Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Modulo 2 apprendimento cooperativo 8.9.2014

865 views

Published on

Presentazione sull'apprendimento cooperativo utilizzata nel progetto di Cittadinanza come agire sociale

Published in: Education
  • Be the first to comment

Modulo 2 apprendimento cooperativo 8.9.2014

  1. 1. Misure di accompagnamento delle Indicazioni Nazionali 2012 - Progetto CITTADINANZA COME AGIRE SOCIALE maggio 2014 - dicembre 2014 INCONTRO 8 SETTEMBRE 2014 L'Apprendimento Cooperativo Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  2. 2. Pianificazione incontro 14.30 – 15.15 45' Introduzione teorica 15.15 – 15.30 15' Organizzazione lavori di gruppo 15.30 – 15.45 15' Lavori nei gruppi 'base' 15.45 – 16.15 30' Lavori nei gruppi 'specialisti' 16.15 – 16.45 30' Restituzione nei gruppi 'base' – Verifica/valutazione 16.45 – 17.30 45' Conclusioni Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  3. 3. L’ approccio al processo della conoscenza che vorrei proporre permette di vivere un’ esperienza singolare nell’ educazione: rinunciare a prassi che consistono nel ‘riversare’ nuovi saperi e contenuti in ‘recipienti vuoti’ e sperimentare una conoscenza generata dalla rete delle relazioni Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  4. 4. saper lavorare insieme saper essere saper fare sapere T E MP I METODI, RISORSE E COINVOLGIMENTO Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  5. 5. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  6. 6. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  7. 7. ISACPro TAP Training Abilità Prosociali donato.salfi@alice.it www.prosocialita.it Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  8. 8. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  9. 9. ORIENTAMENTO SOCIALE PRIMARIO INDIVIDUALISTA: solo io sono importante! IO ALTRI + - + Non percepisce l’ importanza dell’altro e tanto meno è consapevole dei suoi bisogni Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  10. 10. ORIENTAMENTO SOCIALE PRIMARIO COMPETITIVO: io sono più importante degli altri IO ALTRI + - + Percepisce l’ altro come minaccia al raggiungimento dei propri obiettivi + E’ preoccupato di battere l’ altro + Può percepire i bisogni dell’ altro, ma focalizza il soddisfacimento dei propri Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  11. 11. ORIENTAMENTO SOCIALE PRIMARIO DIPENDENTE: io sono meno importante degli altri ALTRI IO + - + cerca di piacere all’ altro + sacrifica i propri bisogni o diritti per ottenere accettazione e approvazione + è ipersensibile ai bisogni dell’ altro + fa in modo che l’ altro vinca, a costo di uscirne con le ossa rotte Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  12. 12. ORIENTAMENTO SOCIALE PRIMARIO RECIPROCO: solo io sono importante quanto gli altri + - IO ALTRI + è consapevole dei propri bisogni come di quelli dell’ altro + risponde ad entrambi + non determina vinti e vincitori Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  13. 13. SSTTIILLII DDII RREELLAAZZIIOONNEE PASSIVITA’ AGGRESSIVITA’’ ASSERTIVITA’’ COMPETITIVITA’ COLLABORAZIONE ALTRUISMO PROSOCIALITA’ Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  14. 14. NELL’ EDUCAZIONE UN TESORO RAPPORTO UNESCO JACQUES DELORS 4 SFIDE PER L’ EDUCAZIONE DEL XXI SECOLO IMPARARE A: 1. APPRENDERE 2. FARE 3. ESSERE 4. VIVERE INSIEME 6 CAMPI CORRELATI: 1. SVILUPPO COGNITIVO E SCOLASTICO (IMPARARE AD IMPARARE) 2. SVILUPPO VOCAZIONALE E PROFESSIONALE (IMPARARE A FARE) 3. SVILUPPO ETICO E MORALE (IMPARARE AD ESSERE) 4. SVILUPPO PERSONALE (IMPARARE A ESSERE) 5. SVILUPPO SOCIALE (IMPARARE A VIVERE INSIEME) 6. SVILUPPO CIVICO (IMPARARE A VIVERE INSIEME) Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  15. 15. APPRENDIMENTO COOPERATIVO U.S.A. con i fratelli Johnson, Slavin, Aronson, Kagan; in Israele con Sharan; in Inghilterra con Rudduck; in Italia con Mario Comoglio, docente all'Università salesiana di Roma Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  16. 16. Apprendimento cooperativo: definizione 2 • “Un metodo di conduzione della classe che mette in gioco, nell'apprendimento, le risorse degli studenti. Questo metodo permette di gestire e organizzare esperienze di apprendimento condotte dagli stessi studenti e, insieme, sviluppare obiettivi educativi di collaborazione, solidarietà, responsabilità e relazione, riconosciuti efficaci anche per una migliore qualità dell'apprendimento”. (Comoglio) Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  17. 17. L'apprendimento cooperativo: per rispondere ai nuovi bisogni educativi • Il cooperative learning può rappresentare una risposta ai nuovi bisogni educativi e di formazione, indicati dagli esperti:  imparare ad imparare,  saper risolvere i problemi complessi,  prendere decisioni,  sviluppare le abilità relazionali,  saper esprimere un pensare di livello più elevato,  acquisire capacità di auto-analisi, auto-valutazione e auto-controllo,  riconoscere il gruppo come strumento di crescita. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  18. 18. L'apprendimento cooperativo: per rispondere ai bisogni educativi speciali • Permette di trovare soluzioni di progettazione che adattino gli obiettivi fissati alle esigenze dei singoli studenti - cioè che tengano conto della loro diversità in termini di stile cognitivo, di stile di apprendimento, di condizioni di sviluppo, di personalità di capacità intellettive, oltre che naturalmente della presenza di eventuali limiti di varia natura - pur nella prospettiva di interventi previsti per tutta la classe. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  19. 19. L'apprendimento cooperativo: per rispondere ai cambiamenti • Gli esperti del mondo dell'istruzione -educazione riconoscono che i profondi e vasti mutamenti che avvengono a tutti i livelli della società e le più recenti acquisizioni nel campo della psicologia della conoscenza e dell'apprendimento impongono oggi alla scuola la revisione radicale degli obiettivi di natura cognitiva fino ad oggi da essa perseguiti. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  20. 20. L'apprendimento cooperativo: per il futuro lavorativo I cittadini di domani devono essere in grado di adattarsi rapidamente ai cambiamenti. Le qualità più richieste in ambiente di lavoro sono:  La capacità di lavorare in gruppo,  la capacità di comunicare con gli altri,  la capacità di negoziare,  la capacità di collaborare in funzione di un obiettivo comune  La capacità di adattarsi ai cambiamenti Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  21. 21. L'apprendimento cooperativo Collaborare implica -una condivisione di compiti, -un processo collaborativo deliberato e strutturato, -un accordo su obiettivi e valori comuni, -il mettere insieme competenze individuali a vantaggio del gruppo come tutt'uno, l'organizzazione di gruppo. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  22. 22. L'apprendimento cooperativo: risultati 1 Lavorando nei gruppi cooperativi gli studenti sono guidati, ma non facilitati nello sforzo di apprendere. Essi affrontano situazioni complesse e così facendo imparano a dare il meglio di sé scoprendo e valorizzando risorse personali. Il risultato è, innanzitutto, lo sviluppo e il potenziamento di abilità cognitive generalmente superiori a quelle richieste dalle attività proposte dalla scuola tradizionale. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  23. 23. L'apprendimento cooperativo: risultati 2 Gli studenti col tempo imparano ad apprezzare il valore della responsabilità individuale, della collaborazione, dell'aiuto, dell'accettazione del diverso da sé del contributo dell'altro, della conoscenza come sforzo condiviso, elementi questi che sono alla base delle cosiddette 'comunità di apprendimento'. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  24. 24. Come deve essere organizzato l'apprendimento cooperativo E' determinante l'organizzazione del lavoro attraverso la strutturazione del compito, che può essere scomposto in una serie di sottocompiti, a ciascuno dei quali può essere assegnato un gruppo di lavoro. Il soggetto agisce all'interno di due contesti: quello del gruppo di lavoro responsabile del sottocompito e quello del gruppo di lavoro responsabile dell'esecuzione dell'intero compito. La soluzione cooperativa ad un problema o un'attività presuppone il confronto e la discussione tra i componenti del gruppo. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  25. 25. Modelli Vi sono numerose variazioni e diversi approcci al cooperative learning. I più conosciuti sono: 1. Learning Together 2. Structural Approach 3. Group Investigation 4. Student Team Learning 5. Complex Instructions 6. Communities of Learners 7. Apprendistato coFegrnon - 8i stetitevmbore 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  26. 26. Come scegliere 1. Voglio che ci sia competizione fra i gruppi? (TEAMS-GAMES-TOURNAMENT) 2. Dispongo di un'adeguata offerta e varietà di risorse per la ricerca degli studenti? (group investigation, co-op co-op) 3. Voglio combinare l'apprendimento cooperativo con l'apprendimento individualizzato nella mia classe di matematica? (team assisted individualization) 4. Voglio controllare il rendimento degli studenti dando un test oggettivo al gruppo? (jigsaw, student team achievement divisions) 5. Mi sento bene informato su un argomento tanto da poter dare assistenza approfondita agli studenti durante la ricerca? (group investigation) 6. Voglio dividere il materiale didattico in piccole componenti? (jigsaw) 7. Voglio usare un test di lettura di base ma avere anche qualche attività di gruppo? (cooperative integrated reading and composition). Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  27. 27. Elementi costitutivi dell'AC Interdipendenza positiva Responsabilità individuale e di gruppo Interazione simultanea e costruttiva Interazione promozionale face to face Partecipazione equa - Eterogeneità Abilità/competenze sociali Prodotto complesso La revisione del lavoro e la verifica individuale e di gruppo Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  28. 28. Valutazione L'apprendimento cooperativo prevede due tipi di valutazione tra loro complementari: la valutazione individuale: ogni componente del gruppo è valutato in base a risultati didattici, sviluppo delle abilità sociali, responsabilità rispetto al compito assegnato; la valutazione di gruppo: il gruppo è valutato in base al risultato complessivo raggiunto dal gruppo, determinato dallo sforzo interconnesso dei vari membri in termini di abilità scolastiche e sociali. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  29. 29. Valutazione La valutazione si verifica attraverso il monitoraggio, cioè il controllo continuo sul processo di apprendimento delle abilità sociali. Secondo Johnson & Johnson il monitoraggio consiste di quattro fasi: Scegliere gli osservatori e fornire loro istruzioni e gli strumenti di osservazione necessari. Osservare e valutare il lavoro cooperativo svolto nei gruppi. Intervenire quando necessario per migliorare il lavoro di studio o di gruppo. Far valutare agli stessi studenti la qualità del loro contributo individuale nei gruppi e incoraggiare l'automonitoraggio. Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  30. 30. Bibliografia M. Comoglio e M.A. Cardoso Insegnare e apprendere in gruppo. Il Cooperative Learning. LAS Roma 1996 - M. Comoglio Educare insegnando. Apprendere ad applicare il Cooperative Learning. LAS Roma 1998 - D. Johnson, R. Johnson e E. Holubec Apprendimento cooperativo in classe. Erickson Trento 1996 - Y. Sharan e S. Sharan Gli alunni fanno ricerca. L'apprendimento in gruppi cooperativi. Erickson Trento 1998 - E. CohenY. Organizzare i gruppi cooperativi. Erickson Trento 1999 - S. Kagan. Apprendimento cooperativo. L'approccio strutturale. Edizioni Lavoro Roma 2000 Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo
  31. 31. Sitografia Http:// L'apprendimento cooperativo.it http://ospitiweb.indire.it/adi/CoopLearn/cooplear.htm "L'apprendimento cooperativo: un metodo per migliorare la preparazione e l'acquisizione di abilità cognitive negli studenti". I pro e i contro. http://www.ncsu.edu/felder-public/Cooperative_Learning.html Intervista al prof. Felder, nella quale discute dei differenti aspetti dell'apprendimento cooperativo. http://www.soc.unitn.it/circle/Startframe.htm CIRCLE (Centro Interdipartimentale Ricerca Cooperative Learning Educativo) è il centro di sperimentazione, ricerca e formazione di cooperative learning istituito presso l'Università di Trento. http://www.edscuola.it/archivio/comprensivi/cooperative_learning.htm "L'apprendimento cooperativo come metodologia complessiva di gestione della classe" Ferno - 8 settembre 2014 - L'Apprendimento cooperativo

×