Web Project - LESSON 1

404 views

Published on

Published in: Design
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
404
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Hosting:servizio che consiste nell'allocare su un server web le pagine di un sito web, rendendolo cosí accessibile dalla rete Internet.Browser: è un programma che consente di usufruire dei servizi di connettività in Rete e di navigare sul World Wide Web. Interpretare l'HTML - il codice con il quale sono scritte la maggior parte delle pagine web - e di visualizzarlo in forma di ipertesto.
  • Negli anni 60, di fronte al successo scientifico rappresentato dal primo Sputnik sovietico, gli USA da una parte lanciarono un programma spaziale che doveva portare l’uomo sulla luna, mentre dall’altra, a livello militare, predisposero un piano di difesa da un eventuale attacco atomico da parte dell’Urss, nell’ambito della cosiddetta Guerra Fredda.
  • Negli anni 60, di fronte al successo scientifico rappresentato dal primo Sputnik sovietico, gli USA da una parte lanciarono un programma spaziale che doveva portare l’uomo sulla luna, mentre dall’altra, a livello militare, predisposero un piano di difesa da un eventuale attacco atomico da parte dell’Urss, nell’ambito della cosiddetta Guerra Fredda.
  • Negli anni 60, di fronte al successo scientifico rappresentato dal primo Sputnik sovietico, gli USA da una parte lanciarono un programma spaziale che doveva portare l’uomo sulla luna, mentre dall’altra, a livello militare, predisposero un piano di difesa da un eventuale attacco atomico da parte dell’Urss, nell’ambito della cosiddetta Guerra Fredda.
  • IP
  • È il primo livello realmente end-to-end, cioè da host sorgente a destinatario. TCP
  • Esso consente di aggiungere, ai servizi forniti dal livello di trasporto, servizi più avanzati, quali la gestione del dialogo (mono o bidirezionale), la gestione del token (per effettuare mutua esclusione) o la sincronizzazione (inserendo dei checkpoint in modo da ridurre la quantità di dati da ritrasmettere in caso di gravi malfunzionamenti).Si occupa anche di inserire dei punti di controllo nel flusso dati: in caso di errori nell'invio dei pacchetti, la comunicazione riprende dall'ultimo punto di controllo andato a buon fine.
  • Web Project - LESSON 1

    1. 1. Web Project Web ProjectDocente: Laura Lonighi
    2. 2. Web Project Cos’è un sito webInsieme di pagine web correlate, ovvero una struttura di documenti che risiede, tramitehosting, su un server web e accessibile all’utente che ne fa richiesta tramite un web browsersul World Wide Web della rete Internet.
    3. 3. Web Project Categorie di siti websito personale: che contiene informazioni prevalentemente autobiografiche o focalizzate sui propriinteressi personali (ad es. un blog)sito aziendale: promuove un’azienda o un servizio offerto. E’ anche detto sito corporatee-commerce: vende prodotti o servizi onlinecommunity: un sito in cui utenti possono comunicare fra loro, per esempio tramite chat oforum, formando una comunità virtualeforum: luogo in cui discutere tramite la pubblicazione e la lettura di messaggi, organizzati per discussioni(thread) e messaggi (post)sito informativo: con contenuti tesi a informare lutente, ma non strettamente per scopi commercialimotore di ricerca: registra i contenuti degli altri siti e li rende disponibili per la ricercadatabase: un sito il cui utilizzo principale è di ricercare e mostrare il contenuto di uno specifico databasesito ludico: un sito che è in sé un gioco oppure serve da arena per permettere a più persone di giocareaggregatore di notizie: presenta contenuti prelevandoli automaticamente dalla rete da molte fonticontemporaneamenteportale: è un sito web che ha assunto dimensioni tali da costituire un punto di partenza, una porta diingresso ad un gruppo consistente di risorse per gli utenti del web.
    4. 4. Web Project Tipi di siti websito statico: è formato da pagine statiche che presentano contenuti di sola ed esclusiva lettura.Solitamente vengono aggiornati con una bassa frequenza e sono mantenuti da una o più persone cheagiscono direttamente sul codice HTML della pagina.sito dinamico: è formato da pagine web dinamiche che presentano contenuti redatti dinamicamente (ingenere grazie al collegamento con un database) e forniscono contenuti che possono variare in base a piùfattori. I siti web dinamici sono caratterizzati da unalta interazione fra sito e utente. Essi possono esserescritti tramite linguaggi di scripting come ASP o PHP.
    5. 5. Web Project Sito staticol’indirizzo di un sito web viene inserito nella barra degli indirizzi del browser (1)Il browser separa l’indirizzo e invia il nome del documento al server web. Per esempio www.miosito.it/chi-sono.html equivale a chidere al server www.miosito.it la pagina chi-sono.html (2)Il server web cerca e legge dal disco il file, per poi restituire il contenuto al browser (3,4,5)Il browser usa il codice html che è stato inviato dal server per costruire la rappresentazione grafica chevedremo sullo schermo (6)
    6. 6. Web Project Sito dinamicol’indirizzo di un sito web viene inserito nella barra degli indirizzi del browser (1)Il browser separa l’indirizzo e invia il nome del documento al server web. Per esempiowww.miosito.it/login.php equivale a chidere al server www.miosito.it la pagina login.php (2,3)Il server web riceve la richiesta di login.php e in seguito legge il file dal disco. (4,5)Il server web rileva che login.php non è un semplice file html e chiede all’interprete di elaborare il file. (6)L’interprete esegue il codice php ed invia una richiesta (query) al database di MySQL.(7)Il database restituisce i risultati. (8)L’interprete assembla il linguaggio php tradotto con la risposta ricevuta dal database e invia il risultato alserver web. (9)Il server web invia i risultati in forma di pagina html al browser. (10)Il browser riceve la pagina html dal server e la trasforma in grafici e testo, cosicché l’utente possacomprenderla. (11)
    7. 7. Web Project Legge StancaLegge n°4 del 9 gennaio del 2004. Definisce i soggetti che devono garantire l’accessibilità dei propri siti esistemi informatici, per garantire il completo accesso anche a tutti coloro che necessitano di tecnologieassistive.A osservare la legge devono essere soprattutto: le pubbliche amministrazioni; gli enti pubblici economici; le aziende private concessionarie di servizi pubblici; gli enti di assistenza e di riabilitazione pubblici; le aziende di trasporto; le aziende di telecomunicazione.Nella Legge viene definito il diritto di ogni persona ad accedere a tutte le fonti di informazione e ai relativiservizi, inclusi quelli che si articolano attraverso gli strumenti informatici e telematici.In particolare, è tutelato il diritto di accesso ai servizi informatici e telematici della pubblica amministrazionee ai servizi di pubblica utilità da parte delle persone disabili, in ottemperanza al principio di uguaglianza (art.3 della Costituzione).Inoltre vengono definiti i termini di “accessibilità” e “tecnologia assistiva”. Più nello specifico viene detta“accessibilità” la capacità dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti che la tecnologia offre, di erogareservizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilitànecessitano di tecnologie assistive.Vengono invece definite come “tecnologie assitive” gli strumenti e le soluzioni tecniche, hardware esoftware che permettono alla persona disabile di accedere alla informazioni e ai servizi erogati dai sistemiinformatici.L’8 luglio 2005 è stato introdotto un decreto ministeriale che definisce 22 requisiti che i siti devonorispettare per ritenersi accessibili.
    8. 8. Web Project Internet: la Rete delle RetiE’ un insieme di reti di computer sparse in tutto il mondo. Tecnicamente, può essere definita come uninsieme di reti in grado di comunicare utilizzando il set di protocolli TCP/IP. Un po’ di storia…Lorigine di Internet risale agli anni sessanta, per opera degli americani, che misero a punto durante laGuerra Fredda un nuovo sistema di difesa e di controspionaggio.Il Pentagono creò A.R.P.A., un’agenzia per progetti scientifici a livello avanzato a scopi militari. Nel ‘69VintonCerf creò Arpanet, collegando al nodo dell’Università di Los Angeles le tre università americane diSanta Barbara, Stanford e l’Università dello Utah. Come funziona E’ il passaggio di un’informazione da un computer di origine (client) ad un computer di destinazione (server). L’utente privato non ha il computer fisicamente collegato alla rete Internet, ma vi accede tramite un service provider (Alice, Fastweb, etc.). Quest’ultimo è collegato a un grosso computer chiamato “host” e che fa la funzione di server rispetto al computer del cliente. L’host è parte integrante di Internet: è anche definito come nodo di rete.
    9. 9. Web Project ClientIndica una componente che accede ai servizi o alle risorse di unaltra componente, detta server. In questocontesto si può quindi parlare di client riferendosi allhardware o al software.Un computer collegato ad un server tramite una rete informatica ed al quale richiede uno o piùservizi, utilizzando uno o più protocolli di rete è un esempio di client hardware.Un programma di posta elettronica è un esempio di client software.Sono sempre di più i software, come il web, le-mail, i database, che sono divisi in una parte client (residenteed in esecuzione sul pc client) ed una parte server (residente ed in esecuzione sul server).Il termine client indica anche il software usato sul computer client per accedere alle funzionalità offerte dalserver.Ad esempio, nel web il software client è il browser, e parla con un server web attraverso il protocollo HTTP;per le-mail il client è detto in gergo mail useragent (ad esempio, Outlook, MozillaThunderbird, ...), e parlacon il server attraverso il protocollo SMTP e POP.
    10. 10. Web Project ServerIndica genericamente un componente informatico che fornisce un qualunque tipo di servizio ad altrecomponenti (tipicamente chiamate client, cioè "cliente") attraverso una rete di computer. Al termineserver, così come per il termine client, possono dunque riferirsi sia la componente hardware che lacomponente software che forniscono le funzionalità o servizi di cui sopra.A seconda del contesto, il termine server può indicare quindi:un computer utilizzato per fornire servizi ad altri computer, a prescindere dalle sue caratteristichehardware.un computer specifico appartenente alla fascia di mercato dedicata alluso come server, caratterizzato daalta affidabilità e maggiori prestazioni.un processo (ovvero un programma in esecuzione) che fornisca servizi ad altri processi (es. Server Web).In generale quindi si tende ad indicare come server il componente hardware che attraverso un softwarespecifico eroga un servizio e client il componente hardware con relativo software che ne fa uso su richiestadellutente.
    11. 11. Web Project Modello ISO/OSIE’ uno standard per reti di calcolatori stabilito nel 1978 dallInternational OrganizationforStandardization, ilprincipale ente di standardizzazione internazionale, che stabilisce per larchitettura logica di reteunarchitettura a strati composta da una pila di protocolli suddivisa in 7 livelli, i quali insieme espletano inmaniera logico-gerarchica tutte le funzionalità della rete.Lorganizzazione sentì la necessità di produrre una serie standard per le reti di calcolatori ed avviò ilprogetto OSI (Open Systems Interconnection), un modello standard di riferimento per linterconnessione disistemi di computer. Il documento che illustra tale attività è il BasicReferenceModel di OSI, noto comestandard ISO 7498.
    12. 12. Web ProjectLIV. 1 - FISICO: trasmette un flusso di dati nonstrutturati attraverso un collegamentofisico, occupandosi della forma e dell’intensitàdel segnale. Semplicemente: si occupa dicontrollare la rete, gli hardware che lacompongono e i dispositivi che permettono laconnessione.In questo livello si decidono:Le tensioni scelte per rappresentare i valorilogiciLa durata in microsecondi del segnaleelettrico che identifica un bitLa modulazione e la codifica utilizzataLeventuale trasmissione simultanea in duedirezioniLa forma e la meccanica dei connettori usatiper collegare lhardware al mezzo trasmissivo
    13. 13. Web ProjectLIV. 2– COLLEGAMENTO: permettere iltrasferimento di dati attraverso il livello fisico.Invia frame di dati con la necessariasincronizzazione ed effettua un controllo deglierrori e delle perdite di segnale.Questo livello si occupa in primis di formare idati da inviare attraverso il livellofisico, incapsulando il pacchetto provenientedallo strato superiore in un nuovo pacchettoprovvisto di un nuovo header(intestazione) etail(coda), usati anche per sequenze dicontrollo. Questa frammentazione dei dati inspecifici pacchetti è detta framinge i singolipacchetti sono i frame.La sua unità dati fondamentale è il frame.
    14. 14. Web ProjectLIV. 3– RETE: rende i livelli superioriindipendenti dai meccanismi e dalle tecnologiedi trasmissione usate per la connessione. Sioccupa di stabilire, mantenere e terminare unaconnessione, garantendo il corretto e ottimalefunzionamento della sottorete dicomunicazione.È responsabile di:routing: scelta ottimale del percorso dautilizzare per garantire la consegna delleinformazioni;gestione della congestione: evitare che troppipacchetti arrivino allo stesso routercontemporaneamente;conversione dei dati nel passaggio fra unarete ed unaltra con diverse caratteristiche.Quindi traduce gli indirizzi, valuta la necessità diframmentare i dati e di gestire diversi protocolliattraverso limpiego di gateway.La sua unità dati fondamentale è il pacchetto.
    15. 15. Web ProjectLIV. 4– TRASPORTO: permette un trasferimentodi dati trasparente e affidabile tra due host.Si occupa anche di effettuare laframmentazione dei dati provenienti dal livellosuperiore in pacchetti, detti segmenti etrasmetterli in modo efficiente ed affidabileusando il livello rete ed isolando da questo ilivelli superiori. Inoltre, si preoccupa diottimizzare luso delle risorse di rete e diprevenire la congestione.La sua unità dati fondamentale è il messaggio.
    16. 16. Web ProjectLIV. 5– SESSIONE: controlla la comunicazionetra applicazioni. Instaura, mantiene ed abbatteconnessioni (sessioni) tra applicazionicooperanti. Si occupa anche della sincronia diinvio/ricezione messaggi.
    17. 17. Web ProjectLIV. 6– PRESENTAZIONE: trasforma i dati fornitidalle applicazioni in un formato standardizzatoe offre servizi di comunicazione comuni, comela crittografia, la compressione del testo e lariformattazione.
    18. 18. Web ProjectLIV. 7– APPLICAZIONE: interfaccia l’utente e lamacchina.Fornisce un insieme di protocolli che operano astretto contatto con le applicazioni. È erratoidentificare unapplicazione utente come partedel livello applicazione.I protocolli delle applicazioni tipiche di questolivello realizzano operazioni come:Trasferimento di fileTerminale virtualePosta elettronica
    19. 19. Web Project TCPTransmissionControlProtocol(TCP), è un protocollo di rete a pacchetto di livello di trasporto, appartenentealla suite di protocolli Internet, che si occupa di controllo di trasmissione. Su di esso si appoggiano granparte delle applicazioni della rete Internet. E presente solo sui terminali di rete (host)e vi si accede automaticamente dal browser attraverso luso di opportune chiamate di sistema.TCP è un protocollo orientato alla connessione, ovvero prima di poter trasmettere dati deve stabilire lacomunicazione, negoziando una connessione tra mittente e destinatario, che viene esplicitamente chiusaquando non più necessaria. Esso quindi possiede le funzionalità per creare, mantenere echiudere/abbattere una connessione.Il servizio offerto da TCP è il trasporto di un flusso di byte bidirezionale tra due applicazioni in esecuzionesu host differenti. Il protocollo permette alle due applicazioni di trasmettere contemporaneamente nelledue direzioni, quindi il servizio può essere considerato "Full-Duplex”.TCP garantisce che i dati trasmessi, se giungono a destinazione, lo facciano in ordine e una volta. Piùformalmente, il protocollo fornisce ai livelli superiori un servizio equivalente ad una connessione fisicadiretta che trasporta un flusso di byte.TCP offre funzionalità di controllo di errore sui pacchetti.
    20. 20. Web Project IPInternet Protocol(IP) è il protocollo di rete su cui si basa la rete Internet.IP è un protocollo a pacchetto senza connessione che secondo la classificazione ISO/OSI appartiene al livellorete.IP è un protocollo di interconnessione di reti (Inter-NetworkingProtocol), nato per interconnettere retieterogenee per tecnologia, prestazioni, gestione.È un protocollo di best effort nel senso che fa il massimo di quello che può fare senza garantire alcuna formadi affidabilità della comunicazione in termini di controllo di errore, controllo di flusso e controllo dicongestione a cui quindi dovranno supplire i protocolli di trasporto di livello superiore (livello 4) quale adesempio TCP.Allinterno di una rete IP, ad ogni interfaccia connessa alla rete fisica viene assegnato un indirizzo univoco.Lindirizzo IP è assegnato propriamente allinterfaccia (ad esempio una scheda di rete) e non allhost, perchéè questa ad essere connessa alla rete. Un router, ad esempio, ha diverse interfacce e per ognuna occorre unindirizzo IP.Gli indirizzi IP sono numeri, e come tali non sono facili da ricordare per la maggior parte degli esseri umani.Per questa ragione, spesso ad un indirizzo IP viene associato un nome simbolico DNS.
    21. 21. Web Project DNSE’ un sistema utilizzato per la risoluzione di nomi degli host in indirizzi IP e viceversa. Il servizio è realizzatotramite un database distribuito, costituito dai server DNS.I nomi DNS sono detti anche “nomi di dominio”.Un nome di dominio è costituito da una serie di stringhe separate da punti, ad esempio www.rai1.rai.it. Adifferenza degli indirizzi IP, dove la parte più importante del numero è la prima partendo da sinistra, in unnome DNS la parte più importante è la prima partendo da destra. Questa è detta dominio di primolivello, per esempio .org o .it.Un dominio di secondo livello consiste in due parti, per esempio rai.it, e così via. Ogni ulteriore elementospecifica unulteriore suddivisione. Quando un dominio di secondo livello viene registratoallassegnatario, questo è autorizzato a usare i nomi di dominio relativi ai successivi livelli come rai1.rai.it(dominio di terzo livello).

    ×