Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
ALCUNE AGEVOLAZIONI FISCALI
AGEVOLAZIONE
SUPERAMMORTAMENTO
per imprese e professionisti
Legge 28 dicembre 2015 n. 208 art. 1, commi
91-94
DESTINATARI AGEVOLAZIONE
1. Imprese
2. Esercenti arti e professioni
Nota:
• Produttori di «Reddito d’impresa», a prescinde...
DESTINATARI AGEVOLAZIONE
Coloro che
dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016
EFFETTUANO INVESTIMENTI
in BENI MATERIALI STRU...
CARATTERISTICHE AGEVOLAZIONE
L’agevolazione consente di ammortizzare il relativo
bene nella misura del 140% piuttosto che ...
CARATTERISTICHE AGEVOLAZIONE
Avremo quindi
variazione in diminuzione del reddito
complessivo
con un VANTAGGIO NETTO SOGGET...
CARATTERISTICHE AGEVOLAZIONE
• Agevolazione vale ai fini imposte sui redditi
NO IRAP!
• Non determina effetti in bilancio ...
ESEMPIO ACQUISTO BENE IN
PROPRIETÀ
L’ammortamento complessivo, invece, sarà pari a
140.000 € che equivale al 140% del cost...
ANNO Amm. Contabile
civilistico
Surplus deduzione Totale dedotto
1 10.000 4.000 14.000
2 20.000 8.000 28.000
3 20.000 8.00...
ESEMPIO ACQUISTO BENE IN LEASING
Canoni di locazione finanziaria totali: € 105.000.
Durata leasing: 2,5anni
Quota capitale...
ANNO Q. Capitale
CANONI
Amm. Riscatto Surplus
deduzione
Totale dedotto
1 36.000 14.400 50.400
2 36.000 14.400 50.400
3 18....
BENI OGGETTO DI AGEVOLAZIONE:
REQUISITO DELLA STRUMENTALITÀ
Beni Strumentali: che danno luogo all’imputazione al conto
eco...
BENI OGGETTO DI AGEVOLAZIONE:
REQUISITO DELLA NOVITÀ
Il requisito della novità è soddisfatto se il bene:
• è acquistato da...
REQUISITO TEMPORALE
INVESTIMENTI
INVESTIMENTI in beni strumentali nuovi EFFETTUATI DAL 15.10.2015 al
31.12.2016.
Al fine d...
EFFETTI DELL’AGEVOLAZIONE
• Le nuove disposizioni non hanno effetto sulla determinazione
dell’acconto (30 novembre 2016) I...
SUPER AMMORTAMENTO AUTO
Sono agevolabili le seguenti autovetture aziendali:
• Autovetture a disposizione, deducibili al 20...
SUPERAMMORTAMENTO AUTOVETTURE
Professionisti e imprese per mezzi di trasporto aziendali a disposizione
Mezzi
di
Traspo.
Co...
COSA FARE PER USUFRUIRE
AGEVOLAZIONE?
L’agevolazione è usufruibile
esercitando una variazione in diminuzione nella
dichiar...
AGEVOLAZIONI BONIFICA
DELL’ AMIANTO
1. DETRAZIONE 50%
2. DETRAZIONE 65%
3. BANDO ISI INAIL 2015
4. CREDITO DI IMPOSTA Art....
AGEVOLAZIONI : DETRAZIONI
APPLICABILI A BONIFICA AMIANTO
PER SOGGETTI IRPEF
DETRAZIONE DEL 50%
• Beneficiari: Persone fisi...
ALTRA AGEVOLAZIONE BONIFICA
AMIANTO: BANDO ISI INAIL 2015
L’Inail ha messo a bando contributi a fondo perduto per le
impre...
CREDITO DI IMPOSTA ART. 56 EX L.
221/2015 PER BONIFICA AMIANTO
• Beneficiari: titolari reddito di impresa
• Agevolati inte...
ASSEGNAZIONE AGEVOLATA DEI BENI AI
SOCI
Società interessate: Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa
Condizioni
• Tutti i soci iscritti n...
ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI
BENI DA ASSEGNARE:
BENI IMMOBILI
(diversi da quelli
strumentali per
destinazione)
BENI MOBILI IS...
ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI:
ADEMPIMENTI DELLA SOCIETÀ
Imposta sostitutiva
(eventuali minusvalenze non deducibili)
• IRPEF
•...
EFFETTI IMPOSTE DIRETTE
DELL’ASSEGNAZIONE: ESEMPIO
Dati Assegnazione ai 2 soci al 50% di 2 appartamenti
Valore catastale: ...
ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI:
PAGAMENTO IMPOSTA SOSTITUTIVA
Scadenze versamento imposta sostitutiva:
• 60% entro il 30/11/201...
ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI:
IMPOSTE INDIRETTE
• IVA
• Imposta di registro
• Imposta ipotecaria e catastale
Ridotta alla met...
ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI:
EFFETTI PER I SOCI
L’assegnazione comporta
l’attribuzione ai soci, in contropartita,
di poste d...
ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI:
EFFETTI PER I SOCI
Tassazione in capo al socio di società di persone:
Assegnazione mediante ris...
ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI:
EFFETTI PER I SOCI
Tassazione in capo al socio di società di capitali:
Assegnazione mediante
ri...
ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI:
EFFETTI PER I SOCI
• Il socio assume il bene ai fini fiscali al medesimo valore
assunto dalla s...
EFFETTI IMPOSTE DIRETTE
DELL’ASSEGNAZIONE: ESEMPIO
Dati Assegnazione ai 2 soci al 50% di 2 appartamenti
Valore catastale: ...
EFFETTI IMPOSTE DIRETTE
DELL’ASSEGNAZIONE: ESEMPIO
Se le riserve
sono composte
da riserve di
utili liberamente
distribuibi...
CESSIONE AGEVOLATA DEI BENI AI SOCI
Società interessate: Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa
Condizioni
• Tutti i soci iscritti nel l...
CESSIONE AGEVOLATA BENI AI SOCI
BENI DA CEDERE:
BENI IMMOBILI
(diversi da quelli
strumentali per
destinazione)
BENI MOBILI...
CESSIONE BENI AI SOCI:
ADEMPIMENTI DELLA SOCIETÀ
Imposta sostitutiva
(eventuali minusvalenze non deducibili)
• IRPEF
• IRE...
CESSIONE BENI AI SOCI:
PAGAMENTO IMPOSTA SOSTITUTIVA
Scadenze versamento imposta sostitutiva:
• 60% entro il 30/11/2016
• ...
CESSIONE BENI AI SOCI:
IMPOSTE INDIRETTE
• IVA
• Imposta di registro
• Imposta ipotecaria e catastale
Ridotta alla metà
(s...
CESSIONE AGEVOLATA BENI AI SOCI
EFFETTI PER I SOCI: Per il socio NON si genera alcun
utile in natura, né si modifica il co...
CESSIONE BENI AI SOCI:
EFFETTI PER I SOCI
• Il socio assume il bene ai fini fiscali al medesimo
valore assunto dalla socie...
TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ
SEMPLICE
Società interessate: Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa
Condizioni:
• Tutti i soci iscritti nel l...
TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ
SEMPLICE
Beni di proprietà della società
trasformanda:
BENI IMMOBILI
(diversi da quelli
strument...
TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ
SEMPLICE: ADEMPIMENTI DELLA
SOCIETÀ
Imposta sostitutiva
(eventuali minusvalenze non deducibili)
...
TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ
SEMPLICE:
PAGAMENTO IMPOSTA SOSTITUTIVA
Scadenze versamento imposta sostitutiva:
• 60% entro il ...
TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ
SEMPLICE:
IMPOSTE INDIRETTE
• IVA
• Imposta di registro
• Imposta ipotecaria e catastale
Non dov...
TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ
SEMPLICE
EFFETTI PER I SOCI
1. Costo partecipazione: il costo fiscalmente riconosciuto delle azi...
GRAZIE PER
L’ATTENZIONE
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Agevolazioni fiscali. Superammortamento, Bonifica amianto, soci

50 views

Published on

Studiozanobetti.it

Published in: Economy & Finance
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Agevolazioni fiscali. Superammortamento, Bonifica amianto, soci

  1. 1. ALCUNE AGEVOLAZIONI FISCALI
  2. 2. AGEVOLAZIONE SUPERAMMORTAMENTO per imprese e professionisti Legge 28 dicembre 2015 n. 208 art. 1, commi 91-94
  3. 3. DESTINATARI AGEVOLAZIONE 1. Imprese 2. Esercenti arti e professioni Nota: • Produttori di «Reddito d’impresa», a prescindere da forma giuridica. • Contribuenti che si avvalgono del regime contabile e fiscale dei minimi 3
  4. 4. DESTINATARI AGEVOLAZIONE Coloro che dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016 EFFETTUANO INVESTIMENTI in BENI MATERIALI STRUMENTALI NUOVI. 4
  5. 5. CARATTERISTICHE AGEVOLAZIONE L’agevolazione consente di ammortizzare il relativo bene nella misura del 140% piuttosto che al 100%. Il costo fiscale di acquisizione dei beni strumentali viene quindi maggiorato del 40% con esclusivo riferimento alla determinazione di: • Quote di ammortamento • Canoni di locazione finanziaria (esclusa locazione operativa) 5
  6. 6. CARATTERISTICHE AGEVOLAZIONE Avremo quindi variazione in diminuzione del reddito complessivo con un VANTAGGIO NETTO SOGGETTI IRES: 27,5% di 40%. (Dal 2017 secondo Legge stabilità 24% di 40%) 6
  7. 7. CARATTERISTICHE AGEVOLAZIONE • Agevolazione vale ai fini imposte sui redditi NO IRAP! • Non determina effetti in bilancio (es. iscrizione in bilancio di fiscalità differita). Dunque l’agevolazione si ottiene tramite variazioni da effettuare in sede di Modello Unico. 7
  8. 8. ESEMPIO ACQUISTO BENE IN PROPRIETÀ L’ammortamento complessivo, invece, sarà pari a 140.000 € che equivale al 140% del costo storico del bene. VALORE DEL BENE ACQUISTATO: € 100.000 8
  9. 9. ANNO Amm. Contabile civilistico Surplus deduzione Totale dedotto 1 10.000 4.000 14.000 2 20.000 8.000 28.000 3 20.000 8.000 28.000 4 20.000 8.000 28.000 5 20.000 8.000 28.000 6 10.000 4.000 14.000 7 8 TOTALE 100.000 40.000 140.000 ACQUISTO IN PROPRIETÀ: BENEFICIO MENO IMMEDIATO RISPETTO AL LEASING VALORE DEL BENE ACQUISTATO: € 100.000 9
  10. 10. ESEMPIO ACQUISTO BENE IN LEASING Canoni di locazione finanziaria totali: € 105.000. Durata leasing: 2,5anni Quota capitale: 90.000 – Interessi: 15.000. Prezzo di riscatto: 10.000 (10% del costo bene). Coefficiente ammortamento fiscale del bene: 20%. 10
  11. 11. ANNO Q. Capitale CANONI Amm. Riscatto Surplus deduzione Totale dedotto 1 36.000 14.400 50.400 2 36.000 14.400 50.400 3 18.000 1.000 7.600 26.600 4 2.000 800 2.800 5 2.000 800 2.800 6 2.000 800 2.800 7 2.000 800 2.800 8 1.000 400 1.400 TOTALE 90.000 10.000 40.000 140.000 CASO LEASING: BENEFICIO PIÙ IMMEDIATO – MINOR DURATA FISCALE 11
  12. 12. BENI OGGETTO DI AGEVOLAZIONE: REQUISITO DELLA STRUMENTALITÀ Beni Strumentali: che danno luogo all’imputazione al conto economico di ammortamenti in parte o in tutto deducibili. ESCLUSIONI:  Beni materiali strumentali con coefficienti di ammortamento inferiori al 6,5 % (es: silos, serbatoi).  Fabbricati e costruzioni.  Beni immateriali.  Beni usati.  Beni di cui all’allegato 3 Legge di Stabilità 2016 (es.: condutture, condotte, materiale rotabile, aerei equipaggiati). 12
  13. 13. BENI OGGETTO DI AGEVOLAZIONE: REQUISITO DELLA NOVITÀ Il requisito della novità è soddisfatto se il bene: • è acquistato dal produttore • è acquistato da un soggetto diverso dal produttore e dal rivenditore purché non sia già stato utilizzato (cfr. circ. AdE n. 90/2001) • è esposto in show room ed utilizzato esclusivamente dal rivenditore al solo scopo dimostrativo. • Con riguardo ai beni complessi alla realizzazione dei quali abbiano concorso anche beni usati, sussiste in relazione all’intero bene, purché l’entità del costo relativo ai beni usati non sia prevalente rispetto al costo complessivamente sostenuto (cfr. circ. Agenzia Entrate n. 5/2015 e n. 44/2009). 13
  14. 14. REQUISITO TEMPORALE INVESTIMENTI INVESTIMENTI in beni strumentali nuovi EFFETTUATI DAL 15.10.2015 al 31.12.2016. Al fine di usufruire dell’agevolazione assume rilevanza la data di: • consegna o spedizione del bene oppure termine della costruzione per gli impianti eseguiti in appalto e per i macchinari (per i beni acquisiti in proprietà) • Sottoscrizione da parte dell’utilizzatore del verbale di consegna (per i beni acquisiti in leasing) Inoltre, l’agevolazione (maggiorazione quote di ammortamento o quote capitale dei canoni di locazione finanziaria) spetterà a partire dall’esercizio di entrata in funzione del bene. Nel caso in cui ciò non accada entro il 31/12/2016, la super deduzione varrà soltanto a partire dall’anno successivo. 14
  15. 15. EFFETTI DELL’AGEVOLAZIONE • Le nuove disposizioni non hanno effetto sulla determinazione dell’acconto (30 novembre 2016) IRES o IRPEF. L’acconto andrà calcolato secondo le regole ordinarie. Non producono inoltre effetti sugli studi di settore, sulle plus/minusvalenze da cessione, sul plafond manutenzioni e in caso di cessione contratto di leasing. • In caso di cessione del bene prima della conclusione del processo di ammortamento nessuna perdita del beneficio si avrebbe sulle quote surplus dedotte dal cedente; né cedente, né cessionario potranno continuare a beneficiare delle ulteriori quote di surplus. 15
  16. 16. SUPER AMMORTAMENTO AUTO Sono agevolabili le seguenti autovetture aziendali: • Autovetture a disposizione, deducibili al 20%, per le quali il limite fiscale aumenta da 18.075,99 a 25.306,39 euro; • Autovetture utilizzate dagli agenti, deducibili all’80%, per le quali il limite fiscale aumenta da 25.822,84 a 36.236 euro. Restano escluse dal maxiammortamento: • le autovetture utilizzate esclusivamente nell’esercizio dell’impresa • e le autovetture concesse in uso promiscuo ai dipendenti 16
  17. 17. SUPERAMMORTAMENTO AUTOVETTURE Professionisti e imprese per mezzi di trasporto aziendali a disposizione Mezzi di Traspo. Costo max fiscalmente riconosciuto (senza agevolazione) Costo max fiscalmente riconosciuto (con agevolazione) % DEDUCIB. Costo max deducibile (senza agevolazione) Costo max Deducibile (con Agevolazione) Auto 18.075,99 25.306,39 20% 3.615,20 5.061,28 Moto 4.131,66 5784,32 20% 826,33 1.156,86 Ciclo motori 2.065,83 2892,16 20% 413,17 578,43 17
  18. 18. COSA FARE PER USUFRUIRE AGEVOLAZIONE? L’agevolazione è usufruibile esercitando una variazione in diminuzione nella dichiarazione dei redditi non è necessaria una domanda preventiva! 18
  19. 19. AGEVOLAZIONI BONIFICA DELL’ AMIANTO 1. DETRAZIONE 50% 2. DETRAZIONE 65% 3. BANDO ISI INAIL 2015 4. CREDITO DI IMPOSTA Art. 56 EX L. 221/2015
  20. 20. AGEVOLAZIONI : DETRAZIONI APPLICABILI A BONIFICA AMIANTO PER SOGGETTI IRPEF DETRAZIONE DEL 50% • Beneficiari: Persone fisiche, imprenditori individuali e società di persone (per le sole civili abitazioni); • Riguarda interventi su immobili abitativi e relative pertinenze; • Detraibilità del 50% entro € 96.000 di spesa (IVA compresa) in 10 anni. • Scadenza (via via prorogata): 31/12/2016 PER SOGGETTI IRPEF E IRES DETRAZIONE DEL 65% Spese di rimozione amianto detraibili se contestuali ad altri interventi di risparmio energetico. • Immobili abitativi o a destinazione produttiva. • Per titolare di reddito impresa la detrazione non compete ove le spese interessino immobili concessi in locazione o altri immobili non strumentali all’impresa. • Scadenza (via via prorogata): 31/12/2016 • A seconda della tipologia di spesa di riqualificazione energetica l’importo max deducibile va dai 30.000 ai 100.000 euro Dal 1°gennaio 2017 il beneficio sarà del 36% con limiti di spesa di € 48.000 Dal 1° gennaio 2017 il beneficio sarà del 36% con limite di detrazione di € 48.000 20
  21. 21. ALTRA AGEVOLAZIONE BONIFICA AMIANTO: BANDO ISI INAIL 2015 L’Inail ha messo a bando contributi a fondo perduto per le imprese che migliorano salute e sicurezza negli ambienti di lavoro. Tra i progetti ammessi al contributo ci sono anche i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. • Beneficiari: qualsiasi impresa, indipendentemente da settore di appartenenza e dimensione • Riconosciuto contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese ammesse al bando (spese necessarie per la realizzazione del progetto), da un minimo di 5.000 fino a 130.000 euro. • Scadenza per l’inoltro della richiesta 5 maggio 2016 21
  22. 22. CREDITO DI IMPOSTA ART. 56 EX L. 221/2015 PER BONIFICA AMIANTO • Beneficiari: titolari reddito di impresa • Agevolati interventi di bonifica ESEGUITI NEL 2016 su beni e strutture produttive, a condizione che le spese affrontate per la bonifica da amianto siano pari ad almeno € 20.000. • Credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute per la bonifica dell’amianto da utilizzare per compensare nel Mod. F24 debiti erariali in n. 3 quote annuali di pari importo (2017- 2018-2019). In data 27/4/2016 è stato approvato il D.M. attuativo attualmente in corso di pubblicazione. 22
  23. 23. ASSEGNAZIONE AGEVOLATA DEI BENI AI SOCI Società interessate: Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa Condizioni • Tutti i soci iscritti nel libro soci al 30.09.2015; oppure devono essere iscritti entro il 30.01.2016, in base ad atto di trasferimento avente data certa anteriore all’1.10.2015. • Assegnazione ai soci entro il 30.09.2016 23
  24. 24. ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI BENI DA ASSEGNARE: BENI IMMOBILI (diversi da quelli strumentali per destinazione) BENI MOBILI ISCRITTI NEI PUBBLICI REGISTRI NON utilizzati come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa (al momento dell’assegnazione) 24
  25. 25. ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI: ADEMPIMENTI DELLA SOCIETÀ Imposta sostitutiva (eventuali minusvalenze non deducibili) • IRPEF • IRES 8% (o 10,5%) su • IRAP • Riserve in sospensione di imposta: 13% su (+)Valore normale o valore catastale dei beni assegnati (-) Costo fiscalmente riconosciuto (=) Imponibile per l’imposta sostitutiva Riserve annullate per effetto dell’assegnazione dei beni ai soci.25 Per non operative
  26. 26. EFFETTI IMPOSTE DIRETTE DELL’ASSEGNAZIONE: ESEMPIO Dati Assegnazione ai 2 soci al 50% di 2 appartamenti Valore catastale: 500.000 Valore di mercato: 700.000 Valore contabile: 400.000 Convenienza per società Imposta sostitutiva: (500.000-400.000)x 8%= 8.000 (-) Tassazione ordinaria senza agevolazione: (700.000-400.000) x 31,40%= 94.200 (+) RISPARMIO FISCALE 86.200 (=) 26
  27. 27. ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI: PAGAMENTO IMPOSTA SOSTITUTIVA Scadenze versamento imposta sostitutiva: • 60% entro il 30/11/2016 • 40% entro il 16/06/2017 MEDIANTE F24 27
  28. 28. ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI: IMPOSTE INDIRETTE • IVA • Imposta di registro • Imposta ipotecaria e catastale Ridotta alla metà (se proporzionale) 4.5% (1% se prima casa) Misura fissa (€50x2 oppure 200x2) Regime ordinario 28
  29. 29. ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI: EFFETTI PER I SOCI L’assegnazione comporta l’attribuzione ai soci, in contropartita, di poste del patrimonio netto (riserve di utili, riserve di capitale, riserve in sospensione d’imposta). 29
  30. 30. ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI: EFFETTI PER I SOCI Tassazione in capo al socio di società di persone: Assegnazione mediante riserve di utili NON rileva sul socio. Le riserve di utili sono già state tassate a seguito dell’imputazione ai soci per trasparenza. Assegnazione mediante riserve in sospensione di imposta Non rileva sul socio. La tassazione avviene in capo alla società con imposta sostitutiva del 13%. Assegnazione mediante riserve di capitale Rileva sul socio solo se il valore normale (catastale) del bene assegnato eccede il costo fiscalmente riconosciuto della partecipazione (comprensivo dell’imposta sostitutiva dovuta dalla società) e per la sola eccedenza. Sul punto si attendono chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate. 30
  31. 31. ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI: EFFETTI PER I SOCI Tassazione in capo al socio di società di capitali: Assegnazione mediante riserve di utili Configura distribuzione di dividendo in natura per il socio per un importo pari al valore normale (catastale) del bene assegnato al netto dell’imposta sostitutiva dovuta dalla società. Sul punto si attendono chiarimenti dall’agenzia delle EntrateAssegnazione mediante riserve in sospensione di imposta Non rileva sul socio. La tassazione avviene in capo alla società con imposta sostitutiva del 13%. Assegnazione mediante riserve di capitale Rileva sul socio solo se il valore normale (catastale) del bene assegnato eccede il costo fiscalmente riconosciuto della partecipazione (comprensivo dell’imposta sostitutiva dovuta dalla società) e per la sola eccedenza. Sul punto si attendono chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate. 31
  32. 32. ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI: EFFETTI PER I SOCI • Il socio assume il bene ai fini fiscali al medesimo valore assunto dalla società per il calcolo dell’imposta sostitutiva (valore normale o catastale) L’assegnazione agevolata interrompe il termine del quinquennio ai fini della imponibilità della plusvalenza in sede di futura cessione dell’immobile da parte del socio. Quindi: • Trascorsi 5 anni dall’assegnazione i soci assegnatari potranno cedere a terzi i beni senza alcuna imposizione di reddito. • Entro 5 anni dall’assegnazione la cessione a terzi dei beni ad un prezzo superiore al valore di assegnazione determina una plusvalenza in capo al socio persona fisica. IMMOBILE 32
  33. 33. EFFETTI IMPOSTE DIRETTE DELL’ASSEGNAZIONE: ESEMPIO Dati Assegnazione ai 2 soci al 50% di 2 appartamenti Valore catastale: 500.000 Valore di mercato: 700.000 Valore contabile: 400.000 Convenienza per società Imposta sostitutiva: (500.000-400.000)x 8%= 8.000 (-) Tassazione ordinaria senza agevolazione: (700.000-400.000) x 31,40%= 94.200 (+) RISPARMIO FISCALE 86.200 (=) 33
  34. 34. EFFETTI IMPOSTE DIRETTE DELL’ASSEGNAZIONE: ESEMPIO Se le riserve sono composte da riserve di utili liberamente distribuibili Il costo fiscalmente riconosciuto della partecipazione resta invariato. …in caso di riserve composte da versamenti in conto capitale Per il socio che ha effettuato nel tempo versamenti in conto capitale superiori al valore contabile dell’immobile assegnato, per esempio 300.000, non versa Irpef e il costo della sua partecipazione si riduce a: 300.000-200.000=100.000 Per il socio che ha effettuato nel tempo versamenti in conto capitale inferiori al valore contabile dell’immobile assegnato, per esempio 150.000, azzera il valore della sua partecipazione e versa l’Irpef sulla differenza: 200.000-150.000x49,72% (o 40%)x43%=10.690. Ciascun socio assoggettato a Irpef (ipotesi aliquota 43%) sul dividendo: 200.000x49,72% (o 40%)x43%=42.759 Attribuiti ai 2 soci dividendi per 200.000 ciascuno 34
  35. 35. CESSIONE AGEVOLATA DEI BENI AI SOCI Società interessate: Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa Condizioni • Tutti i soci iscritti nel libro soci al 30.09.2015; oppure devono essere iscritti entro il 30.01.2016, in base ad atto di trasferimento avente data certa anteriore all’1.10.2015. • Cessione ai soci entro il 30.09.2016 35
  36. 36. CESSIONE AGEVOLATA BENI AI SOCI BENI DA CEDERE: BENI IMMOBILI (diversi da quelli strumentali per destinazione) BENI MOBILI ISCRITTI NEI PUBBLICI REGISTRI NON utilizzati come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa (al momento della cessione) 36
  37. 37. CESSIONE BENI AI SOCI: ADEMPIMENTI DELLA SOCIETÀ Imposta sostitutiva (eventuali minusvalenze non deducibili) • IRPEF • IRES 8% (o 10,5%) su • IRAP (+)Valore normale (Maggiore tra: l’effettivo corrispettivo della cessione e il minor valore tra quello di mercato e quello catastale) (-) Costo fiscalmente riconosciuto (=) Imponibile per l’imposta sostitutiva 37
  38. 38. CESSIONE BENI AI SOCI: PAGAMENTO IMPOSTA SOSTITUTIVA Scadenze versamento imposta sostitutiva: • 60% entro il 30/11/2016 • 40% entro il 16/06/2017 MEDIANTE F24 38
  39. 39. CESSIONE BENI AI SOCI: IMPOSTE INDIRETTE • IVA • Imposta di registro • Imposta ipotecaria e catastale Ridotta alla metà (se proporzionale) 4.5% (1% se prima casa) Misura fissa (€50x2 oppure € 200x2) Regime ordinario 39
  40. 40. CESSIONE AGEVOLATA BENI AI SOCI EFFETTI PER I SOCI: Per il socio NON si genera alcun utile in natura, né si modifica il costo fiscalmente riconosciuto della partecipazione 40
  41. 41. CESSIONE BENI AI SOCI: EFFETTI PER I SOCI • Il socio assume il bene ai fini fiscali al medesimo valore assunto dalla società per il calcolo dell’imposta sostitutiva (valore normale o catastale) La cessione agevolata interrompe il termine del quinquennio ai fini della imponibilità della plusvalenza in sede di futura cessione dell’immobile da parte del socio. QUINDI: • Trascorsi 5 anni dalla cessione agevolata i soci potranno cedere a terzi i beni senza alcuna imposizione di reddito. • Entro 5 anni cessione agevolata la cessione a terzi dei beni ad un prezzo superiore al valore di cessione agevolata determina una plusvalenza in capo al socio persona fisica. IMMOBILE 41
  42. 42. TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ SEMPLICE Società interessate: Snc, Sas, Srl, Spa, Sapa Condizioni: • Tutti i soci iscritti nel libro soci al 30.09.2015; oppure devono essere iscritti entro il 30.01.2016, in base ad atto di trasferimento avente data certa anteriore all’1.10.2015. • La società deve avere per oggetto esclusivo o principale la gestione dei beni immobili e mobili registrati non strumentali (per esempio: società di gestione immobiliare) • Trasformazione in società semplice entro il 30.09.2016 42
  43. 43. TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ SEMPLICE Beni di proprietà della società trasformanda: BENI IMMOBILI (diversi da quelli strumentali per destinazione) BENI MOBILI ISCRITTI NEI PUBBLICI REGISTRI NON utilizzati come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa (al momento della trasformazione) 43
  44. 44. TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ SEMPLICE: ADEMPIMENTI DELLA SOCIETÀ Imposta sostitutiva (eventuali minusvalenze non deducibili) • IRPEF • IRES 8% (o 10,5%) su • IRAP • Riserve in sospensione di imposta: 13% su (+)Valore normale o valore catastale dei beni posseduti all’atto di trasformazione (-) Costo fiscalmente riconosciuto (=) Imponibile per l’imposta sostitutiva Riserve della società che si trasforma44
  45. 45. TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ SEMPLICE: PAGAMENTO IMPOSTA SOSTITUTIVA Scadenze versamento imposta sostitutiva: • 60% entro il 30/11/2016 • 40% entro il 16/06/2017 MEDIANTE F24 45
  46. 46. TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ SEMPLICE: IMPOSTE INDIRETTE • IVA • Imposta di registro • Imposta ipotecaria e catastale Non dovuta in quanto gli immobili rimangono nel patrimonio sociale Non dovute in quanto gli immobili rimangono nel patrimonio sociale Regime ordinario 46
  47. 47. TRASFORMAZIONE IN SOCIETÀ SEMPLICE EFFETTI PER I SOCI 1. Costo partecipazione: il costo fiscalmente riconosciuto delle azioni o quote possedute dai soci delle società trasformate è aumentato della differenza assoggettata a imposta sostitutiva. 2. Riserve di utili: nel caso di società di persone gli utili sono attribuiti per trasparenza ai soci (già tassati); nel caso di società di capitali gli utili si intendono distribuiti ai soci (con tassazione del dividendo) nel periodo di imposta successivo alla trasformazione se le riserve compaiono in bilancio. 3. Immobile: il costo fiscalmente riconosciuto degli immobili per il socio è il maggiore tra il corrispettivo pattuito e il valore normale utilizzato dalla società per il calcolo dell’imposta sostitutiva. La trasformazione in società semplice NON interrompe il quinquennio ai fini della imponibilità della plusvalenza in sede di futura cessione dell’immobile da parte del socio. Quindi l’immobile a seguito della trasformazione passa alla persona fisica, dato che la società semplice è assimilata alla persona fisica, con l’anzianità di detenzione per il periodo in cui era di proprietà della società commerciale; se complessivamente la detenzione supera il quinquennio potrà essere ceduto dal socio persona fisica senza ulteriori gravami fiscali. 47
  48. 48. GRAZIE PER L’ATTENZIONE

×