Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Chiesa di San Michele

200 views

Published on

Laboratorio geo storico a.s. 16/17 IC Benedetto Croce Scuola Secondaria di Ferno.
Le chiese di Busto Arsizio.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Chiesa di San Michele

  1. 1. IdentIkIt deLLA CHIeSA Stato: Italia Regione: Lombardia Località: Busto Arsizio Religione: Chiesa cattolica di rito Ambrosiano Titolare: Michele Arcangelo Diocesi: Arcidiocesi di Milano Consacrazione: 1753 Stile architettonico: romanico(campanile);barocco (chiesa) Inizio costruzione:1652 Completamento: 1796
  2. 2. CoStruzIone e reStAuro • La chiesa venne costruita tra il 1653 e il 1679 sul disegno di Francesco Maria Ricchino. Poiché il fossato impediva lo sviluppo a ovest, l’orientamento della chiesa venne capovolto e così il campanile si ritrovò sul fianco della facciata. • L’altare maggiore fu costruito nel Settecento da Biagio Bellotti. La facciata fu completata nel 1796. • Il battistero venne costruito nel 1884. • Dal 1979 al 1998 furono restaurate delle parti della Chiesa.
  3. 3. STORIA DELLA CHIESA La chiesa di San Michele Arcangelo è uno dei più importanti luoghi di culto cattolici di Busto Arsizio. La chiesa sorge nel luogo dove i Longobardi edificarono una fortificazione, distrutta verso la fine del Duecento. E’ intitolata al patrono della città. LA CHIESA MEDIOEVALE Nella fortificazione longobarda preesistente era presente una primitiva cappella. La prima ricostruzione della Chiesa in forma basilicale, a navata unica con tre absidi semicircolari e tetto a capriate, risale alla fine del Duecento o all’inizio del Trecento.
  4. 4. ESTERNO DELLA CHIESA • La chiesa di San Michele Arcangelo si trova nel centro di Busto Arsizio, in piazzetta Don Pio Chieppi. L’esterno dell’edificio è in stile barocco. Nella fascia inferiore è presente un tondo a basso rilievo raffigurante la “Madonna con il bambino”. Nella fascia superiore vi è un finestrone rettangolare con semplice cornice marmorea .La facciata ha quattro statue di Angeli ai lati e una di San Michele Arcangelo al centro. Alla sinistra della chiesa sorge il campanile costruzione più antica di Busto.
  5. 5. IL CAMPANILE • Alla sinistra della chiesa sorge il campanile, unica struttura della fortificazione longobarda sopravvissuta e costruzione più antica di Busto. La torre è costruita in pietra; la parte superiore è di mattoni Nel campanile ci sono quattro bifore di cui due murate. • Nel 2007 sono iniziati i lavori di restauro della torre campanaria e si sono conclusi nel 2008.
  6. 6. INTERNO I DELLA CHIESA La pianta della chiesa è a croce latina, con navata unica e dieci cappelle laterali, cinque per lato.
  7. 7. IL MORTORIO Edificato entro l’area cimiteriale tra il 1761 e il 1764 su progetto di Biagio Bellotti, il mortorio, con una struttura originalissima collega i due volumi della Chiesa e delle case parrocchiali e, allo stesso tempo consentiva l’attraversamento del cimitero (oggi piazzetta don Pio Chieppi, primo parroco di San Michele).
  8. 8. IL MUSEO DI ARTE SACRA DI SAN MICHELE • E’ uno dei due musei privati della città di Busto Arsizio ed è ospitato all'interno di alcuni locali parrocchiali vicino al millenario campanile della Chiesa di San Michele Arcangelo. • La creazione del museo fu la conseguenza della raccolta del materiale della parrocchia di S. Michele Arcangelo, iniziata nel 1975. • Il Museo di Arte Sacra conserva opere di pittura di fine secolo XVI e della prima metà del secolo successivo fondamentali per la storia della città Busto Arsizio, come “San Carlo in atto di benedire Busto”.
  9. 9. IL MUSEO DI ARTE SACRA DI SAN MICHELE • All'interno del museo sono presenti anche notevoli opere e lavori di oreficeria tra le quali “Le croci processionali” • Il materiale esposto comprende inoltre quattro antichi codici datati tra il XIV secolo e il XVII secolo, oltre ad una raccolta di stampe antiche. I visitatori (il museo è visitabile su richiesta) possono inoltre ammirare strappi di affresco con motivi di religiosità popolare ed una ricca documentazione relativa alla decorazione della chiesa di San Michele Arcangelo al principio del secolo XX. È infine disponibile una raccolta di opere varie di ispirazione religiosa realizzata da autori contemporanei.[3] Antifonario musicale jemale Manoscritto su carta Tecnica: manoscritto Dimensioni: cm 392x270
  10. 10. DAL MUSEO DI ARTE SACRA DI SAN MICHELE Il Lazzaretto e le capanne della peste del 1630 Anonimo lombardo 1632 tecnica: olio su tela dimensioni: cm 210x145 provenienza: dalla sagrestia di San Michele
  11. 11. DAL MUSEO DI ARTE SACRA DI SAN MICHELE Le vie di Busto durante la peste del 1630 Anonimo lombardo 1632 tecnica: olio su tela dimensioni: cm 210x145

×