Irsses.pn 12.10.12

837 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Irsses.pn 12.10.12

  1. 1. LE POLITICHE PER LA FAMIGLIA SUL TERRITORIO (Sintesi dal documento di Piano Regionale degli interventi per la famiglia – 2012-2014) Provincia di Pordenone Assessorato alle Politiche familiari in collaborazione conRegione Autonoma Friuli Venezia Giulia 12 ottobre 2012 - Pordenone carlo beraldo (irsses)
  2. 2. FAMIGLIA, I DIVERSI CRITERI DI OSSERVAZIONE: RELIGIOSO NORMATIVO PSICOLOGICO STATISTICO(vd. ISTAT) ASSISTENZIALE SOCIOLOGICO …………………….
  3. 3. L‟ottica sociologica designa la famigliacome una specifica realtà (sociale)qualificata da particolari relazioni(interne ed esterne all‟esperienzafamiliare) che si esprimono nel contestodi determinate culture, definendo ruoli efunzioni da parte di ciascun membropresente nella famiglia.
  4. 4. Il fatto che oggi, di fronte al crescere dinuove forme di vita familiare, sembrivenir meno una rappresentazioneprevalente di famiglia indica non che lafamiglia sta scomparendo, ma chesiamo di fronte a modalità espressivediverse pur originate dalla tradizionaleidentità familiare (es. famigliemonogenitoriali o famiglie ricostituite)
  5. 5.  Lastruttura della famiglia riguarda il tipo di vincolo che lega i membri di una convivenza: vincoli di affinità e di consanguineità, di affettività, di matrimonio e di discendenza. Ogni famiglia passa attraverso diverse fasi temporali durante le quali si trasforma sia dal punto di vista dei soggetti conviventi, sia rispetto ai ruoli e alle funzioni assunte in essa dai suoi componenti, così pure dal punto di vista dei contenuti delle relazioni familiari.
  6. 6. Lidea ancora maggioritaria in Italia (e nonsolo)....... ricorda che …………..la famiglia è una relazione sociale specificache lega insieme con un patto socialmentericonosciuto, (a questo servono i testimoninel matrimonio) due persone di sessodiverso e generazioni diverse, figli egenitori, e attraverso essi fa accedere allegenealogie paterna e materna.
  7. 7.  A partire dal secondo dopoguerra (anni „50 dello scorso secolo) ampie sono state le trasformazioni che hanno caratterizzato le famiglie nel Friuli- Venezia Giulia, analogamente a quanto si è verificato nel più ampio contesto nazionale, trasformazioni che riflettono i profondi cambiamenti negli individui e nella società. E‟ pur vero che la famiglia, pur soggetta ai processi di cambiamento della modernità, continua a restare lo snodo centrale della vita delle nostre popolazioni, assumendo peraltro un ruolo essenziale in un sistema di welfare, qual è quello italiano, che delega ad essa compiti rilevanti per la cura e il benessere dei suoi componenti e costituisce quindi il primo e più rilevante ammortizzatore sociale.
  8. 8. FUNZIONI (ancora proprie della famiglia, pur in presenza di una tendenziale fragilità/difficoltà di espressione di alcune di queste) Affettive Relazionali tra generazioni Procreative-generative Educative Trasmissione valoriale Economiche Aiuto – assistenziali - di accudimento verso i membri più fragili Solidarietà Socializzazione (specie per i figli)
  9. 9. LINEE DI TENDENZA DI ALCUNI ASPETTI RIGUARDANTI LA FAMIGLIA in FVG: aumenta il numero delle famiglie a causa della riduzione della loro ampiezza; le famiglie divengono sempre più “nucleari”; tendono ad aumentare le “libere unioni”; tendono ad aumentare le coppie ricostituite; diminuiscono i matrimoni nel loro complesso, mentre tendono a prevalere i matrimoni civili su quelli religiosi; aumentano le separazioni e i divorzi; é bassa la fecondità (e quindi la natalità) sono elevati gli indici di vecchiaia e di dipendenza; presenza di ampie fasce di povertà (relativa e assoluta, per numerosità dei figli e ancor più se con un solo genitore).
  10. 10. N. MEDIO COMPONENTI IN FVG (2010) = 2,19 (3,9 NEL 1951) Numero medio di componenti delle famiglie per anno e provincia 2,51 2,47 2,46 2,44 Pordenone 2,42 2,40 2,40 2,37 2,35 2,39 2,33 2,30 2,28 2,30 2,25 2,25 Udine 2,20 2,23 2,21 2,19 2,20 2,23 2,16 2,15 Gorizia 1,99 1,97 1,96 1,95 1,94 1,93 1,90 1,93 Trieste 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010Fonte: elaborazioni su dati ISTAT
  11. 11. ARTICOLAZIONE DELLE FAMIGLIE IN FVG (2010) 1.235.808 residenti (8,5 % stranieri) 558.786 = Totale “famiglie” (comprende anche persone sole = circa 164.000, a cui vanno aggiunte ulteriori persone che vivono in contesti comunitari di vario tipo) 364.000, sono di tipo nucleare (coppia con o senza figli o genitore singolo con figli) 131.000, le coppie senza figli 49.000, (madre o padre con figli) 184.000, le coppie con figli > 55,5% le coppie con un solo figlio > 40,3% le coppie con due figli > 4,2% le coppie con tre o più figli
  12. 12. Giovani che vivono in famiglia (FVG) 93% dei giovani con età 18-24 anni; 39% dei giovani con età 25-34 anni.
  13. 13. NUMERO DEI MATRIMONI PER RITO (2010) FVG PNRELIGIOSI 1.745 516CIVILI 2.060 516 (54,13 % su tot.) (50,00% su tot.)TOTALE 3.805 1.032Nota: circa il 24% dei matrimoni (civili) vedono almeno uno degli sposi alle seconde nozze (ISTAT).
  14. 14. Numero matrimoni per rito in Friuli Venezia Giulia10.000 Rito Religioso  8.000 Rito Civile Totale matrimoni 6.000 4.000 2.000 0 1956 1958 1960 1962 1964 1966 1968 1970 1972 1974 1976 1978 1980 1982 1984 1986 1988 1990 1992 1994 1996 1998 2000 2002 2004 2006 2008 Fo nte: elabo razio ni s u dati IS TA T
  15. 15. Matrimoni con almeno uno sposo straniero incidenza percentuale sul totale matrimoni 25 Nord-Est 20 Friuli Venezia Giulia 15 Italia 10 5 0 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009Fonte: elaborazioni su dati ISTAT
  16. 16. SEPARAZIONI E DIVORZIIN FVG (2010): A fronte di 3.805 matrimoni, sono state concesse 2.043 separazioni legali e 1.261 procedimenti di scioglimento e cessazione degli effetti civili del matrimonio (nel 2000 erano 1.973 e 1.180, rispettivamente).
  17. 17.  L‟età media alla separazione per gli uomini è 46 anni, per le donne è 42 anni; l’età media al divorzio è 47 anni per gli uomini e 44 per le donne. Sempre nel 2010 più di una separazione su due ha coinvolto nuclei in cui sono presenti minori, per un totale di 1.618 minori. La durata media della convivenza matrimoniale (al momento dell‟iscrizione al ruolo del procedimento) è di 15 anni; circa il 15% delle separazioni ha meno di 5 anni di convivenza e il 17% ha più di 24 anni di convivenza.
  18. 18. Nei casi di interruzioni del vincolomatrimoniale, ma spesso anche in tempiantecedenti, si possono creare all’internodella coppia e più in generale della famigliasituazioni di disparità o di debolezza di unoo più membri.Queste aumentano nel caso di difficoltàeconomiche dovute anche al venir menodelle “economie di scala” possibili nellafamiglia unita, o conseguenti a problemi dilavoro o di cura della prole.
  19. 19. DONNE RESIDENTI NELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA (2010)(TRA PARENTESI I DATI RELATIVI ALLA PROVINCIA DI PN) Tasso Fecondità Età media al partoTotale - 1,41 (1,47)Straniere Italiane Straniere Italiane2,09 (2,20) 1,26 (1,26) 28,2 (28,4) 31,41(32,5)I nati in FVG (2010) sono stati 10.337 (3.016 a PN) 2.362 con almeno un genitore straniero (854 a PN) 1753 con entrambi i genitori stranieri (696 a PN)
  20. 20. Incidenza delle nascite da madri non coniugatenel Friuli Venezia Giulia (ISTAT)Progressivo aumento, dal 17,7% nel 2004 al 23,1%nel 2009.Se si fa riferimento alle sole madri italianel‟incidenza è ancora superiore (26,3%), aspettoche è indice della diffusione delle convivenze e, piùin generale, dei cambiamenti in corso negli stili divita delle coppie (libere unioni in FVG = 17,2% delleforme familiari censite).
  21. 21. FONTE: OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO
  22. 22. FONTE: OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO
  23. 23. FVG = INDICE DI VECCHIAIA E DI DIPENDENZA Indice di vecchiaia - [P(65 e oltre) / P(0-14)* 100] - indicatore sintetico del grado di invecchiamento della popolazione. Si ottiene rapportando la popolazione anziana (oltre i 65 anni ) a quella dei giovani (generalmente fino a 14 anni). Indice demografico di dipendenza - [P(0-14)+ P(65 e oltre) / P(15-64)* 100] – rapporta le persone che non sono autonome per ragioni demografiche - ovvero i giovani e gli anziani - alle persone che si presume debbano mantenerli.(2010)FVG = 187 lindice di vecchiaia (Italia= 144), 56 lindice di dipendenza (Italia= 52), 23,4 % della popolazione ha 65 anni e oltre (Italia = 20,2%)Pordenone = 148 lindice di vecchiaia, 52 lindice di dipendenza , 20,4 % della popolazione ha 65 anni e oltre .
  24. 24. Piramide per sesso ed età della popolazione residente totale e straniera al 1.1.2011 - regione Friuli Venezia Giulia (valori assoluti)100959085807570656055504540353025201510 5 0 12000 10000 8000 6000 4000 2000 0 2000 4000 6000 8000 10000 12000
  25. 25. QUESITI: Quale sostegno all‟esercizio delle funzioni familiari viene dato dalle istituzioni e dai contesti sociali di prossimità? Quale “cultura” delle relazioni affettive hanno, oggi, i giovani? Quale importanza/valore viene dato alla qualità delle relazioni entro la famiglia? Quale solidarietà tra famiglie? Quale relazione tra famiglie e realtà sociali e istituzionali che svolgono funzioni collegate a quelle proprie delle famiglie (scuola, luoghi ricreativi, parrocchia, servizi sociali e sanitari,….)?

×