. Ha moderato Maurizio Paoletti, storicoil rispetto della natura, la salvaguardia di specie vegetali ed locale.animali, luso ponderato di risorse naturali, con il particolare L incontro ha posto tra i suoi obiettivi la necessità di individuareintento di educare i ragazzi ad un approccio piu "ecologico" nuove strategie di sviluppo, raffozare le competenze del territorio,verso Iambiente circostante. stimolando gliattori localiad acquìsire Know how ambientalistico,AlConvegno ha parlecipato il Presidente della Comunità Montana indìspensabile per il miglioramento dellofferta e della fruibilitadel Forlore, aw.ZaccariaSpina, partner istituzionale del Life dei servizi forniti. Questa manifestazione e stata principalmenteNatura, ilquale, riprendendo ildiscorso di DAmico siè soffermato un momento di scambio e apprendimento tra soggetti che, asullimportanza delle risorse presenti sul territorio e delle poten- più livelli, contribuiscon o alla valorizzazione del patrimonio storico,zialita di sviluppo della valle del Fortore. f incontro è stato culturale e ambientale dellarea dellAlto Sannio beneventano.
  4. 4. é M W À@,l w @.# b,, w#4 4aqe ked@w{ ffirmem #K;?g# Fffeeffiffi"lJlrtcg x€ffisffiee-à€Ea€*rc*mÈ-àE a&uÈ*3m ffi*Éb*re## #3 ffirffi*mmrm I bosco di Drqgonararuppresenta Consideratalavelocitacon cui si è Et$i.qí!33,q? i EèÀCFH EH{}f! t lFìr uno dcgli ultimi boschi di pianura ridotta la superficie boscata negli ultimi À.&GFi& il il{,li1i ÈqlI{ET3{} A fiE{ìC,{l!, dltalia, caratterizzato da anni, si è reso necessario delimitare uR tNvAs* pFiF{ c,,4 sàÈ,1,Ac;{i{&tr}tà un intere ssante vegetazione Iarea del bosco rispetto ai terreni ÈFiS{,i :LNFqBt A E-.Fi eÀVliÀ{} PEiÈ arborea che si estende lino al fìume agricoli circosunri con una recinzione g,,q FR*:xrei{-}HE *t pFAiqTtFi}ì F}A Fortore. in legno e con un muretto a secco. nfilE,lgz,itRE !SÈ FtiT{:ffiI SitLLato ncl tratto terilinale del fiume. E stato inoltre reahzzato aridosso del EiETHE{l:Er?"9 BE bosco un invaso dimostrativo per la *èi JA AE RÀ:-T?:EÀEI+È{Eì. salv4guardia degli anfibi, ì1 secondo dopo quello redvzato lo scorso anno in Campania. lnfatti il prelievo idrico per fini 4gricoli nelperiodo estivo ir rppo di Conversano (Bari) pcr fini contribuisce alla scomparsa delle piccole irrigur, ha dilnosnato la sua elevata raccolte d acqua necessarie alla eflìcienza ecologica nel permettcre la soprawivenza di diverse specie di anfibi soprawivenzadi molte specie di urfibi minacciati di estinzione. duralte i periodi di rn4gra. tanto chc la Pcr assolvere aquesto compito sul fundo zona che presenta queste struttue è di ogni bacino è stata collocatauna stata inserita dalla Piegione Puglia cisterna interrata. Il funzionamento è nellelenco dei SIC. molto semplice: durante Iinverno Infne è stato re alizzato un vivaio per la Iinvaso si presenta corne un normale produzione di piurtine di specic locali laghetro, invece nel periodo estivo la da utilizzare nei funui interventi cli tra i Comruri di Casalnuovo Monterotaro parte superfìciale delf invaso diventa r inatralizzazionc del fi um e. e Torrem4ggiore, è costituito da specie secca e la cisterna (posta nellaparte più arboree :unamti dellacquaquali il salice depressa) conserva ura quantità dacqua c il pioppo bian co (^alir aha, Populus sufficiente per assicurare la aha) nprossimiù del fiume e da soprawivenzae il riflryio di invertebrati latifoglie qual i la r over ella ( Q trcrc us ed anfibi. Questatipologia di puhe-sce.nl nclla parte più interna. " cisterna". tradizionalm ente tttfizzata.

×