LabiSAlp Workshop 28 May 2011

1,096 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,096
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
196
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

LabiSAlp Workshop 28 May 2011

  1. 1. Modernizzazione, metodi di gestione e conservazione della natura. L'Italia e le Alpi nella prima metà del XX secolo Dr. Wilko Graf von Hardenberg Rachel Carson Center Monaco di Baviera
  2. 2. Introduzione <ul><li>- Sviluppo della tutela della natura in parallelo alla seconda rivoluzione industriale </li></ul><ul><li>- Mancanza di intenti espliciti di tutela nelle esperienze precedenti (riserve di caccia, foreste reali, diritti di uso comune) </li></ul><ul><li>- Tutela come “altra faccia della medaglia” della modernizzazione industriale </li></ul><ul><li>- Forme del conflitto: non solo tutela vs. industrializzazione, ma anche tutela vs. usi tradizionali </li></ul>
  3. 3. <ul><li>- Ruolo identitario del valore estetico e memoriale della natura </li></ul><ul><li>- Il parco come entità politico/amministrativa </li></ul><ul><ul><li>- territorio </li></ul></ul><ul><ul><li>- filosofia d'uso </li></ul></ul><ul><ul><li>- obiettivi </li></ul></ul><ul><li>- Netta separazione fascista tra umanità e natura </li></ul><ul><li>- Ciononostante i primi parchi italiani furono fondati proprio dal regime fascista </li></ul>Parchi nazionali nelle Alpi
  4. 4. <ul><li>- Definizione dei confini di un parco a vari livelli: </li></ul><ul><ul><li>- amministrativi </li></ul></ul><ul><ul><li>- ideologici </li></ul></ul><ul><ul><li>- legali </li></ul></ul><ul><li>- La creazione di confini ha però sempre conseguenze, come i conflitti sociali per l'accesso alle risorse naturali </li></ul><ul><li>- Parchi italiani, come del resto la gran parte dei parchi europei, collocati in zone relativamente antropizzate </li></ul>Parchi nazionali nelle Alpi
  5. 5. <ul><li>- Molti luoghi furono proposti come parco, ma quelli effettivamente creati ebbbero un processo di gestazione indipendente dal movimento di tutela </li></ul><ul><li>- Il Parco del Gran Paradiso nasce come conseguenza della decisione del Re di donare le sue riserve di caccia allo Stato </li></ul><ul><li>- Il Parco dello Stelvio nasce dalla volontà di costruire simboli “naturali” dell'idenità nazionale in un'area solo recentemente entrata a far parte del Regno d'Italia e di promuovere l'alpinismo </li></ul>Parchi nazionali nelle Alpi
  6. 7. <ul><li>- Il Gran Paradiso come cuore e periferia d'Italia </li></ul><ul><li>- Permanenza di conflitti sociali riguardo alla questione dei diritti di caccia </li></ul><ul><li>- Iniziale disinteresse del regime </li></ul><ul><li>- Successivo processo di statalizzazione, dal negativo impatto sulla popolazione dell'animale simbolo del parco: lo stambecco </li></ul><ul><li>- Desiderio persistente del regime di civilizzare la natura selvaggia </li></ul>Gran Paradiso
  7. 8. <ul><li>- Ruolo centrale del bisogno di affermare e consolidare la presenza dello Stato </li></ul><ul><li>- Il Parco dello Stelvio come memoriale di guerra </li></ul><ul><li>- Scarso, se non nullo, impatto del Parco dello Stelvio sulla tutela della natura </li></ul><ul><li>- Essenzialmente ai suoi albori fu solo l'espressione formale dei suoi confini </li></ul><ul><li>- Occasione per creare una nuova economia basata sul turismo </li></ul><ul><li>- Aumento della conflittualità sociale dopo il 1951 con l'introduzione del regolamento attuativo </li></ul>Il caso trentino
  8. 9. <ul><li>- Ruolo di peso della tutela nella lunga pianificazione del Parco dell'Adamello-Brenta </li></ul><ul><li>- Anche se non mancarono forti elementi di carattere turistico ed estetico </li></ul><ul><li>- Interesse principale la tutela dell'orso, vissuta però come un rischio dalla popolazione locale </li></ul><ul><li>- Anche prima della fondazione del Parco furono messe in atto delle soluzioni legislative in grado di tutelare le ultime colonie di orso bruno, che sfociarono in una serie di conflitti e richieste d'indennizzo </li></ul>Il caso trentino
  9. 10. <ul><li>- Forte variabilità geografica e temporale del ruolo della tutela della natura sul processo di modernizzazione in area alpina </li></ul><ul><li>- Conflittualità sociale come possibile indice parziale dell'efficacia di tutela dei parchi storici </li></ul><ul><li>- Ruolo sostanzialmente propagandistico della tutela della natura in epoca fascista </li></ul><ul><li>- Effetti nulli, se non negativi, dell'impegno diretto del regime fascista all'interno delle istituzioni di tutela della natura </li></ul>Conclusioni
  10. 11. Grazie dell'attenzione!

×