Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

LabiSAlp Workshop 28 May 2011

1,118 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

LabiSAlp Workshop 28 May 2011

  1. 1. Modernizzazione, metodi di gestione e conservazione della natura. L'Italia e le Alpi nella prima metà del XX secolo Dr. Wilko Graf von Hardenberg Rachel Carson Center Monaco di Baviera
  2. 2. Introduzione <ul><li>- Sviluppo della tutela della natura in parallelo alla seconda rivoluzione industriale </li></ul><ul><li>- Mancanza di intenti espliciti di tutela nelle esperienze precedenti (riserve di caccia, foreste reali, diritti di uso comune) </li></ul><ul><li>- Tutela come “altra faccia della medaglia” della modernizzazione industriale </li></ul><ul><li>- Forme del conflitto: non solo tutela vs. industrializzazione, ma anche tutela vs. usi tradizionali </li></ul>
  3. 3. <ul><li>- Ruolo identitario del valore estetico e memoriale della natura </li></ul><ul><li>- Il parco come entità politico/amministrativa </li></ul><ul><ul><li>- territorio </li></ul></ul><ul><ul><li>- filosofia d'uso </li></ul></ul><ul><ul><li>- obiettivi </li></ul></ul><ul><li>- Netta separazione fascista tra umanità e natura </li></ul><ul><li>- Ciononostante i primi parchi italiani furono fondati proprio dal regime fascista </li></ul>Parchi nazionali nelle Alpi
  4. 4. <ul><li>- Definizione dei confini di un parco a vari livelli: </li></ul><ul><ul><li>- amministrativi </li></ul></ul><ul><ul><li>- ideologici </li></ul></ul><ul><ul><li>- legali </li></ul></ul><ul><li>- La creazione di confini ha però sempre conseguenze, come i conflitti sociali per l'accesso alle risorse naturali </li></ul><ul><li>- Parchi italiani, come del resto la gran parte dei parchi europei, collocati in zone relativamente antropizzate </li></ul>Parchi nazionali nelle Alpi
  5. 5. <ul><li>- Molti luoghi furono proposti come parco, ma quelli effettivamente creati ebbbero un processo di gestazione indipendente dal movimento di tutela </li></ul><ul><li>- Il Parco del Gran Paradiso nasce come conseguenza della decisione del Re di donare le sue riserve di caccia allo Stato </li></ul><ul><li>- Il Parco dello Stelvio nasce dalla volontà di costruire simboli “naturali” dell'idenità nazionale in un'area solo recentemente entrata a far parte del Regno d'Italia e di promuovere l'alpinismo </li></ul>Parchi nazionali nelle Alpi
  6. 7. <ul><li>- Il Gran Paradiso come cuore e periferia d'Italia </li></ul><ul><li>- Permanenza di conflitti sociali riguardo alla questione dei diritti di caccia </li></ul><ul><li>- Iniziale disinteresse del regime </li></ul><ul><li>- Successivo processo di statalizzazione, dal negativo impatto sulla popolazione dell'animale simbolo del parco: lo stambecco </li></ul><ul><li>- Desiderio persistente del regime di civilizzare la natura selvaggia </li></ul>Gran Paradiso
  7. 8. <ul><li>- Ruolo centrale del bisogno di affermare e consolidare la presenza dello Stato </li></ul><ul><li>- Il Parco dello Stelvio come memoriale di guerra </li></ul><ul><li>- Scarso, se non nullo, impatto del Parco dello Stelvio sulla tutela della natura </li></ul><ul><li>- Essenzialmente ai suoi albori fu solo l'espressione formale dei suoi confini </li></ul><ul><li>- Occasione per creare una nuova economia basata sul turismo </li></ul><ul><li>- Aumento della conflittualità sociale dopo il 1951 con l'introduzione del regolamento attuativo </li></ul>Il caso trentino
  8. 9. <ul><li>- Ruolo di peso della tutela nella lunga pianificazione del Parco dell'Adamello-Brenta </li></ul><ul><li>- Anche se non mancarono forti elementi di carattere turistico ed estetico </li></ul><ul><li>- Interesse principale la tutela dell'orso, vissuta però come un rischio dalla popolazione locale </li></ul><ul><li>- Anche prima della fondazione del Parco furono messe in atto delle soluzioni legislative in grado di tutelare le ultime colonie di orso bruno, che sfociarono in una serie di conflitti e richieste d'indennizzo </li></ul>Il caso trentino
  9. 10. <ul><li>- Forte variabilità geografica e temporale del ruolo della tutela della natura sul processo di modernizzazione in area alpina </li></ul><ul><li>- Conflittualità sociale come possibile indice parziale dell'efficacia di tutela dei parchi storici </li></ul><ul><li>- Ruolo sostanzialmente propagandistico della tutela della natura in epoca fascista </li></ul><ul><li>- Effetti nulli, se non negativi, dell'impegno diretto del regime fascista all'interno delle istituzioni di tutela della natura </li></ul>Conclusioni
  10. 11. Grazie dell'attenzione!

×